Sei sulla pagina 1di 1

La nozione di capitale umano risale a schultz che arrivò a chicago anche lui e influenzò baker veniva

dall’iowa dove c’erano dei dipartimenti molto grandi di economics dove si iniziava a modellare e cercare di
capire perché avere una certa educazione avere delle skills professionale conoscere più cose conoscere e
coniugare meglio le tecnologie è come avere un capitale che lo accumuli studiando imparando apprendendo
all’inizio della vita poi lo devi mantenere perché decade? Perché c’è il cambio tecnologico e una volta
accumulato trasforma il tuo lavoro bruto semplice ineducato in un lavoro più produttivo che ti permette di
vivere meglio perché produci delle cose che valgono di più e il resto dell’umanità ti paga di più era un po’
l’idea che a schultz venne guardando l’evoluzione dell’agricoltura americana.

Joel Mokyr storico dell’economia: “parla del fatto che c’è una parte di capitale umano che ha permesso la
rivoluzione industriale e la crescita dell’occidente”

Facciamo un esempio pratico discutrere se la virginitas in partum c’è davvero, se quella post partum non c’è
ha evidentemente scarso valore di mercato perché? Perché non sembra interessare molti, non sembra
produrre beni molto utili per milioni di persone riscaldandosi mentre riuscire a capire come funziona la
trasmissione del calore e come lo si può distribuire per le case aiuta di più.

Però se ci pensi c’è chi si guadagna da vivere facendo il teologo o discutendo delle metafisiche per strada. Se
ci pensi anche questo è grazie alla cultura utile del capitale umano.

Perché la mente umana quando ha soddisfatto i propri bisogni essenziali può permettersi di pensare ad altro.
Quando hai la pancia piena puoi permetterti di pensare al sesso degli angeli. Puoi interessarti a giotto le sue
tecniche il simbolismo etc questo discorso porta lontano ed è molto legato al liceo classico su cosa è un lusso
e cosa non lo è. Quindi ovviamente per chi non è nato particolarmente ricco inanzitutto voglio apprendere le
tecniche immediatamente utili che mi permettono di avere un capitale umano che mi fa vivere poi una volta
che mi garantisco la pancia piena mi dedicherò a Shakespeare o altro. Quindi paradossalmente il valore di
mercato per questi signori è aumentato grazie all’aumento del capitale umano, perché una volta di critici
d’arte ce ne era uno che era il principe. Il fatto che ora ce ne siano migliaia che leggiamo anche tu ed io è
dovuto al fatto che il capitale umano ci da la possibilità di leggere di più acquistare di più.