Sei sulla pagina 1di 45

Corso di

Progettazione di Sistemi ed Infrastrutture di Trasporto

Il sistema dei trasporti: generalità

Appunti a cura di
Sergio d’Elia
Demetrio Festa
Giuseppe Guido

A.A. 2018-2019
Testi di riferimento

Lucio Mayer, Impianti ferroviari, 1° Volume, Ultima edizione.

Cantarella G. E. (a cura di), Sistemi di trasporto: tecnica ed economia, UTET,


2007, capitolo 2 Trasporto ferroviario, di G. Malavasi
(testo generale già consigliato per il corso di Fondamenti di trasporti).

Le slide non sostituiscono il libro di testo, possono solo costituire


un riepilogo degli argomenti trattati.
Ingegneria dei trasporti
• il fenomeno
– il trasporto di persone e merci

• il sistema dei trasporti ha due componenti fondamentali


– domanda di trasporto
– offerta di trasporto

• scopo dell’ingegneria dei trasporti


– la progettazione degli interventi e la verifica delle prestazioni
successive alla realizzazione degli interventi
Analisi del sistema dei trasporti
• quantificazione della mobilità
– matrici origine-destinazione
• scelte di spostamento degli utenti
– ripartizione modale
• assegnazione alla rete di trasporto
– flussi d’arco
• funzioni di prestazione
– tempi di percorrenza
– impatto ambientale
Il sistema dei trasporti
Suddivisione a seconda del tipo di trasporto

• Trasporto di passeggeri
• Trasporto di merci solide
• Trasporti misti
• Trasporto di liquidi e di gas
Il sistema dei trasporti

Suddivisione a seconda del tipo di infrastruttura

• Trasporti Terrestri stradali


ferroviari
• Trasporti marittimi ed idroviari
• Trasporti aerei
• Trasporti per condotte
Il sistema dei trasporti
Suddivisione a seconda del numero di modalità di trasporto

• Trasporti unimodali (o monomodali) sono gli


spostamenti che avvengono prevalentemente su di una
modalità di trasporto.
• Trasporti multimodali (o plurimodali) sono quelli che
avvengono utilizzando più modalità di trasporto.
• L’intermodalità consiste nel trasporto multimodale
eseguito senza rottura di carico.
• La co-modalità consiste nella utilizzazione in parallelo
di più modalità sulla stessa relazione.
Elementi necessari per il trasporto

• Le infrastrutture sono il complesso di attrezzature fisse


necessarie all’esercizio (sede, stazioni, impianti portuali, ecc.)

• Il materiale mobile (rotabile e navigante) è il complesso di


veicoli e o di mezzi impiegati per espletare il servizio.

• La regolazione ed il controllo sono il complesso dei dispositivi e


delle norme necessarie per la sicurezza e la qualità della
circolazione.

• L’organizzazione e la gestione sono i sistemi organizzativi, la


logistica e le normative interne necessarie per l’espletamento
del servizio
Elementi necessari per realizzare il trasporto

• Il gestore (dell’azienda o del mezzo di trasporto)


• L’utente (che si serve del sistema di trasporto)
• Il servizio (le modalità con le quali viene esercito il servizio)
Componenti del sistema dei trasporti
Il sistema è composto da:

L’infrastruttura: costituisce l’elemento fisico (naturale o artificiale) sul quale si effettua


lo spostamento

Il veicolo: è il mezzo sul quale avviene lo spostamento (nave, aereo, auto, treno, ecc.)

L’utente: sono le persone o le merci che si spostano da un’origine ad una destinazione

Il territorio: lo spazio fisico nel quale si svolge il trasporto.


Tipi di infrastrutture
• Lineari: si sviluppano su di una linea (funicolari, filovie,
servizi a navetta, ecc)
• Puntuali: sono concentrate in un punto o nodo
(stazioni, interporti, porti ecc.).
• Isolate: sono costituite da singoli rami non collegati
• A rete: sono costituite da più rami variamente
intrecciantisi o interconnessi.
Esempio di trasporto lineare
La funicolare di Gelmer (Svizzera)

Le origini e
destinazioni
sono solo le
stazioni estreme
e quelle
intermedie

Impianto più ripido


d’Europa
(pendenza massima del
106%).
Esempio di impianto lineare
Impianto Funicolare di Catanzaro - il Tracciato
Si vede l’interconnessione esistente tra impianto di trasporto, territorio, scelta del sito,
salvaguardia dell’ambiente

Foto prospettica Planimetria di tracciamento


RETE STRADALE
nazionale principale
Extraurbana
(anno 2002)

La rete è schematica e indicativa


(non segue l’effettivo percorso).

I rami collegano i nodi (costituiti dai


centri abitati e intersezioni)

Autostrade
strade statali
RETE
FERROVIARIA
Nazionale
principale e
secondaria
(anno 2002)

Linee principali
linee secondarie
linee alta velocità
RETE
FERROVIARIA
(anno 2002)

NODI
Capoluoghi di regione
capoluoghi di provincia
altre stazioni

ARCHI
Linee principali
linee secondarie
linea alta velocità già esistente
linee ad alta velocità in fase di
progetto o costruzione
Rete stradale urbana di Siena (strade di distribuzione)

La rete comprende solo le strade principali


di distribuzione (tra quartieri della città).
Non è segnata la rete locale (di minore
importanza e all’interno di uno stesso
quartiere).
Le caratteristiche della rete di distribuzione
sono migliori e permettono il transito anche
dei veicoli per il trasporto collettivo e
merci.
I nodi sono costituiti da piazze e svincoli.
Esempio di Grafo della rete stradale europea
allo stato attuale
Esempio di impianto puntuale
La stazione dell’Impianto Funicolare di Catanzaro

anno di costruzione 1910


Le Stazioni (in epoche passate)

Stazione intermedia (Piazza Roma) Stazione intermedia (Sala)


Esempio di impianto puntuale: L’ INTERPORTO DI VERONA

Integrazione modale tra impianti puntuali (interporto e aeroporto) e rete principale


(autostrada).
Un esempio di impianto puntuale e collegamento con la rete
autostradale - INTERPORTO DI TORINO
Tipi di infrastrutture per modo di trasporto
Tipologia di Nodi Rami - Rete
trasporto
Marittimo Porti commerciali , Mare
industriali, turistici,
pescherecci – ecc.
Fluviale Porti, ormeggi, pontili Fiumi navigabili

Lacuale Porti, ormeggi, pontili Laghi

Aereo Aeroporti, eliporti, Cielo


aviosuperfici
Ferroviario Stazioni passeggeri, Linee ferroviarie
scali merci, centri principali
intermodali secondarie
Stradale Città, intersezioni, Autostrade, strade
punti di scambio ecc. extraurbane, urbane
Trasporto stradale: le infrastrutture in Italia

• Autostrade (circa 7.000 Km)


• Strade Statali (circa 15.000 Km)
• Strade provinciali (circa 140.000 Km)
• Strade comunali extraurbane (circa 141.000 Km)

• Estensione totale in Italia circa 303.000 km (1 km/ Kmq)

La rete infrastrutturale stradale viene utilizzata indifferentemente per


il trasporto delle persone (individuale e collettivo) e delle merci
Suddivisione dei sistemi di trasporto
A seconda del soggetto competente (capitale – gestione)
• Pubblico (ad es. ANAS, RFI e Trenitalia, spa con azionista unico lo Stato)
• Privato (ad es. autovetture private, autotrasportatori)
• In concessione (aziende a proprietà pubblica, privata o mista, che gestiscono
servizi finanziati da Enti pubblici: ferrovie concesse, autolinee; sempre meno
diffuso; concessioni autostradali)

A seconda dell’ambito territoriale:


• Locale: in ambito urbano o extraurbano, alla scala urbana, metropolitana,
provinciale, regionale
• Interregionale, nazionale
• Internazionale, intercontinentale
• Misto

A seconda del genere trasportato


• Passeggeri
• Merci
• Misto
Tipologie degli spostamenti
Spostamenti di persone: Motivi dello spostamento
• Per lavoro
• Per acquisti
• Per svago
• Per varie motivazioni

Spostamenti di merci: Tipologie merceologiche


• Derrate alimentari
• Prodotti industriali
• Minerali
• Petrolio e derivati
• Ecc.

Caratteristiche degli spostamenti (con uno o più mezzi di trasporto)


• Diretto
• A più step
• Con trasbordo
Requisiti dello spostamento

• Velocità (media o commerciale, di punta ecc.)


• Frequenza (numero di corse nell’unità di tempo)
• Regolarità (di marcia)
• Tempi di viaggio a bordo e complessivi
(comprese soste e attese)
• Costi dello spostamento (complessivi, generalizzati)
• Sicurezza (per incidenti, per disservizi, per rapine ecc.)
• Impatto ambientale (atmosferico, acustico)
• Livello di servizio (qualità del sistema, inclusi comfort,
assistenza al viaggio, qualità del veicolo)
Requisiti principali per l’utente

L’utente gradisce maggiormente la velocità,


l’accessibilità e le regolarità anche se a scapito
della sicurezza.

L’auto ad esempio fornisce la massima


accessibilità con una buona velocità anche se è
meno sicura dei mezzi collettivi.
Tipi di marcia del sistema di trasporto

A guida vincolata: l’infrastruttura obbliga il veicolo ad un


percorso prefissato immodificabile a causa
dell’infrastruttura fissa e della linea di contatto (es.
ferrovie, tram, metropolitane)

A guida semivincolata: l’infrastruttura obbliga il veicolo


ad un percorso prefissato leggermente modificabile a
causa del bifilare di contatto dei filobus a volte anche per
i bus a causa del percorso prestabilito o delle dimensioni
delle strade w corsie riservate)

A guida libera: non esistono vincoli


Tecnologia impiegata per l’infrastruttura

Requisiti dell’infrastruttura: la progettazione deve essere


adeguata alle prestazioni richieste. Ad es.: materiali
impiegati, tecnologia, sezioni stradali, raggi di curvatura,
pendenze, segnalamento, visibilità, ecc.
Ad esempio:
• ferrovie per l’Alta Velocità, ferrovie ordinarie, ferrovie
a scartamento ridotto
• autostrade, strade a scorrimento veloce, strade di
distribuzione, strade locali, strade urbane, di
quartiere, locali
• stazione ferroviaria principale, secondaria, di testa,
passante
Tecnologia impiegata per il veicolo
Caratteristiche del veicolo:

• Tipologia (berlina, caravan, cargo, ecc.)


• Motorizzazione (cilindrata, tipo carburante, potenza, ecc.)
• Capienza/portata (tara, carico utile, vol. disponibile, ecc.)
• Costi (costi di acquisto, esercizio, manutenzione, ecc.)
• Prestazioni (velocità max, acc., frenatura, ecc.)
• Grado di rifinitura (comfort, accessori, ecc.)
• Sicurezza (attiva, passiva, ecc.)
• Inquinamento (da rumore, ambientale, atmosferico, ecc.)
Tecnologia del sistema
Requisiti del servizio/ sistema:

• Gestione (sistemi di controllo, ecc.)


• Organizzazione (ottimizzazione personale e lavoro)
• Controllo (di qualità, segnalamento, ecc.)
• Informazione all’utenza (telematica, ecc.)
• Tariffe (orarie, abbonamenti, per classi, ecc)
• Tempi di attesa /tempo di anticipo (alle fermate, ritardi)
• Resa del trasporto (tempi di consegna della merce, ecc.)
• Efficienza ed efficacia
Le unità di traffico nel trasporto

• I passeggeri x Km (pkm): il numero viaggiatori trasportati


moltiplicati per la distanza percorsa

• Le tonnellate x Km (tkm): il numero di tonnellate di merce


trasportate moltiplicate per la distanza percorsa

• I quintali x Km (qkm) il numero di quintali di merce trasportati


moltiplicati per la distanza percorsa (unità di misura in
progressivo disuso)

• I Kg x km: il numero di kg di merce trasportati moltiplicati per


la distanza percorsa (unità utilizzata per il trasporto aereo)
Il rendimento del trasporto

• Tara: peso a vuoto del veicolo,


• Portata: peso utile trasportato,
• Rendimento del trasporto: è il rapporto tra il peso
utile trasportato ed il peso lordo totale dell’unità
circolante (tara + portata).

Negli aerei il rendimento è minimo (12-16%)


Nella navigazione interna è massimo (75%)
Nel trasporto per condotta è pari al 100%
Parametri caratteristici delle navi

• Stazza lorda: volume totale della nave


• Stazza netta : volume della nave destinato a
contenere il carico

La stazza si misura in tonnellate di stazza lorda (TSL) e


tonnellate di stazza netta (TSN); la tonnellata di stazza
corrisponde al volume di 100 piedi cubi inglesi (2,83
m3)
Parametri caratteristici delle navi

• Portata o capacità di carico (espressa in tonnellate):


è il quantitativo massimo di merce (in peso) che può
essere imbarcato (si usa per navi petroliere,
portacontainer, ecc.)

• Dislocamento (espresso in tonnellate): corrisponde


al peso della nave, ed equivale al peso del volume di
acqua spostato (dislocato); si usa soprattutto per le
navi militari.
Trasporto stradale delle persone
Trasporto individuale mediante autovetture

Capacità del veicolo: 2 – 5 persone, fino a 9


incluso il conducente
Prestazioni del veicolo: oltre 300 km/ora,
velocità ammessa fino a 130 - 150 km/ora
Caratteristiche positive: massima disponibilità
spaziale e temporale del servizio
Caratteristiche negative: costi, congestione,
inquinamento, incidenti
Trasporto stradale delle persone
Trasporto collettivo mediante autobus

• Capacità del veicolo: fino a 180 passeggeri


• Prestazioni del veicolo: oltre 100 km/ora,
velocità ammessa fino a 80 - 100 km/ora
• Caratteristiche positive: flessibilità,
disponibilità spaziale e temporale del servizio
(variabili)
• Caratteristiche negative: costi, congestione,
inquinamento, incidenti
Trasporto stradale delle merci

• Peso totale del veicolo: fino a 44 tonnellate


(autotreno)
• Prestazioni del veicolo: oltre 100 km/ora, velocità
ammessa fino a 80 km/ora (veicoli pesanti)
• Caratteristiche positive: flessibilità, disponibilità
spaziale e temporale del servizio
• Caratteristiche negative: costi, congestione,
inquinamento, incidenti
Trasporto ferroviario delle persone

• Capacità del treno: fino a 2000 passeggeri


• Prestazioni del treno: oltre 300 km/ora (treno
alta velocità), 500 km/ora (maglev)
• Caratteristiche positive: sicurezza ed
affidabilità, sostenibilità ambientale
• Caratteristiche negative: costi elevati, rigidità
del servizio, limitata diffusione spaziale
Trasporto ferroviario delle merci
Trasporti marittimi
Classifica delle navi:
• Passeggeri
• Merci
• Miste
Funzioni dei porti:
• Commerciale
• Industriale e petrolifera
• Di servizio passeggeri
• Peschereccia
• Turistica e da diporto
Tipologia dei porti
• Porti “porta”: servono macroregioni: Genova (in latino Janua, porta)
• Porti “regionali”: servono una regione importante (Palermo)
• Porti “hub”: smistano il traffico container (Gioia Tauro)
Trasporto marittimo delle persone
• Capacità della nave: fino a circa 4.400 passeggeri e
1350 uomini di equipaggio (grandi navi da crociera)
• Velocità della nave: intorno a 22 nodi (navi da crociera),
fino a 30 nodi (transatlantici di una volta), oltre 30 nodi
(traghetti veloci), fino a 50 nodi (aliscafi). 1 nodo = 1
miglio marino/ora = 1,853 km/ora
• Caratteristiche positive: sicurezza ed affidabilità,
sostenibilità ambientale
• Caratteristiche negative: rigidità del servizio, limitata
diffusione spaziale e temporale
Trasporto marittimo delle merci
Navi merci
• Petroliere: fino a oltre 300.000 tonnellate di
portata
• Navi per carichi secchi alla rinfusa (minerali,
carbone, derrate): fino a oltre 100.000
tonnellate di portata
• Portacontainer: fino a 11.000 TEU (container
da 6 metri), 397 m di lunghezza, 56 m di
larghezza
Trasporto aereo delle persone

• Capacità dell’aereo: da 20 pax circa (voli locali) fino a circa


850 passeggeri (AIRBUS A380);
• Velocità di crociera dell’aereo: da circa 500 km ora
(turboelica) a circa 950 km/ora (jet) fino a 1050 km/ora
(AIRBUS A380); aerei supersonici (Concorde)
• Peso al decollo: da circa 15-20.000 fino a 590.000 kg
(AIRBUS A380)
• Lunghezza pista necessaria: da circa 1.300 ad oltre 3.000 m
• Autonomia: da circa 1.300 fino a circa 17.000 km.
• Caratteristiche positive: sicurezza ed affidabilità, in pratica
insostituibilità sulle lunghe tratte
• Caratteristiche negative: rigidità del servizio, limitata
diffusione spaziale e temporale, scarsa sostenibilità
ambientale
Trasporto aereo delle merci

• Si utilizzano le versioni cargo degli aerei


passeggeri, o aerei costruiti appositamente
• La capacità dell’aereo arriva fino a circa 108
tonnellate (B747 cargo)
• Caratteristiche positive: sicurezza ed affidabilità,
velocità, buona organizzazione dei servizi
• Caratteristiche negative: trasporto adatto solo a
merci di elevato valore, costi elevati, rigidità del
servizio, scarsa sostenibilità ambientale