Sei sulla pagina 1di 16

CONTROLLO LIVELLO

LIQUIDI

K2639
nale
ifunzio
s i ti v o mult
disp o n una
Questo
c e d a usare i
li ni .
è semp licazio
di app
Rubinetti dimenticati aperti, varietà
perdite di acqua dalla
lavatrice, .... Poiché prevenire
è meglio che curare,
utilizzate questo rilevatore.

Punti di saldatura totali: 129


Livello di difficoltà: principiante 1  2  3  4  5  avanzato ISTRUZIONI DI MONTAGGIO H2639IT-1
Introduzione e specifiche

Rubinetti dimenticati aperti? Perdite di acqua dalla lavatrice? Abbassamento del livello acqua nel vostro
acquario? Serbatoi acqua tristemente asciutti o grondanti? Acqua nella vostra cantina? Solo un piccolo
incidente o un disastro! Tutto ciò può essere evitato installando nel modo e nel posto giusto il controller di
livello per liquidi.

Indicatore di livello: mediante tre LED viene fornita l’indicazione di “LIVELLO BASSO”, “LIVELLO MEDIO”
e “LIVELLO ALTO”.

Controllo di livello: il relé attiva e disattiva automaticamente una pompa o un’elettrovalvola per mantenere il
livello tra il valore minimo (“LOW”) e quello massimo (“HIGH”).

Allarme: è disponibile un segnale d’allarme per indicare la situazione di “umido” o “secco”. Alcune
applicazioni potrebbero richiedere l’utilizzo di una sirena (es. il KIT K2604), di un campanello o di una
lampada. È possibile sostituire il sensore per liquidi con sensori la cui resistenza varia in funzione della
temperatura o dell’intensità luminosa (NTC/LDR) e quindi utilizzare il dispositivo per controllare la
temperatura o l’intensità luminosa.

SPECIFICHE:
 Alimentazione: 12-14VAC o 16-18VDC / 100mA
 Uscita a relé: 240V / 3A max.
 Dimensioni:
PCB controller: 104 x 60mm (4,1" x 2,4")
PCB sensore: 104 x 25mm (4,1" x 1,0")
Trasformatore consigliato: cod. 207004
Adattatore da rete consigliato: cod PS1203

2
Suggerimenti per il montaggio

1. Montaggio (ignorare i seguenti suggerimenti, potrebbe creare delle difficoltà nella realizzazione del dispositivo!)
Si consiglia di seguire attentamente i suggerimenti di seguito riportati, per poter completare con successo il montaggio del dispositivo.

1.1 Assicuratevi di possedere la giusta attrezzatura:


 Si consiglia di utilizzare un saldatore di media potenza (25 - 40W) avente una punta da 1 mm.
 Mantenere la punta del saldatore ben pulita, tramite una spugna o un panno inumiditi con acqua. Per poter ottenere
delle saldature di qualità e salvaguardare la punta, è necessario che essa sia sempre ben stagnata. Se lo stagno non dovesse
aderire bene alla punta, è necessario provvedere alla pulizia di quest’ultima.
 Utilizzare stagno avente al suo interno del buon disossidante (non utilizzare paste disossidanti!).
 Per recidere i reofori dei componenti, servirsi di un tronchesino per elettronica, prestando attenzione agli occhi perché,
durante il taglio, i reofori vengono proiettati a distanza.
 Utilizzare una pinza a becchi fini per piegare i reofori o per posizionare alcuni componenti.
 0.0
Munirsi di un taglierino di piccole dimensioni e di cacciaviti con misure standard. 00

Per alcuni progetti, è richiesto o potrebbe essere utile l’utilizzo di un comune multimetro.

1.2 Suggerimenti per il montaggio:


 Per evitare delusioni, assicurarsi che il grado di difficoltà sia compatibile con le proprie capacità ed esperienza.
 Seguire attentamente le istruzioni; leggere e capire ogni passo prima di operare.
 L’assemblaggio deve essere eseguito procedendo secondo l’ordine descritto nel manuale.
 Collocare, sul circuito stampato, ogni singolo componente come mostrato dalle figure.
 I valori riportati nello schema elettrico, possono essere soggetti a variazioni.
 I valori riportati in questa guida sono corretti*.
 Utilizzare le tabelle di controllo per prendere nota del proprio avanzamento.
 Leggere le note informative riguardanti la sicurezza e i servizi al cliente.
* Errori tipografici esclusi. Verificare se in allegato al presente manuale è disponibile una nota di aggiornamento.

3
Suggerimenti per il montaggio

1.3 Suggerimenti per la saldatura:

1- Montare tutti i componenti tenendo il loro corpo aderente al circuito stampato, quindi saldare
con cura i relativi terminali.

2- Assicurarsi che le saldature siano lucide e di forma conica.

3- Tagliare la parte eccedente dei reofori a filo della saldatura.

SI RACCOMANDA DI RIMUOVERNE UNO PER VOLTA!

I COMPONENTI ASSIALI SONO NASTRATI


SECONDO LA SEQUENZA DI MONTAGGIO!

 Potrete trovare il codice colori delle resistenze e dei LED sul nostro sito:
http://www.velleman.be/common/service.aspx

4
Montaggio

1. Jumper 
R8 : 47K (4 - 7 - 3 - B) 
C7 : 100nF (104)

R9 : 47K (4 - 7 - 3 - B) 
C8 : 100nF (104)

R10 : 47K (4 - 7 - 3 - B)

J : 2x 
R11 : 47K (4 - 7 - 3 - B) 5. Zoccolo IC, rispettare la

R12 : 680 (6 - 8 - 1 - B)

R13 : 680 (6 - 8 - 1 - B) posizione della tacca!

R14 : 680 (6 - 8 - 1 - B)
2. Diodi. Rispettare la polarità! 
R15 : 680 (6 - 8 - 1 - B) 
IC1 : 14p
D1 : 1N4148 
R16 : 68K (6 - 8 - 3 - B)
D2 : 1N4148 
R17 : 68K (6 - 8 - 3 - B)
D3 : 1N4148 CATHODE
D...

R18 : 4K7 (4 - 7 - 2 - B)
D4 : 1N4148 
R19 : 4K7 (4 - 7 - 2 - B)

R20 : 4K7 (4 - 7 - 2 - B) 6. Transistor
D5 : 1N4148
D6 : 1N4007 
R21 : 12K (1 - 2 - 3 - B)

R22 : 1M (1 - 0 - 5 - B) 
T1 : BC547B
3. Resistenze
4. Condensatori
R...
7. LED. Rispettare la polarità!

LD1 : 5mm rosso COLOR= 2...5


LD2 : 5mm giallo

R1 : 1M (1 - 0 - 5 - B) 
C1 : 100nF (104) 
LD3 : 5mm verde

R2 : 47K (4 - 7 - 3 - B) 
LD...


R3 : 47K (4 - 7 - 3 - B)
C2 : 100nF (104) 
LD4 : 5mm rosso

C3 : 100nF (104) CATHODE


R4 : 47K (4 - 7 - 3 - B) LD1 : Livello Alto

R5 : 47K (4 - 7 - 3 - B) 
C4 : 100nF (104) LD2 : Livello Medio

R6 : 47K (4 - 7 - 3 - B) 
C5 : 100nF (104) LD3 : Livello Basso LD

R7 : 47K (4 - 7 - 3 - B) 
C6 : 100nF (104) LD4 : Relé attivato .

5
Montaggio

8. Condensatore 10. Condensatore 13. Relé


elettrolitico. Rispettare la

C9 : 10µF / 25V C...

RY...


C11 : 22nF

9. Terminali da C.S. 11. Regolatore di tensione 


RY1 : VR15M121C 12V / 15A


Inserire 4 terminali nelle 
VR1 : UA7812 14. Inserimento IC
piazzole presenti tra le VR...

scritte S1 e S2. 
Verificare l’orientamento. 1

È possibile utilizzare
anche dei morsetti a vite. 
IC1 : LM324 PIN 1
12. Condensatore

Utilizzare 6 terminali per i
elettrolitico. Rispettare la
contatti d’uscita del relé (NO,
C , NC) e l’alimentazione (AC
C10 : 1000µF / 35V

Prestare attenzione alla tacca
IN). È possibile utilizzare C...
di riferimento!
anche dei morsetti a vite.

Inserire 4 terminali nelle
piazzole A, B, C e D

6
Collaudo

15. Collaudo


Controllare attentamente il circuito prima di fornire alimentazione.


Alimentazione con tensione continua (da 16 a 18V/100 mA) : NO
Il polo positivo dell’alimentatore deve essere collegato al C
NC
terminale “AC IN” più esterno mentre quello negativo
all’altro terminale “AC IN” (Fig 1.0). - VR1
ACin
ACin
+

Fig 1.0
ADAPTER
NO (16-18VDC/100mA)
C
NC
VR1
Fig 2.0
ACin
ACin

Alimentazione tramite trasformatore (da 12 a 14V/300 mA min):
2x 7.5VAC Non vi è alcuna polarità da rispettare (Fig 2.0).
300mA

L
120 - 230 VAC
N

7
Collaudo

Con alimentazione attiva, LD3 (LIVELLO BASSO) si dovrebbe illuminare ad


indicare che tutto funziona correttamente.
S1

LD3

LD2

LD1
LD4

Ponticellare i terminali del sensore “livello basso” S2;
LD2 si dovrebbe illuminare. S2
Fig 3.0

S1

LD3

LD2

LD1
LD4

Ponticellare anche i terminali del sensore “livello alto” S1;
LD1 e LD4 si dovrebbero illuminare. S2
Fig 3.1

S1

LD3

LD2

LD1
LD4

Rimuovere il ponticello dai terminali del sensore S1; LD2 si
dovrebbe illuminare insieme a LD4 (relé eccitato). S2

Fig 3.2

S1

LD3

LD2

LD1
LD4

Rimuovere il ponticello dai terminali del sensore S2;
ora dovrebbe rimanere acceso solamente LD3.
S2
Fig 3.3

8
Applicazioni

16. Applicazioni
Per un utilizzo come controllere/indicatore e allarme, devono essere collegati 1 o 2 sensori. Il sensore è
costituito essenzialmente da 2 conduttori elettrici separati: 2 piste in rame su una basetta, una semplice
spina jack, ecc... Sul PCB “sensore” sono presenti 2 sensori: S1 (LIVELLO ALTO) e S2 (LIVELLO BASSO).
Se la differenza di altezza tra i sensori S1 e S2 dovesse risultare eccessiva per la propria applicazione, accorciare
il PCB del sensore più lungo con un seghetto. (Fig 4.0).

Fig 4.0

In caso contrario, allugare il sensore S2 saldando su ciascuna pista in rame un conduttore elettrico non
isolato (Fig 5.0).

Unisolated wire Solder Fig 5.0

9
Applicazioni

Il sensore asciutto si comporta come un circuito aperto. Quando viene bagnato, la resistenza ai suoi capi scende
ad un valore di alcuni kohm. La resistenza elettrica del sensore varia in funzione della conducibilità elettrica del
liquido nel quale viene immerso, della spaziatura tra gli elettrodi e dell’area degli elettrodi bagnata dal liquido.
Il dispositivo non è in grado di rilevare alcuni liquidi a causa della loro bassa conducibilità. In alcuni casi il problema
può essere risolto semplicemente aumentando la superficie degli elettrodi. Al fine di evitare l’elettrolisi o depositi sul
sensore, viene utilizzata una tensione di rilevamento alternata con frequenza di circa 1 kHz.


NON UTILIZZARE MAI i sensori in un ambiente INFIAMMABILE: i sensori, in fase di
asciugatura, potrebbero generare delle microscintille in grado di innescare
l’esplosione di un gas. In abienti in cui vi è presenza di sostanze chimiche (acidi...) gli
elettrodi in metallo potrebbero essere soggetti a corrosione. In questo caso potrebbe
essere necessario realizzare dei sensori con metallo inerte come ad esempio l’INOX.

INDICATORE / CONTROLLER

Collegare entrambi i sensori. S1

S2


ATTENZIONE: posizionare il sensore S1 più in alto del
sensore S2.

LIQUID LEVEL
CONTROLLER
S2
S1

S1

S2

10
Applicazioni

Funzionamento :

Con entrambe i sensori asciutti, LD3 si illumina (LIVELLO BASSO), fig 6.0
Quando S2 viene bagnato, LD2 si illumina (LIVELLO MEDIO), fig 6.1
Quando il livello del liquido raggiunge anche S1, LD1 (LIVELLO ALTO) e LD4 (relé “on”) si illuminano, fig 6.2
Se il livello si abbassa e solamente S2 rimane immerso nel liquido, LD2 e LD4 si illuminano, fig 6.3
Se il livello del liquido scende sotto il sensore S2, solamente LD3 si illumina, e il relé si diseccita, fig 6.0
To Main PCB To Main PCB

LD3 LD2

Fig 6.0 Fig 6.1

To Main PCB To Main PCB

LD1 LD2

LD4 LD4

NC NO NC NO

Fig 6.2 Fig 6.3


C C

11
Applicazioni

NOTE : il relé si attiva quando il livello del liquido raggiunge S1 (LIVELLO ALTO) e si disattiva quando il
livello scende appena sotto il sensore S2 (LIVELLO BASSO).

ATTENZIONE: la portata dei contatti relé è di 3 A max.
ALLARME
Collegare i terminali del sensore S1 con quelli del sensore S2 come di seguito specificato:
1) collegare il pin vicino a C5 al pin vicino a C6
2) collegare il pin vicino a C4 al pin vicino a C7
Collegare i pin adiacenti a C4 e C5 al sensore; quando questo è asciutto, LD3 si illumina (Fig 7.0), mentre quando
è bagnato LD1 e LD4 si illuminano e il relé si attiva (Fig 7.1). Il contatto NORMALMENTE APERTO fornisce il
segnale di allarme “BAGNATO”. L’allarme rimane attivo per tutto il tempo in cui è verificata la condizione.
È possibile collegare in parallelo più sensori.
To Main
S1 PCB
NC
S2

LD1
LD3

Fig 7.0 Fig 7.1


LD4
NC NO

NC NO

RELAY
C

RELAY

12
Applicazioni

ALLARME CON MEMORIA

I. Allarme attivato dalla rilevazione di un liquido:

Montare il sensore per liquidi S1 e collegare un pulsante con contatto NC ai terminali del sensore S2. Non
appena il sensore rileva la presenza di un liquido il relé si attiva (il LED LD4 si illumina) e rimane attivo fino
a quando il livello del liquido non scende appena sotto il sensore. Il dispositivo di allarme viene attivato per
mezzo del contatto NO del relé. L’allarme non si disattiva prima che il sensore abbia smesso di rilevare la
presenza di liquido, tuttavia è possibile arrestare la segnalazione agendo direttamente sul pulsante.
Una successiva rilevazione di liquido riattiverà l’allarme.

II. Allarme attivato dalla mancata rilevazione di un liquido

Montare il sensore per liquidi S2 e collegare un pulsante con contatto NO ai terminali del sensore S1.
Collegare il dispositivo di allarme in serie al contatto NC del relé. Se l’allarme dovesse essere attivo dopo il
montaggio, premere il pulsante per disattivarlo. Se il sensore non rileva liquidi, anche per brevi istanti, il
relè si attiva mettendo in funzione anche l’allarme. L’allarme non si disattiva finché il sensore non rileva
nuovamente il liquido tuttavia è possibile disattivare il relé e quindi l’allarme premendo brevemente il
pulsante.

13
Schema elettrico

17. Schema elettrico

14
PCB

18. PCB

15
VELLEMAN NV
Legen Heirweg 33, B-9890 GAVERE
Belgium (Europe)

Soggetto a modifiche senza preavviso. Non siamo responsabili di eventuali errori tipografici o di altra natura © Velleman nv. -
H2639IT’1 - 2014 (rev.2)
5 410329 416980