Sei sulla pagina 1di 10

Strumenti di benessere

ANDREA PONS
Ed. Il giardino dei folli
INTRODUZIONE ALLO
YOGA SENSIBILE
Lo Yoga Sensibile è una
pratica di Yoga che tutti,
a ogni età e in qualsiasi
condizione di salute,
possono esercitare con
tranquillità. Lo Yoga
Sensibile di Carla
Baruchello è un metodo
registrato, originale e
personale frutto di
trent’anni di studio e di
sperimentazione
dell’Hatha Yoga,
dell’Iyengar Yoga, di
tecniche posturali e di
rieducazioni
fisiokinesiterapiche.
Etimologia

La parola Yoga deriva dalla radice sanscrita «Yug» che


significa unire, legare assieme, soggiogare, dirigere e
concentrare l'attenzione, usare ed applicare.
Significa anche unione in perfetto equilibrio di tutte le
componenti del nostro essere: corpo, mente, spirito.
Strumento
Come strumento lo Yoga Sensibile è un insieme di
tecniche, pratiche e processi che favoriscono una
profonda conoscenza del proprio corpo.
Inoltre in un secondo tempo si sviluppa la capacità di
essere sempre più sensibili nella percezione del proprio
sistema corpo-mente e del corpo sottile, traendo da
questa nuova possibilità grandi benefici su tutti i livelli.
Stato
Lo stato che si produce durante la lezione è uno stato di
profonda presenza, si allena la capacità di osservazione
dei pensieri senza esserne coinvolti. Si impara altresì a
disciplinare la mente e la conduzione dell'attenzione
che sarà sempre più radicata nel corpo.
Dopo la lezione si può chiaramente percepire uno stato
di trascendenza e di profondo rilassamento.
YOGA E SCIENZA
In ottica PNEI

Dalle evidenze scientifiche emerge che la pratica


dell’Hatha Yoga ha un effetto positivo sulla forma fisica
migliorando, ad esempio, la resistenza
cardiorespiratoria e il funzionamento neuromuscolare,
alleviando i sintomi e la percezione dello stress (Halder
et al., 2015)(#1). Inoltre, favorisce un cambiamento
positivo nelle caratteristiche antropometriche e nella
flessibilità (Cheung, Wyman, Bronas, McCarthy, Rudser
& Mathiason, 2017; Cheung, Wyman,
Resnick & Savik, 2014)(#2).
Le posture, la respirazione e gli esercizi meditativi
aiutano ad affinare anche la capacità di elaborazione
delle informazioni percettive visuo-spaziali e
l’attenzione (Gothe, Kramer, Mc. Auley, 2017)(#3).
Inoltre contribuiscono a migliorare la percezione di sé
aumentando il senso di agency (Gwiaździński, Fedyk,
Krawczyk, Szymański, 2017)(#4). Il senso di agency si
riferisce alla consapevolezza soggettiva di essere
abitati da desideri, intenzioni e scopi, e dalla capacità
di iniziare, eseguire e controllare azioni finalizzate al
raggiungimento degli stessi.

Fare Yoga aiuta ad espandere la consapevolezza di


essere la sorgente delle proprie azioni.
Nello specifico la pratica degli asana giova alle funzioni
cognitive aumentando il flusso sanguigno cerebrale, la
neurogenesi e i fattori neurotrofici che supportano la
salute neuronale; mentre gli esercizi di respirazione e
di meditazione agiscono positivamente sulle funzioni
cognitive aiutando a focalizzare l’attenzione sul
momento presente (Derry, Jaremka, Bennett, Peng,
Andridge, Shapiro, Malarkey, Emery, Layman, Mrozek,
Glaser & Kiecolt-Glaser, 2015)(#5).
LA PRATICA
Alla base dello Yoga Sensibile c’è il profondo
ascolto di sé. E’ una "mappa” per raggiungere la
libertà, costruita sull’esperienza, unica per ogni
essere umano. Non agisce solo sul corpo ma
crea armonia su tutti i piani: fisico, mentale e
spirituale in modo delicato, essenziale ma
profondo. Lo scopo è riunire corpo e mente
sviluppando la sensibilità attraverso
l’allenamento dell’attenzione e del respiro
durante le pratiche e gli esercizi fisici che
portano alle ‘asanas’ (posizioni o posture).
Questi due elementi, approfonditi nel tempo,
aiutano a sviluppare la consapevolezza e
indicano soluzioni ai propri bisogni fisici, emotivi
e spirituali.
La didattica, utilizzata dagli insegnanti del
metodo Yoga Sensibile, dedica particolare
attenzione agli esercizi preparatori che mirano a
un miglioramento progressivo e alla gradualità
degli esercizi stessi tenendo conto delle
caratteristiche sia fisiche che psicologiche di
ciascun praticante per far si che ciascuno possa
sviluppare e valorizzare il suo potenziale.

Riferimenti agli studi


(#1) https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/25558132/
(#2) https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/27913870/
(#2) https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/24886638/
(#3) https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/27809558/
(#4) https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/28953821/
(#5) https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/25336068/
Testi consigliati
"Teoria e pratica dello Yoga" - B.K.S. Iyengar
"L'albero dello Yoga" - B.K.S. Iyengar
"La salute attraverso lo Yoga" - Mira Mehta
"Anusara Yoga" - Doug Keller
"Il libro dei chakra" - Anodea Judith
"Corenergetica" - John Pierrakos

Link per provare il metodo


Canale Youtube Spazio Interiore Yoga Studio
urly.it/38t79

Grazie