Sei sulla pagina 1di 1

) SEZIONI EDIZIONI LOCALI CORRIERE ARCHIVIO SERVIZI CERCA ( ABBONATI * LOGIN

! CRONACHE

$" Nuovo Dpcm, coprifuoco alle 22, nelle


% zone rosse lockdown di 15 giorni: il
testo valido fino al 3 dicembre
&
In nottata Conte ha firmato il documento. Le Regioni a rischio La Newsletter Coronavirus
del Corriere, due volte a
# lockdown sarebbero Lombardia, Piemonte, Alto Adige, Valle d’Aosta e
settimana dati,
Calabria approfondimenti, interviste.
' Ricevi via mail il quadro sulla pandemia
di Monica Guerzoni e Fiorenza Sarzanini

I PIÚ VISTI

Ansa "

Al termine di un’altra giornata di vertici e tensioni, dentro


il governo e con i presidenti delle Regioni, l’esecutivo ha
finalizzato il nuovo Decreto della presidenza del
consiglio dei ministri con il quale si punta a limitare la
#
diffusione del coronavirus in Italia
Italia. Energy Talk - Finanza Verde ed economia
sostenibile

Il Dpcm è stato firmato nella notte di martedì dal "

premier, Giuseppe Conte al termine della riunione tra il


premier Giuseppe Conte, i capidelegazione della
maggioranza, il ministro per gli Affari Regionali Francesco
Boccia e il sottosegretario alla presidenza del Consiglio
Riccardo Fraccaro. La conferenza stampa del premier, a #
quanto si apprende, dovrebbe tenersi nella giornata di Trump o Biden? Le Presidenziali Usa in diretta
con i giornal...
mercoledì.
"

Nel provvedimento sono presenti sia delle norme valide


per tutto il territorio nazionale, sia delle norme che
varranno a livello regionale. Resta, quindi, il regime
differenziato che divide l’Italia in tre fasce di rischio
contagio a seconda dei 21 parametri elencati nel testo. #
Usa 2020, breve guida all’election day:
Tra le poche modifiche apportate tra la bozza e la versione l’annuncio della vit...

finale, quelle sui parrucchieri


parrucchieri: restano aperti anche nelle
"
zone che rientrano nello scenario 4, a dispetto di quanto
previsto nella bozza del pomeriggio.

Le norme entreranno in vigore dal 5 novembre e fino al


3 dicembre
dicembre.
#
Nonostante nel decreto si spieghi che le norme valide nelle
diverse regioni saranno prese «d’intesa
d’intesa con il presidente L’Italia che investe, innovazione continua e
della sostenibi...
della Regione
Regione», i governatori avevano inviato al governo
una lettera chiedendo che venisse instaurato, da parte del "
governo, «un contraddittorio per l’esame dei dati con i
dipartimenti di prevenzione dei servizi sanitari regionali
prima della adozione degli elenchi delle Regioni Regioni» da
inserire nelle zone rosse e che, «contestualmente
all’emanazione del Dpcm», vengano definite l’ammontare #
delle risorse, unitamente a modalità e tempi di erogazione Lezioni d’arte contemporanea: Marina
delle stesse, con le quali si procede al ristoro delle attività Abramovic, o della perf...

economiche danneggiate». Il governo ha fornito garanzie


su entrambi i punti prima della firma del Dpcm.
Le norme valide in tutta Italia
Tra le norme di livello nazionale ci sono:
- limitazione della circolazione delle persone — il
cosiddetto «coprifuoco»— alle 22 , come risultato
dell’estenuante braccio di ferro tra chi non lo voleva affatto
(Conte e Renzi) e chi voleva fermare tutto già alle otto di
sera (Franceschini, Boccia e Speranza);
- ritorno dell’autocertificazione: per uscire di casa dopo
le dieci di sera occorrerà provare di doverlo fare per
ragioni di lavoro necessità e salute
- chiusura dei musei e delle mostre;
- didattica a distanza al 100% per le scuole superiori, salvo
attività laboratori in presenza; per le scuole elementari e
medie e per i servizi all’infanzia attività in presenza ma
Corriere della Sera
con uso obbligatorio delle mascherine (salvo che per i
Piace a 2,8 mln persone. Iscriviti per
bimbi al di sotto dei 6 anni);
Mi piace
vedere cosa piace ai tuoi amici.

- nelle giornate festive e prefestive chiuse le medie e


grandi strutture di vendita, ad eccezione delle farmacie,
punti vendita di generi alimentari, tabacchi ed edicole;
- coefficiente di riempimento massimo del 50 per cento
sui mezzi pubblici del trasporto locale e del trasporto
ferroviario regionale;
- chiusura di bar e ristoranti alle 18 (ma con la
possibilità di restare aperti per il pranzo della domenica);
- sospensione dello svolgimento delle prove preselettive
e scritte delle procedure concorsuali pubbliche e
private e di quelle di abilitazione all’esercizio delle
professioni«a esclusione dei casi in cui la valutazione dei
candidati sia effettuata esclusivamente su basi curriculari
ovvero in modalità telematica»;
- chiusura dei corner scommesse e giochi nei bar e nelle
tabaccherie;
- resta come sempre fortemente raccomandato a tutti, per
tutto l’arco della giornata, di non spostarsi, con mezzi di
trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze
lavorative, di studio o per motivi di salute.
Che cosa succede nelle Regioni?
Il decreto affida al ministro della Salute, Roberto
Speranza
Speranza, la responsabilità di stabilire «ulteriori misure di
contenimento del contagio» nelle aree dove il contagio è
più alto e le strutture sanitarie sono in sofferenza, sulla
base di un documento scientifico condiviso con la
Conferenza delle Regioni. Si intitola «Prevenzione e
risposta Covid-19, evoluzione della strategia per il periodo
autunno inverno» e prevede diversi scenari, in base a una
serie di criteri (21) che sono vagliati dal ministero della
Salute .

Nelle Regioni che si collocano in uno scenario


intermedio (lo chiameremo «arancione», ma nel
documento si usa la dicitura «livello 3») accadrà
questo:

— sarà vietato ogni spostamento, in entrata e in uscita,


dalla Regione (salvo che per comprovate esigenze di
lavoro, salute e urgenza). Saranno consentiti gli
spostamenti strettamente necessari ad assicurare lo
svolgimento della didattica in presenza nei limiti n cui la
stessa è consentita, e sarà consentito il rientro nel proprio
domicilio o nella propria residenza;
— sarà vietato ogni spostamento in un comune diverso da
quello di residenza, domicilio o abitazione, salvo che per
comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di
salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o
usufruire di servizi non sospesi e non disponibili nel
proprio comune
— saranno sospese le attività dei servizi di ristorazione
(fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), ad
esclusione delle mense e del catering. Resta consentita la
sola ristorazione con consegna a domicilio;

Che cosa succede nelle zone rosse?


Nelle Regioni che si collocano in uno scenario di massima
gravità e con livello di rischio alto (lo chiameremo
«rosso», ma nel documento si usa la dicitura «livello 4»)
accadrà questo:
- vietato ogni spostamento in entrata e in uscita dalla
Regione e anche all’interno del territorio stesso (sempre
salvo necessità e urgenza).
- chiusi i negozi al dettaglio, tranne alimentari, farmacie,
edicole; chiusi i mercati di generi non alimentari;
- chiusa l’attività di bar, pub, ristoranti, gelaterie,
pasticcerie: resta consentita la sola ristorazione con
consegna a domicilio, nonché fino alle ore 22,00 la
ristorazione con asporto
- sospese le attività sportive, anche svolte nei centri
sportivi all’aperto
- è consentito svolgere individualmente attività
motoria (passeggiate) in prossimità della propria
abitazione
abitazione, nel rispetto della distanza di almeno un metro
da ogni altra persona e con obbligo di mascherina
mascherina; è
altresì consentito lo svolgimento di attività sportiva
esclusivamente all’aperto ed in forma individuale
- attività scolastica in presenza per scuola
dell’infanzia, elementare e prima media

I provvedimenti saranno valutati su base settimanale, e


avranno la durata minima di 15 giorni
giorni: se una Regione
entra in zona «rossa», vi rimarrà per due settimane
almeno.

Attenzione: il meccanismo è «semiautomatico»


«semiautomatico», nel
senso che ogni Regione si collocherà in uno scenario
(«arancione» o «rosso») in base a criteri oggettivi.

Ma fondamentale sarà il ruolo del ministro della Salute,


che potrà adottare ordinanze d’intesa con il presidente
della Regione per prevedere «l’esenzione
dell’applicazione di una o più misure» restrittive, anche in
«specifiche parti del territorio regionale».

In ogni caso, proprio su questo punto, le Regioni hanno


espresso forti riserve, chiedendo di fatto l’instaurazione di
un «contraddittorio» tra ministero e Regioni per stabilire
l’inserimento di ogni Regione in una determinata «fascia».

Le Regioni che — ad oggi, e prima del suddetto


«contraddittorio» — sarebbero a rischio lockdown sono
Lombardia, Piemonte, Alto Adige, Valle d’Aosta e
Calabria
Calabria.

(Qui l’ultimo bollettino con vittime, nuovi casi e posti


occupati in terapia intensiva).

LEGGI ANCHE

La mappa del contagio nel mondo: come si sta


diffondendo il virus

La mappa del contagio in Italia: regione per regione e


provincia per provincia

Tutti i bollettini sulla situazione dei contagi in Italia

Lo speciale: la parola alla scienza per spiegare Covid-19

Quindi, cosa succede per la scuola?


Cosa cambia per le scuole?
Se la propria Regione non è «zona rossa», la disciplina
prevede questo:
- didattica a distanza al 100% per le scuole superiori
- didattica in presenza per le scuole elementari e medie e
per i servizi all’infanzia, con uso obbligatorio delle
mascherine (salvo che per i bimbi al di sotto dei 6 anni).

Se la propria Regione è «zona rossa»


- didattica a distanza per le scuole superiori e per le classi
seconda e terza media;
- didattica in presenza per le scuole elementari, per la
classe prima media e per i servizi all’infanzia, con uso
obbligatorio delle mascherine (salvo che per i bimbi al di
sotto dei 6 anni).

- I corsi di formazione pubblici e privati possono svolgersi


solo con modalità a distanza.
Cosa succede per negozi, bar, pub e ristoranti?
Cosa cambia per i negozi?
Se la propria Regione non è «zona arancione» o «rossa», la
disciplina prevede questo:
- nelle giornate festive e prefestive, sono chiuse le medie e
grandi strutture di vendita, ad eccezione delle farmacie,
punti vendita di generi alimentari, tabacchi ed edicole. I
bar, i pub, i ristoranti, devono chiudere alle 18 (ma con la
possibilità di restare aperti per il pranzo della domenica),
con il consumo al tavolo consentito per un massimo di
quattro persone per tavolotavolo, salvo che siano tutti
conviventi. Resta consentita senza limiti di orario la
ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive
limitatamente ai propri clienti.

Se la propria Regione è «zona arancione», nulla cambia


per i negozi, ma la norma cambia per le attività di
ristorazione:
- saranno sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra
cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), ad
esclusione delle mense e del catering. Resta consentita la
sola ristorazione con consegna a domicilio.

Se la propria Regione è «zona rossa», la norma si fa ancora


più severa, per tutti:
- chiusi i negozi al dettaglio, tranne alimentari, farmacie,
edicole; chiusi i mercati di generi non alimentari;
- chiusa l’attività di bar, pub, ristoranti, gelaterie,
pasticcerie: resta consentita la sola ristorazione con
consegna a domicilio, nonché fino alle ore 22,00 la
ristorazione con asporto.
Cosa cambia per i trasporti?
Per quanto riguarda i trasporti a bordo dei mezzi
pubblici del trasporto locale e, del trasporto ferroviario
regionale è consentito un coefficiente di riempimento non
superiore al 50 per cento
Nelle zone rosse si può uscire di casa per fare una
passeggiata, o una corsa?
Sì, anche se la propria Regione entra tra le zone rosse, sarà
consentito svolgere individualmente attività motoria
(passeggiate): ma in prossimità della propria
abitazione
abitazione, e sempre rispettando la distanza di almeno un
metro da ogni altra persona e con obbligo di
mascherina
mascherina.
Sarà possibile anche svolgere attività sportiva
all’aperto, ma in forma individuale
individuale.

L’Italia divisa in zone: così si decidono le chiusure. Cinque


le regioni a rischio
3 novembre 2020 (modifica il 4 novembre 2020 | 09:04)
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Raccomandato da Taboola

SPONSOR

Investi in un’azienda che lancerà sul mercato il vaccino contro la Covid-19


ETORO

SPONSOR SPONSOR

Furti in casa: difenditi con l'antifurto I giocatori di tutto il mondo hanno atteso
Verisure. Promo -50% questo gioco!
ANTIFURTO VERISURE FORGE OF EMPIRES

SPONSOR

Ecco perché i Mac si rallentano nel tempo


MACKEEPER

SPONSOR SPONSOR

SuperSaldi Autoingros, fino a 40% di Taglia le bollette della luce: confronta


sconto tutti i fornitori su ComparaSemplice.it
AUTOINGROS COMPARASEMPLICE.IT

SPONSOR

Incontra le aziende che stanno sviluppando i vaccini per il coronavirus - in quale di


queste investirai?
ETORO

SPONSOR SPONSOR

Ricerche per assicurazioni auto Ecco come difendere la tua casa dai ladri
ASSICURAZIONI AUTO | RICERCA ANNUNCI con Verisure. Promo -50% a Novembre
ANTIFURTO VERISURE

SPONSOR

Ecco come difendere la tua casa dai ladri con Verisure. Promo Novembre -50%
ANTIFURTO VERISURE

SPONSOR SPONSOR

Scopri come difendere la tua casa dai I tuoi dipendenti chiedono l’aumento?
ladri con Verisure. Promo Novembre -50% Proponi un’alternativa allettante.
ANTIFURTO VERISURE EXPERT MARKET

C'è un nuovo modulo di autocertificazione Quando sarà annunciato il nuovo Dpcm? Le


valido in tutta Italia possibili date

LEGGI I CONTRIBUTI ! 68 SCRIVI

ANNUNCI PREMIUM PUBLISHER NETWORK

Esclusiva Vodafone Pubblicità - Mediolanum A2A CLICK LUCE E GAS


Passa a FIBRA a 29,90€ Puoi avere un Buono Un'occasione da non
+VODAFONE TV e 12mesi Regalo da 150€...Apri il perdere!
di AMAZON PRIME Conto! Scopri di più
Attiva subito! Scopri di più

ALTRE NOTIZIE SU CORRIERE.IT

IL MAGISTRATO ITALIANO IN AUSTRIA


I PIÙ LETTI
Vienna, «Io in giro con i figli, le auto
sembravano impazzite» " Conte ha firmato il nuovo Dpcm:
coprifuoco alle 22, cambia s...
di Felice Cavallaro
" Le cinque Regioni a rischio: così si
decidono le chiusure
Antonio Balsamo rappresenta l’Italia alle Nazioni Unite a Vienna. «È
necessario che tutti i Paesi europei reagiscano insieme». La " Verso il nuovo Dpcm, via al coprifuoco. 
proposta di una procura Ue anti terrorismo e polizia comunitaria Lombardia e Piemont...

" La Regione Puglia richiama in servizio i


medici in pensione
L’INTERVISTA

Di Maio: «Fermiamo gli sbarchi, è un " Bonus bici, «click day» al via domani alle
9. La procedura p...
problema di sicurezza nazionale»
di Marco Galluzzo

Il ministro: «Vanno fatti più rimpatri e a spese di Bruxelles.. Spesso il


terrorismo ha colpito nei momenti più difficili dell’Europa. Vogliono
destabilizzarci incutendo terrore tra la popolazione»

L’EPIDEMIA

Coronavirus, le ultime notizie dall’Italia e


dal mondo sul Covid
di Elisa Messina

Gli aggiornamenti sul coronavirus di oggi, mercoledì 4 novembre

DOMANDE

Covid, la seconda ondata e il picco:


quanto durerà?
di Margherita De Bac

Siamo arrivati al picco della seconda ondata di coronavirus? Quando


arriverà la fine? E l’immunità di gregge?

Nuovo Dpcm, parrucchieri aperti anche


nelle zone rosse
di Redazione Online

Una delle poche modifiche apportate al Dpcm tra la bozza circolata


nella serata di martedì e la versione definitiva firmata nella notte
riguarda i parrucchieri

IL TERRORISTA

Strage di Vienna, l’assassino sognava di


combattere in Siria. L’uscita dal carcere
perché era solo un ragazzo
di Marco Imarisio, inviato a Vienna

Pugile promettente, Fejzulai, responsabile della strage, lasciò il


quadrato per la Jihad. In manette perché voleva raggiungere l’Isis e

1€ al mese
poi rilasciato nell’ambito di un programma di sostegno ai giovani
ABBONATI ORA
Corriere.it senza limiti Sei già abbonato? Fai Login >