Sei sulla pagina 1di 25

Testi di Geronimo Stilton

Coordinamento editoriale di Patrizia Puricelli


Editing di Maria Ballarotti e Valeria Barracco

Art Director: Iacopo Bruno


Copertina di Alessandro Muscillo (disegno) - Christian Aliprandi (colore)
Evviva la Terra!
Graphic Designer: Mauro de Toffol / theWorldofDOT

Illustrazioni della storia di Silvia Bigolin (disegno), Valeria Cairoli (tinte piatte)
e Daria Cerchi (colore)
Coordinamento artistico di Andrea Benelle
Grafica di Marta Lorini

Si ringrazia WWF Italia per la collaborazione Ciao a tutti!


Mi presento: il mio nome è Stilton,
Da un’idea di Elisabetta Dami
www.geronimostilton.com
Geronimo Stilton, e sono il direttore
dell’Eco del Roditore,
Pubblicato per PIEMME da Mondadori Libri S.p.A. il giornale più famoso
© 2019 - Mondadori Libri S.p.A., Milano
info@edizpiemme.it dell’Isola dei Topi!
International rights © Atlantyca S.p.A. Oggi però non sono
Via Leopardi, 8 - 20123 Milan - Italy
www.atlantyca.com - contact: foreignrights@atlantyca.it qui per parlarvi di topi,
Stilton è il nome di un famoso formaggio prodotto in Inghilterra dalla fine del 17° secolo. Il nome Stilton è un
marchio registrato. Stilton è il formaggio preferito da Geronimo Stilton. Per maggiori informazioni sul formag- ma della Terra...
gio Stilton visitate il sito www.stiltoncheese.com
la nostra grande casa comune!
È assolutamente vietata la riproduzione totale o parziale di questo libro, così come l’inserimento in circuiti
informatici, la trasmissione sotto qualsiasi forma e con qualunque mezzo elettronico, meccanico, attraverso
fotocopie, registrazione o altri metodi, senza il permesso scritto dei titolari del copyright.
Ma partiamo dall’inizio...
Era una radiosa mattina di primavera
Anno 2019 - 2020 - 2021 Edizione 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

Stampa: ELCOGRAF S.p.A.


e l’aria profumava di fiori di pesco...
Via Mondadori, 15 - Verona

Questo libro è stato stampato su carta 3


Lux Cream by Stora Enso 90 gsm PEFC
Evviva la Terra! Evviva la Terra!

Come sempre, andai in ufficio all’Eco del Ma anche lei inciampò e ci rotolò addosso
Roditore. Appena entrai, arrivò mio cugino urlando: – Geronimooo! Dov’è il tuo zaino?
Trappola, che mi travolse lanciando per Sei pronto per il blog?
aria un pezzo di formaggio che stava infilan- Io sospirai rassegnato: – Ahia...! Quale
do in uno zainetto verde: – Geronimooo! Sei zaino? Pronto per cosa? E che c’entra il blog...
pronto per il blog? E dov’è il tuo zaino? Mentre parlavo, entrò mio nipote Benjamin
Io urlai: – Ahia! Ma di quale zaino stai par- (con uno zainetto verde!), che inciampò e cad-
lando? E di quale blog ... de addosso a noi. Io avrei voluto urlare ‘Ahia!’
Non feci in tempo a finire la frase che entrò ma ci ROTOLò addosso anche Trappy
mia sorella Tea, con uno zainetto verde da cui (con uno zainetto verde!).
spuntava una chitarra . Ora sopra di me c’era una pi ra mi de di topi!

Trappola entrò e ... Tea ci cascò ... poi arrivò ... e infine
1 mi travolse... 2 addosso... 3 Benjam in... 4 anche Trappy !
Evviva la Terra! Evviva la Terra!

co!
Io gridai: – Qualcuno vuole spiegarmi che cosa Io sospirai: – Nonno, ma quale Ec

succede? Perché avete tutti uno zainetto blog ...


verde? E soprattutto: che cosa c’entra il blog? – Nipote, non preoccuparti,
Proprio in quel momento una voce profon- ti spiego tutto io! – mormorò
da tuonò: – Nipote, ma che cosa fai, riposi? zia Lippa, porgendomi uno
Scattare, scattare, scattareeeeeeee! zainetto verde con sopra
Forza, che il blog non aspetta! ricamato il mio nome .
A parlare era stato mio nonno Torquato. – Questo è per te: ci ho messo
dentro un panino al taleggio,
rz a, nipote! una fetta di torta alla ricotta...
Fo
e tre deliziosi cioccolatini alla fonduta!
Mentre gli altri si rialzavano da terra borbot-
tando, io addentai un cioccolatino: – Gnam!
Com’è buono, zia! Ma dimmi, perché hanno
tutti uno zaino? E che cosa c’entra il blog?
Lei mi sorrise dolcemente e finalmente
mi spiegò: – Nipote carissimo, preparati!
Stai per partire con tutta la famiglia Stilton

6 7
Evviva la Terra! Riserva Naturale di Bianca Conchiglia

per un viaggio avventuroso alla Riserva


Naturale di Bianca Conchiglia,
un ecosistema unico in tutta l’Isola dei Topi!
Benjamin e Trappy squittirono in coro:
– E ciò che scopriremo sulla natura... lo pub-
blicheremo sul nostro nuovo blog, che si chia-
merà... ‘TUTTI SU PER TERRA!’

UN BLOG È... TUTTI SU PE


R TE R RA !
un sito web dedicato a un tema,
il blog su
per esempio i viaggi o la scienza. lla natura
della fam
Come in un diario, l’autore del iglia Stilt
on.
blog, il blogger, parla delle sue
passioni attraverso i testi, le imma-
gini o i video. E può condividerle
con i suoi lettori!

RISERVA
NATURALE
ECOSISTEMA Area dove la natura è
Insieme di tutti gli esseri viventi che vivono in una particolare area della protetta. Può essere terre-
Terra, interagendo tra loro e con le caratteristiche dell’ambiente che li stre, marina o vicina a un
circonda (composizione del suolo, clima, disponibilità di acqua). Ogni fiume o a un lago e ospi-
ecosistema (ad esempio un deserto o una barriera corallina) è in grado tare una gran varietà di
di mantenere al suo interno un equilibrio dinamico che non dovrebbe specie animali e vegetali.
essere alterato. 8
Una notte
Xxxxnella
xxxxxforesta

Unanotte
Proprio allora gli occhiali mi caddero
a terra e, appena mi chinai per riprenderli,
nella foresta mio cugino esult .
– E bravo il nostro Geronimo che si offre
volontario!
Davanti all’ufficio ci aspettavano tante bici- A quel punto tutti saltarono
clette: a una era attaccato un rimorchio in sella... e io cominciai a
con bagagli, tende, pentole e provviste varie... pedalare per tirare
Trappola gridò: – Chi si offre volontario per il rimorchio.
trasportare i bagagli faccia un passo avanti!
Una notte nella foresta Una notte nella foresta

BIODIVERSITÀ
Oooh che fatica! Pedala Tea insegnò a Benjamin e Trappy come fare,
La grande varietà di esseri
pedala pedala, arrivammo viventi con i loro patrimoni mentre Nonno Torquato montò la sua tenda
genetici e gli ambienti che
alla Riserva Naturale di formano sulla Terra. e quella di zia Lippa.
Bianca Conchiglia, un luogo Trappola invece FUGGÌ VIA, strillando:
speciale per la tutela della biodiversità! – Alla nostra pensaci tu, cugino! Io devo fare
Ad accoglierci c’erano due guide del parco: una telefonata urgentissimaaa!
Plantazia era una botanica, cioè una studiosa Squiiit! Mi ritrovai tutto solo alle prese
delle piante, Verdilio invece un biologo, con pali e picchetti e finii appena
studioso di tutte le creature viventi. prima che il sole tramontasse.
Ci salutarono felici:
erva N a t u ral
RisBianca Conchigliae – Benvenuti, amici e
d i
amiche!
Ahia!
ZONA Poi ci accompagna-
RISERVATA
rono nella zona
AL CAMPEGGIO
attrezzata per il
campeggio, dove
iniziammo a monta-
re le nostre tende .

12
GIOCO 2
QUALI

Soluzioni Gioco 2: A-3, B-6, C-4, D-1, E-2, F-5, G-7, H-8
A. PINO F. CESPUGLIO
SPECIE VEGETALI
MARITTIMO DI FELCE CI SONO
B. QUERCIA G. FUNGO NELLA FORESTA?
C. PIOPPO PORCINO Trova gli esemplari
2 D. BETULLA H. SALICE elencati qui accanto…
3 PIANGENTE e abbina lettere e
E. FAGGIO
numeri!

6
8

Soluzioni Gioco 1: 3 A, 3 B, 4 C, 2 D, 1 E, 1 F, 2 G, 1 H, 1 I
7

5
GIOCO 1
QUANTE
SPECIE ANIMALI A. CONIGLIO F. FALCO 7 5
CI SONO
NELLA FORESTA? B. SCOIATTOLO G. PICCHIO

Trova gli esemplari C. PASSEROTTO H. VOLPE


elencati qui accanto… D. TASSO I. LUPO
e contali! E. CERVO
Una notte nella foresta CONSIGLIO
Un fuoco
si può accendere…
… solo dove è permesso dalle
Quando fu ora di cena, Verdilio ci insegnò ad autorità forestali! Bisogna sempre
farsi aiutare da un adulto, deli-
accendere il fuoco, mentre Plantazia cuci- mitarlo con pietre, tenerlo sotto
controllo, e verificare, prima di
nò insieme a zia Lippa una deliziosa zuppa. allontanarsi, che sia AREA
davvero spento.
Poi ci sedemmo intorno al falò: Tea cominciò P IC N IC
a suonare la chitarra, mentre le guide ci in- CONSIGLIO
segnavano a realizzare un erbario e a ricono- Vuoi fare un erbario?
Raccogli le foglie. Ponile
scere le impronte degli animali... Abbracciai tra due pezzi di carta assor-
bente, poi pressale all’interno
i miei nipotini con affetto: che felicità, essere di un libro. Incollale su un
quaderno, annotando
insieme in mezzo alla natura! dove e quando sono
state trovate.
GIOCO 3
1 5 ERBARIO
A. PINO 3
Sai dire
B. QUERCIA
a quali alberi
C. PIOPPO corrispondono
D. BETULLA queste foglie?
E. SALICE Trovi la soluzione
6 qui sotto!
F. FELCE 2 4

GIOCO 4
IMPRONTE A. SCOIATTOLO 2 4
Ogni animale
B. CONIGLIO
lascia impronte
diverse. C. VOLPE
Sai riconoscerle? D. LUPO
Trovi la soluzione E. CERVO
qui sotto!
1 3 5

Soluzioni Gioco 4: 1-E, 2-C, 3-D, 4-B, 5-A Soluzioni Gioco 3: 1-A, 2-D, 3-B, 4-F, 5-E, 6-C
Tanti ambienti… tanti animali!

Tanti ambienti...
Trappola ci par-
lò della traver-
tanti animali! sata su una nave
come cuoco :
– Non dimenti-
Alla luce del falò, nonno Torquato e zia Lippa cherò mai la di-
si lasciarono andare ai ricordi: – Quando era- stesa di ghiaccio al P olo S ud , con le foche
vamo piccoli come voi, il e i pinguini!
mare qui era così limpido Io descrissi l’emozione di un tramonto nel
che sul fondo vedeva- deserto del Sahara: il sole faceva scintillare
mo ricci e stelle marine, le dune come oro purissimo e prezioso...
granchi e conchiglie! Ricordai anche
Poi Tea ci raccontò di un che, quando un
viaggio in Polinesia : o
dr medari mi o
– Veleggiavo col mio leccò un orecchio,
catamarano in compa- misi il piede su un
gnia dei delfini... che serpente velenoso!
sensazione di libertà! Squit!

18 19
Tanti ambienti… tanti animali! Tanti ambienti… tanti animali!

Plantazia e Verdilio ci CHE COS’E ’ L’EFFETTO SERRA?


mostrarono le foto di un L’effetto serra è un processo naturale grazie al quale l’atmosfera terrestre
trattiene al suo interno parte del calore che arriva dall’irradiazione del
viaggio in Amazzonia : Sole. Se i gas atmosferici che lo provocano, come l’anidride carboni-
– Questa è la più grande ca, vengono incrementati nell’atmosfera si creano le condizioni per un
riscaldamento globale.
foresta tropicale della
Terra. Purtroppo, a cau-
sa della deforestazione, DEFORESTAZIONE
gli alberi vengono abbat- In varie zone del mondo le foreste stanno diminuendo: gli alberi ven-
gono tagliati per far posto a campi coltivati o allevamenti di bestiame.
tuti a ritmo vertigino- Questo porta all’estinzione di molte specie vegetali e animali e aumenta
l’erosione del suolo. Inoltre, se le foreste si indeboliscono perdono la
so... l’equivalente della loro capacità di assorbimento dell’anidride carbonica presente nell’aria,
superficie di dieci campi da calcio al minuto! incrementando ‘l‘effetto serra’.

E la flora e la fauna del


FLORA
posto sono a rischio di estin-
È l’insieme delle spe- ESTINZIONE
cie vegetali presenti zione...
su un territorio. Ogni giorno la distruzione degli habitat naturali, gli inquinamenti, i cambia-
Benjamin e Trappy si fecero menti climatici e il bracconaggio provocano minacce che possono condurre
all’estinzione diverse specie animali. È così per il panda, la tigre, il leone,
dare le FOTO: – Zio G, dob-
FAUNA la giraffa, i rinoceronti, gli elefanti, i gorilla, gli oranghi, il bradipo pigmeo,
È l’insieme delle spe- biamo assolutamente parlar- il pangolino cinese… e per tante altre specie, animali e vegetali! Il WWF è
la più grande organizzazione mondiale per la difesa degli habitat e delle
cie animali presenti ne sul nostro blog! specie in pericolo, ma tutti abbiamo il dovere di fare qualcosa: il contributo
su un territorio.
di ciascuno di noi può fare la differenza!

20 21
g no d e l b i so nt g no d e l l a l e
Il reel cava llo selvatie Il redel ci ng h ia lepre
ALLA SCOPERTA DEGLI ed co e

AMBIENTI NATURALI DELLA TERRA


no d e l l P M MAC H I A
Il regll’orso b’arlce
e d e u no
T E R AT E R I AA
M P E R AT 10 ED C
I TE R RAN E
A
9
l l a sc i m m i
no d e a
rege del g iagua ro

Il
TA I G A
1 1 Taiga
F
Il reg no dell 2 Tundra T R O R E S TA E
e de l bue mua re
sc h
3 Savana
OPICAL
8
n n a iat o

4 Deserto
5 Ghiaccio polare
6 Zona montuosa Il regno
7 Foresta temperata e d e l l del
a vo
l

ce r p e
8 Foresta tropicale

vo
9
2 Macchia mediterranea
TU N DRA
10 Prateria temperata

F
T E O R E S TA
gno d ell’ elefa
Il ree della g iraffa nte gno d e l drome
Il ree de l serp ente dari
lp
g no d e i ng u i n
Il re e de ll’ota ria o
l la m
no d e a rm o
reg ello sta mbecco tta
M P E R A TA
7
ed
o

Il
S AVA N A 3 D E S E RT
O 4 G H I AC C I O
POLARE 5 M OZ O N A S A
NTUO 6
PER RACCOGLIERE I RIFIUTI…
bisogna fare attenzione! Ricordatevi di proteggere le mani
e i piedi e, prima di cominciare a pulire, chiedete a chi è

Una
spiaggia
esperto, come le associazioni che difendono l’ambiente!

meravigliosa...
o forse no?
La mattina dopo andammo alla spiaggia di
Bianca Conchiglia. La sabbia era bianca ma...
quanti rifiuti portati dal mare!
Nonno Torquato e zia Lippa sospirarono tristi:
– Un tempo questo luogo era un habitat mera-
viglioso per tantissime specie...
Verdilio e Plantazia proposero: – Perché non
ci aiutate a ripulire la
HABITAT spiaggia?
L’ambiente in cui
Nonno Torquato rispose:
una specie animale
o vegetale può vive- – È proprio un’ottima idea!
re, crescere, ripro-
dursi, perché trova Così ci unimmo alla squa-
condizioni adatte. dra di volontari.

24
Una spiaggia meravigliosa… o forse no? Una spiaggia meravigliosa… o forse no?

C’erano roditori di ogni tipo, tutti uniti dal de- Lavorammo tutto il giorno, ma la sera il nonno
siderio di riportare la SPIAGGIA allo splendo- e zia Lippa ci ringraziarono felici e commossi:
re di un tempo. – Ora sì che è tornata a essere la meravigliosa
Verdilio e Plantazia ci diedero l’attrezzatura
spiaggia nc higl i a
adeguata: un paio di guanti e scarpe robuste,
C o !
di
insieme a dei sacchetti in cui mettere i ri- Bianca
fiuti, divisi per tipo di materiale.
Quindi ci spiegarono: – Non chiamiamoli solo
‘rifiuti’! Tutto ciò che troviamo sulla spiaggia
Ben fat
può essere r i c i c l a t o : così servirà a produrre to
!
nuovi oggetti e avrà una nuova vita!

L’INQUINAMENTO DERIVA…
da processi produttivi che non prevedono una corretta
gestione dei rifiuti, che finiscono per alterare significa-
tivamente la qualità dell’aria, dell’acqua e della terra.
In natura, invece, il rifiuto non esiste perché gli scarti
prodotti da qualsiasi processo diventano risorse utili…
per un altro processo! Basta pensare alle piante: il pro-
dotto di scarto della fotosintesi clorofilliana è l’ossigeno,
fondamentale per la vita dell’uomo!

26
Una coda di balena all’orizzonte!

Una coda di balena


Ci volle un bel po’ prima di arrivare al largo,
ma poi il mare diventò più profondo, l’aria
all’orizzonte! più fresca, il cielo più terso...
Trappola canticchiò: – Blu blu blu, il cielo è
blu, il mare è blu, tuffati anche tu!
L’indomani Verdilio e Plantazia ci svegliarono Poi mi afferrò per la coda e... si buttò dalla
all’alba: – Oggi andremo a vedere le b a l e n e ! barca!
Così salimmo tutti su una barca. Le onde an- Il suo fu un tuffo da campione mentre io feci
davano su e giù , su e giù ... e il mio stomaco una figura da babbeo: appena caddi in acqua
soffriva sempre di più! persi il mio costume giallo formaggio!

it
là! Squ tt!
Op

28 29
Una coda di balena all’orizzonte! Una coda di balena all’orizzonte!

Dopo averlo recuperato, risalii sulla barca. Pro- Verdilio ci spiegò: – Per avvistare le balene
prio in quel momento nonno Torquato annun- bisogna avere pazienza . Alcune associazioni
ciò: – Ecco una b a l e n a ! Vedo uno spruzzo! organizzano viaggi per osservarle, senza mai
Zia Lippa lo corresse: – Io vedo due spruzzi! spaventarle o alterare il loro habitat!
La balena è accompagnata dal suo piccolo! Le balene ci seguirono per un po’,
Tea indicò tante pinne che affioravano dalle finché con un ultimo spruzzo
onde: – Guardate! Ci sono anche i delfini! scomparvero sott’acqua.

LE BALENE NON SONO PESCI…


né lo sono delfini, orche e capodogli! Sono
cetacei, cioè mammiferi marini, e respirano
aria, proprio come noi! Da secoli vengono
cacciate dalle navi baleniere per ricavarne
diversi prodotti. Nel 1986 è entrato in vigore
il divieto di caccia mondiale alle balene che
in diverse occasioni non è stato rispettato,
soprattutto dal Giappone, ma anche da Nor-
vegia, Islanda, Russia e Corea del Sud. Oggi
in molti Paesi le balene sono protette, ma
c’è ancora molto da fare: hanno bisogno di
acque pulite, senza plastica o reti da pesca
che potrebbero ferirle o imprigionarle.
Una coda di balena all’orizzonte! Una coda di balena all’orizzonte!

I delfini, prima di allontanarsi, agitarono la Qui potevano riprodursi tranquille: quando le


coda in aria, come per salutarci... loro uova si schiudevano, le tartarughine
Tornammo a riva e attraccammo in un antico raggiungevano il mare in sicurezza!
villaggio di pescatori che usavano ancora i I ragazzi mi mostrarono le FOTO per il blog
sistemi tradizionali. che avevano scattato fino a quel momento:
Verdilio ci spiegò che lì la pesca era ‘sosteni- erano bellissime!
bile’, cioè si praticava nel completo rispetto
dell’ ecosistema marino.
Poi visitammo un rifugio dove venivano curate
le tartarughe marine, se erano state ferite da
ami e reti da pesca, o se erano rimaste intrap-
polate in sacchetti di plastica.

CHE COS’È LA PESCA SOSTENIBILE?


Per non esaurire le risorse marine è necessario pescare in modo
sostenibile, prendendo cioè dal mare solo quel che serve, senza
sprechi. Per fortuna molte aziende oggi pescano nei modi e nei
tempi consentiti e senza catturare pesci troppo piccoli. Chi sceglie
i prodotti di queste aziende contribuisce a salvaguardare le risorse
marine e l’attività dei pescatori che operano in tal senso.

32
Ritorno a casa!

Ritorno a casa!
All’inizio decine, poi
centinaia, quindi mi-
CONSIGLIO
Tutti in sella!
gliaia e infine milioni La bicicletta è un mezzo
ecologico perché non in-
quina! Pedalare fa bene
di roditori ci seguiva- ed è divertente, soprattut-
no, interessati a capire to in compagnia!

Dopo tutte quelle emoZioni, l’indomani sa- come contribuire alla


limmo in bicicletta e ritornammo a Topazia. difesa della natura!
Scoprimmo così che il nostro blog sulla natu- Benjamin e Trappy erano felici, perché il blog
ra era già un successo! era seguito anche da tantissimi ragazzi e ra-
gazze come loro!
iamo un po’…
Ved A tutti piacevano le FOTO della foresta, delle
ssimi!
t anti
o
am balene, delle tartarughe e i nostri racconti
Si
sulla natura...
Ma il pubblico apprezzava molto anche gli
ECO - CONSIGLI su come rispettare l’ambien-
te nella vita di tutti i giorni!

sano anche a voi?


Interes
Allora girate pagina…

35
CHE COSA POSSIAMO Ritorno a casa!

FARE PER LA TERRA?


Nella nostra casa possiamo fa-
re molte cose per non sprecare
Per conoscerla
meglio facciamo più
Quando risorse preziose.
ci insaponiamo sotto
passeggiate all’aria
aperta, portando con
la doccia, non lascia- Chiudere l’acqua del ru-
mo scorrere l’acqua
noi un binocolo! inutilmente! binetto mentre ci si insapona
durante la doccia o ricordarsi
di spegnere la LUCE quando
Chi udere l ’acq ua del rub inetto
Con i pannelli
solari installati sul Evitiamo la plastica
tetto di casa possiamo ‘usa e getta’: si esce sono piccoli gesti che me ntre ci lavia mo i denti!
risparmiare energia! per la spesa
utilizziamo una borsa possono fare una grande diffe-
di tessuto!
renza per la Terra!
Per gli spostamenti
in città preferiamo Dovremmo consumare
i bus, i tram, la metro-
politana, la bici… o
soltanto ciò che serve e chie-
In casa
le zampe!
Abbandoniamo il
scegliamo lampadi- derci sempre, prima di com-
ne a risparmio ener-
cellulare e guardiamo
un bel documentario
getico e non lasciamo prare qualcosa, se ne abbiamo
gli elettrodomestici in
sugli animali e i loro
stand-by! davvero bisogno...
habitat!
Come dice nonno Torquato,
Diciamo sì Per i
ai prodotti locali (i giocattoli predili-
‘il miglior modo di risparmia-
cosiddetti alimenti a giamo i materiali na-
re è evitare di sprecare!’
km 0): eviteremo turali, come il legno. E Raccogliere l ’ acqua piovana
l’inquinamento deri- quando non li usiamo
vato dal trasporto! più… doniamoli!
per innaffiare le piante!

37
Ritorno a casa! DIAMO VALORE
AI RIFIUTI!
Ogni volta che gettiamo qualcosa, abbiamo
Segui le frecce e scopri quale futuro possono avere questi materiali
la responsabilità di dividere i rifiuti, buttando se riciclati correttamente!
carta, plastica, umido, secco e vetro in diversi
contenitori . Anche i metalli, le pile e le me-
dicine scadute vanno smaltiti correttamente!
L’importante è seguire tutte le indicazioni
dell’amministrazione locale della propria città.
CARTA AL LU M IN IO V ET RO PL ASTI CA
Con l’impegno di ciascuno di noi, i rifiuti po-
tranno davvero essere RICICLATI e avere
nuova vita!

RICICLO O RIUTILIZZO?
Sembrano simili, ma in realtà sono due concetti di-
versi. Si ricicla un oggetto che è diventato un rifiuto,
per dargli una nuova vita, uguale o diversa da quella
precedente. Si riutilizza un oggetto che non è ancora
diventato un rifiuto, per lo stesso scopo per cui era
destinato prima.

Sacch etti, imba llaggi , Pad elle , termosifo ni, Bicch ieri, botti gli e, Ca ssette , tu bi,
libri, quade rni... cerchio ni, caf fettiere... co nten itori.. . secch i, vas i...
38
Ritorno a casa! Ritorno a casa!

E negli uffici? All’Eco del Roditore ci impe-


gnamo moltissimo per l’ambiente. Per esempio
stampiamo i documenti solo quando è indi-
spensabile, utilizzando carta riciclata.
Sul tetto della redazione abbiamo installato i
pannelli solari , che permettono di
produrre energia alternativa.
E non è tutto: abbiamo creato anche un pic-
colo orto biologico , dove coltiviamo mele,
limoni, pomodori ed erbe aromatiche!

Anche a scuola si può fare molto per l’am-


biente, per esempio riducendo lo SPRECO DI
CARTA. La scuola di Benjamin e Trappy,
poi, spesso promuove progetti di educazione
ambientale in classe e coinvolge alunni e inse-
gnanti in attività di volontariato a difesa
della natura!

40
Topazia, una città ecologica!

Topazia, ammirando la bellezza delle piante e dei fiori.


Ci sono le piste ciclabili, per facilitare gli
una città ecologica! spostamenti in bicicletta, e i mezzi pubblici
ecologici, per spostarsi senza utilizzare l’auto.
Ci sono strutture pubbliche che promuovono
Siete mai stati a Topazia, la Città dei Topi? inziative di riciclo o riutilizzo dei materiali.
Sono sicuro che vi piacerebbe... è una città E, nelle strade, tanti cestini per i rifiu-
bellissima, costruita nel rispetto dell’ambiente. ti, in modo che tutti possano utilizzarli senza
E noi della famiglia Stilton siamo così orgo- sporcare per terra!
gliosi di abitare qui! Per lo stesso motivo, chi porta a passeggio il
Sui tetti delle case ci sono i pannelli solari, proprio animale domestico raccoglie i suoi
così le famiglie possono auto-prodursi bisognini con gli appositi sacchetti, perché le
l’energia di cui strade restino sempre pulite.
hanno bisogno. CONSIGLIO Topazia è proprio una città L’AGRICOLTURA
Insieme è più bello!
Ci sono tanti spazi Il suolo pubblico è un modello e la nostra speranza BIOLOGICA
bene prezioso e comune. È un tipo di coltivazione
verdi , dove i cit- È bello che i cittadini se è che un giorno tutte le città,
praticata nel pieno rispetto
ne prendano cura tutti
tadini possono pas- insieme!
anche la vostra, riescano dell’ecosistema, senza con-
cimi chimici, pesticidi o fer-
seggiare nella natura, a fare altrettanto! tilizzanti artificiali.

42 43
PANNELLI
SOLARI
CONSIGLIO
Per muoverci in città…
andiamo a piedi, in bicicletta, in
autobus, tram, metro o treno…
Se proprio serve l’auto, c’è il car
sharing, cioè un servizio che permette
di noleggiare un veicolo pagando
secondo il tempo di utilizzo. Oppure
PANNELLI il car pooling, ovvero la condivisione
ECO
BUS
SOLARI di auto private tra persone che
vogliono ridurre i costi del
trasporto.

AREA ORTO
PICNIC RACCOLTA BIOLOGICO
DIFFERENZIATA

SACCHETTINI PRODOTTI
PER ANIMALI BIOLOGICI
BIKE
SHARING I
TT
O DO 0
PR KM
A

PISTA
CICLABILE

CESTINO
Topazia, una città ecologica! LA GIORNATA MONDIALE
DELLA TERRA
È bello vivere in città in cui si ama la natura
e si rispetta l’ambiente, in cui l’aria è pulita In inglese si chiama ‘Earth Day’. È la più grande manifestazione
ambientale del pianeta, e ricorre il 22 aprile. Se vuoi aderire anche
e l’acqua è limpida... città in cui tutti i tu, per salvaguardare la natura insieme alla tua famiglia o ai tuoi
cittadini e tutte le cittadine si impegnano compagni di classe, compila il Patto per la Terra!
per difendere la Terra.
Perché la Terra non ci appartiene, non ne Patto per la Terra
siamo i padroni, ma solo i custodi... Io sottoscritto/a:
E abbiamo la responsabilità di custodirla con
Nome: …………...……....... Cognome: ……se…… ……...………..
: …. ..… .... .... .... …. C las : …… …. .... .... ......
amore per le generazioni future, affinché un
Data di na sc ita
.... .... .... ..… …… …… .
giorno la parola ‘felicità ’ non sia più solo
Scuola : …… .... .... .... .... .... .... .... .... .... ....
un sogno, ma una realtà... Foto
... e re a pace!
gn l
i ov que
un

Prome e difendere la natura.


tt o di im pe gn ar mi pe r ris pe tt ar e l ’ am biente

46 Firma: …………….........................………
PER PARLARE DI VALORI COME… IL RISPETTO DELLA TERRA!

rispetto della terr


a è... rispetto della terra è...
aiutare un animal andare alla scoperta
e
a tornare nel suo
habitat! delle meraviglie del mondo!

rispetto de
terra è... lla terra è
rispetto della imparare a ...
to è prezioso differenzia
scoprire quan correttame re
e api! nte i rifiut
il lavoro dell i!

Potrebbero piacerti anche