Sei sulla pagina 1di 14

SICUREZZA NEGLI HOTEL:

ECCO LE REGOLE DA SEGUIRE.


PANORAMICA PRINCIPALI MISURE

In sintesi...
• AGEVOLARE IL CHECK-IN ONLINE (DOCUMENTI, ETC.)
• RECEPTION: LE MASCHERINE E MANTENERE LA DISTANZA DI SICUREZZA
• IL CLIENTE TERRÀ LE CHIAVI DELLA STANZA DURANTE TUTTO IL SOGGIORNO
• PREFERIRE PAGAMENTI DI TIPO CONTACTLESS
• IGIENIZZAZIONE DELLA STANZA QUOTIDIANA E SANIFICAZIONE AL CAMBIO DI CLIENTE
(SEMPRE CON CAMBIO GUANTI DOPO LE OPERAZIONI SU OGNI SINGOLA SANZA)
• ATTIVITÀ DI RISTORAZIONE PREFERIBILMENTE CON SERVIZIO AL TAVOLO
• SEGNALETICA INFORMATIVA DELLE NORME ANTI COVID-19 IN PIÙ LINGUE
• FAVORIRE IL RISPETTO DELLA DISTANZA DI SICUREZZA NELLE AREE COMUNI

ATTENZIONE: CONSULTA I PROTOCOLLI E LA NORMATIVA AGGIORNATA


SUL SITO DELLA REGIONE MARCHE CLICCANDO QUI

2 SICUREZZA NEGLI HOTEL:


ECCO LE REGOLE DA SEGUIRE.
1. Indicazioni generali
FORMAZIONE E INFORMAZIONE DEL PERSONALE potenzialmente infetti, condizioni di formazione di aero- informato di poter scaricare e utilizzare la APP “Immuni”.
sol durante la sanificazione etc.);
L’impresa titolare della struttura ricettiva provvede a RICEVIMENTO
formare ed informare il proprio personale tramite Accesso dei fornitori all’interno della struttura ricettiva.
momenti formativi interni che includano la presente linea Per l’accesso dei fornitori all’interno della struttura è Alla reception e negli altri ambienti comuni, è sempre
guida e le eventuali procedure aziendali organizzative necessario osservare le disposizioni contenute nel punto 3 obbligatorio rispettare la distanza interpersonale (almeno
interne per la prevenzione della diffusione del virus dell’allegato 6 del DPCM 26/042020. un metro tra una persona ed un’altra).
responsabile del COVID-19. Per agevolare il rispetto della distanza, si suggerisce di
Tutti i dipendenti dell’azienda e i collaboratori, anche Comunicazione affiggere dei cartelli informativi e/o di delimitare gli spazi
occasionali, dovranno essere dotati di un tesserino o un (ad esempio, con adesivi da attaccare sul pavimento,
elemento di riconoscimento (divisa, maglietta staff o altro) È necessario predisporre strumenti di comunicazione paline, nastri segnapercorso, etc.).
esposto e visibile in modo che i clienti possano avere punti finalizzati ad informare i clienti sulle disposizioni da Se possibile, differenziare i percorsi di entrata da quelli di
di riferimento immediatamente visibili. rispettare all’interno della struttura ricettiva. uscita.
Tra gli strumenti di comunicazione, è raccomandata l'affis- Mantenendo il tono di cordialità connesso all’attività di
Screening test del personale e dotazioni sione di documenti e poster in posizione ben visibile, in accoglienza, evitare di stringere la mano, abbracciare o
diverse lingue, indicanti i punti salienti (distanze sociali, baciare gli ospiti e i colleghi di lavoro.
Ai sensi del DPCM 26/04/2020 allegato 6 punto 2, il titola- lavaggio delle mani, igiene respiratoria, altri comporta- Occorre mettere a disposizione del personale e degli ospiti
re della struttura può disporre in loco, verso tutti i lavora- menti da tenere all'interno dell’albergo e nei vari ambien- gel con una concentrazione di alcol al 60-85% per l’igiene
tori che operano all’interno della azienda, compresi i ti; delle mani, se possibile per ogni postazione del ricevi-
collaboratori anche occasionali, la misurazione della Le comunicazioni possono essere realizzate con varie mento.
temperatura corporea prima di iniziare il turno lavorativo modalità, quali ad esempio cartelli informativi o schermi Gli addetti al servizio di ricevimento sono dotati di dispo-
Il personale deve essere dotato da parte dei gestori di DPI nella hall e negli spazi comuni, il sito internet della strut- sitivi di protezione individuale necessari al corretto svolgi-
adeguati (mascherine, guanti, disinfettante etc.) ed è tura ricettiva, le televisioni in camera, la posta elettronica, mento del lavoro loro affidato:
obbligato all’adozione di DPI in caso di contatti ravvicinati i sistemi di messaggistica, i social network, etc. - guanti (se necessari);
con i clienti e attività a rischio (es. contatto con rifiuti Oltre alle comunicazioni sopra descritte il cliente verrà - mascherina.

3 SICUREZZA NEGLI HOTEL:


ECCO LE REGOLE DA SEGUIRE.
1. Indicazioni generali
alla struttura, e concludere in un secondo momento la guanti.
È raccomandata l’adozione di misure volte ad evitare procedura di registrazione; Per gli altri lavoratori l’utilizzo dei guanti non è obbligato-
assembramenti e a ridurre il tempo di permanenza - ove possibile, utilizzare sistemi di informazioni turisti- rio. Sia in caso di utilizzo dei guanti che non, è necessaria
nell’area di ricevimento, quali ad esempio: che all’ospite online in modo tale da ridurre al minimo le la periodica igiene delle mani attraverso l’utilizzo di acqua
- richiedere agli ospiti di inviare all’hotel, prima dell’arri- occasioni di contatto con la reception; e sapone o attraverso l’utilizzo di gel alcolici.
vo, tutte le informazioni necessarie per la registrazione, Dopo aver lavato le mani con acqua e sapone è necessario
nonché copia del documento di identità che sarà esibito Si richiama l’attenzione sull’opportunità di effettuare la asciugarle accuratamente.
all’arrivo, fornendo agli ospiti l’informativa sul tratta- comunicazione all’autorità di pubblica sicurezza e sul I gel alcolici per l'igiene delle mani devono essere utilizza-
mento dei dati personali; portale Regionale ISTRICE con la massima tempestività, al ti periodicamente, anche in caso di impiego dei guanti.
- ove possibile, utilizzare sistemi automatizzati di fine di agevolare l’individuazione di persone che si siano Nelle aree comuni gli ospiti devono indossare la mascheri-
registrazione ed autorizzazione all’accesso (self sottratte alle limitazioni degli spostamenti finalizzate al na nelle situazioni nelle quali non è possibile assicurare il
check-in, chiavi elettroniche, etc.), ferma restando la contenimento del rischio di contagio. distanziamento fisico previsto dalle normative vigenti.
necessità di verificare l’identità dell’ospite utilizzando il Ogni qual volta sia possibile, evitare o limitare allo stretto Mascherine, guanti monouso e disinfettante per superfici,
documento di identità originale e di acquisire l’autori- necessario il contatto delle mani con gli oggetti degli ospiti ove possibile, saranno a disposizione degli ospiti che ne
zzazione all’addebito della carta di credito; (ad esempio: invitare gli ospiti a conservare la chiave per facciano richiesta, eventualmente anche a pagamento.
- in caso di prenotazioni plurime (gruppi, gruppi familiari, tutta la durata del soggiorno; visionare i documenti di Al fine di agevolare lo smaltimento dei dispositivi di prote-
etc.) invitare il capogruppo o il capofamiglia a fare da identità senza toccarli; favorire pagamenti con sistemi zione utilizzati dagli ospiti, si suggerisce di collocare cesti-
unico tramite per la procedura di check-in e per tutte le contactless; etc.). ni portarifiuti dotati di pedale o fotocellula nelle aree
altre esigenze di contatto diretto alla reception; richie- Le chiavi delle stanze devono essere pulite o sostituite ad comuni. Ogni cestino deve essere dotato di un sacchetto
dere la rooming list entro il giorno prima dell'arrivo; le ogni cambio dell’ospite. La pulizia deve interessare anche per permettere di svuotarlo senza entrare in contatto con
chiavi, insieme a delle targhette per il bagaglio con il il portachiavi, se presente. il contenuto.
numero della camera, verranno consegnate al capo- È facoltà dell’ospite richiedere che durante il soggiorno il L’utilizzo degli ascensori dev’essere tale da consentire il
gruppo o al capofamiglia che le distribuirà agli ospiti; personale addetto alle pulizie non faccia ingresso in rispetto della distanza interpersonale. La distanza può
- per contenere la formazione di code, è possibile ritirare camera. essere derogata in caso di persone che fanno parte dello
il documento degli ospiti in arrivo, consentire l’accesso Per la movimentazione dei bagagli è previsto l’utilizzo dei stesso nucleo familiare o che condividono la camera. Negli

4 SICUREZZA NEGLI HOTEL:


ECCO LE REGOLE DA SEGUIRE.
1. Indicazioni generali
altri casi, è necessario utilizzare la mascherina. ASSISTENZA AGLI OSPITI E RICHIESTE DI INTER- detergenza e successiva disinfezione, ad esempio con una
I pulsanti degli ascensori devono essere puliti frequente- VENTI soluzione di ipoclorito di sodio diluita allo 0,1% o con
mente. alcool etilico al 70% per le superfici che possono essere
È consigliabile che il parcheggio dell’eventuale autovettu- Gli addetti al ricevimento devono essere in grado di favori- danneggiate dall’ipoclorito di sodio nel rispetto delle
ra sia effettuato dall’ospite. Qualora ciò non sia possibile, re l’accesso ai servizi sanitari. indicazioni di utilizzo fornite dai produttori.
prima di accedere all’autovettura dell’ospite l’addetto al A questo fine, presso la reception devono essere disponi- Pulizia e sanificazione possono essere svolte separata-
parcheggio deve indossare i guanti e mascherina, areare bili i numeri di telefono da contattare in caso di necessità: mente o essere condotte con un unico processo utilizzan-
l’abitacolo e assicurarsi che l’aria condizionata sia spenta. numero unico di emergenza (112), guardia medica, ospeda- do prodotti che hanno duplice azione; è importante rimuo-
Ogni oggetto (es. biciclette, computer, …) fornito in uso le più vicino, e numero Covid Regionale 800936677. vere lo sporco o i residui di sporco che possono contribuire
dalla struttura agli ospiti, dovrà essere sanificato prima e Le istruzioni riguardanti il comportamento da tenere in a rendere inefficace l’intero processo.
dopo di ogni utilizzo. presenza di persone con febbre e/o sintomi respiratori Negli spazi comuni ai piani (corridoi, pianerottoli, atrii
Gli addetti al servizio devono tenere pulita la propria sono contenute nell’apposita sezione del presente proto- ascensori) sono messi a disposizione degli ospiti distribu-
postazione e provvedere, alla fine di ogni turno di lavoro, collo. tori di gel con una concentrazione di alcol al 60-85% per
alla pulizia dei piani di lavoro e delle attrezzature (ad l’igiene delle mani.
esempio: telefono, tastiera, mouse, schermo touch, pos, Gli addetti al servizio di pulizia e rifacimento delle camere
PULIZIA DELLE CAMERE E DEGLI AMBIENTI
penne, matite, spillatrici). Allo scopo di agevolare lo e di pulizia dei saloni e delle aree comuni sono dotati di
svolgimento e l’efficacia di tale operazione, è opportuno COMUNI dispositivi di protezione individuale necessari al corretto
rimuovere dal piano di lavoro tutti gli oggetti non svolgimento del lavoro loro affidato:
indispensabili. DEFINIZIONI - guanti;
Qualora gli strumenti di lavoro vengano utilizzati durante La pulizia quotidiana è effettuata secondo la prassi in uso - mascherina;
il medesimo turno da più persone, l’addetto deve lavarsi le nell’azienda, impiegando detergenti adeguati alle diverse - cuffia per i capelli (se necessaria);
mani con soluzione idroalcolica prima e dopo l’utilizzo. tipologie di materiale trattato, nel rispetto delle indicazio- - calzature idonee ad essere sanificate (se necessarie).
Si deve evitare lo scambio della cornetta del telefono se la ni di utilizzo fornite dai produttori. Quando possibile, è opportuno evitare la presenza
stessa prima del passaggio da un operatore all’altro non La sanificazione dell’ambiente è l’attività che riguarda il contemporanea di più addetti nella medesima camera. In
venga opportunamente disinfettata. complesso di procedure e operazioni atte a rendere ogni caso, durante la pulizia delle camere l’ospite non deve
salubre un determinato ambiente mediante interventi di

5 SICUREZZA NEGLI HOTEL:


ECCO LE REGOLE DA SEGUIRE.
1. Indicazioni generali
essere presente. venute a contatto con l’ospite, quali comodini, scrivania, È altresì consigliabile rimuovere runner, cuscini decorativi
Le operazioni di pulizia e sanificazione, periodiche e sedie, tavolini, eventuali suppellettili, telefono, teleco- ed altri elementi non necessari.
giornaliere, possono essere svolte in autonomia dal perso- mando, maniglie e pulsantiere, armadi e cassetti. Nelle aree comuni (corridoi, scale, pianerottoli, saloni etc.)
nale operante nell’attività seguendo scrupolosamente le In caso di cambio biancheria, la biancheria usata (lenzuo- tutti gli elementi che vengono a contatto ripetuto con gli
procedure prescritte. la e biancheria da bagno) deve essere riposta in un conte- ospiti, quali maniglie, maniglioni, pulsantiere etc. devono
nitore chiuso separato dal carrello con la biancheria essere puliti ad intervalli regolari in funzione del livello di
MODALITÀ OPERATIVE DI SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO pulita; biancheria sporca e pulita devono essere sempre utilizzo.
AI PIANI separate e non venire in contatto. Eventuali portarifiuti vanno svuotati e puliti.
Prima di entrare nella stanza verificare di aver indossato Non utilizzare la biancheria sporca come supporto nelle Gli eventuali trattamenti aggiuntivi a scopo di sanificazio-
correttamente gli opportuni dispositivi di protezione operazioni di pulizia della stanza (ad esempio: non utiliz- ne e purificazione vengono svolti al termine delle opera-
individuale. zare asciugamani o tappetini doccia utilizzati nelle opera- zioni di pulizia.
Areare la stanza aprendo le finestre, se presenti, prima di zioni di pulizia del bagno).
intraprendere le successive operazioni di pulizia. Il materiale di pulizia (panni, salviette e quanto necessario MODALITÀ OPERATIVE DEL SERVIZIO NELL’AREE
La pulizia della stanza sarà effettuata con diverse modali- per la pulizia e la spolveratura) deve essere monouso o COMUNI DI SOGGIORNO E SVAGO
tà a seconda che sia già occupata da un ospite (fermata) o precedentemente trattato con una soluzione di ipoclorito La zona di soggiorno e svago, come ogni altra area della
che sia destinata ad accogliere un nuovo ospite (partenza). di sodio 2% per 10 minuti o con altro trattamento di pari struttura in cui sono presenti diverse persone deve essere
Nel caso di fermata la stanza sarà pulita secondo la prassi efficacia; non usare un panno utilizzato per eliminare lo periodicamente areata.
in uso nell’azienda. sporco per asciugare o lucidare superfici pulite. I pavimenti vengono lavati e sanificati con prodotti
Nel caso di partenza la stanza sarà sanificata. I bicchieri e le tazze devono essere sostituiti al cambio adeguati alle diverse tipologie di materiali almeno due
Dopo ogni fase del ciclo di pulizia è opportuno cambiare i dell’ospite, anche se non utilizzati. volte al giorno, e comunque con una frequenza adeguata
guanti. I pavimenti vengono puliti e sanificati con prodotti all’affollamento delle stesse nel corso della giornata.
I rifiuti presenti devono essere gettati nel cestino, dotato di adeguati alle diverse tipologie di materiali. Per il mobilio e tutte le superfici di contatto si procede
sacchetto. Il sacchetto contenente i rifiuti deve essere Quando possibile, è opportuno evitare di dotare le stanze come avviene per le camere a una pulizia periodica, tanto
chiuso e riposto nello scomparto dei rifiuti del carrello. o gli altri ambienti della struttura di tappeti o di elementi più ravvicinata quanto maggiore è l’afflusso di ospiti.
La pulizia deve riguardare tutte le superfici che sono di arredo che non sopportano cicli di pulizia quotidiani. Pulsantiere e altre superfici e suppellettili a frequente

6 SICUREZZA NEGLI HOTEL:


ECCO LE REGOLE DA SEGUIRE.
1. Indicazioni generali
contatto con gli ospiti vengono puliti almeno due volte al personale interno o utenti esterni (comprese le aule di per il transito o pause di breve durata;
giorno e comunque ogni qualvolta l’utilizzo ripetuto da udienza ed i locali openspace), evitando correnti d’aria o • negli edifici dotati di specifici impianti di ventilazione
parte della clientela lo richieda. freddo/caldo eccessivo durante il ricambio naturale con apporto di aria esterna, tramite ventilazione mecca-
Per la pulizia dei divani, delle poltrone e delle sedute in dell’aria; nica controllata, eliminare totalmente la funzione di
genere si procede secondo la prassi in uso nell’azienda, • aumentare la frequenza della manutenzione / sostitu- ricircolo dell’aria;
impiegando detergenti adeguati alle diverse tipologie di zione dei pacchi filtranti dell’aria in ingresso (eventual- • Relativamente agli impianti di riscaldamento/raffresca-
materiale trattato, nel rispetto delle indicazioni di utilizzo mente anche adottando pacchi filtranti più efficienti); mento che fanno uso di pompe di calore, fancoil, o
fornite dai produttori. • in relazione al punto esterno di espulsione dell’aria, termoconvettori, qualora non sia possibile garantire la
All’esterno dei servizi igienici degli spazi comuni dovranno assicurarsi che permangano condizioni impiantistiche corretta climatizzazione degli ambienti tenendo fermi
essere messi a disposizione distributori di gel con una tali da non determinare l’insorgere di inconvenienti gli impianti, pulire in base alle indicazioni fornite dal
concentrazione di alcol al 60-85% per l’igiene delle mani, igienico sanitari nella distanza fra i punti di espulsione produttore, ad impianto fermo, i filtri dell’aria di ricircolo
con l’indicazione di igienizzare le mani prima dell’accesso ed i punti di aspirazione; per mantenere i livelli di filtrazione/rimozione adeguati;
e anche all’uscita. In alternativa, potrà essere data indica- • attivare l’ingresso e l’estrazione dell’aria almeno un’ora • le prese e le griglie di ventilazione devono essere pulite
zione di utilizzare i servizi igienici delle camere o si proce- prima e fino ad una dopo l’accesso da parte del pubblico; con panni puliti in microfibra inumiditi con acqua e
derà ad una sanificazione dopo ogni utilizzo. • nel caso di locali di servizio privi di finestre quali archivi, sapone, oppure con alcool etilico al 75%;
spogliatoi, servizi igienici, ecc., ma dotati di ventilato- • evitare di utilizzare e spruzzare prodotti per la pulizia
IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO ri/estrattori meccanici, questi devono essere mantenuti detergenti/disinfettanti spray direttamente sui filtri per
Per quanto riguarda il microclima, è fondamentale verifi- in funzione almeno per l’intero orario di lavoro; non inalare sostanze inquinanti, durante il funziona-
care le caratteristiche di aerazione dei locali e degli • per quanto riguarda gli ambienti di collegamento fra i mento.
impianti di ventilazione e la successiva messa in atto in vari locali dell’edificio (ad esempio corridoi, zone di
condizioni di mantenimento di adeguati ricambi e qualità transito o attesa), normalmente dotati di minore ventila- SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE
dell’aria indoor. Per un idoneo microclima è necessario: zione o privi di ventilazione dedicata, andrà posta parti-
• garantire periodicamente l’aerazione naturale nell’arco colare attenzione al fine di evitare lo stazionamento e DEFINIZIONI
della giornata in tutti gli ambienti dotati di aperture l’assembramento di persone, adottando misure organiz- La pulizia quotidiana è effettuata secondo la prassi in uso
verso l’esterno, dove sono presenti postazioni di lavoro, zative affinché gli stessi ambienti siano impegnati solo nell’azienda, impiegando detergenti adeguati alle diverse

7 SICUREZZA NEGLI HOTEL:


ECCO LE REGOLE DA SEGUIRE.
1. Indicazioni generali
tipologie di materiale trattato, nel rispetto delle indicazio- (ad esempio, con adesivi da attaccare sul pavimento, delle tovaglie, è sufficiente sostituire quest’ultimi. Quando
ni di utilizzo fornite dai produttori. paline, nastri segnapercorso, etc.). non è previsto l’utilizzo di tovaglie che coprono l’intera
La sanificazione dell’ambiente è l’attività che riguarda il Occorre mettere a disposizione del personale e degli ospiti superficie del tavolo, il tavolo va pulito dopo ogni servizio.
complesso di procedure e operazioni atte a rendere gel alcolico con concentrazione di alcol tra 60-85% per
salubre un determinato ambiente mediante interventi di l’igiene delle mani, con ferma indicazione di utilizzo prima SERVIZIO
detergenza e successiva disinfezione, ad esempio con una di accedere al ristorante/bar. È preferibile che il servizio di somministrazione venga
soluzione di ipoclorito di sodio diluita allo 0,1% o con Occorre evitare l’uso di appendiabiti comuni. Il servizio erogato dal personale, munito di attrezzatura adeguata,
alcool etilico al 70% per le superfici che possono essere guardaroba viene fornito solo se è possibile evitare il possibilmente con servizio al tavolo e menu a la carta.
danneggiate dall’ipoclorito di sodio, nel rispetto delle contatto tra gli oggetti dei diversi ospiti (ad esempio, man- In alternativa è possibile esporre le vivande, adeguata-
indicazioni di utilizzo fornite dai produttori. tenendo adeguate distanze o utilizzando copriabito mente protette, per poi essere impiattate e servite al
Pulizia e sanificazione possono essere svolte separata- monouso e buste portaombrelli monouso). tavolo.
mente o essere condotte con un unico processo utilizzan- È consigliato l’utilizzo di prodotti monodose per evitare il
do prodotti che hanno duplice azione; è importante rimuo- AREE DESTINATE ALLA SOMMINISTRAZIONE più possibile il contatto promiscuo.
vere lo sporco o i residui di sporco che possono contribuire Per favorire il distanziamento, possono essere utilizzate Il servizio a buffet è da evitare e può in caso di necessità
a rendere inefficace l’intero processo. per la somministrazione altre aree interne ed esterne alla essere effettuato solo se può essere garantito il distanzia-
Il personale deve aver ricevuto un addestramento e/o una struttura ricettiva, normalmente destinate ad altri usi. mento ed evitato l’affollamento (ad esempio, con adesivi
formazione in materia d'igiene alimentare conforme alla I tavoli devono essere posizionati in modo che gli ospiti da attaccare sul pavimento, paline, nastri segnapercorso,
normativa vigente. siano distanti tra di loro almeno un metro, salvo che per i etc.).
All’ingresso delle aree destinate alla somministrazione di nuclei familiari o per persone conviventi o che condivido- Gli alimenti esposti nel buffet vanno adeguatamente
alimenti e bevande (sala colazioni, bar, sala ristorante, no la stessa camera o unità abitativa. protetti. Nel caso non sia possibile installare protezioni
etc.), come negli altri ambienti comuni, è sempre obbliga- Gli addetti di sala, che sono a contatto diretto con gli anti droplet, gli ospiti, così come gli addetti alla sommini-
torio rispettare la distanza interpersonale (almeno un alimenti, devono indossare la mascherina e devono lavare strazione, devono essere dotati di mascherine.
metro tra una persona ed un’altra). o igienizzare le mani con gel alcolico frequentemente. Pinze, cucchiai, mestoli e altri utensili a disposizione degli
Per agevolare il rispetto della distanza, si suggerisce di Le tovaglie devono essere sostituite ad ogni cambio di ospiti vanno sostituiti con frequenza e lasciati in conteni-
affiggere dei cartelli informativi e/o di delimitare gli spazi ospite. Nel caso siano utilizzati coprimacchia al di sopra tori separati, al fine di evitare il più possibile il contatto

8 SICUREZZA NEGLI HOTEL:


ECCO LE REGOLE DA SEGUIRE.
1. Indicazioni generali
diretto tra le mani degli ospiti e il cibo. ospiti o dal personale, o comunque esposti al contagio. chiusi in modo da evitare la fuoriuscita accidentale di
Qualora il funzionamento delle macchine dispensatrici di Nel caso in cui non fosse possibile il lavaggio in lavastovi- materiale.
bevande non sia curato dagli addetti, occorre mettere a glie, nell’eseguire quello manuale occorre procedere con
disposizione degli ospiti gel alcolico, con ferma indicazio- lavaggio, disinfezione e risciacquo, usando il massimo PREPARAZIONE DEGLI ALIMENTI
ne di igienizzare le mani prima di utilizzarle. livello di precauzione, asciugando con carta monouso. Gli addetti alla preparazione di alimenti devono aver
Per evitare di cambiare frequentemente gli utensili a ricevuto un addestramento e/o una formazione in materia
disposizione degli ospiti, o di disinfettare frequentemente LAVAGGIO DELLA BIANCHERIA DA TAVOLA d'igiene alimentare conforme alla normativa vigente.
gli altri oggetti esposti al contatto, possono essere forniti Tovaglie e tovaglioli devono essere lavati con le modalità Devono indossare la mascherina e i guanti, da cambiare
agli ospiti guanti monouso (es. in polietiliene), fermo consuete. con la frequenza indicata dai produttori. I guanti vanno
restando l’invito ad igienizzare le mani prima dell’ingresso cambiati, in particolare dopo aver svolto attività non
in sala. SERVIZIO IN CAMERA legate al cibo, come l'apertura / chiusura manuale delle
Ad ogni servizio è necessario pulire e disinfettare tutte le Gli alimenti da somministrare tramite servizio in camera porte di entrata ed uscita dai locali cucina e lo svuotamen-
superfici del buffet. vengono trasferiti al piano su vassoi o tramite carrelli con to di contenitori. Quando si indossano i guanti, non
Al fine di agevolare lo smaltimento dei dispositivi di prote- contenitori chiusi o muniti di apposito coperchio. Durante bisogna toccarsi occhi, bocca e naso.
zione individuale utilizzati dagli ospiti, si suggerisce di il trasferimento è importante curare la protezione degli Ad ogni cambio di cambio di guanti, e quando i guanti
collocare cestini portarifiuti dotati di pedale o fotocellula alimenti dalle contaminazioni accidentali da parte del vengono rimossi, occorre lavarsi le mani. Il lavaggio delle
nell’area di somministrazione o nelle immediate vicinan- personale, che dovrà indossare guanti e mascherina. mani costituisce una barriera protettiva alle infezioni
ze. Ogni cestino deve essere dotato di un sacchetto per I tempi di allestimento e consegna devono essere mini- maggiore rispetto all'indossare guanti monouso. I lavora-
permettere di svuotarlo senza entrare in contatto con il mizzati. tori del settore alimentare si devono lavare accuratamente
contenuto. e frequentemente le mani, con sapone normale e acqua
ASPORTO corrente calda. I disinfettanti per le mani possono essere
LAVAGGIO DI PIATTI E STOVIGLIE In caso di richiesta di cibi da asporto, gli alimenti, prepara- utilizzati come misura aggiuntiva ma non devono sostitui-
Tutti i piatti, posate e bicchieri devono essere lavati e disin- ti secondo le vigenti norme igienico sanitarie da personale re il lavaggio delle mani.
fettati in lavastoviglie, compresi gli oggetti che non sono fornito di mascherina e guanti, devono essere consegnati Nel caso in cui i locali adibiti alla preparazione degli
stati utilizzati, se c’è la possibilità che siano toccati dagli agli ospiti in idonei contenitori monouso, accuratamente alimenti rendano difficile mantenere le misure di distan-

9 SICUREZZA NEGLI HOTEL:


ECCO LE REGOLE DA SEGUIRE.
1. Indicazioni generali
ziamento, occorre mettere in atto misure alternative per INTRATTENIMENTO MUSICALE accessi, di ricambio frequente dell’acqua e di disinfezio-
proteggere i lavoratori. Ad esempio: ne, adeguata a prevenire l’esposizione a infezione
- postazioni di lavoro sfalsate in modo che i lavoratori non È consentito nelle aree dell’albergo destinate alla ristora- Covid-19 da parte dei clienti sia nell’area di accesso che
si trovino uno di fronte all'altro; zione o aree comuni, organizzare intrattenimenti musicali all’interno della vasca;
- fornire dispositivi di protezione individuale come limitati all’ascolto durante i quali i clienti assistono in • l’accesso alla piscina deve essere controllato attraverso
mascherine, cuffie per i capelli, guanti monouso, tute posizione seduta e con il distanziamento interpersonale un ingresso/uscita con numero contingentato in relazio-
pulite e scarpe da lavoro antisdrucciolo; quando i previsto dalla normativa vigente. ne alla capienza della struttura con una frequenza di
lavoratori indossano i DPI è possibile ridurre la distanza 10mq per 4 persone;
tra di loro; RIUNIONI, CONFERENZE ED EVENTI • tenuto conto che l’attività in piscina si presenta come un
- distanziare le stazioni di lavoro, che causerebbe però il contesto dinamico (persone in movimento) o comunque
rallentamento dei tempi di preparazione; Ai sensi del dpcm 17 maggio è sospesa ogni attività di misto (contemporanea presenza di persone in posizioni
- limitare il numero dei lavoratori addetti contemporane- meeting, convegnistica o congressuale. fisse e di altre in movimento) deve comunque essere
amente ad un'area di preparazione di alimenti; garantito dentro l’acqua il distanziamento tra le persone
CENTRI BENESSERE
- organizzare il personale in gruppi di lavoro per ridurre di almeno due metri con deroga per le persone apparte-
le interazioni tra i gruppi. nenti allo stesso nucleo familiare o conviventi;
Ai sensi del dpcm 17 maggio sono sospese le attività di
Occorre lavare frequentemente e sanificare periodica- • l’ingresso in acqua deve essere consentito solo dopo
centri benessere, centri termali (fatta eccezione per
mente tutte le superfici e gli utensili a contatto con gli un’accurata doccia su tutto il corpo;
l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essen-
alimenti. • è obbligatorio l’uso della cuffia, è vietato sputare,
ziali di assistenza).
Al fine di agevolare lo smaltimento dei dispositivi di prote- soffiarsi il naso, urinare in acqua; ai bambini molto
zione individuale utilizzati dai lavoratori, si suggerisce di piccoli è necessario far indossare pannolini contenitivi.
PISCINA
collocare cestini portarifiuti dotati di pedale o fotocellula In particolare per le piscine:
Nel caso sia presente nella struttura ricettiva una piscina è
nell’area di lavoro o nelle immediate vicinanze. Ogni cesti- • al fine di assicurare un livello di protezione dall’infezi-
necessario valutare l’utilizzo in base alle seguenti prescri-
no deve essere dotato di un sacchetto per permettere di one assicurare l’efficacia della filiera dei trattamenti
zioni:
svuotarlo senza entrare in contatto con il contenuto. dell’acqua e il limite del parametro cloro attivo libero in
• l’utilizzo delle piscine interne alle strutture ricettive può
vasca compreso tra 1,0 - 1,5 mg/l; cloro combinato ≤ 0,40
essere consentito solo in funzione di una limitazione di

10 SICUREZZA NEGLI HOTEL:


ECCO LE REGOLE DA SEGUIRE.
1. Indicazioni generali
mg/l; pH 6.5 – 7.5. Si fa presente che detti limiti devono distanziamento sociale. Gli addetti al salvataggio avran- CASO SINTOMATICO
rigorosamente essere assicurati in presenza di bagnanti. no cura di richiamare al rispetto delle regole ove neces-
La frequenza dei controlli sul posto dei parametri di cui sario; Nel caso in cui una persona presente all’interno della
sopra è non meno di due ore. Dovranno tempestivamen- • gli arredi (ombrelloni, lettini, sdraie) a bordo piscina o struttura ricettiva (ospite, collaboratore, etc.) presenti
te essere adottate tutte le misure di correzione in caso di area solarium, devono essere posizionati in postazioni febbre e sintomi di infezione respiratoria (tosse secca,
non conformità, come pure nell’approssimarsi del valore fisse in maniera tale da garantire il rispetto delle distan- febbre, mal di gola, difficoltà respiratorie) lo deve comuni-
al limite tabellare; ze interpersonali. La distanza minima tra i lettini non care tempestivamente alla direzione aziendale.
• prima dell’apertura della vasca dovrà essere confermata può essere inferiore ai 1,5mt; Se la persona che presenta i sintomi è un dipendente o un
l’idoneità dell’acqua alla balneazione a seguito dell’effe- • qualora il gestore ritenga che per le caratteristiche degli collaboratore, dovrà interrompere immediatamente
ttuazione delle analisi di tipo chimico e microbiologico impianti e delle attrezzature non possano adottarsi le l’attività lavorativa.
dei parametri di cui alla tabella A dell’allegato 1 all’Acco- misure di distanziamento sociale efficacemente, potrà La comunicazione deve essere effettuata telefonicamente,
rdo Stato Regioni e PP.AA. 16.01.2003, effettuate da appo- decidere di vietarne l’utilizzo; per il tramite della reception (per gli ospiti) o dell’ufficio
sito laboratorio; • le attrezzature come lettini, sdraie, seggiole panche etc… del personale (per i dipendenti, collaboratori, etc.).
• le analisi di laboratorio 14 dovranno essere ripetute sono giornalmente sottoposte a pulizia e disinfezione; La direzione aziendale provvede tempestivamente ad
durante tutta l’apertura della piscina al pubblico a • il titolare della struttura è tenuto ad informare i clienti e informare l’autorità sanitaria competente (contattando il
cadenza mensile, salvo necessità sopraggiunte, anche a a mettere in atto tutte le indicazioni presenti nelle linee numero Regionale 800936677) o la guardia medica.
seguito di eventi occorsi in piscina, che possono preve- guida.
dere una frequenza più ravvicinata; Al fine di ridurre al minimo il rischio di contagio, nell’atte-
• i bordi della piscina, per garantire il distanziamento PALESTRA sa dell’arrivo dei sanitari, dovranno essere adottate le
sociale è preferibile che sia consentito il posizionamen- Nel caso sia presente all’interno della struttura il servizio seguenti misure:
to solo sui lettini che devono essere usati da persone di palestra, dovranno essere adottate le linee guida speci- - fargli indossare una mascherina chirurgica;
della stessa famiglia con asciugamano/telo mare di fiche per le palestre contenute nell’allegato 17 del dpcm - ridurre al minimo i contatti con altre persone;
proprietà; 17/05/2020. - indirizzarlo alla propria stanza o a un ambiente isolato
• l’ingresso in acqua è organizzato utilizzando, ove neces- con la porta chiusa, garantendo un’adeguata ventilazio-
sario, i camminamenti predisposti, consentendo il ne naturale;

11 SICUREZZA NEGLI HOTEL:


ECCO LE REGOLE DA SEGUIRE.
1. Indicazioni generali
- escludere l’impianto di ricircolo dell’aria, se possibile; KIT PROTETTIVO Per la decontaminazione, si raccomanda l’uso di ipoclorito
- eventuali forme di assistenza, connesse a necessità Presso la reception si consiglia il deposito di un kit da di sodio 0,1% dopo pulizia.
improrogabili, dovranno essere svolte da persone in utilizzare per coloro che presentano sintomi da Covid-19 o Per le superfici che possono essere danneggiate dall’ipocl-
buona salute, che utilizzino gli opportuni dispositivi di per coloro che si prendono cura di una persona affetta. orito di sodio, utilizzare etanolo al 70% dopo pulizia con
protezione individuale; solo in questo caso si utilizzano Il kit comprende i seguenti elementi: un detergente neutro.
dispositivi di protezione facciale, copriabiti e maschera - mascherine di tipo FFP2; Vanno pulite con particolare attenzione tutte le superfici
FFP2; - protezione facciale; toccate di frequente, quali superfici di muri, porte e
- lavarsi accuratamente le mani con soluzione idroalcoli- - guanti (usa e getta); finestre, superfici dei servizi igienici e sanitari.
ca prima e dopo il contatto con la persona o con l’ambi- - grembiule protettivo (usa e getta); Durante le operazioni di pulizia con prodotti chimici,
ente di permanenza; prestare particolare attenzione alle - tuta a maniche lunghe a tutta lunghezza; assicurare la ventilazione degli ambienti.
superfici corporee che sono venute eventualmente in - copriscarpe (usa e getta) La biancheria da letto, le tende e altri materiali di tessuto
contatto con i fluidi (secrezioni respiratorie, urine, feci) - disinfettante / salviette germicide per la pulizia delle devono essere sottoposti a un ciclo di lavaggio con acqua
del malato; superfici e dei tessuti; calda a 90° C e detergente.
far eliminare in sacchetto impermeabile, direttamente - sacchetto monouso per rifiuti a rischio biologico. Qualora non sia possibile il lavaggio a 90° C per le caratte-
dal paziente, i fazzoletti di carta utilizzati; il sacchetto ristiche del tessuto, addizionare il ciclo di lavaggio con
sarà smaltito in uno con i materiali infetti prodottisi PULIZIA DEGLI AMBIENTI candeggina o prodotti a base di ipoclorito di sodio).
durante le attività sanitarie del personale di soccorso. In stanze ed altri ambienti della struttura ricettiva in cui Tutte le operazioni di pulizia devono essere condotte da
Se un dipendente o un collaboratore comunica da casa di abbiano soggiornato casi confermati di Covid-19 prima di personale che indossa gli appositi dispositivi di protezione
avere dei sintomi, o sospetta infezione da Coronavirus, essere stati ospedalizzati verranno applicate le misure di individuale (filtrante respiratorio FFP2, protezione faccia-
dovrà rimanere a casa e cercare subito assistenza medica. pulizia di seguito riportate. le, guanti monouso, camice monouso impermeabile a
In caso di diagnosi di Covid-19 il lavoratore seguirà le istru- A causa della possibile sopravvivenza del virus nell’ambi- maniche lunghe).
zioni ricevute dal personale medico, incluso l'auto-isola- ente per diverso tempo, i luoghi e le aree potenzialmente Al termine delle operazioni, seguire le misure indicate per
mento in casa fino a che i sintomi non siano definitiva- contaminati da SARS-CoV-2 devono essere sottoposti a la rimozione in sicurezza dei dispositivi di protezione
mente spariti. completa pulizia con acqua e detergenti comuni prima di individuale (svestizione).
essere nuovamente utilizzati. Dopo l’uso, i dispositivi di protezione individuale monouso

12 SICUREZZA NEGLI HOTEL:


ECCO LE REGOLE DA SEGUIRE.
1. Indicazioni generali
vanno smaltiti come materiale potenzialmente infetto. dell’Autorità sanitaria.

CONTATTI STRETTI RESPONSABILITÀ DEL GESTORE.


Il personale sanitario potrebbe richiedere informazioni in Il gestore pone in essere tutte le condizioni per il rispetto
merito ai contatti stretti che la persona contagiata ha delle regole e dei comportamenti prescritti dalle presenti
avuto all’interno della struttura. linee guida senza tuttavia essere direttamente responsa-
Ad esempio: bile di eventuali condotte contrarie da parte dei singoli
- la persona che ha fornito assistenza diretta alla persona clienti.
contagiata senza l’impiego dei DPI raccomandati o
mediante l’utilizzo di DPI non idonei;
- la persona che ha avuto un contatto diretto non protetto
con le secrezioni della persona contagiata (ad esempio,
ha toccato a mani nude fazzoletti di carta usati);
- le persone che hanno avuto un contatto fisico diretto con
il contagiato (ad esempio, una stretta di mano);
- le persone che hanno avuto un contatto diretto (faccia a
faccia) ovvero si sono trovate in un ambiente chiuso (ad
esempio, un veicolo o una stanza chiusa) con la persona
contagiata per almeno 15 minuti, a distanza minore di 2
metri;
- le persone che hanno soggiornato nella stessa stanza o
unità abitativa in cui ha soggiornato la persona conta-
giata.
L’azienda potrà chiedere agli eventuali contatti stretti di
lasciare cautelativamente l’attività, secondo le indicazioni

13 SICUREZZA NEGLI HOTEL:


ECCO LE REGOLE DA SEGUIRE.
Per informazioni

CLICCA PER CONSULTARE IL PROTOCOLLO E LA NORMATIVA AGGIORNATE:


https://www.regione.marche.it/coronavirus-protocolli-fase2

PER INFORMAZIONI:
mail osservatorio.turismo@regione.marche.it

Dirigente Turismo:
Paola Marchegiani

Dirigente del Servizio:


Raimondo Orsetti

Responsabile strutture ricettive:


Ignazio Pucci