Sei sulla pagina 1di 17

DIAGNOSTICA

PSICOLOGICA
lezione la nascita dei test in
!
psicologia
Paola Magnano

paola.magnano@unikore.it

l’idea di test come reattivo diagnostico nasce e si sviluppa con i


tentativi di misurare le differenze tra le persone in risposta a stimoli Due psicologi francesi, Binet e Simon, su incarico del
uguali Ministero dell’Istruzione, mettono a punto (1905) un test in
Alla fine dell’ottocento Galton (1883): misura numerose caratteristiche grado di discriminare gli allievi bisognosi di istruzione
fisiche e psichiche, quali tempi di reazione a stimoli visivi e uditivi, di differenziata.
oltre 17 mila persone Nasce nel 1908 il concetto di età mentale: età rilevabile dal
J. McKeen Cattell (1890) dà la prima definizione di ‘test mentali’ test e relativa alle capacità medie dei bambini di quell’età
Arrivano le prime critiche di chi non trovava correlazioni tra test Nel 1916 Terman alla Stanford University appronta la
mentali e profitto scolastico (Wissler, 1901, allievo di Cattell): ma i test versione americana del test e introduce il Quoziente
mentali in realtà misuravano solo una parte delle abilità psichiche (ad intellettivo: (età mentale / età cronologica) x 100
es. tempi di reazione): alla ricerca di caratteristiche più ‘cognitive’
I rischi di una impropria ‘misurazione della mente’
Diffusione dei test nella pragmatica società statunitense Logica dell’«uomo giusto al posto giusto» nelle fabbriche
Valutazione dei soldati per la prima guerra mondiale (Army Selezione di bambini ‘ipodotati’ per le «classi differenziali»
Alpha o Beta nella versione per analfabeti o non esperti Si rischia di considerare scientifiche procedure di selezione/
nella lingua inglese): vengono valutate quasi 2 milioni di esclusione
persone Alla fine degli anni ’60 viene segnalata la pericolosità sociale
Le aziende e le scuole usano strumenti per la misurazione dei tanti ‘scrutatori di cervelli’ (Brainwatchers)
delle attitudini e delle capacità sia cognitive che di L’American Psychological Association (APA) mette a punto
adattamento. specifiche norme su come costruire e usare i test. Queste
norme (revisionate) sono ancora in vigore.

1. insieme di stimoli (items) rigorosamente standardizzati


2. modalità di somministrazione rigorosamente standardizzate.
Ad esempio:
la sequenza delle prove, i tempi per ciascuna, ecc. sono
sempre uguali;
cos’è un test le ‘istruzioni’ da dare al soggetto non possono essere
modificate;

psicometrico l’ambiente in cui il test è applicato (setting) deve essere privo


di elementi di distrazione o comunque di variabilità.
Questa standardizzazione è il fondamento della attendibilità del
test, cioè la sua ripetibilità alle stesse condizioni in tempi e luoghi
diversi
5. I punteggi sono convertibili in valori standard
3. Gli stimoli sono rappresentativi di una certa funzione
cognitiva o area della personalità 6. I punteggi sono riferiti ad un campione normativo
il test è tanto più valido quanto più tale rappresentatività è rappresentativo della popolazione da cui è tratto il
adeguata, ossia si può essere certi che lo strumento rileva soggetto sottoposto ad esame;
tutto e solo ciò che tramite esso si intende rilevare. il lavoro preliminare compiuto dagli autori del test per
4. Le risposte del soggetto vengono codificate in modo garantire questa standardizzazione dei punteggi è
obiettivo ricavandone dei punteggi (scores). definito taratura.
Per l’assegnazione dei punteggi ci si avvale di griglie o di sulla base dei punteggi standard così ottenuti, è
schemi rigorosamente prefissati che accompagnano il
possibile quantificare le differenze tra soggetti nelle
manuale del test.
prestazioni al test

classificazione dei test classificazione dei test


in funzione dell’area che si propongono di misurare in funzione del mezzo utilizzato per l’applicazione

COGNITIVI NON COGNITIVI CARTA-MATITA STRUMENTALI


test di: scale di atteggiamento la somministrazione prevedono l’uso di
intelligenza test di personalità: avviene attraverso un oggetti, disegni,
attitudine proiettivi
modulo nel quale apparecchiature,
segnare le risposte computer…
profitto non proiettivi
classificazione dei test classificazione dei test
in funzione del modo di somministrazione in funzione della tipologia di item

INDIVIDUALI COLLETTIVI VERBALI NON VERBALI


la somministrazione possono essere sia le istruzioni che le sia le istruzioni che le
avviene ad una persona somministrati a più risposte vengono risposte vengono
per volta persone date attraverso l’uso date attraverso gesti,
(es. i test strumentali) contemporaneamente
della lingua diagrammi, grafici
(es. test carta-matita)

classificazione dei test classificazione dei test


in funzione della tipologia di performance richiesta in funzione del modello di riferimento

DI VELOCITÀ DI EFFICIENZA
concedono un tempo NOMOTETICI IDIOGRAFICI
sono costituiti da prove
molto facili che devono maggiore per permettere a psicometrici, i cui colgono e valutano aspetti
essere risolte in un tempo ciascuno di tentare di punteggi vengono riferiti unici e specifici
molto limitato; è molto rispondere a tutte le a campioni normativi dell’individuo
difficile rispondere a tutto domande; prevedono
prove di difficoltà crescente
un test di intelligenza è costituito da un
insieme di compiti la cui soluzione richiede
COM’È COSTRUITO alla persona una capacità di ragionamento
UN TEST DI ‘primaria’ detta abilità cognitiva generale
INTELLIGENZA? questa viene misurata dal numero di compiti
eseguiti correttamente

tipi di item livello di difficoltà degli item


Intelligenza fluida
intelligenza cristallizzata
-caratt.zata dalla capacità indice di difficoltà degli item: si calcola sulla
di risolvere problemi, -connessa alle conoscenze base della percentuale di risposte corrette:
comprendere relazioni e e alle competenze acquisite
con l'esperienza
consente di graduare la difficoltà degli item nel
fare sintesi, indipend.nte
-compiti che rispecchiano test
dagli appr.ti pregressi
-compiti basati su l'influenza della solitamente si parte dagli item più facili per
materiale talmente noto, scolarizzazione o del livello
socio-culturale arrivare a quelli più difficili, inserendo a intervalli
da escludere l'influenza
della cultura o
qualche item più facile di quello precedente
dell'appr.to
item ad esclusione item ad esclusione

bisogna identificare la categoria che sottolineare l’animale da scartare:

accomuna tutti gli elementi tranne uno, pescecane / aringa / barracuda / balena / merluzzo
c i o è i d e n t i fi c a r e l a r e l a z i o n e d i sottolineare la parola da scartare:
somiglianza e differenza tra gli elementi impresa / premi / rima / resa / mare / esami / parco / misera
dell’insieme opulento / detergente / stazione / illazione/ abilità / polizia

item ad esclusione
sottolineare la figura da scartare:

INTELLIGENZA
FLUIDA O
1 2 3 4 5 CRISTALLIZZATA?

6 7 8 9
item analogici item analogici
utilizzano le analogie: il soggetto deve automobile sta a ruota come cavallo sta a:

dedurre sulla base di un esempio che gamba / coda / galoppo / furgone / guida

viene fornito, la relazione che intercorre Manzoni sta a Promessi Sposi come Joyce sta a :
tra due parole, una delle quali fornita Verga / Medea / Ulisse / Enea / Guerra e pace
nell’item e l’altra da scegliere tra una piano sta a solido come linea sta a :
serie di alternative circolo / quadrato / angolo / piano/ rettangolo

item analogici con figure item analogici con lettere o numeri

sta a come sta a:


D sta a H come P sta a:
O/L/C/T/V
3
1 2 196 sta a 14 come 256 sta a :
11 / 23 / 9 / 31 / 16
4 5
il livello di difficoltà deriva dalla item a sequenza
complessità della relazione da dedurre sono costituiti da serie di numeri, figure o
più raramente parole in un determinato
anche se il contenuto dell’item può ordine: al soggetto viene richiesto di
renderlo adatto a misurare l’intelligenza inserire il numero, la figura o la parola
cristallizzata, il ragionamento richiesto mancante dalla serie.
per risolvere le analogie è correlato con A volte sono previste le alternative di
l’intelligenza fluida risposta, altre volte no.

item a sequenza item a sequenza


quale delle 6 figure numerate completa la serie seguente?
trovare i numeri che mancano nella seguente serie

7 10 9 12 11 ___ ___
inserire il numero che manca 1 2 3

3 48 8 5 ? 7

4 5 6
4 2
item di vocabolario item di vocabolario
un consiglio comprensibile è:
misurano l’abilità e la fluidità verbale.
cattivo / comprensivo / intelligibile / buono
Richiedono di riconoscere il significato di quale di queste parole ha lo stesso significato di
parole, di identificarne sinonimi o spinta:
contrari, oppure di produrre in un tempo grido / bevanda / urto / segno
limitato il maggior numero di parole con
scrivere in un minuto quante più parole che
certe caratteristiche date. cominciano con le lettere SC

item di abilità spaziale item di abilità spaziale


indicare tra le figure della prima riga quella che è
rappresentata, proiettata su un piano, nella seconda riga
sono basati sull’abilità di visualizzare
figure bi o tridimensionali anche se
cambia l’orientamento 1 2 3 4
considerazioni generali
scelta dei distrattori:
non si possono scegliere alternative troppo diverse o
improbabili rispetto alla risposta esatta, altrimenti la
risposta viene facilitata i test di personalità
numero dei distrattori:
devono essere in numero sufficiente a rendere la
risposta casuale non troppo probabile

questionari o inventari di questionari o inventari di


personalità personalità
consistono in un insieme di item posti in
forma di affermazioni che riguardano non esistono risposte giuste o
comportamenti o sentimenti cui la sbagliate
persona deve rispondere dichiarando il non esistono item facili o difficili
suo assenso o meno
item dei questionari di personalità item dei questionari di personalità
item con scale di valutazione: sono scale a 5 o a 7 punti
vero-falso: sono item dicotomici (giusto-sbagliato; si-no). (da mai a sempre; da per nulla a molto).
“Quando decido di fare una cosa la faccio” Vantaggi: il maggior numero di possibili risposte favorisce la
Limite: sono restrittivi non prevedendo possibilità intermedie variabilità e la discriminatività delle distribuzioni di frequenza
Usano item dicotomici: MMPI, CPI, EPQ Punti critici: lo “stile di risposta”, cioè la tendenza delle
item tricotomici: prevedono un terzo punto nella scala persone ad adottare una modalità costante
dicotomica (si-no-non so; vero-falso-incerto; di solito-mai- indipendentemente dal contenuti degli item (punteggi
qualche volta) estremi o punteggi intermedi)
Usano item tricotomici: 16 PF Usano le scale di valutazione: BFQ

test proiettivi
sono costituiti da un insieme di stimoli
per lo più ambigui che la persona cui
viene sottoposto deve descrivere. Si
fondano sull’ipotesi che le descrizioni di
fronte a stimoli incerti riflettano aspetti
legati ai vissuti più nascosti
Rorschach
Thematic Apperception Test altri tipi di test proiettivi

completamento di frasi (es. Picture Frustration Study, di


Rosenzweig; Favole della Düss)
disegno libero (figura umana di Machover; famiglia di
Corman)
manipolazione di oggetti con i quali si chiede di
costruire una situazione (es. Sceno test di Von Staabs; Test
del Villaggio di Arthus)

alcune difficoltà nella misura della personalità scale di misura degli atteggiamenti
sono costituite da insiemi di affermazioni o
item ai quali la persona è invitata a dare il suo
uso di test tradotti: non equivalenza dei
costrutti nei diversi contesti culturali assenso. L’ipotesi è che attraverso questo
desiderabilità sociale: anche questa varia in assenso o dissenso sia possibile misurare
funzione delle culture l’atteggiamento della persona rispetto ad un
dato argomento, lungo un continuum di
favorevolezza-sfavorevolezza
le scale di Likert le scale di Likert
Esiste una dimensione continua sottostante che
utilizzano scale di valutazione a 5 o a 7 punti, rappresenta l’atteggiamento e ogni item è in relazione
da sono completamente d’accordo a sono monotóna con questa: un atteggiamento più favorevole
verso un oggetto produce un punteggio più elevato
completamente in disaccordo
sull’item.
a volte si preferiscono le scale a 6 punti, se si Anche la somma dei punteggi è in relazione monotóna
vuole evitare la posizione intermedia (neutra) con l’atteggiamento: un punteggio totale più alto indica
allora un atteggiamento più favorevole.

le scale di Likert le scale di Likert


molto in abbastanza in né d’accordo né abbastanza
molto d’accordo
disaccordo disaccordo in disaccordo d’accordo
Ogni item è un indicatore del costrutto teorico
1 2 3 4 5
sottostante che la scala vuole misurare. Questo è
detto variabile latente. Il punteggio totale di un soggetto, che indicherà la sua
posizione sul continuum dell’atteggiamento, si ottiene
È latente in quanto non direttamente osservabile; è
sommando i punteggi attribuiti alle risposte di quel soggetto
variabile in quanto alcune sue proprietà variano in
agli item della scala. Da questa operazione derivano le
persone o condizioni diverse. denominazioni di “metodo dei punteggi sommati” o di “scala
additiva”.
il Differenziale Semantico
Osgood, Suci, Tennenbaum, 1957
consente di quantificare l’aspetto
connotativo del significato attribuito ad
deriva da studi di psicolinguistica
un concetto, senza porre domande
si fonda sull’idea che ogni concetto possiede un dirette
aspetto denotativo (oggettivo e condiviso) e un
aspetto connotativo (soggettivo e collegato alle
quantifica le reazioni cognitive ed
reazioni emotive ed affettive) affettive suscitate da un concetto-stimolo

I DISABILI
si presenta un concetto-stimolo che viene fatto Per ciascuna coppia di aggettivi opposti, scegli quale è più indicato per descrivere le
persone disabili. Indica poi se l’aggettivo scelto le descrive Molto, Abbastanza o Poco,
valutare su una serie di coppie di aggettivi mettendo una crocetta nell’apposita casella. Usa la casella centrale solo quando né l’uno
né l’altro dei due aggettivi si adattano
polari (opposti tra loro) molto abbastanza poco poco abbastanza molto

FORTE 7 6 5 4 3 2 1 DEBOLE
il soggetto deve indicare a quale dei due polari
il concetto si avvicina di più, quantificando tale INDIPENDENTE 7 6 5 4 3 2 1 DIPENDENTE

distanza su una scala a 7 livelli AGGRESSIVO 7 6 5 4 3 2 1 PACIFICO

SUPERFICIALE 7 6 5 4 3 2 1 PROFONDO
VALUTAZIONE DELL’IMMAGINE DI SÉ
Differenziale Semantico per la valutazione del sé attuale

Nome e cognome ______________________________________________________________________________________________________________________


Età _________________________ M□ F □ Classe _________________________
Scuola/Corso di laurea _____________________________________________________________________________________________________________

il Differenziale Semantico per la ▶ Valuta te stesso (come realmente sei).


Per ciascuna coppia di aggettivi opposti, scegli quale è più indicato per descrivere te stesso.
Indica poi se l’aggettivo scelto ti descrive Molto, Abbastanza o Poco, mettendo un crocetta
Valutazione dell’Immagine di Sè nella apposita casella. Usa la casella centrale solo quando né l’uno né l’altro dei due aggettivi ti
descrivono come effettivamente sei.

Molto Abbastanza Poco Poco Abbastanza Molto

Concetto-stimolo: 1 FORTE DEBOLE

2 INDIPENDENTE DIPENDENTE

Io come sono (Sè reale) 3 AGGRESSIVO PACIFICO

4 PROFONDO SUPERFICIALE

Io come vorrei essere (Sè ideale) 5

6
FREDDO

RIFLESSIVO
CALDO

IMPULSIVO

7 INDESIDERABILE TEST 3a
DESIDERABILE
Io come penso che gli altri mi vedano (Sè SECONDARIA
8 DI 1° GRADO – SECONDARIA DI 2° GRADO – UNIVERSITÀ
ESPANSIVO CHIUSO

sociale) 9 PESSIMISTA OTTIMISTA

10 CALMO VALUTAZIONE DELL’IMMAGINE DI SÉ


AGITATO

11
Differenziale Semantico per la valutazione del sé MATURO
IMMATURO
attuale
12 FRAGILE RESISTENTE

13 DISTESO TESO
Nome e cognome ______________________________________________________________________________________________________________________
14 _________________________
Età INSIGNIFICANTE M □ F □ Classe _________________________ IMPORTANTE

15 ATTIVO di laurea _____________________________________________________________________________________________________________


Scuola/Corso PASSIVO

16 INSICURO SICURO
▶17
Valuta te stesso (come realmente sei).
GUSTOSO DISGUSTOSO
Per ciascuna coppia di aggettivi opposti, scegli quale è più indicato per descrivere te stesso.
18 INSTABILE STABILE
Analisi descrittiva: si uniscono le ‘crocette’ segnate
Indica
nella
poi se l’aggettivo scelto ti descrive Molto, Abbastanza o Poco, mettendo un crocetta
D
19 apposita
SEMPLICE casella. Usa la casella centrale solo quando né l’uno né l’altro dei due aggettivi ti
COMPLICATO
descrivono come effettivamente sei. E
da ogni soggetto nelle diverse scale e si ottiene un A
20 TENERO DURO
S
21 DIFFIDENTE Molto Abbastanza Poco Poco Abbastanza Molto FIDUCIOSO
profilo idiografico per ciascun concetto valutato N 1 FORTE x DEBOLE C
A 2 INDIPENDENTE x
120 ◆ © 2013, S. Di Nuovo e P. Magnano, Competenze trasversali e scelte formative, Trento, Erickson
DIPENDENTE
R
Analisi quantitativa: si calcolano 3 fattori (ottenuti 3 AGGRESSIVO x PACIFICO
L I
tramite procedure statistiche) facendo la media 4 PROFONDO x SUPERFICIALE
I 5 FREDDO x CALDO T
ponderata degli aggettivi collocati in ciascun S 6 RIFLESSIVO
x IMPULSIVO T
fattore; si confrontano con le norme ottenute dalla I 7 INDESIDERABILE x DESIDERABILE
I
8 ESPANSIVO x CHIUSO
V
taratura dello strumento 9 PESSIMISTA x OTTIMISTA
A
10 CALMO
x AGITATO

11 IMMATURO x MATURO

12 FRAGILE RESISTENTE

13 DISTESO TESO

14 INSIGNIFICANTE IMPORTANTE

15 ATTIVO PASSIVO

16 INSICURO SICURO
gnato dal soggetto, va calcolato 8-X. Ad esempio per la scala FREDDO-CALDO
se il soggetto indica 2 va registrato (8-2) = 6, così da attribuire il punteggio al polo
positivo della scala.
Sono escluse dal calcolo dei fattori le scale idealista/realista e conservatore/
progressista che servono a scopo descrittivo (si veda esempio più avanti), non
avendo un polo «positivo» definibile a priori.
Riepilogando, il calcolo dei punteggi fattoriali avviene nel modo indicato
nella tabella 4.5.

TABELLA 4.5
Calcolo dei punteggi fattoriali per il Differenziale Semantico

Maschi Femmine

Punt. fattore E
(1+2+7*+8+9*+12*+14*+15+16*+17+22+2 (1+2+7*+8+12*+14*+15+16*+17+22+25+ Energia e dinamicità, percezione di sé come
5+29+33*+35)/15 29+31+33*)/14
(3+5*+19+20+21*+23+28*+34+36*)/9 (3+4+5*+11*+19+20+21*+23+27+28*+34 persona sostanzialmente attiva nell’orientamento
Punt. fattore A
+36*)/12
Punt. fattore S (4+6+10+11*+13+18*+26*+27+30*+31)/10 (6+9*+10+13+18*+26*+30*+35)/8
verso la vita. La persona con punteggio elevato
* indica i polari che vanno invertiti per la valutazione al polo positivo, per i quali il punteggio da assegnare è 8-X,
essendo X il valore segnato dal soggetto.
in questo fattore ha notevole sicurezza interiore
TABELLA 4.6
Collocazione fattoriale dei polari e si presenta agli altri come vivace ed
Maschi Femmine esuberante. Punteggi bassi caratterizzano la
46 Competenze trasversali e scelte formative
1. ◆FORTE E E
2. INDIPENDENTE E E persona come insicura e passiva, con limitata
3. AGGRESSIVO
4. PROFONDO
A
S
A
A
fiducia nelle proprie capacità
5. FREDDO* A* A*
6. RIFLESSIVO S S
7. INDESIDERABILE* E* E*
8. ESPANSIVO E E
9. PESSIMISTA* E* S*
10. CALMO S S
11. IMMATURO* S* A*
12. FRAGILE* E* E*
13. DISTESO S S
14. INSIGNIFICANTE* E* E*

Stabilità emotiva, percezione di un assetto


15. ATTIVO E E
Affettività positiva, percezione
16. INSICURO* E* di séE* come
persona capace di sentimenti
17. GUSTOSO
18. INSTABILE*
E
S*
ed affetti
E
S*
che emotivo caratterizzato da calma, tranquillità,
favoriscono un rapporto soddisfacente
19. SEMPLICE A con gli
A ordine interiore e riflessività. Punteggi bassi
20. TENERO A A
altri (tolleranza, altruismo, A*apertura). Punteggi
21. DIFFIDENTE* A* caratterizzano una persona emozionalmente
22. VELOCE E E
bassi caratterizzano una persona
23. TOLLERANTE A aggressiva,
A disordinata, tendente a perdere la calma e a
centrata sul sé e poco portata ad unaE reale manifestare le emozioni in modo poco
24. IDEALISTA – -
25. VIVACE E

apertura affettiva
26. ANSIOSO*
27. COERENTE
S*
S
S*
A
controllato
28. EGOISTA* A* A*
29. CAPACE E E
30. DISORDINATO* S* S*
31. EFFICIENTE S E
32. CONSERVATORE – -
33. INDECISO* E* E*
34. SINCERO A A
35. SODDISFATTO E S
36. INGIUSTO* A* A*
Nella valutazione è importante considerare la combinazione tra
i fattori:
Elevata affettività positiva (A+) congiunta a bassa energia (E-)
caratterizza una persona passiva e dipendente dagli altri
Bassa affettività positiva (A-) associata ad elevata energia (E+)
qualifica un soggetto eccessivamente duro e competitivo,
sostanzialmente egocentrico
Scarsa stabilità emotiva (S-) insieme ad alta dinamicità (E+)
comporta un atteggiamento verso la vita frenetico e
abbastanza a rischi di nevrosi