Sei sulla pagina 1di 11

ALLEGATO

AL REGOLAMENTO ENAC ESERCIZIO DEL POTERE


SANZIONATORIO PER LA VIOLAZIONE DEL
REGOLAMENTO (UE) 2018/1139 E DEL
REGOLAMENTO (UE) N. 255/2010

MISURE INTERDITTIVE NEI CONFRONTI DEI PILOTI


E DEGLI ASSISTENTI DI VOLO

Edizione n° 1 del xxxxxxxxxxxx


Regolamento
Misure interdittive nei confronti dei piloti
e degli assistenti di volo Ed. 1 pag. 2 di 10

STATO DI AGGIORNAMENTO

Edizione Data Delibera C.d.A. N°

Edizione 1 Xx/xx/2020 XX/2020


Regolamento
Misure interdittive nei confronti dei piloti
e degli assistenti di volo Ed. 1 pag. 3 di 10

INDICE

Premessa __________________________________________________________ 4

PARTE I - DISPOSIZIONI GENERALI _____________________________________ 5


Art. 1 (Oggetto e ambito di applicazione) ___________________________________ 5
Art. 2 (Misure interdittive) _______________________________________________ 5
PARTE II - LE MISURE INTERDITTIVE ______________________________________ 5
Art. 3 (Limitazione) ____________________________________________________ 6
Art. 4 (Sospensione)___________________________________________________8
Art. 5 (Revoca)_______________________________________________________ 8
Art. 6 (Effetti delle misure interdittive) ______________________________________ 9
Art. 7 (Recupero delle conoscenze) _______________________________________ 9
PARTE III - ULTERIORI DISPOSIZIONI _____________________________________ 9
Art. 8 (Entrata in vigore) ___________________ Errore. Il segnalibro non è definito.
Art. 9 (Abrogazioni) ___________________________________________________ 10
Art. 9 (Disposizioni finali) ______________________________________________ 10
Regolamento
Misure interdittive nei confronti dei piloti
e degli assistenti di volo Ed. 1 pag. 4 di 10

Premessa

La disciplina in materia di licenze e abilitazioni di piloti e assistenti di volo – da inquadrarsi


nella più ampia cornice giuridica del regolamento (UE) 2018/1139, che ha abrogato e
sostituito il regolamento (CE) n. 261/2008 – si rinviene nel regolamento (UE) n.
1178/2011, che stabilisce i requisiti tecnici e le procedure amministrative relativamente
agli equipaggi dell'aviazione civile ai sensi del regolamento (CE) n. 216/2008.
Difatti, la normativa europea ha abrogato grossa parte della disciplina nazionale
contenuta nel d.P.R. 18 novembre 1988, n. 566, Approvazione del regolamento in
materia di licenze, attestati e abilitazioni aeronautiche, ai sensi dell'art. 731 del codice
della navigazione, come modificato dall'art. 3 della legge 13 maggio 1983, n. 213, di cui,
a oggi, in particolare, residuano le prescrizioni di cui agli articoli 80 e 81, che stabiliscono
i casi in cui devono essere adottati i provvedimenti amministrativi di secondo grado
(sospensione e revoca) nei confronti dei piloti e degli assistenti di volo.
Nel tempo, le prescrizioni comunitarie hanno introdotto nuove certificazioni e una diversa
regolamentazione tecnica che annoverano nuovi e, talvolta, diversi casi di sospensione
e revoca dei titoli aeronautici; le disposizioni più recenti hanno altresì previsto anche la
nuova misura della limitazione. Ciò ha determinato dei vuoti normativi, per far fronte ai
quali molte volte è necessario, nell’esercizio dell’azione amministrativa, ricorrere al
criterio dell’interpretazione analogica.
Inoltre, l’esperienza ha evidenziato la necessità di elementi di maggiore gradualità e
flessibilità nell’adozione delle misure interdittive, avuto riguardo sia all’ampiezza dei
privilegi del titolo stesso che al fine ultimo della promozione della cultura della safety
nella comunità aeronautica. Difatti, proprio nell’ambito della materia inerente alle licenze
dei piloti e degli assistenti di volo, ferma la punibilità dei casi di abuso, dolo e negligenza
grave, il concetto di just culture trova ampia espressione nella misura in cui appaia
possibile rieducare il pilota o l’assistente di volo interessato dal provvedimento
interdittivo attraverso l’obbligo di frequenza di corsi di addestramento specifici o anche
con la messa alla prova attraverso prove di abilità, controlli di professionalità o
valutazioni di competenza.
In tale ottica, l’allegato al regolamento ENAC Esercizio del potere sanzionatorio per la
violazione del regolamento (UE) 2018/1139 e del regolamento (UE) n. 255/2010,
stabilisce in termini più chiari e definiti i casi in cui disporre la revoca e la limitazione;
Regolamento
Misure interdittive nei confronti dei piloti
e degli assistenti di volo Ed. 1 pag. 5 di 10

inoltre, prevede una serie predefinita di casi di sospensione, individuando lo specifico


provvedimento da adottare; infine, incentiva il coinvolgimento dell’autore della violazione
in attività di recupero delle conoscenze attraverso la frequenza di corsi di addestramento
supplementare.

PARTE I
DISPOSIZIONI GENERALI

Art. 1
(Oggetto e ambito di applicazione)

1. Il presente allegato al regolamento ENAC Esercizio del potere sanzionatorio per la


violazione del regolamento (UE) 2018/1139 e del regolamento (ue) n. 255/2010, stabilisce
le misure interdittive adottate dall'ENAC nei confronti dei piloti e degli assistenti di volo
responsabili di comportamenti contrari alle norme vigenti e pregiudizievoli per la sicurezza
della navigazione aerea.
2. Le misure di cui al comma 1 hanno lo scopo di favorire il rispetto costante delle regole,
prevenendo i comportamenti che possono compromettere la sicurezza della navigazione
aerea e dissuadendo dalla reiterazione degli stessi comportamenti.
3. Se l’interessato è in possesso di titolo rilasciato da una Autorità dell’aviazione civile
straniera, l’evento è da questa segnalato all’Autorità territorialmente competente per
l’adozione delle misure interdittive. In presenza dei presupposti, l’ENAC commina comunque
la sanzione pecuniaria.
4. Se ha rilevanza penale, l’evento che determina l’adozione delle misure interdittive è
segnalato alla Procura della Repubblica competente per territorio.

Art. 2
(Misure interdittive)

1. Le misure interdittive di cui all’articolo 1 sono la limitazione, la sospensione e la revoca di


licenze, certificati, abilitazioni e attestati.
2. A seguito di un unico evento, le misure di cui al comma 1 possono avere a oggetto allo
stesso tempo uno o più titoli in possesso dell’interessato.
Regolamento
Misure interdittive nei confronti dei piloti
e degli assistenti di volo Ed. 1 pag. 6 di 10

3. L’ENAC può disporre le misure interdittive anche su richiesta scritta del titolare del
certificato.

PARTE II
LE MISURE INTERDITTIVE

Art. 3
(Limitazione)

1. La limitazione di privilegi associati a licenze, certificati, abilitazioni e attestati è disposta


quando è reso necessario dalla tutela della sicurezza aeronautica.

Art. 4
(Sospensione)

1. Al di fuori dei casi in cui sia espressamente prevista dalla legge, la sospensione di licenze,
certificati, abilitazioni e attestati è disposta in funzione della natura e della gravità
dell’evento, tenuto conto della eventuale rimuneratività del titolo e della collaborazione
dell’interessato nel corso dell'istruttoria e nella mitigazione del rischio.
2. La sospensione è disposta per un periodo compreso tra un minimo di un mese e un
massimo di due anni.
3. Ove sia stato iniziato procedimento penale per i medesimi fatti che hanno determinato la
sospensione, il provvedimento è comunicato all’Autorità giudiziaria competente.
4. La durata della sospensione è predefinita per le fattispecie seguenti:

FATTISPECIE DURATA DELLA


SOSPENSIONE

1) Imbarco di armi, munizioni o persone a scopo


delittuoso da un anno a due anni

2) Imbarco di merci pericolose non consentite da un mese a diciotto mesi

3) Attraversamento di zona proibita o ristretta da un mese a diciotto mesi


Regolamento
Misure interdittive nei confronti dei piloti
e degli assistenti di volo Ed. 1 pag. 7 di 10

FATTISPECIE DURATA DELLA


SOSPENSIONE

4) Attraversamento di zona interdetta al traffico aereo,


sia dentro che fuori dal territorio nazionale da un mese a diciotto mesi

5) Attraversamento di zone in assenza di contatto radio da un mese a diciotto mesi

6) Attraversamento CTR in assenza di contatto radio da un mese a diciotto mesi

7) Ingresso non autorizzato in spazio aereo controllato da un mese a diciotto mesi

8) Runway incursion da un mese a diciotto mesi

9) Omissione di soccorso da uno a due anni

10) Esercizio dei privilegi sotto l’effetto di alcool,


sostanze psicotrope o stupefacenti da uno a due anni

11) Falsificazione del libretto di volo, del titolo


aeronautico, del quaderno tecnico di bordo da dodici a diciotto mesi

12) Dichiarazioni rese ai sensi del d.P.R. 28 novembre


2000, n. 445 contenenti dati falsi o inesatti da dodici a diciotto mesi

13) Utilizzo di titolo falsificato da dodici a diciotto mesi

14) Comprovato uso improprio o fraudolento del titolo


aeronautico da uno a due anni

15) False od omesse attestazioni relative


all’addestramento da nove a diciotto mesi

16) Inosservanza di norme di polizia ex art. 1174 CN da un mese a diciotto mesi

17) Trasporto pubblico abusivo da un anno a due anni

18) Comando di aeromobile oltre i limiti dell’abilitazione da uno a due anni

19) Lancio di oggetti da aeromobili in volo da nove a diciotto mesi

20) Inosservanza delle norme sulla sicurezza della


navigazione da un mese a due anni

21) Violazione delle quote minime previste dalla


regolamentazione vigente da un mese a diciotto mesi
Regolamento
Misure interdittive nei confronti dei piloti
e degli assistenti di volo Ed. 1 pag. 8 di 10

FATTISPECIE DURATA DELLA


SOSPENSIONE

22) Attività di volo condotta in assenza dei requisiti


richiesti da un mese a diciotto mesi

23) Attività di volo effettuata in violazione delle norme


sulle procedure operative da un mese a diciotto mesi

24) Decollo senza autorizzazione da un mese a diciotto mesi

25) Operazioni di volo commerciali effettuate in


mancanza dei requisiti da due mesi a due anni

26) Comportamenti inaccettabili dell’istruttore o


dell’esaminatore nella conduzione dei compiti da un mese a diciotto mesi
assegnati

27) Attività strumentale con velivolo non autorizzato o su


aeroporto non certificato per tale attività da un mese a diciotto mesi

28) Uso improprio delle frequenze aeronautiche da uno a sei mesi

Art. 5
(Revoca)

1. La revoca di licenze, certificati, abilitazioni e attestati è disposta:


a) in caso di giudizio di non idoneità con carattere di permanenza del titolare ai sensi del
regolamento (UE) n. 1178/2011, anche per uso, abuso o dipendenza da sostanze
psicotrope o stupefacenti;
b) quando il titolare non soddisfa più i requisiti previsti dalla norma applicabile al titolo;
c) quando il titolare sia dichiarato delinquente abituale, professionale o per tendenza, sia
sottoposto a una misura di sicurezza personale o alla misura di prevenzione della
sorveglianza speciale;
d) in caso di terza infrazione accertata nell’arco temporale di dieci anni;
e) in caso di violazione, accertata con sentenza passata in giudicato, che abbia comportato
un incidente aeronautico dal quale siano derivate la morte o le lesioni personali gravi a
passeggeri, membri di equipaggio o terzi;
Regolamento
Misure interdittive nei confronti dei piloti
e degli assistenti di volo Ed. 1 pag. 9 di 10

f) quando, nella conduzione dei compiti assegnati, l’istruttore/esaminatore adotti


comportamenti inaccettabili;
g) in caso di mancata consegna in custodia del titolo originale oggetto di sospensione.
2. In caso di revoca, i titoli, i corsi, gli esami e le esperienze presupposti del titolo revocato
sono inutilizzabili per il conseguimento di un nuovo titolo.
3. L’ENAC stabilisce il periodo minimo decorso il quale può essere rilasciato un nuovo titolo.

Art. 6
(Effetti delle misure interdittive)

1. Delle misure adottate, l’ENAC tiene conto nelle valutazioni per l’accettabilità del pilota in
ruoli di responsabilità presso organizzazioni e operatori aeronautici.
2. Le prove di abilità, i controlli di professionalità e le valutazioni di competenza condotti
durante la limitazione o la sospensione o a seguito della revoca di un titolo non sono validi.
3. Il documento originale del titolo limitato, sospeso o revocato è consegnato alla Direzione
aeroportuale indicata nella comunicazione di avvio del procedimento, nell’eventuale
provvedimento cautelare o nel provvedimento sanzionatorio. La Direzione aeroportuale
depositaria informa la Direzione regolazione personale e operazioni di volo e il responsabile
del procedimento sanzionatorio dell’avvenuta consegna e, altresì della restituzione
all’interessato al termine del periodo prescritto.

Art. 7
(Recupero delle conoscenze)

1. Il ripristino del titolo a seguito di provvedimento di limitazione o di sospensione può essere


subordinato all’obbligo di frequenza di corsi di addestramento specifici, prove di abilità,
controlli di professionalità o valutazioni di competenza ritenuti necessari dall’ENAC.

PARTE III
ULTERIORI DISPOSIZIONI
Regolamento
Misure interdittive nei confronti dei piloti
e degli assistenti di volo Ed. 1 pag. 10 di 10

Art. 8
(Entrata in vigore)

1. Il presente allegato è pubblicato sul sito web istituzionale dell’Ente. Di tale pubblicazione
viene dato avviso sulla Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana.
2. L’allegato entra in vigore il giorno successivo alla pubblicazione dell’avviso sulla Gazzetta
ufficiale.

Art. 9
(Abrogazioni)

1. A decorrere dalla data di entrata in vigore del presente allegato, sono abrogati gli articoli 80
e 81 , D.P.R. 18 novembre 1988, n. 566, limitatamente alle disposizioni relative ai titoli
posseduti dai piloti e dagli assistenti di volo.

Art. 10
(Disposizioni finali)

1. Per tutto quanto non espressamente previsto dal presente Allegato, si applicano i principi e
le disposizioni dei pertinenti regolamenti comunitari e del codice della navigazione.