Sei sulla pagina 1di 259

Informazioni su questo libro

Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google
nell’ambito del progetto volto a rendere disponibili online i libri di tutto il mondo.
Ha sopravvissuto abbastanza per non essere più protetto dai diritti di copyright e diventare di pubblico dominio. Un libro di pubblico dominio è
un libro che non è mai stato protetto dal copyright o i cui termini legali di copyright sono scaduti. La classificazione di un libro come di pubblico
dominio può variare da paese a paese. I libri di pubblico dominio sono l’anello di congiunzione con il passato, rappresentano un patrimonio storico,
culturale e di conoscenza spesso difficile da scoprire.
Commenti, note e altre annotazioni a margine presenti nel volume originale compariranno in questo file, come testimonianza del lungo viaggio
percorso dal libro, dall’editore originale alla biblioteca, per giungere fino a te.

Linee guide per l’utilizzo

Google è orgoglioso di essere il partner delle biblioteche per digitalizzare i materiali di pubblico dominio e renderli universalmente disponibili.
I libri di pubblico dominio appartengono al pubblico e noi ne siamo solamente i custodi. Tuttavia questo lavoro è oneroso, pertanto, per poter
continuare ad offrire questo servizio abbiamo preso alcune iniziative per impedire l’utilizzo illecito da parte di soggetti commerciali, compresa
l’imposizione di restrizioni sull’invio di query automatizzate.
Inoltre ti chiediamo di:

+ Non fare un uso commerciale di questi file Abbiamo concepito Google Ricerca Libri per l’uso da parte dei singoli utenti privati e ti chiediamo
di utilizzare questi file per uso personale e non a fini commerciali.
+ Non inviare query automatizzate Non inviare a Google query automatizzate di alcun tipo. Se stai effettuando delle ricerche nel campo della
traduzione automatica, del riconoscimento ottico dei caratteri (OCR) o in altri campi dove necessiti di utilizzare grandi quantità di testo, ti
invitiamo a contattarci. Incoraggiamo l’uso dei materiali di pubblico dominio per questi scopi e potremmo esserti di aiuto.
+ Conserva la filigrana La "filigrana" (watermark) di Google che compare in ciascun file è essenziale per informare gli utenti su questo progetto
e aiutarli a trovare materiali aggiuntivi tramite Google Ricerca Libri. Non rimuoverla.
+ Fanne un uso legale Indipendentemente dall’utilizzo che ne farai, ricordati che è tua responsabilità accertati di farne un uso legale. Non
dare per scontato che, poiché un libro è di pubblico dominio per gli utenti degli Stati Uniti, sia di pubblico dominio anche per gli utenti di
altri paesi. I criteri che stabiliscono se un libro è protetto da copyright variano da Paese a Paese e non possiamo offrire indicazioni se un
determinato uso del libro è consentito. Non dare per scontato che poiché un libro compare in Google Ricerca Libri ciò significhi che può
essere utilizzato in qualsiasi modo e in qualsiasi Paese del mondo. Le sanzioni per le violazioni del copyright possono essere molto severe.

Informazioni su Google Ricerca Libri

La missione di Google è organizzare le informazioni a livello mondiale e renderle universalmente accessibili e fruibili. Google Ricerca Libri aiuta
i lettori a scoprire i libri di tutto il mondo e consente ad autori ed editori di raggiungere un pubblico più ampio. Puoi effettuare una ricerca sul Web
nell’intero testo di questo libro da http://books.google.com
| 08 В
Ph:1prilele Ring2 .

Hulll - 703

Bibliothi Hereticco
LA

LITURGIA

OVERO

LA MANIERA

DI CELEBRARE

IL SERVIZIO

DIVINO

PER USO

Delle Chieſe riformare

DELLA VALLE
DI

BERGALLIA

Stampata

IN COIR

PRESSO LA VEDOVA D ' ANDREA


PFEFFER , MD CC XLIX .
ได้ )
(
Avvertimento

À I'

LEGGITORI.

Er prevenire la taccia

di coloro , i quali in

aprendo, o leggendo

queſto Libretto , ve

dranno una si frequente varietà di

carattere , di rotondo , di corſivo gran

de, e di corſivo più piccolo , s é giu

dicato ſpediente di renderne da bel


X 2 prin
principio ragione. E da ſaperle per

tanto , che in parte per ajutar l' Im

preſſore, cb'era mancante di numero

fufficiente di caratteri rotondi perfor

mar talora folamente un mezzo fo

glio di Stampa, ed in parte per con

traſſegnare le parole, ed i ſentimenti

cavati dalla Santa Scrittura ,


coi qua

li fie a bello ſtudio cercato di come

porre più che ſia ſtato poſsibile , tutte

le Preghiere ; acciocchè il Popolo ab

bia a pregar Dia più colle parole ſteſ

ſe di Dio ,che con quelle dell'uomo

fi ha fatto uſo del carattere corſivo

più piccolo. Il corfivo più grande

ſerve o per le brievi Eſortazioni, che

pręcedono quaſi ogni Preghiera , di

Joller
I follevar le menti ed i cuori a Dio , e

di pregar con divozione ;


' o per ſegnar

le Rubriche , cbe fi giudicarono ne

ceſſarie d'apporvi per lume e regola

de M. M. R. R. Signori Mi

niflri
. Del reſtante s ' aſsicura , che

tutt' i luoghi della Santa Scrittura s

doperati ed introdotti in queſte Pre

ghiere , quantunque non fa veggano

le citazioni, le quali per non recar

» confuſione ai Leggitori , in frappo

nendovi delle cifre aritmetiche , o let

tere alfabetiche nel corpo delle Pre

ghiere , ſi ſono ommeſſe , forno ſtati

con ogni attenzione e diligenza colla

zionati collº Originale , e ſpezial

mente con quello della Traduzione


Italia
te
Italiana del Deodati univerſalmen

dalla Chieſa Vangelica approvato.

Vivete felici , e pregate Dio

per chi lungamente s'affa

ticò per il voſtro ſpiri

tuale vantaggio
1.
with wife wollen

calanan neppe night acela orele

PREGHIERA

Da farſi la Domenica mattina

dinanzila

PREDICA

La Grazia del Signor noftro Ge

ſucriſto , la Carità di Dio Padre , e

la Comunion del Santo Spirito ſia ora

ed in eterno con tutti noi pove

ri peccatori. Amen .

FRATELLI E SORELLE

dilectiſsimi nel Signore.

Umiliamoci profonda

mente dinanzi il Trono del

A la
FORMULARIO

la Grazia di Dio , ed invo

chiamolo tutti inſieme in

iſpirito e verità , dicendo :

ed immenſo Iddio , e

Padre delle mifericordie , noi cons

felsiamo dinanzi la fuprema

Tua Maeſtà d ' eſſere miſera

bili peccatori , conceputi e nati nell

iniquità e corruzzione , incapa

ci di far qualunque bene , ed in

clinatiſoltanto dalla noſtra gioventu'a

commetter ilmale ; coſicchè a ca

gion di queſta noſtra corruz

zione cotidianamente traſgre


dendo
' DELLE PREGHIERE . 3

dendo i ſanti Tuoi comandamen

ti ci tiriamo ſovra di noi per

Tuo giuſto giudizio.,e da noi ben

meritato caſtigo l'eterna per

dizione. Quindi, Signor noftro

Iddio, concepiamo nel più pro

fondo del noſtro cuore un ve .

ro e ſincero diſpiacere d'aver


2
ti in varie maniere offeſo , e

condanniamo noi ſteſsi ad un


a
continuo ed inceſſante penti

mento , implorandola graziaTua

divina; acciocchè venga in ſoc

corſo della noſtra miſeria e ca

lamità . Dehi voglia Tu ,old


1

dio e Padre noftro dementiſsimo , per

la mediazione dell' Unigenito e

dilettiſsimo Tuo Figliuolo e Salvador


noſtre
4 FORMULARIO

noſtro Geſucriſto condonarci tutti


commeſsi noſtri peccati coi pen

fieri , celle parole , colle ope

re , e colle ommeſsioni, e ri

gettarli dalla Tua faccia; accioc

chè più non Ti compariſcano

dinanzi per provocar contra di

noi la Tuagiuſta collera e ven .

detca . Ed oh ! potelsimo noi

fare , che i peccati da noi fino

ad ora commeſsi non foſſero

giammai ſtati commelsi ! Ma

poichè per noſtra gran diſav

ventura ci è impoſsibile il ciò

fare , Ti promettiamo , e fer

mamente riſolviamo in queſto

punto di non voler mai più in


avvenire offender Te , Did f

grande
DELLE PREGHIERE.

grande, Dio ſi buono, Dio fe benefico

verſo dinoi , e di fuggie in ol


tre tutte quelle occalioni , che

per lo pallato'c'induſſeco ſgra

ziatamente a peccare. Vieni

Tu pertanto colla onnipoffen

te Tua Grazia , ſenza di cui non


fiamo valevoli non che ad ele

i guire', ma neppur a concepir

Lolcanco un buon proponi

mento , vieni , ah ! vieni in aju

. to dell' inata noſtra fiacchezza

e miferia. Illumina. Tx la no

ftra mente , corrobora la no

ftra volontà , ſeda il tumulto

delle ree noſtre paſsioni; ac .

ciocchè poſsiam per tutto il

corſo della noſtra vita fedel

. A 3 mente
' FORMULARIO

mente ed inviolabilmente ſer

bar il proponimento e la rifo

luzione , cui ora facciamo più

col cuore , che colla lingua di

voler piuttoſto morire , che

mai più offender Te noftro Dio ,

noftro Padre , noſtro Signore e Soura

no. Oltra di ciò Tiſupplichia

mo ancora di concederci , per

ſola e ſomma Tua benignità ,

la grazia , che tanto folpiria

mo , di morir interamente al

mondo , alla carne , al pecca

to , ed a tutte le sfrenate cu

pidigie ; ſicchè affatto ſpoglia


tici del vecchio uomo con tutte le mal

vagie ſue operazioni , ci veftiamo del

nuovo , che fu rinnovato ſecondol


'im
magine
DELLE PREGHIERE . 7

magine del ſuo Creatore per cammi

nar in avvenire in una nuova vita ,

e divenụci per Tua grazia nuo

be creature in Criſto ſecondo lo

: { pirito , Ti ſerviamo dinanzi il di

vin Tuo Coſpetto tutt' i giorni della

noſtra vita in una vera ſantità e giu

ſtizia.

E poichè ci troviamo pre

- lentemente quì radunati nel

Nome del Tuo dilettiſsimo Figliuo

llo per aſcoltar la ſanta , vera e

falutar Tua parola ( ſiccome

per annonziar con rendimento

umiliſsimo di grazie la Paſsione

e Morte del Salvador noſtro Geſu«

criſto nella ſua ſanta Cena , ) a

prici mediante il lume pene


1 trants
8 FORMULARIO

trante del Tuo Santo Spirito gli

occhi del cieco noftro intel.

letto , ed inſegnaci non tanto 1


!

a ben meditare la Tua parola ,

che ci verrà or' ora annonzia

ta , quanto a metterla in pra


tica , ( ed inſieme a celebrar

degnamente , e ricever con

frutto ſpirituale delle anime

noſtre il Tuo Santo Sacramento .)

Fa in oltre , che la debole no

ſtra fede vieppiù ſi fortifichi,

reſtino conſolati i noſtri cuo

ri , in noi s'accreſcano l'amo

re , la ſperanza , e la pazien

za , e l'eterna noſtra ſalvezza

fi promuova maggiormente , e

che il Tuo Santo Nome ſempre


mai
DELLE PREGHIERE. 9

mai per noſtro mezzo venga

lodato , glorificato e ſantificato.

Riguarda finalmente , o Si

gnore , cogli occhi dell'ineffabi

le ed eterna Tua miſericordia le

affilizzioni di tutta la Criſtianità ,

le anguſtie di tutte le perfone

7 tentate e tribolate , e le agitaa


zioni delle anime ſi timorate ,

1 come peccatrici, e vieni a mi

tigarle , a calmarle , a riſanarle .

Tutt ociò , é qualunque


g
altra coſa , che ciaſchedun di

noi in particolare deſidera in

conformità al Tuo divin volere

. d'ottener da Te, o Fonte ineſau

C. fta di grazie e di beneficen


ze . , Te lo domandiamo nel
2
B Nome
IO FORMULARIO

Nome e per l'interceſsione del

Tuo Figliuolo dilettiſsimo , ed unico


Sabador nofiro e Mediatore ap

preffo di Te , Geſucriſto , il qua

le cofi ci ha inſegnato a pre

garti.

Padre noſtro , che ſei ne" Cieli.

Sia ſantificato il Tuo nome.


1

Venga il Tuo Regno.

Sia fatta la Tua volontà ficcome nel

Cielo , coſa ancor in terra .

Dacci oggi il noſtro pane cotidiano.

E rimettici i noſtri debiti , hiccome

ancor noi rimettiamo ai noſtri de


bitori.

E non c'indurre in tentazione , ma

liberaci dal male ;

Percio
DELLE PREGHIERE . II

Perciocchè Tuo è il Regno , e la

poffanza , e la gloria , in ſempi

terno. AMÈN.

Aſcoltate ora , Fratellie

Sorelle dilectiſsimi , con vera

i pietà , riverenza e divozio

ne la ſanta parola di Dio ,

che in queſta maniera ci


/
vien deſcritta da ec. al Ca

pitolo ec .

PREGHIERA .

Per il giorno di Domenica

mattina dopo la Predica.


B 2 Eterno ,
I2 FORMULARIO

Terno , onipoſſente , cle


E mentiſsimo Iddio , e Padre

di Geſucriſto Signor noftra , vero

Padre di tutti coloro , che go.

dono la ſingolar prerogativa

di poterſi chiamar Tuoi figliuoli,

ecco ci preſentiamo nuova.

mente dinanzi la divina Tua pre

ſenza e Maeſtà per offerirti il

ſacrifizio delle noſtre labbra , il facri -

fizia di lade e di rendimento di gra

zie per noi ſteſsi, e per tutti

gli altri noftri Criſtiani Confra

telli aſſenti , e diſperſi per tut

to il mondo.

Ti ringraziamo primiera

mente , o benigniſsimo Iddio, per

che
DELLE PRÈGHIERE, 13

chè ci bai creati fecondo la Tua in

magine e ſomiglianza , data un'a

nima ragionevole ed immor


tale , dotati di corpo e di vita ,

ricolmati liberalmente e ric

camente fino all'ora preſente

di fanità , di pace , di beni, e

conſervataci la preziofa gem

ma della noſtra Libertà , Deh !

voglia Tu eſfer ancor in av


venire verſo di noi coſi pro

pizio e liberale , quantunque

i gravifsimi noftri peccati e


, l'

ingratitudine verfo di Te ufa

ta ce ne rendano affatto in

degni.

In ſecondo Luogo Tiren

diamo vieppiù umiliſsime gra.


B 3 zie ,
14 FORMULARIO

zie , ch'eſſendo per lo pecca

to del noſtro Progenitore A.

damo divenuti Tuoi nemici , la Tua

Miſericardia ci ha prevenuti , in man

dando al mondo 7 Unigenito Tu

Figliuolo Geſucriſto ; il quale Te


co ci ha riconciliati per mezza della

ſua morte , ed inſiememente ſod

disfece per i noſtri debiti alla

Tua Giuſtizia ; dimanieracch


e
applicandoci per una vera e
viva fede i ſuoi meriti , e la

ſua giuſtizia , e divenendo giu

ſtificati dalla ſua grazia , ſiamo eredi

ſecondo la ſperanza della Vita eterna.

In terzo luogo iſtantemen

te Ti fupplichiamo di voler

mandar ne’noſtri cuori lo Spi


rito
DELLE PREGHIERE . IS

· rito Tuo Santo , il quale ci lepari

:: dal volgo di coloro , che han

4 no una falſa od erronea cre .

** denza , e ſervono agl Idoli ;

do ci rigeneri giuſta la Tua ima

magine ; ci raduni nella Tua fan

la ta e vera Chieſa formata ſul mo

dello della Tua divina parola ;

do ci condoni tuttº i noſtri peccati , eci

o dia forza per reſiſtere median

ệ te la fede all'inimico Inferna

la le , e per non laſciarci atter

e rire ,, quando farà giunta la

& noftra ultima ora , dalla faccia


hi della morte . Conſerva inol

tre la Tua Chieſa , che geme

e ſotto il peſo della perſecuzio

i ne , e grida a Te : Ahi Signore ,


riguar
16 FORMULARIO

riguarda dalla Tua fantà caſa la

mia tribolazione , proteggi e

difendi la mia caula , affrettati

# venir in mio ajuto ; acciocché con

fufi e fvergognati rimangano coloro ,

che mi vogliono male e cercano

di perdermi. Dà grazia ai Pae

ftori, i quali furono dalTuo San

to Spirito ſtabilitiper reggere ed in

ftruire la Tua Chieſa ,


la quale col

ſangue del Tuo Figliuolo hai acqui

ftata , che in ogni coſa dieno ejem

pio di buone opere , nella dottrina ,

integrità , e gravita , e fedelmen

te cuſtodiſcano il depoſito della ve

ra dottrina loro affidato per lo

Spirito Santo , che abita in noi, Con

cedi ancora a tutti Re , Prin


ripi ,
DELLE PREGHIERE, 17

cipi, e Magiflrati -Criſtiani , e ſpe


zialmente Vangelici , che gover

nino con lenità , equità e giu ,


( tizia i loro Sudditi promuo

vano in tutte le loro impreſe

la maggior Tua gloria , invi.

• gilino alla conſervazion ede

- Itenſione della Vangelica Tus

Chieſa. Coſi pure concedi ai

Reggenti della cara noſtra Pa

tria , delle Tre Legbe , ed ai Mac

giſtrati di queſta Valle , ch ' eſer

1 citino i loro ufizi e carichi

rettamente , e ſecondo il Tuo

- volere ; acciocchè ſotto la loro

Reggenza meniamo una vita quieta

e tranquilla in ogni pieta e fraterna

- unione. Benedici la dilettiſsi


С
ARIO
IS FORMUL

ma noſtra Patria in genere ,

donale ſempre mai abbondan

e conſervale quel
za di vitto ,

la prezioſa libertà , che per Tua

merce da tanti anni felicemen .


:

te ella gode. Concedi a noi

tutti fanità e robuſtezza di

corpo , preſerva da ogni noce


vole accidente le frutta delle

noſtre Terre , benedici le no

ſtre fatiche e faccende , e diſtrug

gi i configli di chi meditaſſe la noſtra


rovina.

Finalmente Ti raccoman

diamo tutt'i poveri e biſogno

ſi, gli oppreſsi ed aftlitti ; ac


ciocchè Tu ſoccorra ognuno

di loro a miſura delle loro in

digenze,
DELLE PREGHIERE .

digenze. In ſomma dà a noi

tutti una vera figliale confi

denza d ' ottener tuttociò , che

: T'abbiamo , o celeſte noſtro Pan

dre , or ora domandato , come

i altresì una viva 1peranza di

li giunger un dì a poſleder l'e


il me
terna e beata vita per

è rito e la mediazione di Geſu ,

) criſto Tuo dilettiſsimo Figliuolo , dal


Da quale ſiamo ſtati iſtruiti a coli

pregarti.

Padre noſtro , ec , a carte 10 .

a una cifre ris an off o Galo enon una

Per benedir e li

0
cenziar il Popolo fi dira .

IL Signore vi benedica , e vi cuſto


C 2 diſca
20 FORMULARIO

diſca in tutte le voſtre vie ; il Șignore

faccia riſplender fovra di Voi il ſuo

volto; il Signore ha propizio a tutt' i

voſtri peccati per il ſuo fanto nôme ; vi

ajuti , e per la gloria dello ſteſſo quo

nome vi liberi da tutt' i pericoli.

Amatevi ſcambievolmente , effende

queſto il precetto del Signore .Pregate

gli uni per gli altri. Non vi di

menticate nelle voſtre Orazio :

ni dei Protettori del Vangelo , dei

Miniſtri, e della Chieſa di Geſucri

fto . Sovvengavi di ſoccorrer

colle limoſine a miſura della

poſsibilità voftra i poveri .

Trattenetevi ancor per

un poco a lodar Dio col can

to dei
DELLE PREGHIERE,

ore
to dei Salmi, e poi andate

vene in pace , él Dio della


*

pace e dell' amore viaccom

0
pagni, e reſti con ello voi

Jempre. Amen .

PREGHIERA

Dinanzi la Spiega

zione del Catechiſmo.


I

a LA Grazia del Signor noftro Geſu

criſto , la Carità di Dio Padre , e la

Comunion del Santo Spirito ſia ora


1
ed in eterno con tutti noi poveri
derno
peccatori. A MEN
C 3 0
FORMULARIO

O eterno , fapientiſsimo ,

c miſericordioſiſsimo Iddio ,

che ſei il Padre di coloro ,


i

quali per Tua grazia ſono ſtati

ammeſsi alle addozion di Tuoi figliuo

li, e che ci hai comandato non

ſolo d ' aver a cuore le Tue parole ,

che ci hai preſcritte , e dofjervar le

Tue leggi , ed ordinazioni , ma ezi

andio inculcarle ai noſtri figliuoli , e

di parlarne loro inceſſantemente ; eco

coci ora radunati nel Tuo San

ta nome ; affinchè fieno partico

larmente iſtruiti ſul fondamen

to della Tua vera e divina pa

rola i Giovani , e tutti colo

to e
ro , che d'intendimen ca

pacica
DELLE PREGHIERE :

», pacità ſono ancora Fanciulli,

į nei principali articoli della no

i ftra fanta Fede e Religione. AhiTi

i ſupplichiamo , che Tu voglia

o Padre amoroſiſsimo , e fede

liſsimo Iddio , ricordarti del Patto e

della miſericordia , cui si a noi , come

ai noſtri figliuoli bai giurato , che ſe

impareremo ed oferveremo la Tua

i Legge é precetti, ci ricolmerai di tutte

: le benedizioni , e di preſerverai da tuttº

imali. Vería pertanto lovra di

noi tutti , e fpezialmente fovra

· dei quì radunati Fanciulli e

Fanciulle lo Spirito Tuo Santo , la

Spirito di ſcienza e d' intelligenza ,

mediante il quale reſti il loro


ancor
24 FORMULARIO

ancor debole intelletto illumi

nato della Scienza dell'eterna

ſalute , e comprenda e ritenga

le iſtruzioni, che ſaranno loro

date ; coſicchè sì eſsi , come

noi tutti conoſciamo Te ſolo vero

Dio , e colui, che hai mandato, Ge

fucriſto , ed oſſerviamo la Tua

Legge , ed oſſervandola giun

giamo all' eterna beatitudine

da Te promeſſa. Facci inoltre

la grazia , che l'iſtruzione, la

quale ſiamo per ricevere , coſi

fondata e radicata rimanga ne

noſtri cuori , che giammai ci

laſciamo quà e là portareda ogni den

to di falſa o vana dottrina , o ſedurre

dalle parole di coloro, che arendo apo


poftatato
DELLE PREGHIERE .
2S

i poftatato dalla vera fede iſtillano lo ſpi

70 rito d'errore e di menzogna , e spaccia

no dottrine de Demonj , in tal ma


La

0 niera a Te piacciamo , o noftro

be Iddio , che per queſt'effetto in

170 vochiamo colla preghiera dal

2 Tuo Figliuol Geſucriſto inſegna


taci .

Padre noſtro ,ec , a carte 10 .

$$$$ ***
te
PREGHIERA .
la

Dopo la Spiega

zione del Catechiſmo.

Solleviamo, o Fratelli , e Sorelle

dilettiſsimi
, i noſtri cuori a Dio,

e preghiamolo , dicendo :
-
D
Sapiens
FORMULARIO

Apientiſsimo Iddio , e Pa

dre noftro clementiſsimo ,


SA
che colla Tua infinita ſa

pienza hai diſpoſto , ch'ezian

dìo dalla bocca de' fanciulli e lattanti

Ti fia preparata la Tua lode per con

fonder i Twoi nemici ; che apri la

bocca de mutoli , e rendi eloquenti le

per mez
lingue de fanciulli ;e che

zo del Tuo Figliuol Geſucriſto ci

> che di noi è


hai fatto dichiarare ,

il Regno di Dio , Ti rendiamo le

dovute grazie , perché Ti ſei

oggi compiacciuto per l'im

menſa ed ineffabile Tua Bontà

di qui chiamarci , e radunarci

nel Tuo ſanto nome per illuminar

gli’occhi noftri, e per darci la


ſapien
DELLE PREGHIERE. 27

fapienza ed intelligenza della

, Tua Legge, e della pura e vera


dottrina agli uomini inſegnata

dal divin Tuo Figliuolo , e noftro


Di
Maeſtro Geſucriſto; acciocchè

· reſti impedito l'accreſcimento

del Regno di Satanaffo , che al


le
tro non è , che ignoranza , te

• nebre e cecità . Deh ! umil


ci
mente Ti ſupplichiamo , o be

i nigniſsimo noftro Padre, di fare ,

le che ſiccome quai fanciulli ragio

ei nevoli , quafi or ora nati , abbiamo de

fiderato di ſucchiare il latte della pu

thra , fana e vera dottrina del Tuo

-ci Figliuol Geſucriſto , cui ſenza ingan

at no ed errore ci è ſtato iſtillato ;


li coſicol creſcernell'età creſcia

Da mo
28 FORMULARIO

mo vieppiù nella cognizione

di queſta dottrinaper la ſalute,

e che deponendo una volta la fanciul

lezza noſtra , cioè la debolezza della

noſtra mente , viviamo confor

memente alla medeſima , e

camminiamo in tutt'i giorni

della noſtra vita in prudenza ,

pietà , giuſtizia , ed in tutte le

criſtiane virtù . Concedici fi

nalmente , che al pari dell'età

creſciamo eziandio nella ſcienza

de Santi in Criſto , ch'è il noſtro Ca

po , e che a di lui ſomiglianza c'

avvanziamo in ſapienza , età , ed in

grazia appreſſo di Dio e degli uomini 3

finché ſiamo tutti ricondotti ad un' uni

tà di fede e di cognizione del Tuo di


vin
DELLE PREGHIERE .
29

ne vin Figliuolo , e divenuti uomini per

' età della pie


fetti giuſta la miſura dell

nezza di Criſto . Ah ! eſaudilci,

1 O mifericordioſo Iddio , queſta no

· ftra preghiera, cui conchiudia

è mo colle parole medeſime di

i Geſucriſto Tuo Figliuolo , e Signor

1, Noſtro , dicendo :
Je

Padre noſtro , ec , a carte 10 .

La Grazia del noſtro Si

F1
gnor Geſucriſto ſia con voi
l
tutti , e lodato che avrete

Dio col canto de Salmi , ve


1

ne andrete in pace.

D3 PRE
30 FORMULARIO

PREGHIERA

Da farſi il Merco

ledì avanti la Predica .

La Grazia del Signor noftroGea

fucriſto, la Carità di Dio Padre ,ela

Comunion del Santo Spirito ſia ora ed

in eterno con noi poveri pec

catori . AMEN .

Miſericordiolo Iddio ,

Padre noſtro celeſte , e le


O
minatore di fanti pen

ſieri e conſigli, eccoci quì rac


colti nella Tua lanta caſa da Te

dinominata caſa d'orazione , caſa,

in cui lei per infinita Tua bon .

tà lolito d'accettari voti e le pregbie


re del
DELLE PREGHIERE . 31

re de ſupplicanti, e nella quale orando

e facendo penitenza , e convertendoci

dalle noſtre vie perverſe fiamo dall'ec

cella Tua celeſte abitazione eſauditi ,

ci vengono rimeſsi i peccati , eccoci

raccolti per udire la Tua lanta


lo
parola , che ci verrà or' ora an
ed
nonziata. Voglia Tudunque ,

o clementiſsimo Signore , diſporre


non tanto le orecchie del 00

. ſtro corpo ad udirla con atten

zione , divozione e riſpetto ,

qual parola Tua , e non parola dell

uomo , quanto il noſtro cuore

7 a ricever in fe , qual buona e

fruttifera terra , queſta ſanta ſe

menta della Tua parola ; coſicchè

ben profondamente fiſsatevi le


D4 radici ,
32 FORMULARIO

radici, nè tribolazione , nè perfecum

zione, che contra di noi per cagion.di

queſta Tua parola inforgeſfero, posſam

no ſcandalezzarci , nè la ſollecitudine
,

di queſto ſecolo, e la fallacia delle rica

chezze abbiano forza di foffocarla , e

di renderla infruttuoja , e ſoprafemi

nandovi qualcbe nemico uomo della

zizzania , vi reſti ella talmente

confuſa e frammiſchiata , che

più non ſappiamo diſcerner

queſto buon frumento dal lo

glio ;mafa , ch'ella ci renda frutto

centuplicato per la vita eterna in Gelui

criſto Signor noftro , per cui Ti pre

ghiamo nella maniera da eſſo


lui comandataci .

Padre noſtro, ec , a carte , 10 .

PRE
DELLE PREGHIERE. 33

PREGHIERA

Per il Mercoledì

dopo la Predica.

Innalziamo , Fratelli e Sorel

le dilettiſsimi, le noſtre men

1
ti ed i noſtri cuori a
I
Dio , dicendo :

mo, ed
Ograzioſiſsi in
finitamente miſericor

diolo Iddio, ci preſentiamo un

altra volta dinanzi a Te per

renderti grazie dell' ineftabile ,

ſommo benefizio d ' averci fat

to ancor oggi annonziar la Tua

fanta , vera e falutar parola.


D's Oh !
34 FORMULARIO

Oh ! aveſsimo pur noi grátitu

dine corriſpondente alla gran .

dezza del benefizio ricevuto !

Chi di noi più traſcurerebbe

l'oſſervanza de'Tuoi fanti Co

mandamenti; andrebbe dietro

le vanità ed i piaceri del mon

do ; camminerebbe per le vie

torte dell'iniquità indurerebbe

ilſuo cuore per timor , cbe Tu non giuri


nella Tua collera , come all'antico

Tuo Popolo , che giammai non en

trerà egli nel Tuo ripoſo ? Anzi

piuttoſto ognun dinoi,dacchè

ci hai oggi fatta intender la Tua

boce e volontà , ſi vedrebbe a

ſervirſi della Tua parola , come di

facella ai ſuoi piedi , edi lume ai ſuoi


fentieri
DELLE PREGHIERE . 35

ſentieri per incamminarſi nelle

vie della giuſtizia , e per ſeguir

unicamente la Tua volontà , che al

tro non é , ſe non la noſtra ſantificazio

ne. Deh ! opera dunque in noi,

o clementiſsimo Padre e Signore , che

dopo d'eſſere ſtati dalla Tus

ſanta parola iſtruiti a rinunziare

ali empietà ed ai deſideri mondani,

fobriamente , e giuſtamente ,e piamente

viviano in queſto fecalo , aſpettando

con una figliale confidenza ri

pofta nella fede e nel merito di

Criſto, la beata ſperanza e la venuta

della gloria delgrand'Iddio e Salvador

noftro Geſucriſto. Dà inoltre ai

: Reggenti della noſtra Valle lo ſpiri

ง to di rectitudine ,di giuſtizia ed


intelli
36 FORMULARIO

intelligenza per ben governar

ci, e giudicarci; ai Miniftri della

Tua parola zelo della Tua Glo


ria e della ſalvezza delle anime

alla loro cura commeſſe i ai

perfecutori della Tua Chieſa lu

me per conoſcere eller un falſo

ofequio quello , cui penſano di renderti

in perſeguitando i Tuoi Fedeli,

e lo zelo loro non eſſer ſecondo la ſcien.

za ed il propoſito e beneplacito della

Tua Divina volontà ; agli afflitti

raſſegnazione al Tuo Volere , e


conſolazione nelle loro angu

ftie ; agl'infermi pazienza e fol

levo ne' loro dolori , ed a noi

tutti la Tua benedizione mella


rug

giada del Cielo, e nella graffezza della


Terra
DELLE PREGHIERE . 37

Terra. Raccomandiamo final

mente alla Paterna Tua divine

Cura le anime ed i corpi no

ſtri , la dilettiſsima noſtra Pan

tria , e quelta Valle , le noſtre

Famiglie e Cale , le noſtre

Campagne e faccende, il no

ftro Beltiame, il Lavorio delle

noſtre mani , e tuttociò che ci


1
appartiene; acciocchè eſſendo

ſotto la Tua protezione niente

i poſſa eſſer loro di


nocumento.

Ah ! clementiſsimo Iddio , degnati

d'efaudir i noſtri voti per il

merito e l'interceſsione di Gem

fucriſto Tuo Figliuolo , colla di cui

preghiera umilmente l'inyo

chiamo :

Padre
IO
MU LAR
38 FOR

Padre noſtro , ec, a carte 10 .

La Grazia del noſtro Signor Ge

fucriſto ſia con voi tutti. Amen .

PREGHIERA

Avanti un Sermo

ne Funebre

La Grazia del noſtro Signor Ge

ſucriſto , la Carità di Dio Padre , e la

Comunion del Santo Spirito fra ora ed

in eterno con tutti noi poveri pec

catori . A MEN .

Fratelli e Sorelle

dilettiſsimi nel Signore .


Poiché
DELLE PREGHIERE . 32

Poichè ci ſamo oggi qui

radunati coll occaſione del

preſente Funerale ad impa

rar dalla parola di Dio la

fragilità ebrevità della no

ftra vita , ed a riceverne

quelle falutari iſtruzioni,

le quali devono ſervirci per

ben condurla fino al fine

da Dio determinatoci, ri

vogliamoci primieramente

a Lui, e coſi preghiamolo :

Onni
40 FORMULARIO

Nnipoſſente ed eterno
Iddio , eccoci dinanzi.
O

la Tua preſenza per ri

conoſcer una volta , che ſiamo

uomini caduchi e mortali.

Confeſsiamo pur
troppo con
noftro roſſore e confuſione ,

o Signor noftro Iddio , d'aver fino

ad'ora cercato in varie manie

re d'allontanar da noi il pen

ſiero della morte per non per

turbarci , o interrompere il

corſo delle noſtre malvagità.

Ah ! ſe foſsimo noi ſtaci coſi

faggi , che ci foſsimo ſempre

ricordati del noſtro fine ; che cia

veſsimo ſempre fatto lovve

nire , che i noſtri giorni ad ogn' ora


s'accorcia.
DELLE PREGHIERE. 41

sº accorciano , e che ſolo ci reſta il ſepol

i cro ; che aveſsimo avuto fem

- pre preſente il penſiero , che'l

Figliuol dell upmo verrà in un' ora ,in

cuimeno lo penſamo ; che il noſtro

]
corpo farà una volta quaſi putre

dine conſumato , e che diverrà quaſi


0
come un veſtimento , il qual è dalle ti

· gnuole divorato ; che ancorado

· gnun di noi vien detto : pazzo ,

in queſta notte ti ſarà ridomandata +

il anima tua , di chi ſarà tuttociò, che

à hai accumulato ah ! ſe foſsimo

oli ſtati si faggi, ed aveísimo con

ri tinuamente avuti tali penſie

so ri , non ſaremmo certamente

** viſſuti neppur un momento

o nel peccato , nell' impeniten


E za , e
42 FORMULARIO

za, e nel riſico di perderci eter

namente. Ora giacchè , Tua

merce' , mediante la morte di

queſto Defonto ( di queſta

Defonta , ) a cui abbiam or

ora fatti gli ultimi ufizj di cri

ftiana carità ,hai Tu voluto , o

clementiſsimo Iddio , rinnovarci la

memoria della noſtra caduci

tà e mortalità , che avevamo

quaſi affatto perduta , fa che

queſta memoria ravvivataci

ancora dalla Tua parola fantil

ſima, cui Gamo al preſente per

udire , ci reſti in tutto il re

( tante de ' noſtri giorni cosi im

preſſa , che a nient'altro atten

diamo ,
DELLE PREGHIERE . 43

er diamo , ſe non all' emenda

#zione de'noſtri coſtumi , alla

d mortificazione delle noſtre

malnate paſsioni , allo ſcon

figgimento de' noſtri vizj , alla

ſantificazione delle anime no

ſtre ; coſicchè avendo ſempre

preparate in tal modo le noſtre


li
lampane , poſsiamo venirti incontro a
in
riceverti in qualunque ora Tu ,
20
o Spoſo diletto delle anime noſtre ,
al
verrai a chiamarci per intro
c
durci alla cena delle nozze celefti ed

eterne del divin Tuo Agnello. Ed


el
acciocchè queſta noftra pre

ghiera abbia più d'efficacia ap


.
preſſo di Te , o grande Iddio, la

conchiudiamo con quella che


E 2 Geſucri.
44 FORMULARIO

Geſucriſto Tua Figliuolo ci ha


in

ſegnato difarti..

Padre noftro , ec, a carte 10 .

PREGHIERA

Dopo il Sermone

Funebre .

Solleviamo, Fratellie So.

relle dilettiſsimi i noſtri cuo

ri a Dio , e divotamente

così preghiamolo :

Iſericordioſo Iddio , e

Padre noſtro celeſte , noi


M
lappiamo ſecondo la
Twa
DELLE PREGHIERE ,

Tua lanca parola , e fedele pro

meſsione , che tutti coloro , i

quali credono e vivono con.

forme la vera fede in Gefucri

ſto Txo Figliuolo , quando lono

morti, vengono da Te ricevuti ne

gli eterni Tabernacoli. Ora que

fto Defonto [ queſta Defon

ta , ] cui faceſti poco fa ripo

fare dai travagli, e dalle fatiche di

1. queſta vita morcale , avendo

perſeverato fino alla fine de


l
ſuoi giorni non ſolamente nell

efterna profeſsione di queſta

fede , ma eziandio , come pia

mente lo crediamo , nell'eſer

cizio delle buone opere , che


9
E 3 fono
46 FORMULARIO

fono il frutto della vera Fede ,

farà ſtato ammeſſo ( ſtata

ammeſſa ) nel poſſedimento del

Tuo Regno fino dalla fondazione del


Mondo ai Tuoi Eletti preparato ,

O grande Iddio , cos'è mai la noſtra


vita ? Ella e che per un
Ella è un vapore,

poco ſi fa vedere , e dipoi ſvaniſce ;

in fiore , che appena ſpanito , di

vien paffa ; un' ombra ; che fugge ;

una foglia , che vien portata via dal

bento. Deh ! voglia Tu , o

Signore , per l'infinita Tua bon

tà , farci ben comprendere la

noſtra caducità e mortalità ,

ed inſegnarci a contar i giorni del

la noſtra pila ; acciocchè a

cic
quiſtia.
DELLE PREGHIERE ." 47

cquiſtiamo un cuor faggio , e


l'amor del mondo e delle co
EA
le tranſitorie non ci attacchi .
del
no alla vita preſente ; dima

del nieracchè quando farà giun

2) ta la fine de' noſtri dì , ci tros

a viamo non ſolo {preparati alla

morte , ma la morte ſteſſa più

lei amara ci rieſca. Fa ancora ,

di o dolciſsimo ed amabiliſsimo Iddio

ei che i noſtri Confratelli , o

d. Conforelle , i quali foſſero pre


o lentemente o da malattie af

flitti , o vicini alla morte , ne

la loro dolori , nelle loro tenta

2,
à zioni e nelle anguſtie del loro

do Spirito ſi conſolino colla con

2: liderazione dell'amara paſsio ,


ne e mor .
48 FORMULARIO

ne e morte del Tuo Santiſsimo

Figliuolo Geſucriſto , e che contra

l'orrore de' peccati commeſsi,

gli ſpaventi della morte , e'l

timor dell'Interno fi cinganodel

le arme fpirituali della Fede , cre .

dendo fermamente , che Gefu

criſto è morto per i loro peccati , e ri .

fuſcitato per la loro giuſtificazione; ch '

egli e la loro riſurrezione e vita , e

che ſe crederanno in eſſo lui, benché

ſaranno morti , viveranno ; attefoc


che
ognuno che vive , e crede in lui ,

non morrà in eterno ; e che alla fi .

ne o vivano , o muojano , fono del

.
Signore Finalmente concedi a

noi tutti , o benigniſsimo Iddio ,

che dopo di aver combattuto in


queſta
DELLE PREGHIERE . 49

i queſta vita un buon combattimento,

conſumato il corſo de'noſtri giorni,

e ſerbata la fedeltà a Te dovuta ,

1 dormiamo e ripoſiamo in pace , riſu

fcitiamo glorioſi , e riportiamo

la corona della giuſtizia , cui Tu , o

Signore giuſto. Giudice , ci renderai

in quelgiorno, con queſto dolce

invito : Suvia , v ſervi buonie fe

deli , che ancor nelle piccole coſe foſte a

me fedeli , entrate nel godimento del

voſtro Signore: il che Tu cicon

ceda per Tua grazia e miferi

cordia , e per la mediazion di

| Geſucriſto Tuo Figliuolo , la di cui

preghiera T'indirizziamo,

Padre noſtro , ec. a carte , 10,


F RINGRA
RIO
FORMULA
So

ncall

RINGRAZIAMENTO

Da farſi agli Udi


tori , che hanno aſsiſtito al

Funerale .

Fratelli e Sorellein

CRISTO dilettiſsimi.

I Parenti ed Attenenti

del N. N. ( della N.N.) vi

rendono per mezzo mio le

più diſtinte grazie per l'ul

timo ufizio di Criſtiana ca


rita ,
DELLE PREGHIERE .

rità , e per l'onor oggi fat

to al loro Defonto ( alla lo

ro Defonta ) Parente, e vi

eſibiſcono ancor' eſsi ogni

ſcambievole ufizio di cari

tà , pregando per altro di

n tutto loro cuore Dio Signo

re di volervi preſervar tut

# ti da fomiglianti lugubri e

doloroſi avvenimenti.

La Grazia di Dio Padre, la


Carità di Dio Figliuolo , e la Conſo

lazione del Santo Spirito ſia con voi

tutti. AMEN .

S'K ' ' F 3


PREGHI
52 FORMULARIO 16
XXX
agooge soogoofoorto stotoofpotoo posodo
XXXIXX

PREGHIERA

Avanti la Predica

di giorno Feſtivo dopo il

pranzo .

Preſentiamoci nuovamente
,

Fratelli e Sorelle dilettiſsimi,

con umilità e divozione alla

preſenza del noſtro Dio ,

e ſollevando a Lui i noſtri

35 % cuori, dichiamogli :

Supremo, immenſo ed

eterno Iddio > ci ſiamo


O
| un'altra
DELLE PREGHIERE . 53
sx
ya

un'altra volta quì raccolti nel

la Tua Caſa , nel Luogo dell'abitas

zione della Tua gloria per dar lode

e gloria al Tuo Santo Nome , il


À
quale magnifico so é renduto verſo

di noi per le molte e fingola

ri benedizioni, delle quali Tu

aprendo la Tua mano benefica ci rie

ļ empi giornalmente. Noi, iquali

i, e per la raſſomiglianza , che ab

La biamo a Te , per
e la ragione,
di cui ci hai dotati , ſiamo di

gran lunga , e lenza confronto

i più eccellenti di tante altre

creature , non ſaremmo ezian

dìo i più ingrati di tutte , ſe

ed non benediceſsimo , elalcaſsit

0 mo e glorificaſsimo Kinfinita
F 3 Tua
FORMULARIO
5.4

Tua bontà e munificenza , quando

per fino le creature inlenfate

ed irragionevoli, gli uccelli

del Cielo , i peſci del mare

Ti lodano e benedicono , e gli

ſteſsi Cieli raccontano la Tua gloria ?

Benedicat anima noftra il Signore ,

e tuttoció , che avdi dentro di noi , dia

lode al ſuo ſanto come. Benedica

t anima noſtra il Signore , e non ſi di

mentichi di tutt' i beneficj da lui fino

ad ora ricevuti. Ed oh ! quanto

grandi ſono mai ſtati i Tuoi be

nefizj ! Tu ſei ſtato propizioa tut

te le noſtre iniquità ; Tu hai rifa


1
Nate tutte le noſtre infermità ; Tu hai

talora redentadalla morte la noſtra vi

ta ; Tuci hai coronati delle Iue mi

fericordie
DELLE PREGHIERE . SS

lo fericordie e compaſsioni ; Tu bai e

te Sauditi ancor prima , cbe Tipregaſsi

i mo , i noſtri deſideri e le ſole diſpoſa

é zioni , che aveva ilnoſtro cuore di pre

ei garti. Forz' è però , o infinita

? mente benigno e mifericordioſo Iddio ,

che confeſsiamo eſſer noi ſtati

die indegni di tante grazie, imme

ca ritevoli di tanti favori , dei

di quali ci hai coronaci ; anzi le

5170 Tuvoleſsi render ad ognuno di noi

to
.to ſecondo le noſtre operazioni
, che al

c tro avremmo da aſpettare fe

non caſtighi , ſenon affizioni,


#
ſenon dannazione eterna ?
A.
Qual altra in fatti dovrebb

eller la noſtra porzione , fenon

quella degli empj; giacchè ,


com
- quella degli empi oſsi,
36 FO
RM
UL
AR
IO
elsi , Ti abbiamo pro vocato

ad ira , ci ſiamo da Te allontanati ,

ed abbiam gettato dietro le ſpalle la

Tua Legge? Benedetto ha Tudun

que , o noftro amabiliſsimo Iddio ,

che non hai da noi rimoſa la Tua mi

e ce di pu
" ve

nirci ſecondo il noſtro merito,

ci hai ricolmati continuamen

te di grazie e beneficenze . O

quanto grande è la maticudine delle

Tue dolcezze , Signore ! O quanto

ricco ſei Tu in mifericordia ! Con

fidari pertanto ſovra queſta

Tua benignità , di tutto cuore

Ti lupplichiamo , che la Tua

fanta parola , la quale ci verrà

or' ora annonziata , non cada ne


fulla
DELLE PREGHIERE . 57

ſulla ſtrada , né foura le pietre , ne

fra le spine ; acciocchè o venendo

: ilmaligno ce la rapiſca dal cuore , o qual

che temporale tribolazione inſorta per

cagion della medeſima ci faccia lu


o
bito vacillar nella coſtanza del

10
,o

le ſollecitudini di queſto ſecolo , e tir

ganno delle ricchezze la ſoffochino , e

la rendano infruttuoſa per la vita

eterna , cui per acquiſtarci è venuto

0 al mondo , ba patito , ed è morto il

dilettiſsimo Tua Figliuolo Geſucriſto e

Salvador noftro , nel quale avendo uni.

camente la noſtra fiducia e l'acceſſo di

confidenza a Te per la di lui fede oſia.

i mo d'invocarti colla lua pre

ghiera :
Padre noftro , ec , a carte 10 . (PRE
LARIO
58 FORMU
Stottet foot tattoo

PREGHIERA

Da farſi dopo la
Predica della mattina nel Gi

orno , nel quale Gi dee celebrar, e di


ſtribuire la Santa Cona ,

Innalziamo, Fratelli e So

relle dilettiſsimi , col maggior

fervore della noſtra divo

zione e pietá i noſtri cuori

a Dio , e dichiamo :

Signor Iddio e Padre no

ftro amabiliſsimo , poi


O

chè il Tuo Figliuol Geſum


criſto |
DELLE PREGHIERE . 19

criſto non lolo ha voluto offerir

una voka ſe ſteſſo ſulla croce , dans

do il ſuo corpo ed il ſuo fan

gue per l'eſpiazione de' noſtri


a
peccati, ma ha voluto ezian

de dio farcene partecipi fotto i

reali ſimboli del pane e del vi.

no , deh ! compiacciati difar .

ci la grazia , che nel mentre

9 noi oggi c'accoſtiamo a mangiar

il pane , che è la comunian del Corpo


.
di Criſto, ed a bere il lalice , ebé la

comunion del Sangue di Criſto per an

nonzjar la morte del Signore , finché

egli venga , con un tal ſentimen

to di viva e vera fede vi ci ac

coſtiamo , che non tanto Geſu

criſto reſti ritrattodinanzi i noſtri occhi,


COM
60 FORMULARIO 47

come set I vedeſsimo fra noi crocifigo ,

e crediamo eſſer lui morto per la

noſtra ſalvezza , e giuſtificazione ,

quanto c'aſsicuriamo, che de

gnamente mangiando la ſua carne ,

e beendo il fuo Sangue dimoriamo in ef

falui, ed egliin noi , non più vivi

amo a noi- fteſsi, max.colui , il qua

le pernoi è morto e riſuſcitato , ed otte

niamo la vita eterna. Ah ! Iddio

di bontà e di miſericordia non per

mettere', che alcun di noi s'av

vicini alla Cena delle nozze del Tuo

divin Agnello ſenza la veſte nuzzia

le , cioè ſenz'avér prima prova .

to ed eſaminato le ſteſſo , ſe ha

pentimento , fede e proponi

mento di non più peccare , ac


ciocche
DELLE PREGHIERE . 6.1

ciocchè in luogo di mangiarſi

e bergi la vita , non fi mangi ebea

, ilſuoĝiudizio , fattoſi reo del corpo e

- del ſangue del Signore , efia dipoi colle

mani e piedilegati gettato nelle tenebre

efteriori, ove ſaiavvi il pianto e lo ftri

dor de denti . Efaudifci, o Signor

noftro Iddio , queſta umile no

ſtra preghiera per amor del Tuo

damatiſsimo Figliuolo , Gely

criſto e per il merito della


_
7 fua Paſsion e Morte , di cui an ,

diam or ora a farne ſe

condo il ſuo comando

la ramunemorazione.

a AMENO:

PREGHI
38 FORMULARIO

oooooo Fotoodfor

PREGHIERA

Da farſi il dopo

Pranzo del Santo Giorno di


Natale di GESUCRISTO dopo la
Predica

Fratelli, e Sorelle in Criſto

Cariſsimi
.

Solleviamo colla più fervo

roſa divozione e colpiù te

nero affetto i noſtri cuori a

Dio ,e coſi preghiamolo :

Nnipoſſente , Sapientif
ſimo , ed in tutte le Tue
O

Opere ammirabile Id,


dio
DELLE PREGHIERE . 63
$!

dio , qual gloria non dobbiam

noi oggi dar al Tuo Santo Non

me ? Di quai ringraziamenti

D non
Ti ſiam noi debitori per lº
ineffabile ſommo benefizio ,
di
che a noi miſerabili ed indegni

peccatori Ti lei compiacciuto

di compartire ? Gli Angeli ci


2
annonziarono la lieta e gradita

novella , che oggi ha a noi nato il

y Salvador noftro Criſto Signore nella

l. Città di Davidde , Unigenito Tuo

Figliuolo , il quale per redimerci dalle

noflre iniquita , per renderci un popo

ba Te accetto , e ſeguace delle buone

operazioni , e per condannar per lo pec

Cato ilpeccato nella carne, haiTuman

1 dato al mondo in forma ſomigliante alla


noftra
1
B FORMULARIO

noftra carne di peccato. Tua in

finita bontà , o noſtro Iddio ! O

benignità incomparabile ! Tu

hai voluto , che quegli, ch'era

Teco in formadi Dio, a Te coeterno,

a Te uguale , e cheia lo ſplendor del

la gloria ed il carattere della Tua Per

Jona , e ſedeva alla deſtra della Tua

Maeſtà nel più alto de Cieli, non

prendeſſe il ſemedegli Angeli, ma

, e s'annichilaſje
bensi quello de Adamo'

prendendo la forma di ſervo , e facen

doſ fomigliante a noi uomini. Ma

eravamo noi degni , o noftro 1d


dio , che la noſtra umanità ve

niſſe onorata da quest' ammi


rabile unione di due nature ,

divina ed umana ? Ma avevamo

noi
DELLE PREGHIERE . OS

► noi meritato , che'l Tuo diletti

O fimo Figliuolo doveſſe in Tutto , ec

cetto che nel peccato , a noi ſuoi

Fratelli raſſomigliarſi ? Ah ! ben

, fappiamo , che non l'abbiam

la meritato. E' ſtato puramente

e un'effetto dell'infinita Tua mi

#fericordia , che ha voluto darci

il Tuo Figliuolo ; acciocchè dive

nuto compaſsionevole verſo di noi , e

fedele ſommo Sacerdote appreſſo di Te,

· ci riconciliaſſe- Teco nel Corpo della

1 ſua carne colla ſua morte , e propizio

Ti rendeffe ai delitti del Tuo popolo ,


me
- nel mentre che dovendo egli

- deſimo ſofferire , effer tentato , e ſen

1 tir le infermità della noſtra carne , di

ventava eziandio poſſente d'ajutar, e


G compa .
66 FORMULARIO

1
compatir coloro , che ſono tentati. O

gran miſtero di pietà ! ſiamo sfor

zatiad eſclamar , o gran miſtero di

pietà ! Iddio s' è manifeſtato in carne,

fu giuſtificato in iſpirito, èapparſo a

gli Angeli , fu predicato ai Gentili ,

fu creduto nelmondo , fu elevato alla

Gloria. Che ſarebbe mai ſtato

di noi graziati figliuoli d' Adamo


,

je queſto divin Fanciullo non fol

ſe nato ? Ahi : irreparabile ta

rebbe ſtata la noſtra dañazio

ne . Deh , dunque , o clemen

tiſsimo noſtro Iddio , fa , che

l'immagine di queſto Santiſsi


mo e di noi benemerito Fan

ciullo reſti ſempre impreſſa ne '

noſtri cuori , e che la chiarezza


della
DELLE PREGHIERE . 67

0
della Tua luce divina riſplenda a

noi , non altramente che a que

fortunati Paſtori , ai quali fu pri

mieramente annonziata la di lui nam

ſcita; acciocchè in ricognizio

ne dell'immenlo ricevuto be

nefizio , che la Tua parola s'è fat

10
ta carne in grazia noſtra , e fra

noi abitò , noi in avvenire non più

camminiamo ſecondo la carne , ma ſe

condo lo ſpirito ; non più ſeguitiamo

- la prudenza e ſapienza della carne

ma c'aſſoggettiamo alla Tua Legge ;


I
e non più viviamo ſecondo la carne

nè guſtiamo ciò , ch'è carnale , ma

mortifichiamo collo ſpirito la carne ;

rinnonziamo all empietà ,ed ai carna

li e mondani deſideri , e viviamo fo


G > briamen
68 FORMULARIO

briamente , giuſtamente e piamente in

queſto mondo aſpettando la venuta del

la gloria del grande Iddio , e Salvador

noſtro Geſucriſto ', a cui inſieme

col Padre e col Santo Spirito

ſja lode , onore , e gloria ne' ſecoli

de ſecoli. AMEN .

Padre noftro, ec , a carte , 10 .

Il Signore vi benedica , ec, a carte.

19 .

force PREGHI
DELLE PREGHIERE : 69

PREGHIERA

rado Da farſi nel primo

em
Giorno del nuovo Anno
Tie
dopo la Predica .

Dilettiſsimi Fratelli e Sorelle

nel Signore .

• Preſentiamoci tutti con fe

u de , divozione e riverenza

dinanzi il Trono della Gra

zia diDio , ed in tal modo

porgiamogli le umiliſsime

noſtre ſuppliche
.

Terno, immenlo ed infini

e lapiente Iddio ,
Etament
G 3 riconoſcia
70. TO FORMULARIO

riconoſciamo , e confeſsiamo

noi tutti , che Tu ſei di tutte

le viſibili ed inviſibili Creatu

re l' onnipoffente Creatore , il

fedel Conſervatore ed il fapien

tiſsimo Governatore. Tu , ch'eſ

ſendo un'eterna , incompren

fibile ed inacceſsibile luce , bai crea

ti due gran Luminari , il Sole e la 1

1
Luna ; acciocchè ſervano per

la regola dei tempi, dei gior

ni, dei meſi e degli anni, Ti

fei per Tua ineffabile , lomma 1

e ſingolariſsima bontà com

piacciuto di farci giungere fi

no al giorno d'oggi, ed in
cominciare un nuovo anno .

Quindi pertanto compariamo


con
DELLE PREGHIERE . 71

mo
mi con profondo riſpetto dinanzi

t la Tua preſenza per adorar la

U Tua Maeſtà infinita , e per ren

.1 derti coi più vivi ed umili len

1 timenti del noſtro cuore le do

A vute grazie , che sì nell'anno

o ſcorſo , come negli anteceden

ti ci hai ſenz'alcun merito no

ſtro , anzi contra ogni noſtro

merito ricolmati d ' innumera ,

bili favori, grazie e benefizj

1 tanto in riguardo all'anima ,

di quanto in riguardo al corpo ,

T fra i quali annoveriamo quel

lo incomparabile d'aver di

1. teſa , protetta e nel lume del .

1 la vera , fana e ſalutar Tua pa

10 rola conlervaca la comune no.


G4 ſtra
72 FORMULARIO

ftra Patria , e da ogni perico

lo prelervata. Ma fe Tu avel

fi riguardata la moltitudine de

peccati da noi negli anni an

tecedenti commeſsi ; fe Tu non

aveſsi con eſo noi uſato ſecondo l' in

finita Tua mifericordia , laremmo

noi giunti a veder il giorno di

queſto nuovo anno j o piut.

toſto non ſaremmo già lungo

tempo conſumati e perduti ?

Deh ! fa , o clementiſsimo Id

dio , che in queſto giorno noi

ripaſsiamo tutti gli anni ſcorſi della no

ftra vita nell' amarezza dell


' anima

noſtra per piangerli e deteſtarli

dinanzi a Te,e che leriamen

te penſiamo , che si l'anno

preſen
DELLE PREGHIERE . 73

o preſente , come i ſuſſeguen

e ti , che vorrai per Tua ſomma

bontà aggiungerci, ci vanno

incamminando per una ſtradaa

* noi incognita , cioè per un' eter


.
nità o felice , o igraziata , don

110) de mai più non ritorneremo. Ah , for

di ſe pur poſsibile , che i giorni

lle della noſtra vita paſſati in pec

TO cati ed iniquità non foſſero già

ſtati computati fra i meſi della noſtra

i età ! Vorremmo al certo in

oi cominciar oggi una vita più

"Du criſtiana , e più ſanta di quel

14 la , che fin'ora abbiam con

dotta. Ma poichè non è pof


ſibile di cancellar dal libro del
]

la noſtra vita gli anni , in cui


GS biamo
74 FORMULARIO

ſiamo fin'ora viſſuti , riſolvia

mo perciò fermamente in que:

ſto giorno di pianger il tempo

paſſato da noi malamente im

e d'incominciar il pre .
piegato ,

lente colla Tua grazia nel Tuo

fanto Timor ed Amore , e

nell'offervanza dei fanti Tuoi

Precetti ; acciocchè Tubenigna.

mente ci conceda lunghezza

di giorni , accreſca in pace ilnume

ro de' noſtri anni (effendo ſolo il Tuo

Janto timore , che aggiunge i giorni

alla vita , come all


' incontro il pecca

to accorcia gli anni degli empi , ) e

ci faccia ancor compier nel bene i no

firi giorni , e chiuder con gloria i no

ftri anni. E poichè in queſto

giorno
DELLE PREGHIERE .
75

2 giorno eziandio ſi rinnuova

e la rimembranza della Circonci

PO kone del Tuo Santiſsimo Figliuolo

Gese , cui voleli, benchè in

È nocentiſsimo e ſenza pecca

ito , aſſoggettar alla Legge per

e redimer noi dalla maledizion della

a Legge , dehi fa, che ancornoi

12 ſamo con esſo lui circonciſi , ma da

una circonciſsone fatta ſenza mano


ZA

nello ſpogliamento del corpo della car

ne del peccato, e che circonciſi nel cuo

พ re ſecondo lo ſpirito , non ſecondo la

lettera ; c'aſteniamo da tutte le

malvagie della carne per


opere

ſervir Te ſolamente in iſpirito , e per

• gloriarci ſoltanto in Criſto Gesei , ſen

Za ripor la noſtra confidenza nella


Carne
76 FORMULARIO

carne. Voglia Tu finalmente ,

o benigníſsimo Iddio , nell in

cominciamento di queſto nuo

vo anno rinnovar , e verſar

a larga mano le Tue benedi.

zioni e beneficenze sì ſovra

di Noi in genere , come in i

Spezie ſovra tutti Reggenti del

la noſtra Valle , i Principi e Ma.

giſtrati Criſtiani e Vangelici ; ed i

loro Soggetti; lovra cute' i Mi

niſtri del Tuo ( anto V angelo , i


Precettori e Scolari ; fovra tutte

le Famiglie , i Conjugati , Figliuoli

e Servidori; ſovra tutti gli Am

malati , Afflitti , Cacciati e Pri

gionieri , e lovra i Sedotti , Erran

ti , e fino al preſente ancor im


peniten
DELLE PREGHIERE . 77

e penitenti Peccatori. In lomma Tu ,

n o Iddio di miſericordia , di bene

20 ficenza , e di pace Jantifica noi tutti

Ir in ogni coſa; acciocchè il noſtro spiri

di to , la noſtr' anima , ed il noſtro cor

Ta po fieno riſerbati intatti ed incontami

nati dal peccato ſenza biaſimo fino

alla venuta del noſtro Signor Gefucri.

de fto, colla di cui orazione a Te

0 umiliſsimamente ci rivoglia

mo :

1
Padre noſtro, ec. a carte 1o .
ce

Il Signore vi benedica, ec.

a carte 19 .

PREGHI
78 FORMULARIO

PREGHIERA

Che ſi dovrà fare

dन il Venerdì Santo dopo la

Predica.

Fratelli e Sorelle

dilettiſsimi.

Solleviamo le noſtre menti

a Dio , e con un cuore pene

trato da una vera e ſincera

gratitudine cosi dichiamo :

IgnorGeſucriſto , unico e

benemerito Salvador del

Mondo , che Ti renderemo


noi
DELLE PREGHIERE . 79

ES
noi per tutt' i benefizj , che Tu bai

fatti al noſtro genere umano ?


Tu hai aſſunta la noſtra uma

Te nità nelventre d' una Madre;

ſei nato al mondo ; ci hai ia

ſtruiti Tu ſteſſo con celefti e

falutari dottrine ; hai operati

molti ſtupendi miracoli ; Ti

ſei prelo la cura della noſtra

ſalvezza; Ti ſei ſoggettato ai


al
dilaggj della povertà , ai di

, alle calunnie ed inſidie


ſprezzi

de Tuoi Nemici ; infomma Tu


1
fofti nei travagli dalla Tua gioventù

fino al terinine della Tua vita.

Ma o infinita ed incompara

bile Tua carità verſo di noi !

Poichè Ti parve , che tuttociò


non
80 FORMULARIO

non poteſſe abbaſtanza dimos

ſtrar l'amorTuo ineffabile ver .

ſo degli uomini , volefti inol

tre ſottometterti a maggiori

tormenti. Ed oh ! a quai tor

menti . L'anima Tua si trovo di

tal fatta anguſtiata ,e meſta fino al

la morte , che tutto il Tuo Corpo

ſantiſsimo tramandò un ſudore ,

che a guiſa di gocce di ſangue cadde

ſulla terra. Ti ſei fpontaneamen

te dopo il bacio traditore di

Giuda dato in mano de Tuoi

arrabiati nemici , i quali Ti

hanno preſo , legato , condot

to per le ſtrade di Geruſalemme ,

come un inſigne malfattore,

calauniato con falle teſtimoni


2nže
DELLE PREGHIERE. 82

anze , dato in poter de'Gencie

er li , dai quali foſti ſchernito ,

& fputacchiato , flagellato , coro

nato di ſpine , falutato per de

) riſione Rede' Giudei, e finalmen

te carico di ferite , di piaghe e

.) di langue dalla eſtremità de' piedifia

no alla ſommità del capo foſti con


7
ilpietatiſsimi chiodi conficca

to in mezzo didue aſſaſsini ad

en una Croce , ove divenuto per noi

į maledizione , ſei fpirato e morto

* per liberar noi dalla maledizione della

| Legge . O Gessi Signor noftro ,

x che poſsiam noi contraccam .

al biarti per tante pene , per tanti

ei dolori , per tanci martiri , che

i per noi hai voluto ſofferire ?


H Altro
82 FORMULARIO

Altro non poſsiam fare , fe

non che prender il calice della Salu

të , ed invocarti benedicendo e

glorificando il nome del Signore ,

che ha operati queſti prodigi

d'amore verſo di noi, ma di

noi ingrati , di noi indegni , di

noi peccatori. Ah ! ſe potel

fimo ancor parlare colle lingue de

gli Angeli ; non ſaremmo tut

tavia ſufficienti di renderti le

dovute grazie per l'ineffabile

ed immenso benefizio , che ci

hai recato colla Tua Paſsione e

Morte. Se Tu non aveſsi pa

tito ; le Tu non aveſsi per i

noftri peccati ſoddisfatto alla

Giuſtizia del Tuo divin Padre


ful
DELLE PREGHIERE . 83

ſul legno della Croce ; ſe Tu

non foſsi morto , che farebbe

01 mai ſtato di noi ? Ahi i ben

lo ſappiamo , o amabiliſsimo

Redentor noftro , sì lo ſappia

mo , coía ſarebbe ſtato di noi

infelici. La noſtra dannazio

ne farebbe ſtata inevitabile ,

irreparabile ſarebbe ſtata la

la morte eterna delle anime no

ſtre , ſarebbe ſtato l' Inferno l'

abitazion noſtra per tutta l'e

· ternità . Deh ! fa pertanto , o

?! dilettiſsimo noſtro Salvadore ,

' che la memoria della Tua ama:

i riſsima Paſsion e Morte sì filia

I ci reſti ſempre nella noſtra

mente , che mai più non oſia


H , mo
84 FORMUL
ARIO

mo di ricrocifiggerti cono

ſtri peccati , di contaminar il

Tuo Sangue ſparlo e di calpe

ſtarlo ; ma bensì ripieni di gra


titudine T'amiamo , Tubbi

diamo, Tiſerviamo , e Tiglo

rifichiamo. Concedici inol

tre , che la Tua Paſsione ſia ſem

pre mai la noſtra confolazione

e ſollevo , o ſiamo tribolati

cd infermi; o ſiamo tentati ed

anguſtiati nello ſpirito , con

fiderando che i ſervo non è più

del fuo Padrone , e che baſta al di

ſcepolo d'eſſere , come" l ſuo Maeſtro,

Voglia Tx ancora farci la gra

zia , che nelle Tue Piaghe noi


troviamo la noſtra guarigione,
pe' T *
DELLE PREGHIERE . 85

O ne’ . Tuoi legami la noſtra liber

1 tà , nelle Tue ignominie la no

Go ftra gloria . , nella Tua morte

la noſtra vita ; inſomma, che

bci gloriamo ſoltanto nella Croce di Te

bu noſtro Signor Geſucriſto , in di cui gra

i zia il mondo reſti a noi crocifiſſo , e

noi al mondo. E fia poſsibile , o

dolciſsimo noftro Gesù , che i

I noſtri cuori in contemplando

e la Tua doloroſiſsima Paſsion e

Morte fi moſtrino meno lenſi

1# bili delle irragionevoli ed in

# fenſate Creature , le quali nella

1) Tua Morte teftificarono alla lo

1 ro maniera il ſuo dolore ? Che

i ſiamo più inſenſati del Sole , che

e sé ofcurato , della Terra , che la


H 3 ſcoſe,
86 FORMULARIO

fcoffe , delle Pietre, che ſi spezza

rono, del Velo del Tempio , che ſi

ſquarcio , dei Sepolcri , che s ' apri

rono ? Ah ! no , non ſaremo

tali ; mentre confidiamo, me

diante la Tua grazia ſantiſsima,

che ſpezzatili per una vera

contrizione de' commeſsi pec

cati i noſtri cuori impenitenci,

a Te ci convertiremo , e giun

geremo un giorno a goder il

frutto della Tua Paſsione , Mor

te e Redenzione nella Patria de

Beati ; il che per ottenere ci

rivoglieremo all' Eterno Tuo Pa

dre , invocandolo umilmente e

divotamente colla preghiera ,

che Tu medeſimo Ti ſei com

piacci
DELLE PREGHIERE .' 87

piacciuto d' inſegnarci a fargli :

Padre noſtro , ec, a carte 10 .

TO Il Signore vi benedica , ec , a carte


19 .
78.

12

.
PREGHIERA

Da farſi nel giorno

folenne di Paſqua il dopo


1 pranzo dopo la Predica .

Olo
Innalziamo, Fratelli e So
f

0 relle dilectiſsimi , i noſtri cuo

i ri a Dio , e con un vero

e
Spirito di fede e di pietà
ľ

dichiamogli :
H4 Onnipol
1

88 FORMULARIO

Nnipollente ed in tutte

le Tue Opere mifericor


O
dioſo Iddio , eccoci di

nanzi la divina Tua preſenza

oggidi raccolti per confeſſar

più col cuore , che colle lab

bra d'eſler a Te lommamente

debitori non tanto , perchè bai

dato alla morte per i noſtri delitti il

dilettiſsimo ed unigenito Tuo

Figliuolo Geſucriſto , quanto per

chè l' hai riſuſcitato dalla morte per

la noſtra giuſtificazione
. O quali

grazie Tidobbiam noi perciò

oggi renderti , o clementiſsi.

mo noſtro . Iddio e Signore ! Non

ſarebbe vana la predicazion del Tuo

Vangelo , la noſtra fede non ſarebbe


vana
DELLE PREGHIERE . 89

i vana , o non ſaremmo noi ancora nei

peccati , le Geſucriſto Tuo Figliuolo

non folle rifufcitato ? La di lui ri

ilurrezione pertanto è il fine e

i la corona della noſtra Fede ,

1
onde crediamo , che ſiccom

egli è riſuſcitato da morte ;

così ſiamo ancor noi riſorci

dalla morte del peccato alla

vita della grazia , e riſuſcite ,

remo eziandio un giorno cor

poralmente alla vita glorioſa


e beata. Altramente ancor

chè dormiſsimo in Criſto , perirem

mo , e faremmoi più miferabili di tutti

gli uomini, je la noſtra ſperanza in

Criſto ſi riftringelſe ſoltanto alla vita

preſente. Ah ! lo crediamo ,
HS che
RIO
FORMULA
90

che faccome per un' uomo venne al

mondo la morte ; cosi ancora per un' uo

то cioè per Geſucriſto , s'i

fatta la riſurrezione dei morti , e che

faccome tutti muojamo in Adamo ; Co

sì tutti ſaremo ravvivati in Criſto ,

che riſuſcito da morte , fattoſa le pri

mizie di coloro , che dormono. Deh !

fa , o benigniſsimo noftro Id
noi
dio , che come Criſto è morto per

tutti ; acciocchè noi , che viviamo ,

non già piti a noi ſteſsi viviamo , ma

a colui , cheper noi è morto , e riſu

fcitato ; cosi ancor noi muoja.


mo al mondo , alla carne , ed

a tutte le malvagie noſtre con .

cupiſcenze , e riſuſcitati alla

Tua grazia camminiamo in avve 1


nire
DELLÉ PREGHIERE . 92

pa nire in una novità di vita , che ſia

conforme alla Tua fantilſima

i volontà e legge , perſuadendo

Ć ci , che'l vecchio noſtro uomo è ſtao

0 to inſieme con Criſto crocififfo ; ac

ciocche reſtaſſe diſtrutto il corpo del pec

mi cato , ed in avvenire non ſerviſsimo

al peccato , e ch' efendo morti con Cri

3 fto , viveremo eziandio inſieme con

Criſto , il quale riſorto una volta da

morte , più non muore , e la morte non

eſercita mai più foura di lui ilſuo do

minio. Ahi voglia Tu dunque,

o clementiſſimo Signore , ch ’

co eſſendo ſtati inneſtati con Criſto alla

jomiglianza della ſua morte, lo fiamo

1 altresi a quella della ſua riſurrezio

#ne ; dimanieracchè non più regni nel


noftro
FORMULARIO

noſtro corpo mortale il peccato , nè piu

a lui ubbidiamo nelle ſue concupiſcenze,

ma bensi riputando d' effer affatto more

ti al peccato viviamo ſempre mai a Te

ſolo in Criſto Geſù Signor noftro , il

quale effendo alla Tua deſtra interce

noi ,
de per e ci fa coraggio di

preſentarti le noſtre fuppliche


,

e di così con eſſo lui pregarti


.

Padre noſtro , ec, a carte ío.

Il Signore vi benedica ,

a carte 19 .

PREGHI
DELLE PREGHIERE . 95

PREGHIERA
AR
10 .

1 Da farſi nełgiorno

ui dell' Aſcenſione di Geſucriſto

dopo la Predica.

Fratelli e Sorelle

in Criſto dilettiſſimi
.

Solleviamo preſentemente i

noſtri cuori al Cielo , ove

Geſucriſto , Signor e Sal

vadore noſtro , é aſceſo , c

con un vero fervor diſpiri

to dicbiamo :

Signor
94 FORMULARIO

Signor noſtro Iddio , nel

la rimembranza , che

oggi facciamo della

gloriofislima Aſcenſion al Cielo

del dilettiſſimo Tuo Figliuolo e

Redentor noftro Geſucriſto, s'ec .

cita in noi la confidenza d'un

nirci un giorno ancor noi,

quai membra ad eſſo lui no

ftro Capo nella Tua beata Gloria.

Egli medeſimo prima d'abban

donar queſto mondo , e di venit a Te

luo Iddio ed Iddio noſtro , Padre ſuo e

Padre noſtro , ci ha promeſſo ,

che andava a prepararci il luogo , e

che perciò non dovea contriſtarſi

il noſtro cuore per la ſua partenza dal

mondo , mentre ſarebbe di nuovo


venuto
DELLE PREGHIERE . 95

nel venuto , e ci avrebbe ſecolui ricevuti ;

che acciocché ov'egli è , ivi ſiamo ancor

di noi. Ci rallegriamo pertanto ,

a che 'l noſtro Signor Geſucriſto vi

cino a Te ſi truovi , e ſeda alla

deſtra della Tua Maeſtà nei Luo


acco

Bu ghi altiſsimi ; mentre ſappiamo


di certo , ch'egli incellante
10:

1104 mente per noi intercede appreſo di

ceria Te ; acciocchè nel ſuo nome , ché

hals foura ogni nome , fiamo ſalvati, e fica

T come portiamo quaggiù in terra l'ima

mi magine del terreſtre , corrotto e

To mortale Adamo , portiamo altres

una volta l' immagine del celeſte,


alt
fanto ed immortale Adamo.

Deh ! voglia Tu dunque con


cederci , o noftro celeſte ed a
Home
morolis
IO
96 FORMULAR

moroſiſsimo Padre , che tutt'i

noftri penſieri in avvenire fie

no rivolti ſoltanto al Cielo e che

unicamente cerchiamo e gufliamo

quelle coſes che ſono al di ſovra , on

ve Criſto ſta fedendo alla Tua deſtra,

e non più quelle , che ſono ſulla ter

ra ; che indirizziamo in tutte

le noſtre operazioni la mira al

Cielo , e che nel Cielo ſolamen

te proccuriamo , mediante una

criſtiana e fanta condotta , el

offervanza de Tuoi divini pre

cetti, di raccorci teſori, che mai non

mancheranno , ove non v ' ha pe

ricolo , che la rugine , e la tignuo

la li corrompa , e che i ladri gli ſca

vino e rubino. Ed in tal maniera

potremo
DELLE PREGHIERE .
97

ti
potremo , Tua gran merce ,

e ſperare , che terminato , che


che
avremo il brieve corſo dique

ſta mortal vita , faremo altresì

fatti degni d'entrar nel godimento

del noſtro Signore , nella beata no

i ftra Patria , e di venir al bel

ť monte di Sionne , alla Città del

Dio vivente , alla celeſte Geruſa

· lemme ; alla Chieſa de' Primogeniti,

o ove per tutt' i ſecoli de' ſecoli

el avremo a cantar Inni di lode

e di rendimento di grazie a Te ,

* che ci avrai falvati e glorificati

me per la Tua infinita miſericor

dia , e per il merito e la me

diazione di Geſucriſto Tuo Fin

fa gliuolo , colla di cui preghiera


I famo
RIO
M ULA
98 FOR

ſiamo ora d'invocarti fervoro

lamente .

- Padre noſtro, eć, a carte 10 .

Il Signore vi benedica , ec . a carte


19 .

PREGHIERA

Dafarli dopo pran

ZO

dopo la Predica,

Dilettiſsimi Fratelli e Sorelle

in Geſucriſto .

Innalziamo col maggior

fervore del noſtro ſpirito le


menti
DELLE PREGHIERE .
99

a menti noſtreia Dio , é coni

tutta la divozione cosi pre

ghiamolo.
TE

Signore , Iddio e Padre

O noſtro amoroſiſsimo, in

' oggi, in cui fac


queſt
ciam folenne rimembranza di

quel fortunato giorno , nel

quale i Tuoi Santi Apoſtoli e Dif


de
cepoli, mentre ſi trovavano in uno

fefloluogo radunati, furono tutti riem

| piuti del Tuo Santo Spirito ad eſsi

loro mandato in forma d ' infoca

te lingue , che dovra ciaſchedun diloro

fi ſono diſtribuite e poſte , ci ſenti

amo internamente eccitati da

I 2 Un Vi
100 · FORMULARIO

un vivo deſiderio d ' umilmen

te fupplicarti , che Tu voglia

degnarti di mandar ancor in

noi il Tuo Santo Spirito. Ma fa

pendo noi , che I'u medeſimo

nella Tua Santa Parola Ti ſei

dichiarato , che non reſterà in

eterno il Tuo Spirito nell'uomo ,

perchè egli è carne , e conoſcendo

altresi, che noi ſiamo tutti

affatto carnali, comemai pol

fiam luſingarci, non che ſpe

rare , che lo Spirito Tuo divino

fia in noi per diſcendere ? Si ,

lo confeſsiamo , o noftro Id

dio , lo confeſsiamo , che noi

medeſimi ſiamo quelli , che

mettiamo oppoſizione alla di


17 . Icela
DELLE PREGHIERE : IOI

e ſcela del Tuo Spirito in noi ;

gli niente piu eſſendovi d'oppo

is ſto che lo Spirito e la carne .

Turtavolta avendo noi ferma

m10 mente propoſto , prima d'ac

fu coſtarci ſta mattina alla Cena di

· Geſucriſto, ed ora dinanzi la di

vina Tua preſenza rinnovan ,

i do lo ſteſſo proponimento di

i non voler più in avvenire le

A guir le opere della carne e del

peccato , e confidando ezian

dio nella promeſſa dal Tuo di

1 vin Figliuolo Gesu poco prima

della ſua partenza da queſto

mondo a noi facca di non laſci

de arci orfani , e di venir a noi , men

tre avrebb'egli pregato Te Suo Pa.


I 3 dre ?
102 FORMULARIO IP

dre , che ci mandi un' altro Spirito


. Con

ſolatore, che reſti con eſo noi in e

terno ; uno Spiritodi verità , chelmon

do non puòricevere, perchè nè il ve

de ', nè il conoſce ; vogliamo fpe

rare ,mercè l'infinita Tua bon

tà e clemenza , di poter an

cor noi ricevere in oggi il Tuo

Santo Spirito. Deh ! vieni dun

que , vieni Spirito divino z riem

pii noſtri cuori, rinnovali , ed

accendili del fuoco del Tuo San

to Amore ; coſicchè non più cam

minando ſecondo la carne , ma ſecon

do lo Spirito ; non più guſtando le coſe

carnali, ma ſolamente le spirituali e ce

teſti; non più ſeguendo la prudenza


ma
della carne, ch' è ſoltanto morte ,
la pru
DELLE PREGHIERE . 103

11.
la prudenza dello Spirito , ch'è vita

* e pace , ci reodiamo degni, che

i Tu abiti in noi pe
perr ſe mpre
ſemp re , ed in

2
noi abitando , Tu vivifichi un gior

no ancora i noſtri corpi morta

li , e ci metta nel poſledimen

to di quel Regno', che né la carne ,

# neil ſangue poſſono poffedere, ma lol

tificato collo ſpirito le opere della car

ne ; ed allo ſpirito dei quali Turen

di teſtimonianza , che ſono Figliuoli

di Dio , e che anno ricevuto lo ſpi


rito delle addozion di Figliuoli , nel

quale olamo di gridar a Te , o no

Itro Iddio , e d'invocarti.

22지 Padre noſtro , ec , a carte , 10 .

Il Signore vi benedica , ec. a carte 19 .


14 PREGHI
104 FORMULARIO
SS
poto Sooooooooo
**

PREGHIERA

Da farſi la mattina

del Giorno del Digiuno

dopo la Prediea .

Solleviamo , Fratelli e Sorel

le dilectiſsimi , i poſtri cuori

a Dio , e con umiltà e com

punzion di cuore cosi pre

ghiamolo :

Signor Iddio di verità e

di giuſtizia , di bontà

e di miſericordia , ci

preſentiamo in queſto giorno


ſtraordia
DELLE PREGHIERE . τος

ſtraordinario dinanzi la divina

Tua Maeſtà ed il Trono della Tua

Grazia per confeſſar con lagri

me e lolpirj i noſtri peccati


.

Ahi ! a qual numero Itermi

nato ſono giunte le noſtre ini

quità ! Elleno ſopravanzano il nom

! .ſtro capo , e ſentiamo che qual

i grave peſo ci caricano. Abbiam pec.


cato , o Signore , abbiam fino ad

7 ora iniquamente operato , empiamente

ci famocondotti. Abbiano ſcos


3

ſo il giogo della Tua ubidien


za , ci ſiamo allontanati dalle

vie della Tua giuſtizia , ci fia

Te indegnamen
mo contra di

. te ribellati , abbiama bevuto , come

l'acqua , t iniquità. Non avvi


Is precetto
106 FORMULARIO :

precetto della Tua Legge, che

non abbiam violato ; non av

' vi vizio , in cui non ci ſiamo

immert ; non avvi ecceſſo ,

che non abbiamo commeſſo .

Invece di viver felici nella Tua

Caſa paterna , e ſotto i Tuoi

occhi , abbiam feguita l'incli

nazion della corrotca noſtra

natúra ci ſiamo da Te allon

tanati ; abbiamo bandito dal

‘noſtro cuore ogni amor e ti

·mor di Te , e ci ſiamo dimen

ticati del noſtro dovere verſo

di Te noftro Sovrano , noflro Pa

dre , noſtro Iddio. Ah ! inſenſati

ed indurati , che fummo ! Tu

ci hai tante volte e per la via 1

de'benefi.
DELLE PREGHIERE . 107

ob de’benefizi , é per quella de

a caſtighi richiamati dalle no

m ftre peſsimeſtrade , ci hai fat

to più volte fentire nel pro

pe fondo del noſtro cuore la Tua

Is voce ; la quale ci gridava : Cora

invertitevi a mesèd jo mi convertiro

a voi ; ceflate dall'operar l'ini

a quicà ; convertitevi, e ſarete ſalvi';

ma noi ſiamo ſtati fordi ai Tuoi


D'

d amabiliſsimi e paterni inviti'


;

20 abbiam indurati alla Tua boce i no

el ſtri cuori, e ad onta Tua abbi

dam perleverato lenza vergo


gna e roſſore nella colpa. Ma

fa sè Tu vorrai por mente alle no

í ſtre iniquità , o Signoré , chi potrà

Jüſsiſtere ? Eccoci pertanto in


queſto
108 FORMULARIO !!!

queſto giorno da noi deſtina

to alla penitenza ed al digiu .

no umiliati e proſtrati dinanzi

la preſenza di Te, miſericordioſis,

Jamo Signore , per confeffare , che

abbiam peccato contra il Cielo e con


tra di Te ; che ſiamo ſtati Tuoi

Figliuoli ingrati e proteçvi, e

che avendone diſonorato il

carattere , non ſiamo piši degni d'

eſſere chiamati Tuoi figliuoli , e di

pretenderne il diritto e l'ere

dità . Ma ‫ز‬
; o Padre delle miſe

ricordie , non ci ſarà ancora per

noi , che vogliam oggi convertir

.ci , e ritornar a Te per mezzo

della contrizione e del penti

mento delle commeſſe ingra


titudini,
DELLE PREGHIERE . 109

atitudini , non ci ſarà ancor per

i noi nella Tua Caſa un luogo

fra i tuoi mercenarj ; giacchè per

colpa noſtra abbiam perduta

la prerogativa di Tuoi figliuo


li Non ci ſarà ancora nel

i teſoro delle Tue miſericordie

un veſtimento per coprir la

i noſtra nudità ? Non ci ſarà piu

i balſamo in Galaad per riſanar le no

įſtre piaghe ? Deh ! benigniſsi


no e clementiſsimo Iddio , ab

bi pietà di noi ſecondo la Tua gran

miſericordia , e ſecondo la moltitudine

delle Tue compaſsioni cancella le no

ſtre iniquità. “ Fa che le lagrime

di penitenza , le quali oggi

verſiamo , fianci una teſtimo.


nianza ,
-
110 FORMULARIO

nianza , che il Sangue e lo Spi

rito di Geſucriſto incominciana

a lovarci dalle noſire malvagità , ed

a vieppiù; mondatci dai noſtri peccati ;

giacchè ora ben li conoſciamo , e

ce gli abbiam meſsi dinanzi gli occhi, e


confeſsiamo d' aver peccato con

tra di Te folo , e d 'aver commeſsi.

innumerabili mali dinanzi il divin

Tuo coſpetto. ‫ر‬ſiamo ſtati pec


Si,

catori , lo confelsiamo , ono

ftro Iddio , ſiamo ſtati peccato

ri ; contuttociò benchè non

dovremmo ardire neppur d'al

Zar gli occhi al Cielo , la Tua in

finita bontà ci dà il coraggio

di preſentarci oggi con confiden

za el Trono della Tua grazia , per

chieder
III
DELLE PREGHIERE .

ī chiederti perdono , pietà , mi

a fericordia , e per fupplicarti de

effere propizio a noi peccatori , fa

di pendo di certo , che Tu non

diſprezzi i cuori veramente contriti

Ile anime umiliate .' Oltre di ciò

oſiamo ancora , o Iddio d'in

finita bontà e clemenza , di

raccomandar alla Tua divina

EG protezione tutt i Principi

Criſtiani e Vangelicize ipe


to

ON zialmente i Red Inghilterra

e di Pruſsia , gli Stati Con

federati d Ollanda , e tutti

% gli altri Principi, che hanno

el a cuore la pace e tranquillità,


dell"
II2 FORMULARIO

dell ' Europa , e l' avvanza

mento del Tuo Regno


. Conſo

la tutti coloro , che per la te

ſtimonianza del Tuo Santo No

nie fono affitti ed oppreſsi , e

dà coraggio a quei, che per

la confelsione del Vangelo , e

per la Tua gloria tuttora com

battono . Riguarda benigna

mente dalla ſuprema Tua abi

tazione tante greggie diſper

le , e raccoglile nuovamente
nel Tuo Ovile , tanti Santuari

demoliti , e falli rialzare , tan

te anime prive del paſcolo del:

la Tua Santa e vera parola , e

concedi loro dei Paſtori. Sì ,

confidiamo , o clementiſsimo
Iddio
DELLE PREGHIERE . 113

i Iddio , che mentre s'indirizzano ,

come incenſo, queſte noſtre pregbiere

dinanzi il Tuo divin coſpetto , diſ

cenderà ſoura di noi la Tua miferi

of cordia , la quale umiliati nella

penitenza e nel digiuno colla

i preghiera del Tuo dilettiſsimo

Figliuolo e mediator noftro

Geſucriſto imploriamo :

Padre noftro, ec, a carte 10 .


er

782
Il Signore vi benedica , ec , a carte

al 19 .

ll

50
K PREGHI
FORMULARIO
114

PREGHIERA

Da farſi il dopo

pranzo del Giorno delDigiu.


po dopo la Predica.

Cariſsimi Fratelli e Sorelle in

Criſto.

Preſentiamoci al Trono

della grazia , e miſericordia

del noſtro Dio, e così umil

mente e divotamente ſup

o
plichiamol :

Grande , immenſo ed

infinitamente benefico
O
Iddio , che Ti renderemo
noi
DELLE PREGHIERE . IIS

noi per tutt i benefizi, che Tu cihai

fatti ? Non ſolo a Tua immagine

e ſomiglianza ci bai treati , con

fervati colla Tua Provviden

za , da innumerabili pericoli

in riguardo sì allo ſpirito , co

i me al corpo preſervati, e prov

veduti riccamente di vitto e

veſtito ; ma hai eziandio


0
elaudite le noſtre preghiere ;

i ci hai data ne' noſtri giorni la pace ;

ci hai nodriti delcibo ſpiritua :

le della Tua fanta , pura e ve

ra parola , e ci hai fatto am

miniſtrar i Santi Sacramenti nella

el loro ſemplicità . O Iddio di

CO bontà e diclemenza , chi potreb

X be raccontare tutte le maraviglie ver.


Ka jo di
116 FORMULARIO

ſo di noi operate ? Tiglorifichino

per noi tutte le creature , i Cieli

pubblichino la Tua gloria,ed il Firma

mento annonzi la bontà infinita ,

che verſo di noi hai fino ad ora

ulata.Maahi ! noftra grande in

gratitudine ! Non ſolo abbiam

malamente corriſpoſto ai Tuoi

benefizj , ma abbiam con

vertiti gli ſteſsi Tuoi benefizj


in Tue offele , ed in Tuoi ol

traggi. Noi ſiamo , che ab

biam ardito di violar il Tuo

Patto , di conculcar il Tuo Figliuolo,

di contaminar il Sangue del Tefta

mento , nel quale fummo ſantificati ,

' oltraggiar lo Spirito della grazia ;


ed
noi , che abbiam tante volte rattri

ftato
DELLE PREGHIERE . 117

chio ſtato il Tuo Santo Spirito , nel quale

& framo ſtati contraſſegnati nel giorno

Firma della redenzione , e nauſeata la man


na abbondantemente caduta

de dinanzi i noſtri Tabernacoli

per deſiderar le cipolle d'Egit

noi , che alla luce della


bin ta j

Tua parola abbiam eſercitate


In
le opere delle tenebre , e cercata
OP

fuor di Te la pace , prelumen ,


thai
do di poterla trovar ſenza di
ob
Te ; noi, che abbiamo prefe
at
rito un miſerabile , e caduco
To

guadagno alla perdita irrepa


rabile delle anime noſtre , e

nel deſiderio d'edificar le no


Call
ſtre cale , non abbiam avuto
min
riguardo di rovinar la Tua Chien
K 3 fa. O
118 FORMULARIO

fa. O quante volte abbiam

perciò irritata la Tua pazien

za ! Quante volte abbiamo

provocata a caftigarci la Tua

giuſtizia ! Beni conoſciamo ,

che le-noſtre iniquità ſi ſono molti

plicate foura il numero de'noſtri ca

pelli , coficchè se Tu c'ábban

donafsi al furore de' noſtri ne

miçi ; le permettefii agli Angeli di


verjar foura di noi le fiale del Tuo

ſdegno ; se ci faceſsi bere dalla Tua

mano fino al fondo il calice della Tus

indegnazione ; se la Tua mano di

veniſe foura i noſtri colli peſante ;

non avvi caſtigo , che non ab

biąm meritaco , ſiccome non

avvi peccato , che non ab


biam
DELLE PREGHIERE . 119

biam commeſſo . Sì , lo con


1911

hen feſsiamo ', o noſtro Iddio e Si

ar gnore ; lo confeſsiamo , che noi

framo un popolo felice , ma

ſcorretto , un popolo benefi


10

cato , ma ingrato , un popolo

eletto fra molte Nazioni, ma

indegno de' Tuoi favori. O co

76 me mondane ſono ſempre ſta

te le noſtre mire ! terrene le

noſtre lollecitudini! vizioſo il


TH
noftro ingreſſo ed il noſtro
Tu
elito i peccaminoſi i noſtri
Tu
penſieri, le noſtre parole , le
ali
noſtre azioni ! Ma , o Padre
Anth
del noſtro Signor Geſucriſto , Padre
ab
delle miſericordie , e Dio d'ogni con
200
folazione, eccoci in quelt' oggi
ab
K 4 proſtrati
I 20 FORMULARIO

proſtrati dinanzi il Tuo divin

Trono per domandarti gra

zia in qualità di Rei; non fon

dando però le noſtre doman

de fovra la noſtra giuſtizia ,

ma foura la moltitudine delle Tue

compaſsioni , e ſovra il merito e

la mediazione del Tuo Figliuolo

Geſucriſto. Il digiuno , che aggi fane

tifichiama , Ti ſia una teftimo

nianza dell'interna , umile e

fincera confefsione , la quale

facciamo d'eſſere indegni del

la vita temporale , che godi


amo , e ben meritevoli della

morte eterna. Ma se Ticom

piaceſti una volta della peni

tenza di Davidde , del digiuno


di
DELLE PREGHIERE, IZI

i di Daniella , della confeſsione

di Manaffe , delle lagrime di

1 Madalena ,e del pianto di Pie


tro , non abbiam ancor noi da

fperare , chela noſtra confeísio .

i ne , il noſtro digiuno , la noſtra

penitenza ſieno per eſſerti ag .


gradevoli ed accetti ? Si , lo

Iperiamo , sì lo confidiamo ,

o Padre noſtra , clementiſsimo >

che non Ti diletti della perdita dei

viventi , e che non vuoi la morte

dell' empia , ma defideri , che ſi con

verta dalle ſue vie , e viva . Olja

mo inoltre di ſupplicarti diri

guardar benignamente la Tua

Chieſa , la Tua Vigna , la Tua

Vnica. Ah non permettere ,


KS che
1 22 FORMULARIO

che venga devaſtata , calpeſta

ta e diſtrutta dai luoi nemici!

Ahi non laſciar , che l' Idolo

di Dagone s'innalzi fovra l '

Arca dell'Alleanza , e che l'ab

bominazione ſi ſtabiliſca nel Tuo San

tuario . Efaudilci i gemiti ed i

ſoſpiri di coloro , che per la

confeſsion del Tuo Nome si

trovano o nelle carceri , o ful

le Galere, o rilegati
. Riſplen

da la Tua faccia ſovra tanti San

tuarj defolati , ſovra tante pe

corelle diſperſe , ſovra tanti

Paſtori perſeguitati e ſturbati

dalla cultodia delle loro greg .

gie. Previeni colle benedizioni del

la Tua dolcezza i Reggenti di que


Ita
DELLE PREGHIERE, 113

fa fta noftra Valle ; acciocchè col

nii loro buon elempio , coll'adem .


pimento de loro doveri , e col

la giuſtizia e piacevolezza del

loro Governo attraggano gli

S altri a lodarti , a benedirti ed a

fervirti in ſantità e giuſtizia . Sieno

o ancora alla Tua benignità è

protezione raccomandati tuto

* i Principi e Repubbliche Criſtiane ;


y acciocchè fieno zelanti della

11 proſperità e pace dell'Europa ,


e che invigilino al decoro della Îna

in caſa e del luogo della vera abitazio

bu ne della Tua gloria ,alla propa

gazione del Tuo Santo come


ed all' eſtenſione della Tua

TUE Vangelica Chieſa . Fa , o cle


ed
124 FORMULARIO

mentiſsimo Signore ; che forti

ed invincibili ſieno i loro eſer

citi , fedeli i loro Sudditi , e fe

lici tutte le loro impreſc. Pre

ſerva finalmente da ogni ca

lamità la dilettiſsima noſtra

Patria , e non permettere , che

Patenze ed arme ſtraniere e

nemiche entrino in verun

tempo nel noſtro Paeſe , e nel

la noſtra Valle a portar la ſtrag

ge , la rovina , e la deſola

zione delle noſtre famiglie e

campagne. Signor noftro Id :

dio e Principe della pace , dà a

noi una perpetua pace; donaci

la pace ne ' noſtri giorni, fa che ſia

ancor in avvenire la pace fovra il


IHO
DELLE PREGHIERE . 125

for tuo Ifraello , ma ſovra il tutto la

efe pace T
Te co
ec pace
o , pace che ſupera ogni

el ſentimento , che riempie diogni gau

Pi dio , e che conduce al luogo


ů dell'eterna beata Ono
pace .

of ſtro įddio e Fonte ineſauſta d

amore e di miſericordia , non

iſdegnare d'elaudir oggidi le

o noſtre preghiere , le quali per

render più efficaci appreſſo di

Tele conchiudiamo con quel

la , che il Tuo tantiſsimo Fi

& gliuolo , e Mediator noftro

| Geſucriſto ci ha inſegnato di

1 farti :

Padre noſtro, cc, a carte, 10.

Il Signore vi benedica , ec . a Carte


19.
PREGHI.
126 FORMULARIO
tatbot

PREGHIERA

Che ſi ſuol fare

pubblicamente la ſera nella

Chieſa , e che può ancor ognuno privata


mente recitare nella propria Caſa , quando
non aveſſe potuto intervenire cogli altri nel
la Chieſa a pregare , tradotta dalla Lingua
Tedeſca nell' Italiana.

L'ajuto noftro fia nel nome del Si

gnoré , che fece il Cielo e la terra ,

AMEN .

Fratelli e Sorelle

in Crifto dilettifsimi .

Elſendoci noi inſieme radu

nati per far orazione e per


Offerir
DELLE PREGHIERE . 127

offerir a Dio il ſacrifizio

A veſpertino della noſtra pre

ghiera nel nome delſuo di.


11

letto Figliuolo Geſucriſtoſ


,i

IT
preſenti ognuno di noi con

riſpetto , divozione e con

fidenza dinanzi la ſovrana

Maeſtà del noſtro grande


71

Iddio , cui più col cuore,

che colla bocca cosi preghe

remo .

Eterno , onnipollente

e ſolo vero Iddio , noi


O
ll Tue indegne e pecca
trici
118 FORMULAR
IO

trici Creature compariamo dia

nanzi la Tua fuprema e fan

tiſsima Maeſtà per indirizzarti

le noſtre umili preghiere. Ma

pon ſapendo noi pregarti , co

me conviene , e di ciò che con

viene , ahivoglia Tu degnarti

di compartirci lo ſpirito della

Tua Grazia e dell'Orazione, il

quale ajutando la fiacchezza

noftra , c' integói a pregarti in

un modo a Te aggradevole.

Primierament
e Ti ren

diam di tutto cuore le dovute grazie,

o benigniſsimo noftro Iddio,

per i Tuoi grandi ,vari ed innume

rabili benefizj a noi fatti ſenza e con

tra
DELLE PREGHIERE. 1-29

på tra ogni noftro merito. Tu ci hai be

fr nefcati piú di tutte le altre Nazio

ni ; mentre non avyene alcuna , la

1
quale fra ſtata tanto da Te favori
A
ta , quanto noi. Tu ci hai creati ſe
COM

condo la Tua immagine, quan

do non eravamo : ci hai redenti col

1
prezioſo ſangue del Tuo di
za

vino e diletto Figliuolo Ge

fucriſto , quando eravamo perduti.

Po Giornalmente ci fai chiamare median

te la predicazione del Tuo Santo Van

gelo alla comunion della Tua vera

Chieſa , e di queſto meritevoliſ

ſimo Salvadore , e per di lui


MELA
130 FORMULA
RIO

mezzo al godimento della Tua gra

zia , ed eterna beatitudine. La

Tua parola ed il Tuo Santo Spirito

inceſſantemente operano in noi. Tu

fino ad ora ci bai grazioſamente con

feryati , preſervati poſentemente da

ogni male ', e del noſtro biſogno pa

ternamente provveduti. Con pazie

enza e longanimità hai ſopportati noi

gran peccatori , ne ci hai puniti a mi

Jura de' noftri demeriti. Tu ci hai

da lungo tempo preſervati dalle comu

ni calamità di guerra , peſtilenza e


e

careſtia , e donata ai noſtri Ante

nati un' impareggiabile Libertà ,

che ci bai fino ad ora benignamente

ancor conſervata Ti :
DELLE PREGHIERE. IZI

02 Ti lodano perciò , o amabiliſsi

mo e beneficentiſsimo Iddio , le ani,

me noſtre , e tuttoció , che avvi den

tro di noi , loda il Tuo Santo No


me .
Sia lodata , o Signoré , l'im

ZI menſa Tua bontà ; glorificato il Tuo

infinito amore ; celebrata la Tua fom

ma pazienza e longanimità ; bene

detta la Tua da noi non meritata gram

zia e miſericordia

Ma invece di ringraziarti
hy
colle opere , che abbiam noi

r fatto ? Ab ! noi ingrati. T'ab

biamo con gravi ed innumera

bili colpe offeso , e perciò ci

fiam renduti non ſolamente

affatto indegni della continua

zione de ' T moi benefizj , ma


L2 ezian
FORMULARIO
132

eziandiò meritevoli de' Tuoi

temporali ed eterni caſtighi.


O quante volte abbiam noi

ommello il bene ! Quante

volte abbiamo sfacciatamente

commeſſo il male ! E qual

avvi de ' Tuoi fanti comandamenti,

che o coi penſieri , o colle pa

role , o colle operazioni non ab

biamo traſgredito ? Qual re

gola del Criſtianeſimo , cui non

abbiam violata ? Se Ta , o no .

ftro Iddio , ci voleſsi eterna

mente riprovare , chi potreb

be tacciarti d'ingiuſtizia ?

5. Maahi ! miſericordioſo Iddio,


non ci trattare a miſura de '

noſtri misfatti , e non entrar in

giudizio
DELLE PREGHIERE . 1-33

Ti giudizio co Tuoi ſervidori , e colle

ipi Tue ſerve , imperocché qual dei vi


D venti ſarebbe dinanzi a Te giuſti 1

K1X ficato ? Anzi lia Tu clemente é be

unigno verſo di noi poveri peccatori in

OU riguardo di Geſucriſto , e della

ſua perfetta ſoddisfazione.

Ah ! voglia Tu renderci

ancora degni della Tua grazia

col concederci una vera pe

Bu nitenza ; acciocchè , Tua gran

M mercè , fpezzataſi la durezza


deʼnoſtri cuori veramente co
TN

noſciamo , confeſsiamo fince

ramente , e cordialmente de

teltiamo tutt' i noſtri peccaci

e le noſtre paſſate abbomina


zioni .
ri
L 3 Deh !
134 FORMULARIO

Deh ! non ci laſciar pri

vi di conſolazione , ed in po

ter alla diſperazione , ma ope .

rando in noi una vera e viva fe

de , fa , che apprendiamo , e ci

applichiamo il merito dell'us

nico Sabador noftro Geſucriſto

con cordiale defoderio , interno amo

Te , e ferma ſperanza , che per a

mor fuo faremo da Te nuo.

vamente ricevuti in grazia ,

e non già riprovati.

Rendi altresi fruttifera la

noſtra fede. Eccita in noi una

ſincera ſollecitudine della noſtra ſan

tificazione e delle buone opere


. Fac

ci partecipi della rigenerazione,ed


illumi.
DELLE PREGHIERE . 135

t illumina mediante il Tuo San

0 to Spirito il noſtro intelletto ; ac

des ciocchè veramente conoſciamo

Te , ' e colui , che hai mandato ,Ge

20 fucriſto. Santifica la noſtra volontà

in purificandola da ogni oſti

nazione, coſicchè in ognico

ſa ſia ella a Te raſſegnata e

14 fottomeſſa , e mediante lo ſpi

o rito mortifichi , c riduca a do

ก็ vere le fregolate e perverſe

noſtre inclinazioni.

Deh ! facci ancor la gra

zia , che in avvenire rinneghia


ur
mo noi ſteſsi, e prendendo cotidiana.

mente quella Croce , che Tu vuoi


21
imporci, ſeguitiamo Criſto; dimanie
bl
L4 rache
136 FORMULARIO

racchè non pie viviamo a noi ſteſsi ,

ma a colui, ch' è morto e riſuſcitato

per noi anzi che viva in noi Ge

fucriſto , e dimori egli per mezzo del

ſuo Santo Spirito ne' noſtri cuori ; e

cosi diventiamo veri Criſtiani , e ſuoi

feguaci.

O grande Iddio ! Deh : fa ri

ſplender nelle anime noſtre un

' immenſa
raggio dell Tua Glo

riae Maeſtà ; acciocchè ado

riamo Te con profondo offequio,

riflettendo si al noſtro niente ,

come alla noſtra peccamino

Ta natura , e conoſcendo le Tue

infinite perfezioni, ſovra d ' ogni

cofa T ' amiamo , Ti veneria

mo profondamente , e ſempre
mai
DELLE PREGHIERE . 137

la mai Ti temiamo . Eccica in

is noi una figliale confidenza in Te;

acciocchè in neſſun pericolo ,

o calamità perdiam giammai

la ſperanza , ma con pazienza e


ra
raſſegnazione ci diportiamo, con

ſiderando , che non avvi ma

si le sì grande , dal quale Tu non

1 poſla liberarci, e che in tut

stociò , che di ſiniſtro ci acca

de in queſto mondo , ad al

tro non hai la mira , ſe non a

promover il maggior noſtro bene,

ed a renderci pii e beati


.

Ah ! dacci la grazia, che ſo

briamente ſempre viviamo e tempe

ratamente ; acciocche preferuati fiamo

f da tutte le carnali e peccaminoſe ins


LS thone
.
ARIO
138 FORMUL

mondezze , e non facciam abu

ſo de'Tuoi doni , ma ſolamen

te li godiamo per la noſtra

conſervazione, e per il noſtro rin

vigorimento, riconoſcendoli quai

effetti della munificenza di Te,

fupremo Donatore.

Inſegnaci a conoſcer il prez:

zo ineſtimabile delle anime noſtre ;

acciocchè ad ogni cola tem

porale e mondana preferiamo

ſempre la loro illuminazione , ſan

tificazione ed eterna conſervazione.


Sradica dai noſtri cuori la pe
cs

caminoſa , e a Te lommamen

te ſpiacevole ſuperbia , e fa , che

avendo noi un umile ſenti

mento di noi medeſimi, ſti


mi
DELLE PREGHIERE . 139

miamo ognuno più di noi .

Dacci cuori contenti; affinchè mai

non ci diſpiaccia e rechi noja

lo ſtato , in cui al prelente ci

hai poſti, o vorrà porci in av


venire la Tua divina Provviden :

za lenza mai criticarla , o mor :

morar contra della lei .

O Tu Iddio d ' amore ! iftilla

eziandio ne' noftri cuori una vera

carità verſo il noſtro proſsimo ; di

modo che l'amiamo come noi ſteſ

fe conleguentemente ne nel

corpo , nè nel ſuo onore , nè

nei ſuoi beni gli portiamo dan

no ; ma ci conduciamo verſo

di lui con giuſtizia e verita , e fac

À ciamo in riguardo agli altri ciò , che


deſide
140 FORMULARIO

defideriamo, che gli altri facciano a

noſtro riguardo
.

Ah ! Padre di tutte le grazie ,

incomincia non folo queſta buo

na opera in noi, ma continuala an

cora , fino a che farà conſumata nel

giorno della noſtra beata redenzione.

Dacci forza e virtù di refiftere


a tutte le tentazioni dell' infer

nal nemico , e de' ſuoi ſtro

menti , e facci la grazia , che

perleveriamo nel bene fino al

noſtro fine; acciocchè la nou

ſtra morte fia , come un foa

ve paſſaggio da quelta miſe


rabile alla beata eterna vita .

Dolciſsimo ed amabiliſsimo Pai

dre ! deh ! non Ti ſdegnare , le


Ti
DELLE PREGHIERE. 141

Ti lupplichiamo eziandio di

voler continuare a darci i beni

temporali. Concedi pertanto ai

noſiri poveri corpi il neceſſario nos

drimento , e veſtito in benedicendo

le facende i lavori ed i traffichi d'

ognuno , in preſervando da

contagioſe infezioni le noſtre

greggie , in conlervando le

frutta delle noſtre Campagne ,

in concedendoci ſempre Sta

gioni fruttifere , ed in allon

canando ogni forta d 'intem

perie . Voglia Tu ancora pre

fervarci da incendi ed inon

dazioni , e cuſtodir sì noi ,

come le noſtre care famiglie

in queſta notte , e ſempre mai


da
142 FORMULARIO

da ogni ſciagura e male , lpe

zialmente da quelli , che ſono

alla ſalute noftra nocevoli.

Sia alla divina Tua pro

tezione , o benigniſsimo Iddio , rac

comandata la comune noſtra

cara Patria , e queſta noftra


Valle. Cuſtodiſcile e preſer

vale ancor in avvenire da guer

r'a , peſte e careſtia. Fortifica

vieppiù il legame della noſtra

Vnione , non permettendo , che

o inteſtine Fazioni, o ſtraniere

Potenze giainmai il diſciolga

no. Fa , che si i Reggenti, co

me il popolo ſempre conoſcano

e meditino ciò , che contri

builce alla noſtra comune e priva


DELLE PREGHIERE . 143

ta pace , e quiete. Non ci ſot

trarre e ' incompa


rimovere l

rabile prezioſa noſtra Libertà ,

ma fa , ch ' ella ſi propaghi ed

eftenda fino alla noſtra più ri

mota pofterità.

Riguarda con occhio pie

toſo il noſtro caro Magiſtrato :


verla ſovra deſſo il Tuo San

to Spirito , affinchè attenda in

ogni occafione a promuover

la maggior Tua gloria , ed ac

creſcere il comun noſtro vantag

. Concedi a noi alcresí cuo


gio
ri ubbidienti e docili , accioc :

che laſciandoci guidare con

conveniente diſciplina poſsia

mo godere lotto la di Lui Reg


genza
144 FORMULARIO

genza una vita tranquilla e quiets in

in ogni ſantità ed onefta.

Aſsiſti ai Miniftri della Tua

parola , cortcedendo loro un

fanto e prudente zelo , e facendo

che la loro dottrina ſia pura , ed

edificante la loro vita . Bene

dici le loro fatiche , e dà alla

loro coltura ed al loro adacqua

mento il celefte accreſcimento in frut

ta di pietà e di giuſtizia .

Facci la grazia , che la no

ftra Gioventù sì nelle ſcuole , co

me nelle caſe venga educata

nella diſciplina ed ammonizione del

Signore.

O Padre di miſericordia , abbi

compaſsione di tutti gli amma


lati ,
DELLE PREGHIERE .
145

lati , concedendo loro l'ade

guáto follevo, e la neceſſaria pa

zienza . Riſana principalmen

te le loro , anime , ed in quan .

to al fa , come richiede
corpo

la Tua gloria , e l'eterna loro fal


vezza .

Raccomandiamo inoltre al

Tuo eterno ed infinito amore

tutti gli altri biſognoſi, ipoveri,

gli affitti, le gravide , le parto

rienti, i moribondi , ed i perſegui

tati per il Vangelo di Geſucriſto, e

fia Tu il loro conforto; accioc

chè ritrovati fedeli riportino la coro

na della virtu . Voglia Tu an

cora effer Giudice e Padre delle

povere Vedove , e degli Orfani,


м c pror
FORMULARIO
( 146

e proteggili contra ogni ingiu

ita violenza ed oppreſsione.

O Signore , dimoſtra la Tua

poſſente grazia a coloro , che

allontanatiſi dalla Tua Santa pa

rola Gi fono corrotti , e fa , che

a Te ſi convertano ; colicche

si deſsi , come tutti gli altri ,

i quali ſi chiamano Criſtiani cre


n
dano e vivano conformeme

te al Vangelo di Criſto.

Cuſtodiſcie conſerva par

ticolarmente la Tua Vangelica

Chieſa la quale profeſſa la ve

rä Fede , che rende lalvi . For.

tifica , e rinvigoriſci tutti co

loro , che con fervoroſo zelo

1
per quella s'impiegano.
Con
DELLE PREGHIERE .
147

Conferma in ogni bene i

veri e lanti Fedeli , che ſono le

vere membra di Criſto, e del ſuo

Corpo fpirituale; acciocchè Geno

conlervati alla vita eterna.

Nel giorno , in cui ſi farà celebrata la


Santa Cena , s' aggiungerà.

( Concedici inoltre , o

benigniſsimo e miſericor

diofo Iddio , la grazia , che

ficome abbiam queſta mat

tina partecipato nella San

taCena del corpo e del San

gue di Geſucriſto Tuo Fi

gliuolo ; così ſiamoancora a


M 2 parts
148 FORMULARIO

parte del ſuo Spirito , il qua

le abiti in noi coſtantemen

te per la ſantificazione del

la noſtra vita e dei noſtri

coſtumi
. )

Finalmente Ti ſupplichias 1

mo , o clementilsimo noftro

Iddio e Signore , eziandio per co

loro , i quali non ancora co .


noſcono la Tua divina e ſalu

tar parola , o fino ad ora non

l'hanno abbracciata , ma di

morano nell' incredulitá ed abbo

minevole Idolatria . Ah ! fa ,

che queſta Tua ſalutar parola ſia

annonziata c predicata con tal


fuccef
DELLE PREGHIERE . 149

fucceffa e benedizione , che 'l Regno

del Tuo Figliuolo Gesui s'eſtenda

in tutt'i luoghi , ed il Tuo Santo

Nome divenga grande e glorioſo

in tutta la Terra .

Deh ! eſaudiſci , o amabilif

fimo Padre celeſte , la noſtra pregbie


ra per l' amore e merito del Tuo

dilettiſsimo Figliualo Geſucriſto , il

qual colla ſua propria bocca ci

ha inlegnato a coſi pregarti.

Padre noſtra , ec , a carte, 10 .

Se in qualche Chieſa , e

Comunità avvi l' uſo , che

terminata la precedente

pubblica Preghiera il Popo.


M.3 lo
Iso FORMULARIO

lo ſi tratiene ancora a pre

gar privatamente ed in fi

lenzio , il Miniſtro primo di

metterfia ginocchio ſulpul

pito , dirà :

Fratelli e Sorelle in Criſto 1

diletriſsimi.

Per ottener da Dio Signore

una maggior abbondanza di

grazia , e per pregarlo più con


fidentemente per i noſtri par

ticolari biſogni, tratteniamo

ci ancor per
un poco di tem

po a divotamente orare ne ' no

îtri cuori , ſiccome lo Spirito del

Signore ci ſuggerirà.
dopo
DELLE PREGHIERE . IST

Dopo ché il Miniſtro ſ

ſarà alzato in piedi , dirà.

Voglia Iddio per il merito ,

e per la mediazion ed inter

ceſsione del ſuo diviniſsimo Fi

gliuolo e Salvador noftro Geſucriſto

elaudir quefte e tutte le altre

noſtre preghiere.

Dipoi ſi benedirà , e licenzierà

il Popolo dal Miniſtro .

Il Signore vi benedica , e vi cu

ſtodiſca in queſta notte e ſempre da

ogni male e pericolo. Il Signore fac

cia riſplender ſovra di voi il ſuo volto,

ed abbia di voi miſericordia. Rivolga

il Signore ſovra di voi la ſua faccia ,


e vi
M 4
IS ? FORMULARIO

e vi mantenga in fanità , e proſperità .

Andate in pace raccomandati 014 e

ſempre alla paterna ed onnipoffente

protezion di Dio. AMEN .

PREGHIERA

Da farſi dal Mini

ftro quando andrà a viſitar una


perſona inferma,

La pace fra a queſta caſa , ed a

tutti coloro , che in eſſa ci abitano.

L'ajuto noftro ſia nel nome del

Signore , che fece il Cielo e la Terra .

AMEN .

Dipoi inginocchiatoſ il

Miniſtro cogli aftantizdirà.


Gran
DELLE PREGHIERE . 153

Rande , onnipoſſente e

G I miſericordioſo Iddio , in
cui viviamo , ci moviamo , e

ſuſsiſtiamo, e che ſei l ' Autor ed

il Padrone della ſanità e della man

latia , della vita e della morte ;

che fai vivere e morire , e che fai

diſcender nel ſepolcro , e ne cavi fuori,

noi tutti quì raccolti dinanzi

la Tua divina preſenza conteísia

mo d'eſfer indegni di aprir la

noftra bocca per domandarti

qualche grazia per noi mede

limi , ma moltoppiù d'effer

indegni di fupplicarti per gli al

tri . Tuttavolta , o Padre be

nigniſsimo , poichè ci hai Tuco

mandato di pregar gli uni per gli


MS altri
FORMULARIO
IS 4

altri , e principalmente per glin


fermi, promettendoci , che le

preghiere fatte con fede li renderanno

ſalvi, e che Tu li.ſollevarai ; in

conformità al Tuo comanda

mento , e nella confidenza nel

le Tue promeſſe ci prendiamo

l'ardire di ſupplicarti per que

ſto noftro Fratello ( per que

ſta noftra Sorella ,) che Tu

hai voluto viſitare e caſtigare

colla Tua paterna mano , Deh !

Tu , che ſei il ſolo e vero medi

co che può guarir le anime

noftre da ogni peccato , ed i

noſtri corpi da qualſivoglia

malatìa , fia verſo di Lui ( di

lei ]
DELLE PREGHIERE . ISS

Lei) si propizio e benigno ,

che quantunque ſia egli (ella )

fotcomeſso alla Tua Janta Volon

tà in riguardo al vivere , o al

morire ; nientedimeno s' è con

forme al divin Tuo volere , ed

al yantaggio dell'anima fua , fa

ch'egli ſella ] li riſani quan

toprima dalla preſente fua in

fermità. E ben vero , che noi

tutti dobbiam neceſſariamen

te morire , e che dopo la mor

te la noſtra vita è lomigliante

all ' acqua ſparſa folla terra , la qua

le non ſi può raccorre ; cio non

oſtante la Tua paterna Provviden

za ha ordinati , finchè ancor


la
156 FORMULARIO

la vita è in noi , i mezzi , de '

quali vuoi che i Tuvi Figliuoli

ſi fervano , e coll' uſo de ' quali

mediante la Tua benedizione pol

fano guarire dalle loro ma

lattie , e ricuperar la fanità.

Quindi , o Padre benigniſsimo >

Tu che colla Tua benedizione

fovra alquanti ficchi ſecchi

guariſti Ezechia infermo , Tu

che rifanátti Naamano lebbro

so , quando ſi tuffò lette vol

te nell'acqua del Giordano ; Tu


che reſtituiſti la viſta al Cieco .

' applicargli agli occhi


nato coll

un po'di loto fatto col Tuo Spu

ta , e col farlo lavar nella pil

cina di Siloe , Tu che col toccar


la
DELLE PREGHIERE . 157

la mano della ſuocera di Pietro la

i liberaſti dalla febbre ; Tuche ita.

gnaſti il fluſſo diſangue alla Doña,

che toccò il lembo delle Tue

veſtimenta , ſantifica , Te ne lup

plichiamo , per Tua infinita

bontà e milericordia l'uſo de

medicamenti , o di qualunque altro ri

medio , di cui è per fervirſi que

ſto noftro Fratello infermo

[ queſta noſtra ſorella in

ferma , ] e benedicilo di tal

modo , che poſſa contribuire

( fe tal è il Tuo divino Be

neplacito ) alla ſua guarigio

ne. Ma ſe il numero de'giore

ni ,
158 FORMULARIO

ni , che glic le ) hai prefiſsi

di vivere in queſta Valle di La

grime , foſſe negli eterni. Tuoi

Decreti compiuto , e fe gli ( le )

aveſsi mandata queſta malat

tia , come un Meſſaggiero da

Te venuto ad annonziargli

( ad annonziarle ) la morte ,

egli ( ella ) Ti proteſta , che

nient'altro vuole , ſe non che

ſi faccia la Tua fantiſsima

volontà ; egli ( ella ) ſi lot

tomette a tutcociò , che Ti

piace. Quello , che Ti do

manda , e che noi ancora per

lui ( lei) Ti domandiamo u


mik
DELLE PREGHIERE . 159

milmente , ſi è , che Ti com

piaccia d'accreſcergli ( d ac

creſcerle ) la Fede, la Speran

za , e la Carità , e di corroborar

gli ( di corroborarle ) la pa

zienza per fofferire i dolori

ed incomodi della ſua malat,

tia , e che la Tua Grazia e Mi

ſericordia mai l'abbandoni, ma

che nella ſua infermità il Tuo

Santo Spirito gli ( le ) aſsiſta pof

lentemente ; acciocchè con

una volontà più pronta , e

con cuore più allegro egli

( ella ) rimetta , quando a Te

piacerà , il ſuo Spirito nelle Tue


160 FORMULARIO

mani . Eſaudifcici, o noſtro Iddio,

per l'interceſsione e media

zione di Geſucriſto , col qua

le coſi Ti preghiamo.

Padre noftro , ec . a carte 1ő .

Terminata l' Orazion Do

minicale s alzerà in piedi il

Miniſtro , e dirà :

La Tua grazia , o SignorGea

sú ; il Tuo amore , o Padre céle

ſte; la Tua conſolazione , o Spi

rito Santo , fa con noi tutti,

ſpecialmente con queſto no

ftro Fratello Infermo ( con

queſta noftra Sorella Infer

ma. ) AMEN. Preghi


DELLE PREGHIERE . 161

PREGHIERA

Da farſi dal Mini

ſtro , quando andrà a viſitare


ed aſsiſtere ad una perſona
moribonda

La pace ſia a queſta caſa , ed a

tutti coloro , che in eſa ci abitano.

L' ajuto noftro fa nel nome del Si

gnore , che fece il Cielo e la Terra .


Amen .

Inginocchiatoſi dipoi cogli

Aftanti il Miniſtro, coſi

pregherà :

Benigniſsimo Iddio, Pa
dre delle miſericordie , che

ſei il noſtro rifugio, la no


N fra
162 FORMULARIO

ftra forza ed il noſtro ajuto nelle mag

giori noftre tribolazioni , deh ! fa

riſplender la Tua faccia ſovra queſto

Tuo Servidore ( queſta Tua Ser.

va ,) che deve, ſecondo tut

te le apparenze , comparir

ben preſto dinanzi il Tuo Co

Spetto.Laval; o Signore , da tutt 'i

' Ori
ſuoi peccati , tanto dall

ginale , in cui fu concepuco ,

quanto da tutti quelli, che ha


comme si contra la Tua divina

Maeſtà , dalla ſua naſcita fino

all ' ora preſente , coi ſuoi pen

ſieri, colle lue parole e colle

ſue operazioni. Allontanali da

Te, quanto è lontano il Levante dal


Ponena
DELLE PREGHIERE .
163

Ponente , e non glieli imputa

re . Voglia Tu perdonarglie

li per i meriti della Paſsione e

Morte del Tuo ſantiſsimo Figliuolo

Geſucriſto , e lommergerli tutti

• nel di Lui Sangue prezioſo ; ac .

i ciocchè dinanzi a Te più non

compariſcano. Liberal , da

i tutt'i caftighi , che le ſue tras

· grefsioni haño meritati ; acci

: occhè non perturbino la di lui


9
[ lei ) anima , e non li levino

in giudizio contra di Lui ( di


0

lei.} Imputagli ( imputale )

é la Giuſtizia del Tuo Figliuol Ge

fucriſto, della quale riveſtito lia

dinanzi a Te giuſtificat . Ed

N 2 ora
FORMULARIO
164

ora in queſto eſtremo punto ,

a cui: il ( la ) vegghiamo ri

dote , piacciati di rivoglier gli

occhi della Tua Grazia, e pa

terna compaſsione ſovra di

Lui ( Lei, ) mitigando i ſuoi

dolori , e rendendogli ( ren

dendole ) men amaro e do

loroſo il ſuo paſſaggio


da que
fta all' altra vita . Signore

clementiſsimo , accrefci in Lui

( Lei) la Fede , la Speranza e la

Carità : preſerva e difendi la

ſua anima dagli artigli dell' In

fernal Lione , che ruggente cerca di

divorarla- : conſolal ; coll un

zione
DELLE PREGHIERE . 165
1

zione del Tuo Santo Spirito : fa

gli ( falle) ora vieppiù ſentia

re , che Tx lei il fuo Creatore,

· il ſuo Redentore , il ſuo Padre

. e Dio , e ch ' egli ( ella ) fia

i Tui Figliuolo per addozio

nc e per grazia. Salva , Si

gnore , colui ( colei , ) ch'è

ftat redent, col Sangue prezioſo

del Tuo Figliuolo. Non per

i mettere , che perilca ciò , che

Tu bai creato a Tua immagine , e


9
che ha coſtato si caro all' 7 ) .
a
nigenito Tus Figliud Gesei. Con

cedigli ( concedile ) quella

- grazia , che Tu concedefti al

N 3 primo
166 FORMULARIO

primo de' Tuoi Martiri Stefano,

che la ſua anima poſla vedere

i Cieli aperti , e Gesù vicino alla

deſtra di Dio Padre, il quale le

ſtenda le braccia per ricever

la . Ricevi la ſua anima nel

Tuo Paradiſe , siccome riceve

fti quella del Ladrone conver

tito ſulla Croce : fa , che i

Tuoi Santi Angeli ve la porti

no , come portarono quella

del mendico Lazzaro nel Seno

ď Abramo , e concedile una

beata e glorioſa riſurrezzione

nel di finale. Efaudiſci la no

ſtra preghiera , o clementiſsimo

noſtro Iddio , ed aſcolta il Tuo

Unigenito Figliuolo , noftro folo Me


diato,
L
E
GHI
L
D
E
P RE
, 167

re ra
ato e ed
e
la a ſt o
di , ch fi al ro Tu deell ,
v
e
e r ſt at
o p il no Fr
a
t ra ll
r f r e
( pe la no e o
ed S , )
r c
e r o i t ti te
e p n t u i n i me
per

riti della Paſsion e Morte da

| lui fofferta per ſalvarci. Co n


o ma n
c
; ? ac

diamo fra le Tue mani, o Signore,

i l'anima di queſt; Tu; Serv .

O Agnello di Dio , che colTuo

: Sangue bai tolti i peccati del mon

I do , abbi pietà di queſto no

ftro Fratello ( di queſta no

fra Sorella .] Signor Gesů , ri

cevi la ſua anima. Il che con

o fidiamo d' ottener da Te , o Pa

dre delle mifericordie , per la me


N 4 diazion
168 LITURGIA

diazion di Geſucriſto Salvador no

ftro , colla di cui preghiera T '

invochiamo di tuttoil noſtro

cuore ,

Padre noftro , ec,a carte 10 ,

Terminata l' Orazion Do.

minicale s alzerà in piedi

il Miniſtro , e rivoltatoſi

verſo la perſona moribon

da , dirà :

La Miſericordia , la Grazia,

e la Confolazione di Dio Padre ,

Figliuolo e Spirito Santo fieno con

Voi fino all ' ultimo refpiro


della
DEL BATTESIMO , 169

della voſtra vita , e vi accom

pagnino alla Vita eterna,

AMEN .

LITURGIA

Da oſſervarſi nell'

amminiſtrazione del Santo

Sacramento del

BATTESIMO .

In nome di Dio Padre , Figliuo

lo , e Spirito Santo. AMEN .

L ' ajuto noſtro ſia nel Nome del

Signore , che fece il Cielo e la Terra.

Iftruzione agli Aftanti,


NS
170 LITURGIA

la quale ſi potrà premette

re all' amminiſtrazione del

Santo Batteſimo, o tralas

ciare ad arbitrio,

Dilettiſsimi in Ge

fucriſto

Fratelli e Sorelle

A Santa Scrittura c'inſe

I. che tutti gli


gna ,
L
uomini per cagion della

colpa de ' noſtri Primogenitori

Adamo ed Eva vengono con

cepuri e naſcono nel peccato

e nell' iniquità ; dimanierac


chc
DEL' BATTESIMO. 171

chè non ſuperando l'uomo la

ſua corrotta natura non può

entrar nel Regno di Dio , 2 °, che

' uomo
l non ha potuto da ſe

ſteffo vincere la ſua corrotta

natura , e mondarî ſe non per

mezzo della Morte e Paſsione

del noſtro Signore e Salvador Ge

fucriſto , la quale però non è

fruttifera e ſalụcare a tutti ,ma

foltanto a coloro , i quali ſe l'

applicano con una vera e vi

j va fede ;e finalmente che que

o ſta vera e viva fede vien daca

i ai ſoli eletci e figliuoli di Dio

-1 mediante l'udito della ſua parola , ed

o è confermata per i Sanci Sa

çramenti del Batteſimo e della


Cena
LITURGIA
: 773

Cena Eucariſtica del Signore.

Quindi ſi può facilmente

comprendere , per qual ra

gione abbia Geſucriſto iſtituito

il Santo Battefimo , e comandato

ai ſuoi Diſcepoli , allorchè li

mandò a predicar ad ogni Creatura

il fuo Vangelo , che ľammini

ſtraſſero a tutti coloro , i qua

li volcano in Lui credere ; cioè

per ſignificare , che ficcome

coll' acqua pura ſi lavano e

mondano le lordure del cor

po ; così mediante il ſuo San

gue e Spirito ſi lavano e purifi

cano le anime noſtre da ogni


macchia contratta per il
рес :

cato . Tuttavia ſi deve inten


dere .
DEL ' BATTESIMO . 173

dere , che l'acqua del Santo

Batteſimo per le Iteſſa non ha

l'attività e forza di levar via

il peccato , ma è un fanto le

gno , un pegno , un teſtimo

i nio , e ſe vogliam ancore , un

fugello del lavamento , che ſi

fa , mediante il Batteſimo dal

peccato , e che Iddio nel Batteſimo

promette , che quanto è certo ,

che coll'acqua liamo eſterior

: mente lavati ; altrettanto egli

è certo , che interiormente rez

ſtiamo lavati dal Sangue e dal

lo Spirito di Geſucriſto.

Ciò detto , o tralaſciato , di


.

rà il Miniſtro.
Ellen
174 LITURGIA

Efendoci noi quì raduna

ti nel nome , e coll' autorità

del noſtro Signor Iddio per dar a

quello Fanciull, il Santo Batteſia

mo, fondati ſull'elempio e pre

cetto di Geſucriſto , il quale in

ricevendo e benedicendo i

Fanciulli a lui preſentati, co


me či vien riferito da San Mat

teo al Capitolo dicianoveſimo,

comandò ai Genitori , e Dilce

poli di laſciarli a ſe venire , peroc

che di loro è il Regno dei Cieli,

Preghiamo dunque con una

vera fede e carità , che ſicco

me jo ſarò per battezzare coll'

acqua ; cosí meco ſia quegli ,


il
DEL BATTESIMO . 175

il quale , giuſta la ſua infalli

bile promeſsione , battezza in

iſpirito e fuoco , cioè Geſucriſto, ch

: è venuto dal Cielo per la lal

vezza del mondo , e cosi di

chiamo :

Preghiera
.

Nnipoſſente , eterno Id

dio , e Padre clementis

ſimo di tutti gli Tuoi

Figliuoli in Cielo ed in Ter

ra , noi ſappiamo di cer

to , che quel Fanciulli è ( fo

no ) ftat; conceputį, enac; nel

peccato del noſtro primo Pa

dre Adamo , e ch ' egli ( ella )

eglino
LITURGIA
176

eglino ſecondo la Tua giu

Itizia , non altramente chenoi

Tutti, ſarebbe [ Jarebbero ]

re della morte e dell' eterna

dannazione. Ma poichè per

Tua infinita miſericordia Ti

ſei compiacciuto di mandar al

mondo il Tuo dilettiſsimo Fi

gliuolo Geſucriſto; acciocchè pa


tilfe e morille rti
per ſoddisfa

per i noſtri peccati , ed hai al


tresi in ello lui promeſſo di

voler eſſere il noſtro Iddio , ed

il Dio de' noſtri Figliuoli , umil

mente Ti lupplichiamo , che

Tu voglia benignamente e
miſericordiolamente riguardar

queſt
DEL BATTESIMO . 172

queſt; Fanciull; ; acciocchè

nel tempo ſteſſo ; che noi il

i ( la ) li battezzeremo eſteri

1 ormente coll'acqua , Tu il ( la)

ef li voglia interiormente battez

zare coll' acqua viva del TKO

Santo Spirito , il quale in eſs; lui

( lei ) loro operi la vera e fam

lutar cognizione della Tua di

vina Volontà e Legge , ed

una vera e viva fede in Gefuo

criſto Tuo Figliuolo , unico Signor


d
e Salvador noſtro accompagna .

ta da una vera , ſincera ed e

fatta ubidienza ed offervanza

de' Tuoi Santi e divirii Comanda


.
0 mpatii
178 LITURGIA

menti, ſicchè divenue una nu

ova Creatura ( nuove Crea

ture ) in Dio ſecondo lo Spi

fito ; e terminato il brieve

corſo di queſta mortal vita ſia

( ſieno ) face ered ; del Tuo ce

lefte ed eterno Regno per la

mediazion e merito
di Geſucri

ſto , colla di cui preghiera u

milmente T' invochiamo :

Padre noftro, ec, à carte , 10.

Udite , quai lono gli Ar


ticoli della noſtra vera , pri

miera e criſtiana Fede e Riligio

ne , nella quale queſt; Fanci


ul.
DEL BATTESIMO . 179

ully dev'eſſer ( devono eſſer ]

educati ed iſtruit

1. fo credo in Dio Padre One

nipoſſente , Creatore del Cielo e della

Terra .
1

2. Edin Geſucriſto ſuo Figliuolo,

unico noſtro Signore.


9
3. Il qual fu conceputo di Spirito

Santo , nacque di Maria Vergine


.

4. Pati ſotto Ponzio Pilato

fu crocifiſo , morto , e ſeppellito , di

ſceſe agl' Inferi.

5.Rifúſcitò il
1 terzo giorno da
morte .

6. E ' ſalito in Cielo , ſede alla de

· ſtra di Dio Padre Onnipoſſente.

7. Di là verrà a giudicar i vivi


ed i morti. 02
8. Jo
280 LITURGIA

8. fo credo nello Spirito Santo.

9. La Santa Chieſa univerſale ;


la comunion de Santi.

10. La remiſsione de' peccati.

11. La riſurrezion della carne.


12. La vita eterna. Amen .

Ciò detto , ſi rivoglierà il

Miniftro ai Compadri ed al

le Comadri, e con chiara ed

intelligibile voce dirà loro :

Cariſsimi in Cri

ſto .

Efendo voi ftati pregati

dal Padre e dalla Madre di

que .
DEL BATTESIMO . 181

queſt; Fanciull, di preſentarlı

al Santo Batteſimo in qua

lità di Compadri e Comadri

della vita fpirituale , dovete

ancor intendere e ſapere , qua

le ſia la voſtra obbligazione

1 ed il dover voſtro dinanzi Dio ,

e gli uomini
. Sappiate per

tanto , che voi vi coſtituite

come teſtimoni , che queſt

Fanciull; Ga ( fieno ) Itati bat

tezzati nella morte del Sia

gnore , e che promettete alla

presenza della Supprema Maeſtà

at del grand' Iddio , e di queſta Cri

di ſtiana Radunanza , che ſe 'l bis

sil 03 ſogna
182 LITURGIA

fogno lo richiedelle , larete

pronti fecondo la voſtra pol

libilità a preſtar ajuto , che

queſti Fanciulli venga ( ven

gano ) educat; nella vera fe

de de ' Santi Patriarchi ; Profeti

ed Apoftoli contenuta nella Sana

ta Scritura del Vecchio e Nuovo

Teſtamento , ed alla maggior

gloria di Dio , al quale 1 (gli )


offeriamo.

E ſe avete intenzione di

ciò promettere e mantenere ,

riſpondere coll' affermativa Si.

Dopoché i Compadri e le

Comadri avranno afferma


to
DEL BATTESIMO . 183

to , che Si;prenderá ilMini

ftro il[ la]bambin , Julle ſue

mani, e ſoggiungerà loro.

Se volete dunque , che que

ft; Fanciull; ſia battezzato col

batteſimo del noſtro Signor Ge

Jucriſto , affermate di Si, e date

il nome al [ alla ] Fanciulle.

Qui riſponderanno i

Compadri e le comadri

Sí , e nomineranno il ( la )

1. Fanciull

Allora il Miniſtro ver

ſerà ſulla teſta del ( della)


04 Fan .
184 LITURGIA

Fanciull ; tre volte l ac

:
,

N. JO TI BATTEZZO

IN NOME DI DIO PA

DRE , FIGLIUOLO , E

SPIRITO SANTO

Amen .

Ciò fatto , il Miniſtro be

nedirà il ( la ) Fanciullº bat

tezzat, colle ſeguenti paro .

le ;

Iddio ti faccia la grazia ,

che ſiccome fei ſtat; batte2

zat; con acqua pura nella mor


te
DEL BATTESIMO . 185

te del noſtro Signore Geſucriſto;

| cosi dopo la Tua morte Tu

poſla comparir dinanzi la pre

ienza di Dio con una pura , ed

immacolata coſcienza , layar,

colº Sangue di Geſucriſto , ed

eſſer fati, degno della Gloria

beata nel Cielo. Amen .

Andatevene in pace nel nome

del Signore. AMEN .

os LITUR
186 LITURGIA

LITURGIA

Che ſi deve oſfer

vare nella Conſecrazione , ed


Amminiſtrazione

D E L L A

SANTA CENA
1

del Signore.

In nome di Dio Padre , Figliuolo ,

e Spirito Santo. AMEN .

Fratelli e Sorelle

dilettiſsimi in Chrilto .

Ssendo noi ora per con

ſecrare e ricevere la Cena


E
da
DELLA SANTA CENA 187

da Geſucriſto iſtituita , qual ri


membranza della Paſsione

Morte , che per noi poveri pec

catori ha egli ſofferto , ed ela

| fendo noi altresi avviſati dal

Santo Apoſtolo Paolo, che l'uomo

pruovi primieramente ſe ſteſſo az


vanti di mangiar di queſto pane , e

di bere di queſto calice ; acciocchè

mangiando e beendo indegnamente

non ſa mangi e bea la ſua eterna con

dannazione , non facendo diſcerni


mento fra il pane e vino comu

3 ne , ed il Corpo e Sangue di Ge

fucriſto , facciamo con tutta l'

attenzione e divozione queſte

tre Conſiderazioni, l . Chi ſia

quegli, che vien a noi. 2 *. Per


qual
188 LITURGIA

qual fine egli a noi venga. 3 *. Coſa

in venendo a noi egli ci apporti


.

I . Chi è quegli , che a noi vie

ne ? E ' il Dio della gloria , il

Padron dell Univerſo , che non

ha alcun biſogno di noi . E

quel deffo , che fattoſi uomo

pati e mori per la noſtra fal .

vezza . Queſto vuol adeſſo

a noi venire , a noi creature

viliſsime, ſpogliate d'ogni be

ne , cariche d' ogni ſorta di

peccati , ed indegne perfino

della vita , che abbiamo,

2. A qual fine vien egli a noi ?

Egli le ne viene non per il

gridarci , o punirci , perchè


i abbiam in tante e si gravi

manies
DELLA SANTA CENA . 189

maniere oltragiato é vilipeſo ;

ma viene ſoltanto qual Medico

- a noi infermi per guarir le no

| ftre fpirituali malattie ; qual

Maeſtro per inſegnarci il mo

do d ' amarlo , e di ſeguirlo ,

10 e qual Guida per dimoſtrarci

la ſtrada dell' eterna ſalute.

o 39. Coſa ci apporta egli in vs

nendo a noi Ci apporta i teſo

ri della ſua grazia , i meriti

i della ſua Paſsione e Morte , le


ſue virtù , i doni del fuo Santo

Spirito , inſoma quanto di buo

no , di ricco e di preziolo e

gli ha, e poſſede.

Ora chi di noi pertanto

non s'umilierà dinanzi queſto


grance
190 LITURGIA

grande Iddio , che vuol a noi

venire , e non riconoſcerà il

fuo niente , la ſua ballezza ,

la ſua indegnità , il tuo deme

rito di riceverlo ?

Chidi noi non ſi riſolve

rà ad amare , a riverire , e ad

adoraré un Dio si buono , si

clemente , si benigno , ed a

cooperare al fine , per cui egli


a noi ſe ne viene ?

Chi di noi finalmente non

ecciterà in le ſteſſo i più vivi

ſentimenti di gratitudine e di

riconoſcenza per i beni , che

queſto Iddio in venendo a noi

ci apporta ? E fia poſsibile ,


che ad alcuno di noi dia più

ľ animo
DELLA SANTA CENA . 191

i l'animo in avvenire d ' offen

1 der ed oltraggiar un fi inſigne

1 benefattore

3 Ah riconoſciamolo , mici

dilettiſsimi Fratelli e Sorel

al le , riconoſciamolo con un

s vero e Gincero ſentimento di

confuſione , d'eſler noi affat

to indegni, che queſto grand'

Iddio entri nelle anime noſtre

macchiate da tante colpe ; ch

negli venga ad abitar in noi , i

i. quali fino ad ora o non


. l'ab

biam mai amato , o non l'ab

biam amato , come ci conve

niva d'amarlo ; ch'egli alla

lua venuta ci arricchilca di


tan
LITURGIA
192

Tanti doni e favori, dei quali

ci ſiamo renduti del tutto im

meritevoli. Umiliatici pertans

to dinanzi a lui profondamen

te , ed in uno ſpirito di vera


pietà , e divozione a lui ri

voltatici cosi indirizziamogli

le noſtre preghiere. )

N. B. N. B.

[ Reſta in arbitrio e libertà di

premettere , o di tralaſciare queſte con

fiderazioni. Se ha tralaſciano , la

può dopo d' aver detto : In nome

di Dio Padre , ec.a carte 186.

incominciar la confecrazione della Sana

ta Cena dalla ſeguente

Preghiera :)
1
Opni
DELLA SANTA CENA.
191

Noipofſente , eterno ed
11
infinitamente benigno
O
Iddio, cui tutte le Crea
11
ture con ragione lodano, ama
En
no ed qual loro Crea
adorano ,

ftore, Padre , e Signore ; conce

gi di a noi poveri ed indegniſ

ſimi peccatori, che poſsiamo

non tanto confecrare e cele

ibrare con una vera fede , con

* un profondo riſpetto , e con


una fervorola divozione il

Santo Sacramento della cena , che'l

Unigenito e dilettiſsimo tuo Figliuola

Geſucriſto ha iſtituito in memo

ria della ſua Paſsione e Morte ,

quanto degnamente e colle

dovute difpofizioni dell'ani


Р ma
LITURGIA
194

ma noſtra accoſtarci a riceve

re e mangiare queſto pane ce

leſte ', del quale chiunque degna

mente ne mangia , non muore , ma


vine in eterno. Efaudiſci , o cle

mentiſsimo Iddio , la noſtra

umile preghiera per Geſucriſto

Tuo Figliuolo e Signor noftro , il

quale Teco vive e regna nellº

unità del Santo Spirito per tutt'


i ſecoli de ſecoli. AMEN .

Gloria lia a Dio ne' luogbi al

tiſsimi , e pace ſulla terra agli uomi

ni di buona volontà.

Noi Ti lodiamo , Ti benedichig .

mo , T'adoriamo , Ti glorifichiamo.

Grazie a Te rendiamo per la

Tua gran gloria e beneficenza.


O Si .
DELLA SANTA CENA .
195

a Signor
:: 0 Iddio , Re del Cielo ,

Iddio Padre onnipoſſente.

O Signo
Geſ
r ucriſto , Unigenito

* Figliuolº di Dio.

O Signor Iddio , Agnello di Dio ,

Figliuol del Padre.

Tu che togli i peccati del mondo ,

abbi di noi mifericordia ,

Tu che togli i peccati del mondo


>
ricevi la noſtra preghiera.

Tu che ſedi alla deſtra del Padre,

abbi di noi compaſsione .

Poichè Tu falo ſei il Santo .

Tu ſolo ſei il Signore.

Tu ſolo ſei 6 Altiſsimo, Gea

fucriſto , col Santo Spirito nella glo


ria di Dio Padre. Amen .

P a
196 LITURGIA

Il Signore fia con noi , e ci

dia il ſuo Santo Spirito.

Le parole , le quali ora u

direte a leggere , ſtanno ſcrit

te nel Vangelo di San Gio

vanni al Capitolo ſeſto .

Sia lode e gloria al noſtro

Iddio,

In berita in verità jo vi dico , chi

crede in me ,
ha la vita eterna . Jo

ſono il pane della vita. I noſtri Pa

dri mangiarono la manna nel diferto,

e ſono morti. Queſto è il pane ,ch '

diſceſo dal Cielo ; affinchè chi ne

mangierà , non muoja . fo Jono il

pane vivo , ch'è diſceſo dal Cielo :

je alcuno mangia di queſto pane , vi


chjo I
perà in eterno. Ora il
pane ,
dard
DELLA SANTA CENA 197

E darò , è la mia carne , la quale das

ro per la vita del Monda. kGiu

El dei adunque contendevano fra di lo

ro , dicendo .; came può coſtui darci

a mangiare la ſua carne ? Perciò

Gesel diffe loro ; in verità in verità


to jo vi di ca
vi dica , fe voi non mangiate la

carne del Figliuol dell' uomo , e non

beete il fuo ſangue , non avrete la

pita in voi . Cbi mangia la mia cars

ne, e bee il mio ſangue , ha la vita

eterna , ed jo il riſuſciteró neli ulti

#mo giorno • ed egli dimora


Lo
in nie , ed jo in efo lui

spirito è quella , che vivifica ,la car

ne non giova a nulla : le parole , ch'

jo vi dico , fono spirito e vita .

Sia lodato e ringraziato


i Iddio ,
P 3
198 LITURGIA

Iddio , il quale voglia , fecon

do la ſua fanta parola perdo

narci tutt'i noſtri peccati , e

concederci la grazia , che ſe

condo l'intenzion di Geſucri

ſto c'accoſtiamo alla ſua ſanta

Menſa per mangiar di queſto

pane , e per bere di queſto vi

no conſecrati ; acciocchè ot

teniamo la vita eterna . Amen .

Per eccitar vieppiù la cre

denza noftra in riguardo di

queſto divino ed ineffabile Sa.

cramento del Corpo e del Sangue di

Geſucriſto , cui ſiamo orº ora

per ricevere , facciam la Pro

feſsion della noſtra Fede , chº


I

è con
DELLA SANTA CENA. 199

ON è contenuta in queſti dodici

do Articoli del Simbolo Apoſtolico.

fo credo in Dia Padre , cc. à

carte 179

Prefazione
.
el

Nnalziamo i noſtri cuori al

Of Sigalore,e rendiamogligra?

zie ; poichè egli è in fatti

convenevole - giuſto , ed a noi


18
ſalutare , che in ogni tempo

e luogo , e ſpezialmente in

queſto giorno ringraziamo

Te , o Signore , Padre Santo , Id

dio Eterno ed Onnipoſſente per Ges

ſucriſto noftro Signore,

E perciò con gli Angeli


P4 ed
100 LITURGIA

ed Arcangeli , e con tutto il Co

To celeſte lodiamo , ed eſaltiamo

il Tho Nome gloriolo , cele


brandoti ed inceſſantemente

dicendo :

Santo , Santo , Santo il Signor

Iddio degli Eſerciti ; il Cielo e la

Terra ſono ripieni della Tua

gloria.

Sia gloria a Te, o Signor A


tiſsimo AMEN

Umiliamoci vieppiù , di

lettiſsimi Fratelli e Sorelle ,

dinanzi la ſuprema Maeſtà

del noftro Iddio , e con pro

fondo riſpetto , e vera com

punzione de' noſtri cuorico

si preghiamolo : Pre
DELLA SANTA CENA. 201

PREGHIERA

Dolciſsimo e dilettilsi

O mo Gessi , Signor noftro ,

Tu c' inviti a venir al

la Tua Santa Menſa per effe

l re da Te faziati e riſtorati. E

chi Gam mai noi , che Tu vuoi

tanto onorare ? Ah ! Tu ben

lo ſai , e lo ſappiamo ancor

noi , che altro non ſiamo les

non Creature indegniſsime e

peccatrici, fenon vermi vilif

Gmi della terra , ſenon vaſi

ripieni di corruzione e d'ini

quità. Ma si grande ed ec

cedente è l'amor Tua verſo

di noi , che Ti vuoi degnare

PS di
202 LITURGIA

di venir a noi , anzi d'entrar

in noi. Verremo dunque a

Te , verremo , giacchè si cor

telemente ed amoroſamente

c'inviti di venire ; ma verre

mo quai infermi per eſſer da

Te riſanati, quai deboli per

eſſer da Te rinvigoriti , quai


famelici per effer da Tela

ziati. O benignità ineffabi

lero clemenza inaudita ! Ren .

dici pertanto , o amabiliſsimo

noſtro Sabadore , ah ! rendici

degni di riceverti , poichè per


quanto noi faceſsimo , non

potremo mai abbaſtanza ren

derci degni d'accoglier in noi

un Dio si grande , qual Tu


ſei.
DELLA SANTA CENA 203

| ſei. Eccita in noi una viva

Fede , una ferma Speranza , ed

- un ' ardente Carità per crcder

e in Te , per fperar in Te , per

amar Te , che ſei il noſtro

e Iddio , il noſtro Rimuneratore ,

il noftro Padre, Spezza ,ah !

i si , ſpezza per mezzo d'un

vero dolore e pentimento de

i commeſsi peccati i noſtri cuo

ri , e rinvigoriſci colla Tua

10 grazia il noſtro già concepu

1 to proponimento di non più

offenderti in avvenire , di non

più peccare. Riconducici dai

noftri antichi Iviamenti ſulla

ſtrada della ſalute , e riveſtici

della Tua grazia , della quale


la
204 LITURGIA

la colpa ci ha ipogliati ; ac

ciocchè in tal modo divenia


1
mo un'abitazione degna del

la Tua divina Maeſtà , e non


corriamo a riſico invece di

mangiar e bere la vita , di man

giarci e berci il noſtro giudizio, e

i' eterna noſtra dannazione ,

dalla quale voglia Tu , o miſe

ricordiolo e clementiſsimo

Iddio , liberarci per il merito

di Geſucriſto, colla di cui pre


ghiera a Te umilmente ci ri

vogliamo

Padre noftro, ec , â carte , 10.

Fra
DELLA SANTĀ CENA. 205

Fratelli e Sorelle

dilettiſsimi in Criſto .

Aſcoltate ora con fede e

i divozione in qual maniera fu

5 iſtituito , conſecrato e celeb

rato il Santiſsimo Sacramento del

: la Cena da Geſucriſto Signor noftro ,

colla di cui autorità , e colle

10 medeſime parole , e nello ſteſ

oloSenſo , nel quale egli l'ha

conſecrato , ſono ancor' jo fuo

indegniſsimo Miniſtro con tutt '

i Fedeli qui nel ſuo Nome ra

dunati , per conſecrare al pre

ſente queſto pane e vino ; ac


ciocchè a noi ſia un vero Mi

ſtero del ſuo Corpo e Sangue ed una


rimem
206 LITURGIA

rimembranza , e comunione

della ſua Paſsione e Morte. Tål

è la relazione, che ci fa l'Apo

ſtolo San Paolo di queſta con

fecrazione nella Piſtola Prima

ai Corintj al Capitolo undi

ce Gimo,

( La Conſecrazione)

Gesù nella notte , in cui fu tra


dito e dato alla morte , preſe il pane ,

e dopo d'aver rendute grazie lo ſpez

zo , e diffe ; Prendete e man

giate : Queſto è il mio corpo ,

che per voi vien dato , fate ciò


in mia memoria . Similmente

preſe egli ancora il vino , rendette gra

zie ,
DELLA SANTA CENA. 207

zie , ed il diede loro , dicendo ; Bee

te di queſto tutti : Queſta be :

vanda del nuovo Teſtamento

è nel mio Sangue : qualunque

volta ciò fate , fatelo in mia

memoria ; imperocchè ogni qual vol

ta voi mangerete di queſto pane, e

berete di queſto vino, annonzierete la

morte del Signore , finchè egli venga.

Detto ciò , il Miniſtro

inviterà il popolo ad acco .

ſtarſi alla Santa Comunio

ne nella ſeguente maniera.

Venite ora dunque, o Voi

tutti , che avendo primiera

mente provato ed eſaminato ,


voi
208 LITURGIA

voi ſteſsi , le avete fede , pen

timento , e proponimento di

non più peccar in avvenire ,

non vi credete indegni d'av

vicinarvi a queſta Santa Cena

del Signore. All'incontro co .

loro , che foſſero ancora pec

catori ed impenitenti , fi fac

ciano ſovvenire la formida

bile e tremenda incimazione ,

che fa loro il Santo Apoſtolo

Paolo , che chi mangia di queſto

pane , e bee di queſto vino indegna

mente , ſi fa reo del corpo e ſangue

del Signore , e fi mangia , e bee il

ſuo giudizio , non difcernendo il

corpo del Signore.

RENDI
DELLA SANTA CENA. 209
XXX
XXXX XOX
Sadongooboosobom goc poopoogendooooooo
TRIXXXIRSIKT

RENDIMENTO .

di 019

GRAZIE

Da farſi dopo la

Santa Comunione ,

Dilettiſsimi Fratelli e sa

relle nel Signore


.

Accolgaſi ora nuova

. di
mente ognuno noi
R
nel ſuo ſpirito , ed in

nalzando la ſua mente a Dio ,

eſprimagli più col cuore , che

colla lingua i ſuoi interni ſeną


Q timca .
310 LITURGIA

timenti di gratitudine , e di

ringraziamento per il grande,

ſommo ed ineſtimabile benefi

zio or ' ora ricevuto , che ſi

ſia queſto grand' Iddio degna

to d'entrar in lui , mediante

la Comunion del ſuo Corpo e del

luo Sangue. , e cosi dia a lui

lode , onore e gloria , dicendo .

fo voglio lodarti , o mio benis

gniſsimo ed amabiliſsimo Iddio, eglo

rificar ſempre ed in eterno il Î'uo

Santo Nome.

Tuita la terra è ripiena de' Tuoi

immenſi benefizi, della Tua fedeltà,

gloria , e miſericordia.

Ringrazi pertanto , elodi il Si.

gnore l'anima mia , e tuttociò , che


AVVi
DELLA SANTA CENA.

á abvi dentro di me , glorifichi il fuo

dio Santo Nome.

Poichè egli è propizio a tutte le

i noſtre iniquita, e 'riſana tutte le no

ftre infermità.

Miſericordioſo e cemente è il

del Signore, ď una ſomma longanimità


lui
e bontà. Egli non ba trattato con
do.
effo noi ſecondo i noſtri peccati , e

non ci ha ricompenſati a miſura delle


alon
noſtre iniquità, e del noſtro demerito.

Anzi quanto è diſtante il Cielo

dalla Terra , e quanto lontano è t


UN
Oriente dall'Occidente ; tanto ſua

pera la ſua bontà e miſericordia tut

te le noſtre malvagità .
Si.

de E ſiccome un Padre ſi muove

Q2
312 LITURGIA

was compaſsione verſo i ſuoi Figliuoli ;

cosi Iddio ba miſericordia di noi,

Conciofsiacche quando eravamo

ancora peccatori e ſuoi nemici , ci

diede egli il ſuo proprio ed Uni

genito Figliuolo ; acciocchè per lui mi

veſsimo , e ci ſalváſsimo.

Egli ci,ba fatto della ſua car

ne un vero cibo , e del ſuo ſangue

una vera bevanda , e ci ha recata

colla ſua morte la vita eterna .

Annonzi pertanto la mia bocca

le lodi del Signore , edil glorifichi


.

Sia lodato il nome del Signore

dall bra preſente fino all' eternita.

Dalt Oriente del Sole fino al di

lui Occaſo ſia inceſſantemente lodato

if nomedel Signore.

Soura
DELLA SANTA CENA : 213

Sovra tutte le Nazioni fa eſaltato

il noſtro Signor Iddio , e ſopra tuttº i


1 Cieli la di lui gloria ; poichè egli è

i benigno e miſericordioſo in eterno.


AMEN .

[ Si potrà tralafriøre , fe cosi piace ,


quefta specie di Salmo
, compoſto per la mag
gior parte di parole e ſentimenti dei Salmi,
ed altri palaggi della Santa Scrittura , e
ſi potrà leggerſoltanto la ſeguente Preghie.
ra . Ovvero ſi potrà ancora per variare
A legger alternativamente l' uno e altra ;

avvertendo , che quando fi leggele ſolamer


te queſta ſpecie di Salmo , il Miniſtro termio
nato che avrà di leggerlo , licenzierà e be.
nedirà il Popolo , dicendo : Il Signore vi
bencdica , ec. )

Eccitiamo vieppiù la no

ftra gratitudine , ed elprimi

amo più particolarmente i fen

cimenti noftri di rendimento


di
R 3
114 LITURGIA

di grazie a Dio per il ricevu

to benefizio ancor colla ſe

guente .

( Quando ſi volefle ammetter la ſopra.


detta Spezie di Salmo, e leggere ſolamente
la ſeguente Preghiera , fi tralafciera ezian
dio di dire la precedente Efortazione ,
Eccitiamo vieppiù ec. , ed in luogo d'ella li
dirá : Dilettiſsimi Fratelli ec . Raccolgaſi
ora nuovamente ognuno di noi , cc . come
Ata di ſopra a carte 209. )

PREGHIERA

Che Ti renderemo noi , o Sal

vador , e Dio noftro , per il

ſommo ineffabile benefizio ,

che or' ora ci bai fatto ? Ma

come polsiam noi degnamen

te ringraziarti , ſe non poſsi

amo neppur abbaſtanza eſpri


mer
DELLA SANTA CENA ŽIS

merlo ? Sappiamo bene non

en ellervi uomo alcuno degno di

queſta grazia infinita , che Tu

ci hai oggi fatta ; ma ciò , che


om
ment ci conlola , G è , che n'è ve

ramento degno colui, che dal

i la Tua bontà n ' è relo degno .

Dunque , o Signore , avendoci

per la Tua fomma ed infinita

benignità fatti degni d'un fa

vore si grande , che ci aſsicu

ra del Tuo amore , e della res

i miſsione de' noſtri peccati ,

conferma , o Iddio di mifericor


.

1 dia , la grazia , che ci hai fat

ta . Siccome Tu benediceſti

Obed - Edom , e tutta la ſua fa

miglia , mentre l'Arca del Sia

Q4 gnore
216 LUURGIA

gnore dimorò in cala ſua ; così

ſiamo ſicuri , che Tu benedi

rai ancora le anime hoſtre ,

ed i noſtri corpi , e tuttociò ,

che ci appartiene ; poichè ora

T ' è piacciuto per Tua lomma

clemenza di entrare ſotto il

povero noftro Tetto , e d'a

bitare nel noſtro miſerabile

Tabernacolo . Ah ! voglia

Tu Signore, benedirci in mo

do tale , che i noſtri peccati

ci fieno interamente perdona

ti per il Tuo Sangue; che la no

ftra coſcienza ſia per il Tuo

Spirito ſantificata , e la noſtra

volontà ſia in ogni coſa fot


tomefla al Tuo Volere. Si

voglia
DELLA SANTA CENA. 117

voglia T # benedirci con darci

tutte le grazie , che ci man


cano , e coll' accreſcer in noi

tutte quelle , che ci hai già


- datė, Donaci un nome nuo

1 VO , un nuovo cuore , ed uno

1 fpirito nuovo colla forza di

· fuperare per la Tua poſſanza

il mondo , la carne ed il De

monio . Deh į Ti lupplichi

amo coi diſcepoli , che anda

vano in Emaus , di rimaner con

effo noi , perocchè fa ſera , ed in

comincia ad avvicinarſi la

notte della tentazione , la not

te della tribolazione , anzi l'

ultima e longa notte della no

ftra morte temporale. O ce


RS lefte
118 LITURGIA

leſte e divin Salvadore , rimani

dunque con effo voi, rimani

ora ed in eternos e fa , che

né la morte nè
, la vita , né gli An

geli, né i Principati , né le virtu ',

né le coſe preſenti, né le future , nè

forza alcuna poſſa mai piú da Te fe

pararci. Fa , che noi fiamo in

avvenire morci al mondo ed

alla carne ; acciocchè Tu folo

viva in noi , che tutte le noſtre

membra non ci ſervano più ,


che a far la Tua volontà , e

non fieno più animate , che

dal Tuo divino Spirito. Mettici

come un fugello ſul Tuo cuore , e fa ,

che il Tuo amore s'unilca in

tal modo col noſtro , che noi

quag :
DELLA SANTA CENA 219

i quaggiù non amiamo niente ,

ri che in grazia Tua . E poichè

Ti ſei compiacciuto , o Signor

noſtro Iddio , di chiamarci oggi

alla Tua Menfa per ricevere il

Tuo Santo Sacramento ,voglia an

cora , per la Tua gran merce ,

riceverci un giorno alla Tua


celeſte ed eterna menſa per man

bere
i giar il pane degli Angeli , e per

il vino nuovo , che ci hai pro

meſſo di bere con eſſo noi nel Re

gno del Tuo Padre . Per tutte le

grazie da Te ricevute , e ſpe

zialmente per quella ſingola

riſsima oggidi fattaci d'averci

ammeſsi alla Comunion del

Tuo Corpo, e del Tuo Sangue , ſia


dato
220 FORMOLA TOP

dato a Te , ſiccome al Padre ed

allo Spirito Santo lode , onore e


gloria per tutt' i ſecoli de' feco

li. AMEN .

Il Signore vi benedica , ec. à carte


119 .

FORMULA
DI

Pubblicar dal Pulpito


i

Matrimoni

Fratelli e Sorelle in Criſto

dilettiſsimi.

fo fapere , ch ' è ſtata

contratta promeſsione
V
Matrimoniale fra N.N.
e N. N.
MATRIMONIALE. 22 1

e N. N. , la quale eſsi voglio .

ei
no a tempo opportuno pub
blicamente rattificare e con

fermarë. ", Se alcuno di voi

I pertanto ſapeſſe eſſervi qual

che vero e legittimo impedi

, per cui non


mento sper ſi poteſſe

fra queſti due contrar matri

monio , voglia ſinceramen

te' e criſtianamente
0
manifeftarlo .

FOR
222 FORMULA

FORMULA
.di

Congiunger gli

Spolì
nel

SANTO MATRIMO .

NIO .

In nome del Padre , del Figliuolo ,

e dello Spirito Santo. Amen .

Fratelli e Sorelle

nel Signore Cariſsimi


.

E voi ſapeſte ellervi qual

S che vero e legittimo im

pedimento , per cui N.

N.e N.N. qui preſenti non

potes .
MATRIMONIALE . 223

poteſſero contrar inſieme más

trimonio , o avefle notizia ,

che ol'uno , o l'altra , Otuts

ti e due foſſero con altri pro

meſsi in matrimonio , com

piacetevi di criſtianamente

palelarlo .

Dopoché il Miniſtro a

vrà per un poco aſpettato

in ſilenzio , ſe qualchedu .

no vi contraddica , nè ef

ſendovi alcuna contraddi

zione proſeguirá , dicendo a

chiara ed intelligibile voce .

Poichè non avvi alcuno ,


che
224 FORMULA

che abbia contraddetto , o mas

nifeſtato qualche impedimen

to in riguardo di queſto Ma

trimonio , alla preſenza di voi

tutti quì radunati ; che ne fa

rere i Tcftimonj, darò nel nos

me del Signore la benedizion

nuzziale ai qui preſenti Spoſi.

L ' ajuto noftro fia nel nome del

Signore , che fece il Cielo e la Terra.

Amen .

Dilettiſsimi in Cri

fio ,

Udite con attenzione ciò , che

fta ſcritto nel Capitolo dia

cianoveſimo di San

Matteo .
Vennero
MATRIMONIALE . 225

Vennero i Fariſei a lui, cioè

à Gesù , tentandolo e dicendo ; è egli

lecito all' uomo di ripudiar ſua moglie

per qualunque cagione ? Ed egli ri

ſpondendo , diſſe loro : Non avete

voi letto , che colui; il quale dapprin

cipio fece ogni coſa , fece gli uomini

maſchio e femmina ? E diſſe, per cib

l' uomo laſcierà il Padre e la madre,

1 ei ſa congiungerà colla ſua moglie , ed


i due diverranno una ſtella carne ,
2. Di
modo che non ſono più due , mauna

ſteja carne, Ció dunque , cheIddio

ha congiunto , b uomo nol ſepari.

Crediate a queſte parole

di Dio , che ci vengono ri

ferite dal Santo Vangeliſta

Matteo , e conſiderate , che

R Iddio
226 FORMULA

Iddio Signore è per congiun

gervi in queſto ſtato del San

to Matrimonio ; acciocchè vi

viare inſieme in un reciproco

amore , in una coſtante pace

ed unione fra di voi , ed in una

inalterabile fedeltà l'uno ver

lo dell'altro ſecondo il pre

cetto del Signore.

Detto ciò il Miniſtro pi

glierà unitamente la mano

deſtra ,
d'amendue gli Spoſi

e ad ognuno d'eſsi loro par

ticolarmente domanderà,ſe

vogliono conjungerſi infie

me
MATRIMONIALE .
227

me in matrimonio, nella ſe

guente maniera.

Rivoltatoſ primieramen

te allo Spoſo , gli dirà :

N. Se voi volete prende

re nel nome del Signore N.

per voftra legittima Spola e

Moglie , rilpondete , Ši.

Dipoi rivoltatoſi alla Spo

Ja le dira :

N. Se voi volete prende

- re nel nome del Signore N.


1
per voſtro legittimo Spoſo e

Marito , riſpondere , Si
.

Avendo tanto lo Spoſo ,

Ra
quan.
228 FORMULA

quanto la Spoſa intelligibil

mente riſpoſto colb afferma

tiva Sí , il Miniſtro ordine

rà allo Spoſo di metter Ia

nello nel dito della Spoſa :

il che fatto , il Miniſtro li

congiungerà amendue in

Matrimonio colle ſeguenti

parole.

CIO RATTIFICHI , E

CONFERMI IDDIO PA :

DRE , FIGLIUOLO E

SPIRITO SANTO

A me no
Elor
MATRIMONIALE. 229

3
Efortazione ,

Che farà il Miniſtro ai No


velli Maritaci.

N. Sappiate , che Voi ,

come Marito , dovete difen

dere , proteggere ed amare

i voftra Moglie, nella maniera

1 che Gefucriflo ha amata la tua

Chieſa , in di cui grazia Gi è da


i
to perfino alla morte.

N. Sappiate , che voi,

come Moglie ,dovete amare ,


ed ubbidire voltro Marito ,

qual voſtro Capo e Signore, e ri

conoſcerlo per il voſtro difen

fore e protettore.

E Voi amendue Marito e


R3 Moglie
FORMULA

Moglie dovete oſſervar l' uno

verfo dell' altro tal fedeltà ed

amore , quale Criſto ha verſo

la fua Chieſa , e la Chieſa verſo

di Criſto. E ſiccome avvi un

indiſſolubile amore fra Criſto e

la Chieſa Criſtiana lua Spoſa ; cosi

dev ellerlo ancora fra di voi ,

in nome del Padre , del Figliuolo ,

e dello Spirito Santo. Amen.

Fratelli e Sorelle

diletti ( simi.

Eljendovi voi qui radu .

nati per eller teſtimonj del

preſente matrimonio , ſiete

ancora eſortati, per il Cri

ftiano
MATRIMONIALE. 231 .

di
ſtiano fraterno amore ,
d

pregar di tutto il voſtro cuo

re Iddio Signor noſtro, che


1
voglia conceder a queſti no

velli Maritati un buon e

criſtiano incominciamento;
7
dar loro la grazia di viver

inſieme ſecondo la ſua fan

ta volontá in un vero , fin

cero e criſtiano amore l' uno

verſo dell' altro, e di gene

rare non ſolo figliuoli della

carne, ma eziandio Figliuo


R 4 li
23.2 - FORMULA

li dello Spirito ; coſicchè do

po il brieve corſo di queſta

miſerabile vita poſſano con

ello loro poſſeder l' eterna ;

per lo che divotamente e

fervoroſamente così, pre

gbiamolo.

PREGHIERA

Nnipoſſente , fapientif

ſimo e clementiſsimo
O
Iddio ; Tu che dopo

d' aver creato dalla terra |

uomo , formaſti eziandio dal

la di lui coſta una donna ,

per
MATRIMONIALE . 233

perchè prevedeſti non eſſer buo

na coſa , che uomo fofle Solo ,

ma eſſer neceſſario , ch ' e

gli aveſſe un ajuto a lui ſomiglian

te ; ſicchè due divennero la ſteſſa

carne ; Tu che dicefti ai Noftri

primi Padri Adamo ed Eva :

crefcete e moltiplicatevi , e riempite

la terra ; Tu che per il Tuo San

to Spirito in amendue i Teſtamen

ti , il Vecchio ed il Nuovo , tan

to lodi ed eſalci il tanto ed

immacolato Stato del Matrimo

nio ; Tu che per il legame del


Santo Matrimonio hai voluto di

moſtrarci il ſingolare e cele

fte vincolo del Tuo ineffabile

e paterno amore verſo di noi,


RS e dar.
234 FORMULA

e darci ad intendere , che Tu

Ti ſei compiacciuto di ſpo

larti mediante la fede colle a

nime noſtre ; Tu che hai col

la prelenza del Tuo divin Fi.

gliaolo Geſucriſto voluto fantifi

car le Nozze di Cana nella Ga

lilea , ov egli alla preſenza di

quegli Spoli fece il ſuo primo

miracolo di convertir l'acqua

in vino , deh ! Tu voglia , o

clementiſsimo e mifericordio

ſo Iddio , dar a queſti novelli

Maritati il Tuo Santo Spirito ; ac

ciocchè fino alla loro morte

elsi vivano nel Tuo Santo Tie

mor ed Amore , ſcambievol

mente ſi amino con un cri


ſtiano
MATRIMONIALE , 235

ſtiano e ; ſincero amore , li

mantengano reciprocamente

la fedeltà , che ai Conjugati hai

Tu comandata , e ſieno al lo

ro proſsimo d ' edificazione ,

vivendo nello ſtato matrimo

niale in ogni oneſtà e caftità.

1 Ah ! noftro celeſte ed amo


|
roſiſsimo Padre , Ti ſuppli

chiamo inoltre di legar queſti

due Conforti in una tal indifio .


lubile unione ed indiviſibile

amore , che nè lo Spirito ma

ligno, nè chiunque li fia; por


fa ſciorre il Santo vincolo ,

col quale or ' ora ſono ſtati

nel Tuo Santo Nome congiun

ti . Finalmente da loro la Tua


divi :
136 * FORMOLA

divina benedizione , come gia

la deſti ai Tuoi dilettiſsimi a

mici Abramo , Iſacco e Giacobbe,

in manieracchè generando fi

gliuoli gli allevino ed amma


cftrino nel Tuo Santo Timor ed

A more , alla Tua maggior Glo

ria ; ed all' edificazione van

taggio del loro proſsimo , e

cosi cooperino dal canto loro

a ſalvar le ſteſsi , e queğlino ,

che ſono ad eſsi loro affidati;

ed a vieppiù moltiplicare il

numero de' Tuoi · Eletti, sì in

queſto mondo , come nella

Patria de Santi ; ove un giorno

fieno eglino colla loro prole

fatti degni d'eſſer ammeſsi per


la
MATRIMONIALE . 237

la Tua infinita miſericordia , e

per la mediazione dell ' Uni

genito Tuo Figliuolo e Salvador no

fțro Geſucriſto , per la divcui

preghiera voglia Tu dar l'ef .

ficacia , che manca alla no

ſtra eller da Te , o
per

noftro Iddio , elaudita!

Padre noftro , ec. â carte . 106

Augurio e benedizione da

farſi dal Miniſtro agli

Spoſ .

[ L Signor Iddio vi riempia di

tutte le ſue benedizioni ;

vi conceda di viver infie


me
238 FORMULA MATRIMONIA .

me longamente e fantamente ;

vi ricolmi d'ogni fpirituale e

temporale felicità ; e vi pre

ſervi da ogni male si , in ri

guardo all'anima , come in ri

guardo al corpo ,per la gloria del

fuo Santo Nome.

La grazia , la carità , la
pace , e la benedizione di Dio

Padre , Figliuolo , e Spirito Santo

Gia con voi , e con noi

tutti ora e ſempre.

AM EN .

IL FINE .

INDI
100%၁

INDICE

delle

PREGHIERE E LITUR
GIE ,

Contenute in

quefo Libro giuſta l'ordine ,


con cui ſono diſpoſte.

$$ PREGHIERA

Erla Domenica mattina dinan

zi la Prediça , a carte.
PE 1.

Per lo steſo Giorno dopo la

Predica , 11 .
a carte.

Dinanzi la Spiegazione del

Sub Catechiſmo , a carte . 21 .

-513's S Dopo
INDICE.

PREGHIERA dopo la Spiega

zione del Catechiſmo,


ou
a carte . 25 .

Per il Mercoledi avan

üles Predica , a cara

te , o 30 .
raha

Per lo steſſo. Giorno


Bata

a
dopo la predica , a

Cib 'carte. 33. 1

Avanti un Sermone

Funebre , a car, 38 .

Dopo un Sermone Fu

nebre , A carte . 44 .

In Giorno Feſtivo de
po pranzo avanti la

Predica ; a car . $ 2.
1 >
Dopo la Predica della

mattina , in cui ſi dee


cele
INDICE

celebrar e diſtribuire la

Santa Cena del Signore,

acarne 58
PREGHIERA per il Giorno del
>
Santo Natale di Geo

fucriſto , a car, 62 .
2

Per il Giorno dell' Año


NUOVO , à car.,
69.
Per il Venerdi Santo ,

a car . 78.

Per il Giorno folenne

di Paſqua ,a car. 87.

Per ilGiorno dell Afu

renfione di Criſto ,
car .
93 .

Per il di della Pente

coſte , a car. 98 .
Per la mattina del

$ 2 Giorna
INDICE.

Giorno del Digiuno do

pola Predica ,a car.104.

PREGHIERA per il dopo pran

zo dello ſteſſo Giorno

dopo la Predica , a car


.
te. 114.

Pubblic
en a, e privata per

al fera tradotta dalla

Lingua Tedeſca a car


te . 126 ,

Quando il Miniſtro da

a viſitar una perſona

inferma , a car. 152 .

Quando il Miniſtro va

a viſitar ed afsiſtere ad

. una perſona moribonda,

isa çar . 165

LITUR
INDICE .

LITURGIA da offervarſi nell

amminiſtrazione del San

to Batteſimo, a car. 169 .

Da oſſervarſi nella con

fecrazion ed amminiſtra :

zione della Santa Cena del

Signore , carte. 186 ,

Rendimento di Grazie dopo la San

ta Communione , a car, 209 .

FOMULA di pubblicar i Ma

trimoni dal Pulpito , a

carte . 220 .

Di congiunger gli Spoſi

nel Santo Matrimonio ,

a carte . 222 .

IL FINE .
‫*‬

‫ولد از نار‬

‫ا‬
.