Sei sulla pagina 1di 3

Armature in chiave

#
1- Sol
2- Re
3- La
4- Mi
5- Si
6- Fa#
7- Do#

b
1- Fa
2- Sib
3- Mib
4- Lab
5- Reb
6- Solb
7- Dob

Accordi di 7ma
1° specie (di dominante): IIIM VG VIIm (IV e V grado- I nel blues)

2° specie: IIIm VG VIIm (II-III-VI gradi)-(IV grado scala minore)

3° specie: IIIm Vdim VIIm (VII grado scala maggiore)-(II grado scala minore)

4° specie: IIIM VG VIIM (I e IV grado)-(VI armonica e naturale)-(III melodiche)

Settima caratteristica sul VII grado della scala minore: IIIm Vdim VII dim

Settima caratteristica sul I e sul III grado della scala minore: IIIm VG VIIM

Indicazioni di tempo
Larghissimo- grave- largo- lento- larghetto- adagio-adagietto- andante-moderato- allegretto- allegro-
vivace-presto- prestissimo

Ictus (Accenti)
Tetico sul battere

Anacrusico in levare

Acefalo inizio con pausa

Scale
Sono ristretti gruppi di frequenze che danno vita a combinazioni verticali(armoniche) e orizzontali
(melodiche)

Scale maggiori
Vengono cosrtuite seguendo una sequenza tra soni e semitoni che partono da una nota
Triadi costruite sui gradi
I grado – triade maggiore

II grado – triade minore

III grado – triade minore

IV grado – triade maggiore

V grado – triade maggiore

VI grado – triade minore

VII grado – triade diminuita

Tetracordi
Sono il principio delle scale maggiori( due tetracordi ne compongono una), comprendono la distanza di una
quarta e seguono l’ordine: t t s.

Due tetracordi vengono collegati attraverso un tono di distanza -

Scale minori
Naturale(modo eolio)

Armonica (VII grado alzato di un semitono)

Melodica(Jazz) VI e VII grado alzati nel senso ascendente

Napoletana .Ascendente: II abbassata di semitono e VII aumentata di un semitomo.Discend: II naturale

Bachiana scala melodica invariata nel senso discendente

Abbellimenti

Note esterne alla melodia


Ritardi
Prevedono la fase di preparazione, di percussione, di risoluzione.
Note di volta: si trovano in mezzo a due note della stessa altezza ,in un movimento debole e possono essere
suporiori o inforiori di un tono o un semitono

Appoggiature: si trovano nei tempi forti della melodia e sono superiori o inferiori alla nota a cui si
appoggiano

Nota sfuggita: non ritornano sulla nota su cui si appoggiano; si trovano sui tempi deboli

Anticipazione:anticipa una consonanza su un tempo debole

Note di passaggio:collegano due parti melodiche e si trovano nei tempi deboli

Modi
Ovvero scale correlate fra loro

Ionico (C) ttsttts

Dorico (D) t s t t t s t

Frigio (E) s t t t s t t

Lidio (F) t t t s t t s

Misolidio (G) t t s t t s t

Eolio (A) t s t t s t t

Locrio (B) s t t s t t t

Successioni
I – IV - V

II – V – I

I – II – III – IV

I – VI – II – V