Sei sulla pagina 1di 29

Velocizzare l'arresto del PC Windows al massimo

Condividi
Aggiornato il: 14 / 05 / 2019 navigareweb.net
Trucchi, modifiche alle chiavi di registro e modi per velocizzare al massimo lo
spegnimento del computer Windows
Parliamo sempre di come accendere il PC più velocemente e dimentichiamo, invece, che
anche lo spegnimento del computer, a volte, può essere così lungo da farci venire voglia di
dargli un calcio per evitare l'attesa.
Quello di un arresto lungo del PC è un problema soprattutto per i portatili e per le persone
che utilizzano il computer non solo a casa, che magari vorrebbero chiudere e uscire
dall'ufficio o dalla scuola immediatamente dopo aver finito un lavoro e, invece, sono
costretti ad attendere la lunga procedura di chiusura di Windows.
Inoltre, può anche capitare che il processo di shutdown di Windows non porti a termine
l'arresto del computer, perchè magari qualche applicazione aperta non risponde ed il
sistema non riesce a chiuderla rimanendo in attesa di un intervento manuale.
Se poi ci sono problemi di attesa nello spegnimento del computer, questi si verificano
anche quando si è costretti a riavviare il PC per risolvere un errore oppure dopo
l'installazione di un aggiornamento.
In sostanza, se è vero che velocizzare l'avvio del PC è importante, lo è altrettanto anche
per lo spegnimento.
Come già spiegato, se Windows ci mette molto a spegnersi il tempo di attesa per
l'arresto di Windows dipende dai programmi aperti, dai servizi in esecuzione e da come
sono impostate alcune configurazioni di sistema.
Di seguito, vediamo sia come risolvere il problema di uno spegnimento troppo lungo, sia
come accelerare l'arresto di Windows al massimo, su Windows 7, Windows 8 e
Windows 10.
Prima di tutto, può essere interessante misurare il tempo di arresto del computer.
1) Se ci si accorge che un programma rimane sempre in attesa di essere chiuso, conviene
disinstallarlo e, semmai, reinstallarlo da zero
Anche se questa è una soluzione scontata, se questo software o un suo processo non viene
terminato, vuol dire che c'è un problema di configurazione del programma stesso e non è
colpa di Windows.
2) Così come può essere un problema per l'avvio del PC, anche per lo spegnimento, se
lento, la causa può stare in errori sull'hard disk.
Si consiglia quindi di cercare errori sul disco con lo strumento del Checkdisk.
3) Assicurarsi che Windows non sia configurato per svuotare il file di paging all'arresto.
Windows utilizza un file di paging, noto anche come memoria virtuale, per poter utilizzare
parte dell'hard disk come se fosse una memoria RAM aggiuntiva.
In teoria, l'opzione per cancellare automaticamente il file di paging allo spegnimento del
computer dovrebbe essere disattivata per impostazione predefinita, ma se c'è una strana
attesa, anche di diversi minuti, ogni volta che si arresta il PC, forse vale la pena controllare
questa opzione.
NOTA: Da questo punto in poi dovremo agire sulle chiavi registro.
il registro di sistema di Windows, detto brevemente, è una directory dove sono
memorizzate le impostazioni e le opzioni di Windows e di tutti i dispositivi hardware e
software.
Ricordando sempre che modificare il registro di sistema può provocare danni a Windows
quindi è sempre meglio eseguire il backup di Registro di sistema di Windows prima di fare
qualsiasi cosa, per aprire il Registro di sistema bisogna premere insieme i tasti Windows-R
(o andare sul menu Start -> Esegui) ed eseguire il comando regedit e premere Invio.
Le chiavi di registro sono organizzate come fossero cartelle di file che è possibile navigare
dal menu ad albero sulla sinistra.
Per verificare se il computer svuolta il file di paging ogni volta che si spegne il computare,
passare alla seguente chiave nell'Editor del Registro:
HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\Session
Manager\Memory Management
Guardate nel riquadro di destra per l'impostazione "ClearPageFileAtShutdown" e se è
impostato su "0x00000000 (0)" allora va bene, mentre se è impostato su "0x00000001
(1)", Windows sta cancellando il file di paging allo spegnimento e va cambiato il valore da
0 a 1.
Se non si vedesse alcuna chiave chiamata "ClearPageFileAtShutdown" allora va bene.
3) Individuare i Servizi che causano ritardi nell'arresto
Si può effettivamente verificare se c'è un servizio che sta rallentando lo spegnimento del
computer dal Visualizzatore Eventi.
Cercare quindi il visualizzatore eventi sul menu Start di Windows (oppure premere i tasti
Windows + R ed eseguire il comando eventvwr nella finestra di dialogo Esegui).
Dal menu a sinistra, passare alla seguente visualizzazione:
Registri applicazioni e servizi \ Microsoft \ Windows \ Diagnostics-Performance \
Operativo
Cliccare col tasto destro del mouse su Operativo, premere su Filtro registro corrente,
digitare "203" nel campo "ID evento" e premere OK.
Il 203 è l'evento di arresto.
Guardare ora la lista che dovrebbe mostrare solo eventi con la scritta "Il servizio ha
causato un rallentamento nel processo di arresto del sistema" e si può trovare il nome del
servizio colpevole.
Ovviamente c'è un problema solo se un servizio provoca rallentamento del processo di
arresto ogni giorno e se non si tratta di un servizio di sistema.
4) Trucchi per velocizzare l'arresto del PC
Se quelli precedenti sono punti importanti nel caso si avessero problemi, quelli di seguito
sono invece dei trucchi che tutti possono utilizzare per accelerare lo spegnimento del
computer.
Si tratta di modifiche a 4 opzioni nascoste di Windows, tramite registro di sistema (quindi
vedi nota in alto), per diminuire il tempo di attesa della chiusura dei programmi.
- AutoEndTasks: Windows visualizza, normalmente, una finestra per la chiusura forzata
di un programma dopo alcuni secondi di attesa.
Se non si vuol più vedere questo avviso e si vuole che Windows chiuda automaticamente
tutte le applicazioni e si spenga senza chiederci il permesso, si può attivare questa opzione
dalla seguente chiave di registro:
HKEY_CURRENT_USER\Control Panel\Desktop
Cercare la chiave del Registro di sistema chiamata AutoEndTasks, fare clic col tasto destro,
selezionare Modifica e modificare il valore a 1.
Se non ci dovesse essere questa chiave, può essere creata premendo col tasto destro del
mouse sullo spazio vuoto al centro, usando l'opzione Nuovo > Valore stringa.
- WaitToKillAppTimeout: quando si spegne il PC, Windows dà alle applicazioni aperte
un tempo di 20 secondi per ripulire la cache e salvare i propri dati prima di chiudersi.
Questa opzione controlla il numero di secondi di attesa.
La chiave si trova
HKEY_CURRENT_USER\Control Panel\Desktop
Cercare la chiave del Registro di sistema chiamata WaitToKillAppTimeout, cliccarci sopra
col tasto destro, selezionare Modifica e modificare il valore a 2000 o di più (ma non di
meno)
- HungAppTimeout: Windows considera le applicazioni come "appese", se non
rispondono entro 5 secondi ed offre l'opzione nel caso di forzarne la chiusura.
Questo valore controlla il numero di secondi di Windows attende prima di considerare che
un'applicazione non risponde.
Cercare la chiave sotto HKEY_CURRENT_USER\Control Panel\Desktop chiamata
HungAppTimeout, cliccare col tasto destro, selezionare Modifica e modificare il valore a
1000 o di più.
- WaitToKillServiceTimeout è l'opzione che dice a Windows di attendere cinque o più
secondi dopo aver cliccato su "Chiudi sessione", prima di chiudere eventuali servizi in
background e spegnere il computer.
Questa chiave si trova sotto:
HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control
Cercare la chiave del Registro di sistema chiamato WaitToKillServiceTimeout, premerci
col tasto destro, selezionare Modifica e modificare il valore a 5000.
In questo caso è meglio non impostarlo ad un valore inferiore a 5000 perchè si potrebbero
verificare poi errori.
5) Attivare l'avvio veloce di Windows 10 e Windows 8.1 è, come già spiegato,
un'opzione che rende anche più veloce l'arresto del computer.
In questo blog siamo stati particolarmente sensibili alle procedure di spegnimento del PC
ed abbiamo diversi altri articoli a riguardo:
- Come spegnere un pc automaticamente, con uno "sleep timer"
- Come spegnere il computer a distanza.
- Programmi per spegnere il PC automaticamente
- Spegnere a voce il PC Windows 10
- Spegnere il computer dallo smartphone
Quando si parla di spegnimento del PC mi viene sempre in mente quanto era terribile lo
shutdown di Windows 95/98, quando bisognava attendere che apparisse la scritta sullo
schermo "Ora si può spegnere il computer" e poi premere il pulsante.
Per fortuna, almeno, con i moderni sistemi operativi Microsoft una volta lanciato lo
spegnimento del PC si può anche andare via senza aspettare l'effettivo arresto del
computer.

ottimizzazione-pc.it
Risolvere I Ritardi Nell'Arresto Di Windows Con
Visualizzatore Eventi
Il computer impiega troppo tempo a spegnersi?
Scopri cosa ritarda l’arresto del computer con Visualizzatore Eventi.
Nei processi di spegnimento sono tante le componenti software che possono allungare i
tempi.
Conflitti, programmi che si bloccano, servizi che dipendono da programmi che faticano a
chiudersi, drivers non perfettamente compatibili o non aggiornati etc.
Come fare allora per capire esattamente cosa impedisce al tuo computer di spegnersi in
pochi secondi?
Fortunatamente, Windows ci viene incontro.
Se hai Windows Vista, Windows 7 e Windows 8, è disponibile (già integrato nel tuo
sistema) uno strumento gratuito per capire quali sono le cause dei problemi di
lentezza nello spegnimento del tuo computer: Visualizzatore Eventi (Event Viewer).
Visualizzatore Eventi può essere usato per analizzare i processi di avvio, di riavvio (dopo
l’ibernazione o sospensione) e di spegnimento del computer, e capire che cosa provoca
ritardi.
Come?
Nella lezione precedente hai già visto come usare Visualizzatore Eventi per risolvere i
problemi di avvio lento.
Se hai letto questa lezione, capire cosa ritarda lo spegnimento del computer è molto
semplice: il Registro Operativo infatti funziona allo stesso modo per i problemi di 
avvio, di riavvio o di spegnimento.
Semplicemente, cambiano gli eventi ID di riferimento: gli eventi relativi a problemi
durante lo spegnimento del computer sono quelli dal numero 200 al 299, ma seguono la
stessa struttura degli eventi dal 100 al 199 che abbiamo già visto.
Non hai letto la precedente lezione? Non ti preoccupare. Ti spiego qui passo dopo passo
come capire che cosa rallenta lo spegnimento del computer.

Aprire I File di Log Relativi Ai Problemi Nell’Arresto del Computer


1) innanzitutto apri Visualizzatore Eventi (Pannello di Controllo/Sistema e
sicurezza/Strumenti di Amministrazione);
2) questo strumento di Microsoft tiene traccia di tutto quello che succede nel computer in
file di log. I file di log che ci interessano in questa lezione sono contenuti nel Registro
Operativo contenuto nella categoria Diagnostics-Performance. Come secondo passo
quindi ora raggiungi questo registro, che si trova inVisualizzatore Eventi/Registri
applicazioni e servizi/Microsoft/Windows/Diagnostics-Performance/Operativo (qui le
istruzioni per navigare in Visualizzatore Eventi);
3) ogni cosa che succede nel computer e che viene tracciata in Visualizzatore Eventi è
chiamata evento. Ci sono diversi tipi di eventi, ed ogni tipo è identificato con un codice
numerico (chiamato ID). Quando apri il Registro Operativo contenuto nella categoria
Diagnostics-Performance noterai vari eventi. Gli eventi che ritardano la chiusura di
Windows sono identificati con gli ID dal numero 200 al 299. Quelli più frequenti sono gli
eventi dal 200 al 210, a questo punto filtra quindi gli eventi con ID dal numero 200 al
numero 210 (qui la guida dettagliata di Microsoft per filtrare gli eventi visualizzati):
 seleziona l’Operativo in Diagnostics-Performance

 nel riquadro di sinistra (sotto Azioni) clicca su Filtro registro corrente

 in Livello evento seleziona tutte le caselle di controllo (Informazione, Errore, Avviso


etc)
 in ID evento digita 201-210

 clicca su OK.

CONSIGLIO: a questo punto salva il filtro appena creato, così ti sarà più veloce
accedervi in futuro piuttosto che rifare tutti i passi. Per salvare il filtro: Salva filtro come
visualizzazione personalizzata dal menu Azione, digita il nome a tua scelta e clicca su OK
(qui la guida di Microsoft per salvare un filtro in Visualizzatore Eventi).
Per comodità, puoi ordinare la colonna ID Evento, per avvicinare tutti gli eventi con lo
stesso ID, o la colonna Livello, per partire con gli eventi critici.

Come Investigare i Problemi Che Ritardano L’Arresto del Computer


Per capire che cosa ha causato rallentamenti durante l’arresto del sistema, conviene
investigare gli eventi da 201 a 210 che appaiono nella lista.
Ogni categoria di ID è associata ad elementi specifici che hanno impiegato più tempo del
solito per chiudersi, ritardando di conseguenza lo spegnimento del computer (ad esempio
il 201 ai programmi, 202 ai drivers etc). Non spaventarti se in questo Registro vedi
soltanto eventi con problemi, è normale! Qui (nell’Operativo di Diagnostics-Performance)
sono infatti segnati soltanto gli eventi in cui Windows ha riscontrato problemi. Windows
non traccia qui gli eventi dove non ci sono stati ritardi.
Per verificare i dettagli di ogni evento, seleziona la riga relativa all’evento nel riquadro
centrale di Visualizzatore Eventi (n.1 nell’immagine sotto). Così facendo, nella parte bassa
del riquadro centrale (n.2 nell’immagine) ti appariranno una serie di informazioni relative
all’evento.
Le informazioni da leggere sono innanzitutto:
 quale programma, driver, processo o servizio ha rallentato lo spegnimento del
computer (lo capisci in genere dalla breve descrizione (ad esempio “Il servizio ha
causato un rallentamento nel processo di arresto del sistema”) e dai campi Nome
file, Nome descrittivo e Versione (n.3 nell’immagine)
 Tempo totale (Total Time): il tempo totale impiegato dal programma, servizio, driver
per chiudersi (n.4 nell’immagine)
 Tempo riduzione prestazioni (Degradation Time): il tempo di ritardo extra (rispetto
al solito) causato dal programma, servizio o driver allo spegnimento del computer
(n.4 nell’immagine)
I due valori Tempo totale e Tempo riduzione prestazioni (n.4 nell’immagine) sono in
millisecondi. Ad esempio, 374ms di tempo riduzione prestazioni indicano che il
programma ha ritardato l’arresto del computer per un tempo inferiore al secondo.

Consigli Per Quando Analizzi Gli Eventi


Ignora gli eventi dove il ritardo è di pochi millisecondi, come nell’immagine sopra in cui
l’arresto è stato ritardato di 0,3 secondi: anche se li risolvi non guadagni granchè in fase di
spegnimento. Concentrati invece su grossi ritardi.Ti conviene dunque partire dagli eventi
critici – sono quelli con il maggiore impatto. Il livello di gravità dell’evento dipende da
quanto ritardo c’è stato nello spegnimento: gli eventi sono categorizzati in Avvisi (quando
il ritardo è inferiore ai 30 secondi), Errori (quando il ritardo è stato tra i 30 ed i 60
secondi) o Critici (quando il ritardo è stato superiore ai 60 secondi). Puoi vedere il livello
nel n.5 nell’immagine.
E’ normale che ogni tanto il computer impieghi più tempo del solito a spegnersi. Non ti
preoccupare dunque di eventi occasionali. Dai invece un’occhio più attento ad eventi
ricorrenti, soprattutto se sono dovuti allo stesso programma, driver, servizio. Se la causa
dei ritardi nello spegnimento del computer è sempre la stessa, qualcosa non va.

Gli Eventi Più Significativi E Possibili Soluzioni


Ora analizza gli eventi. Gli eventi dal 200 al 299 seguono la stessa struttura degli eventi
che servono per analizzare i problemi di avvio (con ID dal 100 al 199) e che abbiamo già
visto nella precedente lezione. Ad esempio, gli eventi con ID 101 e 201 mostrano che un
programma ha causato un ritardo, rispettivamente in fase di avvio (evento ID 101) e di
fase di spegnimento (evento 201) del computer. I principali eventi ID che segnalano ritardi
nell’arresto del sistema sono:
 evento ID 200: indica che l’arresto del computer ha richiesto più tempo

 evento ID 201: indica che l’arresto del computer è stato rallentato da un programma

 evento ID 202: indica che l’arresto del computer è stato rallentato da un driver

 evento ID 203: indica che l’arresto del computer è stato rallentato da un servizio

 evento ID 209: indica che l’arresto del computerè stato rallentato da un dispositivo

 evento ID 210: indica che l’arresto del computer è stato rallentato da componenti di
Windows (in genere la session manager initialization)
Eventi con ID 200
La presenza di un evento con ID 200 di per sè non è particolarmente utile per risolvere i
problemi: significa infatti, semplicemente, che il tuo computer in quell’occasione ha
impiegato più tempo del solito a spegnersi. Il tempo di spegnimento totale è espresso in
millisecondi ed appare di fianco a Durata Arresto. Se l’evento è un errore lieve e se non è
ricorrente, puoi ignorarlo. Altrimenti, la causa del ritardo va indagata attraverso gli altri
eventi dal 201 al 210.
Eventi con ID 201
Gli eventi contrassegnati dall’ID 201 indicano problemi con programmi che hanno
allungato i tempi di arresto rispetto al solito. Se l’evento è occasionale e non grave, puoi
ignorarlo. Se invece trovi che uno specifico programma appare negli eventi con regolarità
o c’è un evento con grosso ritardo:
 controlla che il programma sia compatibile con il tuo sistema (ad esempio, controlla
se è la versione giusta, a 32 o a 64 bit)
 controlla se esiste una versione del programma più aggiornata per sostituire quella
nel tuo computer
 prova a disinstallare e reinstallare il programma
 se il programma non ti serve, disinstallalo senza reinstallarlo. E’ infatti sempre
meglio disinstallare un programma inutile, piuttosto che tenerlo nel computer
 un’altra possibile soluzione è chiudere manualmente il programma prima di lanciare
l’arresto del sistema
 Microsoft suggerisce di provare anche di provare riavviando il sistema in modalità
provvisoria e spegnendolo nuovamente.
Eventi con ID 202
Questi eventi registrano problema nell’arresto causati da drivers. La soluzione più
probabile in questi casi è trovare una versione aggiornata del driver. Se il driver fa parte di
Microsoft, gli aggiornamenti sono disponibili via Windows Update (ricordi che è sempre
importante tenere il sistema aggiornato?) – controlla anche gli aggiornamenti opzionali.
Altrimenti, qui 2 programmi per aggiornare automaticamente i drivers. Controlla anche il
sito del produttore. Se non ci sono versioni aggiornate del driver, disinstallare il
driver, reinstallarlo e riavviare il computer potrebbe risolvere il problema.
Come per i programmi, concentrati sugli eventi regolari di un dato driver o su quelli con i
ritardi maggiori.
Eventi con ID 203
Gli eventi ID 203 segnalano ritardi nell’arresto del sistema causati da servizi. Il display
name del servizio (che trovi in Servizi di Windows) è quello che trovi di fianco al campo
Nome descrittivo, mentre il nome del servizio (usato nel registro di sistema) è quello che
trovi di fianco al campo Nome file. Nell’immagine sopra ad esempio il servizio colpevole
del ritardo è WSearch.
Cosa fare per risolvere ritardi causati da servizi? Prova a modificare le impostazioni di
avvio del servizio da Automatico ad Automatico (Avvio Ritardato) o Manuale o perfino
Disabilitato, se non ti serve. Prima di farlo controlla però sempre il database di
blackviper.com, per vedere se quel dato servizio non è essenziale al sistema e qual’è
l’impostazione consigliata (qui la lezione su come ottimizzare i servizi). Anche operazioni
di ottimizzazione base del computer come la deframmentazione, la pulizia del disco, la
pulizia del registro spesso aiutano a risolvere questo tipo di problemi. Infine, se il servizio
è legato ad un dispositivo, aggiorna il driver per quel dispositivo, o anche semplicemente
disconnetti il dispositivo prima di spegnere il computer.
Eventi con ID 209
Gli eventi con ID 209 forniscono dettagli su ritardi nell’arresto del computer causati da
dispositivi. Eventi occasionali sono normali, ma se eventi con questo ID si ripetono
regolarmente con lo stesso dispositivo, accertati di creare un backup dei tuoi dati e verifica
lo stato di salute del dispositivo. Anche una deframmentazione può aiutare.
Eventi con ID 210
Eventi con ID 210 mostrano che qualche componente essenziale di Windows, indicato dal
campo Nome, ha allungato i tempi di chiusura di Windows. Occasionali episodi non sono
preoccupanti, altrimenti operazioni di ottimizzazione base del computer come la
deframmentazione, la pulizia del disco, e la pulizia del registro potrebbero aiutare.
Non perdere le prossime lezioni! Segui il Corso via email, RSS, Facebook o Twitter!

ottimizzazione-pc.it

Ottimizzare I Servizi In Windows 7, Vista, XP e 2000


Programma
10-13 minutes

Ottimizzare i servizi in Windows è importante sia velocizzare l’avvio del


sistema e il tuo computer.
In questa lezione imparerai cosa sono i servizi, come capire se un servizio è
utile oppure no e come modificare le impostazioni dei servizi al meglio per il
tuo computer.

Scopri La Differenza Tra Programmi E Servizi


Ogni volta che avvii il computer, il computer lancia programmi e servizi in
automatico, che dovrebbero servire al computer per funzionare.
La differenza tra programmi e servizi è semplice.
Cosa sono i servizi?
I servizi sono comunque programmi, ma a differenza dei programmi:
 i servizi operano in background (cioè non hanno icone e interfacce
grafiche visibili)
 i servizi servono come base per supportare altre applicazioni (appunto
i programmi che tutti gli utenti conoscono quali Word, Skype, Firefox
etc)
 i servizi non necessitano di intervento dell’utente. L’utente può infatti
soltanto avviarli manualmente, fermarli o disabilitarli.
Facciamo un esempio per spiegare la differenza tra programmi e servizi.
Skype è un programma. Ha icone e un’interfaccia grafica ed è personalizzabile
dall’utente
Ma per collegarsi ad Internet e gestire lo scambio dati con webcam e
microfono al sistema servono dei servizi che non hanno interfaccia e che sono
gestiti direttamente dal sistema.
Questi servizi permettono il funzionamento sul tuo computer di Skype e delle
periferiche necessarie (come la webcam) per una videochiamata con Skype.

Quali Tipi Di Impostazioni Di Avvio Dei Servizi


I sistemi operativi Windows ospitano moltissimi servizi.
Alcuni vengono avviati subito, altri più tardi automaticamente o manualmente,
altri sono disabilitati.
In Windows 8, Windows 7 e Windows Vista troviamo:
 servizi ad esecuzione automatica (si avviano subito all’accensione del
computer)
 servizi ad esecuzione ritardata (si avviano dopo il caricamento del
computer)
 servizi ad esecuzione manuale (si avviano quando tu li avvii
manualmente)
 servizi disabilitati (non possono essere avviati a meno che tu cambi le
loro impostazioni).
Senza scendere troppo nei dettagli, in Windows XP e negli altri sistemi
precedenti un servizio può essere impostato soltanto come automatico, manuale
o disabilitato.

A Cosa Serve Ottimizzare I Servizi


Molti servizi ad esecuzione automatica o ritardata non servono all’utente
base.
Sono impostati di default con avvio automatico o avvio ritardato, ma in realtà
non sono essenziali al funzionamento del tuo computer.
Ad esempio, se non utilizzi il tuo computer in ambienti LAN e WAN (ossia in
reti come quelle degli uffici) non ti serve il servizio di Routing e Accesso
Remoto; questo servizio, quando impostato con avvio automatico, consuma
quindi risorse inutilmente nei computer casalinghi, allungando i tempi di avvio
del sistema e rallentando il tuo computer.
Ottimizzare i servizi permette di ridurre il carico sulle risorse che il
computer deve dedicare ai servizi sia durante l’avvio che dopo.
Ottimizzare i servizi è utile quindi a velocizzare l’avvio del sistema e
migliorare le prestazioni del computer durante l’uso.

Cosa Significa Ottimizzare I Servizi


Ottimizzare i servizi attivi nel tuo computer significa dunque:
 – ridurre i servizi ad esecuzione automatica (quando il servizio non
serve all’avvio del computer) convertendoli in servizi a esecuzione
ritardata o manuale oppure disabilitandoli
 – ridurre i servizi ad esecuzione ritardata (quando il servizio non serve
all’avvio del computer) – convertendoli in servizi a esecuzione manuale
oppure disabilitandoli
 – disabilitare i servizi ad esecuzione manuale (quando il servizio non ti
serve per niente)

Come Scegliere Quali Servizi Modificare E Disabilitare


Esistono alcuni programmi automatici di ottimizzazione che modificano le
impostazioni dei servizi, ma non ti consiglio questo tipo di soluzione per
disabilitare i servizi non essenziali sul tuo computer.
Ti consiglio invece di scegliere quali servizi disabilitare da te.
Anche se non sei esperto, puoi scegliere quali servizi tenere attivi e quali no
usando blackviper.com, un sito che riporta tutti i servizi operanti in  Windows.
Questo sito è consigliato da pcworld.com ed è un riferimento autorevole su
Internet.
Blackviper riporta la configurazione ideale dei servizi per Windows 8,
Windows 7, Windows Vista, Windows XP con e senza Service Pack.
E’ chiaro che controllare ogni servizio prima di modificarne le impostazioni ti
richiederà più tempo rispetto al lanciare un programma automatico – ma è
molto più sicuro per il tuo computer!
Inoltre, imparerai molto di più!

Consigli Prima Di Ottimizzare I Servizi


Fai attenzione: non scegliere da te i servizi da disabilitare senza usare la guida
di blackviper.
Rischi di disabilitare servizi essenziali al funzionamento del computer o di
programmi chiave.
Controlla sempre la descrizione del servizio in blackviper – i nomi dei servizi
possono ingannare.
Attento a quello che fai!
Fermare i servizi non essenziali significa ottenere un deciso aumento delle
performance del tuo computer, ma disabilitare un servizio essenziale significa
d’altra parte creare problemi al funzionamento del computer.
Per questo:
1. segui attentamente le istruzioni sotto e leggi cosa ti consiglia
blackviper.com;
2. leggi la descrizione del servizio utilizzando lo snap-in Servizi per capire
a cosa serve;
3. se blackviper consiglia di disabilitare il servizio ma tu hai dei dubbi, sii
prudente: in caso di dubbi lascia sempre le impostazioni di default. Così
non rischi di compromettere alcune funzioni;
4. disabilita pochi servizi per volta, e verifica se il computer funziona
perfettamente come prima. In caso di problemi, sarà più facile
individuare le impostazioni modificate da ripristinare.
Detto ciò, non ti spaventare, i consigli di blackviper.com sono testati ed il sito è
un’autorità globale.
Ricordati che ottimizzare i servizi può davvero fare una bella differenza in
termini di performance in avvio e in uso del tuo computer, anche se non è
un passaggio semplice e anche se richiede tempo.

Come Ottimizzare I Servizi In Windows 8, 7, Vista, XP, 2000: Istruzioni


Operative

Scegliere La Tabella Delle Impostazioni Consigliate Da Blackviper.com In


Base Al Tuo Sistema Operativo
Per prima cosa apri dunque la giusta tabella di blackviper in base al tuo sistema
operativo:
 Windows 8.1 Services Configurations
 Windows 8 Services Configurations
 Windows 7 Service Pack 1 Services Configurations
 Windows 7 Services Configurations
 Windows Vista Service Pack 2 Service Configurations
 Windows Vista Service Pack 1 Service Configurations
 Windows Vista Service Configurations
 Windows XP x86 (32-bit) Service Pack 3 Service Configurations
 Windows XP x86 (32-bit) Service Pack 2 Service Configurations
 Windows XP Pro x64 (64-bit) Service Pack 2 Service Configurations
 Windoes XP x86 (32-bit) Service Pack 1A Service Configurations
 Windows XP x86 (32-bit) Retail Service Configurations

Capire La Tabella Delle Impostazioni Consigliate Da Blackviper.com


Negli esempi sotto utilizzeremo la tabella di Windows 7.
Su ogni riga è riportato un servizio di cui sono indicate le impostazioni
consigliate.
Vediamo in dettaglio come utilizzare la tabella con i suggerimenti, capendo
prima di tutto cosa contengono le colonne della tabella:
Ottimizzazione servizi – impostazioni consigliate

La colonna Display Name indica il nome del servizio.


I nomi inglesi sono diversi da quelli italiani, per cui ti rimando alla traduzione
inglese-italiano dei servizi.
Se la tua lingua di default di Windows è l’italiano, in questo articolo puoi
cercare (usando CTRL+F) qual’è il preciso corrispondente inglese del tuo
servizio in italiano.
La colonna Service Name indica il nome con cui il servizio appare in Task
Manager.
Le colonne DEFAULT indicano come il servizio è stato impostato di default
da Microsoft nelle varie edizioni di Windows.
La colonna Safe è quella più utile per noi: indica la configurazione del
servizio consigliata, valida per la stragrande maggioranza degli utenti.
Ignora le ultime due colonne, Tweaked e Bare-bones, che sono decisamente
rischiose per l’utente medio.

Controllare I Servizi Presenti Nel Computer Usando Services.msc


Dopo aver dato un’occhiata a come è strutturato il database di blackviper,
utilizza lo snap-in Servizi di Microsoft per controllare la lista di tutti i servizi
presenti nel tuo computer.
Nota: la stessa lista dei servizi si ottiene lanciando msconfig e selezionando la
scheda Servizi in Windows 7 e Vista, ma lo snap-in Servizi permette di
visualizzare anche la descrizione del servizio e di ordinare le colonne.
Cambiare Le Impostazioni Di Avvio Dei Servizi
Apri dunque Servizi, leggi la descrizione di ogni servizio (nella colonna
Descrizione) e verifica che impostazioni di avvio del servizio sono suggerite
per questo servizio nella tabella di blackviper.com.
Ricordati che i nomi inglesi dei servizi sono diversi da quelli italiani; se il tuo
sistema utilizza l’italiano come lingua di default puoi usare la traduzione
inglese-italiano dei servizi usando CTRL+F per trovare qual’è il preciso
corrispondente inglese del tuo servizio in italiano.
A questo punto decidi se cambiare le impostazioni di avvio del servizio
seguendo il consiglio di blackviper.com.
Se vuoi cambiarne le impostazioni, semplicemente clicca due volte con il tasto
sinistro sulla riga del servizio da modificare, apparirà questa schermata:
Clicca sul menù di Tipo di avvio: apparirà il seguente menù dal quale scegliere
l’impostazione di avvio del servizio desiderata:

Tipo di avvio del


servizio

Se a questo punto vuoi disabilitare il servizio per fermarlo immediatamente


senza dover riavviare il computer clicca su Interrompi.
Infine, clicca su Applica e OK.
Qui finisce la guida all’ottimizzazione dei servizi in Windows 7, Vista, XP e
2000. In questo articolo abbiamo visto come ottimizzare i servizi
manualmente.
Come ho già detto sopra, ottimizzare i servizi è possibile anche attraverso
programmi specifici che ottimizzano i servizi in maniera automatica seguendo
in genere la configurazione più indicata, individuata attraverso domande
all’utente.
Io preferisco però l’ottimizzazione manuale dei servizi, ma in ogni caso
pubblicherò una prossima lezione sui programmi da usare se vuoi evitare
l’ottimizzazione dei servizi manuale.

Prosegui Il Corso Di Ottimizzazione Del Computer


Se non l’hai ancora fatto, per velocizzare l’avvio è fondamentale anche ridurre
il numero dei programmi con esecuzione automatica.
Non perdere le prossime lezioni! Segui il Corso via email, RSS, Facebook o
Twitter!
ottimizzazione-pc.it

Ottimizzare I Servizi In Windows 7, Vista, XP e


2000
Programma

10-13 minutes

Ottimizzare i servizi in Windows è importante sia velocizzare l’avvio del sistema e il tuo computer.
In questa lezione imparerai cosa sono i servizi, come capire se un servizio è utile oppure no e come
modificare le impostazioni dei servizi al meglio per il tuo computer.

Scopri La Differenza Tra Programmi E Servizi


Ogni volta che avvii il computer, il computer lancia programmi e servizi in automatico, che dovrebbero
servire al computer per funzionare.
La differenza tra programmi e servizi è semplice.
Cosa sono i servizi?
I servizi sono comunque programmi, ma a differenza dei programmi:
 i servizi operano in background (cioè non hanno icone e interfacce grafiche visibili)
 i servizi servono come base per supportare altre applicazioni (appunto i programmi che tutti gli utenti
conoscono quali Word, Skype, Firefox etc)

 i servizi non necessitano di intervento dell’utente. L’utente può infatti soltanto avviarli manualmente,
fermarli o disabilitarli.

Facciamo un esempio per spiegare la differenza tra programmi e servizi.


Skype è un programma. Ha icone e un’interfaccia grafica ed è personalizzabile dall’utente
Ma per collegarsi ad Internet e gestire lo scambio dati con webcam e microfono al sistema servono dei
servizi che non hanno interfaccia e che sono gestiti direttamente dal sistema.
Questi servizi permettono il funzionamento sul tuo computer di Skype e delle periferiche necessarie
(come la webcam) per una videochiamata con Skype.

Quali Tipi Di Impostazioni Di Avvio Dei Servizi


I sistemi operativi Windows ospitano moltissimi servizi.
Alcuni vengono avviati subito, altri più tardi automaticamente o manualmente, altri sono disabilitati.
In Windows 8, Windows 7 e Windows Vista troviamo:
 servizi ad esecuzione automatica (si avviano subito all’accensione del computer)
 servizi ad esecuzione ritardata (si avviano dopo il caricamento del computer)
 servizi ad esecuzione manuale (si avviano quando tu li avvii manualmente)
 servizi disabilitati (non possono essere avviati a meno che tu cambi le loro impostazioni).
Senza scendere troppo nei dettagli, in Windows XP e negli altri sistemi precedenti un servizio può essere
impostato soltanto come automatico, manuale o disabilitato.

A Cosa Serve Ottimizzare I Servizi


Molti servizi ad esecuzione automatica o ritardata non servono all’utente base.
Sono impostati di default con avvio automatico o avvio ritardato, ma in realtà non sono essenziali al
funzionamento del tuo computer.
Ad esempio, se non utilizzi il tuo computer in ambienti LAN e WAN (ossia in reti come quelle degli
uffici) non ti serve il servizio di Routing e Accesso Remoto; questo servizio, quando impostato con avvio
automatico, consuma quindi risorse inutilmente nei computer casalinghi, allungando i tempi di avvio del
sistema e rallentando il tuo computer.
Ottimizzare i servizi permette di ridurre il carico sulle risorse che il computer deve dedicare ai
servizi sia durante l’avvio che dopo.
Ottimizzare i servizi è utile quindi a velocizzare l’avvio del sistema e migliorare le prestazioni del
computer durante l’uso.

Cosa Significa Ottimizzare I Servizi


Ottimizzare i servizi attivi nel tuo computer significa dunque:
 – ridurre i servizi ad esecuzione automatica (quando il servizio non serve all’avvio del computer)
convertendoli in servizi a esecuzione ritardata o manuale oppure disabilitandoli

 – ridurre i servizi ad esecuzione ritardata (quando il servizio non serve all’avvio del computer)
– convertendoli in servizi a esecuzione manuale oppure disabilitandoli

 – disabilitare i servizi ad esecuzione manuale (quando il servizio non ti serve per niente)

Come Scegliere Quali Servizi Modificare E Disabilitare


Esistono alcuni programmi automatici di ottimizzazione che modificano le impostazioni dei servizi, ma
non ti consiglio questo tipo di soluzione per disabilitare i servizi non essenziali sul tuo computer.
Ti consiglio invece di scegliere quali servizi disabilitare da te.
Anche se non sei esperto, puoi scegliere quali servizi tenere attivi e quali no usando blackviper.com, un
sito che riporta tutti i servizi operanti in  Windows.
Questo sito è consigliato da pcworld.com ed è un riferimento autorevole su Internet.
Blackviper riporta la configurazione ideale dei servizi per Windows 8, Windows 7, Windows Vista,
Windows XP con e senza Service Pack.
E’ chiaro che controllare ogni servizio prima di modificarne le impostazioni ti richiederà più tempo
rispetto al lanciare un programma automatico – ma è molto più sicuro per il tuo computer!
Inoltre, imparerai molto di più!

Consigli Prima Di Ottimizzare I Servizi


Fai attenzione: non scegliere da te i servizi da disabilitare senza usare la guida di blackviper.
Rischi di disabilitare servizi essenziali al funzionamento del computer o di programmi chiave.
Controlla sempre la descrizione del servizio in blackviper – i nomi dei servizi possono ingannare.
Attento a quello che fai!
Fermare i servizi non essenziali significa ottenere un deciso aumento delle performance del tuo computer,
ma disabilitare un servizio essenziale significa d’altra parte creare problemi al funzionamento del
computer.
Per questo:
1. segui attentamente le istruzioni sotto e leggi cosa ti consiglia blackviper.com;

2. leggi la descrizione del servizio utilizzando lo snap-in Servizi per capire a cosa serve;

3. se blackviper consiglia di disabilitare il servizio ma tu hai dei dubbi, sii prudente: in caso di dubbi lascia
sempre le impostazioni di default. Così non rischi di compromettere alcune funzioni;

4. disabilita pochi servizi per volta, e verifica se il computer funziona perfettamente come prima. In caso di
problemi, sarà più facile individuare le impostazioni modificate da ripristinare.

Detto ciò, non ti spaventare, i consigli di blackviper.com sono testati ed il sito è un’autorità globale.
Ricordati che ottimizzare i servizi può davvero fare una bella differenza in termini di performance in
avvio e in uso del tuo computer, anche se non è un passaggio semplice e anche se richiede tempo.

Come Ottimizzare I Servizi In Windows 8, 7, Vista, XP, 2000: Istruzioni Operative

Scegliere La Tabella Delle Impostazioni Consigliate Da Blackviper.com In Base Al Tuo Sistema


Operativo

Per prima cosa apri dunque la giusta tabella di blackviper in base al tuo sistema operativo:
 Windows 8.1 Services Configurations
 Windows 8 Services Configurations
 Windows 7 Service Pack 1 Services Configurations
 Windows 7 Services Configurations
 Windows Vista Service Pack 2 Service Configurations
 Windows Vista Service Pack 1 Service Configurations
 Windows Vista Service Configurations
 Windows XP x86 (32-bit) Service Pack 3 Service Configurations
 Windows XP x86 (32-bit) Service Pack 2 Service Configurations
 Windows XP Pro x64 (64-bit) Service Pack 2 Service Configurations
 Windoes XP x86 (32-bit) Service Pack 1A Service Configurations
 Windows XP x86 (32-bit) Retail Service Configurations

Capire La Tabella Delle Impostazioni Consigliate Da Blackviper.com

Negli esempi sotto utilizzeremo la tabella di Windows 7.


Su ogni riga è riportato un servizio di cui sono indicate le impostazioni consigliate.
Vediamo in dettaglio come utilizzare la tabella con i suggerimenti, capendo prima di tutto cosa
contengono le colonne della tabella:

Ottimizzazione servizi – impostazioni consigliate

La colonna Display Name indica il nome del servizio.


I nomi inglesi sono diversi da quelli italiani, per cui ti rimando alla traduzione inglese-italiano dei servizi.
Se la tua lingua di default di Windows è l’italiano, in questo articolo puoi cercare (usando CTRL+F)
qual’è il preciso corrispondente inglese del tuo servizio in italiano.
La colonna Service Name indica il nome con cui il servizio appare in Task Manager.
Le colonne DEFAULT indicano come il servizio è stato impostato di default da Microsoft nelle varie
edizioni di Windows.
La colonna Safe è quella più utile per noi: indica la configurazione del servizio consigliata, valida per
la stragrande maggioranza degli utenti.
Ignora le ultime due colonne, Tweaked e Bare-bones, che sono decisamente rischiose per l’utente medio.

Controllare I Servizi Presenti Nel Computer Usando Services.msc


Dopo aver dato un’occhiata a come è strutturato il database di blackviper, utilizza lo snap-in Servizi di
Microsoft per controllare la lista di tutti i servizi presenti nel tuo computer.
Nota: la stessa lista dei servizi si ottiene lanciando msconfig e selezionando la scheda Servizi in Windows
7 e Vista, ma lo snap-in Servizi permette di visualizzare anche la descrizione del servizio e di ordinare le
colonne.

Cambiare Le Impostazioni Di Avvio Dei Servizi


Apri dunque Servizi, leggi la descrizione di ogni servizio (nella colonna Descrizione) e verifica che
impostazioni di avvio del servizio sono suggerite per questo servizio nella tabella di blackviper.com.
Ricordati che i nomi inglesi dei servizi sono diversi da quelli italiani; se il tuo sistema utilizza l’italiano
come lingua di default puoi usare la traduzione inglese-italiano dei servizi usando CTRL+F per trovare
qual’è il preciso corrispondente inglese del tuo servizio in italiano.
A questo punto decidi se cambiare le impostazioni di avvio del servizio seguendo il consiglio di
blackviper.com.
Se vuoi cambiarne le impostazioni, semplicemente clicca due volte con il tasto sinistro sulla riga del
servizio da modificare, apparirà questa schermata:

Clicca sul menù di Tipo di avvio: apparirà il seguente menù dal quale scegliere l’impostazione di avvio
del servizio desiderata:

Tipo di avvio del servizio

Se a questo punto vuoi disabilitare il servizio per fermarlo immediatamente senza dover riavviare il
computer clicca su Interrompi.
Infine, clicca su Applica e OK.
Qui finisce la guida all’ottimizzazione dei servizi in Windows 7, Vista, XP e 2000. In questo articolo
abbiamo visto come ottimizzare i servizi manualmente.
Come ho già detto sopra, ottimizzare i servizi è possibile anche attraverso programmi specifici che
ottimizzano i servizi in maniera automatica seguendo in genere la configurazione più indicata, individuata
attraverso domande all’utente.
Io preferisco però l’ottimizzazione manuale dei servizi, ma in ogni caso pubblicherò una prossima lezione
sui programmi da usare se vuoi evitare l’ottimizzazione dei servizi manuale.

Prosegui Il Corso Di Ottimizzazione Del Computer


Se non l’hai ancora fatto, per velocizzare l’avvio è fondamentale anche ridurre il numero dei programmi
con esecuzione automatica.
Non perdere le prossime lezioni! Segui il Corso via email, RSS, Facebook o Twitter!

ottimizzazione-pc.it

Ottimizzare I Servizi In Windows 7, Vista, XP e


2000
Programma

10-13 minutes

Ottimizzare i servizi in Windows è importante sia velocizzare l’avvio del sistema e il tuo computer.
In questa lezione imparerai cosa sono i servizi, come capire se un servizio è utile oppure no e come
modificare le impostazioni dei servizi al meglio per il tuo computer.
Scopri La Differenza Tra Programmi E Servizi
Ogni volta che avvii il computer, il computer lancia programmi e servizi in automatico, che dovrebbero
servire al computer per funzionare.
La differenza tra programmi e servizi è semplice.
Cosa sono i servizi?
I servizi sono comunque programmi, ma a differenza dei programmi:
 i servizi operano in background (cioè non hanno icone e interfacce grafiche visibili)
 i servizi servono come base per supportare altre applicazioni (appunto i programmi che tutti gli utenti
conoscono quali Word, Skype, Firefox etc)

 i servizi non necessitano di intervento dell’utente. L’utente può infatti soltanto avviarli manualmente,
fermarli o disabilitarli.

Facciamo un esempio per spiegare la differenza tra programmi e servizi.


Skype è un programma. Ha icone e un’interfaccia grafica ed è personalizzabile dall’utente
Ma per collegarsi ad Internet e gestire lo scambio dati con webcam e microfono al sistema servono dei
servizi che non hanno interfaccia e che sono gestiti direttamente dal sistema.
Questi servizi permettono il funzionamento sul tuo computer di Skype e delle periferiche necessarie
(come la webcam) per una videochiamata con Skype.

Quali Tipi Di Impostazioni Di Avvio Dei Servizi


I sistemi operativi Windows ospitano moltissimi servizi.
Alcuni vengono avviati subito, altri più tardi automaticamente o manualmente, altri sono disabilitati.
In Windows 8, Windows 7 e Windows Vista troviamo:
 servizi ad esecuzione automatica (si avviano subito all’accensione del computer)
 servizi ad esecuzione ritardata (si avviano dopo il caricamento del computer)
 servizi ad esecuzione manuale (si avviano quando tu li avvii manualmente)
 servizi disabilitati (non possono essere avviati a meno che tu cambi le loro impostazioni).
Senza scendere troppo nei dettagli, in Windows XP e negli altri sistemi precedenti un servizio può essere
impostato soltanto come automatico, manuale o disabilitato.

A Cosa Serve Ottimizzare I Servizi


Molti servizi ad esecuzione automatica o ritardata non servono all’utente base.
Sono impostati di default con avvio automatico o avvio ritardato, ma in realtà non sono essenziali al
funzionamento del tuo computer.
Ad esempio, se non utilizzi il tuo computer in ambienti LAN e WAN (ossia in reti come quelle degli
uffici) non ti serve il servizio di Routing e Accesso Remoto; questo servizio, quando impostato con avvio
automatico, consuma quindi risorse inutilmente nei computer casalinghi, allungando i tempi di avvio del
sistema e rallentando il tuo computer.
Ottimizzare i servizi permette di ridurre il carico sulle risorse che il computer deve dedicare ai
servizi sia durante l’avvio che dopo.
Ottimizzare i servizi è utile quindi a velocizzare l’avvio del sistema e migliorare le prestazioni del
computer durante l’uso.

Cosa Significa Ottimizzare I Servizi


Ottimizzare i servizi attivi nel tuo computer significa dunque:
 – ridurre i servizi ad esecuzione automatica (quando il servizio non serve all’avvio del computer)
convertendoli in servizi a esecuzione ritardata o manuale oppure disabilitandoli

 – ridurre i servizi ad esecuzione ritardata (quando il servizio non serve all’avvio del computer)
– convertendoli in servizi a esecuzione manuale oppure disabilitandoli

 – disabilitare i servizi ad esecuzione manuale (quando il servizio non ti serve per niente)

Come Scegliere Quali Servizi Modificare E Disabilitare


Esistono alcuni programmi automatici di ottimizzazione che modificano le impostazioni dei servizi, ma
non ti consiglio questo tipo di soluzione per disabilitare i servizi non essenziali sul tuo computer.
Ti consiglio invece di scegliere quali servizi disabilitare da te.
Anche se non sei esperto, puoi scegliere quali servizi tenere attivi e quali no usando blackviper.com, un
sito che riporta tutti i servizi operanti in  Windows.
Questo sito è consigliato da pcworld.com ed è un riferimento autorevole su Internet.
Blackviper riporta la configurazione ideale dei servizi per Windows 8, Windows 7, Windows Vista,
Windows XP con e senza Service Pack.
E’ chiaro che controllare ogni servizio prima di modificarne le impostazioni ti richiederà più tempo
rispetto al lanciare un programma automatico – ma è molto più sicuro per il tuo computer!
Inoltre, imparerai molto di più!

Consigli Prima Di Ottimizzare I Servizi


Fai attenzione: non scegliere da te i servizi da disabilitare senza usare la guida di blackviper.
Rischi di disabilitare servizi essenziali al funzionamento del computer o di programmi chiave.
Controlla sempre la descrizione del servizio in blackviper – i nomi dei servizi possono ingannare.
Attento a quello che fai!
Fermare i servizi non essenziali significa ottenere un deciso aumento delle performance del tuo computer,
ma disabilitare un servizio essenziale significa d’altra parte creare problemi al funzionamento del
computer.
Per questo:
1. segui attentamente le istruzioni sotto e leggi cosa ti consiglia blackviper.com;

2. leggi la descrizione del servizio utilizzando lo snap-in Servizi per capire a cosa serve;

3. se blackviper consiglia di disabilitare il servizio ma tu hai dei dubbi, sii prudente: in caso di dubbi lascia
sempre le impostazioni di default. Così non rischi di compromettere alcune funzioni;
4. disabilita pochi servizi per volta, e verifica se il computer funziona perfettamente come prima. In caso di
problemi, sarà più facile individuare le impostazioni modificate da ripristinare.

Detto ciò, non ti spaventare, i consigli di blackviper.com sono testati ed il sito è un’autorità globale.
Ricordati che ottimizzare i servizi può davvero fare una bella differenza in termini di performance in
avvio e in uso del tuo computer, anche se non è un passaggio semplice e anche se richiede tempo.

Come Ottimizzare I Servizi In Windows 8, 7, Vista, XP, 2000: Istruzioni Operative

Scegliere La Tabella Delle Impostazioni Consigliate Da Blackviper.com In Base Al Tuo Sistema


Operativo

Per prima cosa apri dunque la giusta tabella di blackviper in base al tuo sistema operativo:
 Windows 8.1 Services Configurations
 Windows 8 Services Configurations
 Windows 7 Service Pack 1 Services Configurations
 Windows 7 Services Configurations
 Windows Vista Service Pack 2 Service Configurations
 Windows Vista Service Pack 1 Service Configurations
 Windows Vista Service Configurations
 Windows XP x86 (32-bit) Service Pack 3 Service Configurations
 Windows XP x86 (32-bit) Service Pack 2 Service Configurations
 Windows XP Pro x64 (64-bit) Service Pack 2 Service Configurations
 Windoes XP x86 (32-bit) Service Pack 1A Service Configurations
 Windows XP x86 (32-bit) Retail Service Configurations

Capire La Tabella Delle Impostazioni Consigliate Da Blackviper.com

Negli esempi sotto utilizzeremo la tabella di Windows 7.


Su ogni riga è riportato un servizio di cui sono indicate le impostazioni consigliate.
Vediamo in dettaglio come utilizzare la tabella con i suggerimenti, capendo prima di tutto cosa
contengono le colonne della tabella:

Ottimizzazione servizi – impostazioni consigliate


La colonna Display Name indica il nome del servizio.
I nomi inglesi sono diversi da quelli italiani, per cui ti rimando alla traduzione inglese-italiano dei servizi.
Se la tua lingua di default di Windows è l’italiano, in questo articolo puoi cercare (usando CTRL+F)
qual’è il preciso corrispondente inglese del tuo servizio in italiano.
La colonna Service Name indica il nome con cui il servizio appare in Task Manager.
Le colonne DEFAULT indicano come il servizio è stato impostato di default da Microsoft nelle varie
edizioni di Windows.
La colonna Safe è quella più utile per noi: indica la configurazione del servizio consigliata, valida per
la stragrande maggioranza degli utenti.
Ignora le ultime due colonne, Tweaked e Bare-bones, che sono decisamente rischiose per l’utente medio.

Controllare I Servizi Presenti Nel Computer Usando Services.msc


Dopo aver dato un’occhiata a come è strutturato il database di blackviper, utilizza lo snap-in Servizi di
Microsoft per controllare la lista di tutti i servizi presenti nel tuo computer.
Nota: la stessa lista dei servizi si ottiene lanciando msconfig e selezionando la scheda Servizi in Windows
7 e Vista, ma lo snap-in Servizi permette di visualizzare anche la descrizione del servizio e di ordinare le
colonne.

Cambiare Le Impostazioni Di Avvio Dei Servizi


Apri dunque Servizi, leggi la descrizione di ogni servizio (nella colonna Descrizione) e verifica che
impostazioni di avvio del servizio sono suggerite per questo servizio nella tabella di blackviper.com.
Ricordati che i nomi inglesi dei servizi sono diversi da quelli italiani; se il tuo sistema utilizza l’italiano
come lingua di default puoi usare la traduzione inglese-italiano dei servizi usando CTRL+F per trovare
qual’è il preciso corrispondente inglese del tuo servizio in italiano.
A questo punto decidi se cambiare le impostazioni di avvio del servizio seguendo il consiglio di
blackviper.com.
Se vuoi cambiarne le impostazioni, semplicemente clicca due volte con il tasto sinistro sulla riga del
servizio da modificare, apparirà questa schermata:
Clicca sul menù di Tipo di avvio: apparirà il seguente menù dal quale scegliere l’impostazione di avvio
del servizio desiderata:

Tipo di avvio del servizio

Se a questo punto vuoi disabilitare il servizio per fermarlo immediatamente senza dover riavviare il
computer clicca su Interrompi.
Infine, clicca su Applica e OK.
Qui finisce la guida all’ottimizzazione dei servizi in Windows 7, Vista, XP e 2000. In questo articolo
abbiamo visto come ottimizzare i servizi manualmente.
Come ho già detto sopra, ottimizzare i servizi è possibile anche attraverso programmi specifici che
ottimizzano i servizi in maniera automatica seguendo in genere la configurazione più indicata, individuata
attraverso domande all’utente.
Io preferisco però l’ottimizzazione manuale dei servizi, ma in ogni caso pubblicherò una prossima lezione
sui programmi da usare se vuoi evitare l’ottimizzazione dei servizi manuale.
Prosegui Il Corso Di Ottimizzazione Del Computer
Se non l’hai ancora fatto, per velocizzare l’avvio è fondamentale anche ridurre il numero dei programmi
con esecuzione automatica.
Non perdere le prossime lezioni! Segui il Corso via email, RSS, Facebook o Twitter!

http://www.blackviper.com/