Sei sulla pagina 1di 35

Sicurezza online

Stefano Castellacci,
Digital Leader @europainitalia
Sicurezza in rete:

1. Internet sicuro per i ragazzi

2. Contrasto alle fake-news

3. Cyber-security in UE
Crescere in una società digitale
I rischi più frequenti su internet
Cosa fa l’UE per la sicurezza online?

Coordina e finanzia il network Insafe-INHOPE:

 Organizza Safer internet day


 Coordina i Safer Internet Centres in 27 Stati
membri + Norvegia, Islanda e Russia
 Piattaforma www.betterinternetforkids.eu
Safer internet day

 La giornata che promuove internet


sicuro

 Nata nel 2004, ora oltre 140 paesi

 Edizione 2019: Insieme per un internet


migliore
Safer Internet centers

 Informazioni su internet sicuro

 Assistenza a genitori, insegnanti e


ragazzi

 In Italia: Safer Internet Center Italia


Cosa fa l’UE per promuovere internet sicuro?

 Legislazione: tutele legali minori online (eCommerce, GDPR,


contrasto sfruttamento minori e pornografia con minori, ecc)

 Promozione “Alliance for better protect minors online”


#Saferinternet4eu campaign

 Lanciato lo scorso anno

 Eventi in tutta Europa

 Corsi online per insegnanti


(online safety & cyber hygiene)
Alcuni risultati
Cosa fa l'UE contro la disinformazione online

A. Codice di condotta (strategia)

B. Azioni di contrasto in rete

C. Accesso alle informazioni


A. Codice di condotta: come ci siamo arrivati?
A. Gruppo di esperti: cos'è?

 Costituito da 39 esperti da tutta Europa


Italia: Oreste Pollicino , Gina Nieri, Gianni Riotta e
Federico Fubini
 Ruolo: analizzare situazione e framework legale,
definire obiettivi, ruoli e attori, identificare principi
guida, ecc.
 Relazione finale (più trasparenza piattaforme,
promuovere giornalismo di qualità, codice di
condotta volontario, ecc.)
A. Gruppo di esperti: definizione "disinformazione"

 No al termine "fake news"

 “informazione falsa, imprecisa o fuorviante concepita,


presentata e diffusa a scopo di lucro o con l'intenzione di
arrecare un pregiudizio pubblico.”
A. Strategia Commissione UE: cosa proponiamo

 Più ricerca sul tema


 Codice condotta
 Rete fact-checker europei
 Piattaforma fact-checker
 Alfabetizzazione mediatica
 Sostegno all'informazione diversificata e di qualità
A. Codice di condotta: cos'è?

 Documento di auto-regolazione

 Firmato dai principali player del settore

 Commissione valuterà risultati


A. Codice di condotta: gli impegni

 Bloccare proventi siti e account che pubblicano


notizie false
 Pubblicità "politica" più trasparente
 Affrontare problema fake account e bot
 Più potere ai consumatori (segnalazione e più
facile trovare news affidabili)
 Accesso ai dati alla comunità scientifica/esperti
per ricerca
A. Codice di condotta: roadmap

 Singole piattaforme -> impegni specifici


 Es. Facebook
B. Azioni di contrasto alla disinformazione

 Azioni a livello centrale (Bruxelles)

 Azioni locali (Rappresentanze)


B. Azioni di contrasto: Bruxelles
B. Azioni di contrasto: Bruxelles
B. Azioni di contrasto: Bruxelles
B. Azioni di contrasto: Italia #UEVeroFalso
B. Azioni di contrasto: Italia #UEVeroFalso
B. Azioni di contrasto: Italia #FacciamoChiarezza
C. Accesso alle informazioni: europa.eu
C. Accesso alle informazioni: sala stampa
C. Accesso alle informazioni: siti tematici
C. Accesso alle informazioni: Europe Direct
Cybersecurity: le minacce di oggi
Strategia UE sulla cybersecurity

 Rafforzare la capacità di far fronte agli attacchi

 Mettere a sistema risorse e competenze esistenti


Rafforzare capacità di risposta agli attacchi

 Stati membri devono migliorare loro capacità


 Migliore coordinamento e risposta a livello UE
 Attori in settori chiave (es. Energia) devono
mettere in campo misure preventive e di risposta
adeguate
 Rafforzare agenzia UE sulla cybersecurity
 Quadro di certificazione UE
Mettere a sistema risorse e competenze
esistenti

 European competence center:


coordinamento fondi settore, orientamento
ricerca
 Network dei centri nazionali:
ogni Stato membro nominerà un coordinatore
nazionale
 Competence community:
Composta da tutti gli attori in gioco
Sicurezza online: conclusioni

 Tradurre anche online i diritti che abbiamo


“offline”

 Creare un cittadino digitale consapevole

 Persona al centro: serve legislazione ma tutto gira


intorno alle persone
@europainitalia su

Contatti:
E-mail: stefano.castellacci@ec.europa.eu
Twitter: @SteKastel