Sei sulla pagina 1di 7

AVVERBI

Completare le frasi con gli avverbi o le locuzioni avverbiali giusti ALLA BERSAGLIERA , A POCO A POCO, DI BUONA
VOGLIA, D’ORA IN POI, D’UN TRATTO, IN TEMPO, PRESSO A POCO, SENZA BATTER CIGLIO, SENZ’ALTRO, SOTTO
SOPRA, ABBASTANZA, ADDIRITTURA, APPENA, EVENTUALMENTE, FORSE, MICA, NEMMENO, PER L’APPUNTO,
PERFINO, TUTT’AFFATTO

1. Il sole è sorto.

2. È capace di riuscire.

3. Parla il cinese.

4. Tutto ciò è inconcepibile.

5. È il più bel libro che ho letto.

6. Non so se posso venire al cinema, ti telefono.

7. Non sarai offeso?

8. È una persona generosa.

9. Non mi ha salutato.

10. Vorrei ricordarvi quanto dissi ieri


11. Defunto lo zio, quando gli chiesero di entrare a far parte del consiglio d'amministrazione, Luzzani accettò

12. Rispose che se ne sarebbe ricordato.

13. Camminava .

14. Ascoltò le sue accuse .

15. Ci conviene muoverci, se vogliamo arrivare .

16. Sì, può sostenere l'esame domani.

17. Mi ritrovai in tutt'altro animo, con un senso d'atroce afa della vita.

18. I ladri hanno messo tutta la casa.

19. La fortificazione si trovava all'altezza del monumento a Ferdinando I.

20. Mettici un po' di buona volontà e vedrai che i tuoi problemi si risolveranno.

Completare le frasi con gli avverbi o le locuzioni avverbiali giusti DI RECENTE, ALL’IMPAZZATA, DI BUON GRADO, NON DI
RADO, PER FILO E PER SEGNO, PIU O MENO, PRESSO A POCO

1. Il rumore cessò .

2. Mi sono svegliato .

3. Se nel frattempo non si sarà visto nessuno, ti verremmo a prendere.

4. Le banche centrali speculano .

5. Raccontami quello che ti è successo.

6. La chiesa è rivolta a sud.

7. Non appena è arrivata la polizia, il ladro ha incominciato a sparare .

8. Il tema è stato dibattuto con esiti assimilabili all'agnosticismo e al decisionismo.

9. Accetterò questo lavoro.

10. Se hai comprato queste scarpe , è possibile che non ricordi

quanto sono costate?

Completare le frasi con gli avverbi o le locuzioni avverbiali giusti ADDIRITTURA, ALL’INCIRCA, APPENA, DI RADO, FUORI,
LAGGIU, LASSU, NEMMENO, PERFINO, PROPRIO
1. Dicono che un bambino saprebbe fare questo calcolo.

2. Una fortuna così capita .

3. Non ci penso .

4. È un bel film.

5. Ti aspetto , in casa fa caldo.

6. Questa estate abbiamo patito il freddo.

7. Il chiodo sporge dalla parete.

8. Peserà un quintale.

9. Chi viene da non sopporta la nebbia.

10. Dicono che sulle montagne ci sono i lupi.

Completare le frasi con gli avverbi o le locuzioni avverbiali giusti AFFATTO – DAVVERO – LAGGIU – LASSU – PERSINO –
PIUTTOSTO – PURE – QUAGGIU – SPESSO - SUBITO

1. Non mi piace la carne, mangio il pesce.

2. Hai un bel vestito.

3. Scendiamo .

4. Dicono che sul campanile nidificano gli uccelli.

5. Una perturbazione che viene dall’Inghilterra sta arrivando in Italia.

6. Mettere in forno per pochi minuti, e la pizza è pronta.

7. Bisogna fare l’amore .

8. Gianni è di Milano e sua moglie .

9. Sono stato pagato .

10. Abbiamo idee diverse.

Riscrivere le frasi con l'avverbio adatto

1. Ragazzi, parlate (piano)!

2. Gli amici aspettano (paziente).

3. I carabinieri e la polizia hanno (violento) sgomberato il presidio degli attivisti.

4. Carla e Fabio interrompono (brusco).

5. Tutti devono uscire (immediato).

6. Perché (difficile) riusciamo a farci un'idea del nulla?

7. Giorgia e Paola corrono (veloce).

8. Ieri sera ero (leggero) preoccupata.

9. Mia zia viene a vederci (raro).

10. All'interno dei colloqui che si sono tenuti, il Presidente ha (pari) dibattuto dei punti forti dell'attualità

11. I miei studenti parlano l'inglese (corrente).

12. Oggi facciamo (certo) tardi.

13. Questo vestito costa (caro).


14. Gino si arrabbia (facile).

15. Questi esercizi sono (particolare) utili.

16. Il pagamento dovrà pervenire entro 5 giorni dalla fine dell'asta, (altro) verrà inoltrato il modulo di "Offerente
Non Pagante”.

17. Lorenzo interviene (intelligente).


18. In generale nessuno critica la posizione della guida spirituale del popolo tibetano ed ogni sua parola è giudicata

(benevolo).

19. Ma andando avanti a leggere sono stata assalita dal dubbio: non sarà mica che è tutto (incredibile)
vero?

20. Vado a trovare i miei nonni (regolare) una volta la settimana.

21. Tutti mangiano e bevono (allegro).

22. Il fumo nuoce (grave) alla salute.

23. E lei era (ridicolo) fuori posto!

24. Leggere (attento) le avvertenze.

25. Piero ti saluta sempre (cordiale).

26. È stata sottoposta ad intervento neurochirurgico la bambina di 4 anni che ieri sera è stata picchiata
(violento) dal padre.

27. A tavolo, mia sorella si comporta (cattivo).

28. Gino guarda Luisa (dolce).

29. Un ingegnere (normale) guadagna (buono).

30. Un centinaio di dipendenti della centrale nucleare di Tricasti sono rimasti (leggero) contaminati da
sostanze radioattive

Inserire le locuzioni avverbiali appropriate, scegliendole tra quelle qui di seguito elencate di corsa / di più / di solito / da dove / in
fretta / per fortuna / per sempre / un poco / una volta

1. Lì la carne fermentava. Mamma non si raccapezzava. "Ma, viene questa puzza? Ma che sarà?"

2. facevamo dei giri piccoli, intorno alle case, arrivavamo ai bordi dei campi, al torrente secco e tornavamo
indietro facendo le gare.

3. Felice Natale era il fratello maggiore del Teschio. E se il Teschio era cattivo, Felice lo era mille volte .

4. L'acquazzone aveva lasciato un odore di erba e terra bagnata e di fresco.

5. Dovevo andarmene via , ma la curiosità mi spingeva a dare un'occhiata.

6. Dovevo decidermi , si stava avvicinando.

7. Ho guardato di sotto. "Vado da Filippo". Papà aveva parcheggiato il Lupetto sotto la nostra finestra, .

8. Perché lo chiamavamo il Teschio non me lo ricordo. Forse perché si era appiccicato sul braccio un teschio,
una di quelle decalcomanie che si compravano dal tabaccaio e si attaccavano con l'acqua.
9. Sono scattato in piedi. "Io sono venuto fino a qua per te, ho fatto tutta la strada, due volte, e tu mi cacci via. Va bene, io

me ne vado, ma se me ne vado non torno più. Mai più. Rimarrai qui, da solo, e ti taglieranno tutte e due le
orecchie".
Niccolò Ammaniti. Io non ho paura.

Inserire gli avverbi di valutazione appropriati, scegliendoli tra quelli qui di seguito elencati certo / davvero / forse (2) / neanche /
nemmeno (2) / non / proprio (2)
1. Nessuno sapeva perché quel posto si chiamava così, il vecchio Tronca.

2. Non c'era niente di speciale. Era coperta di grano come tutto il resto.

3. E se si era fatta male ? Dov'erano gli altri?

4. E diceva che anche se affogavi, quelli ti guardavano in faccia.

5. Ma il Teschio ha potuto nulla, eravamo troppo veloci.

6. Erano le prime tette che vedevo in vita mia, se escludo quelle di mamma. una volta, quando era venuta a
dormire da noi, avevo visto quelle di mia cugina Evelina, che aveva dieci anni più di me.

7. Ho urlato, ho chiesto aiuto. Mi ha risposto il vento. Ho guardato in basso. Ero sopra una pista. Appeso a una
decina di metri dalla neve.

8. È . Andavano a tagliare le orecchie a Filippo.

9. Sapevo che non funzionava. La terra era buona per le punture di api e l'ortica, non per le storte, ma ci cascava.

10. Non ho avuto il tempo di tirare fuori una scusa che lei ha cominciato a rincorrermi.
Niccolò Ammaniti. Io non ho paura.

Inserire gli avverbi di quantità appropriati, scegliendoli tra quelli qui di seguito elencati abbastanza / molto (2) / poco / quanto
(3) / quasi / tanto (2) / troppo

1. Va bene, tua sorella non gareggia. È piccola.

2. Il ramo su cui dovevo salire era vicino, a meno di un metro. Non però, da poterci arrivare senza fare un
salto.

3. Qualcuno doveva essere stato lì da non tempo.

4. A fine primavera aveva piovuto , e a metà giugno le piante erano più rigogliose che mai.

5. Non avevo idea di faceva caldo, uno a nove anni, di gradi centigradi se ne intende , ma sapevo che
non era normale.

6. Ero arrivato quando sull'orizzonte è apparso un polverone rosso.

7. Sono rimasto a guardarlo per non so tempo.

8. Era bella. Tutta di plastica nera. Con i pezzettini argentati e in fondo un pupazzetto con una maglietta a righe
bianche e rosse e il cappello di paglia.

9. Voglio vedere grande lo riesci a dare.

10. Non riuscivo bene a immaginarmi questo Nord.

11. Ho chiesto: "È ancora arrabbiato?"


Niccolò Ammaniti. Io non ho Paura.

Inserire gli avverbi di tempo appropriati, scegliendoli tra quelli qui di seguito elencati

adesso / domani / dopo / dopodomani / ieri / mai / oggi / presto / prima / sempre / subito / tardi

1. Finora non ve l'ho raccontato. Perché non lo potevo dire.

2. Mamma diceva che se papà continuava a lavorare così tanto, non saremmo stati più poveri, saremmo stati
benestanti.

3. Ancora non sopporto le persone che non sfogano la loro rabbia.

4. Il torrente era secco, tranne d'inverno, quando pioveva forte.

5. E se non mi rimettevo ad arrampicarmi mi sorpassava pure Barbara Mura. Uf! Sarebbe stato orribile.
Sorpassato da una femmina.

6. l'hai passata liscia, oggi no.


7. Torno presto. Domani o .

8. qualche minuto il Teschio è tornato, tutto eccitato.

9. Quella storia Barbara se l'era legata al dito e voleva pareggiare i conti con il Teschio.

10. Prendilo e chiudilo in cantina che ce lo mangiamo...

11. Era . C'era ancora un po' di luce ma entro mezz'ora sarebbe calata la notte.

12. Ad Acqua Traverse gli adulti non uscivano di casa delle sei di sera.
Niccolò Ammaniti. Io non ho paura.

Completare le frasi con meglio o migliore

1. Puoi inviare un'e-mail, o , presentarti di persona.

2. Sara era preparata allo scritto che all'orale.

3. Umberto è il nostro studente.

4. Questo maglione sembra di quello.

5. Penso che Cinzia è la persona che abbia mai conosciuto.

6. Penso sia non dirgli niente.

7. Questa è la stoffa che offre il mercato.

8. Sarà che tu non lo faccia più.

9. Carlo nuota di Luigi.

10. Aspettiamo tempi

11. Luca ha un carattere del tuo.

12. Fai molti errori ortografici. Cerca di scrivere .

13. Quella famiglia sta della nostra.

14. Alberto agli esami è stato tra i .

15. Mi raccomando, fate il possibile.

16. Se stai calmo è .

17. Ora gli affari vanno .

18. Questo è il mio cavallo.

19. Non ho mai assaggiato un caffè .

20. È che tu resti qui.

21. Distesi sulla spiaggia si sta .

22. Si studia in biblioteca.

23. Michelangelo fu il scultore della sua epoca.

24. Mi pareva arrivare in anticipo.

25. Francesca è l'amica che io abbia mai avuto.

26. Penso che Kakà sia il giocatore di calcio.

27. Ho venduto la macchina a un prezzo .

28. Signor Rossi, sta oggi?

29. Sì, grazie, oggi sto di ieri.

30. Aspiro ad un avvenire

31. Gianni è il avvocato della città.


32. Ho agito con le intenzioni.

33. Il nostro lavoro va di bene in .

34. Il mio amico si chiama Alessandro.

35. Non ha fatto in tempo, o per dire, è arrivata con un ritardo di tre ore.

36. Si sono sedute nel posto .

37. Vedrai che dopo un bel sonno andrà .

38. Sarà andare a letto perché sono stanchissima.

39. Verrò domani, o , ti telefonerò domani mattina.

40. Romano è un insegnante di quello dell'anno scorso.

Completare le frasi con gli avverbi o le locuzioni avverbiali giusti DI NASCOSTO, NEPPURE, NON DI RADO, PIUTTOSTO,
PRESSO A POCO, PURE,QUASSU

1. Vediamoci al bar, o a casa mia.

2. I suoi tentativi  riescono al primo colpo.

3. Non ho sonno.

4. Non scrive e telefona.

5. Dicono che c’è una vista stupenda.

6. Quel ragazzo è simpatico.

7. Stavo facendo questo.

8. Darebbe la vita per lui

9. La lettura di un romanzo si fa, di solito, e lontano possibilmente dagli occhi dei curiosi,

come quando si commette un peccato.

Inserire le locuzioni avverbiali appropriate, scegliendole tra quelle qui di seguito elencate:
in fretta e furia / un po' / da dove / per fortuna / di solito / una volta / a stento / di rado / quasi quasi

1. Partiremo siete alloggiati e dopo circa 70 km arriveremo ad una estancia della Pampa.

2. La delegazione cubana viene ritirata dai giochi Panamericani di Rio de Janeiro dopo la fuga di
quattro atleti.

3. A dir il vero anch'io conservo alcune foto simili dello stesso posto e mi hai fatto venire il desiderio di
caricarle.

4. mi sveglio alle otto meno un quarto.

5. Torino è meno cara, c'è lavoro, ma è una città triste.

6. Tutti morimmo , ingoiando l'ultima voce, tirando calci al vento vedemmo sfumare la luce.

7. Per i tedeschi, , le vacanze estive, a cominciare da quelle della Pentecoste, avevano due destinazioni:
Rimini e Jesolo.

8. Esco e parlo ancora meno.

9. è venerdì.

10. i paesi ricchi usavano le cannoniere per impadronirsi del cibo.

Inserire gli avverbi di frequenza appropriati, scegliendoli tra quelli qui di seguito elencati:
Sempre – di solito (2) – quasi mai – quasi sempre – a volte (2) – raramente – mai
Sono María, ho 11 anni ed abito a Mar del Plata in Argentina. Come tutti i giorni della settimana mi alzo alle 6:00 del mattino, mi

lavo la faccia e poi faccio colazione, bevo una tazzina di caffellatte e mangio qualche panino, mangio pure
un yogurt. Poi mi vesto, riordino le mie cose e preparo lo zaino per andare a scuola, metto quasi sempre le stesse cose: i miei
quaderni, i libri delle materie che avrò durante il giorno, l'astuccio con le mie matite a colori, la mia gomma e la mia penna
preferita.

viene a prendermi l'autobus per portarmi a scuola, ma oggi l'autobus della scuola è in officina perché si è rotta la
scatola del cambio. Dunque devo andare in bicicletta per non arrivare in ritardo.

Rimango a scuola dalle 8:00 alle 15:00, mi porto qualche frutta per mangiare a mezzogiorno ma compro
qualche panino nel bar della mia scuola.

Torno a casa, faccio merenda, gioco con i videogiochi, preferisco guardare un po' la TV. Poi vado a cena in famiglia

e vado a dormire dopo le 22:00 o si potrebbe dire .