Sei sulla pagina 1di 5

UNITÀ 7 | Cerchi casa?

UNITÀ 7 - Cerchi casa?


Campo d’azione L’abitazione
Obiettivi comunicativi - Chiedere il permesso di entrare e rispondere (A) - Chiedere quanto costa l’affitto (B)
• Permesso? Quanto viene l’affitto?
• Entra pure. - Chiedere e dire che cosa c’è nell’appartamento (B)
- Chiedere e dire con quale mezzo si va al lavoro (A) • C’è la cantina?
• Come vai al lavoro? • Sì. C’è anche la cantina.
• In auto. - Fissare un appuntamento (B)
- Chiedere e dire quanto tempo ci vuole • Quando possiamo vederci?
per fare una cosa (A) • Mercoledì alle 16.00.
• Quanto tempo ci vuole per andare in città? - Chiedere e dire dove mettere i mobili
• Ci vuole mezz’ora. in una stanza (C)
• Quanto tempo ci metti per fare la spesa? • Dove mettiamo il divano?
• Ci metto un’ora e mezzo. • Lo mettiamo a destra, accanto alla parete...
- Chiedere e dire che appartamento si cerca (B) - Invitare qualcuno a venire a casa (D)
• Che tipo di appartamento cerca? Perché non venite a trovarci?
• Vorrei un appartamento non molto grande, - Descrivere la propria casa (D)
con un bel soggiorno e una o due camere. È grande, molto luminosa, davvero bella!
Obiettivi lessicali - T
 ipi di abitazione (una cascina in campagna, un condominio in periferia, un grattacielo a Milano, un palazzo in
centro, una villa al mare, una villetta a schiera).
- Stanze e servizi di una casa (l’ascensore, i bagni, la cucina, le camere doppie, le camere singole, la cantina,
il giardino, il posto auto, il riscaldamento, il ripostiglio, il soggiorno, il terrazzo).
- Arredamento
in cucina: il frigorifero, il forno a microonde, il lavello, la lavastoviglie, il mobile, gli scaffali, le sedie, la stufa a gas,
il tavolo.
in soggiorno: il camino, il divano, la libreria, il mobile tv, le piante, le poltrone, il quadro.
in camera da letto: l’armadio, il comò, i comodini, la lampada, il letto, il tappeto, le tende.
in bagno: il bidet, la doccia, il lavandino, la lavatrice, lo specchio, la vasca da bagno, il water.
- Gli interrogativi (Che cosa... ? Come... ? Con chi... ? Da quanto tempo... ? Dove... ?).
Obiettivi grammaticali - Il presente indicativo dei verbi cercare e pagare.
- Uso di “volerci” e di “metterci”.
- Alcuni pronomi diretti (lo, la, li, le).
Obiettivi fonologici - L’intonazione nelle domande parziali per chiedere dove si abita e come si va in un luogo e nelle frasi dichiarative in
risposta.
- L’intonazione nelle domande totali per chiedere che cosa c’è in un appartamento e le sue caratteristiche, sul
modello “L’appartamento è luminoso?”.
Obiettivi socioculturali - Le abitazioni degli italiani.
- La città di Roma.

VIVERE LA LINGUA A Cerco casa


Esercizio di abbinamento. 1 Obiettivo: descrivere i disegni e fare ipotesi.
Obiettivo: presentare i nomi di diversi tipi di abitazione. Procedura: l’I può attenersi alla consegna del manuale.
Procedura: l’I invita gli AAA a osservare le foto e, seguendo Quest’attività serve per preparare gli AAA alla comprensione
l’esempio proposto, a inserire la loro lettera accanto alla di- del dialogo al punto 2. Si tratta di una fase di avvicinamento
dascalia corrispondente. Segue una correzione in plenaria: l’I testuale, in cui, attraverso le inferenze degli AAA, viene intro-
dice il numero e gli AAA, a turno, leggono la lettera e la dida- dotto l’argomento della registrazione, a seguito della quale
scalia a esso associate. verranno verificate le ipotesi degli studenti.
Successivamente, l’I favorisce un confronto in plenaria sulle
Soluzioni: 1a; 2a; 3a
abitazioni preferite dagli studenti.
Naturalmente gli AAA saranno liberi di citare anche abitazio- 2 Obiettivo: chiedere il permesso di entrare e rispondere;
ni diverse rispetto a quelle rappresentate nelle foto. In tal chiedere e dire quanto tempo ci vuole per andare in un luo-
caso l’I si renderà disponibile per un eventuale supporto les- go; chiedere e dire con quale mezzo si va al lavoro. Compren-
sicale. sione orale globale.
Soluzioni: 1F; 2A; 3E; 4B; 5C; 6D Procedura: l’I propone almeno due ascolti (a seconda delle
difficoltà della classe nella percezione uditiva) e gli AAA ve-
rificano le ipotesi avanzate nell’attività precedente. Dopo ogni
36

G_3353_ITA_p06_p80.indd 36 18/07/11 14.25


Cerchi casa? | UNITÀ 7

ascolto si consiglia di far confrontare gli AAA con un compa- dell’attività girando per la classe e controllando in maniera
gno diverso e l’I valuterà, in base al livello linguistico della clas- discreta le brevi conversazioni tra gli studenti.
se, l’eventualità di far coprire o meno la trascrizione del dialogo. 9 Obiettivo: chiedere e dire quanto tempo ci vuole per andare
3 Obiettivo: comprensione orale/scritta analitica. in un luogo. Produzione orale guidata.
Procedura: dopo aver proposto un ulteriore ascolto o una Procedura: prima di dare avvio all’attività è necessario che l’I
lettura del dialogo a voce alta, l’I chiede agli AAA di rispon- richiami l’attenzione degli AAA sugli esempi riportati nei fu-
dere alle domande. L’esercizio verrà corretto in plenaria, favo- metti, in particolare sulla differenza tra ci vuole circa mezz’ora
rendo una presa di parola spontanea. e ci vogliono 20 minuti. È importante che l’I fornisca altri
esempi alla lavagna per chiarire meglio questo punto.
Soluzioni: 1 A Roma; 2 Una casa in centro 3 Perché per
andare al lavoro ci mette un’ora e mezzo 4 Grande Successivamente l’I forma le coppie e chiede agli AAA di
porsi reciprocamente domande consultando l’orario della
4 Obiettivo: ricostruire il paradigma del presente indicativo dei metropolitana di Roma. L’I ascolta con discrezione i mini-role
verbi cercare e pagare. play e interviene solo per fornire un supporto lessicale.

*
Procedura: l’I chiede agli AAA di completare la tabella con
Per praticare ulteriormente la lingua si rimanda alle varie attività
le forme mancanti dei verbi cercare e pagare. In caso di diffi-
proposte nell’Eserciziario.
coltà l’I esorta la classe a osservare le forme verbali presenti
nel dialogo dell’attività 2.
B Che tipo di appartamento cerca?
Soluzioni: cercare: cerco, cerchi; pagare: pago, paghi
1 Obiettivo: introdurre il lessico della casa. Comprensione
5 Obiettivo: focalizzare l’attenzione sulla presenza del grafema h scritta analitica.
in alcune voci del presente indicativo dei verbi cercare e pagare.
Procedura: l’I chiede agli AAA di leggere, in silenzio, indivi-
Procedura: l’I si attiene alla consegna del manuale. La rico- dualmente, il testo sull’annuncio immobiliare e di osservare la
struzione autonoma della regola da parte degli AAA facilita pianta dell’appartamento, per inserire poi, all’interno degli spa-
la memorizzazione della stessa. Prima della verifica in plena- zi vuoti, le parole sottolineate nel testo, come negli esempi. Se
ria si consiglia di favorire un confronto a coppie. l’I avrà provveduto a fotocopiare su un lucido l’immagine del
Soluzioni: singolare; prima persona plurale manuale, può proiettarla sulla lavagna luminosa e correggere
l’esercizio in plenaria, indicando le varie stanze/luoghi della
6 Obiettivo: esercitare le forme del presente indicativo dei casa e chiedendo agli AAA di dire i rispettivi nomi.
verbi cercare e pagare.
Procedura: gli AAA applicano la flessione dei verbi cercare Soluzioni: A cucina; B camere da letto; C terrazzo; D bagno
e pagare e abbinano le domande alle rispettive risposte a 2 Obiettivo: chiedere e dire che cosa c’è in un appartamento
destra, come nell’esempio. L’esercizio può essere svolto in e quanto costa l’affitto. Comprensione scritta analitica.
silenzio, individualmente. La verifica delle ipotesi può essere
Procedura: quest’attività serve per preparare la classe alla
fatta in plenaria, affidando la lettura di ciascuna domanda/
comprensione del dialogo dell’attività 3. Si tratta di una fase
risposta a una coppia di studenti diversa e favorendo una
di avvicinamento testuale, in cui viene introdotto l’argomento
presa di parola spontanea.
della registrazione. L’I invita gli AAA a una lettura silenziosa
Soluzioni: 1 pagano; 2 cerchi; 3 paghi; 4 cercate; 5 cerca; dei testi autentici sugli annunci immobiliari. In autonomia o in
6 pago; 7 pagate; 8 cerchiamo / 1h; 2d; 3f; 4g; 5e; 6a; 7c; 8b collaborazione con un compagno, gli AAA indicano quali so-
no le caratteristiche dei 4 appartamenti: con un numero se-
7 Obiettivo: focalizzare l’attenzione sulle espressioni utilizzate
gnalano quante sono le camere doppie, le camere singole e
per chiedere con quale mezzo si va al lavoro e per chiedere e
i bagni; con una crocetta segnalano la presenza di altre stan-
dire quanto tempo è necessario per andare a lavoro con un
ze/luoghi della casa; con un aggettivo indicano il tipo di ri-
mezzo pubblico o in macchina.
scaldamento presente (autonomo o centralizzato) e infine,
Procedura: questo compito serve per memorizzare meglio al- scrivono il costo dell’affitto. In fase di verifica si suggerisce di
cune espressioni emerse nel dialogo dell’attività 2. Per favorire far esercitare gli studenti sulla formula c’è/ci sono introdotta
la concentrazione necessaria agli AAA, si consiglia di far svol- nelle unità precedenti. L’I può fare domande del tipo “Nell’ap-
gere il compito in silenzio, individualmente. Prima della corre- partamento 1 c’è la cucina?” “Quanti bagni ci sono?” “C’è la
zione in plenaria è preferibile favorire un confronto a coppie. cantina nell’appartamento 2?” ecc.
Soluzioni: 1 Vai in macchina?; E con la metropolitana
Soluzioni: appartamento 1: cucina, 1 camera doppia,
quanto ci vuole? 2 Per andare al lavoro ci metto un’ora e
2 camere singole, 2 bagni, terrazzo, ripostiglio, ascensore,
mezzo; In metropolitana ci vogliono tre quarti d’ora.
posto auto, riscaldamento autonomo, affitto 1000 €;
8 Obiettivo: chiedere e dire come si va in un luogo; chiedere e appartamento 2: cucina, soggiorno, 1camera doppia,
dire quanto tempo ci vuole per andare in un luogo. Produzio- 1 camera singola, 1 bagno, terrazzo, cantina, giardino,
ne orale guidata. riscaldamento autonomo, affitto 700 €;
Procedura: l’I invita gli AAA a rispondere individualmente appartamento 3: soggiorno, 1 camera doppia, 1 bagno,
alle domande, poi forma le coppie e chiede loro di intervistar- ascensore, riscaldamento autonomo, affitto 600 €;
si a vicenda, completando lo schema con le informazioni re- appartamento 4: soggiorno, 1 camera doppia, 1 bagno,
lative al compagno. L’I può verificare il corretto svolgimento riscaldamento centralizzato, affitto 580 €

37

G_3353_ITA_p06_p80.indd 37 18/07/11 14.25


UNITÀ 7 | Cerchi casa?

3 Obiettivo: chiedere e dire che appartamento si cerca; chie- sviluppare una consapevolezza metalinguistica, difficilmente
dere e dire che cosa c’è nell’appartamento; chiedere e dire acquisibile se fosse l’I ad esplicitare in maniera diretta la re-
quanto costa l’affitto; fissare un appuntamento. Comprensio- gola d’uso dei pronomi. Sarebbe utile far notare agli AAA,
ne orale globale. attraverso nuovi esempi alla lavagna, la posizione dei prono-
Procedura: l’I si attiene alla consegna del manuale. mi diretti (prima del verbo) e della negazione non (prima dei
pronomi diretti e del verbo).
Soluzioni: appartamento numero 2
Soluzioni: lo = il divano; la = la libreria; li = i quadri;
4 Obiettivo: chiedere e dire che appartamento si cerca; chie- le = le poltrone
dere e dire che cosa c’è nell’appartamento; chiedere e dire
quanto costa l’affitto; fissare un appuntamento. Comprensio- 5 Obiettivo: applicare la regola d’uso dei pronomi diretti (lo, la,
ne orale analitica. li, le).
Procedura: l’I si attiene alla consegna del manuale. Procedura: l’I si attiene alla consegna del manuale, favorendo
una presa di parola spontanea nella correzione dell’esercizio e
Soluzioni: 1V; 2F; 3V; 4F; 5F; 6F
assegnando la lettura di ciascuna frase a uno studente diverso.
5 Obiettivo: chiedere e dire che appartamento si cerca; chiedere e
Soluzioni: 1 li; 2 la; 3 lo; 4 la; 5 le
dire che cosa c’è nell’appartamento; chiedere e dire quanto costa
l’affitto; fissare un appuntamento. Produzione orale guidata. 6 Obiettivo: riutilizzare il lessico relativo alla casa, i pronomi
Procedura: l’I forma le coppie e chiede a ciascuna di legge- diretti e le locuzioni preposizionali. Produzione orale guidata.
re e interpretare il dialogo sostituendo le parti sottolineate Procedura: l’I introduce l’attività chiedendo alla classe se a casa
con le indicazioni presenti nella tabella. È preferibile che gli hanno un soggiorno, com’è e quali sono le attività che solitamen-
AAA si alternino nei ruoli (come indicato nella consegna). L’I te svolgono in questa stanza. Poi forma le coppie, chiede agli
può verificare il corretto svolgimento dell’esercizio girando AAA di calarsi nel ruolo di due bravi arredatori e di disegnare (gli
per la classe e controllando in maniera discreta le brevi con- AAA possono far riferimento al disegno dell’esercizio 2) e arreda-
versazioni tra gli studenti. re il loro soggiorno ideale. Per verificare lo svolgimento dell’attivi-

* Per praticare ulteriormente la lingua si rimanda alle varie attività tà, l’I gira tra i banchi e controlla con discrezione la produzione
proposte nell’Eserciziario. degli AAA. Per rendere l’attività più stimolante, l’I può decidere di
indicare una votazione e decretare vincitrice la coppia che avrà
C Dove mettiamo il divano? arredato il soggiorno con maggior gusto o originalità.

1 Obiettivo: presentare i nomi relativi all’arredamento di una casa.


Procedura: l’I si attiene alla consegna del manuale oppure, per
* Per praticare ulteriormente la lingua si rimanda alle varie attività
proposte nell’Eserciziario.

rendere l’attività più movimentata e giocosa, può portare in


classe foto di mobili tratte da qualche rivista specializzata e, ap- D Perché non venite a trovarci?
pellandosi alle conoscenze pregresse degli AAA, chiedere loro 1 Obiettivo: leggere una mail (la descrizione di una casa) e
sia di indicare il nome dei mobili raffigurati nelle foto sia di spe- comprenderne analiticamente i contenuti. Comprensione
cificare in quale stanza della casa sono solitamente collocati. scritta analitica.
Soluzioni: in cucina: il frigorifero, il tavolo e le sedie; Procedura: l’I invita gli AAA alla lettura individuale e silen-
in soggiorno: il mobile tv, il divano; in camera da letto: il ziosa della mail, specificando che al termine sono chiamati a
tappeto, il letto; al bagno: lo specchio, la vasca da bagno riconoscere, entro un determinato lasso di tempo, qual è, fra
i disegni proposti, quello che corrisponde alla descrizione
2 Obiettivo: chiedere e dire dove mettere i mobili in una stan-
contenuta nel testo. L’I sconsiglierà vivamente l’uso del dizio-
za. Introdurre i pronomi diretti (lo, la, li, le). Comprensione
nario, intervenendo personalmente in caso di difficoltà lessi-
orale analitica.
cali. In fase di verifica, l’I chiederà la motivazione della scelta
Procedura: si tratta di un’attività di transcodificazione. Gli (la piccola fontana in giardino) e potrà utilizzare il disegno per
AAA ascoltano il dialogo e traducono in disegni ciò che com- incentivare una breve conversazione in plenaria sulla descri-
prendono sulla collocazione degli oggetti nel soggiorno. Non zione delle stanze della nuova casa di Gigliola, in modo che
tutti gli AAA sono abili nel disegnare, quindi si consiglia di sia reimpiegato il lessico finora presentato.
rassicurare la classe proponendo, come alternativa, la possi-
bilità di scrivere semplicemente il nome degli oggetti nella Soluzioni: disegno B
giusta posizione all’interno dell’immagine. 2 Obiettivo: leggere una mail (la descrizione di una casa) e indi-
3 Obiettivo: chiedere e dire dove mettere i mobili in una stan- viduare le informazioni richieste. Comprensione scritta analitica.
za. Introdurre i pronomi diretti (lo, la, li, le). Comprensione Procedura: l’I si attiene alla consegna del manuale. La corre-
scritta analitica. zione dell’esercizio può essere interamente affidata agli AAA, in
Procedura: l’I si attiene alla consegna del manuale. questo modo: con una presa di parola spontanea il primo stu-
4 Obiettivo: scoprire la regola d’uso dei pronomi diretti (lo, la, dente leggerà la domanda iniziale e la rivolgerà a un compagno
li, le). a sua scelta, invitandolo alla risposta; si procederà così fino al
Procedura: l’I si attiene alla consegna del manuale. La ricer- completamento delle domande. L’intromissione dell’I sarà previ-
ca autonoma all’interno del dialogo degli oggetti a cui si rife- sta solo nei casi di dubbio o difficoltà e per incentivare la presa
riscono i pronomi diretti (lo, la, li, le) permette agli AAA di di parola, laddove non vi siano studenti pronti a intervenire.

38

G_3353_ITA_p06_p80.indd 38 18/07/11 14.25


Cerchi casa? | UNITÀ 7

Soluzioni: 1 Perché in casa c’è un po’ di confusione; imitare la frase dichiarativa in risposta contenente un prono-
2 In campagna; 3 Da quasi 2 mesi; 4 Mezz’ora; 5 grande, me diretto.
grande, luminosa, davvero bella; 6 Con la sua famiglia; Procedura: l’I, dopo aver fatto ascoltare i mini-dialoghi, invi-
7 Una piccola fontana ta gli studenti all’imitazione delle sole risposte, controllando-
ne la correttezza intonativa.
3 Obiettivo: chiedere di descrivere e descrivere la propria ca-
6 Obiettivo: percepire, riconoscere e scrivere correttamente
sa. Produzione orale guidata.
alcune parole della lingua.
Procedura: l’I si attiene alle indicazioni del manuale, for-
Procedura: l’I presenta la trascrizione del dialogo, spiegando
mando coppie diverse dalle precedenti. Per verificare il cor-
agli AAA che andrà completata nella parti mancanti attraverso
retto svolgimento del compito, l’I può girare per la classe e
l’ascolto, riproposto finché gli AAA non siano sicuri delle loro
seguire con discrezione le interazioni tra gli studenti.
ipotesi. L’I procede poi alla verifica, incentivando una presa di
Giochiamoci su parola spontanea degli studenti e riportando alla lavagna i ter-
mini corretti, in modo che sia chiara la loro ortografia.
Obiettivo: descrivere una stanza. Produzione orale guidata.
Soluzioni: permesso; palazzo; appartamento; soggiorno;
Procedura: l’I suddivide la classe in piccoli gruppi, stabilisce per grande; poltrone; cucina; tavolo; lavastoviglie; piante; lumino-
ciascuno un capogruppo e ne riporta il nome alla lavagna. Dà poi so; camera; bagno; camera; camera; studio, appartamento
agli studenti un tempo entro il quale terminare il compito: descrive-
re, a scelta, una delle stanze raffigurate, utilizzando almeno 5 frasi. 7 Obiettivo: suddividere una catena sillabica in termini noti e
Completata questa fase, ogni gruppo sarà chiamato a leggere la individuare l’appropriata segmentazione grafica.
sua descrizione e gli altri gruppi dovranno indovinare qual è l’imma- Procedura: L’I invita gli AAA a individuare in ciascuna cate-
gine descritta. Al gruppo che, per primo e attraverso il suo capo- na sillabica le parole che compongono la frase e a trascriver-
gruppo, individuerà il soggiorno corretto, verrà assegnato un punto le secondo gli usi grafici della lingua. Al termine del lavoro l’I,
(sarà segnato alla lavagna dall’I, accanto al nome dello studente incentivando una presa di parola spontanea, farà leggere a
leader) e analogamente si procederà per le descrizioni successive. voce alta la frase, verificando, oltre al corretto svolgimento
Al termine dell’attività verrà decretato il gruppo vincitore. del compito, anche l’appropriatezza dello schema intonativo.

* Per praticare ulteriormente la lingua si rimanda alle varie attività


proposte nell’Eserciziario.
Soluzioni: 1 Il soggiorno è molto luminoso e al centro c’è
un grande tappeto. 2 Voglio cambiare casa perché ci metto
molto tempo per andare al lavoro. 3 Abito in una villetta a
schiera a mezz’ora dal centro. 4 Cerco un appartamento pic-
SAPERE LA LINGUA colo perché non posso pagare molto d’affitto. 5 Perché non
Pronuncia e grafia vieni a trovarci? 6 Al piano terra abbiamo un grande soggior-
no, la cucina e il bagno.
1 Obiettivo: percepire l’intonazione delle domande parziali
(chiedere dove si abita). Percepire e imitare la frase assertiva
in risposta.
Leggere
Procedura: l’ascolto è diretto alla percezione e alla corretta 1 Obiettivo: descrivere un disegno e fare ipotesi.
ripetizione della frase assertiva in risposta a una domanda Procedura: quest’attività vuole essere una preparazione alla
informativa sulla propria abitazione. L’I, dopo la proposta lettura del testo che segue. L’I, nel proporla in plenaria, for-
dell’input agli AAA, ne controllerà l’appropriatezza intonativa. mulerà delle domande stimolo, del tipo: “Dov’è la donna?”
Se quest’esercizio e i seguenti verranno svolti in un laborato- “Secondo voi, in questo momento, è al lavoro o è a casa?”
rio linguistico, l’I potrà delegare la gestione dell’imitazione
“Che cosa fa?”. La discussione dovrebbe poi essere indirizza-
agli AAA, che potranno così registrare, ascoltare e migliorare
ta all’individuazione del nome del portale Subito.it che può
le loro prove linguistiche, contando, all’occorrenza, sull’inter-
costituire la base per nuove domande, come “Conoscete
vento mirato e personalizzato dell’I.
questo portale?” “Secondo voi quali informazioni posso trovare
2 Obiettivo: percepire l’intonazione delle domande parziali (chie- in questo portale?” “Posso anche cercare una casa?”. Le infor-
dere come si va in un luogo). Percepire e imitare la risposta. mazioni raccolte possono essere riportate alla lavagna, per-
Procedura: l’I, dopo aver fatto ascoltare il breve dialogo, in- ché diventino un patrimonio condiviso dall’intera classe.
vita gli studenti all’imitazione delle sole risposte, controllan- 2 Obiettivo: leggere un breve articolo espositivo autentico e com-
done la correttezza intonativa. prenderne analiticamente i contenuti. Comprensione scritta.
3 Obiettivo: percepire l’intonazione nelle domande totali per Procedura: l’I affida agli AAA l’articolo da leggere e li invita,
chiedere che cosa c’è in un appartamento. una volta terminata la lettura, a verificarne la comprensione at-
Procedura: l’I si attiene alla consegna del manuale. traverso l’esercizio di vero/falso. Questo compito dovrebbe esse-
4 Obiettivo: percepire l’intonazione nelle domande totali per re svolto in silenzio, individualmente, per favorire una maggiore
chiedere le caratteristiche di un appartamento, sul modello concentrazione; una fase di lavoro in coppia può essere prevista
“L’appartamento è luminoso?” nella verifica delle ipotesi in plenaria e con la guida dell’I.
Procedura: l’I si attiene alla consegna del manuale.
Soluzioni: 1F; 2F; 3V; 4F; 5F
5 Obiettivo: percepire l’intonazione nelle domande parziali per
chiedere dove collocare alcuni mobili della casa. Percepire e 3 Obiettivo: individuare in un testo le espressioni sinonimiche.
39

G_3353_ITA_p06_p80.indd 39 18/07/11 14.25


UNITÀ 7 | Cerchi casa?

Procedura: l’I chiede agli AAA una rilettura dell’articolo pre- tanti emerse durante l’interazione e le riporterà alla lavagna per
cedente, in modo che ciascuno possa individuare, tra le pa- la messa in comune.
role sottolineate, quelle corrispondenti per significato alle
parole date. In fase di verifica l’I, per fissare i termini che ri- L’Italia in video
terrà più rilevanti, può inserirli in altre frasi esemplificative 1 Obiettivo: riconoscere alcune foto relative alla città di Roma
oppure può invitare gli AAA, in coppia, a scrivere ulteriori ed esprimere il proprio punto di vista sulla più rappresentativa.
esempi contenenti le parole individuate.
Procedura: per presentare l’argomento del video l’I invita gli
Soluzioni: 1 svela; 2 fattori decisivi; 3 vicini; 4 vani; AAA a osservare le tre foto (nell’ordine: la lupa del Campido-
5 una vita sana; 6 un’italiana su due; 7 con un extra budget; glio, il Colosseo e la fontana di Trevi) relative a Roma e chiede
8 l’ambiente domestico; 9 orto; 10 la casa dei propri sogni loro di esprimere il proprio punto di vista su quale sia la più
rappresentativa, motivando la risposta.
Scrivere 2 Obiettivo: comprendere analiticamente un video espositivo.
Procedura: l’I propone agli AAA la visione del video, finaliz-
1 Obiettivo: individuare gli oggetti di una stanza e indicarne il zandola all’individuazione dei luoghi della città di Roma rap-
nome. presentati nelle foto, cui andranno abbinate le didascalie
Procedura: l’I si attiene alla consegna del manuale. Il compito corrispondenti. A seconda delle difficoltà incontrate dagli
può essere svolto in silenzio, individualmente, entro un certo lasso studenti, l’I stabilirà i passaggi del video necessari al comple-
di tempo e senza l’ausilio del dizionario, in modo che venga reim- tamento dell’attività. La verifica in plenaria, guidata dall’I, po-
piegato il lessico presentato nell’unità. Per accrescere la motiva- trà agevolmente avvalersi dell’intervento diretto degli AAA e
zione, l’I può enfatizzare la componente ludica dell’attività, propo- di una riproposizione del video “a tappe”: nel momento in cui
nendo ai suoi studenti una sorta di gara: vincerà l’A che individue- compare una delle immagini interessate, gli studenti chiede-
rà, nel minor tempo possibile, il maggior numero di oggetti. ranno di fermare la visione e verificheranno la correttezza
della didascalia associata.
Soluzioni: il letto, il tappeto, lo specchio...
Soluzioni: 1G; F; 3A; 4H; 5E; 6D; 7C; 8B
2 Obiettivo: descrivere la casa dei propri sogni. Produzione
scritta. 3 Obiettivo: comprendere analiticamente un video espositivo
Procedura: l’I invita gli AAA a descrivere la casa dei propri e riutilizzarne alcune informazioni per completare delle frasi.
sogni. Anche per questo tipo di attività è consigliabile conce- Procedura: l’I propone un ulteriore passaggio del video per
dere agli studenti un tempo definito per terminare il compito far sì che gli AAA siano in grado di ricavarne le informazioni
e scoraggiare il ricorso al dizionario. Tuttavia, poiché fra i de- necessarie al completamento delle frasi proposte nell’eserci-
sideri degli AAA vi saranno verosimilmente oggetti o caratte- zio. Per concludere con un momento ludico le attività correlate
ristiche finora non menzionati, l’I sarà sollecito nel fornire al video su Roma, l’I potrebbe predisporre la fotocopia di una
tutte le risorse lessicali opportune, eventualmente portando mappa della città con i disegni dei monumenti e, suddividendo
in classe fotocopie tratte da dizionari per immagini. la classe in piccoli gruppi, potrebbe chiedere agli AAA di rin-
Inoltre, a completamento di questa attività, potrebbe essere tracciare sulla carta tutti i luoghi descritti nelle frasi. Vincerà il
proposto un momento ludico così articolato: si divide la clas- gruppo che, nel minor tempo, avrà terminato il compito.
se in piccoli gruppi, si distribuisce un foglio A3 e si invitano
gli AAA a disegnare una casa o un appartamento ideale per Soluzioni: 1 parco; 2 anfiteatro; 3 Presidente; 4 statua;
una famiglia ideale. Gli studenti devono decidere, negozian- 5 chiesa; 6 Navona; 7 Parlamento; 8 monumento
do, chi vive nella loro casa, come si chiama, quanti anni ha, 4 Obiettivo: parlare della capitale del proprio Paese, descri-
che lavoro fa, se va a scuola, se ci sono animali, strumenti vendone i monumenti più rappresentativi.
musicali, ecc. Dopo aver completato il disegno, ogni gruppo Procedura: questa attività può essere proposta sia come mo-
presenterà alla classe la casa e chi vi abita. mento di confronto in classe (in questo caso si privilegerà la
produzione orale) sia come compito da svolgere a casa (in
CIVILTÀ quest’altro si privilegerà la produzione scritta). Per la prima solu-
zione, nel caso di una classe plurilingue, l’I predispone piccoli
Dove abitano gli italiani gruppi omogenei per L1, invitando gli AAA ad annotare le infor-
Obiettivo: favorire un confronto interculturale su alcune abita- mazioni sulla capitale del proprio Paese di origine, in modo da
zioni tipicamente italiane e le abitazioni presenti nei Paesi di esporle successivamente al resto della classe. Se, al contrario, la
origine degli studenti. classe è linguisticamente omogenea, l’attività potrà essere svolta
Procedura: in una prima fase l’I invita alcuni AAA a leggere a in plenaria. Al termine della discussione, comunque, l’I racco-
voce alta la sezione relativa alle abitazioni italiane. Se ci sono glierà le informazioni più importanti emerse durante l’interazio-
parole sconosciute, l’I fornisce tutte le spiegazioni necessarie. ne e le riporterà alla lavagna per la messa in comune.
Successivamente, nel caso di una classe plurilingue, l’I la suddi-
vide in piccoli gruppi e invita gli AAA a rispondere alle domande L’Italia in Internet
relative ai loro Paesi di origine, favorendo così il confronto inter- Per ulteriori approfondimenti in merito ad alcuni spunti offerti
culturale. Se, al contrario, la classe è linguisticamente omoge- dall’unità si rimanda al sito della casa editrice e ai link che per-
nea, l’attività potrà essere svolta in plenaria. Al termine della di- metteranno allo studente di avvicinarsi al mondo del web in lingua
scussione, comunque, l’I raccoglierà le informazioni più impor- italiana.

40

G_3353_ITA_p06_p80.indd 40 18/07/11 14.25