Sei sulla pagina 1di 2

CABARET:

BOBBY IL CAGNOLINO
Materiale: Vestito Bambina – Vestito cane – Pettine piccolo – Giornale –
Pallone – Due Scatoloni – 4Oggetti da tirare che non fanno male – Occhiali
da sole – Cartoncino con scritta CIECO – 3Carte da gioco ASSI grandi –
Pistola – Secchio acqua – Bomboletta spray – Straccio – Ciabatte – Osso –
Pettine gigante – Bottiglietta di plastica.

Personaggi: Bobby,Narratore

STORIA
Canovaccio:
Vi devo raccontare una storia perché sto per raccontare una storia di un
amichetto mio. Io voglio bene alla mamma, voglio bene al papà, voglio bene
anche al mio fratellino ma la cosa a cui voglio più bene è il mio Bobby.
Ora vi racconto la storia del mio amico Bobby (abbaiare fuori campo).
Chi è Bobby (abbaiare)? Bobby è il mio cagnolino (abbaia e entra). Mi
ricordo ancora del primo giorno che l’ho incontrato. Bobby era un cane
bello (si pettina) intelligente (legge un giornale) e sportivo (pallonata).
Ma la gente non gli voleva molto bene.
(Voce fuori campo)”Butta via sto cane di merda”
Altri lo disprezzavano (tirare varie cose)
Alla nascita il piccolo Bobby era un cucciolo costretto a vivere di piccoli
espedienti (occhiali da sole e scritta cieco) ma un giorno un mastino
napoletano che gli insegnò delle nuove e più efficaci tecniche (tre carte
grandi assi) fino a farlo diventare un vero professionista (pistola
agente).
Io e il mio Bobby lo incontrai in un vialetto, era bagnato (tirare un po’
d’acqua) e pareva avesse pure la zampetta rotta (reazione). Ho detto
pareva (Ah!). Vidi subito che voleva venire con me e allora decisi di
portarlo a casa mia, ma i miei genitori non erano molto d’accordo (butta
fuori sto cane di merda), forse perché puzzava (spray). Bobby però si è
adattato subito alla vita di casa (si allunga) tanto che i miei genitori
decisero di farlo diventare un bravo cane domestico.
Imparò a togliere la polvere (straccio), a portare il giornale (giornale), le
ciabatte (ciabatte), a stirare lavare e cucinare…(reazione).
Un giorno vidi che Bobby aveva la faccia un poco strana (allupato), capì
subito che non era più un cucciolo (osso) incominciò ad avere degli
atteggiamenti che mi fecero sentire che stesse preparando qualcosa
(pettine). Era il suo primo appuntamento.
(si prepara e esce)
Aspettai tutta, tutta tutta la notte per vedere com’era andata ma quando
tornò capì subito che non era andata molto molto bene (rientra
adorante).
Però questa esperienza servì molto al mio Bobby, anzi lo cambiò
(abbaiare) e quando dico lo cambiò, lo cambiò (gay). Ma i miei genitori non
apprezzarono questa sua metamorfosi. (butta fuori sto cane di merda)
(tirare tanti oggetti)Tanto che nonostante Bobby fosse un cane dotato
(bottiglia nelle mutande) molto dotato (sposta bottiglia) dottissimo
(mette altri oggetti nelle mutande) mamma e papà decisero di castrarlo
e da allora, da allora io non vidi più il mio amico Bobby.