Sei sulla pagina 1di 32

34567

15 FE BBRAIO 201 3

ARTICOLI DI STUDIO

1-7 APRILE
`
Questa` e la nostra
eredita spirituale!
PAGINA 3 ˙ CANTICI: 69, 28

8-14 APRILE

Apprezziamo `
la nostra eredita
spirituale?
PAGINA 8 ˙ CANTICI: 22, 75

15-21 APRILE

Rimaniamo nella
valle della protezione
di Geova
PAGINA 17 ˙ CANTICI: 133, 16

22-28 APRILE

Nulla ci impedisca
di afferrare la gloria
PAGINA 25 ˙ CANTICI: 15, 61
ARTICOLI DI STUDIO

` `
ˇ Questa e la nostra eredita spirituale!
`
ˇ Apprezziamo la nostra eredita spirituale?
In questi articoli analizzeremo alcuni aspetti importanti
`
della ricca eredita di cui dispone il popolo di Geova. Sco-
NAMIBIA priremo in che modo Dio ha custodito la sua Parola, ha
`
IN COPERTINA: Una proclamatrice, benedetto l’uso del suo nome e ha preservato la verita
nella parte nord-occidentale della spirituale che ci protegge da errori dottrinali.
Namibia, predica a una donna di

etnia himba, popolo di allevatori
nomadi. Le donne himba si ˇ Rimaniamo nella valle della protezione di Geova
spalmano la pelle e i capelli con
una mistura a base di ocra rossa Questo articolo spiega cosa rappresenta la “valle” men-
ottenuta da roccia frantumata ´
zionata in Zaccaria 14:4 e perche dovremmo rimanervi.
 Spiega anche cosa sono le “acque vive” di cui si parla
`
POPOLAZIONE nel versetto 8 e cosa puo significare per noi bere queste
acque.
2.373.000

PROCLAMATORI
ˇ Nulla ci impedisca di afferrare la gloria
2.040
Questo articolo mostra come possiamo afferrare la gloria
STUDI BIBLICI che Geova concede agli esseri umani. Spiega anche cosa
`
4.192 puo impedirci di afferrarla e come, continuando a cercarla,
possiamo essere di aiuto ad altri.

4.000
PROCLAMATORI
STUDI BIBLICI IN QUESTO STESSO NUMERO
3.000

2.000 13 La guardia pretoriana riceve testimonianza


1.000 22 Stiamo attenti alle “intenzioni del cuore”


0
30 Era della famiglia di Caiafa
2007

2009
2010
2006

2008

2011
2012

31 Dai nostri archivi

34567 February 15, 2013


Vol. 134, No. 4 Semimonthly ITALIAN

` `
Questa pubblicazione non e in vendita. Viene distribui- La Torre di Guardia e un periodico quindicinale Jehovas, e. V., Selters/Taunus. Druck und Verlag:
ta nell’ambito di un’opera mondiale di istruzione bibli- edito in Italia dalla Congregazione Cristiana dei Testi- Wachtturm Bibel- und Traktat-Gesellschaft der Zeugen
ca sostenuta mediante contribuzioni volontarie. Salvo moni di Geova, Via della Bufalotta 1281, Roma. Diret- Jehovas, e. V., Selters/Taunus. Verantwortliche Redak-
`
diversa indicazione, la versione biblica usata e la tore responsabile: Romolo Dell’Elice. Reg. Trib. Roma tion: Ramon Templeton, Selters/Taunus. 5 2013
Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture con n. 14289 - 10/1/1972. Stampata in Germania da: Watch Tower Bible and Tract Society of Pennsylvania.
riferimenti. Wachtturm Bibel- und Traktat-Gesellschaft der Zeugen Tutti i diritti sono riservati. Printed in Germany.
`
QUESTA E `
LA NOSTRA EREDITA
SPIRITUALE!
GEOVA, l’“Iddio vivente e permanente”, ha preser-
` `
vato il suo vivificante messaggio per l’umanita. E un
` ´
messaggio che non verra meno, perche “la parola di
` ` Geova dura per sempre” (1 Piet. 1:23-25). Siamo dav-
“Questa e l’eredita vero grati che egli abbia amorevolmente fatto giunge-
`
re fino a noi informazioni cosı preziose attraverso la
dei servi del Signore” sua Parola scritta, la Bibbia.
(ISA. 54:17, Nuova 2 Dio ha preservato nella sua Parola anche il nome
` `
Riveduta [NVR]) che si e scelto, cosı che i suoi servitori potessero usar-
lo. Le Scritture menzionano per la prima volta “Geo-
va Dio” quando narrano “la storia dei cieli e della ter-
ra” (Gen. 2:4). Il nome di Dio fu miracolosamente
COME RISPONDERESTE? inciso diverse volte sulle tavolette di pietra contenen-
ti i Dieci Comandamenti. Ad esempio il primo inizia
`
cosı: “Io sono Geova tuo Dio” (Eso. 20:1-17). Il nome
Cosa ha fatto Dio per custodire divino sopravvive grazie al fatto che il Sovrano Si-
la sua Parola scritta? gnore Geova lo ha preservato insieme alla sua Paro-
la a dispetto di tutti gli sforzi di Satana per cancella-
re entrambi (Sal. 73:28).
3 Nella sua Parola, inoltre, Geova ha preservato la
`
verita. Non smetteremo mai di ringraziarlo per aver-
`
ci donato luce e verita spirituale. (Leggi Salmo 43:

`
3, 4.) Mentre l’umanita brancola nelle tenebre e nel-
In che modo Geova ha preser-
` l’errore, noi continuiamo a camminare gioiosi nella
vato il suo nome cosı che i suoi
luce che proviene da lui (1 Giov. 1:6, 7).
servitori potessero usarlo?
`
LA NOSTRA PREZIOSA EREDITA
4 Noi cristiani abbiamo una preziosa eredita. `
Il ter-
`
mine “eredita” significa fra l’altro “retaggio di quali-
`
ta morali, di tradizioni, di beni spirituali” (Grande Di-
zionario della Lingua Italiana, Battaglia) o “patrimonio

spirituale trasmesso ai posteri” (Grande Dizionario
Spiegate come Dio ha preserva-
` `
to la verita spirituale nonostante 1. Cosa ha preservato Geova per il bene dell’umanita?
i numerosi attacchi. `
2. Cosa ha custodito Dio nella sua Parola cosı che i suoi ser-
vitori potessero usarlo?
3. Cosa ha preservato Dio nonostante le tenebre spirituali
`
che avvolgono l’umanita?
4, 5. Quale privilegio speciale abbiamo dal 1931?

3
l’applauso che fecero tremare quel luo-
go di adunanza”, ebbe a dire un fratello.
Nessun altro aveva voluto tale nome; ep-
pure da oltre 80 anni Dio benedice il fat-
to che noi lo portiamo. Essere suoi Testi-
`
moni e veramente un onore senza pari!
6 La nostra eredit a` spirituale com-
`
prende una gran quantita di accurate
e preziose informazioni tramandate dal
passato. Prendiamo il caso di Abraamo,
Isacco e Giacobbe: nelle famiglie di que-
sti patriarchi sicuramente si parlava di
cosa fare per essere graditi a Geova. For-
te di questo bagaglio, il giusto Giusep-
` `
pe rifiuto di commettere immoralita ses-
suale per non “peccare realmente contro
Dio” (Gen. 39:7-9). Anche i cristiani si
tramandavano ` tradizioni oralmente o
con l’esempio. E questo il caso delle in-
Fu una gioia adottare il nome Testimoni di Geova
all’assemblea del 1931 formazioni che Paolo trasmise alle con-
gregazioni circa il Pasto Serale del Signo-
`
re (1 Cor. 11:2, 23). Ai nostri giorni, cio
Italiano dell’Uso, De Mauro). La nostra che abbiamo bisogno di sapere per ado-
` `
eredita spirituale include l’accurata co- rare Dio “con spirito e verita” si trova
noscenza della Parola di Dio e il chiaro nella sua Parola scritta. (Leggi Giovanni
` 4:23, 24.) La Bibbia esiste per illuminare
intendimento della verita su di lui e sui `
suoi propositi. Ma oltre a queste benedi- l’intera umanita, ma noi servitori di Geo-
` va l’apprezziamo in modo particolare.
zioni c’e anche un privilegio speciale.
5 Fu all’assemblea tenuta nel 1931 a 7 Del nostro patrimonio spirituale,

Columbus, nell’Ohio, che tale privile- inoltre, fanno parte le molte vicende,
` narrate in anni recenti nelle pubblica-
gio entro a far parte del nostro patrimo-
nio spirituale. Sul programma stampa- zioni, che dimostrano come Geova sia
to dell’assemblea comparivano le lettere ‘al nostro fianco’ (Sal. 118:7). Ne deriva
` una consapevolezza che ci fa sentire al
“J” e “W”. Una sorella racconto: “Si fe-
cero diverse ipotesi su cosa volesse dire sicuro anche quando siamo perseguita-
` `
‘JW’: Just Wait [aspettate], Just Watch ti. Tale eredita spirituale, sempre piu ric-
[state a guardare], e poi quella giu- ca, include questa rincuorante promes-
sta”. Fino ad allora ci eravamo chiama- sa: “ ‘Qualsiasi arma formata contro di
`
ti Studenti Biblici, ma con la risoluzione te non avra successo, e qualsiasi lingua
di domenica 26 luglio 1931 adottammo si levi contro di te in giudizio tu la con-
`
il nome Testimoni di Geova [in inglese dannerai. Questo e il possedimento ere-
Jehovah’s Witnesses, da cui le iniziali “J” e
6. Quali informazioni accurate rientrano nella
“W”]. Ricevere questo nome scrittura- `
nostra eredita spirituale?
le fu emozionante. (Leggi Isaia 43:12.) 7. Quale rincuorante promessa fa parte della
` `
“Non dimentichero mai l’alto grido e nostra eredita spirituale?

4 LA TORRE DI GUARDIA
`
ditario [o eredita, NVR ] dei servitori di palo, avrebbe gridato: “Signore, apri gli
` ´
Geova, e la loro giustizia viene da me’, e occhi al re d’Inghilterra”. Dopodiche fu
l’espressione di Geova” (Isa. 54:17). No- strangolato e arso.
nostante tutte le “armi” che ha a disposi- 11 Nel 1535 fece la sua comparsa la
`
zione, Satana non puo farci del male in traduzione inglese della Bibbia di Miles
modo irrimediabile. `
Coverdale. Questi baso la sua traduzio-
8 Satana ha cercato di distruggere la ne sui libri da Genesi a Cronache e sul
Parola di Dio, eliminare il nome divino “Nuovo Testamento” prodotti da Tynda-
` `
e annientare la verita. Tuttavia non puo le; altre parti delle Scritture le tradusse
competere con Geova, che infatti ha fru- dal latino e dalla Bibbia tedesca di Lute-
strato tutti i suoi sforzi. In questo e nel ro. Oggi la Traduzione del Nuovo Mondo
prossimo articolo vedremo (1) come Dio delle Sacre Scritture si fa apprezzare per la
`
ha custodito la sua Parola, (2) come ha chiarezza, per la fedelta ai testi originali
`
preservato il suo nome e (3) in che modo e per l’utilita nel ministero. Siamo felici
` che nessuna potenza, demonica o uma-
provvede e preserva la verita di cui di-
`
sponiamo. na, potra mai impedire la sopravvivenza
della Parola di Geova.
GEOVA HA CUSTODITO LA SUA PAROLA
9 Geova ha custodito la sua Parola a di- GEOVA HA PRESERVATO IL SUO NOME
spetto di tutti i tentativi fatti per distrug- 12 Geova Dio ha fatto in modo che il

gerla. A proposito delle traduzioni bibli- suo nome non venisse completamente
che in volgare, un’enciclopedia afferma:
` 12. Che ruolo ha avuto la Traduzione del Nuovo
“Il Concilio di Tolosa del 1229 ne proibı Mondo nella preservazione del nome divino?
l’uso ai laici in occasione delle lotte con-
tro gli albigesi e valdesi [...]; l’assemblea
tenuta nel 1234 a Tarragona in Spagna Uomini come Tyndale diedero la vita per la Parola di Dio
`
sotto Giacomo I promulgo una proibizio-
ne analoga [...]. La Sede romana inter-
venne per la prima volta nel 1559, allor-
´ `
che l’Indice di Paolo IV proibı di stampare
e detenere le B[ibbie] in volgare senza il
permesso del S[ant’] Uffizio”.1
10 Nonostante i numerosi attacchi, la
`
Bibbia e sopravvissuta. Intorno al 1382
John Wycliffe produsse insieme ai suoi
collaboratori la prima traduzione della
Bibbia in inglese. Un altro traduttore fu
`
William Tyndale, che nel 1536 pago con
`
la vita questa sua attivita. Legato a un
`
1 Enciclopedia Cattolica, Citta del Vaticano, 1949,
Vol. II, coll. 1572-1573.

8. Cosa vedremo in questo e nel prossimo arti-


colo?
`
9 -11. Quali esempi dimostrano che la Bibbia e
sopravvissuta a numerosi attacchi?
Dal Book of Martyrs di Foxe

15 FEBBRAIO 2013 5
eliminato dalla sua Parola. In questo la e fornisce un resoconto della ribellione
Traduzione del Nuovo Mondo ha avuto un dei moabiti contro Israele dal punto di
ruolo di primo piano. Nell’introduzio- vista del loro re, Mesa (1 Re 16:28; 2 Re
ne il comitato dei suoi devoti tradutto- 1:1; 3:4, 5). Ma il valore della Stele moa-
ri ha scritto: “La principale caratteristi- bita sta nel fatto che vi compare il nome
`
ca di questa traduzione e il ripristino divino nella forma del Tetragramma. An-
del nome divino al suo giusto posto nel che le Lettere di Lachis, frammenti di
`
testo italiano. Nel far questo si e usa- terracotta rinvenuti in Israele, contengo-
`
ta la forma italiana comunemente accet- no piu volte il Tetragramma.
tata, ‘Geova’, 6.973 volte nelle Scritture 15 I primi traduttori della Bibbia eb-
Ebraiche e 237 volte nelle Scritture Gre- bero una parte nella preservazione del
che Cristiane”. La Traduzione del Nuovo nome divino. Dopo l’esilio babilone-
`
Mondo e attualmente disponibile, per in- se, durato dal 607 al 537 a.E.V., molti
tero o in parte, in oltre 116 lingue, e ne ebrei non tornarono in Giuda e Israele.
`
sono state stampate piu di 178.545.862 Nel III secolo a.E.V. Alessandria, in Egit-
copie. `
to, ospitava ormai una nutrita comunita
13 Il nome di Dio e` noto agli esseri ebraica che aveva bisogno di una tradu-
umani fin dalla loro creazione. Adamo zione delle Scritture Ebraiche in greco,
ed Eva lo conoscevano, e sapevano esat- all’epoca lingua internazionale. Tale ver-
tamente come pronunciarlo. Quando sione, conosciuta come la Settanta, fu
` `
Cam manco di rispetto a suo padre Noe, completata entro il II secolo a.E.V. In al-
questi disse: “Benedetto sia Geova, l’Id- cune copie riporta la forma ebraica del
dio di Sem, e Canaan [figlio di Cam] di- nome Geova.
venga suo schiavo” (Gen. 4:1; 9:26). Dio 16 Il nome divino si trova nel Bay
`
stesso dichiaro: “Io sono Geova. Questo Psalm Book, la prima opera letteraria
` `
e il mio nome; e non daro a nessun al- prodotta nelle colonie inglesi d’Ameri-
tro la mia propria gloria”. Disse anche: ca. Nella sua edizione originale, stampa-
`
“Io sono Geova, e non c’e nessun altro. ta nel 1640, contiene una traduzione dei
`
Eccetto me, non c’e nessun Dio” (Isa. Salmi dall’ebraico nell’inglese dell’epo-
`
42:8; 45:5). Geova ha fatto sı che il suo ca. Il nome di Dio compare in passi come
nome fosse preservato e fatto conosce- ` Salmo 1:1, 2, dove si dice che l’“uomo
re alle persone in tutto il mondo. E un benedetto” non cammina nel consiglio
grande onore usare il nome divino` e ser- del malvagio, “ma nella legge di Iehovah
vire Geova come suoi Testimoni! E come `
e il suo vivo diletto”. Altre informazioni
se gridassimo: “Alzeremo i nostri vessilli sul nome di Dio si trovano nell’opuscolo
nel nome del nostro Dio” (Sal. 20:5). `
Il nome divino che durera per sempre.
14 Il nome di Dio non compare soltan-

to nella Bibbia. Lo riporta, per esempio, GEOVA HA PRESERVATO


`
la Stele moabita, scoperta a Dibon, una LA VERITA SPIRITUALE
ventina di chilometri a est del Mar Mor- 17 Siamo felici di servire “Geova, Dio
to. La stele menziona il re israelita Omri ` ´
15. Cos’e la Settanta, e perche fu prodotta?
´ ` ` 16. Spiegate come un’opera del 1640 usava il
13. Perche si puo dire che il nome di Dio e noto
agli esseri umani fin dalla loro creazione? nome divino.
` `
14. Oltre che nella Bibbia, dove si puo trovare il 17, 18. (a) Cosa si intende per “verita”? (b) In
`
nome di Dio? cosa consiste “la verita della buona notizia”?

6 LA TORRE DI GUARDIA
`
di verita” (Sal. 31:5). Secondo un dizio- 20 I domini di Nimrod includevano Ba-
` ` `
nario, “verita” significa “fedelta, confor- bele e altre citta tra i fiumi Tigri ed Eufra-
` `
mita alla realta delle cose e dei fatti; te (Gen. 10:10). Fu forse per suo ordine
` `
veridicita” (Il grande Italiano, Gabrielli). che intorno al 2269 a.E.V. comincio la co-
Nell’ebraico biblico il termine frequente- struzione di Babele e della sua torre. In
` `
mente reso “verita” si riferisce a qualcosa contrasto con la volonta di Geova che l’u-
` `
che e vero, degno di fiducia, fedele, fat- manita popolasse l’intera terra, i costrut-
`
tuale. La parola greca per “verita” deno- tori dissero: “Suvvia! Edifichiamoci una
` ` ` `
ta conformita ai fatti o a cio che e giusto citta e anche una torre con la sua cima
e appropriato. nei cieli, e facciamoci un nome celebre,
18 Geova ha preservato la verita` spi-
´
affinche non siamo dispersi su tutta la
` superficie della terra”. Tuttavia, dovet-
rituale e ci ha reso sempre piu disponi-
bile la conoscenza d’essa (2 Giov. 1, 2). tero abbandonare il loro piano quando
` Dio “[confuse] la lingua di tutta la terra”
La nostra comprensione della verita mi-
´ e li disperse (Gen. 11:1-4, 8, 9). Se que-
gliora costantemente, poiche “il sentie-
` sto era stato un tentativo di Satana per
ro dei giusti e come la fulgida luce che
` ´ ` dare inizio a un’unica religione in cui tut-
risplende sempre piu finche il giorno e
fermamente stabilito” (Prov. 4:18). Non ti avrebbero adorato lui, la sua macchi-
`
possiamo che dirci d’accordo con l’affer- nazione fallı su tutta la linea. Nel corso
` ` `
mazione di Gesu: “La tua parola e verita” della storia umana l’adorazione di Geo-
`
(Giov. 17:17). La Parola di Dio contiene va non e mai stata sopraffatta, e ora si
` ` `
“la verita della buona notizia”, cioe l’in- diffonde sempre di piu.
sieme degli insegnamenti cristiani (Gal. 21 La falsa religione non ha mai real-

2:14). Tra questi vi sono i fatti riguardan- mente minacciato la sopravvivenza del-
` ´
ti il nome di Geova, la sua sovranita, il sa- la vera adorazione, perche il nostro gran-
`
crificio di riscatto di Gesu, la risurrezio- de Insegnante ha custodito la sua Parola
`
ne e il Regno. Vediamo percio come Dio scritta, ha fatto conoscere il suo nome al
` `
ha protetto la verita dai tentativi di Sata- genere umano ed e stato la Fonte inesau-
na di annientarla. `
ribile di verita spirituale (Isa. 30:20, 21).
` `
Adorare Geova secondo verita ci da gioia,
SVENTATO UN ATTACCO
` ma richiede che rimaniamo spiritualmen-
ALLA VERITA
te desti, confidando pienamente in lui e
19 Nell’epoca successiva al Diluvio era seguendo la guida del suo spirito santo.
comune questo modo di dire: “Proprio 22 Il prossimo articolo spieghera` come
come Nimrod potente cacciatore in op- si sono sviluppate alcune false dottrine,
posizione a Geova” (Gen. 10:9). Dato che le quali, come vedremo, passate al vaglio
si opponeva a Geova Dio, Nimrod in ef- `
delle Scritture, si sgretolano. Mostrera
fetti adorava Satana; era paragonabile poi come Geova, l’incomparabile Custo-
` `
a quegli oppositori ai quali Gesu disse: de della verita, ci ha benedetto con i veri
“Voi siete dal padre vostro il Diavolo e insegnamenti che fanno parte della no-
desiderate compiere i desideri del padre `
` stra preziosa eredita spirituale.
vostro. Egli [...] non si attenne alla verita”
(Giov. 8:44). ´
21, 22. (a) Perche la falsa religione non ha mai
realmente minacciato la sopravvivenza della
`
19, 20. Chi era Nimrod, e quale tentativo fallı vera adorazione? (b) Cosa vedremo nel prossi-
ai suoi giorni? mo articolo?

15 FEBBRAIO 2013 7
APPREZZIAMO `
LA NOSTRA EREDITA
SPIRITUALE?
NEL corso di una storica adunanza tenuta dal cor-
po direttivo a Gerusalemme nel 49 E.V., il discepolo
Giacomo disse: “Simeone [Pietro] ha narrato comple-
tamente come Dio per la prima volta rivolse l’atten-
Dio rivolse l’attenzio- zione alle nazioni per trarne un popolo per il suo
nome. E con questo sono concordi le parole dei Pro-
ne alle nazioni per ` `
feti, come e scritto: ‘Dopo queste cose tornero e rie-
` `
trarne un popolo difichero la capanna di Davide che e caduta; e riedi-
` ` ´
fichero le sue rovine e la erigero di nuovo, affinche
per il suo nome quelli che rimangono degli uomini cerchino premuro-
(ATTI 15:14) samente Geova, insieme a persone di tutte le nazio-
ni, persone che sono chiamate con il mio nome, dice
`
Geova che fa queste cose, note dall’antichita’ ” (Atti
15:13-18).
COME RISPONDERESTE?
2 “La capanna [o casa reale] di Davide” era caduta

con la detronizzazione del re Sedechia (Amos 9:11).


`
Menzionate una specifica dot- Ma sarebbe stata riedificata grazie a Gesu (discenden-
trina contraria alle Scritture e te di Davide) che avrebbe regnato a tempo indefinito
spiegate cosa ci ha protetto da (Ezec. 21:27; Atti 2:29-36). Come fece notare Giacomo
tale errore dottrinale. in quell’adunanza epocale, la profezia di Amos si sta-
va adempiendo col radunamento di eredi del Regno
sia ebrei che gentili. Oggi un rimanente di cristiani
`
unti e milioni di “altre pecore” di Gesu dichiarano in-
`
sieme la verita della Bibbia quali servitori di Geova
In che modo siamo stati liberati (Giov. 10:16).
dal peccato e dalla morte?
LA SFIDA DELL’ESILIO
3 Con la deportazione babilonese del popolo ebrai-

co fu chiaro che “la capanna di Davide” era caduta. Ba-



bilonia era una roccaforte della falsa religione. Come
` ´
Qual e la vostra posizione riguar- pote dunque il popolo di Dio sopravvivere spiritual-
` mente durante i 70 anni di esilio che andarono dal 607
do alla sovranita di Geova e alla
` al 537 a.E.V.? Nello stesso modo in cui oggi il popolo
correlata questione dell’integrita
dell’uomo?
1, 2. (a) Cos’era “la capanna di Davide”, e come sarebbe sta-
ta riedificata? (b) Chi sono oggi coloro che servono insieme
Geova?
´
3, 4. Come pote il popolo di Geova sopravvivere spiritual-
mente durante l’esilio babilonese?

8 LA TORRE DI GUARDIA
` ´
di Geova sopravvive in questo mondo sot- un affronto alla sua sovranita, perche in
to il controllo di Satana (1 Giov. 5:19). pratica lo riduce alla terza parte di una
` ` `
La ricca eredita spirituale di cui godiamo ipotetica deita. Il popolo di Geova e stato
contribuisce alla nostra sopravvivenza. protetto da questa falsa dottrina grazie al
4 Una parte del nostro patrimonio spi- fatto che crede alle seguenti parole ispira-
` te: “Ascolta, o Israele: Geova nostro Dio
rituale e costituita dalla Parola di Dio. Gli
`
ebrei esiliati non avevano le Sacre Scrittu- e un solo Geova” (Deut. 6:4). Visto che
` `
re per intero, ma avevano la Legge mosai- Gesu stesso cito questo passo, come po-
ca, compresi i Dieci Comandamenti, co- trebbe un vero cristiano credere in qual-
noscevano i “canti di Sion”, ricordavano cosa di diverso? (Mar. 12:29).
molti proverbi ispirati e avevano memo- 7 La dottrina della Trinita` e` in aperto

ria delle imprese dei servitori di Geova contrasto con le parole pronunciate da
di epoche passate. In quegli anni di esi- ` `
Gesu quando affido ai suoi seguaci l’inca-
lio piansero spesso ripensando a Sion, e rico di “[fare] discepoli di persone di tut-
non dimenticarono Geova. (Leggi Salmo te le nazioni, battezzandole nel nome del
137:1-6.) Questo li tenne spiritualmente Padre e del Figlio e dello spirito santo”
`
in vita persino lı in Babilonia, con tutte le (Matt. 28:19). Chi vuole battezzarsi qua-
sue false dottrine e pratiche religiose. le vero cristiano e testimone di Geova
` deve riconoscere la supremazia del Pa-
LA TRINITA,
dre, Geova stesso, come pure la posizione
UNA DOTTRINA MOLTO ANTICA ` `
e l’autorita del Figlio, Gesu. Deve inoltre
5 Un aspetto rilevante della religione `
` credere che lo spirito santo e la forza atti-
babilonese era il culto di triadi di dei. Una va di Dio, e non il terzo elemento di una
di queste triadi era composta da Sin (dio- `
trinita (Gen. 1:2). Se una persona con-
luna), Shamash (dio-sole) e Ishtar (dea `
` tinuasse a credere nella Trinita non po-
della fertilita e della guerra). Nella religio- trebbe battezzarsi in simbolo di una vali-
ne dell’antico Egitto non era insolito che da dedicazione a Geova Dio. Reputiamo
un dio fosse raffigurato come sposato con davvero prezioso il patrimonio spirituale
una dea che gli dava un figlio; i tre forma- che ci ha protetto da simili dottrine che
`
vano “una triade divina o trinita in cui il disonorano Dio!
padre, fra l’altro, non sempre era il capo,
ma si accontentava a volte del ruolo di SI FA STRADA LO SPIRITISMO
`
principe consorte, mentre la divinita prin- 8 La religione babilonese era un pro-
cipale del luogo rimaneva la dea” (New `
liferare di false dottrine, divinita, demo-
Larousse Encyclopedia of Mythology). Una ni e spiritismo. Un’enciclopedia biblica
di queste triadi era formata dal dio Osiri- `
afferma: “Subito dopo gli dei, in ordine
de, dalla dea Iside e dal loro figlio Horus. di importanza nella religione bab[ilone-
6 Anche la cristianita` ha la sua triade:
` se] venivano i demoni, i quali avevano il
la Trinita. Il clero insegna che il Padre, il potere di tormentare gli uomini con mol-
Figlio e lo spirito santo sono un solo Dio. teplici malattie fisiche e mentali. Buona
` `
Dire che Dio e trino, pero, rappresenta
´ `
7. Perche una persona che crede nella Trinita
` `
5. Quali triadi, o trinita, si veneravano nella re- non puo battezzarsi in simbolo di una valida de-
ligione babilonese ed egizia? dicazione a Dio?
`
6. Come definireste la Trinita? Cosa ci ha pro- 8. Che concetto avevano i babilonesi di divini-
`
tetto da questo errore dottrinale? ta e demoni?

15 FEBBRAIO 2013 9
parte delle pratiche religiose era dispera- go credito nel XIX secolo. Pertanto La Tor-
tamente volta a contrastare il potere di re di Guardia di Sion del maggio 1885 (in-
`
questi demoni; e agli dei venivano conti- glese) affermava: “La credenza che i morti
nuamente rivolte preghiere per avere pro- vivano in un’altra dimensione o condizio-
`
tezione” (The International Standard Bible ne non e nulla di nuovo. Era comune an-
Encyclopaedia). che nella religione degli antichi, ed era
9 Molti degli ebrei esuli in Babilonia fu- alla base di tutte le mitologie”. L’articolo
rono contaminati da idee non scritturali. aggiungeva che l’idea non scritturale che
In seguito, con la diffusione del pensie- i morti possano comunicare con i vivi “ha
ro greco, in tanti si esposero al controllo mascherato e rafforzato l’inganno perpe-
demonico adottando l’idea che i demoni trato dai ‘demoni’ che si presentano come
potessero essere sia buoni che cattivi. La gli spiriti disincarnati dei defunti. Essi si
` son serviti ben volentieri di questo stra-
nostra eredita spirituale ci impedisce di
metterci volontariamente sotto l’influen- tagemma per nascondere la loro identi-
´ ` `
za demonica, perche sappiamo che Dio ta, riuscendo cosı a mantenere il control-
` lo sulle menti e le vite di molti”. Simili
condanno le pratiche spiritistiche babilo-
niche (Isa. 47:1, 12-15). E noi ci lasciamo avvertimenti si trovavano moltissimi anni
guidare dal suo punto di vista sullo spiri- fa nell’opuscolo What Say the Scriptures
tismo. (Leggi Deuteronomio 18:10-12; Ri- About Spiritism? (Cosa dicono le Scritture
velazione 21:8.) circa lo spiritismo?), e si trovano anche
`
10 Oggi anche i sostenitori di Babilonia nelle nostre pubblicazioni piu recenti.
la Grande, l’impero mondiale della falsa ESISTE UN OLTRETOMBA IN CUI
religione, praticano lo spiritismo come fa- LE ANIME SOFFRONO?
cevano i babilonesi (Riv. 18:21-24). Un’o- 12 “Tutti quelli che hanno conosciuto la
pera di consultazione spiega: “Babilonia `
` verita” sanno rispondere a questa doman-
[la Grande] abbraccia piu ` di un solo im-
da (2 Giov. 1). Siamo senz’altro d’accordo
pero o una sola cultura. E caratterizzata
` con le parole di Salomone: “Un cane vivo
piu dalle prevalenti idolatrie che da confi- ` ´
e meglio che un leone morto. Poiche i vi-
ni geografici o temporali” (The Interpreter’s
venti sono consci che moriranno; ma in
Dictionary of the Bible). Babilonia la Gran-
quanto ai morti, non sono consci di nulla
de con il suo carico di spiritismo, idolatria `
` [...]. Tutto cio che la tua mano trova da
e altri peccati e ancora in vita, ma non lo
` fare, fallo con la tua medesima potenza,
sara ancora per molto. (Leggi Rivelazione ´ ` ´ ´
poiche non c’e lavoro ne disegno ne cono-
18:1-5.) ´
scenza ne sapienza nello Sceol [la comu-
11 Geova dichiaro:`
“Non posso soppor- ne tomba del genere umano], il luogo al
tare l’uso del potere magico” (Isa. 1:13). quale vai” (Eccl. 9:4, 5, 10).
La pratica dello spiritismo godeva di lar- 13 Gli ebrei avevano tutti gli elementi
`
9. (a) In che modo molti ebrei furono contami- per conoscere la verita riguardo ai morti.
nati da false credenze? (b) Cosa ci impedisce di Tuttavia quando l’impero greco fu diviso
metterci volontariamente sotto l’influenza de- fra i generali di Alessandro Magno si ten-
monica?
10. Cosa possiamo dire delle dottrine e delle 12. In che modo, sotto ispirazione, Salomone
pratiche di Babilonia la Grande? descrisse la condizione dei morti?
11. Quali avvertimenti contro lo spiritismo ab- 13. In che modo la religione e la cultura greca
biamo pubblicato negli anni? influenzarono gli ebrei?

10 LA TORRE DI GUARDIA
` ` `
to di unire Giuda e Siria promuovendo la si puo risuscitare qualcuno che non puo
religione greca e la cultura ellenistica. Di morire, quegli uomini devoti non crede-
`
conseguenza, gli ebrei adottarono i falsi vano nell’immortalita dell’anima. Lo spi-
` `
insegnamenti relativi all’immortalita del- rito di Dio senza dubbio aiuto Giobbe e
l’anima e all’esistenza di un oltretomba Abraamo a capire la condizione dei morti
di tormenti. Ma non furono i greci a in- e a riporre fede nella risurrezione. Anche
ventare l’immagine di un oltretomba pie- `
queste verita costituiscono il nostro patri-
´ `
no di anime sofferenti perche gia i babi- monio spirituale.
`
lonesi descrivevano “l’aldila [...] come un
` “LA LIBERAZIONE MEDIANTE IL RISCATTO”,
luogo pieno di orrori, [...] dominato da dei `
e demoni potentissimi e spietati” (The Re- UNA VERITA FONDAMENTALE
` 15 Siamo grati a Dio per averci rivela-
ligion of Babylonia and Assyria). Gia i babi-
` `
lonesi quindi credevano nell’immortalita to la verita riguardo al provvedimento da
dell’anima. lui preso per liberarci dal peccato e dal-
14 Sebbene non disponesse delle Scrit- la morte ereditati da Adamo (Rom. 5:12).
` ` `
ture, il giusto Giobbe conosceva la verita Sappiamo infatti che Gesu “non e venuto
sulla condizione dei morti. Sapeva inoltre per essere servito, ma per servire e per
` dare la sua anima come riscatto in cam-
che, se fosse morto, Geova, il quale e un
Dio amorevole, avrebbe desiderato forte- bio di molti” (Mar. 10:45). Siamo felici di
`
mente di risuscitarlo (Giob. 14:13-15). An- conoscere la verita sulla “liberazione me-
`
che Abraamo credeva nella risurrezio- diante il riscatto pagato da Cristo Gesu”
ne. (Leggi Ebrei 11:17-19.) Visto che non (Rom. 3:22-24).

14. Cosa sapevano Giobbe e Abraamo della 15, 16. In che modo siamo stati liberati dal
morte e della risurrezione? peccato e dalla morte?

Cosa ci ha protetto dalle false dottrine?

“Ascolta, o Israele: Geova “Non posso sopportare l’uso “In quanto ai morti, non sono
`
nostro Dio e un solo Geova” del potere magico” consci di nulla”
(Deut. 6:4) (Isa. 1:13) (Eccl. 9:5, 10)
16 Gli ebrei e i gentili del I secolo dove- polo e gregge del [suo] pascolo”, lodiamo
vano pentirsi dei loro peccati ed esercita- Dio con gioia e parliamo ad altri dei suoi
`
re fede nel sacrificio di riscatto di Gesu. potenti atti (Sal. 79:13). Forti degli inse-
In caso contrario non avrebbero potuto gnamenti che traiamo dalla nostra storia,
ottenere il perdono. Lo stesso vale oggi inoltre, guardiamo al futuro con la deter-
(Giov. 3:16, 36). Chi rimane legato a fal- minazione di continuare a servire Geova.
` `
se dottrine come la Trinita e l’immortalita 19 Ringraziamo Dio di averci dato luce
`
dell’anima non puo avvalersi del riscatto. spirituale invece di lasciarci vagare nel-
´
Noi invece possiamo, perche conosciamo le tenebre! (Prov. 4:18, 19). Continuiamo
` `
la verita riguardo al Figlio di Dio, “me- percio a studiare diligentemente la sua
diante il quale abbiamo la nostra libera- Parola e a parlare con zelo ad altri del-
`
zione per riscatto, il perdono dei nostri la verita, con lo spirito devoto del salmi-
peccati” (Col. 1:13, 14). sta che rivolse al Sovrano Signore Geo-
`
va queste parole di lode: “Menzionero la
CONTINUIAMO A SERVIRE GEOVA
tua giustizia, la tua soltanto. O Dio, tu mi
17 Ci sarebbe tanto altro da dire sul-
` hai insegnato fin dalla mia giovinezza, e
le verita che abbiamo fatto nostre, sulle fino ad ora continuo ad annunciare le tue
esperienze vissute quali servitori di Dio opere meravigliose. E anche fino alla vec-
e sulle benedizioni spirituali e materia- chiaia e ai capelli grigi, o Dio, non mi la-
li di cui godiamo. Da decenni leggiamo ´
sciare, finche io annunci il tuo braccio alla
nei nostri Annuari gli entusiasmanti reso- generazione, a tutti quelli che devono ve-
`
conti delle attivita che svolgiamo in tutto nire, la tua potenza” (Sal. 71:16-18).
`
il mondo. La nostra storia e stata narrata 20 Quali servitori di Geova dedica-
nei due video Fede all’opera e in pubbli- ti, comprendiamo le questioni correla-
cazioni come I Testimoni di Geova, procla- ` `
te della sovranita divina e dell’integrita
matori del Regno di Dio. Inoltre le nostre ´
dell’uomo. Ecco perche proclamiamo l’in-
riviste spesso pubblicano emozionanti ` `
negabile verita che Geova e il Sovrano
racconti in prima persona di tanti cari fra- `
universale ed e degno della nostra asso-
telli e sorelle. luta devozione (Riv. 4:11). Inoltre, con il
18 Nella giusta misura, esaminare la sostegno del suo spirito, siamo in grado
storia moderna dell’organizzazione di di “annunciare la buona notizia ai man-
`
Geova ci e di beneficio, proprio come lo sueti”, “fasciare quelli che hanno il cuore
era per gli israeliti riflettere su come Dio rotto” e “confortare tutti quelli che fan-
li aveva liberati dal giogo egizio (Eso. 12: no lutto” (Isa. 61:1, 2). Nonostante i ten-
26, 27). Ormai avanti con gli anni e me- tativi di Satana di dominare il popolo di
more di tutte le meravigliose gesta di Dio `
Dio e l’umanita intera — tentativi desti-
` `
che aveva visto di persona, Mose esorto nati a fallire — apprezziamo grandemente
Israele dicendo: “Ricorda i giorni antichi, `
la nostra eredita spirituale e siamo decisi
considerate gli anni passati di generazio- a mantenerci integri e a lodare ora e per
ne in generazione; chiedilo a tuo padre, e sempre il Sovrano Signore Geova! (Leggi
`
te lo puo raccontare; ai tuoi vecchi, e te lo Salmo 26:11; 86:12.)
possono dire” (Deut. 32:7). Tutti noi, “po-
19. Dal momento che godiamo di luce spiritua-
17, 18. Dove possiamo trovare utili informa- le, cosa dovremmo fare?
zioni sulla nostra storia, e come possiamo farne 20. Quali questioni correlate sono in ballo, e
`
tesoro? qual e la vostra posizione al riguardo?

12 LA TORRE DI GUARDIA
La guardia pretoriana
riceve testimonianza
Siamo nel 59 E.V. Sotto la scorta di soldati esausti per il lungo viaggio,
un gruppo di prigionieri entra a Roma attraverso la Porta Capena. Sul Pa-
latino si trova il palazzo dell’imperatore Nerone, sorvegliato da pretoria-
ni in toga ufficiale, sotto la quale celano le loro spade.1 Il centurione Giu-

5 RMN-Grand Palais/Art Resource, NY


lio fa forse marciare i prigionieri attraverso il Foro e su per il Viminale.
`
Oltrepassano un’area con molti altari dedicati a divinita romane e una ri-
servata alle esercitazioni militari.
`
Tra i prigionieri c’e anche l’apostolo Paolo. Alcuni mesi fa, mentre era
a bordo di un’imbarcazione sballottata dal mare in tempesta, un angelo`
di Dio gli ha detto: “Ti devi presentare davanti a Cesare” (Atti 27:24). E
giunto quel momento? Guardandosi intorno nella capitale dell’impero,
`
Paolo stara sicuramente ripensando a quando si trovava nella fortezza
` `
Antonia, a Gerusalemme, e il signore Gesu gli ha parlato cosı: “Fatti co- Un rilievo raffigurante soldati
´
raggio! Poiche come mi hai dato completa testimonianza a Gerusalem- pretoriani, che si pensa
` provenga dall’arco di Claudio
me sulle cose che mi riguardano, cosı mi devi rendere testimonianza an-
che a Roma” (Atti 23:10, 11). eretto nel 51
Forse Paolo volge lo sguardo ai Castra Praetoria, una vasta caserma con
mura di laterizio munite di merlature e torri. Si tratta della sede della
´
guardia pretoriana, la guardia del corpo dell’imperatore, nonche del cor-
po incaricato di mantenere l’ordine pubblico. Dal momento che vi si
1 Vedi il riquadro “La guardia pretoriana all’epoca di Nerone”.

15 FEBBRAIO 2013 13
trovano stanziate 12 coorti1 di pretoriani e varie coorti urba-
`
ne, la caserma puo alloggiare diverse migliaia di soldati, tra
cui anche cavalieri. I Castra Praetoria sono un segno tangibi-
le del potere dell’imperatore. I prigionieri provenienti dal-
le province sono affidati alla guardia pretoriana; per questo
Giulio fa entrare il gruppo nei Castra Praetoria attraverso una
delle quattro porte principali. Dopo un viaggio irto di peri-
Courtesy Classical
Numismatic Group,
coli durato diversi mesi, ha finalmente condotto quei prigio-
Inc./cngcoins.com nieri alla destinazione finale (Atti 27:1-3, 43, 44).
`
L’APOSTOLO PREDICO “SENZA IMPEDIMENTO”
Questa moneta del I secolo ritrae Durante il viaggio alla volta di Roma, Paolo aveva ricevu-
la caserma dei pretoriani to delle visioni da Dio che gli avevano preannunciato che
tutto l’equipaggio sarebbe sopravvissuto a un naufragio. Sul-
l’isola di Malta era stato morso senza conseguenze da un
serpente velenoso e aveva sanato dei malati; la popolazione
La guardia pretoriana locale l’aveva reputato un dio. Queste notizie probabilmen-
all’epoca di Nerone te erano circolate tra i superstiziosi pretoriani.
Successivamente Paolo aveva incontrato i fratelli prove-
I pretoriani giuravano di proteggere nienti da Roma che gli erano andati incontro “fino al Mer-
l’imperatore e la sua famiglia. Duran- cato Appio e alle Tre Taverne” (Atti 28:15). Come avrebbe
te le campagne militari portavano con potuto ora, da prigioniero, soddisfare il suo desiderio di di-
´
se insegne con l’effigie dell’imperato- chiarare la buona notizia a Roma? (Rom. 1:14, 15). Alcuni ri-
re e scudi, spesso decorati con tengono che i prigionieri fossero condotti in primo luogo dal
l’immagine di uno scorpione, segno ` `
capo della guardia. Se e cosı, Paolo fu probabilmente portato
zodiacale di Tiberio. Guidati da tribuni dal prefetto del pretorio, Sesto Afranio Burro, il quale sem-
e centurioni, garantivano poi l’ordine `
bra fosse cosı potente da essere secondo solo all’imperato-
pubblico durante i giochi e nei teatri, re.2 In ogni caso a guardia di Paolo c’erano ora non dei cen-
oltre a coadiuvare il servizio antincen- turioni ma un pretoriano semplice. A Paolo fu concesso di
dio. I pretoriani prestavano servizio trovarsi un alloggio e di ricevere visite, e di conseguenza
per 16 anni contro i 25 dei legionari, di predicare “senza impedimento” (Atti 28:16, 30, 31).
ricevevano un salario triplo, avevano
diritto a speciali compensi e percepi- PAOLO RESE TESTIMONIANZA “SIA A PICCOLI CHE A GRANDI”
`
vano una pensione cospicua. Un’altra E possibile che per assolvere le sue mansioni giudiziarie
loro mansione era quella di torturare i Burro, nel palazzo o nella caserma dei pretoriani, abbia in-
prigionieri ed eseguire le sentenze ca- terrogato l’apostolo prima di sottoporre il caso a Nerone.
` ` `
pitali. Paolo potrebbe aver subıto il Paolo non si sara lasciato sfuggire questa opportunita unica
martirio dopo la sua seconda prigio- di “rendere testimonianza sia a piccoli che a grandi” (Atti 26:
`
nia per mano di soldati come quelli 19-23). Non sappiamo a quali conclusioni sara giunto Burro;
` ` `
che avrebbe voluto salvare (2 Tim. 4: quel che e certo e che Paolo non finı nella prigione dei Ca-
16, 17). stra.3
1 Di una coorte potevano far parte fino a 1.000 soldati.
2 Vedi il riquadro “Sesto Afranio Burro”.
3 Erode Agrippa vi fu invece imprigionato da Tiberio negli anni 36-37 per
aver espresso l’auspicio che Caligola diventasse presto imperatore. Dopo la
`
salita al trono, Caligola lo ricompenso elevandolo al rango di re (Atti 12:1).

14 LA TORRE DI GUARDIA
Durante la sua prigionia,
vari soldati udirono
Paolo mentre dettava
le sue lettere

L’abitazione che Paolo prese in affitto era abbastanza spa-


ziosa da permettergli di ricevere “gli uomini principali dei
giudei” e quelli che “vennero in maggior numero da lui
nel suo alloggio”, ai quali diede testimonianza. Anche i sol-
dati pretoriani, essendo tenuti a sorvegliarlo, ebbero modo
di ascoltarlo mentre rendeva “completa testimonianza” agli
`
ebrei riguardo al Regno e a Gesu “dalla mattina fino alla
sera” (Atti 28:17, 23).
La coorte pretoria di guardia al palazzo si alternava tutti i
giorni all’ottava ora. Anche il soldato a guardia di Paolo cam-
biava regolarmente. Nei due anni in cui l’apostolo rimase
` Tratto di mura dei Castra Praetoria oggi
agli arresti, vari soldati ebbero la possibilita di udirlo mentre
dettava le sue lettere indirizzate agli efesini, ai filippesi, ai
colossesi e agli ebrei. Lo videro inoltre scrivere di suo pugno
una lettera a un cristiano di nome Filemone per rimandargli
indietro Onesimo, un giovane schiavo fuggitivo. Paolo si era
preso a cuore questo giovane, infatti disse che lo conside-
rava un ‘figlio che aveva generato mentre era in legami di
`
prigionia’ (Filem. 10). Paolo si interesso sicuramente anche
`
delle sue guardie (1 Cor. 9:22). Non e difficile immaginarlo
mentre chiede a uno di quei soldati a cosa servivano i vari

15 FEBBRAIO 2013 15
pezzi dell’armatura che indossavano, informazioni che poi

Musee Calvet Avignon


`
uso per una bella metafora (Efes. 6:13-17).

´
“ANNUNCIARE LA PAROLA DI DIO SENZA TIMORE”
`
La prigionia di Paolo contribuı al “progresso della buona
notizia” fra i soldati della guardia pretoriana e altri (Filip.
1:12, 13). Coloro che abitavano nei Castra Praetoria aveva-
no contatti dappertutto nell’impero romano. Avevano a che
fare anche con l’imperatore e con quelli del suo entourage,
ovvero membri della sua famiglia, subalterni e schiavi, alcu-
ni dei quali divennero cristiani (Filip. 4:22). L’intrepida testi-
`
monianza data da Paolo motivo i fratelli di Roma ad “annun-
ciare la parola di Dio senza timore” (Filip. 1:14).
Iscrizione che riporta il nome
di Sesto Afranio Burro La testimonianza che Paolo diede a Roma incoraggia an-
che noi a predicare “in tempo favorevole, in tempo difficol-
toso” (2 Tim. 4:2). Alcuni di noi forse sono confinati a casa,
Sesto Afranio Burro in ospedale o in case di riposo, oppure sono in prigione a
motivo della fede. Ma in ognuna di queste circostanze pos-
Burro era probabilmente originario di siamo comunque predicare a quelli che vengono da noi, ma-
`
quella che ora e Vaison-la-Romaine, gari per una visita o per assisterci. Ogni volta che cogliamo
nella Francia meridionale. Qui nel coraggiosamente l’occasione per dare testimonianza consta-
`
1884 venne scoperta un’iscrizione tiamo di persona che “la parola di Dio non [puo essere] le-
che riporta il suo nome. Nel 51 Burro gata” (2 Tim. 2:8, 9).
fu nominato unico prefetto della guar-
dia pretoriana da Agrippina Minore,
moglie e nipote dell’imperatore Clau- Indipendentemente dalle nostre circostanze possiamo
dio. Per preparare suo figlio Nerone al predicare a quelli che ci offrono assistenza
futuro ruolo di imperatore, Agrippina
`
si servı di Burro e di Seneca. Il primo,
`
illustre soldato, addestro il giovane
nell’arte militare; il filosofo invece si
`
occupo della sua formazione intellet-
tuale. A suo tempo Agrippina fece
avvelenare il marito. Prima che la noti-
zia della morte di Claudio si
`
diffondesse, Burro scorto Nerone nei
Castra Praetoria e lo fece proclamare
imperatore dalla guardia pretoriana; il
´
senato non pote che prendere atto
della cosa. Quando nel 59 Nerone
fece assassinare sua madre, Burro lo
`
spalleggio. Stando agli storici Sveto-
nio e Dione Cassio, nel 62 Burro fu
avvelenato da Nerone.

16 LA TORRE DI GUARDIA
RIMANIAMO
NELLA VALLE
DELLA PROTEZIONE
DI GEOVA
` ERA il 30 ottobre 1938. Milioni di persone negli Sta-
Geova fara guerra con- ti Uniti stavano seguendo alla radio una popolare
tro quelle nazioni come trasmissione che proponeva sceneggiati radiofoni-
ci. Quella sera era in programma la trasposizione di
nel giorno in cui fece un romanzo di fantascienza intitolato La guerra dei
guerra, nel giorno mondi. Gli attori, a mo’ di giornalisti del notiziario,
annunciarono che i marziani avevano invaso la Ter-
del combattimento ra per distruggerla. Anche se il programma era sta-
(ZACC. 14:3) to introdotto come uno sceneggiato, molti ascoltato-
ri pensarono che l’attacco fosse reale e furono presi
dal panico. Alcuni addirittura cercarono di proteg-
SAPRESTE SPIEGARE? gersi come meglio potevano da quella immaginaria
invasione aliena.
2 Oggi si profila all’orizzonte la minaccia di una

Cosa simboleggia il fatto che guerra reale, anche se la maggior parte degli esseri
il “monte degli ulivi” si divide? umani non si sta preparando di conseguenza. A par-
`
larcene non e un romanzo di fantascienza ma l’ispi-
rata Parola di Dio, la Bibbia. Si tratta di Armaghedon,
la guerra di Dio contro l’attuale malvagio sistema
di cose (Riv. 16:14-16). In questa guerra, i servitori
di Dio sulla terra non avranno bisogno di difendersi
Cosa rappresenta la “grandissi- da alieni provenienti da altri pianeti. Rimarranno co-
ma valle”, e come possiamo munque attoniti di fronte ad avvenimenti spettacola-
rimanerci? ri e alla spaventosa manifestazione del potere di Dio.
3 Una profezia riportata nel capitolo 14 di Zacca-

ria ha diretta attinenza con la guerra di Armaghe-


don. Anche se fu messa per iscritto circa 2.500 anni
fa, ci riguarda da vicino (Rom. 15:4). Buona parte del
suo contenuto si applica sia alla situazione vissu-
Cosa sono le “acque vive”, e chi ta dal popolo di Dio da che il Regno messianico fu
`
potra trarre beneficio dal berle? `
1, 2. Quale guerra reale si profila all’orizzonte, e cosa non e
necessario che facciano i servitori di Dio?
´
3. Quale profezia analizzeremo, e perche ci interessa da vi-
cino?

17
istituito in cielo nel 1914, sia agli straor- ro il Regno messianico del quale fanno
dinari eventi che stanno per aver luogo parte (Ebr. 12:22, 28).
a breve. Aspetti salienti della profezia 5 Zaccaria predisse con queste paro-

sono la formazione di “una grandissi- `


le cio che avrebbero fatto i nemici del
ma valle” e lo sgorgare di “acque vive” `
popolo di Dio: “La citta [Gerusalemme]
` `
(Zacc. 14:4, 8). Questa valle ha un ruo- sara realmente catturata”. “La citta” sim-
lo fondamentale nell’offrire protezio- bolicamente si riferisce al Regno messia-
`
ne agli adoratori di Geova. Quanto alle nico di Dio. Sulla terra e rappresentata
acque, comprendendo cosa rappresen- dal rimanente dei cristiani unti (Filip.
tano non solo capiremo che abbiamo 3:20). Durante la prima guerra mondia-
bisogno di berle ` ma avremo anche il de- le, alcuni responsabili della parte terre-
siderio di farlo. E dunque nel nostro in- na dell’organizzazione di Geova vennero
teresse prestare la massima attenzione a arrestati, o ‘catturati’, e rinchiusi in un
questa profezia (2 Piet. 1:19, 20). penitenziario ad Atlanta (Georgia, USA).
“Le case [furono] saccheggiate” nel sen-
INIZIA “UN GIORNO `
so che ingiustizie e atrocita vennero per-
CHE APPARTIENE A GEOVA” petrate contro questi innocenti e altri
4 Il quattordicesimo capitolo di Zacca- integri servitori di Dio; le loro pubblica-
ria si apre con il riferimento a “un giorno `
zioni furono messe al bando e l’attivita
che appartiene a Geova”. (Leggi Zacca- di predicazione venne posta sotto restri-
ria 14:1, 2.) Di cosa si tratta? Del “gior- zione.
no del Signore”, che ebbe inizio quando 6 Anche se potenti nemici perseguita-
“il regno del mondo” divenne “il regno rono e calunniarono il popolo di Dio non
del nostro Signore e del suo Cristo” (Riv. furono in grado di togliere di mezzo la
`
1:10; 11:15). Questo giorno inizio nel vera adorazione. I cristiani unti infatti
1914, con la nascita in cielo del Regno rimasero fedeli. Gli unti — “quelli che ri-
`
messianico. Gia da decenni gli unti ado- marranno del popolo”, per usare le pa-
ratori di Geova predicavano che la fine role di Zaccaria — rifiutarono di essere
dei “tempi fissati delle nazioni” sarebbe `
“stroncati dalla citta”.
venuta in quell’anno e che il mondo sa- 7 La persecuzione contro il popolo di
` `
rebbe entrato in un periodo di difficolta Dio cesso alla fine della prima guerra
senza pari (Luca 21:24). Quali erano sta- mondiale? No, altri attacchi furono sfer-
te le reazioni? Invece di prestare atten- rati contro il rimanente degli unti e i loro
zione a quegli opportuni avvertimenti, i leali compagni con la speranza terrena
capi religiosi e politici avevano disprez- (Riv. 12:17). Basti pensare a quanto av-
zato e perseguitato quei cristiani zelanti. venne durante la seconda guerra mon-
` `
In quel modo pero si erano fatti beffe del- diale. L’integrita manifestata dai fedeli
l’Onnipotente stesso, dal momento che Testimoni unti incoraggia i servitori di
gli unti ambasciatori del Regno rappre- Dio odierni a perseverare nonostante
sentano “la Gerusalemme celeste”, ovve-
5, 6. (a) Proprio come era stato predetto, cosa
4. (a) Quando ebbe inizio il “giorno che ap- fecero i nemici del popolo di Dio contro “la cit-
` `
partiene a Geova”? (b) Gia da decenni prima ta” e i suoi rappresentanti? (b) Chi rappresenta-
del 1914, cosa avevano predicato gli adoratori di vano “quelli che rimarranno del popolo”?
Geova, e con quale reazione da parte dei leader 7. Che esempio ci hanno lasciato gli unti testi-
politici e religiosi? moni di Geova?

18 LA TORRE DI GUARDIA
`
le difficolta che potrebbero incontrare, 10 Quando il monte simbolico si divi-
` `
come opposizione da parte di familiari de, meta a nord e meta a sud, i piedi
increduli, colleghi o compagni di scuola di Geova rimangono su entrambe le al-
che li scherniscono per la loro fede ture. Tra i suoi piedi si viene a formare
(1 Piet. 1:6, 7). Indipendentemente da “una grandissima valle”. Questa simboli-
`
dove vivono, i veri adoratori sono piu de- ca valle rappresenta la protezione di-
terminati che mai a stare “fermi in un vina, quella sicurezza che i servitori di
`
solo spirito”, “non essendo per nulla spa- Geova trovano grazie alla sua sovranita
ventati dai [loro] oppositori” (Filip. 1: universale e al Regno messianico di suo
`
27, 28). Ma in che modo possono trova- Figlio. Geova non permettera mai che la
re protezione in un mondo che li odia? pura adorazione venga eliminata. Quan-
(Giov. 15:17-19). do ebbe luogo la divisione del monte
degli ulivi? Nel 1914, al termine dei tem-
GEOVA FORMA
pi dei Gentili, con l’istituzione del Regno
“UNA GRANDISSIMA VALLE”
messianico. Quando fu che i veri adora-
8 Dal momento che in questa profe-
` tori iniziarono a ‘fuggire alla valle’ sim-
zia “la citta”, Gerusalemme, rappresenta bolica?
la Gerusalemme celeste, anche il “mon-
` SI INIZIA A ‘FUGGIRE ALLA VALLE’
te degli ulivi, che e di fronte a Gerusa-
`
lemme” va inteso simbolicamente. Cosa 11 Gesu mise in guardia i suoi seguaci:
rappresenta questo monte? In che senso “Sarete odiati da tutte le nazioni a causa
si sarebbe dovuto “fendere per il mezzo” del mio nome” (Matt. 24:9). A partire dal
` ´ 1914, negli ultimi giorni di questo siste-
cosı da formare due monti? E perche
`
Geova li definisce “miei monti”? (Leg- ma di cose, tale odio e diventato parti-
gi Zaccaria 14:3-5.) Nella Bibbia i mon- colarmente intenso. Nonostante il feroce
ti possono rappresentare regni o gover- attacco sferrato contro il rimanente degli
ni. Inoltre benedizioni e protezione sono unti durante la prima guerra mondiale,
messe in relazione al monte di Dio (Sal. quel gruppo di fedeli non fu annientato.
` Nel 1919 furono liberati dalle grinfie di
72:3; Isa. 25:6, 7). Percio, il “monte degli
ulivi” a est di Gerusalemme sul quale si Babilonia la Grande, l’impero mondiale
` della falsa religione (Riv. 11:11, 12).1 Fu
trova Dio rappresenta la sovranita uni-
`
versale di Geova, la sua suprema auto- allora che si inizio a ‘fuggire alla valle dei
` monti’ di Geova.
rita.
9 Cosa indica la divisione del “monte 12 Dal 1919 la simbolica valle di Geo-

degli ulivi”? Il monte si divide nel senso va continua a proteggere i veri adorato-
che Geova istituisce un governo secon- ri in tutta la terra. Nel corso degli anni
dario, ovvero il Regno messianico ret- in molte parti del mondo sono stati
` ´ imposti divieti e limitazioni all’opera di
to da Gesu Cristo. Questo spiega perche
Geova parla dei due monti che si origi- `
1 Vedi Rivelazione: Il suo grandioso culmine e vicino!,
nano da quella divisione come dei “miei pp. 169-170.
monti” (Zacc. 14:4). Sono entrambi suoi.
10. Cosa rappresenta la “grandissima valle” tra
8. (a) Cosa possono simboleggiare i monti nel- i due monti?
la Bibbia? (b) Cosa rappresenta il “monte degli `
11, 12. (a) Quando si inizio a ‘fuggire alla val-
ulivi”? le’ simbolica? (b) Cosa dimostra che il potente
`
9. In che senso il “monte degli ulivi” si divide? braccio di Geova e con il suo popolo?

15 FEBBRAIO 2013 19
`
predicazione e alla diffusione delle pub- sua protezione? Su di loro “non ci sara
`
blicazioni dei testimoni di Geova. In al- luce preziosa”, cioe non avranno il favo-
cuni paesi tali restrizioni sono tuttora vi- re divino. La profezia continua parlando
genti. Ma nonostante i loro tentativi, i “del cavallo, del mulo, del cammello,
nostri nemici non avranno mai la meglio e dell’asino, e di ogni sorta di anima-
sulla pura adorazione! Il potente braccio le domestico”, simboli dell’equipaggia-
` mento militare delle nazioni. Tutte que-
di Geova sara sempre in difesa del suo
popolo (Deut. 11:2). ste “cose saranno congelate”, o messe
13 Se rimaniamo vicini a Geova e sal- fuori uso, come paralizzate dal gelo.
` ` `
di nella verita, lui e suo Figlio, Gesu Cri- Geova inoltre “flagellera” i suoi nemi-
sto, faranno la loro parte; Dio non per- ci con la pestilenza. Che sia letterale o
` `
mettera a niente e nessuno di ‘rapirci meno, questo flagello porra fine alle loro
dalla sua mano’ (Giov. 10:28, 29). Geo- terribili minacce. “I suoi medesimi oc-
` chi marciranno nelle loro orbite”, dice la
va, il Sovrano universale, e pronto a
darci tutto l’aiuto di cui abbiamo biso- profezia, “e la sua medesima lingua gli
`
gno per ubbidirgli ed essere marcira in bocca”: in effetti, in quel gior-
` sudditi lea- no i nemici potranno solo colpire alla
li del Regno messianico. E dunque fon-
damentale per i veri adoratori rimanere cieca e i loro discorsi di sfida saranno
nella valle della sua protezione, tanto messi a tacere (Zacc. 14:6, 7, 12, 15). “I re
` della terra e i loro eserciti” si schiereran-
piu con l’approssimarsi della grande tri-
bolazione. no dalla parte di Satana, ma ovunque
si trovino non potranno sfuggire alla di-
ARRIVA IL “GIORNO IN CUI struzione (Riv. 19:19-21). “Gli uccisi da
`
[FARA] GUERRA” Geova certamente saranno in quel gior-
`
14 Man mano che la fine di questo si- no da un’estremita all’altra della terra”
stema di cose si avvicina, Satana intensi- (Ger. 25:32, 33).
` 16 La guerra comporta sempre delle
fichera i suoi attacchi contro i servitori di
` `
Geova. A quel punto arrivera il “giorno difficolta, anche per coloro che alla fine
` `
in cui [Dio fara] guerra” ai suoi nemici. vincono: il cibo puo scarseggiare; i beni
Per volere di Geova, uno degli attacchi possono andare perduti; le condizioni di
` `
sferrati da Satana sara anche l’ultimo. In vita possono peggiorare; la liberta dei
`
quel giorno il Sovrano dell’universo si singoli puo subire delle limitazioni. Se
` ci troveremo in questa difficile situazio-
fara conoscere nella veste di invincibile e
` ne, come reagiremo? Ci faremo prendere
glorioso Guerriero, come non si e ancora
mai mostrato in nessun “giorno del com- dal panico? Sotto pressione, rinneghere-
battimento” (Zacc. 14:3). mo la nostra fede? Sprofonderemo nella
15 “Nel giorno in cui [Dio fara] ` disperazione e nello sconforto? Durante
guer- `
` la grande tribolazione sara di vitale im-
ra”, cosa succedera a coloro che si trova-
no fuori dalla “grandissima valle” della portanza non perdere la fiducia nel pote-
re salvifico di Geova e rimanere nella val-
13. Come possiamo rimanere nella valle della le della sua protezione. (Leggi Abacuc 3:
´ ` `
protezione di Geova, e perche e ora piu impor- 17, 18.)
tante che mai?
`
14, 15. “Nel giorno in cui [Dio fara] guerra” 16. Cosa dovremmo chiederci con l’avvicinarsi
` ` `
contro i suoi nemici, cosa accadra a coloro che del “giorno in cui [Dio fara] guerra”, e cosa e
non si trovano nella valle? fondamentale fare?

20 LA TORRE DI GUARDIA
“ACQUE VIVE USCIRANNO” ro che sopravvivranno ad Armaghedon
17 Dopo Armaghedon “acque vive (leggi Zaccaria 14:8, 9; Riv. 7:9-15). En-
usciranno” di continuo dalla sede del trambi i gruppi quindi trarranno benefi-
Regno messianico. Queste “acque vive” cio dal “fiume d’acqua di vita”, in quanto
` estinguendo la loro sete con le sue sim-
sono cio che Geova ha disposto affin-
´ boliche acque vivificanti potranno essere
che gli esseri umani abbiano la vita. “Il
mare orientale” menzionato nella profe- liberati dalla condanna alla morte adami-
zia si riferisce al Mar Morto, mentre “il ca (Riv. 22:1, 2).
mare occidentale” al Mediterraneo. En- 18 Grazie alla protezione di Geova, so-

trambi simboleggiano delle persone. Il pravvivremo alla fine di questo sistema


Mar Morto potrebbe rappresentare colo- di cose malvagio ed entreremo nel giu-
ro che si trovano nella comune tomba sto nuovo mondo di Dio. Anche se siamo
del genere umano. Il Mediterraneo in- odiati da tutte le nazioni, vogliamo con-
vece, che pullula di vita, potrebbe ben tinuare a essere sudditi leali del Regno di
rappresentare la “grande folla” di colo- `
Dio, sempre piu determinati a rimanere
nella valle della Sua protezione.
17, 18. (a) Cosa sono le “acque vive”? (b) Cosa
simboleggiano “il mare orientale” e “il mare oc-
`
cidentale”? (c) Guardando al futuro, qual e la
vostra determinazione?

Siamo decisi
a rimanere nella valle
della protezione
di Geova
Stiamo attenti alle

“intenzioni
del cuore”` `
“Il cuore e piu ingannevole di qualunque
`
altra cosa ed e difficile da correggere”,
`
afferma la Bibbia (Ger. 17:9). Non e
forse vero che quando il nostro cuore
desidera intensamente qualcosa addu-
ciamo ragioni per assecondarlo?

` `
Le Scritture ci avvertono: “Dal cuore vengono potenza ed e piu tagliente di qualsiasi spada a due
`
malvagi ragionamenti, assassinii, adulteri, fornica- tagli e penetra fino alla divisione dell’anima e dello
zioni, furti, false testimonianze, bestemmie” (Matt. spirito”, scrisse l’apostolo Paolo. Il messaggio divi-
`
15:19). Il cuore simbolico potrebbe tradirci e indur- no contenuto nella Bibbia “puo discernere i pensie-
ci a giustificare comportamenti contrari alla volon- ri e le intenzioni del cuore” (Ebr. 4:12). Esaminarci
` ` `
ta di Dio; e forse potremmo renderci conto che la alla luce di cio che dice la Parola di Dio puo essere
nostra condotta era poco saggia soltanto a cose un sistema efficace per `capire quali sono le inten-
` zioni del nostro cuore. E dunque importantissimo
fatte. Cosa puo aiutarci a riconoscere le nostre in-
clinazioni prima di intraprendere una condotta sba- che leggiamo le Scritture ogni giorno e riflettiamo
`
gliata? su di esse, cosı da fare nostro il modo di pensare di
Geova.
COME RICONOSCERE Accettare i consigli della Bibbia e seguirne i prin-
LE NOSTRE INCLINAZIONI ` ` `
cıpi influira sulla nostra coscienza, la facolta in-
Leggiamo la Bibbia ogni giorno e meditiamo su teriore che “rende testimonianza” (Rom. 9:1). La
` ` `
cio che dice. “La parola di Dio e vivente ed esercita voce della coscienza puo impedirci di giustificare

22 LA TORRE DI GUARDIA
un comportamento sbagliato. Inoltre la Parola di Dio contiene esempi che
ci servono di “avvertimento” (1 Cor. 10:11). Facendone tesoro eviteremo di
`
incamminarci in una direzione sbagliata. Percio, in concreto, cosa dobbia-
mo fare personalmente?
Chiediamo a Dio di aiutarci a riconoscere ` le intenzioni del nostro cuore.
Geova ‘esamina il cuore’ (1 Cron. 29:17). “E maggiore del nostro cuore e
`
conosce ogni cosa” (1 Giov. 3:20). Non lo si puo ingannare. Se gli esprimia-
`
mo sinceramente preoccupazioni, sentimenti e desideri puo aiutarci a di-
scernere le intenzioni del nostro cuore. Possiamo anche chiedere a Dio di Che effetto ha sul no-
‘creare in noi un cuore puro’ (Sal. 51:10). Quando si tratta di riconoscere le
stro cuore simbolico
inclinazioni del cuore, quindi, non dobbiamo sottovalutare il dono della pre-
ghiera. la lettura quotidiana
` della Bibbia?
Rimaniamo concentrati alle adunanze. Ascoltare attentamente cio che
`
viene detto alle adunanze puo aiutarci a fare un’onesta valutazione della
`
nostra persona interiore, in altre parole del nostro cuore. Anche se non e
detto che a tutte le adunanze vengano presentate nuove informazioni, fre-
`
quentarle ci permette di comprendere meglio i princıpi biblici e di ricordare
punti che ci aiutano ad analizzare le intenzioni del cuore. Anche i commen-
ti dei fratelli contribuiscono in maniera significativa a raffinare la nostra
´
persona interiore (Prov. 27:17). D’altra parte, isolarsi anziche godere rego-
`
larmente della compagnia di altri cristiani alle adunanze e un rischio: po-
tremmo finire per ‘cercare la nostra propria brama egoistica’ (Prov. 18:1).
`
Pertanto e bene che ci chiediamo: “Ho l’abitudine di andare a tutte le adu-
nanze e di trarne profitto?” (Ebr. 10:24, 25). La preghiera ci aiuta
` a conoscere la nostra
DOVE CI PORTER A IL CUORE?
` ` persona interiore
Il nostro ingannevole cuore puo sviarci in molti modi. Esaminiamo percio
quattro campi in cui esiste tale rischio: l’atteggiamento verso i beni mate-
riali, il consumo di alcolici, la scelta delle amicizie e il modo di svagarsi.
`
L’atteggiamento verso i beni materiali. E naturale desiderare di soddi-
` ` ` `
sfare le proprie necessita fisiche. Cio nonostante Gesu narro una parabola
per metterci in guardia dal pericolo di dare troppa importanza alle cose ma-
`
teriali. Racconto di un ricco che non sapeva dove mettere il suo abbondan-
´ ` `
te raccolto perche i suoi depositi erano gia pieni. L’uomo penso dunque di
` `
demolire questi ultimi e di costruirne di piu grandi, ragionando cosı: “Vi ra-
` `
dunero tutto il mio grano e tutte le mie cose buone; e diro all’anima mia:
‘Anima, hai molte cose buone accumulate per molti anni; riposati, mangia,
Le adunanze ci
bevi, rallegrati’ ”. Tuttavia non aveva tenuto conto di un dato di fatto: avreb-
be potuto perdere la vita quella stessa notte (Luca 12:16-20). aiutano a discernere
Col passare degli anni, la preoccupazione di assicurarci una vecchiaia le intenzioni del
tranquilla dal punto di vista economico potrebbe indurci a ritenere accetta- nostro cuore
bile fare straordinari le sere delle adunanze o trascurare in qualche modo
`
le nostre responsabilita cristiane. Dobbiamo guardarci da una tendenza del
genere. O magari siamo giovani e sappiamo benissimo che non esiste car-
riera migliore del servizio a tempo pieno, ma invece di iniziare a fare i

15 FEBBRAIO 2013 23
pionieri regolari pensiamo di dover prima raggiun- campare scuse per i nostri comportamenti sbaglia-
`
gere una certa stabilita economica. Non dovremmo ti, possiamo cambiare (Efes. 4:22-24). Prendiamo
`
piuttosto fare del nostro meglio fin d’ora per esse- ad esempio quanto e accaduto a due nostri fratelli.
` `
re ricchi verso Dio? Chi puo sapere se domani sara Miguel1 ha dovuto modificare il suo modo di con-
ancora vivo? siderare le cose materiali. “Nel paese da cui prove-
`
Il consumo di alcolici. “Non essere fra gli smo- niamo io, mia moglie e mio figlio”, racconta, “si da
`
dati bevitori di vino”, esorta Proverbi 23:20. Chi molta importanza all’avere sempre l’ultima novita
`
ha un forte desiderio di bevande alcoliche potreb- in fatto di elettronica e le migliori comodita. Ci fu un
be addurre scuse per il fatto che beve regolarmen- periodo in cui mi lanciai a capofitto nella ricerca di
te. Potrebbe dire che lo fa per rilassarsi, non per tutto quello che il mondo aveva da offrire, pensan-
ubriacarsi. Ma se abbiamo bisogno dell’alcol per ri- do di poterlo fare senza per questo diventare mate-
` `
lassarci, forse e il caso che esaminiamo onesta- rialista. Ben presto, pero, mi resi conto che inse-
mente le inclinazioni del nostro cuore. guire i beni materiali era come correre senza mai
La scelta delle amicizie. Qualche contatto con arrivare da nessuna parte. Pregai Geova parlando-
persone non credenti — a scuola, al lavoro o nel mi- gli di come vedevo le cose e delle intenzioni del mio
` ` ` cuore. Gli dissi che come famiglia volevamo dargli
nistero — e inevitabile. Tutt’altra cosa, pero, e socia- `
lizzare e magari stringere amicizie intime. Ci capita il meglio. Decidemmo cosı di semplificare la nostra
di giustificarci dicendo che queste persone hanno vita e di trasferirci dove c’era maggior bisogno; nel
` giro di poco diventammo pionieri. Abbiamo capito
molte ottime qualita? “Non siate sviati”, avverte la
Bibbia. “Le cattive compagnie corrompono le utili che per avere una vita piena e felice non abbiamo
bisogno di molto in senso materiale”.
abitudini” (1 Cor. 15:33). Esattamente come una
` ` Lee spiega che guardarsi dentro obiettivamente
quantita minima di un agente inquinante puo com-
` lo ha aiutato a liberarsi delle cattive compagnie.
promettere la purezza di un bacino d’acqua, cosı
l’amicizia con chi non pratica la santa devozione ri- “Per via del mio lavoro”, dice, “stavo spesso insie-
` me a fornitori stranieri. Sapevo che in quelle oc-
schia di contaminare la nostra spiritualita e farci
casioni si beveva troppo, ma mi piaceva andarci.
adottare modi di pensare, parlare, agire e vestire ti-
Molte volte mi sono quasi ubriacato per poi essere
pici del mondo.
assalito dai rimorsi. Ho dovuto fare un onesto esa-
Il modo di svagarsi. Grazie alle attuali tecnolo- `
me del mio cuore. I princıpi della Parola di Dio e
gie possiamo accedere facilmente a divertimenti di i consigli degli anziani mi hanno fatto capire che
ogni tipo, molti dei quali sono discutibili o impropo- in effetti quella che desideravo era la compagnia
`
nibili per un cristiano. Paolo scrisse che “l’impurita di persone che non amano Geova. Adesso cerco di
di ogni sorta” non doveva neppure essere menzio- sbrigare il lavoro per telefono, e vedo i fornitori il
`
nata fra i cristiani (Efes. 5:3). Che dire, pero, se il no- meno possibile”.
`
stro cuore e tentato di guardare o ascoltare qual- Dobbiamo essere onesti con noi stessi e ricono-
cosa di impuro? Potremmo assecondarlo dicendo scere le intenzioni del cuore. Preghiamo Geova di
che tutti hanno bisogno di rilassarsi e divertirsi un `
` aiutarci, ricordando che “egli e consapevole dei se-
po’, e che come lo si fa e una decisione personale. greti del cuore” (Sal. 44:21). Dio ci ha anche prov-
Faremmo meglio, invece, a prendere sul serio l’av- `
veduto la sua Parola, che e come uno specchio
vertimento di Paolo e non permettere che i nostri (Giac. 1:22-25). Di grande valore, inoltre, sono i
occhi e i nostri orecchi vengano a contatto con l’im- rammemoratori e i consigli che troviamo nelle pub-
`
purita. blicazioni e riceviamo alle adunanze. Con questi
POSSIAMO CAMBIARE ausili possiamo proteggere il nostro cuore e conti-
nuare a percorrere i sentieri della giustizia.
Se abbiamo ceduto alle inclinazioni di un cuo-
re ingannevole e abbiamo preso l’abitudine di ac- 1 I nomi sono stati cambiati.

24 LA TORRE DI GUARDIA
NULLA CI IMPEDISCA
DI AFFERRARE
LA GLORIA
COSA ci fa venire in mente la parola “gloria”? Il mi-
` rabile splendore della creazione? (Sal. 19:1). I ricono-
“Chi e umile di spirito scimenti e l’onore accordati a persone di successo o
` di eccezionale ricchezza, cultura e simili? Nelle Scrit-
afferrera la gloria”
ture il termine ebraico tradotto “gloria” fondamental-
(PROV. 29:23) `
mente significa “pesantezza”. Nell’antichita, quando
le monete erano fatte di metalli preziosi, maggiore
era il loro peso maggiore risultava il valore. Ecco per-
´ `
COME RISPONDERESTE? che il termine reso “gloria” puo riferirsi a qualcosa
`
che ha grande valore o che e veramente importante e
prezioso.
Quale gloria possiamo ricevere 2 Anche se forse potremmo rimanere colpiti dal
da Dio? potere, dalla posizione o dal prestigio di una perso-
na, dovremmo chiederci cosa guarda Dio negli uomi-
ni. La Bibbia parla di un tipo di gloria che Dio con-
cede agli esseri umani. Per esempio, Proverbi 22:4
`
afferma: “Il risultato dell’umilta e del timore di Geo-
`
va e ricchezze e gloria e vita”. E il discepolo Giaco-
mo scrisse: “Umiliatevi agli occhi di Geova, ed egli vi
` `
esaltera” (Giac. 4:10). Cos’e la gloria che Geova con-
Cosa potrebbe impedirci di
ferisce agli esseri umani? Cosa potrebbe impedirci di
afferrare la gloria?
afferrarla? E cosa possiamo fare per aiutare anche al-
tri ad afferrarla?
3 Il salmista aveva fiducia che Geova avrebbe affer-

rato la sua mano destra e lo avrebbe portato “fino alla


gloria”. (Leggi Salmo 73:23, 24.) A cosa si riferiva?
`
Geova da gloria ai suoi umili servitori onorandoli in
molti modi. Concede loro l’intendimento della sua
`
In che senso la nostra perseve- volonta (1 Cor. 2:7). A chi ascolta la sua parola e gli
`
ranza puo significare gloria per ubbidisce accorda l’onore di avere con lui un’intima
altri? relazione (Giac. 4:8).
4 Geova inoltre affida ai suoi servitori il prezioso

1, 2. (a) Cosa significa il termine ebraico reso “gloria”?


(b) Quali domande prenderemo in esame in questo articolo?
3-5. In quali modi Geova ci conduce alla gloria?

25
tesoro del ministero cristiano (2 Cor. 4: grazie alle profezie di Daniele alcuni for-
1, 7). Quest’opera conduce alla gloria. se capirono che era arrivato il tempo in
A coloro che svolgono questo servizio cui sarebbe comparso il Cristo. Mesi pri-
alla sua lode e a beneficio di altre perso- ma, infatti, vedendo che Giovanni il Bat-
`
ne, egli promette: “Onorero quelli che mi tezzatore predicava, alcuni si erano chie-
onorano” (1 Sam. 2:30). Lo fa dando loro sti: “Che sia lui il Cristo?” (Luca 3:15).
`
un buon nome, cioe la sua approvazione. Ora il tanto atteso Messia era in mezzo
`
Per di piu, anche nella congregazione si a loro. Ma quelli che erano versati nel-
` la Legge non lo accettarono. Come mai?
parlera bene di loro (Prov. 11:16; 22:1).
5 Quale sara` il futuro di chi “spera in
` `
Gesu identifico il problema con queste
` parole: “Come potete credere, quando
Geova e osserva la sua via”? Questa e
` accettate la gloria gli uni dagli altri e non
la promessa: “Egli [Geova] ti esaltera per
prendere possesso della terra. Quando i cercate la gloria che viene dal solo Dio?”
malvagi saranno stroncati, tu lo vedrai” 8 Com’e` possibile che la gloria che si

(Sal. 37:34). I servitori di Dio avranno riceve dagli uomini eclissi quella divi-
lo straordinario onore di ricevere la vita na? Possiamo comprenderlo paragonan-
eterna (Sal. 37:29). do la gloria alla luce. Il maestoso univer-
` `
so e incredibilmente glorioso. Quand’e
“NON ACCETTO LA GLORIA stata l’ultima volta che avete rivolto lo
DAGLI UOMINI” sguardo verso il cielo stellato in una not-
6 Cosa potrebbe impedirci di ricevere te serena e ne siete rimasti affascinati?
` `
la gloria che Geova e disposto ad accor- “La gloria delle stelle” e impressionan-
darci? Per esempio il dare troppo peso te (1 Cor. 15:40, 41). Ma se si prova a
alle opinioni di chi non ha una buona `
guardare il cielo da una citta ben illumi-
relazione con Dio. Consideriamo quel- ` `
nata, sara molto piu difficile vedere la
lo che l’apostolo Giovanni scrisse in re- luce delle stelle. Significa questo che le
lazione ad alcuni che erano in posizio- ` ` `
luci della citta sono piu belle o piu in-
` `
ni di autorita ai giorni di Gesu: “Molti tense della luce delle stelle? No. Sono
anche dei governanti riposero effettiva- `
solo piu vicine a noi e interferiscono su
` `
mente fede in [Gesu], ma a causa dei fa- cio che riusciamo a vedere della creazio-
risei non lo confessavano, per non essere ne di Geova. Per ammirare le meraviglie
´
espulsi dalla sinagoga; poiche amavano di un cielo stellato dobbiamo in qualche
`
la gloria degli uomini piu della gloria di modo schermare le luci artificiali o evi-
Dio” (Giov. 12:42, 43). Sarebbe stato mol- tare che interferiscano.
to meglio se quei governanti non avesse- 9 In maniera analoga, la gloria uma-
` `
ro dato troppa importanza a cio che pen- na puo far apparire meno preziosa la
savano i farisei. gloria che viene da Geova. Molti rifiuta-
7 Gesu` indico` chiaramente il motivo no di accettare il messaggio del Regno
`
per cui molti non lo avrebbero ‘ricevu- per timore di cio che potrebbero pensare
to’ e non avrebbero riposto fede in lui. conoscenti e familiari. Anche i dedicati
(Leggi Giovanni 5:39-44.) La nazione di servitori di Dio potrebbero preoccupar-
Israele aveva atteso per secoli l’arrivo del si eccessivamente di quello che pensa-
`
Messia. All’inizio del ministero di Gesu, no gli altri. Supponiamo, per esempio,
´
6, 7. Perche molti non erano disposti a riporre 8, 9. Illustrate con un esempio come la gloria
` `
fede in Gesu? umana puo eclissare quella divina.

26 LA TORRE DI GUARDIA
che un giovane debba predicare in una vrebbe reagire un fratello che riceve una
`
zona in cui e piuttosto conosciuto, ma lode sincera per un lavoro ben fatto? Pro-
`
non come testimone di Geova. Si lasce- babilmente non si erigera un monumen-
`
ra paralizzare dal timore? O supponia- to come fece il re Saul (1 Sam. 15:12).
` `
mo che qualcuno abbia delle mete teo- Ma riconoscera prontamente che cio
`
cratiche ma che, a motivo di queste, altri che e riuscito a fare lo deve all’immeri-
` `
lo prendano in giro. Permettera a perso- tata benignita di Geova e che in futuro
`
ne poco spirituali di condizionare le sue potra avere successo solo se Geova con-
`
scelte? Oppure, mettiamo il caso di un tinuera a benedirlo e aiutarlo? (1 Piet.
cristiano che abbia commesso un grave 4:11). Il modo in cui reagiamo interior-
`
peccato. Nascondera la trasgressione per mente alle lodi rivela quale gloria deside-
paura di perdere gli incarichi che ha nel- riamo (Prov. 27:21).
la congregazione o di deludere familiari
` “DESIDERATE COMPIERE I DESIDERI
e amici? Se la cosa che gli sta piu a cuore
` DEL PADRE VOSTRO”
e ristabilire la sua relazione con Geova,
` 12 Anche i desideri errati possono im-
“[chiamera] gli anziani della congrega-
zione” per ricevere aiuto. (Leggi Giaco- pedirci di afferrare la gloria di Dio, in
mo 5:14-16.) quanto ci distolgono dal prestare ascol-
`
10 Facciamo un altro esempio: forse ci to alla verita. (Leggi Giovanni 8:43-47.)
`
stiamo sforzando di crescere spiritual- A certi ebrei, Gesu disse che non ascolta-
` ´
mente ma un fratello ci da un consiglio. vano il suo messaggio perche ‘desidera-
Se evitiamo di metterci sulla difensiva vano compiere i desideri del padre loro’,
per orgoglio e resistiamo al desiderio di il Diavolo.
13 Cio` che desideriamo influisce su
salvare la faccia o alla tentazione di giu-
stificare il nostro comportamento, le sue quello che ascoltiamo (2 Piet. 3:5). Geova
`
sincere osservazioni potrebbero aiutar- ci ha creati con la straordinaria capacita
` di ignorare i suoni indesiderati. Provate
ci. Altra possibilita: forse stiamo facen-
do un lavoro insieme a un compagno di per un momento a concentrarvi e a di-
fede. L’apporto che daremo in termini stinguere
` quanti suoni riuscite a percepi-
` re. E probabile che, fino a un attimo fa, a
di idee e impegno sara influenzato dal ti-
` molti di loro non avevate nemmeno fatto
more che il merito non sara attribuito a
noi? Se ci troviamo in una di queste si- caso. Il sistema limbico, che ha sede nel
` cervello, vi permetteva di concentrarvi
tuazioni, non dimentichiamo che “chi e
` su un solo suono, pur lasciando inaltera-
umile di spirito afferrera la gloria” (Prov. `
29:23). ta la vostra capacita di udire molteplici
11 Anche gli anziani e coloro che aspi- suoni contemporaneamente. Ma i ricer-
` `
rano a ricoprire tale incarico devono catori hanno scoperto che e piu comples-
guardarsi dal ricercare la lode degli uo- so distinguere molti suoni simultanea-
mini (1 Tess. 2:6; 1 Tim. 3:1). Come do- mente quando si tratta di voci umane.
In altre parole, in presenza di varie voci,
10. (a) In che modo l’eccessiva preoccupazio- riusciamo a concentrarci su una sola.
ne per come ci vedono gli altri potrebbe offu-
` ´ `
scare la nostra capacita di giudizio? (b) Se agia- 12. Perche certi ebrei non ascoltarono Gesu?
`
mo con umilta di cosa possiamo essere certi? 13, 14. (a) Cosa dicono i ricercatori sul modo
11. Come dovremmo reagire interiormente in cui il cervello percepisce le voci? (b) Sulla
´
quando veniamo lodati, e perche? base di cosa decidiamo chi ascoltare?

15 FEBBRAIO 2013 27
Siamo noi a decidere quale, in funzione
di quella che vogliamo ascoltare. Gli ebrei
che desideravano compiere i desideri del
padre loro, il Diavolo, non diedero ascol-
`
to a Gesu.
14 La Bibbia indica che, in un certo sen-
`
so, sapienza e stupidita cercano di con-
tinuo di catturare la ` nostra attenzione
(Prov. 9:1-5, 13-17). E come se ci parlasse-
ro, il che ci mette di fronte a una scelta.
Quale delle due ascolteremo? La risposta
`
dipendera da chi desideriamo compiace-
`
re. Le pecore di Gesu ascoltano la sua
voce e lo seguono (Giov. 10:16, 27). Sono
`
“dalla parte della verita” (Giov. 18:37).
“Non conoscono la voce degli estranei”
(Giov. 10:5). Tali persone umili afferrano
la gloria (Prov. 3:13, 16; 8:1, 18).
“SIGNIFICANO LA VOSTRA GLORIA”
15 La nostra perseveranza nel compie-
`
re la volonta di Geova aiuta altri ad af-
ferrare la gloria. Alla congregazione di
Efeso, Paolo scrisse: “Vi chiedo di non
venire meno a motivo di queste mie tri-
´
bolazioni a vostro favore, poiche signifi- tri. Atti 14:19, 20 narra: “Dei giudei arri-
cano la vostra gloria” (Efes. 3:13). In che varono da Antiochia e da Iconio e per-
senso le tribolazioni di Paolo ‘significa- suasero le folle, e lapidarono Paolo e lo
vano gloria’ per gli efesini? Continuan- `
trascinarono fuori della citta [di Listra],
do a servirli malgrado le prove, Paolo immaginando che fosse morto. Comun-
` `
dimostro loro che essere cristiani e il pri- que, avendolo i discepoli circondato, egli
` ` ` `
vilegio piu prezioso e importante che si si alzo ed entro nella citta. E il giorno
possa avere. Se invece si fosse arreso di `
dopo partı con Barnaba per Derbe”. Pen-
fronte alle tribolazioni, i fratelli avrebbe- sate, il giorno prima Paolo viene dato per
ro potuto concludere che la loro relazio- morto, l’indomani intraprende un viag-
ne con Geova, il loro ministero e la loro gio di un centinaio di chilometri, e senza
speranza fossero di poco valore. La per- i moderni mezzi di trasporto!
`
severanza di Paolo esalto il cristianesimo 17 Timoteo era tra “i discepoli” che
` `
e dimostro che essere discepoli di Gesu
soccorsero Paolo? Il libro degli Atti non
vale qualunque sacrificio. `
16 Riflettiamo sull’effetto che lo zelo e
lo dice in modo esplicito, ma e possi-
bile. Infatti, nella sua seconda lettera a
la perseveranza di Paolo ebbero su al-
17, 18. (a) In che senso Timoteo aveva “segui-
15. In che modo le tribolazioni di Paolo ‘signi- to attentamente” le traversie di Paolo a Listra?
ficavano gloria’ per gli efesini? (b) Che effetto ebbe la perseveranza di Paolo su
`
16. Quali prove affronto Paolo a Listra? Timoteo?

28 LA TORRE DI GUARDIA
Timoteo, Paolo scrisse: “Hai seguito at- fetto simile su altri, specie sui ragazzi,
tentamente il mio insegnamento, la mia molti dei quali una volta cresciuti saran-
condotta, [...] la sorta di cose che mi ac- no preziosi servitori di Dio. Osservan-
caddero ad Antiochia [l’espulsione dalla doci, i giovani imparano dal modo in cui
`
citta], a Iconio [il tentativo di lapidazio- ci esprimiamo nel ministero di campo
ne], a Listra [la lapidazione], la sorta di e specialmente da come affrontiamo le
`
persecuzioni che ho sopportato; eppure difficolta della vita. Paolo disse che ‘con-
` ´
il Signore mi ha liberato da esse tutte” tinuo a sopportare ogni cosa’ affinche
(2 Tim. 3:10, 11; Atti 13:50; 14:5, 19). tutti i cristiani fedeli potessero ‘ottene-
18 Il giovane Timoteo aveva “seguito re la salvezza con gloria eterna’ (2 Tim.
attentamente” quegli avvenimenti e co- 2:10).
nosceva molto bene la perseveranza di 20 Non dovremmo percio` anche noi

Paolo, cose che dovettero avere un pro- continuare a “[cercare] la gloria che vie-
fondo effetto su di lui. Quando fece ri- ne dal solo Dio?” (Giov. 5:44; 7:18). Geo-
` `
torno a Listra, Paolo noto che Timoteo va da “vita eterna a quelli che cercano
era un cristiano esemplare, “e di lui ren- gloria”. (Leggi Romani 2:6, 7.) Inoltre
devano buona testimonianza i fratelli di la nostra perseveranza incoraggia altri
Listra e di Iconio” (Atti 16:1, 2). A suo a rimanere saldi, a loro eterno bene-
tempo Timoteo divenne idoneo per ri- ficio. Pertanto, non lasciamo che nul-
` la ci impedisca di afferrare la gloria che
coprire onerose responsabilita (Filip. 2:
`
19, 20; 1 Tim. 1:3). Dio da.
19 Anche la nostra perseveranza nel
´
` ` 20. Perche dovremmo continuare a cercare la
fare la volonta di Dio puo avere un ef- `
gloria che Dio da?
`
19. Che effetto puo avere la nostra perseveran-
za sugli altri?

I giovani apprezzano
la perseveranza
dei cristiani avanti
negli anni
Todd Bolen/BiblePlaces.com
Boaz Zissu, Bar-Ilan University, Israel

Era della famiglia di Caiafa


Sullo sfondo:
A volte l’archeologia conferma, diretta- Stando all’Israel Antiquities Authority Deposito in cui
` erano riposti
mente o indirettamente, la storicita di un (IAA), l’ossuario di Miriam era stato trafu-
personaggio biblico. Nel 2011, per esem- gato da una tomba antica. Le analisi sul gli ossuari
pio, archeologi israeliani hanno annuncia- reperto e sull’iscrizione ne hanno provato
`
to un interessante ritrovamento. Si tratta l’autenticita.
di un ossuario, un’urna di pietra calcarea Dall’ossuario emerge anche qualcosa
decorata in cui venivano messe le ossa di di nuovo. In esso si fa riferimento a Maa-
un defunto dopo la decomposizione. zia, l’ultima delle 24 divisioni, o clas-
Questo ossuario, risalente a 2.000 si, sacerdotali che a rotazione prestava-
anni fa, reca la seguente iscrizione: “Mi- no servizio nel tempio di Gerusalemme
riam, figlia di Yeshua, figlio di Caiafa, sa- (1 Cron. 24:18). L’iscrizione sull’ossua-
cerdote dei Maaziah [Maazia] da Beth rio indica che “la famiglia dei Caiafa ap-
Imri”. Il sommo sacerdote ebreo coinvol- parteneva alla divisione di Maazia”, dice
`
to nel processo e nell’esecuzione di Gesu l’IAA.
era Caiafa (Giov. 11:48-50). Lo storico L’iscrizione menziona anche Beth Imri.
Giuseppe Flavio parla di lui come di “Giu- Al riguardo esistono due possibili interpre-
seppe, soprannominato Caifa [Caiafa]”.1 `
` tazioni. “La prima e che Beth Imri fosse il
L’ossuario che e stato rinvenuto evidente- nome di una famiglia sacerdotale, quella
mente era di una sua parente. Dal mo- dei figli di Immer (Esdra 2:36-37; Neemia
mento che l’iscrizione su un altro ossua- 7:39-42), tra i cui discendenti c’erano an-
rio ritrovato in precedenza, che si pensa che i membri della classe di Maazia”, dice
appartenesse a questo sommo sacerdo- `
l’IAA. “La seconda e che fosse il villaggio
te, lo chiama Yehosef bar Caiafa (Giusep- di origine della defunta o di tutta la sua
pe figlio di Caiafa), Miriam era imparenta- famiglia”. Comunque stiano le cose, l’os-
ta in qualche modo con Caiafa.2 `
suario di Miriam e una prova del fatto che
`
1 Antichita giudaiche, XVIII, 95, a cura di L. Moraldi,
la Bibbia parla di persone realmente esi-
UTET, Torino, 1998. stite.
2 Sull’ossuario di Caiafa, vedi l’articolo “Il sommo
` `
sacerdote che condanno Gesu”, nella Torre di Guardia
del 15 gennaio 2006, pagine da 10 a 13.

30 LA TORRE DI GUARDIA
Un’iniziativa opportuna e
“indimenticabile”
`
“INDIMENTICABILE!” Furono in molti a definire cosı il “Dram-
` `
ma della creazione”, che arrivo al momento giusto e lascio un ri-
cordo indelebile in coloro che lo videro. Il “Dramma della crea-
`
zione” diede una formidabile testimonianza e reco lode a Geova
poco prima che sui suoi servitori in Europa si scatenasse una fe-
roce persecuzione per mano del regime nazista. Ma di cosa si
trattava?
Nel 1914 la sede mondiale dei servitori di Geova a Brooklyn
aveva presentato il “Fotodramma della Creazione”, un program-
ma di diapositive e filmati a colori, accompagnati da una colon-
na sonora, della durata di otto ore. Il “Fotodramma” era stato vi-
sto da milioni di persone in tutto il mondo. Sempre nel 1914 ne
era stata lanciata anche una versione ridotta, il “Dramma Eure-
`
ka”. Negli anni ’20, pero, diapositive, filmati e apparecchiature
per la proiezione erano ormai in pessimo stato; d’altra parte il
“Fotodramma” era ancora richiesto. Per esempio, gli abitanti di
Ludwigsburg, in Germania, chiesero quando sarebbe stato pos-
sibile rivederlo. Cosa si poteva fare?
Per soddisfare le richieste di nuove proiezioni, in quegli stessi
anni rappresentanti della Betel di Magdeburgo acquistarono fil-
mati da un’agenzia di stampa di Parigi e diapositive da studi gra-
fici di Lipsia e Dresda. Questo materiale fu utilizzato insieme ad
alcune vecchie diapositive del “Fotodramma” ancora in buono
stato. - Nel 1932
Il fratello Erich Frost, musicista di talento, compose l’accom- questo manifesto
pagnamento musicale per i filmati e le diapositive; la narrazione pubblicizzava il
“Dramma della
fu tratta in parte dal nostro libro La creazione. La versione rivedu- creazione”
`
ta del “Fotodramma” fu cosı intitolata “Dramma della creazio-
¨
ne”. ' Il libro Schopfung
La nuova opera aveva la stessa durata del “Fotodramma”, otto (La creazione)
diede il nome al
ore, ed era divisa in parti proiettate consecutivamente nel corso nuovo “Dramma”
di alcune serate. Presentava informazioni affascinanti circa i gior-
ni creativi, passava in rassegna la storia biblica e quella secolare
e mostrava che la falsa religione aveva tradito le aspettative del-
`
l’umanita. Il “Dramma della creazione” fu proiettato in Austria,
Germania, Lussemburgo e Svizzera; fu anche visto da persone
di lingua tedesca che vivevano in altri paesi.
`
Il fratello Frost racconto: “Alle proiezioni del ‘Dramma’ in-
coraggiavo i miei colleghi, e in particolare gli orchestrali, ad

15 FEBBRAIO 2013 31
approfittare dell’intervallo per andare in mezzo al pubblico e of-
frire i nostri meravigliosi libri e opuscoli. In questo modo distri-
`
buivamo piu pubblicazioni di quante se ne potessero dare di casa
in casa”. Johannes Rauthe, che organizzava le proiezioni in Po-
`
lonia e in quella che oggi e la Repubblica Ceca, ricorda che mol-
ti dei presenti lasciavano il proprio indirizzo per essere rivisitati.
Grazie a quegli indirizzi si poterono fare visite ulteriori proficue.
Negli anni ’30 il “Dramma della creazione” richiamava ancora
moltissimi spettatori e faceva parlare dei testimoni di Geova. Nel
1933 quasi un milione di persone aveva assistito alle proiezioni
organizzate dalla nostra filiale tedesca. “Per vedere il ‘Dramma’,
ogni giorno per cinque giorni percorremmo a piedi 10 chilome-
`
tri all’andata e 10 al ritorno attraverso boschi e su e giu per col-
¨
line e valli”, ricorda Kathe Krauss. “Fu grazie al ‘Dramma della
`
creazione’ che iniziai ad amare la verita”, dice Else Billharz.
Alfred Almendinger racconta che, quando sua madre vide il
` `
“Dramma”, “ne fu cosı entusiasta che compro una Bibbia e vi cer-
`
co la parola ‘purgatorio’ ”. Non avendola trovata, smise di anda-
`
re in chiesa e si battezzo. “Tantissime persone accettarono la ve-
`
rita grazie al ‘Dramma della creazione’ ”, disse il fratello Frost
(3 Giov. 1-3).
Proprio quando il “Dramma della creazione” raggiungeva la
sua massima diffusione, sull’Europa cominciarono ad addensar-
si le nubi minacciose del nazismo. A partire dal 1933, in Germa-
`
nia le attivita dei Testimoni furono proibite. Da allora e fino alla
fine della seconda guerra mondiale nel 1945, i servitori di Geo-
va in Europa subirono una persecuzione durissima. Erich Frost
fu detenuto per circa otto anni, ma sopravvisse e in seguito pre-
`
sto servizio alla Betel di Wiesbaden. L’indimenticabile “Dramma
`
della creazione” arrivo davvero al momento giusto, in tempo per
`
infondere coraggio a tanti cristiani che di lı a poco avrebbero af- Erich Frost e la musica che
frontato prove di fede durante quel conflitto mondiale. (Dai no- compose per il “Dramma
stri archivi in Germania.) della creazione”

s
Potete scaricare Potete anche leggere la
gratuitamente questa Traduzione del Nuovo Mondo online
rivista e altre pubblicazioni
da www.jw.org w13 02/15-I