Sei sulla pagina 1di 375

Informazioni su questo libro

Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google
nell’ambito del progetto volto a rendere disponibili online i libri di tutto il mondo.
Ha sopravvissuto abbastanza per non essere più protetto dai diritti di copyright e diventare di pubblico dominio. Un libro di pubblico dominio è
un libro che non è mai stato protetto dal copyright o i cui termini legali di copyright sono scaduti. La classificazione di un libro come di pubblico
dominio può variare da paese a paese. I libri di pubblico dominio sono l’anello di congiunzione con il passato, rappresentano un patrimonio storico,
culturale e di conoscenza spesso difficile da scoprire.
Commenti, note e altre annotazioni a margine presenti nel volume originale compariranno in questo file, come testimonianza del lungo viaggio
percorso dal libro, dall’editore originale alla biblioteca, per giungere fino a te.

Linee guide per l’utilizzo

Google è orgoglioso di essere il partner delle biblioteche per digitalizzare i materiali di pubblico dominio e renderli universalmente disponibili.
I libri di pubblico dominio appartengono al pubblico e noi ne siamo solamente i custodi. Tuttavia questo lavoro è oneroso, pertanto, per poter
continuare ad offrire questo servizio abbiamo preso alcune iniziative per impedire l’utilizzo illecito da parte di soggetti commerciali, compresa
l’imposizione di restrizioni sull’invio di query automatizzate.
Inoltre ti chiediamo di:

+ Non fare un uso commerciale di questi file Abbiamo concepito Google Ricerca Libri per l’uso da parte dei singoli utenti privati e ti chiediamo
di utilizzare questi file per uso personale e non a fini commerciali.
+ Non inviare query automatizzate Non inviare a Google query automatizzate di alcun tipo. Se stai effettuando delle ricerche nel campo della
traduzione automatica, del riconoscimento ottico dei caratteri (OCR) o in altri campi dove necessiti di utilizzare grandi quantità di testo, ti
invitiamo a contattarci. Incoraggiamo l’uso dei materiali di pubblico dominio per questi scopi e potremmo esserti di aiuto.
+ Conserva la filigrana La "filigrana" (watermark) di Google che compare in ciascun file è essenziale per informare gli utenti su questo progetto
e aiutarli a trovare materiali aggiuntivi tramite Google Ricerca Libri. Non rimuoverla.
+ Fanne un uso legale Indipendentemente dall’utilizzo che ne farai, ricordati che è tua responsabilità accertati di farne un uso legale. Non
dare per scontato che, poiché un libro è di pubblico dominio per gli utenti degli Stati Uniti, sia di pubblico dominio anche per gli utenti di
altri paesi. I criteri che stabiliscono se un libro è protetto da copyright variano da Paese a Paese e non possiamo offrire indicazioni se un
determinato uso del libro è consentito. Non dare per scontato che poiché un libro compare in Google Ricerca Libri ciò significhi che può
essere utilizzato in qualsiasi modo e in qualsiasi Paese del mondo. Le sanzioni per le violazioni del copyright possono essere molto severe.

Informazioni su Google Ricerca Libri

La missione di Google è organizzare le informazioni a livello mondiale e renderle universalmente accessibili e fruibili. Google Ricerca Libri aiuta
i lettori a scoprire i libri di tutto il mondo e consente ad autori ed editori di raggiungere un pubblico più ampio. Puoi effettuare una ricerca sul Web
nell’intero testo di questo libro da http://books.google.com
L

T !)
‫‪/‬‬ ‫‪8‬އާ ‪9 : /‬‬
ALBERO

DELLA

FAMIGLIA

DRAGONA

CONFIDATA .

DESCRITTO, E DIFESO

DAL CONTE

ALBERTO SCHLIFER

Di Franconia Alemanno .
BIBLICA
T
A

TINTTTTTTTTT

Trummos

In Roma , per il Vareſe . 1660 .

Con Licenza de'Superiori .


VIDEV 10 CUMMIB
ТЕ СИ.LE • 4 . г
IE2CX1110'E DIR20
COLLID VLV " :
DVCO 1
grieren V
TUCTIVE
up EKO
LETTORE

Rimasche stülenia

trylltuggere com

stre, che fappische

osomom ho fcritto
per altro fine,che
per difender Pithiudella Fas

miglia Dragonia Confidata, da

: Oppoſizioni fatiei,doppo
alcune
coafu dato alla Staraa
. ibatA.
B.Eugenio Gamorrini, Monica

ca e Decang
. Caſsinenfe
ifpeçie, darma:Apologia i, por

blicata ultimamente ;col·lferite

tione di Familiar gaſtigo Apo

Jogetico , ſotto il finto nome di

Latino.Volgari . Miſonoperò

riſtretto dimoftrar con iſcrituire


A 2
autentichi ta yola mala
delRamo de Confidati, laſcian

dodi senirar nello difcendenze

de Broncompagni di Vißols
Bolagna ed Ane zo tuttipal

nimente difeeferisailla Caſa Dram

gina . Garan
- . Nosidiario parere for me

no , ch'io mi fea meſſo a questa


opera , che per giušta ragione

factava el P. Gamorrini , per


ch'effendo egli Religioſo, e fatte

posto al Vabidiende,iſuoi Som


periori non hanno voluto is verlei

chiraffe in questi cimenti si

Non poteva poi meglio

ir traprender quel spera alivi ,

che io cheffendo Arettiſsimo


Amico di molti anni delP. Ground

more
morrini, mi par d'effere interef

, honor, fuo:a:benche de
fato nell
Ininominii faca tata ſomminie

framane , pure rima debelę,mapie


tiana vanga mis fia stateinegiate

oftinatamente habenfee Priep

gratis campaijrmia feirritrbiyeli

Felada molti erratii meila frafen .

nella propedetile dalle parole i im

peroche altra. Tallbere


e tonpocos
del linguaggio Toca
prattica

me mie's Strain Fatra casa gran


fretta di comporte, che sono star
or

mbabozzon femaza ne pur


, pater
bo una volta rileggere , alla

Stampa Camparue durologie

di LatinoVolg uri ne primigior

mi dimaggio , quizz,delly

A 3 Steff
Steffo meſe . mi hanere
biſognò

all ordine tutto queſto Diſcorſo ,

per darlo in mano a i Superiors.


Leggiperò volentieri ,ficurodi

non ritrovar fauple, o congetro


re , ma una verità Hišorica

delle più fatte che ſiano.com .


parſe al Mondo Sappi astia

cora che quanto vo ho fcritto


ftato veduto dalla Sacra Con
ſulta in Roma , che vuol dire

dal primo Tribunale ,e da i pri

mi huomini del Mondo , ciguin

Hato ſotto gli ocehi , e Panam

menda di due Eminentiſsima


Perſonaggi , de quali ſi può cord

Principas
ragion dubitare qual

to a loro meglio s'adatti o quel

o alla Dignitä .Jopra


lo ; c'hannd
gli
glituomini , o quello che le at

tribuiſcono le letterefopra agli

ingegni

4
01001

cofon ) , il

UTIA Ost i oni

onlod

are sigind i voldsomtyder

1.2 .. weito
,s
mons.o1 !!
2

. !! 1,80
Race
2

Racconto de Capito

li , che ſi contengo .

no , nell' Albero

Deſcritto

9000

Eppo della Famiglia Dia


er
Carego na . Cap.1. pag .1
DiOddone , Diopoldo, Rinal

do figli di Ridolfo
, Signor da

Aſili.Cap.II. pag.41

Di Ventura figlio di Rinaldo..


Cap.III. pag.46
Pi
DA Nitilä .Cori
lker tà
cond
sri' Keo lend
ntu is d P
i e
datb ria
figk z
Xtr . Cid
a i .I V . s a p a git
acc p
io o
Di Rina figl di Conf o,e
ldo io idq
di Dragone CaualiereGerar
V.
pag ,
.8
Di Confidato , Euſtachio , .
Ventura , figli del fecon

do Rinaldo · Cape V 1.

pag . 86

Di Vangelifta.figlio di Ventu .
ra , e di Pietro Antonio , Preto

re di Rauenna . Cap. VII,

pag . 96
Di Lodouico figlio di angelia

fta ,Cap.VIII. pag.11s


Di Nicolò , e di Girolamo , fi.

gliuoli di Lodovico. Cap.IX.

pas . 147
Di
1
Dr Euftachioje Gabriele,
figli

di Nicolò, e di zutti gli altri

o loro defcendenti. Cap. X.

page basis
is T9
es sogar ih

46919

Suntsii ina **

ii . **** iba't
dy

sisga tih oblici

odol .

21.gb.camion is losing
BERAT SOTAME

Imprimatue li vider

biturRenterendiſs .

P.MS.P.A : 2014
V blunch or Tit ? 65 )
.2.7 50,5 :13 ) $ 10:? O
M.Card.Ginaiius Vicarius.
gnilo 1 s 011.)CJEDI DI
OST.2023 ) 375

Imprimatur ,

F. Hyacinthus Libellus Sac.

Pal. Apoft. Mag.


OR
AT
RN I
OV
E SIS
AL G D'A

e ore d ffettche o
I luftr Sign .A e pole
la Difeſa del
a a
Al . igli ra gon
1 2
pe r itFiazm
a dhe ,GDlo :Felice
5

Alluigi,galutinnouino colaal
cuna contro la medeſima vuole
queſta Sacra Conſulta , che V. S.
rimuovabeniimpedimento the .
fulle ſtato dato ad Euftachio ,e Ga
ſpare Confidati Dragoni. Effegui
ſca , e Dio la guardi . Roma
18.Agoſto 1666.
Al piacer di V.S.

F.CARDINAL CHIGI.

. ? 'l dil a dozh . I

Per Monſignor Rauizza Secretario


Sigiſmondo Spada ,
I

DELL'ALBERO

DELLA FAMIGLIA

DRAGONA

CONFIDATA

CEP PO

CAP. I.

Principij delle ;

Famiglie nobili
d'Italia , ancor

che ſiano delle



più illuſtri , es
coſpicue, ſono ordinariamen

te così ignoti , ed incerti , per


la mancanza delle ſcritture ,

e di ogni altra forte di memo


А rie,
2 Albero della Fam .

rie , che nelle tante , e si cru


deli inondationi de Saracini ,

de Goti, e de'Longobardi, e
e d'altre barbare nationi , tut .

te infelicemente perirono , chº

appena ſe ne ha di qualſiuo .

glia elle fi ſiano , ò per fem

plice relatione di qualch' hi


ſtorico , o per antica traditio
ne qualche barlume . Tanto

e auuenuto alla Famiglia Dra.

gona,della quale , ( benche non


fi poſſa aſſeuerantemente af

fermare ) , e però aſſai accetta


ta opinione, ch'ella difcendef

ſe dal real ſangue degli anti


chi Duchi della Saffonia . Ata

teſtollo Fanuſio Campano

nel Capo 15. del quarto Li


bro
Dragona Confidata. 3
bro de Familijs illuftribus Ita
lie , doue dice : Domus de Dra
:
conibus fuit plantata in Afifio à

quodam Heroe Germano , de

Stirpe Ducum Saxonia . In


vna raccolta di antichità

gia fatta dal Signor Gio : Bat


tila Bini G leggono regiſtra

te queſte preciſe parole : Nel

1133« efendo la Città d Afifi ;


dominata da Clotario Secondo
Imperatore , ne inuefti per Si

gnore , e. Padrone Ridolfo de


Dragonis deſcendente da i Du

chi di Saffonia ,& c.Hanno poi

ſeguitata" quefta medeſimaw


opinione Lodouico lacobilli
nelle Hiſtorie dell’Vmbrias

il Buodamici in quelle d'A .


rez
A 2
4 Albero della Fam .
z z o
re :

aflai bene , col tenore del Bree


ue dell'Inveſtitura della Città

d'Afili che ſi diftenderà ap

preffo , doue Clotario Secon

do Imperatore , che purera


del fangue di Saffónia chia

ma;Ridolfo Dragoni, ſuo con


1
fanguineo .
Il primo di queſta Caſa,
che ſi troui nominato nelles
1
fcritture antiche è : yn tal Lui

tulfo , il quale generò vn fi,

glio nominato Buoncompa .

gno, da cui nacque il primo


Rodolfo , che fù Padre di Fe.

derico, di Confidato ,e di Pao

lo , e queſto generò cinque fi.

gli Buoncompagno , Giouan


ni,
Dragona Confidata 5
ni, Raniero , Dragone, e Ro
dolfo il ſecondo , di cui ſi ve

de , nell'Archiuio della Chie


ſa Catedrale d'Afifi yn bel

liífimo Iftromento dell'anno

1144 , dou'egli dona alcuni


Terreni alla medeſima Chies

fa , colla preſenza di Rinaldo

ſuo figlio , e d'Ildegonda fuas

moglie ; figliuola del Contes

Monaldo . In queſta ſcrittu


ra ſi fa mentione di tutti i fo

pranominati Afcendenti per


linea retta dello ſteſſo Rodol

fo , e particolarmente del fo

pranominato Luitulfo, primo


capo di quefta Caſa : Haurei
bramato di portare in queſto

luogol vs tale Iftrometogiau


A 3 ten
6 Albero della Fami

tenticato , per mano di publi,


co Notaio, conformeè il mio

coſtume ; ma per elfere fcrits

to con caratteri Longobardi ,

& a poterlo ben leggere diffi


ciliſſimi , non'hò hauto fortue

na ' di ritrouar nel paeſe vn


Notaio , a cui baſtaſſe l'animo

d'intenderlos c copiarlo ; onde


mi perfuado , che mi li farà

honore di credere alla copia ,


che ne cftraffija , medefime

con quella fedeltàs colla quale

jo profeffo di ſcriverc , tanto


più , che tutte l'altre ſcritture

che appreflo diftenderò fono

perfettamente publiche, & air


tenticate . L'Iſtromento dun .

que è del tenore , che ſegue :


In
Dragona Confidata. 7
In Dei noasine Amen ... •

Ab incarnatione Salyateri ma

stri Iefu Christi millefimo efn .

; tefimo quadragefimoquarto die


quinta menſis regnante

nunc in Italia Domina Corra .

do Sueno Imperatore Augusto

Septima manifestui fume


ego Rodolfo Comes , & Domno

Ciuitatis Afisij pro remedio ani .

ma mea , & pro redemptione


anime de Paulo Patre medico

de Confidato eius fratroom


mium parentum meorum ,

cum prafentia de Raynaldo filio

meo de Domina Ildegunda

vxore mea , confilia Munaldi

, imate
Comitis per hanc chartana
dicati indico , & trado vobi
Ca.
A 4
8 Albero della Fam .

Canonicis Ecclefiæ de Sancto


Rofino , e Domno Ildebrando

Epiſcopo Terram cum Caſa


modiorum intra

Comitatum Affinatum prope

Tyberim flumen cuim omnibus

iuribus ſuis ufque in Stratam


verfus Póntem Perusij vocabu .
lo : ... Cum pacto etj con

ditione quod dicantur Miffie


centum in Capella , quam ad
honorem Beati Sancti Gregee

rý construxit b. m . Boncompas

gno Comes filio de Luitulfo Co

mes, qui fuit genitor de Rodolfo


Comite , qui fuit Pater de Pau
lo Comite Patre meo vſque in

fundatione Ecclefia ,chocfa


cit cum confenfu de Boncompa

gno
:
Dragona Confidaia. 9

gno Comite fratre meo , & fac


> &ta eft hoc memoria Incarna
tionis anno iam di& to . Testes

fuerupt Amató filio de Petros


nio , Fauorino filio de Bernar :
ducio Comite Benza de Mon.

marte Cömite aliosjeco

1. Ego I cannes Cancellarius de

domno Rodolfo fcripfi, c.


Di Buoncoinpagno fi :

glio di Luitulfo, ne del primo


Ridolfo ſuo figlio , ſi troua .

áféra memoria più riguarde

wole, Folamente offeruandoſi

che vengono ambedue carat


terizzati col titolo di Conti .

Queſto titolo , non sò con


quali mežzi, in qual congiun

tura ; in qual tempo ſi afſu


AS mef
10 Albero della Fam .
meffe la Famiglia Dragonar ;

c però certo , che lerettò luna

gamente , e fù poi vſato dal

Ramo de' Buoncompagni


Dragoni di Viflo , diramati da

queha Caſa , come appreſlo


diremo .

Di Gonfidato , figlig di
Ridolfo , non habbiamo pari.

mente altro rincontro ; mais

Paolo e Federico generati dal

lo ſteſlo primo Ridolfo , riu ,


ſcirono due chiari lumi del

valor militars leggendoſi di


loro , che ſi ritrovarono alla
famoſa, liberatione di Geruſa

lemme forta : Goffredo Bu

glione . Così afferma tra gli


altti Gio : Franceſco Negri,
nel .
Dragona Confidata .
nella ſua Hiſtoria della Guer ,

ra ſacra , doue al foglio 44 ,

proferiſce queſte preciſe paro

le : Ritrouo ancora in diverſe


Historie regiſtrati frà Cama

pioni di Christo in queſta guere

ra ſacra molti perſonaggi Ita :


liani , de quali ſe ben le cari.
che non mi ſon note , non debbo

defraudare i nomi del meritata


registro , e ſono i ſeguenti Scii
pione Sauelli , e Giouanni fuo
fratello armarono alle proprie
!
pele due mila fanti Giorgia

Ceferino Romano, Filippo Bof


chetti Modaneſe, Aicardo Gui:

dotti , Luca GrimaldiGenoue

Je , Alderano Cybo , Scipione

Guaſco nobile Paveſe , Antonio


A 6 Ma .
Iz Albero della Fam ,

Marionida Gubbio , Rinaldo


Conte di Coccorano nobile Pea

rugino, Federico, e Paolo figli.


uoli di Ridolfo di Buoncompa

gno Dragoni Signori d'Afiji ,

da quali diſceſero poi i Signori

Buoncompagni, & c. Ridolfo il


ſecodo, figlio di Paolo, e quel
lo di cui ſi vede il belliffimo

Iftromento , ſopra diftefoEgli


meritò d'efferi con libera do

patione honorato dall'Impera


tor Clotario fecondo dell'in

tiero dominio della ſua Pam

tria, nella quale, per quanto ſi


vede haueano i füoi antenati ,

fenza titolo di legitimo ac

quiſto , Colla ſola potenza fi


gooreggiato ' Della verità.
di
Dragona Confidata . 13

di queſta donatione fi conſer


ua il Breue originale appreſlo
all'Eccellentiſſimo Sig. Duca

Buoncompagni di Sora del

tenore che ſegue : In nomine


Sanctaje indiuiduæ T - rinitatis
Clotarius diuina fauente cle

mentia Romanorum Imperator

femper Augustus Aequitas iu

Atitie , d) Regnï authoritas nos .

admonent ; omnium quidem

Ytilitati profpicere maxime De

rò confanguineorum nostrorum
petitiones modis omnibus, adiu

uare , & promouere ; Ea pre.


CON

nei noftri Rodulphi de Draconi

bus adnuimus.net ) attendentes:

ſynceram.fidem , & grata obfe


quias
14 Albero della Fam .

quia, qua imperio, ea nobis ex

hibuit , t ) in pofterum exhibi,


biturus fit locupletare , & deco

rare ipfum , omnes eius ſuc


ceßores volumus , bet pra :

fentibus, & futuris notum fit

folita nostra liberalitatis cles


mentia concedimus , in per

petuum donamus. Afifium nobi


lem V mbria Ciuitatem fibi
,

omnibus eius fuccefforibus , cum

omnibus Tenimentis, diftrictu ,

to pertinentis fuis.com cum oma


nibus honoribus tam intra , quã

extra Imperium attinentibus ,


admonentes quod quicumque

hoc ftatutum nostrum donatio ..

nis violare præfumpſerit centum


libras auri puriſsimi componat ,

qua .
Dragona Confidata . 15

quarum partem Camera no ,


i
ſtre, reliquum verà parti léfé ,

vel ſuis baredibus perſoluat .

Vt autema mostra hæc donatio


firma , & inconcußa perma ,

near bana paginam inde ſeria

bi , figilli nostri impreſsio

ne muniri iuſsimus , testes

gui prefentes aderant fubno.


taxi fecimus , quorum nomina
har funt .
Dux Bavaria ,

... Obiurgus Dux Karintia .

Carolus Frigenfię. Epi

fcopus.
Godefridus Comes Påla.

tinus

Abbas Epternacenfis

Rodulphus Comes de
Sueca
16 Albero della Fam .

Suerbach 03,4,5
I
Ludouicus Comes Ver
maulat

" Sigefridus Depifer , egin

quamplures aliyoit

Signum D. Klotary Sed


cundi Romanorum Imperatoris

inuiçtiſsimi
A &ta funt hæc artno Do
minica Incarnationis millefimo

centefimo trigeſimotertio India

&tione fexta regnante D. Klota

rio Secundo Romanorum Im

peratorė glorioſo anno Regni, et )


.
Imperij ſui octauo

Da queſta ferittura con


cludentemente argomentafi ,

che la Famiglia Dragona go


deffe interamente il dominio

del
Dragona Confidata . 17
della Città d'Agli fua Patria ,

come poi laſciarono scritto

anco in altri tempi diuerſi


Hiftorici : Fanuſio Campano

nel ſopracitato luogo laſciò


fcritto , che Famlia de Dra

conibus Klotario Imperato


pro
re anno 1133. Patriam domi

nauit , etc. Nelle Chroniche

de Signori di Brunforte ſi

legge, che Domus de Draconi

bus tempore Othonis Primi Ime

peratoris initianit " , tt ). annd

1133. pro Clotario Imperatore


Patriam dominauit ; Ludoui

co lacobilli nell' Hiſtorie del

l'Umbria , il Buonamici in

quelle d'Arezzo , & altri >


affermarono il medeſimo

Ve
18 Albero della Fam .
Vedefi ancora molto chiara

mente nel primo iftromento


fopra diftelo , in cui Ridolfo
s'intitola Comes a Domno Ci.

uitaris Afisij , & in vna anti


chillima Chronica , mano

fcritta in pergameno , che ſi


conferua nella Biblioteca di

S. Franceſco d'Alif fi legga

no le infraſcrittc parolc cltrat

te fedelmente per mano di

• publico Notaio .
In nomine Domini Amen .

Hoc eft copia cuiufdam parti

eule extracte per me Notas


rium Sacri Conuentus S.Fran .

ciſci de Afipo de verbo ad ver :


bum proutiacet ex libro anti

quiſsimo manufcripto existen


te
Dragana Confidata ... 19 .
te in Bibliotheca do Sacri

Conuentus omiſsis alijs enci


Cila Clotarius fute ne

pos Henrici , filius Orhanist

concefsreduno Affinie domui

de Draconibus, que mudo.confi

data eft ,

. : Et ego Franciſcus Ho

mupbrins de Affio publicus v.


traque enibaritase Notarius

banc copiam ex ſuo originali fi


deliter citrixin exinde cum

Andersconcerdami falua , ei

Ideo ad fides ne fubfcripfa re

quifitust
. Loco * figni .
E fi çünferma qucfta .
( verità collaſſertione d'vn Co.

À dicillo di Ventura Dragoni,


>
che appreffo ſi leggerà in pu
bli.
Albero della Fam .
}
blica forma diftefo , dou'egli

fi chiama figlio di Rinaldo

Dragoni , qui fuit filius glorio

fi memoria magnifici Rodal

phi, qui fuit Dominus Afisijo


Dragone fratello di Rio

dolfo ancor egli fù huomo di

Vaglia , e di gran potenzas :


Diluiparta il P. Ciattinel fet
fto libro della quarta parte

delle ſue Hiſtorie dell’Vmbria

in queſta guiſa : Nel 1931.

Clotario Imperatore iftawi ale


cuniſuoi Vicarij in Italia ,

tra gli altri Dragone de' Drai

goni nel'V mbria , il quale fu

fratello di Ridolfo Signor d'


Alif :-0 1031.:Vibo

Buoncompagno , Gioa
uan
Dragona Confidata. 21
uanni , e Raniero , lafciarono

quaſi nel medeſimo tempo, la


Patria, e si andarono a ferma

je in Viffoni Terra qualificata


dell'Vmbrïa , doue fecero ac

quiſto de i Caftelli di Mace

reto, d'Appennino, e d'Vlmi

ro ; de quali furono detti poi


Carri , Come & in qual tem

po i Buoncompagni Dragoni
faceſſero acquilto di tal Con
tea non è ben noto , ſappiamo
ſolamente di certo che l'han

no gaduca , ed.è verifimile ,


che vi ſi ritiraflero in tempo ,

che Ridolfo efiendo ſtato di

chiarato Signor d'Arifi , do

uette voler goder ſolo quel


dominio , che ordinariamente

1 non
22 Albero delka Frames

non è capace di compagnia .


Confermano queſta verità de
due belliflime atteftationi, chc
ne fece la Communità di Vif

fo Panno 1640 , in vna delle

quali reſtituiſce l'antica Citta

dinanza al Signor Conſtanti.

no Buoncompagni d'Arezzo,
nell'altra fa teftimonianza di

tutta queſta Afcendenza, è ſo


no del tenore infraſcritto .

Confalonerius & Priores

-Popüli fidélisViſsi.

Teftamur. cunétis , ad

quorum manus præfentes noftra

peruenerint Illustriſsimam Bon


compagnorum conciuiam no

ftrorum Profapiam inter pri

marias Viſsi familias em nobis


lif
Dragona Confidára. 23
tiſsimam , com antiquiſsimam

o effe infignes ex ea longa ne dum

annorum , ſed gloriofa faculo

rum ferie prodille Viros Pon .


tificibus, ea Cæfaribus caros ,

non folum armis Eminentiſsi,

mos, fed iuris prudentiæ dočtri.


na tota Italia celeberrimos , eos

quoque anteactis temporibus

Caftrorum Macereti , V Imiri ,


et Appennini Comites præpo

fuiffe , vt etiam ad hac


tentes
nostra tempora eorum memoria

tuba fama reſonet immortalis .


Inclytá hanc, generoſam
fa
miliam ( præter eos , qui Viſsi

dictorum caftrorum Comites re

manferunt) quorum adhuc ex


tant licet temporis iniuria fint

fo
24 Albero della Fam .

ſolo aquata veftigia caftrorum


quidam illuſtres Heroes adva.

rias Italia partes felici fuccef

fione transfuderunt , vt alij

Bononiam Ciſalpina Gallia


Vrbem claram , co potentem

ali Aretium nobilem Thufcia

Ciuitatem , alij fulgineum cele

brem Vmbriæ locum , alij Bel.

fortem tranſmigauerint, ibique

Buncompagnam ftirpem propa

gauerint ,Gloria enim non pa

titur anguftis claudi confini


ab
bus . Hæc præter ea quæ

Hiſtoricis, & antiquis Scripto


ribus posteritatis memoriæ tram

dita funt, nobis etiam per vete


rum noftrorum traditionem re

lista adeo apud nos certo inno-.


te :
Dragona Confidara. 25
tefcant, vt de eorum fide dubi

tari non poſsit. Fama eft etiam


metusta cuius memoriam vo

rax temporis Linea fere confum


Pfiffet nifi in noftrorum ciuium

pečtoribus ſumptuofius quam in

are , aut marmore excuſa per


quam
*

nem in nos transfuſa radices


fuas propagaſſet nobilem hane

Familiam ab ſatrape Germa


no de gente Draconiorum é Sa.

Xonid Ducibus orto, principium


7
fumpfiffe fuum . Hic enim ab

binc annis ferè feptingentis 0.


thonem ſecutus Imperatorem
cum capiendo Diademate in

Italiam proficiſceretur ab eo
regimıni Afisj Vmbri & Ciuita
B tis
26 Albero della Fam .

tis fuit præpofitus vbi Draco


niorum Familiam plantauit :

Ex hac Draconum gente orto

poftea eximio Viro nomine Bon


tompagno hic Aſisij Ciuitate

reličta Viſsi Familiam ſuam

plàntauit ; eo ab fuo nomine


nouum cognomentum profapic

dedit , cuius felices , ac gloriofi

progreffus, qui poftea fuerint te


stimonio noftro non egent, fat

enim nouit orbis illius propaga

tionis miracula dum Grego

rium Decimum tertium Ponti

ficem Optimum Maximum , ne

dum Boncompagna Familice


fed virtutum omnium
gloriam ,

compendium Chrifti Vicarium

veneratus fuit in terris, ei rea


MO
Dragona Confidata , 27

nouatam tunc vidit , ſenfis


in eo aurei faculi felicitatem .

In quorum omnium præmiſſo


11
rum fidem , ac testimonium

præfcntes per Cancellarium no


Strum fieri iufsimus , ac noftro,

quo in fimilibus vtimur feci,

mus figillo muniri. Datum Vif.


} ſi ex Palatio nostre folite Reſin
dentia hac die 22.Maj 1640.
locus * figilli.
Nicolaus Antonius Amalia

deus Cancellarius de m .

Confalonerius ex Privres

Populi fidelisViſsio
í lustriſsimo ac Nobilif

fimo Viro Conſtantino Bono


compagno Patritio Aretino
ex Comitibus Macereti ,

B 2 Cin
28 Albero della Fam. i

za
Ciui Viſſano

jis . Inclyta Boncompagno


rum Proſapia Vißanorum Ci
vium olim Caftri nostri Mace .

reti Comitum gentilium tuu

rum adeò antiquitate celebris ,


nobilitate clára, potens opi ,

bus antea & tis.facsalis Viſsi eni:

suit , vt eius fplendorehac Paq


:

marum Italia Vrbium felici

tati : Recognoſcit illa fua pri


mordia natalis de ftirpeDucum

Saxoniæ , ex quo primum orta

Familia de Draconibus Afisij


Umbria Ciuitatis, quia quan

doque cx Caſaris Clotari Iu .

nioris indulto eiufdem Ciuitatis

Domina imperauit . Ex Afisij


Vr
Dragona Confidata. 29
Vrbe circa annum , & c. difcef

fit nobilis Heros Boncompagnus


de Draconibus , qui Viſsi Fa

miliam fuam plantauit , ab

fuo nomine gloriofum Boncom

pagņi cognomen proſapia dedit


Federicus Bo Paulus milite's

ftrenui ſub Godephrido Bullio

no Paleština Rege in Hieroſo

lyma recuperatiene pugnarunt.


Horum nati maiorum ſuorum

% exemplis excitati plurimum in

1 re militari, plurimum litteris


-valuerunt, vt Pontificibus.

Cæfaribus cari , non ſolum Mac

cereti Caftri Comitatum obti

nuerint, fed eorum meritis ad


maiores honores meruerint pro

moueri . Profeti ex hac Fa


B 3 mi.
Albero della Fam .
30
milia Ioannes ac Raynerius

Boncompagni glorie cupidi, ille


Bunoniam in Cifalpina Gallia,
hic verò eAretium in Thufcia

celeberrimas Vrbes tranſmi

grarunt , ibique mobiliſsimam


Boncompagnam Profapia pro

pagarunt , licet poßent ex


hac generoſa stirpe plures Ilu
fres Heroes,tam litteris quam

armis præftantiſsimi numerari,

ut inter Lureconfultos qeleber


rimus ille Comés Cataldinus de

; qui tractatum de Syn


dicatu ,es de translationeSacri

Concilij Bafileé confcripſit, et


Concilia criminalia compilauit

omni doctrina varietate refer

tá , ac Troylus Boncompagnus
Dragona Confidata. 3 !

Vilfanus Ciuis, e Comes Vr.

bis Senator : Multo gloriofisha

tamen cateris omiſsis præferri

debet. GREGORIVS Deci

mus tertius Pontifex Maxi.


mus, omnium litteris, æternita

ti commendatus Boncompagne

Familie gloriæ compendium .


hec Auorum tuorum
Maiorum

decora nobiliſsime Constantine,

' à Gente noftra, men


Sapiſsime

te animoque reuoluta , dopra

, quibus
derea propria etiamina
renites tamquam legitimus ban
res ornamenta virtutum cau .

Ja fuere's rul Senatus nofter it

twoſque deſcendentes in infiri


aum ex.Proſapia Boncompagna

.de Vißo Macereti Comitum


B 4 oriun .
32 Albero della Fam .

oriundos recognofcerent ciuer

que Vilanos confirmarent, pro


ut nos harum ſerie authoritate

nobis à Generali Conſilio hodie

celebrato , nemine difcrepante


conceſſa recognofcimus, te, tuof

que posteros in infinitum pro


veris, & legitimis deſcendenti .

cus ex nobiliſsima Boncompa .


gnorum olim Comitum Mace .

reti Familia , e in Vißands

Cines, quales gentiles tui exti.

terunt cumfolitis ; & confuetis

honoribus , gratys, priuile.


gýs reintegramus ; confirma
mus, recipimus, eos admittimus

maximum erga Boncompagna

nofram Proſapiam huias Po

puli grati animimonumentum .


Va
Dragona Confidata . 33
Vale, ci maiorum tuorum se

Etator viuas femper communis

glorie incrementum . Darum


Viſsi ex Palatio noftrae folita

Reſidentiæ die 21. Oétobris

1640. locus * ſigilli


Nicolaus Antonius Ama .

deus Canci de m .

Col tenore di queſte due


molto chiare fcritture pare à

me che affai giuſtificatamente

fi poffa conchiudere la verità

di quanto fin'hora s'è detto :


Quindi fi vede , che da Buon

compagno fi mutò il cogno


me de'Dragoni al Ramo , che

paſsò in Villo , doue fi diſſe

poi ſempre de' Buoncompa.

gni : Ab ifta Familia de Draw


B5
34 Albero della Fama!

sonibus :( replica nalmentóda

to luogo Fanuſio Campano)

originem duxerunt Boncompa

gni de Villo:fic dicti à quodam


Boncompagno de Draconibus :

Fiori queſto Ramo da Buon

compagno in Villo progene


rato per molti fecoli , e diede
alMondo huomini e nell'ar

mi , e nelle lettere , e nelle di

gnità Eccleſiaſtiche illuftri .

Hoggi rimaneeſtinto , e ſe ne
truoua folamente vn germo

glio in Foligno, de'cui


Aſcen .

denti, comeanco di tutta l'in

tera Genealogia de'Buoncom

pagni di Viſſo ſe ne legge


l'Albero tutto diſteſo , eben

proúato da Ludouico lacobil


li
Dragona Confidata. 35

li Antiquario di chiaro nome


nelle ſue Hiſtorie dell' Vm
bria .!

Raniero l'altro Fratello

di Ridolfo Signor d'Affi , ha


uendo per qualche tépo dimo

rato con Buoncompagno in


Viſſo per deſiderio di gloria ...

e di cercar Patria altroue di là

parti, e doppo hauer ſcorſa


buona parte del Mondo , ri
tornato in Italia ſi fermò nel

la Città d'Arezzo in Toſcą .

na , doue effondo ſtato am

meſto alla Nobiltà' di quel

tempo intorno agli anni di


Chriſto riso. vi ſi accaso , e

diedeprincipio alla ſua Fami

glia , che pur anche de'Buon ,


B 6 com
36 Albero della Fam . I

compagni di diſle .

Queſti fi diffuſero in tan

ti Rami , che fu yna delle più

numerofe Proſapie ,ch'io hab

bia ritrouato già mai , e tutta


la loro Afcendenza ſi legge i

con molta diligenza deſcritta,


e ben prouata dal Buonamici

nell' Hiſtorie d'Arezzo da i

primi fino agli vltimi, de’qua


li ( c pure è vero ! ) hoggi

non ſe ne vede reliquia alcu


na ) eſſendoſi quella Famiglia

d'Arezzo ( non ſon molti an


ni ) eftinta per infelice fatali

tà , quando era più mume


roſa .

Giouanni pur Fratello

di Ridolfo Signor d'Aliſi nel


me.
Dragona Coufidata. 37

medeſimo tempo , che Ra


niero andò à fermarſi in

Arezzo paſsò egli a Bologna


6 e quiui gittò le fondamentas

all'altra Cafa de' Buoncompa

gni Dragoni . Da queſta Ca

fa vfcì quel grande Vgo , il


quale ; trà i fplendori de
fuoi nobilifimi Natali , has

uendo fatto fpiccar fopra ad

ogni altro il merito delle pro

prie virtù creato prima Car


dinale di Santa Chieſa da Pio

Quarto fù poi l'anno 1572.


aflunto al Sommo Pontificato

col nome di Gregorio Deci


moterzo , onde nel gran Ra

mo de' Buoncompagni Dra .

goni Bologneſi ſono ſtate , s


fon
38 Albero della Fam . 1
fon tutta via familiari le Por

pore Cardinalitie , le Mitre ,

i Dominij d'ampliffimi ftati ,

le parentéle con le Cafe fou


sane , e quanto può.maieſſere
deſiderabile da Principi gran

di . Vedeli molto ben proua

ta per via d'Iftrománti publici


tutta l'intera Aſcendenza del.

la Famiglia Buoncompagna

Dragona Bologneſe dal Dot

Timo Alidoſij nella fua No.

mántia , e nel Rogiậro delleb

Famiglie di Bolognate di que

Ho ſuo principio fanno ampia


fede Lodouico lacobilli , il

Buonamici ne'luoghi ſopraci


tati , e Fanufio Campano , il

quale nel fopranominato fuo


luo
Dragona Confidata , 39
luogo laſciò ſcritto che A
Familia de Draconibus orta eſt

Familia de Boncompagnis de

Vißus, quia habuit Comitatum


Macereta , eo ab ifta defcen
derunt ifte bina Familia : Fa

milia de Boncompagnis de Boa


nonia, ea Familia dc Boncom

pagnis,deAretio .

i RA
40 Albero della Fam .

RAM I
2 ...

DE DRAGONI

CONFIDATI

DAS IST

Doppo che perſero il Dominio


di Afifa

Oppo hauer dimoftrace


le radici dell'Albero

della Famiglia Dragona, e de


ſcrittone colle neceſſarie giu

ftificationi il Ceppo conuie

ne , ch'io faccia paſſaggio alla .


deſcrittione de'Rami, che dane

me farà fatta con cguali , e


for
Dragona Confidata. 41
forſe anche maggiori pruoue

tratte da Storici approuati, da


marmi antichi , e da ſcritture

autentiche . Parlaremo dun

que primieramente

Di Oddone Diopol

do , e Rinaldo figli

di Ridolfo Signor

d'Afifi.

?. CAP. 11 .

Idolfo Signor d ' AGG ,


R come ſopra conclus
dentemente provai generò tre
1
figli, Oddones : Diopoldo ܳ,
‫ ܕ‬e
Rinaldo : Il primo per quan
to
42 Albero della Fam .

to narra Ludouico Iacobilli


pelle ſue Iftorie dell'Vrbria

morì militando con cariches

principali à i ſeruigij dell'Im .


peratore Arrigo Seſto : Dio .

poldo fi legge , che l' anno

11916 foſſe Vice Redi Napo

li, e che nell'anno 1209. dal

l'Imperator Otton Quarto fur.

ſe creato Duca di Spoleti , e


Conte d'Acerra, col titolo an

co di Signor d'Afili , il cui do


minio era già ſtato perſo dalla
ſua Caſa come diremo . In

vna antichiſſima Chronica .

che è nella Libraria del men

touato Jacobilli li legge , che

Diopoldo Dragoni nel meſe ,


di Marzo dell'anno 1210 .

CO
Dragona Confidata. 43
coſtituì al Commune di Foli .

gno i ſuoi confini,e nel 1213 .


donò alcuni Caftelli alla Città

di Spoleto, e che alli 7. di Fe


braio 1248. ritornato in età

quaſi decrepita per ripoſarſi


nella Prouincia dell' Vmbria

foſſe quiui dall'Imperator Fe


derico Secondo creato Vica

rio Imperiale .

Di Rinaldo fi fa primic

i ramente mentione nell' Iltro

mento diſteſo di ſopra dell'al


ſegnamento di alcuni Terreni
fatto alla Chieſa Catedrale

d'Afifi da Ridolfo , che iui af


feriſce di contrattare cum pre

ſentia de Raynaldo filio meo :


fe ne fà altresi memoria in
44 Albero della Fam .
yn codicillo di Ventura Dras

goni , che fu poi ſuo figliuolo,


appreſſo diſteſo , in cui Ven

tura fi nomina filius Raynaldi,

qui fuit filiusglorioſa memoria

magnifici Rodulphi e nell’Iſcrit

tione ſepolcrale, ed in molte's


altre ſcritture appartenenti al
lo ſteſſo Ventura , com'à loro

loro luoghi potrà offeruarſi .


Succefſe Rinaldo nel domi

inio d'Afifi al Padre ma vi du

"rò poco ; imperoche per quan


to narra nella ſopracitata fuas
Raccolta d'Hiſtorie il Signor

Gio: Battiſta Bini con quefte

preciſe parole : Nel 1162.


ali 27. di Giugno Federico

Barbaroſa tolfe la Città d'Afiſ


a Ri
Dragona Confidata. 45

à Rinaldo Dragoni , e ne inue

ftì un ſuo nipote chiamato Cor


rado, à cui non ſolo diede Afili,

ma Foligno , e tutto il Ducato

Spoletano : Queſto Corrado era

deſcendente da quel Berardo ,

che fu Padre di T rincia;il quan

le per la ſua prudenza , e valo


ré diede il cognome alla ſua

Famiglia de Trinci
,& c. Spo
gliató del dominio d ' Alifi
Rinaldo ſe ne andò à Spoleto,

e quiui tanto ſi adoperò , che ,


vi fu creato Duca , per eſſeres
ſtato nel medeſimo tempo
1 tratto dal foglio Diopoldo

fuo fratello dalle repulſe de

Perugini, ma guari non andò,

e che rimaſe anco priuo del

Du
46 Albero dela Fam .
Ducato di Spuleto , d'onde fu
diſcacciato dall'arıni Ecclefia .

ſtiche, e così ritornò in Alili ,

doue morì in fortuna di pri


uato Caualiere . Tanto rac
conta il P. Ciatti nell'Ottauo

libro della quarta Parte delle


fue Hiſtorie dell'Vmbria .

Di Ventura figlio di

Rinaldo .

GA P. III .

V generato da Rinaldo

di Ridolfo vn figli
F
uolo , che ſi chiamò Ventura .

Queſti per quanto ſi ritrae


da .
Dragona Confidata . 47
' Iſtromenti ,
dagl che di lui

parlano fu ſoggetto di molto


valore, e di ſperienza ſingola.

re nella profeſſion dell'armi,


onde meritò fecondo I'vſo di

que tempi d'clier armato Ca


ualiere per le mano dell'Im

peratore , leggendoſi nel Co.


dicillo,, da lui fatto l'anno

1276. Et appreſſo diſteſo , in ,


lgnito del titolo di Nobilis

eques, che non può ſignificare


altro nelle ſcritture di quegli

anni, che queſta qualità


come
ben nota con fodiſfimi fon .
damenti il celebratiſſimo Sci

pione Ammirati il più vec


chio nel breue Trattato de

Titoli antichi nella ſua Hiito

ria
48 Albero della Fam .

ria della Nobiltà Napolitana.


Queſto medeſimo Ventura

ſi vede aſcritto frà Configlieri


della più ſcelta nobiltà dellas
1
fua Patria ne'libri delle publi
che Riformanze d ' Afiſi ini

vn Conſiglio tenuto l'anno


1276 , auanti al Signor Iaco

po Offreducci Poreftà , & in

altri luoghi . " Leggeli altresì


lo ſteſſo Ventura deſcritro tra

ventiquattro Nobili Affani ,

che l'anno 1253. ſi ritrouor.


no in Afifi à ſéruir il Sommo

Pontefice Innocentio Quarto ,

che celebrò in quella Città , e


nella famoſa Baſilica di San
Franceſco là Canonizatione

di S. Stanislao Veſcouo di

Cra
Dragana Confidata. 49

Cracouna , della quale eſſena


dona lata fcritta yna breue

relatiolle nc'libri della Cancel

laria del Magiftrato vi fu vegs

gono regiſtrati arco i nomi

de i ventiquattro Nubili , c

hobbero fortuna di rittoyar

uiſt , je fono deſcritti foto

queſto Titolo,Nomina vigin :

siquatuor Nobilium magnatú ,

de stirpe militari nobili Afi

finatum qui interfuerunt ca.


nonizationi prædi& tae egetres

quali lidegge nel felto luogo ,

Ventura. Raynaldi magnifici

: Rodolphi de Draconibus, douc

è da notarſi il gran citolo di

Magnifico , ch'allora elendo

i proprio de' Prencipi


' grandi
fo
50 Albero della Family
ſolamente ( come nel foprecio

Buto lungo affermo l'Ammin

rati) viene a dimoftrane , Rix

dolfo per quelSignore ;e Pein:

cipe che era stato della lucu


Patria , tanto più che à niuno

altro de regiteati nobili fi veo


die vn :cal titolo : attribuito ,
ancorche vi ſianosanche de

Signori dinuitetoſi , e quali


ficuti feudi sa come erano il :

Conte Faveripo diŞafforofio ,

della progenie di S. Chiarawang


ik Conte Offreduccio degl?

Offreducci ; & altri lor pari,

checot, ſemplice Dominus ca a

ratterizzari fi veggon ) .. Di

quetto Ventura habbiamo


ancora il Teftamento, & vn

Co.
Dragona Confidentes

. Codicilloscol tenor de quali

molta , concludentemente la

proua ch egli folle figlio di

Rinaldo , nipote di Ridolfo

Signor d'AGG Avacchi

çgli generalle i due figli de

quali la uremaa luo luogo

che fertile in moglie, vndia


1
Lama gata del nobiliflimo

Langue de ?. Conti Sciffidi Safe


forofio , da i quali nkilaglod

rioka Vergine S. Chiara.nl

Ictamenco xltratto in publin

ca forma autenticato per man

no di tre Nocari èquelto .

ma in Dei nomine Amendo

Hece copia cuiufdan foripiste

1 &lexiften, in quadam chania

pengamena in Cancellária fers


C 2 cre
31 Alberd Helado

treta Palatý Prioralis Seraphis

la Ciuitatis Afisij, cuius tenor


pridetiget. Illi Dei nomine Amen !

Annos Natiuitatis eiufdeth

milleſimo ditentefimo feptuka


gostimo fexto indi&tione quarta ,

Ecclefia Romana- Paftore invita


cante die fexta intrided whenfem

Septembris Cum verum huá


manarum viciſsitado quemli

bet debitum morti tribuium

foluere cogat , & dura ’nécefia

mas quemlibet ad fepulcrum trab


har , incertiſsimum fit qua

hora quis fit ovocandus. Hinc

eft quod nobilis vir D. Wentu

ra filius olim Raynaldi deDret


conibus prouidensfuturamortis

cafum licet adhuc Dei gratia

Sanus
Dragona. Confidann. 53

famous perpore Orifarm


, s etiam
mente promideren fuis poluit

rekomme portiplaus mortem dife


sendia oriantur inter fucceffores

foncier Gommendanit itaque

primum animam fuam comini

parenti Dao BeatifsimaKirgis


Wij en Sanctifiomnibus corpus

autem posuerte si fepeliri


infsis in Clerce an in Ealeſan

nowma Brati, Frankrifa ufiers


insit per fuashgredes infrafaret
} pods fepulcrum in ommiafue

Bermuun Ciameteredeeccleline
wwindiquasie iw Lagati quanda

pretium teremtoineata polas

tam im vocabulairolis keroris


interrisariafans.cui Atribus
latertibata AMPA A Hofpinalis
od C 3 Pona
54 Albero della Fam .

Pontis Gallorum , non heredes


olimNicotucci : Hæredes 4 **

remfuoseße voluit le proprio


ore nominauit D. Confidatum

diDraconibus wiodo pro Santa

Romana Ecclefia equitum Daz


cem co i Terra Gualdi prea

fidij caufa commorantem , com

RP. D. Nicolaum fuos filios


legitimesa naturales ex ipfosi

D. Iacobia de feiffis teias


legitima exoreiparosrogauit
autem me Notarium , hoc

nuncupatiuumi Feltumentaria
fcriberem prafentibus ibidem

infrafcriptis teftibus narium


Afisij Domind. Testatoris fora

in Porta J. Lacobi præfenibus


ibidlim Hoanne Anmodes Matut
** 0 be
. Confidata.
Dragona 55
bo.Petri, Petro Vitalisa Loans

nello Petriolo , Maßeo, Salomo

nis, co Philippo Offrenlong telin

bus vocatis, & c. loco figni.

Ego Bonafides filius olim Mi


chaelis Imperiali qutboritate

Notarius. quiade predictisyete


ideo me fubfcripfein folito

Jignofegnaniasibi suport
Et ego Petrus Cingulanus

deAfifio publicus Apoſtolica qua:


thoritase Notarius ses and pres

fons Cancellarius Communita

tis ditta Civitatis , quia fupra

di&ta copiam ex predicta chan.


taspergamena extraxi una cum

DD. Hieronymo Lucido , come


He&torre Baccellos concor's

date inueni falua tamen , FC


C4 fem .
50 Albera della - Hum .I

femper , o ide premtid for

ruim fidem hic me fubferipla,


fignauit compuebheani requiſitmp

haczWie 22 Ianuarij 1663.


locó xjignia lu's o& o
*** Et ego Hieronymus Lis,

cidus de Ayifio publicus Apo'


.
Folica authoritate Notarius ,

indexque ordinarius , ad

prefenseuria. Epifcopalis dicke

Ciuitatis Cancellarius quia de

topiani, mut fupralomractam

ex quadam charta pergama


existikanisin Cancellaria Priorală

Ciuitatis effesi una cum D.

Petro Cingulano Cancellario


Rriorali ; D.Hectorre Bas

cöllo Vicecancellario da Cura


urice

Encaps consocdang tinạn

fal.
Dragoña Camfidata . S7
fabia franpewideonadibidana bilo

mad. fubferipie publicamara

gatus reqwifetussencileridie
22. January 1663. loco

fagras por ingilis

* Es gaiteštor Daccelises

de Valfábrica - Affinaris Diese

cefisi publicus
. cApoftolica au .
thoritase: Nørurims judesopae
ordinarimad prefiensais

Canecklarsa Epifcopali fiſien.

Viicecancellarius ad extractio

nem Fapradiéte copia exiguas


dered atharta pergamena
Gameelitasia Priorali Ciuitatis

cofisij xxiften , interfai una

"cum D. Petro Cingulano Cana


cellario Priorali con D.Hiero

nepraka Lundcido Çancellario Cenie


olina CS
Epic
58 Albero della Fama

Epileopalit до біжитрий эдя

cum proprsouriginali jcodonchas


re inueni o ideo in premifforums
2
fidem hic ma fubfcripfi ,

publicaui rog. req: fakunagi

feriepers:& hacidie 2 andanud

201663. gnio Toh


- Il Qodicillo nella me

defima formas de medefimi


Notari seffrabro niqueroskiks )

зе:In Deri nequeinter alterada a


Hesef copia cuiufdamytriptea

***exiften in charta pergamena


in Cancelleria ſecreta Pakatan

Prioratis) Atihatintisimadinita

tirof stuïus prestigio


delicetwinnen 3.0*** . The

****** Deismainine & Amani

Cum certum fit quodistas ensinan


mil .
Dragona. Confideta. 89

millefimo ducentefimo feptikas

gefimo fexto ao fua die fraxed


currentis menfis. Septembris

egregius
. Vir nobilis Eques
Venturaq ., Raynaldi de Direta
conibus. Affienfis tunci temporis

fanus Dei gratia mente-fenfu


Csintellectu licet carpore lan

gucks medo aliquo fine faxipers

nuncupimtinam Tieftamentum
condiderit svogita masi Notarij

Kanafideis, iniquo pluka difpo

onde modo da Ventura


fimits

Jambat Dewigovasna Marley

intelektu poft d .Testamentuin

circa quaedam particularia fama


gulatim
bac difpofitum de bonis
fuispor has prafentes Codicillos

difpofuitas Kaucundidia ego - facia


C6 in
10 Albero della Fam .

in hunc qui ſequiturmodum.com

formam videlicet . Ipſe Ven ,


tura : cum hæredes ſuos fecerit

ftrenuum Ducem Confidarum


de Draconibus ORP D.Ni.

colaum ſuos filios e manda:


uerit ab ipfis fieri
ſepulcrum fuo

Domus in Ecclefia noua Beaii

Franciſci de Afilio videlicet

in cæmeterio ipfius Ecclefia

cum armis Domusde Dracunia

bus modo recordarus quod be,ma

Ramaldus . ipfous Testatorit

Pater, cofilius gloriofaememo

Magnifici Rodulfering
qui fuit Dominus Afrosij man
dauit in fuo Teftamento con

strui Capellam , feu Aluare


bonorem Deiin d.Ecclefia , che
cum
Dragona Confidata . 01
cum ipfe Teftator nunqua ho
, m c
fieri curauerit alijs impedirus

negotijs . expenfis . Hinc


, imponit Confi.
est quod Strictè

dato fuo filio , si id ipfum fieri

Guret intra annum ab abita ipo

focus Testatoris fubpæna caducia

tatis fuæ rata deuolutionis

ad Cameram Apoftolicam pra

fabricapire Ecclef ... Cetera


omnia in d.Teftamento, e fin ,

gabain ipfo contenta in omnibus

by fingulis ipfius paraikus con


framasis napprobanin
onzale re
wolwit afferens bares fuam vli
simam voluntatem effe, velfe

vuelle , quam valere voluit: iirk


Cedicilorum , c rogauit.ttici

mi: notariumizoo Artum

Afisi
61 Albero della Fame!!

Afisije Domi prefati nobilis Vie


Ventura de Draconibus pre

ſentibus Ciccho Archangeli ,

Paulello Iacobi, lacobo Ray.


naldi, td) Nanne Sperella testi
bus de Affio vocais, etc. Loca

* figni
BREgo Bonafides fil olim

Michaelis Imperiali anboriter

be Nietaris his fupradiétis vihaa


terfuii; curfupralegitur noi

. Quam copiam
gaiss. publicaui
ega Petrus Cingulanus deAfifia

publicus Apostolica antihoritatt

Notarius , po nd preſensi
Cinta
celarius Comunitatis di Cijuin

His extTaxi Ex du bana perge


mena * concordare innenin

cum'infraferipsi DD.Hieron

nyo
Dragana Confidatth 03.
. Lurige
wyma Anstore Baca

setko failaa. Kemudian , agar idea in


premidorura fidem hic me,

Jubfcripfa fagnana , Ceppudaljequi

requifiomn die hem phies22014

nigarj is ( Siladicu imaligini

Et ego Hieronymus
. Lys

cidus deAfofiopublicus:Aposto

Lipa anthanitate Natarius in

daxque axeinarintre paese

feas Curia Epiſcopalised Giungana


wisCancellarius Opujarfuprachine
*
& tam copian stratum *

quedarmelatih pergemengexia
. Gencellaria fegree, PAS

Lady, Pinckalite Giuithik


peptiemriginali na chama cha

Retro Ciн екiano Casegari

Rrjochlikdanfighina Hon
Etoo
64 Albero della Ram . I
flore Baccelte icteancellaria

Cintini Epifcopulis di Cilitaria

concordare inueni fatua femper ,

Be . ideò ad fidem hja me juben

feipfis compublicanis require

hac sie z tabonarit 166347

-j " Et ego Hector Briccelliss

de Valfábrica Dico Affien .


publictis Apostolica authorirasto

Nott indexiques ordinarier

ailprafens in Cancellaria Epau


Foopati exfifiim . Kicancello

rites ad extractionem fuprading


сорье qidadan sharon

pergamena
stora Palacy Pritralis Cinitatis

spasij ,exiften . tona tum prato

Script DD. Petco tingubanos


Dragona. Confidata. 65

Hieronymo Lucido interfui,


fa £ta cum proprio originali
diligenti collatione concordare

inueni. Ideò in premifforum

fidem hic me ſubſcripſi , compris

blicaui rogamus et) requifitus har


die 22. Ianuarij 1663 : falua

ſemper Oro. Loco *- figni .

Vedeli pur, anche nel


Cemeterios dela Chieſa di S.

Franceſco l' antichållimo' fe

polero, la cui fabrica ſi legge


da Ventura nel luo Telta.

mento ordinata coll'Armide

i tre Colli e capidi Draghi , in

Pietra roſſa, vera inſegna del

la Famiglia Dragona, e car


Iſcrittione à lettere Göte , col

nome dello Iteſſo Ventura , e


di
66 Albero dela Fam . "

di Rinaldo fuo Padre , e col

numero degli anni , quando

fu eretto ( cioè à dire qualche


rempo doppo il Teftamento )

de' ſuoi figliuoli & heredi .

Di quefto fepolcro ho hauuto

per bene di metterne ſotto gli


ccchi de leggenti vna copia
fedelmente delineata ; & al vi
o da honorato Pittore , il

quale ne ha poi fatta anches

'vna fede publica comeſi vede

faxo lamedefima figura dello

Tatlo fepolero 10.2433

A di
RA VE NTSEP
VRE
CLIN
XXAL
XV DIE
II
TE

{
68 Albero della Fam .

A di S. Giugno 1666.,
lo Giuſeppe Candonij fò fede

per la verità di hauer copiate

le qui aggiunte lapide da va

ſepolcro ártico eflente he !


Cemeteria di San Franceſco

d'Afifi ; t quefto to reftifico

con giuramento per la verità

Io. Gioſeppe Candoni mano

propria

tinnamine Domini Amem

Anno D.1666 . Indicta . tem


pore Pontificatus So D. Ni

Alexandri Divine prouidentia


Pape Seprima di ero detaude

Iunij Actum Afst in domomeri

Notarij prafentibus DR. 70:

Parrino & D : 10:Baptifta Ono

2 frio
. de Afilia isfubu . Do Loteple
Can .
Dmgona tendards 85

Candonius ſapradi tus Pi& tor


Affirefis mediosius swimento

satin cate recognitfupradil

Etam
fidem eße feriptane
Júlferiptam eius propria tant
omnia in
in ea concentaarele
vera , & c!!!
. 1

Erigo Francifcus Ono


frias publicus viragde ambori

tateNotarius de predi& tis ro

gatus ad fidem hic me fubfcri.

PF epkhacawi coco

figni e il marino 1. **39

recor. * '* !
milliy

- 3 = 1gi đâía13 gr : 3:31.


if30.102 ,

Di
79 Albero della que

Di NicolòVeſcouo ,

PeHi Confidato fia

gliuoli di Ventu

ra, e di Petruccio

opisu? : CAP. IV.

maar dag.zuia
site doen,
Alle dieſe due ſcritus

D are molto concludenz


cemente fi cicaudache Venta
ra generale due figli Nicola
Veſcouo , e Confidato , di

quali io ne aggiungerci anche


vn'altro , che fu nominato

Petruccio , ma perche nel Te .


ftamento nominato non lo

trouo mi vado inaginando y


chc
Dragana Confidata . 78
che naſcetle o doppo la morte

del Padre ,figlio poftumo,è


pare almeno doppo la cele
brátione del medeſimoTefta .

mento, hauendo io certamen .

te veduto in alcune ſéritture

Petruccio di Ventura di Rinal.

de . E particolarmente in vn
Iſtramento della Cancellaria

fecreta del Palazzo del Ma

gifttato d'Aſil rogato da Ser

Monaldoi di Angelo ti'apno


1305 doue la legge che Mar

fiolo Albrici vendçfle alone

e Cale prello a i beni di Benues

buto Vigilanti à Petruccio di

Ventura di Rinaldo . Di ques


ſto però qualunque gą l'elere

je ne laſcio la verità al fuo,


luo.
12 Albero della Famil

luogo, tanto più che poco ima


porta non ritrovandoni di lui

fucceffione alcuna . nlc "7.47

Nicolò feguitò la via


Ecclefiaftica, & trauedo hauun

to fortuna di naſcere ne' tem

pi , quando fiori in Alli: il.

glorioſiſſimo Patriarca ' San


Franceſce eda nobiliffimaia

Vergine Sama Chiasajeccitato

dagli eſempij dell'vno , e dell'

altra alla quale anche appar


teneua per ſangue y efiendo

Nato ! como foprazaccennai

dalla Signora facomaSciffide

Conti di Safloroffo progeni

toridella Santa , come apertas


mente ai legge nel Teſtamen
rodi Ventura'ſuó Padre , che
no
Dragana Confidela . 13
nomina Confidato de Nicola

i natii ex cipſo & D. Iacoba, de

Sciffis : csus legitima Vacre ;

entròs della Religione , dal


3 Santo Patriarca nuouamente

- fondata , e fu diede con molto

I feruore à ſeguire gli iftitutis

non posè rimaper


, però chin

la cea clauſtri la ſua viſgù , che


ngo , diffondeſſe anche quals

che poco i fuqit fplendosi di


fuera, onde haucndone hayu ,

3į teinelarjoni fingolari il Som ,


mole Roaufice Innocenzo IV .

lo shiamòà feio, e lo conduſie


per molti viaggi, e le credęya

affai', e fe pe ſerui in moltes

eccafioni . Finalmenge l'an

Áo 1259.fu creato Veſcovo


D del
dohra Tua Patipid dat : Vintele

in gwaldienttä Ano alllama

nộ Trai
137 : " OIỀN Đ

lub di legge re' librii antichi


dellerinftmorie ? dont Niche

deí Sacto eteribeb for dissan

Franceſėles, the dette la neceſ.

faria facohà à Friti dell'Or.

dine diivponealhabitáp squel


Cotfuchkoduoüalnonte fabria

eard yer vede pegiltrato il fub


nometrågn'altri de' Velconi

della Religione dell'Archiuis


dellonoCorentoandoa

fillubramatiðni , & inicioni

Vefcovali ( Pleggono with diuer

fe-Bolle pubhcate al fuosenia


põnellArchiato dello iteffio

Convento di S. Franceſco
lub le
Dragona tawfiddike s
lefariture deili Confrate rnit a

di S.Gregorio, & altroue. -1


ils Confidato l' aftro figlio

di Ventura s'applicò all'eleri

cinio dell'armi e da principig


eßendefi dichiarato partiale

dalla fattioné Ghibellina per

te speranze e hauea di poter

eikäe vogiorno 'redincegrand


dell'antico dominio ld) Ägfi

coll? aiuto Imperiale sfinalə


mente l'annonizco, fa dallas

Parias dous predaleuarlaganna


n
te Guelfasotutti i ſuojiadeo

renun viva forza difcaociacos

Cosi narta la forucitara chro


nica della Bibliotheca di San

Franceſco in Algo nella nam

ratione degli accidenti di queh


D 2 l'an
96 Albero della Fama
fanno con cuette parole anno

1300 hoc anno fueruntexpalfi


à Guelphis" Confidati ) alias

Dracones » Main quella con ,


giumtura hauendoli Confidato

vedutomancar l'aiuto , e l'af

Giſtenza Imperiale muiò pen :

fieri , e dichiaratoſi improuin

famente Guelfo tornò à i fer

uigij della Sede Apoſtolicas,


che da lui era ſtata anche altre

volte fecuita Imperoche egli

ne primi fuoi anni ki manteni


ne buo fuddito di Santa Chie .

fa, onde per efla militò con

carica di Capitan di Caualli ,


e tennc in nome di lei la Roca

ca di Gualdo , nobil Terras

dell'Vmbria : fi laſciò poicas


der
Dragona Confidata. 677

der verſo la parte Ghibellina


per le ſperanze che cominciò

à concepire , com’accennai, di
ritornar a dominar la Patriasi

Che egli fin dal 1276. fuffew


Capitan di Caualli ; e preſie
defle alla Rocca di Gualdo

molto chiaramente ſi legge


9
nel Teftamento di Ventura ,

fuo Padre , che lo chiama

Equitum Ducem pro San .


Sta Romana Ecclefia prafidij

caufa in Terra Gualdi.com

morantem , C. EG legge an
co ocl Teftamento di Ludoui

co ſuo aboepote , che à ſuo

luogo fi diſtenderà, doue-dice

Confidarus ipfius Teftatoris. Aber

Anus, quifuit Prafe & tus armo


D 3 rum
38 Albero dellearma !

ramarck Geplade of Bitomato


o
g
o
l

diede la diverſe fattioni così

grán laggio del ſuo valore, I

fece tali impreſe e fatiche,che


per non perder la memoria

delle fue gloriofe attioni i ſuoi

Defcendenti fi cognominaro
no poi de' Corifidati per ſem
pre . A lui fù dalla autorità

del SommoPontefice mutata


in parte 1 Amma , & impreſa
della Fainiglia , laſciando nel

l'antico ( cudo roflo , yno degli

antichi colli e capi de' Dra

ghi, & aggiungendo à queſti

il corpo di Colomba on vn

motto che dicevas tempora di:


&aſtin
Dragona.Confidatde 79

ftingue , quaq volelle inferire ,


che ſe prima queſta Famiglia

Gera dimoſtrata fiera, à guiſa

di Drago colla Sede Apoltoli


calkeguendo la parte Ghibelli.

na nas net pallar poi al feruigiə


della medeſima Santa Sede

havea faputo molto bep die

Hingyere i tempie fakl cono


fcere altrettanto ,diyota ,oalli
itendo come Telta di vigilan

diflimo Drago fu l'ennocente ,

Colomba della Chieſa di Dio:


She iſoggettidaqucita Cafa

--vſçisi fi.erano poidall'eſer di

Draghi , tramutati verſo il fir


sóc in Colombe , e cheperè da

Lognuna dilingueffcto que

fti due tempi Che etii ( hag.

D4 uen
80 Albero della Adina

neaño ſempre fapatos e douca


rebbono anco ſapere in per

petuo voir la prudenza milia


tare, figurata nel Drágo alla's
naturale fchiettezzato molto

propria di chi naſce Caualicre

figurata nella Colombas e


che però hauriano altresì ben

faputo diftinguere i tempi: &


accioche alla fine qildiſtin .

gueffero dal Mondo i tempi

ne quali furono quelti , deici


de Dragonida quellis'ne'quali

6 fariano cognominati de'


Confidati. Di qucha mutatio

nie d'Armeje di cognome fà


molto chiara teſtimonianza la

scopia della Cittadinàozay fara


-dalla Giard U’Alfa Vangeli

Ita
Dragonia confidhala . 81

ſta Confidati Dragoni, difteſa


approtib in publica itólmi ,

verſo il fine della quale ſilega


Sou lç A
prec
iſe

wo - tuo, milie ftremo,GHI.R.

fortiſsimo proſapiat iwa


E.Duce

cognomine, gentilitio ftem


3 irium collorum ,
mate quod iam
capitum Draconum erat in

campo rubeo , modoinColima


pectus iuncto Draconis capite

ett collo eodem in campo glorio


se isompus'atiji bicornisco
I. vif su dogoilgolog

SS 21. funib oma203

3 piscing Hsin 2093


( zinawet 5102 finpos :3

- Bop seg) onlarobsg is


--OT DS Di
82 Albero della Fami

Buitib ,1241 librinod so

Di Rinaldo figlio di

Confidato e di

Pragone Caualie

FC Gerofolimita

*#! Hoploy cavities45.


-13.1.1.1993 e 808
Veotipiske
pleng supostos CAP.
iti idris standard winning

Oppo che Corfidato ufis

. come Ghibellino,da

Guelfi dekesfua Pathia diſcacs


ciato ſi ritirò e Giaido nedaug
coll'occaſione che era ftato al

gouerno di quella Rocca hao

uca pofta qualche affertioncm

& acquiſtata certa fouranitas

di predominio ſopra à quel :


I Po
Dragona Confidentike 83
Popolo, che qualocoino matu

inal Signore poi ſempre dori


uerd.Qujui egli ſtabill Abo

His exfermo la Famiglianice

gigi generovu figlio, indmi

nato Ronaldo , che per id

glio die Confidata fileegt ing

minatolina paruduoghi, e nella


LettebahÒBróue de Bggsefice
landbasimus Settimo capproffo

tegiftrata doua Mencara fuo


Figirddlenaikaara Ram

malbicoonfidati de Draconibus

Deltaragio agione diBistas

dinkrafata sa Pangdidafia

iplio Ventosa, il quale

dicoE
b wangalla lendideria

Rapitaldi Confidai ide Detros


ndbromiginel Teftavenio dilu :
D6 do
84 bei dalla fam .

douico figlio di Vangeliyor

che fichiama Ludouicus Eulan

gelifte Litenture Raynaldi Cont

fidati.de Draconibu , Soin ato


tre forijaite , curte nel progrefin

fo di queſto diſcorſo a los


ghi dorolin buona forritar dj

Hefe Diiqyeſto Rinaldo non

fi veggánio bperò molte: met

morie; perche hauendo dimos


dato a Gualdo dentro itermi:

mi di pritrara fortuna nonchebt


besiccafioncı difatfuconoloe

te vi & iobftinoiz che fuffed affai

arhicbidellas quite roy hauondo

auariti agli occhigh flempi

delle moltipliche vicendeud

Jezzo Hegli aaispor. Millenna

meddaimi tempi de Binaliter


Zob ა ( in
Dimapona Confidia. 85
sai ta Dragonefril quale - io
Soncho potuto ritrouaryeraz

mente di chi fuffe: figliuolo ,

ma è certo ch ' egli era nato

della Famiglia Dragona d'AL


fift, leggendofi nominato con

queſte parole Frater Drano de

Afifo. Queſto Dragonc fu

infignito dell'habito della Re

ligione,dis, Gigannihoggi
detta diMáltaa vedendoliaffi

fter per teftimonio in ynitro


mento fra le ſcrittute della
Confraternità di S. Gregorio

odAſili fogato II anno 1335 .


ada Raniero Boncalli da San

Giorgiony douc oil walier

fod Cioabanni di Riparia


Prib
o di laurdaijedi fila conferi
fcc
86 Albaraudella . Famil
fce vina Commanda diS. Gida

di Fiaftra , e di S. Baudinondo

Altindye depaderi di Spaldo


als @ aualien Fråte Vgobino Tier

berbtijidianGipricfente Feldete
Draconaide Afifao mufdem Ona

dinis, thalijs calogin

wt 910341 D.

Di Confidatos Eastai

pochibeVéritaras :
-ibisch Mi ab civil
oul figli det o
h i e r nulsfond
Rinaldo al çit 0.79

Dion0 . ib. ésioroszłao ?

• EEL CAR.Oya ditab


2 sb illvoriod osies ab

In Al ſecondo Rinaldoia

siglip diiConfidato naor

querozod figliuokianti dátos


Eu
Dragona Confidata , 87

Euftachio , Ventura ; Upri

quanto
ma per di rigaua dalle
fcritture legustenhuidij Legali,

e diuenne, Juriſçonſulto di

qualche ſtima i imperoches


fin dall'anno 1404. [ trouds

effere ſtato Giudice d'Allifi

Euſtachio fu guerriero di ria

nomato valore , leggendofi ,


che nella ſtekipno del 1404

egli fulle sondouier , darmi

per la Sedo Apoftolica ,fouco


la medema Città diAli , per

recuperarda: dalle forze del


Dura di Milano a che la sensi

wa pccupie Fishini fabrica


vna Torre, con , e ;buon se

ciata dumara intorno àguila

di ben ymydige fagfelloro :fopy


88 Albero della Fama

tilitio( per parlar con voca


io
bolo propr p in yn luogo
t ne ra
r o
detto Colfra t AGC ; e
o fi
Guald ad effetto di poterui
ne
ritirare in occaſio di nưoui

o
tumulti , fecond livſo in que '
n e
rempi commu . Di queſto
i o io olo
fortilic , Euſtach s'intit
e
poi Signor ,perche vi poſſe
a o
deua ancheri intorn molti
i
Terren , the put hoggi ſono
i da enti
odutConfidat
zEche totó defcend
tico ;

gli di

fidato e che i prino-fuſiej


c e
Gi u d i d'Art , l'altro Signo
rtone
se diColfrä , e condut:

tier d'armi per o


Somm
il
m e n t e
Poncefi
ce
; concludente

ſo
Dragona Confideias 89

ſi proua col tchorc di queſtaw


fcritturáigiveličatta jn publicans

forma, nella quale Confidato

del q .Rinaldo ,del q . Confi


dato de Dragoni
riceve dal Ps

Cuftodëdall' Altar dellaChic


ſa di S. Franceſco certa fomma

di danaro per ftipendij di Eur


ftachio füo fratello Signore

di Colfratione ; ? il quddel af
feriſce che ſtaua attualmente

militando alla recuperation

,
Confidato foffe Giudice les
fcrittura è del tenore che

gueres

Hanordine Domini Amen.


Anne ab eiufdem Natiuitate
millefimo quaadrigétefimoquara
to
96 Albano delas cosa

to tempore Sanitifsimo in Chrift


fto Parrisigh. Domini nostri

DobiniInnkcentii diuina prez


widentia.Båpb sataimi die vero

ch Menfis Decombris » L DA

mulus. Cónfidata quRaynaldi

9. Confidato de Draconibus Iur


dex diuitatis dafisijo recipit ia
Reuerendo Patre Custode inity :

13 Ecclefiae Sancti Franciſci


florenos decem miffos dieto Par

Sri Cuftodi à Dominol


T.befari

rdrio Sanctifsimi R.Nii Debler


wash bonum computem fabatejade

bitis D.Euftachio d. Domini

Confidati frarri Domino forti


bisi Lähfrasional si la immodo ad

aftipendial einefilemana da DN .

sepup hond Gewitatem pror spilamas


re
Dragona. Confidara. 95
recuperazione, militanti recipit
prafentibus o Amatuccio de Re

tronys, this apollonia Aluisi


. Afiſo testibus , esce
ciuibus de

mis Ego Putius: q: Antonin

publicus imperiali authoritate


Notarius fcripfe de commiſsio

me, meoque figno fignani item .


pore Darpini Ducis Mediolani,
CA00014 fogniu

- Ego Çonfidatùs Iudex


fupradictus recepi manu proprio

#ego Franciſcus Onofrius:de

Afifo publicus utraq :authorita


te Macanius et ad prases Sacxi

Gonuents in FranciſciNotar

rius quoniam fupradictam cor

piam per alium mibi fidum ex


trahere feci ex quadam charts

pera
Albero della Fam .

pergamena , et ex inde cum


proprio originali concordaui etc.

ſalua tamen femper meliori, co


diligentiori collatione . Ideo ad

fidem hic me fubfcripfi ea

publicans reg . loco * ſigni.


Confalonerius , ea Prio

res Seraphica Ciuitatis Afisij .


Supradi& tum D. Frans

cifcum Onofrium effe talem ,

cualem fe facit fuifque publi

ris fcripturis plenam adhiberi

fidem omnibus publice's teftan

mür. In fidem Datum Alisy


sex Palatio Priorali 27.
Aprilis
*140 3. Petrus CingulariusCan .

atellaronis locir * figilli : ?

Veprira il terzo figlio

di Rinaldo fu guersier Yaloa


ro .
Dragona Confidena. 93
tofu , e molto caro ancoregli

al Sonmo Pantefice Innoa

cenzo Settimo , da cui oltran


alle altre honoratiffime catia

che fu inuiaco Governator

dell'armi à Beneuento come

ſi legge apertainenie in vne


Breue , e Lettera della tento
Pontefice del tenore che ice

gue
Fuora i malow

Dile &tis filijs -Reflonil com

Confulibus , ac niderfitati

Ciuiratisnoſtre Beneuentio
Dentre

Irinocentius Papa Septi


mus

HO Dilesti filij falutem

Apoftolicam benedi&tionem
Mise
94 Albera olla Fam . I

Mittimus iftue-dile &tum filiumi


Venturinn Raynaldi Clasfidati

de Draconibus Ducem niftrum

fideliſsimum cum cehrum equia


tibus ad custodiam istius nda

Ara Ciuitatis oxirum fane proa

bátiſsimum , cuius virius ,

fides, ac deuotio erga nos y en


Romanam Ecclefiam non foi

lum nobis perſpecta ,fed omnis

bus ferme nota est . Hortamur

igitur devotionem reftram ac

diam tregtorimus comanda .

mus vobis prout demanfionis

bus commodis ea alis onéceſſa

rös prouidere velitu zocalipſum

in primis lata fronte ſuſcipere'y

ac in onunlbus ita tra& are quod

de vobis merita contentari.pof .


fit ,
Dragona I'd file PS
fit , coobumanaintemeljsveftram

in fe , corailinen ſuum
taudards Inoquocpebis iplarie

mum complacebisies egetjan


hombra veftro fatisfacietin shers
TARiestrías itvt ipagi tdo quarti
Czitatis die studiune ibie

ſtrum impendatis impueftig fide

ac deuotione perſeuerantes .Nos

wir jenddwlogy atgas fecit

pfunūs Cjuigten , ivam no

Frag charifsimam habemus


aqut aptemer died zobi ipfis

advisomkrelidade ropotio

vestra , cuiprafatum Ventu


ram in omnibus commendatum

optamus . Datum Viterbij ſub


anmdaya Ailenienisy die

Marni Mecca Pietitt


cao
26 Albera dela Fam .

taus noftri anno prindoos


*** Non mancano altres
honorate memorie delivalos

di Ventúraziche filleggono in

altre fcrittate , il tenor delte

quali per brexità fi tratafcian;

giadicandoſi quette notities

fufficienti perhora oficis ,

318.29tiatum (194 2.0itaris

1. Vangelifta figlio

di Ventura , e di

2. Pietr Antonio Pre

vitore di Rauenpà .

--103 V se}> 9:43 Dieser


CAPO 2 Violin

À Ventimalifu generato

D Vangchina il quale
fu
Dragona Confidata 97
fu huomo celebre nell'efferci

j tio dell'armi , non meno , che


of
ne ſtudilegali: Egli per quant
to ſi ricaua dalle ſcritture

che di luiparlano fu Caualic

i re del Cingolo Imperiale , ve


j dendoſi caratterizzato col ti

solo di Eques , e nella reinte


gratione di Cittadinanzas)
conceflali dalla Città d'AGG

vien detto armorum , ac litte .

rarum gloria Eques clariſsi


mus . Gauernò egli la Citra

di Macerara , doue fi legge ne

libri de' regiftri publici eſſere


ſtato Poteſtà l'anno 1450. &
io l'ho anco veduto nominato

per tale in alcuni Iſtromenti ,

rogati nella ſtella Città , che


E ſe
98 Alberodella Fama

fevolella diſtenderli matri: qui

mifarebbono dilungar trop

po dalla prefifta breuita': Ne


fa però honorata mentioncus

Pomped Compagnoni nella

Seconda parte delle fue Hiſto

rie del Piceno . Quefto è quel


Vangelifta che antiofoni, diris
tornare all'antica lua Patria

domando alla Città di Affi

l'anno 1457odiefer rointes

grato d quella Citadinaozaika

Fece fabricar per tanto sigo


robot Proceſſo della ſua nobis

liffima Genealogia , prouaca

per teſtimoni, e per iftromen

ti jefo approuato da tutto il

corpo del publico d'Afili per


vero & indubicàto defcen

den
Dragona Canfidata . 199
dente dalla Caſa DRAGO

NA , e le fu concefia fa dos
mandara reintegratione di
Cittadinanza la quale è del

tenore che fegue, eſtratta in

publica forma dal fuo antica


originalasilidadDyp dikes

** Priores Populi Civitauis

Afisijos senasti i
-5 Ilustris nobilitatis Ilina
Domino Euangelista g .Kons

ture Raynaldi (Coofidata de


Draconibusi Le Doctoricem

leberrimos pase militistrenia, and

morum . b litterarum gloria

Equiti clariſsimo!!
Nebilitas. Vrbium fplena

dor, e clar a
fang uine virtus
deriuans ficuti ex origine longa
E 2
sec
ioo Albero della Fam .

ferie traćtis inſignýs inque li


beros propagata, vltra honestos

plebeios ſecundum virtutem

genitos excipit , atque honorat , 1

natura ipfa docente eos ho

noramus quos maiorum clari

tas , honorabilitas progenie


rum virtute iun & ta reddit con
i1
Spicuos, ita Ciuitarem , ac Rem .
publicam noftram , moralesfe

cutam leges, qua naturam imi


tantur. decet Viros nobilitate ,

ac virtute 'eximia infignes de

bita gloria, ac laude: priuilegys,


eo gratis non defraudare. Cum
ergo Tu Illustris nobilitatis ;

atque excelfe virtutis mir

Euangelifta Confidatus , au

thenticis ex ipſa nostra Cancel


la
Dragona Confidata. 101
laria extra £ tis fcripturis , alijſ
clariſsimis
que aliunde habitis
probationibus, nec non etiam te
ftium innumerabilium , publica

ſcilicet vocis , ac fame irrefra -

gabilibus atteſtationibus. te ex

Illustri atque excelfa Familia


de Draconibus nostris conciui .

bus que à temporibus vfque


Othonis I. Imperatoris initium

nafta,Clatary Imperatoris mu
were Patria huius Domina ali

quandiu fuit , ab anno Chrifti


millefimo centefimo trigefimo

tertio dominium affecuta , tede

ſcendere probaueris , a quodam

Heroe Confidato Proauo suo


milite ftrenuo, & Sancta Ro

mane Ecclefia Duce fortiſsimo


E 3 pro
TO2 Albero della Fam ..

proſapia Terat cognomine , e

gentilitio Stemmate quod iam

trium icoltorum seo capitum


Draconumerat in campo ru

bedo to o in Columba pectus,

iuncto Draconis capite, em col

lo eodem in campo gloriosè'sim


mutatis Nos virtutem tuam ,

nobilitatemque , cuique patere


volentes o in pristinum ,

quantum fieri ... restituere ,

Remature difeuffage viſas


diligenter probationibus inte

deductis nobis produktis,

nossini roim Decreti generalis


Comitej menfibus elapfis habiti

teprædictum Dominum Euana


geliftain Confidarum de Dra.

conibus necnon Ludouicum filiu


tuum
ona ata
g fid um 3
Dra o n
C ntu l . 10
e f ce n a
m l g ue
túu aodnois mtaemq
at i ij a
ect tar
exp si pas
m
an amasde rum er
tu l ite s int no.
s p i m u b uf
o e s c i n us
i
ftr cre viries ,toamtib
eg uni
e bil us, imm
qu pri i b ,
n s
m p tio o r ibu
i
exe , hon , qu

bus nobilioresgaudent frui de


bere decernimus Kostergo
Familia de
tanquam
gan

ma conciues nostros recogna

feenies giliara apre integram

faeculum .Familia yeksa rinj.

libus " abacta diſcordis modo


huc , modo:illuc varia per boca ,

riaſ que regiones, enwauexit re


ducesin patriam amplectimus

prædi & oque Ludouarto fitio, cum


ad legitimam atatem peruene
E 4 rit
104 Albero della Fam .
rit locum etiam inter Nobiles

huius Cinitatia Conſiliarios


eiuſdem generalis Confilij au
thoritate decernimus , primi
Prioris honorem inter loca no

ſtri Magiſtratus statuimus .

Has autem litteras ad perpe


tuum fuprafcriptorum omnium

veritatis testimonium fieri , non


frique publici figilli appenfione

muniri iufsimus . Datum Afz

isý ex Priorati Palatio die few


ptima Augufti Anno Chrifti

millefimo quadrigentefimo quin

guagefimofeptimo .
Pirrus Auguftini process

cel.dom . locus is figilli..

Et quia ego Philippus

Mercurellus publicus Apoštoli


CA
Dragona Confidaia 105
Chautboritate notarius de Afs

s fro predictam copiam ex eius

proprio originali in charta per


gamina cum ſigillo huius Ciui

tatis in cera hiſpana rubea mun


nito ; j'existen , in Domo la

luftriſsimorum DD . de Confi

datis per alium mibi fidum ex

teabere feci collationari, Uc

falua ſemper, & c. I deo ad fi


dem hic me fubfcripfi pizo

blicani req. conc.locus * figni


,

-A Doppo queſta rodiase

gratione di Cittadinanza pár

co viſle Vangeliſta non ritmo


uandoſi negli anni ſeguenti
altra memoria di lui, benches

negli antecedenti se ne ſiano


dell'altre , nelle quali egli &
ES logo
106 Albero della Fami
legge ben menpstrabe inelle

allegate , teſſere farb figlio di

Ventura di Rinaldo,jie Capat


liere disguildile viguardenote
qualica , c'habbiamo defcrio

de Tui Bixigen

empre
Ne'modefiini rem

quafi coetaneo di Vangelita


fiogni sinonen Pierr' Antonio de

Gobfidati Drågoni »aute

gmashe io non habbiai Japuto

ritrouan di chi fufiç figlio ,


però certiffimo che ora d'Aſi

Lage delaFamiglia Dragona ,

come sfpteflamente ſi legges

nelle fetitiare approfo diftefe.

Queſto Pietr Antonio gouer

nosla Gittà di Rávenna


come
,
if yede sno' librii de Regiftsi

pus
Dragona. Confidat . 109
publici di quella Communi

mely pre Si legge aricorcón titoli


mblmoitsriguardeupli caratteet
rizzato ilfods momein
vaan

tico Pflapwrco, da lui fatto al


-Signor Pietro Hotone bobile

Rauonnare, daglitiềredi di cui

Ghebbe l'originale ; donde


s'difporca eftràrre per mätta di

Notaio pablica Bar copia che


ſeguezas son s : ale orto

28.to In Dei nomine Amen

Hæc eſt copia aliqüot terfitate


tuwdam laterie?Paten
turli
talis nga eksperta Pergamenas per

mo Notariam infraferiptum

bactracta vexti eins originall exte

iston penes lustriſsimos DD.


de toroiduris , cüius tenor est

E6
108 Albero della Fam .

videlicet .

Petrus Antonius Confida

tus ex antiquiſsimis Afisi Re.


gulis de Draconibus L. Dos

& tor equeftri Ordini à Frideri

cofacratiſsimo Imperatore ad
fcriptus , con Palatinus Comes

magnifice Ciuitatis Ravenna

Prator, ac Prafectus. Cupien.


tes nos vt vbiquelibero tranfi

tu , & plena gaudeat fecuritate

nobilisCiuis Rauennas Petrus


Floronus & c

Et quia ego Philippus Mer.

curellus publicus Apoftaftolica


authoritate Notarius de Afilio

quoad copiam extraxi ideo ad

fidem fubfcripf.com publicami

requifitus,036, Local
signing
Da
Dragona Confidata, 109
Da queſta ſcrittura aper

camente fi ritrae , chc Picer

Antonio foffe Iurifconfuko

inſigne , e che per i ſuoi pro

pri meriti fulle dall'Impera


tur Federico Terzo creato

Conte Palatino , e Caualier

del Cingolo Imperiale . Nei


Jibri de Statutidella Città di

. Rauenna ſi legge regiftrato il


1 fuo nome fin dell'anno 1457

e poi anche ſotto l'anno 1486 .

| Imperoche eſſendo ſtati rino .

1 uati in que'tempi i medeſimi


Statuti vi alfifte , e vi fatico

i tra gli altri anche Pietr'Anjo

nio , onde in vna elegia'lating

inel principio de'medeſimi ili


bri indirizzata alle lodi de'.

• 54 :17 . Si
110 Albero della Fam . I

Sigpori Statutarij fi legge an

con Diſtico fatto per lo stef

fo Pietrº Antonio di queſto

tenore'. : 93943

Dominus Petrus i Antonius

de Confidatis :':: ! :-)

Et tu qui iuris retines pia dog


mata Peprek o ...
11

Facnoftruim toto : nomen in

Orbefonet , 1 i 6:11

Di queſt'huomo Illuftre

norate ifi - veggono ne'libri


publici di Ravenna molre from

golari actioni e vi ſi droga am


mehlo tra’primis o più wabili
Magiftrati , imperoche yi.fi

Permò
, e fu aggregato a No
bilisi behchenon ſi ſappia ch'
egli vi fi accaſaſſe , die che vi
ſortiſſe ſucceſſione . RA
Dragona Confidata. 111

909151 RIA MI

DE DRAGONI

CONFIDATI.

Doppo'ta Pedintegratione alla


Ciradinanza defifi .
ign 779

Di Lodouico figlio

di Vangeli

: ! fta .

nuobot 6: 2.1991 -3

-1.437* CAP. VII.

Olgeda l'anno , del Si

signore 145.7 . com hab .

biam vedụto , quando la Fa


mia
112 Albero della Fami

glia Dragona Confidata lao


fciata finalmente l'habitationc

di Gualdo , che per lunga ic


rie d'anni le hauca ſeruito di

ricoucro , e di trattenimento

ritornò à farſi vedere ful Tea

tro della ſua vera Patria PAG

li nella perſona di Vangelifta,

il quale benche per eflere in

era già cadente , non poteſſes,


ò non ſe ne curafic oramai

più non ſi troua che godele


in Aſig alcuna forte di Magi

Arato . Egli generò Lodoui

co , il quale riuſcì non men ,


del Padre Iuriſconſulto Illu

Are , e ſi vede nominato per


its

ſcritture , e nella fopranomi


n2 .
Dragona Confidata . 113

nata redintegratione , e nel


fuo Teftamento , appreflo di

ſteſo , doue egli ſi dice Domi

nous Ludouicusfilius b.m.q.Di

Euangelistá , e ne' tre intro

menti appartenenti à Nicolò


fuo figlio , e regiſtrati à loro
luoghi , nel primo de quali fi
$
legge res heredum qo Doming

Ludouici D. Euangelifta con

fidati de "Draconibus, olim de


Gualdo ciuia de Afilios coment

& altroue ,

Quefto Lodouico fu

foggetto di ſingolar valores

prudenza eſpirito , imperochę

ancora giouanetto ,e forſe non

pur giunto all'era di ventian


ni dell'età lua fu Collaterale
del
114 Albero della Fam ..

del Capitana del Popolo di

Siena , comeappariſce ne’libri

de publici Regiftri della ſteffa

Città dell'anno 1468bc fegua

ti : Vedeli di quel tempo voa


belliffima lettera fçritta das

Lodouito ſopra queſto ne


igotio al famofiffimo Gio :Bar

mita Gaccialupis da S. Seueri

Troj dagli heredi del quale file

chauto Poriginale d'onde fi ©

futia eſtrarre in publical forma


la copia ſeguente . Lorli x )
: In Det nominé Amen .

Hæc est copias furtiptam , fiue


tranfairpruarytiinidam littere,
fiue epiftola Atiftew.pienesd
Illu

ftrifsimos Db. Euftachium.com

alios de Confidatis egu oniki


No.
Dragona Confidata . 115

Notario per ipfos exhibite ad

effectum tranſumprandi prout

tranfumptaui: , poftea eif

dem reffiuti tenoris videlicet ,


horis...

vite Clariſsimo atque famo


fiſsimo LL . Doctori Dornino

-Io: Baptista de Caccialupis de

Sancta Seuerino legati in Cie


uitate Senarum vti Patrine

Domino meo Singulariſsimo


st : i Intus verò

Clariſsime, sac famofiffin


me Doctor, ut Pater Dumia

ne, mifingulariſsime commen ,

idatione præmißa . Prout ve


stra Reuerentit nouithoc anno

præterite mediante gratia Dei,


sieltro , a fel.mem .D.Maria
Toy V ni
116 Albero della Fam .

ni Suezini ſuffragio , & alio


rum Doctorum Senenfium hu

manitate ad Doctoratum per


vestras manus promotus fui,
)
nunc verò condu&tus fum Cola

lateralis magnifici mei Domini

Cypriani de Fulgineo Capitanei


futuri Deftra Ciuitaris Sena

rum de menfe Maij proximè


venturi, ſed est ut audio qüod

dam dubium , quod ibidem eft

quadam conftitutio fue Decre


tüm quod nemo poteit Colare.

ralis'accedere , qui non fit gra

duaius quinque annorum '; At.

"lamen quia ſtudium meum fuit


Perusý e ibi Senis ac

fatis in iure Derſarus fum fori

bit fuper hoc . Domina


Illustris
V xor
Dragona Confidata . 117
- Vxor ilustris Domini Comitis

Friderici ad iftos veſtros Ma.

gnificos Dominos fatis extenfe

funt, postulans à Dominationi.


bus ipſorum , vt dignentur pro
hibitionem illam pro me remo

uere ad dictum officium me


admittere non obftante dięto.dea

creto prohibitino opinor quod de

facili res ipfa obtinebitur fi Re .


'nerentia vestra effectualiter
auxilium , com bonam operam

adhibere dignabitur , in cuius

umbra non parum ſpero , Ida

circò rogo eamdem R V.O

camdem fummopere ſupplico ,

ut velit pro me in hoc negocio ,

vt pro filio gerere, cooperari


cum iftis potentibus Dominis ,vt
me
118 Albero della Fam . I

me dignentur admitterea quod


quidem inter alia beneficia foc

étiam magnum reparabo ,offer


rens me totum , eo omnem.exi.

guam facultatem meam Reu ,

V. cuilibet vestrum vfque

ad mortem eo fi admifero etiá

vltra beneficia ex fiducia quã.


in præfata Reu . Veftra habeon

nihil agam , quin proues confe


lium veftram babuero'insec )

iſtuc nunc venit RP.D. Di Sea


nenfis Epifcopus Pyilginas , qui

dignatur istas litteras portare

eipollicitus est multa. Reu .

Veftra poterit hanc rem cum


eo ad portum ducere ginec alia

ipſi R. V : ſedulòs,me comen


do , D. Corradus Bar Gaſpar

ve
Dragoña Confidaiae. 119
vestri voleblokas omiinè ad ip:

fam Reu.V. proshac re fcribere


a in jesitate Caſtellinue

perrime occurfus impedimento

fuit. Sed non dubito quia ipfa


Rene V.eftra non minus operabi's

tur ,quá ſi multas habuiffem lit

teras nec alia die XVIII.Apri.

lis 1468. Communitates. Afisij

Gualdi ſcribunt, etiam litte ,


ras in mei fauorem , quas ſibi

fert præfatus.D. Epiſcopus


Katete ad veta confeftinantiſ,

fime . Afisji die predicta Ves

ster var filius,ſeruitor Ludo

uicus de Confidatis de Draconis

bus ciuis de Afilio LL . Doctor


minimus , c.

Et quia 'ego Philippus


Mer
120 Albero della Fam .

Mercúrellus publicus Apoftolis


6A authoritate Notarius de

Afifio pradi tam copiam ex di .

& to originali fideliter extraxi

ideò ad fidem fcripfe,ſubſcripſi ,


ea publicaui requiſitus . Loco
* ſigni, ci

Gouernò pois moltes

Città dello Stato Ecclefiaftico ,

e tra l'altre quella d'Imola ,

la quale eſſendo poi più d'un

gom

uernata dal Signor Euſtachio


nipote ex filio delmedeſimo

Lodouico, in vna atteſtatione,

che fece al medeſimo Signor

Euftachio non pote contener

fi di non far mencione del go

uerno di fuo Aco Lodouico ,


tan
Dragona Confidatan 121
tanto di forza che riuſcillos

gradito à quel Popolo , che

ne ceneua doppo tanto tempo


buona memoria . L'atteftam

tione eſtratta in publica forma

è queſta .

Il Confaloniero,e Confer
watori d'Imola .. vedie singoli

$ 9 ) A ciaſcuno a chi peruer

ranno le preſenti noſtre fia per

il vero manifeſto, e chiaro come


il Signor Eustachio Confidati

5 nobile'd' Afifa ,doppo molti altri


gouerniidi CittàdiProuinc
, ie ,
e ca in Roma, hora Gouernatore

1 d'Imola „ imitando gliſuoi Amma

tenati, de quali SVO AVO ,

altriYono pur ſtati Gouer


natori diqueſta Città ſi è por
F ta .
112 Albero della Fan .

sato , le fi porta con tanta pre

denza giuſtitia, e ſincerità , che

in detro gouerno non è ſucceßo


homicidià alcuno ne grauieco

cefsi, èficè viſſuta in pace yeti:

more della ſua vigilanza , e

integrità nota per prima, eſſen .

do già stato in tempa di Cle


Mente Ottauo detto Signor Con

fidati Auditare della Legaria

ne di queſta Provincia di Ro:

magna, come anche per li tempi.


addietro erano stati TKO

VAVO , altri; in parti


colare ultimamente il Signor

fuo Padre in tempo del Signor


Cardinal sega . & .egli in que

ſta Cine mon fire appartialato ,

ne intrinſecato con alcuno , ne

fa
Dragona Confidata . 123

favoreggiato primati della Cit.


tà ne altri , done per il giusto ,

e coſcienza non li pareng poter

lo fare, e benche doppo la morte

di ſua Canforte quà sia alle


volte, come anche li ſuoi figli,
uoli stati in quest'aere con pocas

falute'ha atieſo però honorata

mente alle ſue cauſe , zdienze,


funtioni , e con la debita accu .

ratezza al offitio fuo , ſenza

diuerſione, e pregiuditio di causa


fene di giuſtitia , évſcito
'anche di notte armato in perfor

na in perfecutione di fospetto de
contrabandieri, e facinorofi , e
2

retto con ogni carità , e pruden

a eſemplare il gouerno, il qua ,

2 le efTendo fato, ottimo, eg ha


F 2 no
124 Albero della Fam .

noratiſsimo habbiamo voluto ,

che per ogni tempo per chiara


verità à ciaſcuno appariſca ,

perciò habbiamo questa di pro

pria mano fottoſcritta come pos -


blica , enotoria , e fegnata col

noftro ſolito , e publico figillo .


Data d'Imola li xv. di Marzo

1621. nelPalazzo della no.

stra ſolita reſidenza

Riccardo, Mazzisigli

Confaloniero.
Camillo Zampett" Con. !

feruatore.

Nicola Zoppio v.Sec.


Loco * figilli :

Et ego Hector Baccellus

de Valfábrica Afisij degens

publicus Apoftolica authoritate


No.
Dragona Confidata. 125
6 ; Notarius, iudexque ordinarius

ta retrofcriptam copiam per alium

mihi fidum de verbo ad ver

bum prout iacet extrahere ,


copiare feci nihil addens ,

nec minuens, factaque per me

cum proprio originali diligenti


collatione concordare inueni ,

quod original
. fuit per me. D.

Gafpari de Confidātis reftitu .


tum & penes ipfum ad praſens

exister . Idea ad fidem hic me

fubfcripfi , ca publicami requiſ.

bac dic 19.Iulij 1666. Loco *

figni ,
Da queſta atteftationes

molto chiaramente argomen ,

taſı , che Lodouico fulle Go .

ucrnator d'Imola , & Audito

F 3 re
126 Albero della Fam .

re ancora della Legation di


Romagna , e fe bene è certo ,

che ne apparifcono migliori

giuftificationi ne ' Regiſtri di


Imola , e di Ravenna , tuttauia

fi è voluto fottoporre all'oc

chio quefta , che per effer fede


d'vna intiera Communità ,

francamente atteſtante e pro


va irrefragabile , e ſe ne ritrae
anco'molto bene , che Eula .

chio fufe figlio di Nicolò fi


glio di queſto Lodouico Illu

tre luriſconſulto , e di tal mea

rito, che ſi reſe capace di ques


Ite cariche, e non di altro Lo

douico , come alcuni fuppo


neuano
Gouernò ancora la Ter
ra
Dragona Confidata. 127
ra di Monte Caufario , dove

ciſederajanticamente la Gor

te generale di gran parte del


į la Prouincia della Marca in

i quella guifa c' boggi del go

uerno della Campagna e capo

Ge Froſinone e della Sabinas

Colleucechio , ambedue pics

Do cole Terres onde e che fu der


2o.Caufario dal concorſo del

> de cauſe quel luogo a Di

j tal governo ſune e conſervata

intratta dall'ingiuria del tem

poscquasi per iuiracolo la

16 iPatente ) nel quale effende

LO inominato Lodouico per bener

06 merito della Sede Apostolica ,


e facendouiſi ancora mennio .

er ne degli altri ufficij , da lui


F4 ef
128 Albero della Fium . I

eſſercitati ſi è hauuto per bene

di regiſtrarne in queſto luogo

vna copia , cftratta in publica

fornia .

In Dei nomine Amen .

Hæc eft copia fumptum , fiue


tranfumptum cuiufdam littera

Patentis figillo Montis caufarij

in calce obſignatæ cuius quidem

tenor talis eft widelicei 1.6


Priores e commune Terre

montis Cauſari Nobili LL.


Doctori Dominico Ludouico

Confidato de Draconibus nobili

Afifienfi falutem . Cupientes


-nos: Terram noſtram Montis

Caufarij, probis expertis Vi

ris regendam committere , qui


iuftitia , & aquitate varia ho
ті .
Dragoria Confidata. 129

minum ingenia recta fcientia

dirigant , fummos , infimos ſub

iugo rationis teneant, td guber

nent vite , jufte, ac fančte vi

uentes pacis , ac quietis commo

do fruantur , eo appetitus: 10
xios debitis, correctionibus are

teant , quamobrem non igno

rantes : le ob tua bene gesta in


buiufmodi officiýs in pluribus
Cimitatibus ingenio , fide inte

gritate ; ac prudentia fumma

praditum noftræ terræ in Pre


torem eligendum effe duximus .

Itaque harum ferie in noftrum


Prætorem Cbriſti nomine inco

bandum felici Sydere ele & tum


nominauimus, constituimus, at

wine falario tamen pactis, capi.


FS
730 Albero delle Fam .

rulis, honoribus , oneribus ac


officialibus in notule nostrorum

deſcriptis manu noftri praeſentis


Cancellarij . Quare cum ele :

Etio ipfa hilari animo à nobis

ad te fit eadem posthabita falda


rij paucitate tam ac libenter As

cepiam velis ,de Welres


qua »
nunciatione infra triduum inos

certiores efficias , alioquin iistä


nullius Iuris , & c. In qnorum

fidem præfentes noftri maioris

figilli impreſsione muniri iuf

fimus Dat. xv. O & tobris 1507

Loco * figilliaBernCanc.
A tergoautem huius på

sentis littera adfunt hæc vide


licet .

- Prouincia Marcbia Ki
Dragona Confidata. 131

celegazus .

Retrofcripta Pratúra ele.


Etionem communis a homin

num Terra Montis Caufarü in

perfonam Domini Ludonici


Confidati LL. Doct..de Apyho

tanquam de idoneas e beneme


rita Sedis Apostolica perſona

approbamus validamus , con


confirmamus, oni Loco * fi
illi , No.

Et ego Hieronymus Lm .
cidus deAfilio publicus Apo

ftolica aatboritate notarins sur

dexque ordinarius, ieg ad prae

ſens curia Epiſcopalis da cinis


tatis Cancellarius, quia ſupras

dictam copiam , vt ſupra exa

tractana cum proprio originali

F6 exi.
132 Albero della Fam .

exiften. pene's Illuftrifsimos

DD . de Confidatis de Afifio
concordare inueni falua fem

per , ts Ideo ad fidem bia me

fubfcripfi , & publicami requis

fituse@gie. Loca * fignis .


Cenfalonerius , - Prior

res Serafice Ciuitatis. Afesij...


2 Suprafcriptum D. Hier

zonymum Lucidum effe bar

lem , qualem ſe faces Juifque

plenam adhin
publicis ſcripturis
keri fidem omnibus publice te

ftamur . Dat . Afisi ex Palma

tio Priorali hacdie 27. Aprilis

1663

Petrus Cingularis Ceme


sell.

Lacofagili

Ne
Dragoria Confidata. 133
Ne ſterte otiofo Lodo

uico quando anco ' talora li


fermò nella Patria, douc effen

de ſtardin ſecondo la diſpoſi

zione della reintegratione di


Cittadinanza ſopra diftefa ,
ammeſſo trà Conſiglieri no

bili , & al primo grado nel


Magiſtrato fu più volte im

| plegato in diuerſe qualifica

te ambafcerie , fu deputato

più volte à trattar le paci nel


la Città , diuiſa infelicemente

in fartioni , & à far altri Atti

di grande importanza,come

appariſce dalle fedi autenti ,

che eſtratte per mano del Can


celliero della Communità da!

libri publici:,:che fono l'infras


ſcrit
1
134 Albero della Fama

ſcritte ...

Devil in Dei nomine Amen .

Infrafcripta fünt copia defum .


pia ex infrafcriptis libris exi

Stentibus in Cancellaria ferreta

Illuſtriſsimi Magiftratus sem

raphice Ciuitatis Afisij in prout


in eis apparent feripta. Stenoris
vid . 02.2012

Ex libro registri de Ana

no 1471. ad 1480. "coopert,

coramine fignato Lon. I già fol.


66. à tergo adeft
Magnifici DD. Priores

Populi Cimitatiscaifisijun via


cum bominibus de Conſilio fe

creto, e D. Poteftate more fo


lito accefferunt ad Ecclefiam
S. Clare Bikiraxerunt inde

cap
Dragona Confidata . 135

sapſulam . offitiorum som eam

afportari fecerunt ad Pålarium


in ſala magna , & ibi Christi

nomine inuocato extracti fue


.
runt infrafcripti Domini Priem

nespro duobus inènfibus videli .


+
cet Martý. Aprilis anni pram

fentu 1480 .

Dominus Ludouicus de .

Confidatas. Jis

Corazza ſbaragliniai
Ser Lac obus Egidi... !

Ciochus Archangeli Real

* delphi .

Baribolomei .

Matheus Petrutij de
Armenzano .

Berpardinus Andrea Cica

carelli Notarius .

Item
136 Albero della Fama i

Item qualiter in eodem

fol. 68. facie prima intem


Wbro
alia nomina confiliariorum ge

neralis ea fecreti conflij adeff

infrafcriptum vid .
D. Ludovicus de Confir
dats .

Ex libro reformationum

winni 1490. ada 149.2 . rogitu

ዮqim D. Euangelifta de Rubeis

ſub die 24. Martys1491. ad .


cst extra d . librum in charta

perudina reformance 1490 .


L. 1.20.

SouEadem die .

Magnifici Domini"Prio

res elegerunt infrafcriptos ciues

ad tractandas paces videli


cet .

Do
Dragöna Confidata, 137

Daminyum Ludouicum de

Confidatis
Swit Ser:Montanum fex Bapa

tiſte ,

Io: Francifcum Domini

Antonija sa
Ser Ludouicum Ioannis

Funarija
2oIacobum Ser Mariani :

- Francifcum mantinien
Iacobiña Ciccht Sylueftri.

Ex: libro reformationum

de anno 149.3 . ad 1495. fub


nogitu q . Hieronymi Loannis

de Portella de Afifio: Natarij

# Vicecancellarijd. Communi.

tatis ad fol.os.adfuint a

Die xxvidoefeptembris
1493•
Pre
***
138 Albero della Fam . I

s's Præfari magnifici D.P.

e quattuor préſentes refors


matures cuma cum dicto ciuium

numero ſuper geſtis electo eun .


185 , redeuntes de de S. Da .

miano existenteſque in Audien

za pradi£ti Palatý eorum fo.

lite reſidentia tt) habitis quam .


plurimis Sanéti e di confilijs

à præfato Rex Pe Fratre Ber

nardino omiſsis alijs , once

in eodem loco fequitur , fed ei


sdem addantur tot Ciues i bomi

tendentes ad quietum ,& veurban

pune svimmelf going the bed


besker
Kamerun horaginta Crukent,
prout in diction Bedsh Fratris

Iacobi capitulis continetur eo

statim elegerunt nemine difcre

pan .
Dragona Canfidata. 139

pante infrafcriptos bonos viros


vid . 133

Duminum Ludouicum de

Confidatis.

Omiſsis alijs fubfequenti


bus nomin ibus & c. omiſsis quia

ſequuntur,'etc.
Concordant prædicta.co

pia cum di&ibris falwa taminin


ONG. Givitub sin ordinarioshop

Petrus Cingulonus cafi


fren. Notarius, ea cancellarius

ad fidem , &c. hac die prima

Iunij 1666. requifiruis omni,


1 Orc. Loco * ſigni.

Finalmente queſto Lu

douico già vecchio alai , & in


erà cadence foce il ſuo vltimo

Teftamento, il quale perche

Con
140 Albero della Fam .

contiene molte particolarità

degne d'eſſer fapute , e confer


ma molto bene quanto ſi è
detto di lui è ftato da ine fatto

cftrarre in publica forma, e quì

regiſtrato .
In nomine Domini Amen.
Anno Domini ab eiufdem na

finitate millefina quingentefi

mo decimoquinto indi£tione, tery


lia tempore Pontificatus SF . in
Chriſto Patris , D.N.D.

Leonis diuina prouidentia. Par

pasif . die vero 20. Decembris


d. anni.

ni:) A &tum Afisij Domino

bilis Viri & clariſsimi LL .


Doctoris DominiLudouici filij

9. Domini Euangelifta Confi


dati
Dragona Confidata . 141
dati de Dra con ibu s fit s'e n di

Eta Ciuitate Afisij in porta S.

Iacobi iuxta viam publicam '


,

@alia latera praſentibus Sac


comano Iuliani de Cannaria ;

Ambroſio Ioannis, Franciſco


Matthæi Iulio Franciſci ,

Franciſco Soldani, Petro Para

lo Apollonij Gafpare Sermei de


Afifio teftibus adhæc vocatis

habitis, et ) rogatis. Jan


Cum inil morte certius ;

nil ipfius hora incertius . Hinc

eft . quod nobilis , et eximius


LL . Dottor Dominus Ludoui

cùs filius b.m.q. Domini Euan .


geliſta filij q. Nobilis Ventura

q . Raynaldi Confidati de Dra


conibus de Affosfanus Dei gra .

tia
142 Albero della Fam .
tia mente , & intelle &tu , timens

mortis periculum quod folet


mortalibus euenire dubitans ne

de bonis ſuis post ipfius obitum

inter alios diſcordia aliqua oria

tur . Ideò praſens, nuncupatiui


Jeftamentum quod dicitur fine

fcriptis procurauit facere , ea

fecit . In primis quidem Teſta ,

tar eius animam cum corpore


Altiſsimo Domino, demotiſsime
commendauikio Atem voluit

juſsit , neliquit , el mandan

uit corpus fuựm poft eius ebi,

tum ſepeliri debere Afisij in

Ecclefia S.Francifci de Afife.

Item reliqnit voluit man .


dauit expendi wpro bonore ſui

funeris mcera pane's vinosa

pe .
Dragona Confidata . 143

pecunys prout videbitar infra.


fcriptis fuis haeredibus altem

reliquit hoſpitali Communis

folidos viginti denario.


Afasy
rum : Item iuſsity voluit,
mandauit celebrari in die fui

obitus miffas centum in dicta

Eccleſia Sancti Franciſci» in

qua etiam per decem annos come


tinuos ia die ſui obitus sufsat per

infrafcriptos fuos haredes fieri


celebrare in cappella , qua fuit.

iam ædificata a maioribus dicto

Teftatoris fita à pede cappella .


rum ab initio ipfius Ecclefie ab
anni circa ducentis .

Item reliquit Kostitutionis


iure omni alia meliori moda

Hieronymo ipfius Domini Tera


stas
144 Albèrò della Fam .

ftatoris filio mine ' id quod ipſe

, etico Infuper volens


conceſsis
do Teftator rem gratam facere

omnibus fibi aliquo modo atti


nentibus cüm adhuc in Terra

Gualdi adfit quidam Aemi

lius Confidatusipfi reliquit iure.

legati quinquaginta folidos de


nariorājetc. In Feliquis autē fuis
bonis mobilibus ea immobilibus

vbicumq; funt , reperiri pote


runt fuum haredem vniuerfa
tem fecit iuſst , o voluit en
proprio ore nominauit Nicoa

laum ipſius Domini Teftatoris

filium legitimum , & natura

lem adolefcentulum ipſi curato

rem dedit.eo aſsignauit donec

ad annum 25. peruenerit ' Do


mi .
Dragona Confidata. 145

minum Gaidonem de Nepis


nobilem ciuem Afifinatem ipfius
$
auunculum. Et hanc d . Te.

ftator dixit eße fuam ultimă


voluntatem quam valere vo
luit iure testamenti con fi non
valet iure testamenti valeat

iure codicilloruń caßans, O.

i Ii. Et ego Iacobus 9 . Lucie

3 Antoniuccij publicus Imperiali


authoritate notarius eos index

2 ordinarius omnibus interfui, e

rogatus fcribere fcripfe , ela pesa


blicäuis ont .

6140 : Etiego Franciſcus Onom

frius de Afilio publicus vtraque


authoritate notarius ad pre
-1

Il fens notarius Sacri Conuentus

1 S. Franciſci deAfiſio ſupraidia


G
146 Albero della Fam .

Etam copiam per alium mihi

fidūextrahere feciex alio Iftru


mento publico exiften. in Can .
cellaria Sacri Conuentus, in

quodam charta pergamena -

Hideo adfidem hic me fubfcripſi


,
. Loce figni.
publicani
Dal tenore di queſto
Teftamento molto chiara

mente fi ritrae', che Ludouico

Gáccafaffe con yna Signora .

nobiliffima ſorella del Signor

Gaidone de Nepis, il quale


vien chiamato Anunculo , cioè
à dire Zio materno di Nicolò

fuo figlio . Queſto Gaidone

de Nepis :era vno de princia


pali , e più ftimari Caualieri

della Citta d'alihi non falon,


ma
Dragona Confidata. 147
hi madi tutta l?Vmbria ,ee s'era

% di freſco imparentato con


Baglioni potenti Principi nele

la fteffa Prouincia , e con i .


Varani Duchi di Camerino ,

con i quali cammino del pa .


ri nel parentato Ludouico

Confidati Dragoni .

Di Nicolò , e diGiros

lamo figliuoli oli

diLodoui
.
CO .

CAP. IX . visto

molto chiaro nel 17,

pra diſteſo
E malamel yi Teſtamento
Tentamento,;
G 2 che
148 Albero della Fam .
che Lodouico Loriſconſulto

generaſſe due figli Girolamo,


è Nicolò : Il primo fu Padre

di due figli Lodouico ſecondo

di queſto no ne , e Gio :Maria ,


come ne' toro Teftamenti

fi vede', nacque poi da queſto


ſecondo Lodouico vn folfi

glio maſchio legitimo, e natu

rale , che fu detto Gioſeppens

il quale morì ſenza fucceflio


2 icial :

lamente due figlie femine :

Gio : Maria poi generò Con


fidato , che fu Padre di Federi .

co, di Benedetto e di Tiberio ,

e queſto generò Gio : Maria ,


Girolamo, e Nicolò , ne’quali

il Ramo lieltinſe ; e di queſte

par
Dragona Confidata . 149

particolari, e laterali deſcen


denze io tralafcio di apportar

le ſolite proue si per eflere ,


afſai note à i viuenti, sì anche

perche eſſendo rimaſte eftinte


quanto alle linee maſchili è

fuperfluo il parlarne .
Torno à Nicolò l'altro

figlio di Lodouico d'Euange


liſta , in cui ſi continua il no

bile Ramo de Confidati Dra

goni viuenti , e che ſi vedes


iſtituito herede vniuerſale nel

medefimo Teſtamento , dal

Padre , e laſciato ſotto la cura

del Signor Gaidone de Ne

pis ſuo Zio materno . Hora .


accadde , che il Signor Gai

done , comequello , che no


G3 dri
150 Albero della Fam .

driva ſpiriti grandi , e penſie .


ri tutti fifli nel dominare ,

hebbe rali forze , aderenze , e

congiunture in que'tempi, che

s'impadroni della ſteſſa ſua ,


Patria > e tiranneggiolla per

qualche tempo , come appari


ſce ne' libri delle Riformanze

d'Arifi , & in vn Breue Apo


ftolico di Clemente Sertimo ,
da me veduto . Ne' tumulti

di quefti tiranneggiamenti fu
coſtretto Nicolò à ritirarfi
dalle mano , e dalla cura del

Signor Gaidone, per eſſer gio


uanetto ancor tenero , onde

preſe la di lui cura , ' c tutela

Lodouico , figliuolo di Giro


lamo , con cui viſſe con tanta
cor
Dragona Confidata. 131

e corriſpondenza d'affetto , es

1 ſeppe guadagnarſi in guiſa il

. fuo Ainore, che ſi riſolue Lo


douico di Girolamo , allora's
be
ſenza figli , e ſenza penſiero
d'hauerli d'adottarſi queſto

i Nicolò in figlio , ſecondo l'v

ze to aſſai pratticato di quei


tempi, accio poteſſe poi dop

po la morte con ſicurezza


fuccederli . Di quì è che in
Id
ogni contratto , che da Lodo
uico fi faceua per Nicolò ,nie

gotiaua egli feinpre col carat


tere , e nome di Padre : Ve.
0
defi l' Iftromento dell'Adot

tione in Roma rogato l'anno

1534. da Pietro de Cinci.


FO
Veggonſene poi ? moltin di
G4 con
152 Albero della Fam .
contratti diuerſi , fatti ſotto
nome di Padre da Lodouico

di Girolamo , e tra gli altri ve

ne ſono due rogati da Pietro


di Franceſco Smerli l' anno

1540. in Arifi , effrattiin pu

blica forma dal publico Ar


chiuio del tenore ,che ſegue
In Dei nomine Amen

Hæc est copia trium Inftru

mentorum rogatorum de anng


1 $ 40.de quibus in quodã quin
ternetto , de quo inter rogitus

Ser Michaelis Angeli de Fa


bris , in cuius quinternetti prin

cipio fic adeš fcriptum . In


Dei nomine amen . Liber Pro

tocollorum rogatuum , mei Petri

Franciſci Smerli de Afilio non


ta
Dragona Canfidata. 193

tarij publici, & c. & per me ex


3
di £toeius proprio originali exi

ften . in Arcbiuio Afisij extract.


tenoris videlicet.

In Deinomine Amen .

Eiſdem anno indictione ,

Pontificatu die.verò duodecima

menſis February d .Anni A.


& tum in Ciuitate.Afisij in dos

mo mei notarij fita in Porta


S.Claræ iuxta res Cicchi Va .

gnoliniam publicam ,& alia


Latera preſentibus Domino Bap
tista Mili de Afefio,&
Fran

ciſco Vannis de caſtra Vallis


Fabricæ teftibus adhac habitis

vocatis & rogatis, ttic.

wa Ser Fatius Angilerius de

Afifio perſonaliter constitutus


G5 om .
154 Albero della Fam .
omnibus melioribus modis , ci

non vi dolog @ac.fed fponte, & c.

per feipfum , fuoſque heredes,

& ſucceſſores dedit locauit cef

fit , concefsit in enfiteofim


a tertiam generationem mais

ſculinam tantum Franciſco


Tuliani de Castro Houd Comi.

tatus Afisi prafenti, Aipulanti)


e conducenti pro fe ipſo erfi.

lijs legitimis, einaturalibus ,

ac nepotibus maſculis tantum


me notario , Dri publica perfona

stipulantes Oc. Vnum petium


terra arat. tj arborat. cum dos

mo in ipfo existen. poſit. in Co

mitatu Aſisj Balia Montis


Mora vocabulo Monte alte

iuxta res hæredum q. Damini

Lu
Dragona Comfidata . 155
Ludouici Domini Euangeliſta

Confidati de Draconibus olim


de Gualdo ciuis Aſisj à tribus

foßatum , e alia laterä , ec.


cum omnibus iuribus , conc. ad

habendum , & c. ſalua tamen

femper proprietate, & dominio


dictarum rerum di£to locatori ,

& c. conftituerunt diçti condu


Etores fe tenere, ci dederunt.

que omnimodam i licentiam

poffefsionem intrandi , accipien

di , ac poſſeſsionem intran .

di @mco propria authoritate:& c.


Ciline aliquoIudicis decreto

etc. aferentes, fe nemini alij,

C. promiferuntque legitimas
defenfiones ,& c. ca de euictio

ne, enc.promifitque dicta ter .


G 6 tia
156 Albero della Fam . I

ria generatione durante , alteri

non locare , eo quod nil fiet de

dictis bonis , ut fupra , bocatis

quod vertat , t) veniat in pre


iudicium dictæ locationis aliasi ,

c.alias teneri voluit ad om

ne damnum it intereſſed . Con


du £ tori ideò fecit delocator
quia verfa vice de conductor

promifit , ex fe obligauit dicta

Bona Laborare,e cultiuare,etco.

& mistere formas opportunas ,

Oscopromifit etiampro coptumos


quolibet anno: unam ſalmam

grani bani, recipientis ad iu


stam menfuram communis Afi

sý reddere , reportare dicto


locatori ad Ciuitatem prædi
Etam ad domum , etc que om .
nia
Dewgona.Confidata. 157
i nia eta d.partes, vt ſupra

promiferunt,
oc. attendere, te c.
ſub pæna dupli dd. bonorum

applicar pro.'dimidia Camere

Apostolicky pro abia obfer


uanti , to).me notario. uri publi.

ca perfona stipulante, c. pro

d.Camera, es pro omnibus alijs

perfonis in premiſsis intereſe


haben . Na obligauerunt iura

uerunt renunciauerunt , es de

prædictis rogantes me notarium


1 LONG

In Dei nomine Amen .

Eiſdem anno indictione ,

Pontificatu die vero vigeſima

prima menſis Auguſti do anni

1540. Actum in Ciuitate

Afisij. in domo ſpectabilis viri


Ser
158 Albero della Fam . I

Ser Ludouici Ser . Hieronymi

Confidati de Afilio iuxta res

do Ser Hieronymi e alia la


tera prafentibuis.Nicolao alias

Rebechina de Afifio ea Fran .

cifco 1o. Franciſci de eodem

teftibus adhæc vocatis habitis ;

Grogatis, tt)c. Blaſius Cicchi

de Castro Paradiſe Comitatus

Afisij constitutus perfonaliter


coram ſupradi tis testibus, tt )

me notario iure proprioy en in


perpetuum fponte , & c. dedit
vendidit , Cace Ser. Ludouico

filio emancipato Ser Hieronya

mi Confidati vti Patri legiti,


mo , administratori Nicolai

filij legitimi, ea naturalis q .

Nobilis et magnifici Domini


Lu
Dragona Confidata . 159

Ludouici Confidati de Draconi.


enfis
bus ciuis Afifinat , ca fili

adoptiui d. Ser Ludouici prout

de adoptione constare dixerunt


manu Ser Petri de Cincýs no .

tarij Romani oynum petium

Terra árat. menfur & duorum


um
modiolar pofit. in Comitat
u

Afisij in. Balia Montis More

vocabulo Battefolle iuxta alia


i
borra d . Nicolai Confidat de
us
Draconib filij adoptiui dicti

Ser Ludouici, vt fupra à tribus


et alia latera liberum cum

omnibus , etc. ad haben . con

stituen . & c . & hoc fecit dictus

venditor pro precio , e nomine

precy florenorum viginti Mar


Dena

di .
100 Albero della Fam .

ditor in präſenti contra &tu ha


buit centa ntim à dicto. Ser Eu

douico aßerente fe foluere ex


pecunijs redactis ex redditibus
horeditatis dicti q. Damini Lu

douici Confidatı de Draconibusy

&c. Prafarus Blafius fecit re


futationem , conc. pactum

de vlterius non petendo , 6'6.


Opromiſerunt, eti renuncia

uerunt , c. iurarunt, 9. 70
gantes me Notarium ,enca

Eiſdem anno indictions

Pontificatu die , loco , & testi.

bus habitis Vacatis, nogatis , & c.

Aftum in Ciuitate Afisij in


apotheca Ioagnitti de Paulu

tijspofita in platea magna inde

ta bona Vichi Birelli de Afifio.,


viam
Dragona Confidatát. 161
viam publicam , & alia late,

ra , era præfentibus ibidem


Angelo Petri Mandriani, de

Alfoyle Polto Scatorfcia do


eodem .

en

cipatus Ser Hieronymii Confir

7 dati de Aſifia Vu :Paten legitir

mous en administrator Nicolaj

filiy olim Magnifici Domini


Ludouici Confidati de Draca

nibus , & filij adoptiui dicti

Ser Ludouici ſponte, G. de

dit, locauitque ,cc ad copis

mü , nomine coptumi Mae

riotto olim Euangelifta de Ca.

Aro Palarii Comitatus Afisij

pralenti , stipulanti , conducen

Vi acceptanti profe , fuis


ban
162 Albero della Fam .

haredibus vnum petium terra

ärat . & cannetat fit in Comis

tatu Afisij in Balia sterpeti

vocabulo il Campo de Fide.


lello iuxta bona D. Franciſci
Coſta de Afifio,bona Ser Hie

ronymi Confidati, flumen , et

alią latera yetc . ad haben , etc.

cum omnibus juribus z etc. pro

vno anno fructifero pro


eos
ccptumo eu nomine coprumi

vnius Raferia grani ad iu


fram menfuram Communis

Afesij quod captumum dictus

Mariottus,conductor promifit
Marely aproporrana ad domum

propriam d. Nicolai di Cimit


tatem Afisij - obligaxsi diętros

condü &tor fe , confua bona ad


lie
Dragona Confidata . 163
librum iuſtitia · Qua omnia

fupradiétá partes promiſerunt


obligarunt , & c. rogantes me

Notarium , & c.

Et quia ego Philippus


Mercurellus publicus Aposto
lica authoritate Notarius de

Afifio, V. Archiuiſta pre

diétam copiam ex eius proprio

originali fideliter extraxi col .


lationaui & cfalua ſemper ,etc.

I deò ad fidem
ſubſcripſi
, co pu
blicaui rogatus requiſitus , C.
Loco * ſigni :

In quefti tre Iſtromenti

apertamente ſi legge , che Nie


colò fuſſe figlio legitimo , e
naturale di Lodouico di Van .

gelifta famofo , & Illuftre ;


lu
164 Albero della Fam .

Iuriſconſulto , e che fuſſe poi


adottato da Ludouico di Gi

rolamo , il quale benche ve

niſſe ad effer nipote del primo


Lodouico era però nato mol
to prima di Nicolò , come fi

legge nel Teftamento del 'me


defimo primo Lodouico , che

Jo nomina figlio già adulto di

Girolamo ſuo figlio .


Hora il noſtro Nicolò

doppo la morte di Lodouico

di Vangeliſta fuo Padre , ches

potè ſeguire poco doppo l'an


no 1515. anno del fuo viti

mo Teftamento , in cui egli fi

chiama già vecchio affai , non

fü fubbito ainmeſſo à i Magi

ftrati goduti dal Padre ; perche


era
Dragona Con fidata. 165
era ancora fanciullo , ma in ,

progreſſo di pochi anni , ve


dendoſi eſtratto poi nel pri

mo grado di Capopriore ,
Confaloniere , e deſcritto fra'

Conſiglieri doppo il 1500 ,

e per i tempi ſeguenti ne' libri

delle publiche riformanze , e


delle eſtrattioni de' Magiltrati,
d'onde fi fono fatte eſtrarre in

forma autentica queſte fedi.


In Dei nomine Amen .

Inter alia quæ reperiunturfcri.

pra in libroreforrnationum Il .

luftrifsime Communitatis Se

raphicæ Ciuitatis Afisij de an ,

no 1569. ad 1572. fol. 13 :

prima facie adfunt infraſcri


pta .
Die
166 Albero della Fam .

Die.18. Februarij
. 1569 .
Publicatio noui Magi

stratus pro futuris menfibus

Martij e Aprilis 1569 .


Dominus Nicolaus Con,

fidatus.
Bernardinus Mannus . .
Mancinus de Manci.

nis .

Hieronymus Bernardi. >

Hieronymus Vignati.
Cicchus Mariottelli de

Caftro Palatij .
Ita eft , copiaui ex

pradi£ to ego Petrus Cingula .


nus Afisij Notarius , á Can .

cellarius ad fidem , &c . Hac


die 21. Iuni 1666. Loco *

Signi.
In
Dragona Confidata. 167
In Dei nomine Amen .

Infrafcripta ſunt copia deſum

pta , & c, per mé infrafcriptum


ex infrafcriptis " libris quarum
tenor est videlicet.

Ex libro nuncupato exo


tračtioni de Magistraii de an

no 1600. ad fol
. 38. prima
facie adest 20. Nouembris

160461
I Uutres Domini Prior

res Nouembris ; car Decemo

bris .

Il Signor Nicolò Confi.

. Confaloniero mortuus .
dati

Nicolà Angelino ſecondo


Tertiarius.

... Meo. Euangelista terzo


* !; Pietro Paolo Pacis quarto.
.
Raf
168 Albero della Fam .

Raffaello Coſimo quinto .


trio , Sebastiano di Rita da

Castelnouo fefto .
Ex di& to libro fol. 39 .

prima facie od

Conſiliarij de numero
Confilij ſecreti í lustris Ciuita :

tis Afisj eorum officium duras


jurum per-menfesviginti incii

pien. ad Kalendas Ianuarij


anni proxime futuri 1606, ea
ex fequitur terminan.coac
.
Ilustris Dominus

Io. Baptiſta Binus Illustris D.


Horatiu's V annola , Ilustris

Dominus Afcanius Philippu


tius, Illuſtris Dominus Eustaa

chius Confidatus , 7luftris Do


minus Marcellus Costa , Illy
Stris
Dragona Confidata . 169
ftris Dominus Franciſcus Ba

tiuccius, D. Meus Evangeli


olunnius Cillenius, Doo
fta, D.V
minus Eques Ioſeph Paulus

tius, D. Franciſcus Angelinus ,


D. Franciſcus Gabriellus, D.
10: Maria Amatutius, Comes

Montinus de Rubeis , D. Chri

Stophorus Sermatthai , D. lg

Seph Angelerius , D.Io: Lucas

Rodulphus, D. Alexius Mau

TUS .

Ex dicto libro fol.so. à

tergo.
Die 14. Decembris

1608 .

Priori Ordinary .
Il Sig. Euftachio Confi

- dati Confaloniero .
H M.
190 Albero della Fami

M.Pompilio Aromatario

ſecondo
M. Gioſeppe Ghisbeni

Terrol

#nil Gafparo.Facundio quar.

2. Giuftino di Pinco quinto.


mitten Felice del Sugaro dalla

Pieue feſto .

Éx dicto libro fol. 85 .

prima facie .
Die 26.0 {tobris 161.36
‫۔‬
1.1 Sig. Euſtachio Confi

dați Confaloniero .
M.Marcello Benigni ſe
condo .

M. Mariotto Roſsi terzo.


M. Moricone . Melalli
1
quarto .
M.
Dragona Confidata . 171
e M. Deodato Matriciani

quinto .
yani Battiſta da Matteo del

Bianco letto

06. Ex di& o libro fola 67.

nempe ex aliopariter nuncupa


to extraction de Magistrati
3 1628 .

Die X. Aprilis 1637 .


ris , Palla ordinariai.

Signor Alfonſo Confi


dari Confaloniero.
M. Franceſco Rognani

ſecondo.iu. To
bbs M. Franceſco Barbaroſ

ſa terzo
Lodouico Santobaldo

quarto.
Luca Baldacci quinto .
H 2 Ber
172 Albero della fam .

37 : Bernardino di Caliſto dal


Paradiſo festo

1 ':' 034Ex libro pariter nuncu

pato eſtrattioni de' Magiſtrati

de anno 1656.0 de anno

1666. ad fol.65. prima facie .

Sig . Eustachio Confidati


Confaloniero .
N. N.

M. Franceſco Aleſandri

terzo
Bernardino Ricciaola

quarto Copy
Franceſco T'anci quinto
Frauceſco di Gio : dal

Palazzo Seſto .
Et ego Petrus Cingula

rius de Alijio publicus Aposto


lica authoritate Notarius ,
ad
Dragona Confidata. 173

ad praſens Cancellarius Com


munitatis d . Ciuitatis quia pre

dictas copias ex dictis libris ex


i, traxi præuia collatione ideò ad

fidem hic me fubfcripfi fignaui


enpublicaui requiſitus hac die

5.Iunij 1666. Loco * ſigni."

Con queſte fedi pare à


me che concludentemente fi

giuſtifichi , cheNicolò non

folamente godefte i primi


gradi ne'Magiftrati dalla ſua
Parria o come hereditati dal

Lodouico di Vangeliſta Sub

Padre , ma che poi li traman


daffe altresì come antichi , &

hereditarij della fua Caſa nel

le Perſone de'ſuoi figli , nipo

ti, e pronipoti che nella ſteſſa


fe
H 3
174 Albero della Fam . I

fede ſucceſſiva ,ho fatti


mente
notare per vna dolta almeno

per ciaſchedun di capte altre


o
volte , che gli hanno eſercitati,

acciò tuttavia più chiara appa

riſcaglie Aabilita rimanga


l a
verità , chò da principio fer
mara ,cibe à dire , che dall'an
nos 1437 in cuiis fù redinter

grato il prino Lodovico , no

tanyents , con Vangelif


taifa
Padrecalla Cittadina d'A .
nza
lifi , fino agli anni correnti ,

deppo il 5660, ha la Famiglia


Dragona Confidat goduti
a
per ferie non interrotta , mal

di Padre in figlio ſeguitame


nt
te continuata ,i primi, e più

ROUTE
del
Dragona Confidata . 175
i della Patria , doue ne' tempi

antecedenti, fin da quando fu


* quefta Famiglia piantata in

Afili , à haucano gouernato

come Vicarij. Imperiali ,ò fi.

gnoreggiato , come Padroni

affoluti , od almeno fempre ,

in qualità di più che priuati


Caualieri , comefangue degli

: antichi Padroni, e deſcendenti

da così Illuftre principio era

nó fati riconoſciuti, e riueriti .


come habbiamo a loro luo

ghi , colle douute proue give


.
i ftificatamente dimoſtrator ,

3 Maper tornare a Nica

lò , fu ſul bel principio fin del


1560. dal Sommo Pontefi

ce Pio Quarto dichiarato ſuo


H 4 com .
176 Albero della Fam .

commenfalc , honorato del

titolo di Conte , e priuilegiato


con ampliffima facoltà di le

gitimar baſtardi, e crear Dot.


tori, e Notari, come ſi vedea

chiaramente nel Breue dato

in Roma del quale fe nes

farebbe difteſa pur qui la co


pia autentica, ſe non fufle già
Itato vn altra volta data alla

Stampa in Roma , l'anno

1360. appreſſo Antonio Bla

do : e che per altro eſſendo lun.


ghiſſima portarebbe via la

metà dell' opera . Veggonſi

poi nell'Archivio publico ď

Afifi , e particolarmente ne
Protocolli di Oliuo Teſta , e

di Giuftino Angelini molti


Intro
Dragona Confidata. 177
Idromenti di crcationi di

• Notari , e di legitimationi di

baſtardi, fatte da Nicolò, doue

ognuno à ſuo beneplacito può


Vederle . !!!
.
* uut Quefto medefimo Ni

colò , fu quello , che l'anno


1559. gouernò la Città di

Nocera ; l'anno 1570. Con


citolo di Auditor Generale

la Prouincia della Legationes

di Romagna , l'anno 1572 .


colla medeſima carica la Pro

uincia del Patrimonio , l'an

no 1579. quella della Marca,

l'anno 1580. gouernò la Cit


tà di Ceſena , l'anno 1585.
<
tutto lo ſtato di Meldola, l'an

no 1587. la Città di Faenza ,


HS nel
178 Albero della Fam .
nel qual gouerno lo fucceffe

Monſignor Panfilio ,che fu poi


Cardinale di Santa Chieſais

e Zio del Sommo Pontefice


Innocenzo Decimo , e final :

mente l'anno 1599. fu di nuo

uo rimandato per il Signor

Cardinal Bandino , legato del


la Marca , à gouernar , conti
colo di Generale , Auditoreis

quella Prouincia i Tralaſcio


di narrar l'Ainbaſcerie da lui

portate à i Sommi Pontefici

ne’più ardui negotij della ſua

Patria , e si altre fue glorioſes


Attioni, che lo reféro un vero

Nicolò , cioè vere latis vene

Victor ; imperoche non fi

contenne ſolo trà le operatio


ni
Dragona Confidata. 179
U ni politiche , ma eſſercitando

i l'ingegno , & adoperando la


penna arricchì di nobiliffime

.. poftille tutte le opere del

gran Legiſta Bartolo , che pur


anco fi veggono alla Stampa .

Di Euftachio , e Ga

brielle figli di Ni

colo , e di tutti gli

altri loro deſcen

denti .

CAP. X.

A Nicolò furono ge

DAnerati due figli Eufta

chio , c Gabrielle , de'quali


не per
180 Albero della Fam .

perche noi habbiamo diſes


gnato di fermare in effi il

Diſcorſo , eſſendo notiſſime à

i viuenti le due generationi

ſeguîte doppoi dentro il cor


rente fecolo , Itimiamo affatto

fuperfluo d'apportare Iſtro


menti c pruoue , delle quali
30
non ha biſogno ciò che è

eſpreſſamente paleſe . Euſta

chio figlio di Nicolò ſeguitan


do l'orme de'ſuoi maggiori , e

ben noto à molti viuenti , che

l'hanno conoſciuto à quali


cariche ei s'auanzaſſe, e quan

tò illuftraſſe col proprio me

rito la ſua Patria , e la ſua Fa

miglia, e benche potrei addur


re infiniti teſtimoni del ſuo
va
Dragona Confidata. 181
valore, & incomparabil meri
1 to , ftimo nondimeno fuffi

ciente il regiſtrarne in queſto

; Juogo vn atteſtatione , che ne


fece la Città di Callia da lui

gouernaja del tenore , che fer

gue, eſtratta in publica forma

i dal ſuo originale .


In Dei nomine Amen .

Hæc eft copia , fumptum fue


tranfumptum cuiufdam fcrip

peure in charta pergamenaexi


Itentis cum Infignibus Ciuitatis

Caſsia à capite , cuius quidem

fcripturæ tenor talis eft vide


licet . 2:11 . Site

Priores Populi Caſsia.

Illuſtriſsimo Domino Ex

stachio Confidato Nobili Aſi

fien
182 Albero della Fam ..'.

pienfi falutem .

Cum nemo fit. laude glo.

riaque ſua defraudandsis opera

pretium officijque nostriconſen

taneum effe duxinous quibuf.

cumque has nostras ipſpečturis

litteras notum facere,licet enim

difficile fit breuibus verbis quod


immenfum requirerat volumen

exprimi poſle . Tuigicur qui à


primo
, quo hucte contulisti die
à Ciuitatis Narnie Gubernio

wbiper biennij ſpatium es como

moratus quoufque ad : Guber


-nium Matelicanum iveris fens.

per tanquam nanus et vigs


lantiſsimus Argus oculos ad

complura fimul intentos ha

bens in primis diruta noftra


Tere
Dragona Confidata . 183

Terramenia » Ponies, ædifica


sfi, thujas ftrauifti , verum

etiam Montes
frumentarios non

. Terram , fed etiam


folumasnies
in Comitatu angendo , noui
ter inftituendo spublicoſ quepres

wentus.fere deperdites sims pritis

num ftatum ; incongruam .

viam nostro cum magno Rein

publice cómmodasian Atilitateig

Copyreppreffoman deuatsine neden


giftispariterquenoua Decreta ,

Com femper vriliſsima in filo,

ac Cancelaria ciuilise crimin


mali conftituiftiaoà toto Cafe

fano. Agra facinoros


, prorſuss
depellens pænafque ex infligens

ne quid nostra Reſpublica de -a

trimenti caperet neue in futu


rum
184 Albero della Fam . :

rum fubfequi poffet nec . Hon

more pientiſsimi Patris ac

Protectoris Pupillorum , Vidua

rum , Orphanorum , piorum lod

corum neceſsitatibus prouidens ,

itaut in omni adminiftratione

maxima cum pietate , modeftir


de liberalitate inaudita proa
uam Ali

rarium aperiens prodegiſti ad

corum fubleuandam inopian

Quo circa hoc in caufa fuit vt


in fineGubernij ac Syndicatus

nemo penitus ac penitus te que

rela, fiuepetitione in illa re fuc

rit minime profequutus , fed


vno omnium ore conſenſu at

que applauſu vſque ad aſtra

fueris elatus eos non ſolum


IHA
Dragona Confidata .. 185
tuarum mirabilium virtutum

contemplatione , ac ſcientiarum
}
genere , que te ad diuerfarum
Prouinciarum Gubernia eues

xerunt , vt in Prouincia Roos


mandiole Marchie Campania ,

demum Prouinciæ tua Peruſia


Vmbria in qua per ſexeną

nium cum Illuftriſsimo Beni

lacqua Cardinale Legato ge


neralis Auditor ingenti cum

authoritate, o laude extitifti ,

quibus incenſus , permotus

virtutibus Illuftrifsimus ,

Reuerendiſsimus Dominus Sci

pie Cardinalis Burghefius, qui


in dicta Ciuitate Audiorum

cauſa tum degebat cuorumque

optime conſcius meritorum ſta


tim
186 Albero della Fam .

tim facra Purpura à Paulo l '.

San £ tiſsimo Pontifice eius A


munculo decoratus te Romam

accerfiuit, poftmodumque alia

quarum Ciuitatum Gubernijs

préfecit præfertim Fulginei, és

Reatis : Infuper Conſultoris

generalis Sancti officy Inqui


fitionis dignitate fueris decora

tus alijfque dignitatibus,

honoribus infignitus, e non

immemores quoque Illuftrium

tuorum maiorum , qui diuerſis


temporibus has in Populos mula

ta contulerant beneficia , tuæque

liberalitatii, igna prafeferen

tes , a quibusoriginem ducis en

præfertim gloriofae memoria

Clariſsimi , ac Famofifsimi
Do
Dragona Confidatdi. 187
Domini 1.V.D. Nicolai Gone

fidati Patris tuig.cuius adenocas

tione, ea fcientia induftriaque


3 integerrima Communitas Unia

uerfitas , Populuſque noster vir

grauifsimis neceſsitatibus, ara

duiſque negociorum ambagir

bus præcipueque tempore Gret

· gory XIII. Pti non tenuit

feliciſsimua tamemu suintum


omnia förtita fumariee ya

alijs qnamplurimis caufis: moni


lis
te cum pofteritare tua *
meanmafculina in nobilium
Caſsiamorum ciuium bumerumu

tenore prafentium adferibimus

& , nelamuſque
aggragamus
quodinfuturumuy poſteri

tafque tua cunétis, celeriſque


hom
188 Albero della Fam .

honoribus , priuilegijs immuni


tatibus , exemptionibus ceteris

que ornamentis perfruaris qui,


bus nostri Nabiles Ciues ex

ipfa Caſsiana Terra oriundi

perfrui confueuerunt , eam per


fruuntur. Has autem litteras

in perpetuum animi noftri te

Atimonium fieri , ca per infra


feriptum noftrum Cancellarium

fcribi , noftrique publiçi fagilli

appenfione munim iuftipus


Datum Caſsio ex noftro Prio .

itali , to noftræ folite refidentia

Pulatio bacdie prima Junij.


Toivo ho niais

4. Bernardinus Cafarinus

Hifpellas Notarius Loco *

figilli pendentis .
Et
Dragona Confidata. 189
Et Cancellarius rogatus .

Et ego Hieronymus Lu
.cidus de Afiſio publicus Apo

Atolica authoritate Notarius

judexque ordinarius , tad

praſens curia Epiſcopalis dicta

• Ciuitatis Cancellarius quia di

&tam copiam , ut ſupra extra


Etams.com proprio originali
.

exiften. penes Illuftrifsimos !


i Dominos Euftachium & Fra

tres de Confidatis de Ajifilm


concordare inueni ideò ad fidem

hic mefubfcripfi, tu publicane

i requifitus hac dje 25. Aprilis


1663.

Confalonierius, ca Prio

res Seraphıca Ciuitatis Afisy :


Supradi&tum D.Hiero

пу :
196 Albero della Fam .

nymum Lucidum eße talem

qualem fe facit. , ſuiſque publi.


eis fcri pt ur is plenam adbiberi

fidem omnibus publice : resta

murs Datum Afisij ex Pa

latio Priorali 27. Apriliş

1663. z oo

1 Loco * ſigilli

th , Petrus Cingulanus Can .


cellarius !!! 2001 m.xs

Potreia regiſtrare in
queſto luogo i Breui de'Go

Herni ,con i quali "Euſtachio

fü dalla Sede Apoftolica qual


fificato , potrei difendere les

atteſtationi ampliſſime delle


Città , e delle Prouincie das

lui gouettate , lequali faceua


Dó а
con
Dragona Confidata. 191
con applauſi , onde potrei an

co apportare il tenore di tan


te Cittadinanze di molte Cic

tà , che trà loro Nobili l'ag

gregarono , ma perche non


habbia à creſcere il Volume

con l'eſpreſlione di coſe no


tiflime à tanti viuenti mi ri.

ſtringo à dimoſtrar ſolamen

te l'Iſcrittione ſepolcrale ſcol

pita nel luogo dou'egli fu ſe


polto nella Baſilica di S. Fran

ceſco d'Aſili , in quel mede

ſimo poſto , che doppo che


furono redintegrati l'anno

1457. alla Cittadinanza d'A


figi i ſuoi Antenati s'eleffero

al fianco di quella Cappella ,"

0 il cui edificio fù già ordinato


da
192 Albero della Fam .

da Rinaldo di Ridolfo Dra .

goni , come ſi legge di ſopra ,


nel Teftamento , e Codicillo

di Ventura ſuo figlio : l'iſcrit


zione è queſta .

EV
Dragona Confidáta. 193

EVSTACHIO CONFI.

I DATO 1. V. C. PATRI
Η ΤΙΟ ASISIENSI QVI

PLVRIMARUM CIVI

TATVM QVIN ETIAM


PROVINCIARVM GV

BERNACVLA SEDVLO
TRACTAVIT HONORI

FICA ITIDEM MVNE

RA A GREG . XIII. P.

O. M. PONTIFICATVS
TEMPORE VSQVE AD

SVÆ VITÆ EXITVM

ROMÆ PLVRIES CVM

MAGNA INTEGRITA

TIS LAVDE EXPLEVIT

OPTIME DE IPSIS ME

RITO GABRIEL CON


I PRO
194 Albero della Fam .

FIDATVS FRATER

PROTH . APOSTOLI

CVS PATRIÆQVE CA
THEDRALIS ECCLE

SIE PRIOR ALPHON

SVS ET FRANCISCVS

FILII NON SINE IV

STIS LACRIIMIS , PIE

PARENTANDO POSVE

RVNT OBIIT A , D.
MDCXXVI.

6
Ne
Dragona Confidata. 195
Ne di Euftachio , ne

degli altri che ſucceffero poi

mipar neceflario diportare


altre giuftificationi , eſſendo
E ftati molto ben conofciuti ne

tempi noftri Gabrielle fratel

i lo di Euftachio , c Priore della

Chieſa Catedrale , chesë laj

prima Dignità doppo quella


del Veſcouo in Afifi , & Al

fonfo , Franceſco , e Gio : Car

to figli del medeſimo Buſta


cchio
iz l'ivltimo de' quali mort
ini Roma nelmentre; che fta

oua per prender l'habito della

Religione di Malta , per con :


fecutione, di cui furno l'anno

1620. tutte le diſteſe memo

rie della Caſa Dragona Con


I 2 fi
196 Albero della Fama

fidata dedotte in Proceſſo , e

da Alfonſo poi furono gene

rati i giouani Euftachio , Ga

fparri , Gabriclle Dragone ,

é Nicolò viuenti, ne'quali an


corche ſiano in età tenera , c

rimaſti ancor fanciulli priui


del Padre fi veggono pur an
che ſenGibilmente rifiorire i

ſpiriti degli Antenati, e s'ode

ribollire il ſangue de Luitulfi ,


de Rodolfi , de Rinaldi , de'

Confidati , e degli altri loro


Maggiori , ond'è che la Fæ

miglia Dragona! Confidatai

1 vibra pur anche in Alili i rag

gi degliantichi Splendori..

Rac
194
Racconto delle Op
B
poſitioni, alle qua

li ſi riſponde, nella

Difeſa dell' Albe

I pul ro .

Tuin ondoos

Hela Famiglia de Com

fidati viuenti, non può

e fer la medeſima, che l'ana


tica Dragona , effendo, che
TO niuno de loro antepaſfatio
,
+ fia mai udito pregiarſi dital
deſcendenza . Oppofit. I.

pag • 113

che li fia eſpreſſo, con parlar

1. troppo dubbioſo , & incesto,


che Vangeliſta fuffe figlio
del
| 3
198

del ſecondo Ventura di Ri

naldo Dragoni. Oppof. II.

pag. 23

Che la reintegratione di Citta

dinanza fatta ad Euan

gelista è poco degna di fede,

per vederſi il ſuo Registro ,


con alcune macchie , ea ime

perfettioni . Oppoſita Itx .

i . pag .

Che non è vero , che la Caſa


Ĉ Confidaia Dragona habbia

goduto il dominio d Affi , e

che anzi ifi pruoua il con

traria da una fcrittura .


37
Oppoſ.IV . pag.
Che il Teftamento , e Codicillo

di Ventura Dragoni è poco

degno di fede s e per contene


re
199

Dinealcune imperfettioni ,

inuerifimilitudini . Oppoſ:V .

pag . 52

Che non è vero , che la Caſa

Confidata Dragona, habbia

goduta l'antica Signoria di

i Colfrastone', Oppoſit. 1' 1.


o pag . 57 .

Che ſifa voluto congetturare;


che Confidato ſecondo fuße

fratello delſecondo Ventura


da un Breue , ò Lettera di

Papa Innocenzo Settimo .


68
Oppoſit.VII. pag .
Che la memoria che ſi porta di
Pietro Antonio Confidati

Dragoni ſi appoggia ad un
troppo debole fondamento .

OppoſitV III. pag. 71


Che
200

Che leprerogatiue di Lodonico

di Vangelišta, hanno troppo de.

boli prome . Oppoſit


. 1x .
75

Che Nicolò Biſavolo de Con


fidati Dragoni videnti , non
fi figliyalo di Lodouico di

Vangelista, ma di Lodouico
1
di Girolamo : Oppoſit. 1 .
.10 . 1379
page:

Che alla Perſona di Nicolà ja


Ifeano attribuite prerogariue

non verede Oppoſis. XI.


TOO
pag.

Che alle Perforie di Eustachio

Auo e di Alfonſo Padre de'


Confidati Dragoni viuenti

fi fiano attribuite qualità

improprię.Oppoſ.XI.pag.114

1

1
r
4
1
1
DIFESA

DELL'ALBERO

D E L L A

FA MIGLI A

DRAGON A

CONFIDATA .
OOT
old AULU

LOLL
A

AVIO DAS a

5

‫ روزه‬:: ‫ایران‬ ،‫وی‬

LETTORE

Vanda PeAlbero ;

che io ti ho dei
ſcritto , uſa un

altra volta ſib

teairo plaufibile

della Stampiai, leggiermentes

e di paffaggio abbezzato dal

P. D.Eugenio Gamorrini Mo.

naso e Decano Caſsinenfe , nel


A 3 Suo
fuo Diſcorſo Genealogico della

famiglia Dragons Buencam

pagna hebbe un faftidioſo in

contro dal zelo (pare a me) poco

1110
av ,
Standoſi deſideroſo di ſcoprir

la verità ) mandò fuori una


raccolta d'oppoſizioni ſotto tito

lo di familiar gaſtigo Apolo


getica sha eccedendo 1. termi

mi gudentro i quali fuel con

tenerlasla Libertà che gudano

Letterati di cenfurar l'opere


jallvega , s'acquisto net concer
remiuerfalá del Mónda.lk

odiofo nome di Libella famos

for Kifurenadfjermate calunio


nie pic degne di galligo she
Om di
7

di riſposta , ES weramente le

può presupporre , übevitne temeia


Je l'autorei, mentremoni table

serdire di fcoprire il nome pre


prio , me quello dello Stampan
Lories

a lo confeffa ny che benche

seſtraneo , e per nulla interef


Patio

tý ſublito irritara fieramente


la
penna a voltarla in fact

-ta , cariſpondere ad inchia .


fro con fiele., ed in punture

c.com piaghe . Tánto mi tra

fiffe l'animo il videre con las


mili termini, ſtrapazzata la

Virth , e calpeſtaca la Kierie


ià . Nondimeno las prontear

ca che fui neceſsitano me

A4 stran
Atrare lön fecondar , come tan
ti pracoli di cprudenza i fen

timenta dis dar gran Perfom


naggio che m'hanno resta la

penna , e che dal proprio me


Tito je dalle mie obligationi

hebbero, begitima autorità di


comandarmi ha voluto che io

non perdeſsi d tempo intorno

A materie , di così poca impar


Sarza , ma con buona , e for

da brenita m ' andafsi inge

gnando di soccare in fostan

24 i capi delle oppoſitioni ,


di ributtarli con una ſempli

cità naturale , e propria della


para se non traneſtita veri

cà che so profeffo , la quale

noraeconti hiſtorici particolar.


men .
.

merre vabborrifa yagli ador.


namenti pueriti, ' che fonopros

pri della Poefte moretrice

niente diçeuoli alla ribirginate

ſrdnità dell'hiſtoria q Si vdi

ranno dunque miejs fogti


ne'miei
i fulmini delle ragioni anda

non compofti di zolfo puzza

e lente per offendere il naſo


i Lettori ; ma di puriſsima

luce , per iſchiarir la Veria


sà . Non cò che l'oppoſitore

babbia a godere del mio fden

gno , ordinario teftimonio di


perdita , come facea quel Prin .

cipe amico di Sidonio Apolli


Hart , qui oble & abatur com

motione ſuperaci cum fidem


" faceret Vidoriæ fuæ bilis

AS. alie
alionails fere vine forma de

mpaniese di Tersukinnatasiale
ia
ſcrjugendarmer Kalentinian
Aimoiy Alendam ( diffe . ) fed

non imprimam ifulnerazi

Multa iſuzne fac digna, reuincí


li
Magtanitate,addicincuria

03544 ellos ih ifoqitico


bor li steknolo 934 stroj

-irsVd! viti 194 - 9 :!


320 i og ol sıla bosealt

ushion Jola stabing a sildid


ih vinozoriflus oi'itaitos 053

•*** Porn B ontang strong

il ciochvil vizin avis

--Ticömuode : do inp988

3 :3 20 col sucizen
Pilid 0 2101 ? 194507
PRI
‫܀‬
‫܀܀ ܀‬
1
Dragona Confidata . 13

PRIMA

OPPOSITIONE:

i Che la Famiglia de

Confidati viuenti

non può effer la me

defima che l'antica

Dragona , eflendo ,

che niuno de loro

antepafilati , fi fias

mai vdito pregiarſi


d'vna tal Defcen

denza
RI
14 Dif.dell'Alb,della Fam .

. RISPOST ,
A

Veſto entimema! per


parlar con i termini

delle ſcuole) 4träſtodall'agro


rità negatiua che in Fi
loſofia non vale inomas

que perche la modeftia d'vno 9


degli

Confidati Dragoni viųenu che

l'oppofitore può hauer cono

fciuti non ſarà ſta å palefarç å

Iui quefta Afcendenza , doura

dirli che non ſia vera e quan


do änço da gran compp in qua

non ne haueſſero hauto noti


1
zíä gli antichi ( come in cffetto

Ihan ſempre hauta) perche


non
Rivagona Confidatan 15

non potrjanp layerla giykifi


Gátamente sintracciata dalle

forintiresimoderni ? E come

che il Xelgari , per efles teftin

monto vnico je per l'hoſtiler

paffione che moftra a ficata

segno di fede,ed atteſtante vng


cola , che naturalmente non
lony

può ſapere già che afferma

che njuno, di quelli Antenati


G. Gapregiato di tal qualita.ont

de inconfeguenza fuppone di
hauerli puisi conoſciufi,& ydig

di parlare , che è impoflibile )

ip potrei sbrigarmi breuemen ,


te dalla xifpofta con dir frana

camente , che non è vera les

{ ua propoſta; Tusa viaAcciais


kabbir Accaliop: disposarsi
logo
16 Dif.dell All.della Fam .

foggiungo c'ha il medeſimo


Gamorribi colle ſcritture di
P.

quegli Archiwij concludenten


mente prouato , che la nobilifa

fima Famiglia de Nepis fuffes

gia detra de Gaidoni,quella )


degli Amatucci de Petronij
quella de Sbaraglifti,desbaras
gliati y è quella de Domácidi

Calzauerde , verità , che nee

pure a’moki demedefimiin .

tereſſati erano per prima fta

te mai note . Anzi per para


har se termini terminantichit

negarà che la Cala Buoncomi


pagna fia diſceſa dalla Gála

Dragona ? già chelo ftefior opis

pofitore molto apertamente


ita confclfato ful foglio 4 %.
del
Dragona.Canfidara . 37
del fuo Diſcorſo , e puras apr

co gli Aſcendenti di quefta fi

leggono già mai cognominati

Dragoni ne in Bologna n, on
Maas
in Arezzo , ne in Villa
joho quiſtionato fin qui cher

mendomi ſemplicementedai

colpo dell'Auuerfario ,hor me


glio farà , che con le ragioniil

keriſca . Che gli Antenati de


Confidari Dragoni viuenti ná

6 fiapo , pregiatidella Derces


denza.dalla Caſa Dragona

yn ſuppofto falſozlegga l'oppo

fitore regiftrata di ſopra a fogli


990. la Redintegratione della

Giscadinanza d'Agila fattalan

ng 1487, a Vangeliſta Atauo

de Copfidati Dragoniviueng :
do
18 Difödell'Alb.della Fam .

doue egli e chiamato Euange .

lista 9. Ventura q . Raynaldi.


Confidati de Draconibus, &
approuato per deſcendentes

della Caſa Dragona da tutto il


della Città , doue dice's 1
corpo
puriui : Cum igitur tú Euan
gelifta Confidatus authenticis

ex ipfa noftra Cancellaria ex .

trattis fcripturis,alijfque,alius .

de habitis clariſsimis probationi


bus nec non teftium innumerabi

lium publica ſcilicet vocis aefa.

ma irrefragabilibus atteftationi.

bewus te ex illuftri , atque excelfa


fämilia de Draconibus nostris

canciuibus qua's semporibus suf

que Othewis primi Imperatoris


initium nacta Clotharij.Impe
teDragons Confidata 19

varoris munere patria huius De


smina aliquandiu fuit ab anna
Christi 1133.dominium affeur,

ta te defcendere probaueris conc.


legga il Teftamento di Lodoui

ico di Vangeliſta parimente di

-fopra a fogli 141. doue e no


minato D. LudouicusD.Ewan's

gelifta q .Venare q.Ramaldi.

Confidati do Draconibaan las

bestera , in cui egli fortoſcritto

fi legge Lodovicus de Confida .


tiside Draconibus a fogli ,11 %

la Pacente del gouerno di

Monte Caufario in drizzata.ie

mobiliaire D. Ludouico Confia

diate de Draconibue afogli L2.8

Vegga gli Iſtromersi diſteſi

a fogli 153, ne ' quali Nico



ha Difedis Albedella Firem .
Datfiglio di queſta Lodquir

coffi vede v fargintamente


i cognome de Confidating

de'Dragoni,vegga l'antichiffs ,

r nco fi ve
ma Pietra , che pua
de murata ſopra ad vna più
antica Porta della Cafa de Cá

fidai Dragoni viuentiy nella


quale in yn macdelimo faiffo

Na ſcolpita l'Arma antica delli

tre colli di Draghi,c.la modere


na deHa fenczza colomba ete .

Ha di Dsago fio del 1303.com

nome di Confidato Dragoni.

Ricordifo I oppolitore t'has

ben rale età, che può ricordar

fene , che la gloriofa memoria

del Signor Cardinal Franceſco

Buoncoinpagni , mentre cras


Le
rebrngana Confidence of
Legåro della Prouincia dell'

Vmbria quando fu eletto ' Ari

eiuefoduodiNapok volle cflet


> nella Città dala- fwr la fob

lente fua confecrationes, c #


peuta , e feruito dai comfidn

Dragoni riconobbe con viuei


e pubtiche dimoſtration d'ari
#fetto la commune deſcendens

za dalla Caſa Dragosa etsa


fua non ordinaria lconfultiu

në riucder volle gli aneichb-fos

potcrigl este fçrittuno apparel

i queda Prompia
mengira Adios
Une che per efſer ſeguita krog:
occhi di milla vivienti ndahed

biſogno diproudysi dindband

perfuador, lohid de Bbopenthele

l'oppolhove d'ellefirida featured


vſcir
22 Difidemalbidelariam .
vidir di bocca casi
deggieraj

potfantione, cheper eller tan


to fieuble , e vederſi per altro

fetuiri di vanguardia & alle


prime filo delleoppalationi 10

fo conto che non viſia grande


vopo di forza per atterrar la

battaglia , e la retroguardias .
Così abbattuti con dorama te

fo paſlag
licita i primi incontri
gio coraggiofamchte ad azzuf

farmicongli altri tanto meno

da me temuti quarito ſon cer

coschedai primi doa bon pun

to diffimilja 1107 ori si

pozytojui
sifilis cft bodo obis , D7

SE
Dragona Confidata 23

SECONDA,

OPPOSITIONE

Che ſi ſia eſpreſlo con

parlar troppo dub


biolo , & incerto

che Vangeliſta fuſ,

fe Figlio del ſecon .


do Ventura di Ri.

naldo Dragoni .

RISPOSTA ,

Ice in queſto luogo il


Di
va
Volgari che doue G fcrif
fc
24 Dif.del'Alb.della Fam .

fe ful foglio 20. del primo Dia


ſcorſo che dal secondo Ventu
ra di Rinaldo Confidaci Dra .

goni ſolo per quanto ſi era po


tuto dedurre dalle ſcritture di

hebbe un figlio, che ſi chiamò

e fu quello che
Vangelifta ch
,
rit orn ato ad habitare in AGG

domandò alla Città deller re


integrato a tutti gli lionori e

gradi goduti da'ſuoi amtenari

ciò fuſie eſpreſſo con parlar

dubbioſo , & incerto a ſegno,


ch'a ſuo modo di dire l'Auto

re vi traballa di fede . Il duba

bio cadde nel numero , c non

nell'effer de'figli di Ventura .

Scrific , che per quanto ſi era


potuto dedurre dalle ſcritture

cgli
Dragona Confidata. i 25

egli generò ſolo Euangeliſtas


perche poteua hauere anches

hauti degli altri figli, non per

che dubbitaſſe chaueſſe gene


rato queſto , ed a tal fine vi G

i legge appoſto l'auuerbio ſolo ,


che diuerfifica la male intera

i fignificatione . Onde baſtarà

di paſſare da queſta oppoſitio

ne con quella ſola ſentenzas


i che molti Saui , e Santi Veſco

ui diſſero all'Imperator Giu

liano Apoftata che leſse e di


ſprezzò un doctiſſimo diſcor .

1o di S.Apollinare : Legifti ,
ſed non intellexifti , fe enim in

tellexiſſes non improbaffes . Il


che mi pare che poſſa dirli del

l'oppoſitore perche fe haueſſe


B po
26 Dif.dell'Alb.della Fam .

pofta più cura in rintracciar la


verità non hauria riprouato

cio che l'Autore affermò.

TER ZA

OPPOSITIONE .

Che la Reintegratio

ne della Cittadinan

za fatta ad Euange .

liſta e poco degna

di Fede per vederſi

il ſuo Regiſtro con


alcune macchie &

imperfectioni.

RI
Dragana Confidats . 27

RISPOSTA .

Sſendo, conuincenti lei

E ſcritture appartenenti al
la Caſa Confidata Dragona

ha creduto l'oppoſitore di po
terle condannar come altera

te , e ributtarle per falles :

Così appunto (benche ſia trop

po ardito il paragone) han fat .

to in ogni tempo gli Heretici,

i quali non potendo foffrire

di ſentirli fuperati dalle Sacres


Scritturc hanno hauto ardire

di negarle come apocrife , &


alterate . Il che ho detto non .

perche intenda comparare l '


oppoſitore à gli heretici mas
B 2 per
28 Dif.dell'Alb.della Fam .

per conſolar l'autore , a cui


auuiene cio che ditempo in

tempo è accaduto ancora alle


diuine ſcritture.Vvol dumque

l'oppoſitore che ſia alterato il

Regiſtro della Redintegratio


ne di Cittadinanza fatta l'anno

1457.ad Euangeliſta Confida. >

ti Dragoni,e ne porta vna non


fulfiftente fede di due Teſtimo

nij, che facilmente poffono rio

gettarſi , & i quali eſſendo fta


ti da lui condotti a vedere il li

bro , doue ſi legge il ſoprano

minato Regiſtro , e veduteui


alcune leggiere imperfettioni
cauſate dalla qualità del luogo
doue il libro fi conferua, che e

molto ſoggetto all'humidità,


&
Dragona Confidara . 29
i & all'ingiurie de forci,e delle
farme gle ne fecero inconſide

ratamente vna fede , dalla cui

pura ſemplicità ritrae l'oppo


fitore vna lontaniffima confe

guenza ch'ella ſia falfa . lo

0 non voglio entrar qui a diſpu

tare in qual modo poteſſero

o rigettarſi i teftimonij perches

non voglio dir più di quello


che fa per la mia cauſa . Mae

per ferrar la bocca in perpe


tuo a chiumque , s'è fatta eftrar

re vna copia autentica di que

Na Redintegratione permano
i di publico Notaio dal fuo pro
prio originale , che ſi vede in

pergameno col ſigillo della

Communità pendente , e che


B 3 per
30 Dif.dell Alb.della.Fam .
per eſſere ſtato conferuato con
diligenza e rimaſto eſſente dal

le ingiurie del tempo , de'for

ci , e della påffione di Latino


Volgari , e li rauuifá bello, in.

tatto ", intiero , e tale in fom

ma quale e deſcritto nella ſua


eftrattione diſteſa di ſopra a

fogli 99. Sopra al medemo

Regiſtro fa poi l'oppolitore al

cune ponderationi , alle quali


io non dourei riſpondere per
che non occorre far conto del

le congetture doue canta chias

ramente l'originale irrefraga.


bile della Cittadinanza , ma

per non laſciar colpo , da cui

non moftri di fapermi ſcher


mire dirò pur'anco qualcoſa
in
Dragona Confidata, 31
intorno al rimanente . Cena

fura dunque ſuſſeguentemente


la verità di queſta Reintegra
tione , perche ſi vede il ſuo

Regiſtro traſporto doppo alcu .

ne Cittadinanze , ſeguite vn
anno prima , ma l'oppofitore

1 non ha accurato ciò che ogni

0 altro , ancorche di mediocres

intendimento haurà potuto

9 yedere in que'inedeſimi Volu


mi di Riformanze , douc fon )

quali infiniti gli effe mpij di coa


sì fatte trafpofitioni, che non
ſolamente rie'libri antichi li of

feruano , ma etiamdio ne'mo.

derni , & io ne ho veduti con

gli occhi propri anco ne'Regi

Atri di maggiore importanza, e


B 4 po
32 Dif.dell'Alb.della Fam .

potrà vederli altresìl'oppofi

tore con fua maggior maraui.

glia fin ne’libri appartenenti


alle amininiltrationi delle pu

bliche entrate ,ne'quali fi veg .

gono tornare indietro , e falta

re auanti gli anni ſenza alcuna

auuertenza. E da notarſi però,


che queſto Regiſtro fe bene

Ata doppo i Conſegli del 1458

e però al fuo luogo in fin del

libro , il qual contienc i Coni

fegli di più anni, e porta in fi


nc i Regiſtri di tutte le Citta ,
dinanze conferite ne'medeſi,

mi anni , e poi ſe tutti i fogli

del libro ſi veggono con vna


giuſtiſlitna ſerie di numeri di

ligentemente contrafegnáti ;
CO
Draguna Confidata . 33

come il medeſimo oppoſitore

non så negare , qual dubbio

può mai cadere ſopra alla tra


{poſitione de' ſuoi Regiſtri ?
Condanna inoltre queſta ſcrig

tuta il Volgari perche contie.


ne in fe ftefla vno ſtile affetta

to , e molto differente da quel


to dell'altre Cittadinanze, che

be precedono . Et io riſpon
do , che anzi per eſſer tale de

ue molto più veritiera ſtimarſi


effendo che richiedeua necef
fariamente vn modo , con cui

{ piccaffe dall'altre yna Cittadi

Hanza , colla quale G facea ri

patriare vna Cafa già domi

nante , & in perſona di quali


ficato Caualiere , molto ſupe
BS rio
34 Dif.dell Albidella Fam .
riore per naſcita , per merito ,

e per valore agli altri in quel

medeſimo tempo ammeſſi ,

quali , ( come potrà meglio ni


fettédo conoſcere il Volgari .)

erano huomini d'ordinaria

conditione, & arriuorno a con

feguir la Cittadinanza , collo

sborſo del denaro ; comé fi :

legge pur iuit Ma fe confefla

l'oppoſitore, che dalla affetras


a
tione dello ſtile s'argomentpl
falſità , io laſciarò confiderare

à gli altri qual fede meriti tut:


to il fuo Diſeorfo Ricaua al.
o
la fin’il terzo argoment per

prouar la falſità cheei preten


de da vn ridicoloſo fuppofto ,

che que’vecchi Affani non


hau
Dragona Coufidata. 35
hauriano mai così di leggieri

affermato , che la Caſa Dra

i gonafuſſe ſtata Signora d'Ag

- G. Ma io chieggo all'oppofi,

tore , fe egli ha letto tutto il


tenore della Reintegrationes ,

j doue ſi legge pure che Vange.

lifta Confidati Dragoni prouò

f per ſcritture autentiche eſtrar


te dall'ifteffa Cancellaria del

Magiftrato , e per atteſtationi


di gran numero di Teſtimo ,

nij , che egli deſcendeua da ,

quella Caſa Dragona ch'era ,

già ſtata Padrona d'Afg . On

de ſi vede che quegli antichi


Padri molto cautamente ope

rorno in queſta Reintegratio

ne per la quale vollero , ches


B 6 Van
36.Dif.dell'Alb.della Fam .

Vangeliſta fabricafle vn rigoro


fo Proceſſo della ſua Deſcen

denza , oltre che fè la medefi


ma Padronanza d'all nella

Cala Dragona gliiſteffi con

glieri Afilani, anzi fin quei di


Viſlo ſenza richiedern'altra's
proua affermorno nelle due

Reintegrationi di Cittadinan . 1

za regiſtrate di ſopra a fogli

22.& 27.e cócedute a i Buon

compagni non sò vedere per


che non haueffero potuto farlo

gli antichi Saui d'Afili in per


fona, che la prouo con ogni

rigore a

poona le ha

UK ? 1952" qut content

QVAR
Dragona Confidagaa 3?

TAVgg
QYA'R
How 2. TIOSO.9

IONE
OPPOSIT
VAJDrnon
Met om

Che non eyerocheta


Cafa Confidata .

Dragona habbias

goduto il Dominio

d'Afifi, e che anzi

fi proua il contrar

rio da vna ſcrittu

miesiogid
ra-:
: ‫ أنا‬do
‫را راي‬۲ ‫و‬

et lb disalib bi) 0349

pool odo big caogoro

-90240 ?? 946 oslom orolilog

+ oilgot 02:0.100pred !
38 Dif.dell'Albedella Fam .

RISPOSTA .

N queſto luogo proponen

INdo l'oppoſitore di prouare

che la Caſa Confidata Drago

na non habbia mai godura la

Signoria d'Aſiſi dice che le


ben ciò riſulterebbe , da una

gran fequela di giuftificationi,

e di urgentiſsimi argomenti le

piace di ſeruirſi di alcune pon


derationi, così come poco pri

ina al foglio o faca detto che

delle ragioni da lui portatè s’e .

fatto ſomministratore il Ca.


fo . Hor doue e ( ſe le raggio
ni ſono addotte à caſo ) la tan

to proteſtata puntualità' ? do
Dragona Confidata. 39
uere il mantenim ento del de

coro di quella verità così ſe

riamente promella ? In vna

material ditanta importanza ..

. quanto é il metterſi a ſcriuera

controcalurüi zli portano alcu .


pe pondefationin e fi ſcriue

acalo Niegla eglisprimieta,


che
ment e di queſta Signoria

ſe ne-aflegni proua be purVes

Tiliinilei & io nipondo che

legga attentamente il capore


delBreue Imperiale dell'Inue

Iliura i fattane a Ridolfaclaraq


goni da Glotario ſecondo Im ;

peratore l'anno 1 1336 , il cui

originale autentico : ſi confera

win mano dell'Eccellentiſiz

Mo Signocl Duca di Sora yi e

po
40 Dif.dell'Alb.della Fam .

potrà vederneregiſtrata la com

pia di fopra a fogli z.legga Fa

nuſio Campano , il quale nel


eapo quindicefimo del quarto

Hobro de Familjs illuftribus

Italic proferifce l'infrafcritte


parole Domus de Draconibus

fuit plantata in Afifio a quodam


Heroe Germano de ftirpe Du .

eum Saxonia ; tempore Othonis

primi Imperatoris initiauit en

fuitpotentififsimaet. anno Do

mini J 133. pro Clothario Im


perátore Patriam dominant :

Legga Gio : Franceſco Negri

nella fua Hiſtoria della guerra

Sacra , doue a fogli 44.affer

ma ch'alla famoſa ſpeditione


di Geruſalemine fotto Goffre
do
Dragona Confidata . 4

do Buglione andaffero tra gli


altri Caualieri Italiani Federi .

co , e Paolo Dragoni Signori d


Afifi, & il medelimo atteſtano

Lodouico lacobilli nelle ſue


Hiſtorie dell'Umbria , il Buo .

namici in quelle d’Arezzo , &

altri ſcrittori di chịare grido :

Vegga il Codicillo di Ventura

Dragoni, regiſtrato di ſopra a

fogli 59 -in cui egli e chiamata

filius bo:mem.Raynaldi qui fuit

filius magnifici Rodulphi , qui


fuit Dominus Afisy : Vegga

la Reintegrationc di Cittadina

za fatta ad Euangeliſta ſopra a


fogli 99.e le altre fatte a i Buo .

có pagni a fogli 22. & 27. nel


le quali viene atteftata molto
fran
Dif.dell'Alb.della Fam .
francamente la verità di que

ito Dominio : Nella ſua fe

conda ponderatione non può

Capire il Volgari come duraſſe


tanto poco il Dominio d’Arifi

nella Caſa Dragona ritrouan

dofiji primo Ventura , che fu

nipote di Ridolfo Signor d'


AGG con molta ſemplicità , e

fenza alcuna prerogatiua an

nouerato in vn'antico Perga


meno dell'anno 1253.tra 24 .

Nobili Alifanio i quali furono

preſenti alla Canonizationės


di S.Stanislao Veſcouo di Cra

couia , celebrata in AGG das

Papa Innocenzo Quarto con

queſte parole : Ventura Ray

naldi magnifici Rodulphi de


Dra .
Dragona Confidata. 49
Draconibus , doue nota l'opé

poſitore che dovrebbe eſſer


Ventura deſcritto con qualche

preeminenza , fe fuffe difcefo

da Caſa già dominante , e chal


almeno dourebbe portar feco
il titolo d'Ilustre .

E qual preeminenzás

maggiore porea darſi a queſto


Cavalieron cha cone fregiar

come íui fi vede il nome dell


Auo Ridolfo col titolo di mar

gnífico ? 'che tanto farebbean

quanto a dire hoggi Ventura


di Rinaldo del Sereniſsimo Ri.

dolfo : poiche e certo che il ti


tolo di magnifico era proprio

de Principigrandi in que'tem

pi , conuenendo il titolo d'Il


lu.
44 Dif.del'Alb.della Fam .

luftre a i foli Regi, come ogni


buomo ancorche mediocre

mente prattico delle coſe anti


che e certo che sa; Et acciòche

l'oppofitore poffa chiarirfene

vegga vn'antichiſſimo libro in

pergameno nella Cancellaria

ſecreta del Magiſtrato d'Aliſi ;


doue trouarà yn' Iſtromento

dell'anno 1297. , in cui ſi leg

ge deſcritto. Roberto Primo

genito di Federico Illuftre Rè


di Sicilia col folo titolo di Ma

gnifico, e come dumque hau

siagià mai potuto pretendere

I'llluftre vn nipote d'vn fem


plice Signor d'Afil ? E che

direbbe l'oppofitoreifile ve

Differo maitra le mano quelle


ſcrit
Dragona Confidata . 45
ſcritture antiche, nelle quali ſi

daua del Meſſere a gli Imperasi

tori , a i Pontefici, & al medes

fimo Dio ?

Quindi perche la Signo


ria d'Afiſi nella Caſa Confida

ta Dragona fi vede molto


chiaramente atteftata in vnu

antichiffima chronica manu

fcritta in pergameno , che fi


conferua nell'Archiuio del fa

cro Conuento di S.Franceſco

in Afiſi doue: fi leggono quc

fte parole nella vita di Clota

rio ſecondo Imperatore : Iſte

Lotharius fuit nepos Henrici ,


filius Othonis et conceſsit donio
Afiſium domui de Draconibus

quæ modo Confidata eft; Ricor


re
46 Dif.dell'Alb.della Fam .

re l'oppoſitore ál ſuo ſolito rie

fugio che queſta chronica fia .

ancor ella alterata . E quì do


ue con vn tanto nuouo , quan .

to inciuile epițeto appeHa ſtaf


filabile il Diſcorſo impugnato,

non vorrei che S. Franceſco


veramente ſe ne vendicaffe dal

Cielo , doue pare che poſue

rit os ſuum perche li fa lecito

( come da ſe ſtelio confella )


per ſemplice ſoſpetto, e fenza

ne pure hauerlo veduto , at


tribuir nota di falſità ad vn ,

tal libro , a fronte di cui e per

la maeſtà del ſacroſanto luo

go , doue ſi conferua ,e per la

fomma veneratione colla quae

le e ſtato ſempre tenuto douca

più
Dragona Confidata . 47
più toſto dire cid che a fe fter
ſo diceua Sratio Poeta in fac

cia all'eneida di Vergilio tu

longe ſequere , veſtigia fem

per adora ; onde acciò refti per


l'auenire informato ,potra leg ,

ger la Partita di queſto libro ,


eſtratta in forma autentica per

mano di publico Notaio , e re

giftrata di ſopra a fogli 8. Ne

li contenta il Volgari d'hauer

tacciata d'alterata queſta chro .

nica , ma ſegue a dire, che per

eſſere queſta vn teſtimonio

vnico , e (per vſar le ſue paro


le ) non oculato non le vuol

credere & io riſpondo che te

ſtis vnicus plene probat vbi de


alicuius præiudicio non agitur ,
48 Dif del'Alb.della Fam .
# maximè in materia ftarus ',

quale e il caſo preſente comes


potrà vedere nel Farinaccio de

reftibus alla quiſtione 63. , 01

tre che v'ha gran differenza


dal teſtimonio in voce d'vn .

viuo ,che vnico ordinariamen

te non proua , e l'atteſtatione

d'vn'lilorico antico, già che e

conchiuſione tra luriſconſulti

indubitata , che Hiftoricis ma

xime
' antiquis ftandum eft, co
me ha tante volte deciſo in

quefti medeſimi termini la Sa.


cra Ruota Romana .
Nel medeſimo tempo

ritorna indietro l'oppoſitore

al Regiſtro della Redintegra


tione della Cittadinanza , che
di
Dragona Confidata. 49

di ſopra ha cenſurato per fal


fo; e vorrebbe confermar que

Ita opinione con dire , che af


ſerendouiſe che della Padro

1
nanza d'Alili,goduca da Con

nè appariſcono
fidati Dragoni
le giuſtificationi nella Cancel

laria del Magiſtrato , e ve AC C

la publica voce, e fama non ſe

ne troua ne di quelle , ne di
queſta notitia alcuna , Dio

imınortale ? c chi non fa i nau

fragij, patiti da quella Cancel


laria mefia , crimefla infinite

volte foſfopra in occaſione di

guerre ciuili,e foraſtiere,tanto


ch'e miracolo che vi ſiano ri

maſti il Teſtamento , el Codi


cillo di Ventura Dragoni
, da'

C : quaa
50. Dif.dell'Alb.delha Fam .

quali ad ogni modo poteua in


quet tempo concludentemen

te prouardi la ſcritta Deſcenden

za ; e queſti pofſon vederſi in


forma autentica eſtratti di fo .

pra a fogli 52.2 58. la publica

voce , è fama poi e ćetto che


non può eſſer rimaſta in Can.
cellaria , doue ſe fi ftaffe ferra

ta ſarebbe yna voce non ſenti

ta , & vna fama priuata : Viue


ben l'vna, e l'altra nelle bocche

degli huomini dilappaſſiona

tije da bene del Popolo Aliſa

no , comeognun sà, e ſi vede

altresì confermata dal popolo


di Viffo nella Reintégratione

di Cittadinanza già concefla a

i Buoncompagni come ſi leg

ge
Dragana Confidata 51
gedi ſopra a fogli 25.co quelle
parole fama eſt etiam vetustai

cuius memoriam vorax tempo .

ris tinea ferè conſumplißet, niſi

in nostrorum ciuium pectoribus

fumptuofius quam in ære aut

marmore excuſa per Auorum

ſucceſsiuam relationem , eace


Con
on va gran cumalo

poi d'imaginatifuppoſti falta


il Volgari a tácciare altresì di

falfo il Regiſtro del Decreto

del Configlio generale , fatto


per la Reintegratione della

prenominata Cittadinanza , e

ne pòrta le fedi di que'dues


ſtelli diſgratiati teftimonijma

io mi rimetto alla copia auten


ne
tica della Reintegratio regi
C 2 Itra
sa Dif.dell'Alb della Fam .

Arata ſopra a foglı 99.fulla qua

le basta che rimanga fondato


il Diſcorſo .

BAH QVINTA

OPPOSITIONE .

Che il Teftamento , e

Codicillo di Ventu

ra Dragoni e poco

degno di fede per

contenere alcune

imperfettioni, & in

uerifimilitudini.

RI
Dragona Confidata. 53
3

Die RISPOSTA.EE
1

Afla quanti l'oppoſitore


a tacciar le due ſcritture
PAL
in pergameno del Teſtamen

to e d'un Codicillo di Ventus

sa di Rinaldo Dragoni , e vi

porta una fede di que'medeſ


mi tekimoni , de quali li c
feruito nell'altre , e dall'affer

tione di queiti , che non dico

mo altro che la primafia ta

gliata , (come allora vlauano )


per ligarla in faſcetci , e pella

fecofida fi vegga il ſegno del

Notaio , che e il medefimo ,

she lirogò della prima, un

poco maggiore , perche in


C 3 que
54 Dif.dell'Alb.della Fam .

que'tempi delineauano i loro

ſegni colla penna , e non col


compaffo , forma la confe

guenza , cheſiano ancor que

fte alterate , onde per iſchiac

ciar lo ſcorpione fu la piaga


ch'ei fece con che il nocumen

to gli fi conuerta in medica.

mento legga le copie d'ambe


due le fcritture autenticato di

mano di tre Norai ,e regiſtrace

di ſopra:afogli 52.58.Cosi à
me pare che coh quefti'argo

méti armeggi l'autore cótro le

fantaſme e che feriſca l'ombre ,

come faceua Enea quando vol


le entrar nell'Inferno con mol

ta fatica propria, é ſenza alcun 1

danno deglialtri . Soggiunge

poi
Dragona Confidata . 35
poi che ſi deue dubbitar della

fedeltà diqueſte ſcritture per


che in vna di efle ſi fa mentio

ne di Nicolò Dragoni Veſco

uo d'Aliſi-, del quale il cele .


bratiſsimo Vghelli nella ſeries
de Veſcoui Afifapi,non parla .

Perche dumque non l'ha det


to I'Vghelli foraſtiero ; e lon

tano di quà per molte centis

naia di iniglia dourà dirſi che


non ſi ſia trouato tal Veſcouo ,

e che le ſcritture , che di lui


parlano non ſiano vere ? la
fomma e neceſſario intendere

che gli argomenti , fondati


full'autorità negatiua non va.

gliono : Concorro ancora io

a tributarç encomij al merito


C del
56 Dif.delle Albedella Fam .

del P.Vghelli , riueriſco il no


mc di queſto llluſtre ſcrittore,

non e però , che ancora egli


non pofſa hauer fatta yna o
miſsione', come ha fatto in

ifpecie nella ſerie de’yefcoui

Afifani, de quali dalle ſcrittu

te dell'Archiuio di quella Ca.


thedrale ne ha rintracciati il

medefimo Padre Gamorrini

oltre a venti di più di quelli

C'ha regiſtratiI'Vghelli , come


samolt

gonico Lodouico Amarucci

Gentiluomo Alicano , c'ha

uendo fatto ſtudio partico

lare fopra alle memorie de


Veſcoui della ſua Patria fie

dato a ſcriverne con molta di.

lie
Dragiona Confidata . 57

ligenza i fatti più memora


bili .

SESTA

OPPOSITIONE.

Che non e vero che la

Caſa Confidata

Dragona habbiamo

goduta l'antica Si

Ignoria di Colfrat

cone

CS RI
58 Dif.dell' Alb della Fam .

RISPOSTA , 1: 3

!
lega l'oppoſitore che la 6
Nafamiglia Confidata ,

Dragana habbia goduta nel

tempi andati l'antica Signoria

di Colffattope-ſenza valerſi
che ques
d'altro argomento ; ch e

Sito luogo che pur hoggique


fta Cala poſſiede non poteſſe

effer.capace di Signoria come

quello , che dagli accidenti del

tempo ridotto inpoche cafes


e
vedeſi preſentement molto
diuerſo dall'eſſere antico . Ma

perche ciò dipende dalla noti


rie ſappia
tia dell'hiſto l'oppo

ſitore , che ne'tempi traſcorſi ,

5 quan
Dragana Confidata. 59
quando l'Italia , e particolar

Inente l'Vmbria era fieramen


te sbattuta dalle guerre ciuili ,

li fabricauano i Nobili più

potenti , e più ricchi alcuni

Recinti per ritiraruiſi , i quali

non erano popolari Caſtelli ,

ne fortezze riguardeuoli , ma

con nome proprio appellauan .

fi fortilitij , de qualii medeli


mi. Nobili s'intitolauano pui

Signori Di queſta forte ne

podedeua cgià alcuni la nobi


liflima famiglia do Nepis pa

rimente : Alifana , chce vhau

delle più illuftri & lalialı ofi

ginata dagli antichiffimi Du


chi di Nepis ; bheifuino del

fangue rcale de'Longobardii,


C6 nel
60 Dif.dell'Alb.della Fam .

nel luogo di Moſciole , c'hoggi


non e altro , che vn iniferabi

le Caſolare, nel luogo di Mo :

rano , doue hoggi appena la

vede yn infelice caſuppola ,


che ferue: di tauerna a i Contai

dini del Paeſe , e nel luogo di


Poggio bucaione , che adeſſo
non e pure altro che vn Co.

Jombaio , e pure for trouano

nominati per Signorie , e for


cilitij di Lippo , e d'Auerardo

de Nepis in vn'lftroiacnto che

fi vede nell'Archivio publico

d'Alili rogato da Ser France


{co di: Ser Benuenuto l'anno

-1422 . Vo altro ne poſſedeua

la faniglia de Staraglini pari


mente. Afſana al.Pian della
Pie
Dragona Confidata. 65
i Pieue c'hoggi ſi vede ridotto
ad vna roſtica habitatione di

Contadini , c pure in vno

létromenro , rogato da Gio :


di Cecco di Beuignato l'an
no 1433. nel medefimo Ar

chiuio e nominato per fortili

tio , di cui era Signore Sbaran

glino d'Antonio di Corazza

Sbaraglini : Vn'altro non


"이 diffimile ne hauea la famiglia

1 de'Buonacquiſti,detto Capez

Zale , c’hoggi non e pure altro

기 che: vna Gafa ruſtica di yn

poucro lavoratore , e di Saffo

soffo , rinomata Contea de

Signori:ScifiProgenitori della
glorioſa Vergine Su Chiare

che altro , e rimalto che vna


bale
62 Dif.dell’Alb.dela Fam .

balza ignuda ? E poi in .

yention mera che queſto for


tilitio di Colfrattone paſſafle

in mano al Signor Euſta


chio Auo de'Confidati Dra ,

goni viuenti per heredita del .

la Signora, Iacoma Nicoloſi


Corſi de ' Baroni di Ornano

fua me

Idromento che afferiſce ef

fer rogato da Ser Oliuo Ten

ſta indefinitamente doppo il

1601.ſcrittura , che io non hò

{ aputo mai ritrojare ne proto,

colli di quel Notaio , e ches

quand'anco fulfe vera , non


per queſto ſe ne cauarebbe

argomeoto valeuole ad atter

rar il dominio di queſto luon

go ,
Dragona Confidatasi 63

go , che potrebbe eſſere ftato


anco venduto , ò tolto a forza

d'armi dagli antichi Gonfidaci

Dragoni,doppo che partirono


d'Alfis e ritornato poi in

progreffo di tempo in mani


loro per altra ſtrada cosìcome
( ncimedefimi termini parlan

do )atempi noſtri . @ iuuenuto

almentquato luogo del Piat


della Piene , głà venduto da

Signori Sbaraglini al Signor


Franceſco Roſmi', e da queſto

nel corfo poi di pochi anni

ripaffato in maño della feda


Caſa de Signori Sbaragliníper

caufa di Dote , come ognun


så Eben vero che e verici

irrefragabile , che i Confidati


Dra ,
64 Dif.dell'Alb.della. Fam .

Dragoni han poſſeduto molto

prima de beni in quel luogoia


fatuato nella balia diMonte

Mora , doue in ino de'tres

Iftromenti regiſtrati di fopra a

fogli 152.fi chiamano per lati


i beni degli heredi del già:Si
gnor Ludouico a Confidati

Dragoni fin del 1 540age.nell'


aloro dello ſteſſo tempo : il Si

gnotNicolò figlio.del Signor

Lodouico vi compra alcuni

beni preffo adiaktifooi Terre

ni , come apertamente vi fa

può leggere o da queſto luogo


di Colfrattone fi. veggono pur

anco due antichiffime. "Torring,

lamaggior delle quali ritienes

fino a hoggiil nome di Batti


fol
Dragona Confidata . 65
folle, che non vuol dir’altro ,

che piccola fortezza in buon


linguaggio toſcano . Vili

Tauuiſano pur anco nobili ve


ftigia di mura , e di fabriches

rouinate, dalle quali può bene

argomentarſi che il luogo fuf

ſe aflai più riguardeuote di

' quello , che l'oppofitore s’im


magina e fe l'hauefle veduto ,

credo certamente , che non

i l'hauerebbe cost auilito con

chiamarlo poſto di neſſuna


i conſeguenza per la Città di

Afili perche per effere fruato


in mezzo a due ſtrade publi.

che , per te quali c l'ordinario

paſſo di Nocera , e di Gualdo

non può eſſere più importante


di
66 Dif.dell'Alb.della Fam .

di quello che è . Perche poi

par'che il Volgari preſti poca


fede ad vna Riceuta che fi

conferua nell'Archiuio diSan

Franceſco , nella quale ſi legge

che Confidato Dragoni rice


uè dal P. Cuſtode di quella
Chieſa certa ſomma di danaro

a buon conto de ftipēdij douu

ti ad Euſtachio fuo fratello

ſpecificamente intitolato sia


gnore di Colfratsone che l'an .
5
no 1404.militaua per la Sede
Apoftolica ſotto la Città d'Ali

fi occupata dal Duca di Mila

no, potrà fopra a fogli 89.ve

derne la copia autentica, alla


quale non può oftare la fiac

ca oppoſitione che le fi fas',


che
Dragona Confidata . 67

che eſſendo queſta ſcrittura ,


appartenente alla Camera ,

Apoſtolica dourebbe eſſere

ftata traſmeſſa a i Miniftri Ca.

merali di Roma , perche oltre

che in quel medeſimo Archi

uio ſe ne veggono infiniti (i


mili eſempi , la Ragione di
buona economia vuole che la

Ricautá resti do minodi chi

paga il danaro , e queſto poi

ne deue fare vn'altra a chi l'ha


sborſato .

malayib

visos

SET ,
68 Dif.dell'Alb.della Fam .

SETTIMAI

OPPOSITIONE
onki ) .9

Che fifia voluto con

getturare che con

fidato ſecondc fuf

fe Fratello del fe

condo Ventura da

yn Breue , o lettera

di Papa Innocenzo

Settimoodi á 10

RE
Dragona Confidata. 69

RISPOSTA .

Enſa l'oppofitore , che il


Perd e morrini G ſia volu
P.Ga

to feruir del Breue di Papa Io .

nocenzo Settimo regiſtrato a

fogli 19. del primo Diſcorſo


per prouar che Confidato ſe
condo fuſſe fratello di queſto

Ventura , e pure non dilles


altro , che di Ventura fratello

di Confidato, non già di Con


fidato , fa mentione queltan

lettera , Breue , come può


chiaramente vederſi da cia

ſcheduno . Quindi ſenza ap

portare alcun fondamento tra


ſcorre a dubitare fin della veri


9o Dif.del'Alb.della Fam .

tà di queſto Breue , onde io

ſenz'altra ragione riſpondo


con altrettanta libertà che il

Breue e vero , e buono . E ſe

fuſſe verb , com'egli foggiun :

ge ', che le ſcritture che ſono


nella Cancellaria , fecreta non

fa fuſſero conferuáte illeſe, per

quanto pretende , non può

giuſtamente ritracrfene la con

ſeguenza ch'egli ne caua ches

molto meno ſi poſſano effer


conſeruate intatte nelle Caſes

priuate , perche nelle Cancél


lerie non ſi fariano forſe con

ſeruate dole i maligni hauef

fero potuto dar mano ,mas


nelle GaferdeGentiluonini ,
e Caualieri honorati , che

fti
Dragona Confidata . 71
ſtimano la riputatione al pari
di chi che ſia 5 ſi veggono pur

anco belle , ſchiette , e fenza ,


difetto 12 tis.

OTTAVA

OPPOSITIONE.

Che la memoria che

ſi porta di Pietrº
Antonio Confida

ti Dragoni fi appog

gia a vn troppo de.


bole fondamento .

RI ..
22 Dif.dell' Alb.della Fam .

RISPOSTA .
il

laſcia traſportare il Val


S gari à tacciar di fallità ,

(per quanto ho potuto conger


turare) fenza ne pure hauerlo
mai viſto yn antico Paſſapor

to , doue' fi legge vna atteſta

tione , che fa a Pietro Florone


Nobile Rauennate Pietro An

tonio Confidati Dragoni, che


in queſta fcrittura intitolato fi

vede Conte Palatino ,Caualie

se del Cingolo linperiale , e

degli antichi Signori d'aſili ,


Gonernatore di Rauenna->

onde acciò non poffa in auue

nire mai più dubbitarne veg

ga
Dragona Confidata. 73

ga la copia autentica di queſto

Paſſaporto di ſopra a fogli


108.Ha poi il Volgari preter

to a bello ſtudio è inaugrten

temente ( io nó lo sò) il regiſtro

del nomne di queſto Caualiere ,


che ſi vede autentico ne'ftatu .
vi vecchi della Città di Raucn

na fin dell'anno 1457.2 perche

ha temuto di poter con que.

ſto irritare vna Città idrieras


col cenſurarne i ftatuti, ondes

i ha prudentemente fatto di ne ,
ceflità virtù , moſtrando di

€ qon ſapere quello che per.al .


tro non potrebbe negare ma

quando anche il Paſſaporto


1
non meriti fede apreſſo di lui

può appagarſi colla lectura .


D de
74 Dif.dellAlban
' ella Fam .

de'ſtaruri, la Partita de quali

può leggere diſteſa di ſopra a


fogli 110.Edi niuna ſuffiften

za in fine's to non m'inganno


l'obiettione, che non hauendo
ritrouato l'Autore di chifuſſe

figlio queſto ſoggetto l'habbia

annouerato "fra gli Aſcendenci

della Caſa Confidata Dragos

na; imperochę mentre lo tro :


uò caraterizzato col nome de

Confidati Dragoni , e mento


uato per Afifano , io non ſo

vedere quale errore habbia


potuto commettere in dichia

farlo per tate , e giudicando ,

fecondo il computo de tempi


che fuſſe figlio del ſecondo
Confidato Dragoni
, tanto più
che
Dragona Confidata 75

ร che non ſi legge deſcritto già


mai.col nome del Padre , ma

ten col cognome duplicato di que

no Ata Gala oj.'s


I

LiNONATO
bactsiddetto
S
OPPOSITIONE
110 * tond ni gbovino

Chele prerogatiuedi

Ludouico di Van
0
geliſta han troppo

deboli pruoue..

g.
-0 . RISPOSTA . Zi

17bo ,

Eruenuto l'oppoſitore al
me di Lodouico, Con
nome
Pro
D 2 fida
76 Dif.dell'Alb.della Fam .

fidati Dragoni luriſconſulto

illuftre de'tempi ſuoi, & Aba

uo de'Confidati Dragoni vi

uenti riprende l'Autore perc

habbia paleſata con qualche


encomio la memoria di que ,

ſto ſoggetto, e l'habbia fənda

ta ſopra vna ſemplice keitcra ;


che ſi vede in buona forma ,

regiſtrata di ſopra a fogli 115,


da luiſcritta al fu chiariſlimo

Gio: Battiſta Caccialupidae

S. Segerino , in tempo che ne

gli anni della ſua prima gio


ucntù era ſtato deſtinato colla

terale del Capitano del Popo


lo di Siena . Vn certo huo .

A10 -
ftrato , che staua fermo a ri
mis
Dragona Confidata. 77
mirare vn Elena pittura di

Zeuſ ſe le accoſtò , o diſſeles

quid tantum in Helena illa ftu .


peret ? le riſpoſe Nicoitrato ,

non interrogares mefi meos'oci .


los baberes ; tanto biſognereb

be che io riſpondelli in queſto

luogo al Volgari cioè , che fe

hauefle hauuti gli occhi c'hò


hauuti io curioſi d'inueftigarc

gl' infigni fatti di Ludovico


haurebbe trouate cofe malto

più degne di quelle che feriúc

il P.Gamorrini,già che queſto

ſcriſſe di queſto huomo illu


Are affai meno di quello , c'

haurebbe potuto ſcriverne ,

quel poco , chene palesò, fon

dollo tutto non già fulla lette


D 3 ra ,
78 Dif.dell'Alb della Fam .
ra , ma lu le fcritture autenti .

che regiftraté di fopra a fogli

128. 141.2152 nelle: qua

li ſempre con i titoli di No


bile e di chiariffimo , e

di magnifico , che in que


Tempi eran propri folamentes

de Caualieri grandi
, honorato

fi vede , e quel più che può

dirfene potrà leggerlo il Vol


gari di ſopra a fogli 171adiſteſo

e congetturarlo degli Iſtromen

ti ,ne'quali di lui fi fa mentio .

ne . Ma perche queſte potitie

à lui non premevano non c


merauiglia che egli non l’haba

bia rinuenute . ijorddorit

troij - aire 30915 cogie


bition 0.00 0 .

DE .
Dragona Confidata. 79
)
DECIMA

OPPOSITIONE .

Che Nicolò Biſauolo

de'Confidati Dra

goni viuenti non

fu figliuolo di Lo

douico di Vanges

liſta Iuriſconſulto

famoſo , ma di Lo

douico di Girolla :

imo :
1

:: "
D4 RI
80 Dif.dell'Alb.della Fam .

RISPÔS TA .

I primo argomento che


I porti l'oppoſitore per pro
ware che Nicolò fufſe genera

to da Lodouico di Girollamo

e fondato ſopra a vna fede fat

ta da vn teſtimonio , il quale

áfferiſce , che il già Signor Al

forſo Confidati Padre de viuen.

udafel Chiaue d'una caſſet.


ta di certi Ifromenti de quali

era quefro Lodouico Padrone a


Uno Archivifta ; e di qui trac

la conſeguenza chei,Confida

ti Dragoni figli d'Alfonſo de


fcendono da coſtui. Dunque

La neceffaria illatione il pofſef


fo
Dragona Confidata. 81
fo d'una chiaue , che può ven

derſi , donarfi alienarſi, e paf


fare in mano di eſtranei in

j maille maniere ? come ha di

chiarato il medefimo teftimo

nio con vn'altra ſua fede ?


0 Ma la verità e che que

ha chiaue paſsò in mano, di

Nicolò , al quale in iſpecie fu


I da Lodouico di Girollamo ,

comea fuo figlio adortiuo la


Sciata.

Quindi ricorre at luogo


folito dell' alteratione dello
3 Scritture , afferendo per for
mare il ſecondo argomen

to , che in vn libro di pu

bliche riformanze i doue G

legge Nicolò ammeffu l'anno


DS 1562 .
82 Dif.dell Alb.della Fam .

1562.alConſiglio generales,
& al primo grado di Confald .

niere della ſua Patria in luogo

del fu Signor Lodovico lurif


confulto o fuo Padre y molto

prima defonto , quelle parole


in luogo del Signor Lodouico

ſuo Padre Gano d'altro caracic

rey & in conſeguenza imagb


nandoli d'hauer abbattuta anta

có quefta fcrittura , ſopra la

verità della quale ſi ſono pur


dichiaratii medelimi ſuoi te

ftimonij , nuot tatta via peg

gio ſtabilire, che queſto Nico

Hòs fuffe figkordi Lodouico di


Qirollamo , e non dell'altro

di Vangeliftarlo però in que.

ftoluogo, doue cošidebolmen


te
Dragônia Confidato.I 83

te argomenta le chieggo.com
me farebbe ſtato poſſibile che
Nicolò fufle ftato ammeflo á i

publici Magiſtrati , eſſercitar


ti da lui fin del 1569. come

nelle fedi regiftrate afogli 166 .


autenticamente prouato ſi ve

des e Lodouico di Girolamo ,

che pure in quel tempo poreua


effer nelfiore dell'età fua ,poi

che ville fin quafi al 1590.5

per quanto ſi vede nelibride?


morti del Comuento di San

Franceſco , dou'egli fu fepelli


to , fe fuffer ftato ſgo Padre
fulle nimafto in yo cantone 2.

guiſa divno hitoino inutile dia

fpreggiato , inetto , & inabi .

le ? Tanco, più che non può


D.6 dir
84 Dif.dell' All.delaFam .

dirfi, che Nicolò fuſſe il prie

mo a goder queſti gradi, per

che non può affolutamente ne

garſi , che Lodouico (urifcon ,

fulto ſuo Padre fi vegga dal

1480.fino al 1500. , e leguer


ti deſcritto nel numero de con

Gglieri, e de più nobili magi


Atrari della fua Patria , come

appariſce itrefragabilmente
nelle fedi delle eſtrattioniregi

frate in publica forata di fog


pra a fogli 135.Quefti honori

che indubitatamente fappia

mo", che paſſano in Afifi co


me ancoper tutta Italianeden

Leendedri, fe fuffc vero ciò che

pretende il Volgari hauriano

douuto far paſſaggio dal pri


mo
Dragona Confidata...85
mo Lodouico in Girollamo ,
e da queſto in Lodonico fuo

& figlio , e dalſecondo Lodoui

co nella perfona di Nicolò ,

ma perche queſto fu veramen


te figlio , & herede di Lodouis

1 co di Vangeliſta , quindi e che

* {i vede godere immcdiatamen .

te doppo il Padre i publici grá


dis e paſſar poi da lui per trata
to fuccellino di non mai intc

jotta feric nelle perſone di Eu


Sachio ſuo figlio , d'Alfonſo
fuq nipote e de Confidati vi.

venti ſuoi pronipori ; verità


che molto conchiudenteinen

tegiuſtificata rimane colle fca

da publiche regiftrate di ſopra

a fogli 108. Nedeue ręcar ma


ra
86 Dif.dell’Alb.della Fam .

rauiglia che traſcorreſſe quals


che ſpatio di tempo , prima

che Nicolò fulle ammeſſo ne?

luoghi degli honori geduti dal


Padre, cioè dal 15 15. , in cui ,

o poco doppo il medeſimo


fua Padre more fino al 1562.9

imperoche e da notarſi ches


}
Nicolò era fanciullo quando il

Padre paſsò a miglior vita co


me chiaramente ſi ricaua dal

fuo: teftamento regiſtrato di

fopra a fogli 141.cd in que'ten


pi , né quali i Magiſtrati fi tez
neuano in grandiſſimo deco
ro , non vi si ammetteuanoli

giouani , fe non erano bonus


maguri di fenno , & huomini

fatti: A queſta ragione aggiun .

ga
Dragona Confidata.! 87

gaſene vn'altra non meno va,


deuole , e natyrale . Numcri

l'oppoſitore , che la ciò folo la

peritia dell'abaco ,vi vuole gli

anni delle generationi degli


Afcendenti de'Confidati Dra .

goni viuenti , aſſegnando , ſea

condo la Regola infallibile de

profeſſori d'arborische e mol ,


to conforme all'euidenza natu

rale lo ſpatîo di quaranta anni


almeno ad ogni generationes
potendo anco , viuere vn huo .

mo , lametà più , e vederà in

quale abbiffo di inaudite ſpro


portioni vadano le ſue ragioni

a precipitarfi. Non può nee ;


garſı, c per il tenore del fuo

Teftamento , e per lefedi degli


ef
88 Dif.dell. Alb.della Fam .

efſercitij de'Magiſtrati che lo

douico di Vangelifta fioriſſe ,

intorno a glianni1500.Con
ſeguentemente il fiorir di Gio

rollamo deue cflere intorno al

1540. If fior degli anni del fe

condo Lodouico del 1580. il

yiuerc di Nicolò ,fe fulle vero

ciò che pretende l'oppofitore


caderebbe verſo il 1620. con

feguentemente Euſtachio fuo

figlio dourebbe viucre ancora ,

che ſiamo negli anni del 1660

Alfonſo figlio d'Euftachio non


douerebbe effer Dato , perche

hauria da fiorire del 1900 ., &

i Confidati viventi figli d'AL


fonſo ancora farebbono nel

puro niente , çdouriano aſpei,


tar
Dragona Confidata . ' 89
tar per viuere il 1740. que

fte ſono le ſproportioni nel


le quali vóta ſenza ritegno

il Volgari , che fe leuarà da .

quelta Afcendenza le due ge


nerationi di Girollano , e del

ſecondo Lodouico , che egli

vorrebbe puç inferirui, e farà


meglio il conto ſulla Vericà

del fatto , afegnando al primo


Lodouico il fuo vero figlio Ni
colò, trouarà che queſto potea

fiorire intorno al 1540.e mol

ti anni più oltra,perefter nato


nell'vltima yecchiezza del Pa

dre, come canta il di lui Teſta

mento ſopra a fogli 41. Euſta .

chio fuo figlio del 1990. Al


fonfo del 1640. & i Confidati
vi
90 Dif dell'Alb.della Fam .
viuenti fiorire, come in effetto

fioriſcono negli anni correnti

doppo il 1660.Ne poſſono in


torbidare queſta limpidiſſima
verità alcuni Iſtromenti porta

ti con molta accuratezza dallº

oppoſitore, vno de quali e vna


preteſa diuiſione fatta da Lodo

uico di Girollamo tra Nicolò ,

e Gioſeppe ſuoi figli quale non


la chiamo eſtratta da regni bui

come diſſe di già l'oppofitores


di alcune ſcritture dall'Autore

prodotte ,perche voglio trattar


feco,modeftamente . Dico be

ne eſſer eſtratta , da vn mal

acconcio . c fquinternato le
bretto ſenza il nomedel No

taio in principio,e priua d'ogni


ne :
Dragona Confidata . 9 !
neceffaria legalità , l'altro e il
teltamento di Lodouico pur

di Girollaino , in cui ſi leggo

no iſtituiti heredi Nicolò , e

Gioſeppe fuoi figli, ed il terzo


e yna quietanza che egli ſteſſo

fa al Signor Sperello Sperelli


per' vna rata della Dote della

Signora Guidolina moglie del

Signor Nicolò ſuo figlio ..

guest Polono veramente apreſ

lo i poco informati far breccia

quefte fcritture addotte dallop


pofitore che noi habbiamo

confutato.ci Mad me che ſo .

no informatillimo , non han

so dase alcun motiuo di dubi

tare della verità e l'ho ſtima

10 . , ! 1m3 .
92 Dif.dell'Alb.dela Fam .
buepues fine corpo
1.8178 vitasi

svete volitare caua

fub imaginie forma


Mi fece Dio benedetto

capitare alle mano alcunilitro

menti appartenenti alla Caſas

Confidata Dragonia , coll'cui

denza de'quali rimane a ba


ftanza chiarita la mała interprc
fatione ,che dà alle fue fcritture

* il· Volgari. Deuc dumque fa


perft che Nicold Bifauolo de
Confidati viuenti rimaſto for

to , e ferza Padre in -erà puerile


in mano di Lodouico di Gin

-rollamo ; e ſotto la ſua cura , &

amminiftrarione comedi per

fona domeſtica , e per fangud


con
Dragona Confidata. 93

congiunto li guadagnò in gui


fa il ſuo affetro,che l'amò lem

pre paternamente , e volle aa


che, ſecondo l'vfo di quc'tem

pi adottarſelo in figlio, e ſe ne
vede. I'dromento dell'Adot
tione i od 7h ;

Quindi e che non ſolar

mente nellescriture dal Vols

gari allegatę fic yede Nicolò ,


chiamato figlio di queſto ſex
condo Ladouicojmaaſſaiine ;

glio in molte altre , nelle quan

ti più ſpecificamente ſi legge :


Nicolaus filius legitimus ,ac nas

turalis: q. Nobilis magnifici

Domini Lodouici Confidati de


Draconibus confilius adoptiuus
Ser Lodouici Ser Hieronymi

Con .
62 Dipi dell'Alb.della Fam .

Confidati comechiaramente fi
légge in due dei tre' Itromeni

tig regiſtraci di fopra: a fogli


157. E deue ancora oflerbar

fi che in que primi anni ne


quali era le memoria dell'A
dottione ancor freſca in cutti i

contratti che Lodouico di Gi

fbllamo fatevi a nome di Nis

colò : non tralaſciava già mai

di farne mentione,come fi.ve


jbencho
de ne'citariiftromemi

pojin progreſſo di temporoos


nie di corta notoria ne anco

pid fix parlauą , comę auuenne

in quelli che porta Poppolito


10. Effendoli poi Lodouico

di Girolamo accaſatoye genea.

rato vn figlio legitimo e natué


ra.
Dragona Confidata ." 05
Tale , che fu Gioſeppe tra effo,

e Nicolò nacquero le difſenſio

ni accomodate poi nella Diuia


fione allegata dal Volgari per

eller Nicolò adottiuo,e Gioſep

pe legitino , e naturale', che

per altro chi non vede quanto


fia inuerifimile , che due foli

fratelli - ſe fuffero ſtati carnali,


viuente ancora il Padre fuflero

venuti alla Diviſione della rob

ba paterna, e che il Padre fuffe


ftato così melenfo a laſciargle

la diuidere ? Ma perche Lodo

nico preuidde che tra l'vno , e

l'altro dique'tigli per eſſer vno


adottato , e l'altro legitimo ,o

naturale ſi fariano acceſi intor

no alla ſucceſſione liti inmor

ta
96 Dif.dell’Alb.della Fam .

tali quindi e che ſi moſſe a des

ciderle , con molta prudenza


in vita fua .

Dall'euidenza infallibile di

quefta Adottione,có cui fi fcio

glie tutto il nodo della preien


te oppoſitionc, preuedendoſi

conuinto noſo comel'oppoſio


core benchenel primo Diſcor.
ſo non ne fuſſe fatta alcuna

mentionc s'ingegna di ribut


tarla con alcune congettures :

Vvol dumque che ſia inueriſi


mile , che Nicolò , che riuſci

huomo dicosí ſublimi prero

gatiue ſi facefle adottar da Lo.

douico, perſona mediocre,ini

nore ' ( come dice egli) di 25 .

anni,ſuo nipate per eller figlio


di
. Dragona Canfidata. 97
di Girolamo , generato dal

u primo Lodouico e figliuol di

famiglia :Riſponido becuemen

di se ( pecche e ſuperfluo il dilun ,

6 garft doué parlano chiaramen

21 te le ſcritture ) che Nicolò quá


do fu cadattato
era giovanetton

e non per inco giunto all'ac

quiſto di quelle qualità che

poi lo refero cosii riguardeuo


?* le . Che Ladouico Adottante

- non era perfona mediocre ang

zi ſoggettodi tak garboda non


effen ſdegnato da chi che fia di

bauerla per Padre in quel ſecolo


Do come atteſta lo ſtello oppofico

te al foglio 29.bericha contra

si dicendol ffe non m'ingannas

i no i ſuoi detti) in queſto luog


E
98 Dif.dell'Alb.della Fam .

go affermi il contrarib Non

dra mirrote dias abois percha


ciò non - forha da alcun luogo ,
anzi dalla memoria autentica

di Girolamo fuo Padre fica

wa che egli potefſe hauere in

quel tempo intorno a 30 anni,

non era figliuol di famigliai ,


perche Girollamo fuo Padres
per quanto si vede , allora era

morto , oltre che l'haueua an :

co ; fecondo livfo di que'tempi


emancipato comecanta l'Mtro

méto ſopra diftoro a fogli 158

douc in buona forma fi legge

Ser Lodouictus i filius emancipas


Uusiq Ser Hieronymi, oced

era cale alla fine c


, he ſe poreua
efiere , ſecondo l'opinjonic del
Vol
Dragana Confidatd ( 99

Volgari, Padre legitimo, º na


carale di Nicolò non só come

non poteffe effergli moltome.

glio adortiuo già che è pur ve


ro in iure che Adoptio naturam
imitatur . Con vn'altra non

men fiacca congettura argo :

menta l'oppofitore che Nico

lò fuſſe figlio di queſto Lodoui

co perche ſi vede poſſeder da


ConfidatiDragoniviuenti per

egual portione la metà della


Cara diuiſa da Lodouico di Gi

rollamo tra Nicolò , e Gioſep

pe , e per altrettanto egual

parte dagli heredi dello fter,

lo Gioſeppe : lo non niego

che di queſta Cafadiuiſa nca

poſſiedano la mecà i Confidati


E 2 Dra.
100 Dif.dell Alb.dellia Eam .

-Dragoni viuenti, che e la parte


affegnata da Lodouico a Nico

dò, coine a fao figlio adottiuo,


ma vi godano vnitamente tan

co -maggior portione d'appar


ben forma di No
tamenti c'ha

bite: Habitatione ; c Palaggio ,

doue chela parte c'hoggigo


dono i defcendenci , & hetedi

di Gioſeppe e molto piccola ,


the benchefia ſtata accreſciuta

collaaggiunta d'vna Caſerta


contigua delgià SignorFederi
eo Confidati, e colla fabricas

fartąui da moderni poffeffori ,


non e creſciuta à fegno che

poffa compararſi con l'altram

parte. E quelta differenza ( por

che l'oppoſitore dice che les

para
Dragona Confidata . 101
parti della Caſa diuiſa tra Nå

colò , c Giofeppe fufleroegua

li) e ſegno euidente, che oltra

alla particella datali dal ſecon

do Lodouico,Nicolò vi poſſe

D deua l'Habitatione antica del

primo Lodouico, fuo Padre. i

Doppo tance allegationi


di ſcritture e di congetture pre

fenta il Volgari vna fede di

due teſtimoniji qualiafferiſco


mo d'haver conoſciuto Gioſeppe,

Nicolò come fratelli carnalie.fi

gli del Signor Lodouica.Qui tra


laſciādo altre cccettioni e parti

colarmente quelle che apartie.

gono a i teſtimonij,dico sépli


cemēre che eſſi no poſſono ha

der conoſciuti ,ne Casioſeppe aç

E 3 Ni
2
102 Dif.delle Alb.della Fam .

Nicolò per quelli che fuſſero ,e

particolarmente il primo , che

morì molto giouane , cche ſi

troua deſcritto per huomo già


maturo , e Dottor dilegge fin
del 1578.nell'Iſtromento del.

la diuifione dallo ſteſſo oppoſi

tore allegato,atto che non po


tea farſi ,che da huomo prouet
to ;onde non ſo come i teftimo

nij poſſano far fede d'hauerli

ben conoſciuti , e per fraretli

carnali , tanto più che fin dal i


tempo della diuiſione molto

chiaramente appariſce, che fc


paratamente habitauauo , ed

teftimonij di propria bocca co


feffano cheeſſi non hanno ,che

poco più di 75 anniyoride Go fa


luo
Dragona Confidata. 103

luogo alla veriilima regola


che

teſti deponenti ſuper re quam na


füraliter fire non poteft non est
credendum . Maqiial biſogno

vifarà di riſpondere ad vna fe


de, che finalmente non fa mai
fede,mentre habbiamo l'euidé

Za diqueſto fatto nelle ſcrittu :

te ? tanto più che eſſendo vera

méte Nicolò ftato figlio ador


i tiuo di Lodouico vero legiti:

i moje naturale Padre diGioſep


pe può eſſere ancora, che da

queſti teftimonij fuffe appreſſo

per fratello carnale fe pure ve


to che gli habbiano conoſciur

zi: In queſto medefimo: luogo

ripreſo l'Autore perche diceffe

di credere, che Giuſeppe fuſſe


E 4 po
104 Dif.dell'Alb.della Fam .

poltumo delprimo Lodouico

di Vangeliſta, ed in queſta vez


ramente io confefto che il P.

Gamorrini preſe . equiuoco ,

perche effendoli taro fuppa


fto che Giufeppe fofle fratello
di Nicolò ,ne vedendolo nomi

nato nel Teſtamento del mede

fimo Lodouico molto dubbio

famente pronontiò che a fwo

credere foße poftumohora però

che il Volgári ha trovato cheie


Giofeppe nacque da Lodouico
di Girolamo io ho ſentito il

inedefimo P.Gamotrini , che

non dice più di credere, aua af


feuerantemente afferma efter
ftata figlio di queſto casiçã

me non v'ha poi dubbioche


Ni
Dragona Confidaia.' 105
Nicolò fu figlio del primo lo

douico di Vangelifta,luriſcon
fulto illuſtre da cui hereditò i

I primi gradi deMagiſtratinella

fua patria , che da lui poi fono

ftati per ſerie non interrotta


continuamente trafmefli ne ?

fuoi defcendenti fin'hora , co


0
meirrefragabilmente fi proua
colle fedi autétiche delle eſtrat

tioni regiſtrate di fopra a fogli


166. doue che ne Girollamo,

ne il ſecodo Lodouico ,ne quae


i fi altri de loro defcédenti háno

mai goduti fimili gradi,veden


i dofi appena Tiberio, che fu fi

glio di Confidato di Gio :Ma


ria diGirollamo ammeffo l'an

DO 1605.ad yn luogo del Con


ES figlio
106 Dif.dell'-Alb.della Fam .

figlio generale in occaſione di

vna aggiunta di cinquanta Có


ſiglieri fatta d'ordine della San

ta Memoria di Paolo Quinto,


come per lettere della Sacra

Conſulta impreſſe in pergame


no nel Volume dc'ſtatuti che ſi
conſerua nella Cancellaria del

Magiſtrato in Afifi,doue ognu

no a ſuo beneplacito può von


derle.

VN
1. Dragons Confidars . 107

VNDECIMA

OPPOSITIONE .

Che alla Perfona di

Nicolò fi ſiano at.

tribuite prerogati

ue non vere .

RISPOSTA .

difpiace che l'inchion

M {tro diLatino Volgari

s'ingegnir d'offuſcar tutti i per


fonaggi della caſa Confidata

Dragona che ad yao ad vno

va toccando.llfangue della ſep


E 6 pia
108 Dif.deli.Alb.della Fam .
po
pia ha queſta proprietà che po "
1
fto fu la lucerna fa , vn fumo

che non alluma che per far


parer deformitutti coloro da !

quali fe le ricerca luce e fplen


dore.Cosi il Volgaridouúque

afperge la negrezza del fuo in


chiostro infamia , & deforma i

più gloriofi perſonaggi della

famiglia Confidata Dragona.


Quindi facendo paſſaggio aNi
colò figliuolo di Lodouico di

Vágelifta vien mordedo l'Au

core, perche l'habbia deſcritto

per huộmo adoperato dalla Sc

de Apoftolica ne gouerni di:


molte Città , e delle Prouincie

di Romagna,delPatrimonioje

della Marcaj e per Conte della


Au
. - Dragona Confidata. 109
0 Aula.Lateranenſe,commenſa
0 le diPio Quarto Sommo Pon
1 tefice , honorato con vna am

pliſfima facoltà di crear Dotto

ri, e Notari, e di legitimar ba


Aardijacciò che dunque l'oppo

fitore ne rimanga capace ne

i legga le giustificationi regiſtra

te diſopra nell'Albero afogli


B 175..1966 0177. nelle quas

li vederà che queſto Nicolòn


i gouernò molte Città dello
Aato Ecclefiaftico , e con tie

tolo d'Auditor generale less

legationi delle Prouincic delt

la Marca , di Romagna e del

Patrimonio ,e leggera in foltá


Zajcoin'egli l'anno 1560.fur di
chiarato dal: Sortimo Pontefi
ce
uro Dif.dell'alb della Fam .
ce Pio Quarto ,Conte dell'Au

la Lateranenſe e ſuo commen


fale , colle facoltà dicrear Dot

tori , e Notari , e di legitimar


baſtardi.comc in effetti e creo .

ne di quelli, e ne legitimò di

queſtiin diuerſi tempi ſecon


do gliIftromenci additati di fo
pra a fogli 177. Conſiderata

dunque la virtù di Nicolò à

Sangue freddo e con l'animo fe

dato io mi perfuado che egli fi


arroffira d'haver fcritto quel

motto per altro freddo &in

fullo che queſto illuftre fogger

to fufle un vero Nicolà võitu ,


verba cand apere ; benche egli
habbia detto non yolendo la

verità per che canto e dire vou


ve
Dragona Confidara. ui

vero Nicolò quanto vn Perfo

naggio , in ogni ſua qualità vit .


torioſoze ſublime già che Nie
colaus non vuol dire altro che

Victor Porta poi una fede di

due teſtimonij,i quali affetiſco

no di non ſapere che queſto cau


ualiere godeffe fimili priuilegi ,

onde io riſpondo che fe egli

no non lo fanno l'ho faputo


io , e ne ſono molto bene in

formati altri ſoggetti ,molto

degni di fede . E ben vcro pcs.

rò , che il primo di queſti teftis.


monij;s'c dichiarato per Hitrda
mento publico di non hauere

maj fatca tal fede que l'altro c !


haurebbe forfe fatto il medeſa !!

mo - fc fulica viuo Inow , poco


X.
pri
112 Difadell Alb.della Fam .

prima che vſcifle fuora l'Apo

logia del Volgari . E con ruta


to che fia legifta ha argomen
tato che Nicolò fufle huomo

allai ordinario perche haueſſe

per dote dalla Signora Guido

lina fua moglie folamente ſet


focento fiorini, e benche bani

farebbe di ributtar queſta ' af

fertione col femplicemente ne


garla , mentre la verità e che

Nicolò hebbe queſta ſomma

di Dote in contanti per a buo

eonto di maggior quantită ,

che egli poi conſeguì in alcuni


Terreni di confiderabil való ,

ic , de quali nelſuo Teſtamen .

to la medeſima Signora Gui


dolina fa mentione , come

ognun
Dragona Canfidata . 1913
ognun può vedere , eſſendo

ftato . dah oppofitare , diſteſo


nel fuo Diſcorſo . Tuttauia ,

bramera chauede hauto nott

tia della Pragmatica regiſtrata

nie'htatytiglie fin del158

rigoroſamente alleruata,nella
quale fi diſpone che ne pür fra

"titolati , Le Signori di Caltelli


poſſa darlistna riceuera dotes,

maggiore di cinquecento fio


Tini
Place Dus Nicolane bebbe
fino a ſettecento , oltre aiTera
reni, dalla fella Signora luas

moglie hereditati, come di

ceuo

DO
114 Dif.delf Albodella Fam .
Chuo
ESIMA
- DODIC
0:00

OPPOSITIONE .

Che alle perſone di

"

di Alfonſo Padre

de'Confidati Dra

goni viuenti fi fia

no attribuite quali

tà improprie .

RI
Dragona Confidata. Jis

; RISPOSTAS !!,

Erſa poi largamente il


Ver
Volgari le ſue maldi

cenze ſopra alle perfone di


Euftachio Auo , e di Alfon
ſo Padre de Confidati viuenti;

onde acciò che i lor prégi les

fiano per l'auuenire ben noti


potrà informarſene da milles

diſappaſſionati viventi cheie

gli hanno ben conoſciuti.paa


rendomi fuperfluo il metter

mi a prouar ciò che eſprella


mente paleſe ; så molto be
ne il Mondo chi fulle Eu .
Itachio Confidati de' Dragor

ni che e nelle Citta's nek


le
¥ 16 Dif.dell'Alb.della Fam .

le Prouincie più coſpicues

d'Italia e da lui.con applau


ſi innunrerabili gouernater

fece lungamente riſuonar le

ſuie glorie, e ne ha laſciate

fcolpire ne'marmi in più luo


ghi honorate memorie : -så
molto bene là fua : Patria

chi fuffe : Alfonſo , intorno

al quale non vorrei che ?

oppofirore si fuffe Laſciato

vicir di bocca. quelle pato


ke- , che non può effer ches

'égli- ' fuffe Principe dell'Ac

cademie di Roma , folamen .

te perche Roma
' non potef

fe hauerl biſogno de' ſogger

ni dell Vmbria ', perche de


pari d'Alfonlo é ne ha haif
to
Dragona Confidatd . 117

to biſogno sc nc ha fatto
grab.capitale , cda Prouin ,

cia dell ' Vmbria , fecondaus

madre d'Eroi in ogni temi

po ' , ed in ogni occaſione

gle ne ha fomminiftrati in

gran copia. Segue a tacciar

L'Autore perche hàbibja no


0 minato Alfonſo col titolo di

: Cavalier , ma qui le forua .


d'auuiſo che non ha: inteſo

di dichiarar Alfonfo per Ga

ualier & habito e di Croce,

poiche non fu tale , ma Ca.

ualiere per naſcita . E qui


termini la difeſa dell'Albero

della Caſa Dragona : trala


ſciando di ributtare inolta
altre puerilità 7 alle quali
fa
118 Dif.del'Alb.della Fam .

farei troppo hcnore fe vos

delfioaccuratamente riſponde
robaci
i
15
wao Lii

IL FINE :

Kai

RAC
1

1
RACCONTO

Delle materie piú no

tabili contenute in

tutta l'opera.

· Doue_ , e aggiunto dif. fono ir

numeri della Dig


fefa .

maio de' Petroniy pag : 9

A Amatucci famiglia nobi.

le in Aſiſi già detta de'Petro


16
ny dif.
Argomenti dall'autorità negati

na nan vagliono dif. 14


F Af:.
Afifi la Città d' Afifi redinte
gra alla antica Cittadinan .

** ca la Caſa Confidata Dras


99
gona ,

Enza di Monte Marte


Marte
Conte in Afifa
BET 9
Boſchetti Filippo Boſchetti Mo

daneſe va alla Guerra di

Geruſalemme ſorto Goffre


II
do Buglione .
Buonacquisti famiglia nobile

in Afifi godeua la Signoria


61
di Capezzale dif.
Buoncompagno figlio di Luitul.
8.9
fo Dragoni.
Buoncompagno Dragoni il ſe.
con -
- condo wa à Vilfa 21. Viſi
ferma e di acquiſta alcuni

Caftelio civo ini ? !


Buuricomp agn i diArezze , 35 :

36.loro diſcendenza . qui.

Buoncompagni di Bologna . 37 .

loro diſcendenza . 38.39


1 BuoncompagniFranceſco Cara

dinal Buoncompagni suole


effer confecrata Arciueſcorte

di Napoli in Afifi, doue e

Criceuto da i Confidati Drago


1 nigne li riconoſce perconſan .

gminei dif.21

Çi .

Ancellaria ſecreta del Pa .

lazzo del Magiſtrato in


F 2 Aſa
Afifimeffa é rimella folo

pra più volte dif.s 49


Ceſarini Giorgio Ceſarini Ro

mano va alba guerra di Gea

rufalemme" fotto Goffre


do II

Colfråttone antica Signoria de

Confidati Dragoni. 88.89 .

go.dif:62103 64

Confidato Dragoni il pri


mo . 7. 10

Confidato Dragoni il ſecondo.

54.61. primaGuelfo , e poi


Ghibellino . 75. diſcacciato

d' Afifi . iui. torna ad eſſer

Guelfo. 76.capitano de la
malli per Santa Chieſa: 76.

preſiede alla Rocca di Gual


do sui. e 77. muta il cognp.

mes
mes; e parte dell'arma alla

-- Cafa fua: 78.79. ſi fermana


ci Gualdo.82.1.2 - ig! 83

Confidato Dragoni il terzo,Gill


• dice.in Affon's 87

Cybo Alderano Cybo wa jalla


guerra di Gerufalemme fat

to Goffredo VII

. Dragoni Duca di
Topoldo

D Spoleto

or: Acecran e Signard Al

li fan arom ?. 8.000 diui


.
Donati famiglia nobile in Afi .
sinfo già detra di Calzauer

ou de sesiuni 16
-Dragoiaj difcelere dal sangue
rea
F 3
reale di Saponia ,2.3. 4

Furona Signori di Afif • 12 .


13.14.19.16.17.18 . 19

Dragone de' Dragoni il primo

Té Vicario Imperiale nell'm .


wo
bria.o 1980 : 20

Dragone de Dragoni il ſecon

de Canaliere Geroſolimitaa
no . 85

Dowkunyara chlesol

or
Hachio Conhdati Ork

goni il princoGulxsiero
E
alorofo.87.Signoredacol.

frattonkus ilgas isonJ88

Euftachia) Confidani Dragoni


1 il ſecondo gouernò alcune

Ortodonta Promindo dello stile


to
>

to Ecclefiaftico . 121. 180 .

testimonianza che fece del

füo merito la Città dicaf,


fia. 181. fua iſcrittione la

polcrale . 193. fuoi figli con


altri defco
deſcendentao 195

7 F

Amiglie nobili d'Italia han

Fno ordinariamente princi,


py ignotis et camino

Fauorino di Bernardoccio Scif


3
fi Conte di Saßorolfo Caua
is liere Afifano. 9

Federico Dragoni. Ya alla guer

ra di Geruſalemme ſotto
II
Goffredo .

F 4 Gais
G3 ct
bito social

Aidone de Nepis Caua .


J liere Affano tiraneggio
G

y la patria . xb150

Gioſeppe figlio legitima , lana .


turale di Lodouico di Girol

lamo Confidati . 148


Giouanni Dragoni capo e Pro

kigenitore ide Broncompagni


j di Bologna
37
Giuliano Apostata beffe , e di

Iprezzo con dortiſsimodi


- fcorfa di S.Apollinare

edif. sii 25
Grimaldi Luca Grimaldi Ga.

nouefe va alla di
guerra

11 Geruſalemme ſotto Goffre


do. II

Gual
Gualdo nobil Terra dell'Um .

bria . 76. Di fi ritirano per

molti anni vi Confidari Dra.

. irygoni . 8 20 ni bora 93

Snafaa:Scipione Gueſco Raue

so si se va alla guerraz ſa
M ...dcra ... bila Ho

- Ghidotti AicardoGuidotti va
ml
alla
0
fotto Goffreda 11

Erotici fempre cacciano

ď alterate ha ſcritture

de Cattolicidif. 27
Hiſtorici antichi ſon molto de

gni di fede dif . 48


F

1a .
by I lidox dilo

ayangpagtanije

Acoma Sciffi Conteßai di

Saſſoroſſo moglie di Kene

. a Dragoni ilprimo 58.

541193 on " 173

Tacoma Nicoloſi Corſi. do' Ba

sponid Ornano moglie di Emin


quistachio ConfidarisDragoniil

Il ſecondo difs bons Dot 62

Ildebrande vefcomo d'Afi

fie 7.8

Ildegonda moglie di Ridolfo


e Dragoni Signor d'Afilifip

Sniglia del Conde Atonal


do .. imbia ) 5.7

Het over

Lui .
:, Lobo

Vitulfo primo capo e Pro


genitore della famiglia
L
Dragona . 4: 7

13 Ludouico di Vangeliſta Conf


-- dati Dragoni fu Iurifcon
Jolto illuſtre.11s. Collater4
le di Siena . 119.Gouerna

-...tore d'Imola .120.121.125 .


Auditore della Legatione di
Romagna . 125. Pretore di

Monte Caufario.128.bene

merito della Sede Apostoli

fa ſegnalate attioni a
ca.iui
,

prò della Patria. 135.fuo


,te
Hamento. 140ifu Padre di

Nicolò Biſavolo de Confida .

si Dragoni viuenti.147.148
F 6 Lu
Ludouico di Girollamo Confida

ti adotta in figlio Nicolò


Canfidats Dragonis isi

sas
M.

Arioni Antonio Ma

M vioni da Gubbio va al

la guerra di Gerufalemme

fotto Goffredo 11

.N

Tepis famiglia nobiliſsi


pi
Ne
ma in Afifi già detta

de'Gaidoni dif. 16. origina.

Ta dagli antichiſsimi Duchi

di Nepis del ſangue reale

diLongobardi dif:59. gode


ua
1 wa la Signoria di molti luo.

ghijui.Gaidone de Nepis tie


raneggiò la Patria, 150

Nicolò Dragoni.V eſcono d'Afi

STI . 7 73

Nicolò Gonfidati Dragoni ila


€ ſecondo fu figlio di Ludvaia

co di Vangeliſta illustre €

famoſa Iuriſconſulta... 148 .

e ſegue : fuadottato in fi
gliada Ludouico di Giralla

mo Confidati 164.dif.80.e

fegue ammeſſo a i primi gra

di de' Magistrati nella ſua


Patria in luogo di Ludouico

ſuo Padre .165'e ſegue,


dichiarato Conte e ſuo Com

menſale da Pio IV. Sommo ,


Pontefice , bonorato della

fa
facoltà di crear Dottori', e

Notari , e di legitimar ba
ſtardi. 176. governò molte

Città ; e Prouincie dello ſta

to Ecclefiaftico · 177. po

ſtillò tutte le opere di Barto


lo . 379
Malt ? 179

Nobili anticamente fi fabrica


nanoper ritirarſi alcuni Re

cinti dettifortilitij , de quali


s'intitolauano poi Signori

dif. 59

Ddone Dragoni Capita

no per l'Imperatore Ara


rigo Vi. 41

Offreduccio Conte . 50
Pao
singent Price

25
Ambo Dragons va alla
guerra di Gerufalemme

si ſotto Goffrede: 110.3720

Petruccio Dragonia 1,70

Pietri suoni Confidatia de


Dragoni Conte , Caualiere ,

Sice Preforeldi Rauenba , 107.

compone ftatutin 4 quella

Lista mondif.72.739 14074

R.

Aniero Dragoni capo del

R Buoncompagni d'Arez

20 . 33

Ridolfo Dragoni il primo. 7.9


Ridolfo Dragoni Signor d'Aſi
fi.7. dona alcuni terreni ala

Chieſa Catedrale . 7.8

Rinaldo Conte di Corcorano va

: alla guerra di Gerafalemme

--Sotto Goffredo il Dost 52


Rinaldo Dragoni il primo fu

figlio diRidolfo Dragoni Sisi

gnor d'Aff :7.12 : 43. fucce


de al Padre wel. Dominio do

Afifi. 44. vidura poco.. iui.

diuiene:Duca diSpolean45 .

ne refta priuo . 46.

Rinaldo Dragoni il ſecon


do . 83. 84

Rifpofta di Nicotrátoradun
ignorante diferite 77

Sajo
J 5:07 S il

Afaroffo. Fauorino Conte


.
SI
di 50

Sauelli Scipione e Giouanni Sa


welli Romani vanno alla

guerra di Geruſalemme for.


II
to Goffredo..

Sbaraglini famiglia nobile in

Afifi già detta'de Sbaraglia .

si dif . 16.poßedeu a la Signo


ria del Piano della Pieue

o dif .
Scrittare mancarono in Italia

nelle ſcorrerie de barbari. 2


Il tacciar le ſcritture di fal.

ſe et alterate e costume

ordinario degli heretici di

feſa . 27
S.Sta .
S. Stanislao Veſcouo di Craco

uia canonizzato in Afili da

Papa Innocenzo IV . 48

mengente
Etimonio unico proude
Buchun in modo
T
teria di ſtato dif 48
Titolo di Ilustre anticamena

te ſi daua a i ſoli Regi

dif. 44

Titolo di magnifico anticamente

conueniua folo Principi


44
grandi dif.

Van
2.ph ... tel VorsT

Angelifta Confidati Bra :


goni 97.fu Potesta di
V4
accesskabacerata siul. Redintegra
ss to alla Cittadinanza diffi
99
fi .
Ventura Dragoni il primo fu

Caualiere del cingolo Impea


riale. 47 - ſi trouò alla Cano
nization to Stanislao

Veſcouo di Cracouia cele

brata in Aſiſi . 48.49.

ſuo testamento . 51. fuo Co.

dicillo . 58. ſuo ſepolcro .


66
65 .

Ventura Dragoni il ſecondo


Gouernator dell'armi a Be .

newento . 93.

Vif
Viffo Terra qualificata dell'
V mbria riceue Buoncom

pagna Dragoni'. 21. resti.

sulfceliantica Cittadinana

za i Costantino Budricom

pagado asustaina 9 : 22
.

IL FINE .

0:03

Posil 12.omatist osl

orolor LONDO ?. oldini

! imoosia
sinh visu ū
. **996

RAC
RACCONTO

Delle fainiglie nobili,

delle quali lifa men

tione nell'opera.'

Marucci d'Afl detti an

A co Petronij.91.dif.56.16

Ar mirari di Firenze . ** 43

0 B

Agligni di Perugia. 147


Benzi d'Arifi. : 9
В
B
Bini d'Alfi. 13 3.44

Boſchetti di Modang. 11

Buonacquiſti d'Aſif.41.dif.$1
Cac
OTO : 5

Accialupi da S. Seueri

C no olds 114
Ceſa rini Romani. 11

Compagnoni di Maceraca.98

Conti di Cocorano Perugi


ni .

Onati d'Alfi detti anco

D di Calzauerde dif. 616


F

Loroni di Rauenna . 107

G
FL
Rimaldi di Genoua . 11
Guaſco di Pauia. IT
G

Guidotti . 11

Omedei . ' 54
Piston
HOM
la
1

Acobilli di Foligno.3.17.34
1438. 31 .
42.
38.42
.
M

Arioni di Gubbio . li

M Mazzigigli d ' Imos

la. 124
Monte Marte . 9

[ Epis d'Alifi. 145. 146 .


Nis
odi
149.150.d if.59.
:59 60
.
Nicoloſi Corſi Baroni d'Or

náno dif.

Ffreducci.48 . SO
P
91

Etroni.g .

p .

Ric
R

Iparia . 85
S
R
Auelli Romani . 11

Sbaraglini d'Afili . 135 .


dif.16.e 61

Sciffi d'arifi Conti di Saſforoſ

fo.51.72.dif. 6!

Sperelli 6 2.dif. 91

T
d'
Eberutij .
Tal 86
AGGI
i ta..

Trinci Signori di Foligno. 45


V

Arani Duchi di Came.

V rino . 177

Vigilanti d'Ang . 71

IL FINE .
Girolamo Gio , Maria Nicolo Dragone Eustachio Guasparri Nicolo

1653

Gio. Carlo
Federico Tiberio Francesco
( Iuris Consul. Benedetto
prot. Apost. Alfonso
1620 1640

Gyrollamo Eustachio
Lụdouico
Confidato VIuris Consult
Iuris Consul, Iuris Consum
1900 1600
1590
Nicolo
Vangelista Juris Consul .
Iur, Consulto e Conte Pº
1560
1460

Ventura
Gouernator
d'Armi Gabriel
Pietr Ant
Gio , Maria Girollamo 2405 Conte e Cauad prot. Apost.
priore d '
pretóre di Asisi
1560 1530
Rinaldo Rauenna

Gioseppe Confidato Dragone Eustachio


Ludouico Confidato Cap. per S. |Caualiere Gel Cap ,es redi
Iuris Consul . Iur,Consulto Chiesa
rosolimitand Colfratone
25go 2560 2302 RR

Ventura
Cavaliere

1260
Petruchis Nicolo ( Diopold
Oddone Vescouo d ' Duca di
Rinaldo Asisi
Cap,diArrigo Duca di Spaleto
viImperator
Spoleto
2220

Ridolfo
2222 Prencipe
d'Asisi
Buoncăpagns Dragone
1150 Vicario Impera
(progenitore de riale nell
Buoncompagni
diVisso Corte Paolo Umbria
Conte
1110 tanter
Giovanni Progenitore di
Progenitore Buoncompagni
de Buốcöpagni Ridolfo d'Arexo
diBologna Conte
Federico Confidato
Capitano 2076
alla Guerra
Sacra
Buoncomp
agno Conte
1040

Iuitulfo
Conte
100

Lhulier fecit .
|
.

Co5687446
!