Sei sulla pagina 1di 3

L'annunciazione

Esempio di prentazione - Care signore e cari signori, non sempre


gli amici si dimostrano tali nel momento del bisogno. Entriamo
adesso nella casa di un nobile decaduto il quale, in teoria,
dovrebbe attraversare un periodo felicissimo della sua vita, in
quanto sua moglie sta per dare alla luce un bambino. Ma non
tutte le ciambelle riescono col buco.
Svolgimento - il presentatore esce di scena. Sul palcoscenico ci
sono due sedie, un tavolo, una mobiletto per i liquori. Buio. Si
accendono le luci e a sedere al tavolo c'è un signore, ben vestito,
con le mani nei capelli, visibilmente preoccupato, per non dire
disperato. Fuma nervosamente. Ad un certo momento, dopo
essersi scolato l'ennesimo whisky, chiama il maggiordomo:
«Bongo!!... Bongo!!.,, dove ti sei cacciato deficiente!?»
Entra in scena Bongo, il maggiordomo. Più che un essere umano,
sembra un gorilla scappato dallo zoo. Capelli lunghissimi,
sopracciglia unite ed infoltite, indossa un frac vecchio e sdrucito, i
calzoni sono strappati al polpaccio, ha la gobba (la si può simulare con
un cuscino sotto la giacca), si muove come uno scimmione.
«Uh uh!»
«Bongo, non vedi che sono rimasto a secco, portarni un altro whisky»
Saltellando a destra e a sinistra Bongo va a versare un bicchiere
di liquore, rovesciandone la metà fuori dal bicchiere, e lo porta
al padrone di casa. In quel momento suonano alla porta.
«Bongo! Bongo va ad aprire... Dio, sono disperato...». Entra in
quel momento t'amico del cuore.
«Ehi Bongo, più brutto del solito oggi!? Ciao Filippo, come va?...
tutto bene? Hai visto che giornata oggi eh?... Dai, muovi le natiche
che ci aspettano tutti al bar... Ma... ma cos' hai, sembri
preoccupato?!»
«Altro che preoccupato, sono disperato, sono un uomo finito!»
«Ma cosa ti è successo, eppure eri tanto felice, tua moglie sta per
darti un figlio...»
«Ecco, è proprio quello il disastro, il figlio!».
Nel frattempo Bongo si arrampica sul lampadario, si rotola per
terra, si mette un cestino in testa, eccetera.
«Sai... - prosegue il nobile - proprio oggi sono andato dalla chi -
romante, quella che aveva predetto che il Rimini avrebbe battuto
il Milan in Coppa Italia, quella che ci azzecca sempre...» «Sì, ho
capito, e allora?»
«Allora mi ha detto che se il mio primogenito sarà maschio, il padre
morirà immediatamente! Capisci?».
A questo punto l'amico comincia a diventare nervoso:
«No, no ...in che senso... cioé se tua moglie partorirà un maschio, il
padre morirà?»
«È proprio così, bravo, hai capito tutto».
L'amico, sempre più nervoso, chiede una sigaretta al nobile. «Ma
se non hai mai fumato, come mai?...» «Non fumavo e non bevevo
fino a cinque minuti fa... Bvvgo, portami una bottiglia di whisky... è
che certe notizie...»«Però è strano, non ti ho mai visto così
preoccupato per me». L'amico, che teme che il nobile sospetti una
sua relazione con la moglie, lo rassicura:
«Non è che sono molto preoccupato per te.. mi dispiacerebbe
perdere il mio migliore amico».
Nel frattempo Bongo porta la bottiglia di whisky, alla quale subito
Filippo si attacca e comincia a bere a grandi sorsate.
«Da un momento all'altro, sapremo qualcosa - continua il nobile -
L'infermiera sarà qui da un momento all'altro e allora...» «E
allora...» dice di rimando l'amico.
In quel momento suonano alla porta: «Bongo! Corri ad aprire, vai,
forza!!!». Bongo, che nel frattempo si mangiava una mosca catturata
contro il muro, corre ad aprire. Entra l'infermiera con fagottino in
braccio (una bambola sarà perfetta per lo scopo). I due amici si
alzano di scatto dalla sedia e si precipitano dall'infermiera, la quale
esordisce:
«È nato! È nato!»
Rispondono stavolta i due amici in coro: «Sì, ma è maschio?»
«È quattro chili e cento» risponde l'infermiera.
«Sì, .sì, ma è maschio?!» - chiedono di nuovo in coro i due amici, con
un tono di voce sempre più concitato.
«Ha due bellissimi occhi azzurri» dice l'infermiera «Sì, abbiamo
capito, ma è maschio?!!!»
«Ha tutte le ditina delle mani e dei piedi» «Sì, sì, ma insomma.. è
maschio??!!!» «Pensate che ha già un dentino»
Al colmo della disperazione i due amici urlano: «Bastaaa! Vogliamo
sapere se è maschiooo!!» «Sì, è maschio».
In quel momento Bongo si porta le mani al petto e, guardando in
faccia il pubblico, cade stecchito. I due amici si girano increduli,
guardano il pubblico con lo sguardo ebete, poi giù le luci imme-
diatamente per fare buio sul palco, e pronti per un altro sketch.