Sei sulla pagina 1di 4

TRAVE APPOGGIATA CON GIUNTI A L/3

giunto giunto

9000 mm

Progettare una trave in acciaio, semplicemente appoggiata, con luce di 9 m, soggetta


ai seguenti carichi uniformemente distribuiti, dovuti ad un solaio di civile abitazione:
permanenti Gk = 30 KN/m
variabili Qk = 30 KN/m
Per ragioni costruttive la trave deve essere divisa in tre parti. Progettare i giunti.
------------------------------

Per la verifica allo stato limite ultimo si adottano i seguenti coefficienti di sicurezza
parziali:
per le azioni: G = 1.35 Q = 1.50
per il materiale M0 = 1.1

Per la verifica allo stato limite di deformazione secondo EC3 4.2.2. si hanno i
seguenti limiti di freccia:
max = 1 + 2 -0 < L/250 = 36.0 mm2 < L/350 = 25.7 mm
essendo 0la premonta, 1la freccia dei permanenti2 la freccia dei variabili.
I profili che soddisfano lo stato limite ultimo per i tre tipi di acciaio, sono riportati
nella tabella I, ottenuta usando il programma ESDEP3_1.

Le travi in acciaio Fe360 sono praticamente uscite di produzione. La differenza di


costo fra Fe430 e Fe510 è molto modesta (Lit 2500/kg per Fe430 e Lit 2600/kg per
Fe510, prezzi indicativi 1997 in opera).
La soluzione più economica è quindi quella di minimo peso (IPE 550 Fe510). Se si
privilegia l’altezza minima per ragioni di ingombro si può scegliere un HEM 300, di
peso più che doppio, che non rispetta la freccia massima (necessaria la premonta che
è costosa), o un HEM 320 del peso di 245 kg/m.
Adottiamo una soluzione intermedia: HEB 450 Fe430.
TABELLA I
Acciaio IPE HEA HEB HEM
h - 550 500 300
Fe360 peso [kg/m] - 166 187 238
fy = 235 2 - OK OK OK
max - OK OK NO
h 600 500 450 300
Fe430 peso [kg/m] 122 155 171 238
fy = 275 2 OK OK OK OK
max OK OK OK NO
h 550 450 360 280
Fe510 peso [kg/m] 106 140 142 189
fy = 355 2 OK OK NO NO
max OK NO NO NO

Progetto del giunto

HEB 450
Fe430
BULLONI M24 10.9
FORI Ø 26
65
560

65
65

35 75 80
31

PARTICOLARE 1
300

Il giunto è soggetto alle seguenti sollecitazioni:


in esercizio:
M = q L2/9 = 60x81/9 = 540 kNm
V = q L/6 = 60x9/6 = 90 kN
allo stato limite ultimo:
MSd = (1.35x30+1.5x30)x81/9 = 769.5 kNm
VSd = (1.35x30+1.5x30)x9/6 = 128.2 kN
Progetto delle saldature a cordoni d’angolo (EC3 6.6.5.3.)

Resistenza di progetto a taglio della saldatura per Fe430:

fu / 3
f vw,d   233.7 N/mm 2
 w Mw

Si affida il momento flettente alle saldature delle ali e il taglio alle saldature d’anima.

Le saldature di ciascuna ala devono resistere alla forza Fw = MSd/d = 1814 kN,
essendo d il braccio della coppia interna d = 450-26 = 424 mm. Esse hanno uno
sviluppo s = 300+2x116 = 532 mm.
L’altezza di gola a deve quindi essere maggiore di Fw/(s fvw,d) = 14.6 mm.
Si adotta a = 15 mm.

Le saldature d’anima hanno uno sviluppo s = 2x344 = 688 mm. L’altezza di gola a
deve quindi essere maggiore di VSd/(s fvw,d) = 0.8 mm.
Si adotta l’altezza minima a = 3 mm (EC3 6.6.5.2)

Progetto della bullonatura

Si adottano bulloni classe 10.9

0.9f ub 0.9  1000


f t,Rd    720 N/mm 2
 Mb 1.25

Resistenza a trazione (EC3 6.5.5.)


I bulloni posti simmetricamente rispetto all’ala tesa devono portare la forza Fw e
quindi devono avere un’area totale Ab = 1814E3/720 = 2519 mm2. Si adottano 8 24
di area resistente As = 353 mm2 con area totale 2824 mm2.

Resistenza a taglio
La resistenza a taglio del bullone 24 vale:

0.5f ub A s 0.5  1000  353


Fv,Rd    141.2 kN
 Mb 1.25

Sarebbe sufficiente un bullone. Si adottano due bulloni 24.


Progetto della flangia

0.8 a 2= 17
a
35
F

Poiché i bulloni sono stati dimensionati senza mettere in conto le forze di contatto
(effetto leva), il modello di calcolo dell’estremità inferiore della flangia è quello di
una semplice mensola con luce pari alla distanza m fra il centro della bullonatura e la
saldatura. Più precisamente, secondo EC3 Appendice J fig. J.3.1., l’incastro della
mensola si può porre a distanza 0.8a2 dalla flangia della trave (vedi figura). La luce
della mensola è quindi di 35 mm.
I quattro bulloni esterni, soggetti alla forza F = 1814/2 = 907 kN, sollecitano quindi la
flangia con il momento M = 907x0.035 = 31.74 kNm. E’ necessario che la piastra, di
larghezza b = 300 mm, abbia uno spessore t tale da garantire un modulo di resistenza
plastico a flessione:

 M0 M 1.1  31.74 E 6
Wpl    126960 mm 3
fy 275

essendo:

bt 2
Wpl  si ricava t  41.1 mm
4
Si adotta lo spessore t = 45 mm