Sei sulla pagina 1di 2

13/03/2019

CARATTERI MORFOLOGICI:
-ben attestata la declinazione bicasuale (es. Karlus, Karlo/e ; Deus e Deo)
-prima attestazione di futuro romanzo “salvarai”: abbiamo gia detto ieri che non abbiamo per niente la forma
perifrastica ma direttamente quella sintetica
-nella sintassi c'è il cas regime absolut per indicare genitivo o dativo
-alcune forme di lessico nuove: di (giorno), catauna, sendra
Sendra è l'unica attestazione, l'unica forma di cas sujet che non sarà più ritrovata in nessun documento.
Come si forma questa parola?
• Per il cas sujet:
SENIOR > caduta di io che è atona, aggiunta di d per migliorare la pronuncia di solito vicino a nasale, aggiunta
di a come vocale di appoggio per facilitare la pronuncia visto che ci sono tre consonanti vicine > SENDRA
* SEIOR (forma ricostruita con caduta di N) > e breve diventa ie, i rimane, o invece cade, si aggiunge e come
vocale di appoggio > SIEIRE > SIRE (si monottonga e quindi diventa sire=da qui il prestire nella lingua inglese di
Sir+nome)
• Per il cas regime:
SENIOREM > n+i da gn o ign è uguale, o diventa ou in primo stadio poi eu, caduta m finale, e prima di m non
rimane perchè non dove appoggiare niente visto che non ci sono due consonanti vicine > SEGNOUR >
SEGNEUR
* SEIOREM > la prima e cade perchè è prima della tonica, em finali cadono come in seniorem > SIEUR (che è
alla base dei monsieur (all'epoca voleva dire nobile fratello del re che era sempre vescovo, quando si perdera
la declinazione bicasuale coinciderà con il significato di signore)

13
È la prima tretsimonianza di un documento letterario romanzo, i giuramenti sono piu amministrativi, questo è proprio
legato a quell'area linguistica ben precisa infatti si vedono già i caratteri del fdrancese, oltre che dei tratti tipici dell'area
piccarda. È contenuta in un manoscritto in cui vi sono altre due composizioni oltre a questa scritta in volgare romanzo:
una storia del martin di snat eulalia in latino, e un testo in antica lingua germanica scritto per onorare la vittoria di
Ludovico il Germanico nella battaglia di Soccur.
La sequenza di Sant'Eulalia è stata scritta per onorare Sant'Eulalia in occasione dlela traslazione delle reliquie da
Barcellona a santa man.
Sono 29 versi di lunghezza differente per cui non c'è metrica regolare.

Traduzione. Buona pulzella fu Eulalia aveva bello il corpo e ancora piu bella l'anima, vollero vincerla i nemici di Dio (cas regime absolut che
indica genitivo) e vollero farla servire al diavolo (cas regime che indica dativo), ella non ne ascoltò i cattivi consiglieri, (sottinteso vollero) che
ella rinnegasse dio che sta su nel cielo, ne per oro ne per argento ne per paramenti per minaccia regale, ne per preghiere, nessuna cosa non
la potè nessuno piegare, e la ragazza sempre non amasse il ministero di dio (cas regime), e perciò fu presentata a Massiniano (cas regime)
che era re in quei giorni sopra i pagani, egli la esortò ma da cui lei mai cadde, che ella fiuggisse il nome cristiano, la cristianità, ma ella da ciò,
da quetse minacce ne rafforzò il proprioe elemento cristiano, meglio sarebbe stato sostenere (sostendrreit=primo condizionale, non eisteva
nemmeno in latino) gli impedimenti, meglio che essa perdesse la propria verginità. Perciò morì con grande onestà, la gettarono nel fuoco
(nel=enl, enclitica di en+el, di solito c'è il puntino ma non è obbligatorio), ella colpe non aveva e perciò non brucia , a ciò non volle credere il
dio pagano, con una spada gli vollero tagliare il capo, la donzella non contraddì quella cosa, volle lasciare il secolo e così supplico cristo. In
figura di colomba ha volato in cielo, tutti preghiamo che si degni di pregare per noi, che Cristo abbia grazia per noi dopo la morte e a lui ci
lasci venire. Per la sua clemenza.

Tratti rilevati in classe:


-sempre passaggio di a ad e
-dittonghi: buona, suon (dittongo in prima battuta=o>uo), ciel (sempre in prima battuta=e>ie)
-pulcella: sarebbe pulicella, k+e che da ts
-auret, voldrent, furet ed altri: uso arcaico del piuccheperfetto per il perfetto, si traduce con il perfetto
auret sarebbe stato abuerat, poi scritto uguale ma con spostamento di accento e infine auret
-corps: cas sujet
-bellezour: sarebbe formazione di bella + atiorem dove t+i da z, a diventa e ma nons i pronuncia perche è atona, quindi
bellezour
-diaule: vocalizzazione del b in area piccarda quindi b che diventa u in vicinanza della L
-nt sarebbe inde
-ier di consilliers da arius
-raneit sarebbe reneget con g che palatalizza e diventa i quando è fra vocali palatali
-maent: forma di passaggiuo dalla a tonica alla e, per gli struttualisti sarbbe manet
-ciel: dove c+i da affricata palatale
-or che era our dove u si chiude in o
-attestazione del nuovo suono affricata dentale /ts/: menatce quindi con tc, czo quindi cz, lazsier quindi zs, celle quindi
c
-regiel pagiens, chielt: palatalizzazione del k tipico del francese che graficamente rimane velare ma è gh o ch (esempio
innovazione bloccata)
-melz: tratto piccardo sarebbe mellius, abbiamo l+i palatale che blocca il dittongo
-sostendreiet: prima documentazione condizionale che sarebbe sustenere habebat= hab sparisce, e divent ei, b cade
perchè è fra e ad a, a diventa e > EIET
-honestet già forma moderna con a che diventa e
-coist: imperfetto che sarebbe coxit dove zi diventa is
-spede: sarebbe spata, c'è lenizione di t che diventa d, passaggio di a ad e
-roueret sarebbe rogat
-kose scritto con k invece che ch per indicare ka velare
-seuel sarebbe seculum, passaggio da k a gh, gh poi cade per lenizione
-preier viene da precare, k che sparisce
-auuisset è abuisset
-presenza dell'articolo che nei giramenti non c'era
-elemento vallone del passaggio da b a u