Sei sulla pagina 1di 10

06/11/2019

SCUOLA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE


Dipartimento di Scienze della Comunicazione,
Studi Umanistici e Internazionali: Storia, Culture,
Lingue, Letterature, Arti, Media (DISCUI)

COMUNICAZIONE
INTERCULTURALE
a.a. 2019/2020 - corsi LIN-AZ e LIN-OC/LIN-OR - 8 cfu - 48 ore

Susanna Pigliapochi
susanna.pigliapochi@uniurb.it

https://blended.uniurb.it > a.a. 2019/2020 > Corsi di Laurea Triennale >


Lingue E Culture Straniere (6101) > COMUNICAZIONE INTERCULTURALE

GLI OSTACOLI ALLA


COMUNICAZIONE
INTERCULTURALE

1
06/11/2019

DI COSA PARLIAMO OGGI?

• La percezione e la categorizzazione
• Il fraintendimento interculturale
• Le strategie interculturali
• Le abilità relazionali
• Le 6 fasi dell’empatia

COMUNICAZIONE INTERCULTURALE:
UN PERCORSO AD OSTACOLI

• Differenza linguistica e «percettiva»


• Assunto di similarità
• Tendenza a giudicare
• Ansia e tensione per il diverso
• Fraintendimenti interculturali (verbali e non
verbali)
• Preconcetti e stereotipi

2
06/11/2019

LA PERCEZIONE
• non è un mero processo
meccanico di registrazioni
di stimoli esterni

• implica processi di
attribuzione di rilevanza
e di selezione

• è profondamente
dipendente dalla
sensibilità individuale e
dalle differenze culturali

LA PERCEZIONE

3
06/11/2019

LA PERCEZIONE

PERCEZIONE
(processo attivo)
• seleziona
• valuta Esperienza
• categorizza interna
• organizza dotata di
significato
• interpreta
• trasforma
Giaccardi, pp.205-213

IL PROCESSO DI
CATEGORIZZAZIONE
«Processo di semplificazione della realtà che
avviene attraverso schemi culturali […]. Il
processo di categorizzazione consente di
filtrare, di sistematizzare e di semplificare
l’enorme quantità di informazioni che
provengono dall’ambiente in modo da renderle
controllabili e processabili.»

Colombo 1999, 69-70 (in Giaccardi 2005, 209-210)

4
06/11/2019

IL PROCESSO PERCETTIVO

1. Selezione degli stimoli esterni (salienza)

2. Categorizzazione degli stimoli in insiemi


strutturati (tipizzazione)

3. Interpretazione degli stimoli per attribuire


loro un significato (base culturale)

 Riuscite ad intuire dove si nascondo i


rischi di fraintendimento interculturale?

IL FRAINTENDIMENTO
INTERCULTURALE
«Il fraintendimento interculturale è un prodotto
mutualmente costruito da tutti i partecipanti
all'interazione, non è responsabilità di uno solo.»
(Chick, 1990: 254)
Momenti di ASINCRONIA

INCONTRO FALLIMENTARE

nessuna fraintendimento • sociopragmatico


comunicazione (comunicare ciò che • pragmalinguistico
non si voleva)

5
06/11/2019

FRAINTENDIMENTO 1
Un uomo europeo (A) e uno africano (B) si trovano a
Bruxelles in un pomeriggio d'inverno.

A: Vuoi un caffè?
B: No, grazie, non ho fame.
A: Vuoi un CAFFE'?
B: No, grazie. (breve pausa) Non ho fame.(lunga
pausa)
A: Vorresti andare a bere qualcosa?
B: Certo, con piacere, fa proprio freddo.
A: Magari un caffè?
B: Bene, volentieri.

FRAINTENDIMENTO 2
Ahmet, uomo di 35 anni di origini turche, e Hans, uomo tedesco di
51, sono in due letti affiancati del policlinico generale di Kreuzberg, il
quartiere «turco» di Berlino. Nella stanza irrompono una decina di
persone, tutti stretti parenti di Ahmet. Parlano ad alta voce, ridono,
toccano il loro parente ammalato e gli offrono dolcetti. La moglie di
Hans, che fino a quel momento se ne è stata in silenzio accanto al
marito, scambiando con lui poche parole sottovoce, guarda i turchi
con aria visibilmente infastidita e contrariata. I tuchi guardano la
signora e si risentono per la sua evidente ostilità e freddezza.
Finito l’orario delle visite Hans e Ahmet fanno fatica a ritrovare la
confidenza che avevano raggiunto prima. Non sono più tanto gentili
l’uno con l’altro. Hanno scoperto diversità e lontananze che prima
non sentivano.

Tratto da: Favaro, Capirsi Diversi. Gestire le relazioni in classe


www.educational.rai.it/ioparloitaliano/doc/gestire_le_relazioni_in_classe.rtf

6
06/11/2019

FRAINTENDIMENTO 3
Durante un corso di Italiano a stranieri organizzato dal Comune di
Bologna, nella pausa fra una lezione e l’altra S., una donna filippina,
chiede di parlare con la docente per chiederle informazioni e
consigli.
S. racconta, con molte difficoltà linguistiche, la sua situazione
personale e familiare molto drammatica (lutti di familiari nel paese
d’origine).
Durante la conversazione S. guarda raramente la docente negli
occhi e le sue parole sono continuamente accompagnate e
inframmezzate da sorrisi o brevi risate.
L’insegnante ascolta con attenzione e partecipazione, ma prova un
certo fastidio per la dissonanza tra il contenuto delle parole (grave,
drammatico) e il riso/sorriso costante che accompagna la
narrazione.

FRAINTENDIMENTO 4

Dario Fo era stato invitato telefonicamente a fare un


monologo in teatro durante un festival culturale in
Germania. La conversazione telefonica si era svolta
in febbraio, l'invito era per giugno. Quando Dario Fo
arrivò nella città, si meravigliò che nessuno fosse
andato a prenderlo alla stazione. Chiamò un taxi, si
fece portare al teatro e solo allora capì...

7
06/11/2019

GUESS WHO

Guarda la scena tratta dal film


«Guess who» ed analizza il
fraintendimento.
Fai attenzione all’atteggiamento
(linguaggio non verbale) de vari
personaggi.

STRATEGIE INTERCULTURALI
«Entrare in una logica intercultuarle è cosa totalmente diversa dal
mirare ad un melting pot […]. L’interculturalità, come intendiamo
definirla noi, è un atteggiamento costante, che prende atto dalla
ricchezza insita nella varietà, che non si propone l’omogenizzazione e
mira solo a permettere l’interazione più piena e fluida possibile tra le
diverse culture.» (Balboni-Caon, p. 26)

• INTENZIONALITÀ
• DIALOGO
• AUTENTICITÀ
• EMPATIA
• TRANSITIVITÀ COGNITIVA
• DECENTRAMENTO

8
06/11/2019

ABILITÀ RELAZIONALI
(LIFE SKILLS)
• Saper osservare
• Saper relativizzare
• Saper sospendere il giudizio
• Saper ascoltare attivamente
• Saper comunicare emotivamente
• Saper negoziare significati

Balboni-Caon, cap.5

LE 6 FASI DELL’EMPATIA

1. assumere la diversità;
2. conoscersi;
3. sospendere il sé;
4. consentire l’immaginazione guidata;
5. consentire l’esperienza empatica;
6. ristabilire il sé.

9
06/11/2019

COSA RESTA?
3 parole chiave per riassumere la
lezione di oggi…

10