Sei sulla pagina 1di 32

TEORIA E METODOLOGIA

DEL MOVIMENTO UMANO


Lezione 7
ABILITA’ MOTORIE
Apprendimento
Abilità e Capacità Motorie
• Nell’uso di questi termini si rischia qualche
confusione.
• Il problema è stato ampliato dalla
traduzione dall’inglese di molti studi
• Infatti il termine Ability è stato tradotto con
Abilità
• Il termine Skill con Capacità
Abilità e Capacità Motorie
La traduzione corretta è l’opposta

Hardware
CAPACITA’
ABILITY
MOTORIA

ABILITA’
SKILL
MOTORIA
SOFTWARE
SKILL (abilità motoria)

Sequenza motoria appresa e automatizzata


attraverso la ripetizione e interiorizzazione
progressiva in funzione dell’esperienza
(Carbonaro – Manno)

Compito motorio, caratteristica che


distingue un esecutore abile da uno meno
abile (Schmidt – Wrisberg)
SKILL (abilità motoria)

Compito che richiede un movimento


volontario del corpo o degli arti per
raggiungere uno specifico obiettivo di
successo (Magill 2001)
SKILL (abilità motoria)

Ogni movimento (lanciare un giavellotto,


eseguire una battuta al salto o girare una
forchetta) è un’abilità motoria

Uno dei maggiori studiosi delle abilità


motorie fu Franklin Henry, psicologo
sperimentale che fra i primi utilizzò
l’approccio scientifico per la valutazione
dei gesti sportivi
Classificazione delle abilità
Abbiamo già detto come le abilità motorie
siano le più diverse

Può essere particolarmente utile,


utilizzando diversi punti di vista, classificarle
secondo diverse loro caratteristiche
principali
Classificazione delle abilità
Classificazione secondo l’organizzazione del compito

Abilità discreta: compito caratterizzato da un inizio e una


fine definita, solitamente di durata molto breve

Lanciare o calciare una palla, sparare con un fucile,


saltare, afferrare una palla o un oggetto, colpire una palla
da golf, eseguire uno smash a tennis, ecc.
Classificazione delle abilità
Classificazione secondo l’organizzazione del compito

Abilità seriale: quando più abilità discrete vengono


montate in sequenza per formare azioni più complesse.
L’ordine e l’esecuzione delle azioni condiziona il risultato
complessivo

Una diagonale in ginnastica artistica, il susseguirsi delle


porte in uno slalom di sci alpino, un salto in alto ecc…
Classificazione delle abilità
Classificazione secondo l’organizzazione del compito

Abilità continua: abilità organizzata in modo tale che


l’azione si svolge in modo continuativo e spesso ripetitivo
senza un inizio e una fine identificabili

Nuoto, corsa, pattinaggio, ciclismo, ecc.


Classificazione delle abilità
Classificazione secondo l’organizzazione del compito

Abilità Abilità Abilità


discreta seriale continua

Azioni
Inizio e fine Inizio e fine
discrete
ben non
collegate le
identificabili identificabili
une alle altre
Classificazione delle abilità
Classificazione secondo le caratteristiche della
situazione ambientale in cui viene espressa

Livello di prevedibilità
dell’ambiente

Closed skill: Open skill:


abilità chiusa abilità aperta
Classificazione delle abilità
DIMENSIONE DELLE OPEN – CLOSED SKILL
Closed skill Open skill

Ambiente Ambiente semi- Ambiente


prevedibile prevedibile imprevedibile
Ginnastica artistica Camminare su Giocare a calcio
una trave
Scrivere al Guidare una Incontro di lotta
computer macchina
Tagliare verdure Attraversare la Catturare una
strada gallina
Classificazione delle abilità
Dimensione dell’abilità cognitivo-motoria

Abilità Abilità
Motoria Cognitiva

La presa di la presa di
Qualche presa
decisione è decisione è
di decisione, un
minima, il massima, il
certo controllo
controllo motorio controllo motorio
motorio
è massimo è minimo

•Guidare una •Giocare a


•Salto in alto
macchina da scacchi
•Sollevamento corsa •allenare
pesi
•Giocare da •Tenere una
•Ginnastica alzatore lezione
Classificazione delle abilità
Classificazione sulla base del tipo di
movimento eseguito

Abilità Abilità non Abilità


Locomotorie Locomotorie Manipolative

Strisciare Girare
Lanciare
Quadrupedia Allungare
Ricevere
Camminare Ruotare
Colpire
Correre Spingere
Palleggiare
Saltare Tirare
Calciare
Balzare …


Ancora sulle classificazioni

Gentile nel 1987 studia un sistema che integri diverse


classificazioni.
E’ indirizzato ai fisioterapisti per ottimizzare l’intervento
di recupero ma può essere utile anche in altri ambiti.
E’ un sistema a 2 dimensioni che tiene in
considerazione sia la tipologia del compito che le
richieste dell’ambiente
Sistema bidimensionale di Gentile
Prospettiva basata sull’efficacia
dell’esecuzione:
caratteristiche dell’esecuzione abile

Definizione dello psicologo E.R. Guthrie:


Capacità di ottenere un risultato finale con la
massima sicurezza e il minimo dispendio di
energie

Vediamo tre aspetti:


1. Massima sicurezza
2. Dispendio minimo di energia
3. Tempo minimo di movimento
Prospettiva basata sull’efficacia
dell’esecuzione:
caratteristiche dell’esecuzione abile

1. Massima sicurezza

Ridurre significativamente
l’effetto del caso
Prospettiva basata sull’efficacia
dell’esecuzione:
caratteristiche dell’esecuzione abile

2. Dispendio minimo di energia

Ridurre al minimo e (in alcuni casi)


conservare l’energia sia fisica
che mentale
Prospettiva basata sull’efficacia
dell’esecuzione:
caratteristiche dell’esecuzione abile

3. Tempo minimo di movimento

In molte circostanze (non tutte)


poter ridurre il tempo di esecuzione
può rappresentare un vantaggio
L’uovo e la gallina

Prestazione Apprendimento
motoria motorio
Prestazione motoria
apprendimento motorio

Ogni volta che ci cimentiamo in un compito


motorio forniamo un certo livello di
prestazione
Possiamo dire che questa rappresenti il livello
di apprendimento raggiunto relativamente a
quel compito
Prestazione motoria
apprendimento motorio

Prestazione motoria:
sempre osservabile ed è influenzata da
diversi fattori

Apprendimento motorio:
è un processo interno che riflette il livelli di
capacità individuale di prestazione e che
potrebbe essere valutato in base alla relativa
stabilità delle esecuzioni di un compito
Gli stadi della prestazione e
dell’apprendimento
Approccio alla prestazione motoria
basato sul problema

Porre le domande giuste

Chi Cosa Dove


Approccio alla prestazione motoria
basato sul problema

Chi

Chi? Il soggetto
È la componente più importante di ogni
situazione di prestazione motoria.
Livello di capacità, esperienze pregresse,
motivazione, livello emotivo
Approccio alla prestazione motoria
basato sul problema

Porre le domande giuste

Chi Cosa Dove


Approccio alla prestazione motoria
basato sul problema

Cosa

Cosa? Il compito
componente senso –percettiva
Presa di decisione
Esecuzione motoria
Approccio alla prestazione motoria
basato sul problema

Porre le domande giuste

Chi Cosa Dove


Approccio alla prestazione motoria
basato sul problema

Dove

Dove? Il contesto
A casa
Da solo in palestra, all’aperto
Davanti ad un pubblico
Tempo di esecuzione determinante

Potrebbero piacerti anche