Sei sulla pagina 1di 2

Giocatore: Emanuele

House: Devil

Visage: Radiance*

Fazione: Faustians

Concetto: L’Angelo Cieco*(atavic form)

Angelo minore, strettamente legato agli umani, dai quali il suo concetto prende direttamente forma.

Colui che, tramite del divino, fa nascere negli uomini i germi di visioni ed intuizioni che contribuiscano alla
loro elevazione (materiale e spirituale), si nutre e si accresce del Puro Orgoglio che questo riverbera nel
creato stesso davanti ai suoi simili e fino a Dio.

Il Primo Male, l’omicidio di Abele, la guerra e la conseguente caduta distorcono il suo stesso essere
introducendo il Peccato nella creazione. Dio stesso ha rinnegato la sua opera e i migliori tra i suoi figli,
l’elevazione è solo illusoria e, realmente, pura sete di potere. L’orgoglio del creato stesso è solo Cieca
Superbia… ma se non vi è più un Dio nella creazione e gli angeli stessi, esecutori della sua volontà, sono
scomparsi allora superbia ed orgoglio, altrimenti impuniti, hanno un solo ed unico giudice.

Si “strappa” gli occhi al tempo della guerra, quando Dio si rivolta contro i suoi figli ed il mondo perfetto che
stavano creando viene devastato.

L’ospite: Il predicatore

Prete protestante gallese di mezza età, ha passato la vita girando il mondo per svolgere la sua attività. La
sua vocazione nasce in giovane età in seguito alla morte della madre. Tradito dalla scienza, che non aveva
saputo salvarla, si getta tra le braccia della fede trovando in essa un sicuro rifugio. Diventa un sacerdote
militante, sempre dalla parte degli ultimi, impiegato nelle diocesi più difficili, in continua lotta per salvare il
salvabile nelle parrocchie dei peggiori sobborghi e delle periferie più malfamate.

Lavora a stretto contatto con i pochi poliziotti ancora onesti e i rari giornalisti abbastanza coraggiosi da non
piegarsi alle intimidazioni, trovandosi spesso ad essere l’ago della bilancia capace di determinare la sorte di
coloro che si è ripromesso di proteggere (alleati).

Perde la fede quando, nel tentativo di porre fine ad una guerra tra gang di quartiere, denuncia un giovane
alla polizia da lui ritenuto colpevole di aver iniziato la faida. Il giovane, prelevato da alcuni agenti in
borghese, non raggiunge mai la centrale ma viene consegnato alla gang rivale e da questi barbaramente
ucciso. Raggiunge troppo tardi il luogo dell’esecuzione, dove lui stesso viene aggredito e lasciato in fin di
vita.**
**l’idea è che venga accecato o quasi (per creare una connessione con il demon) e riacquista la vista una
volta questo lompossiede.

Potrebbero piacerti anche