Sei sulla pagina 1di 6

Impianto di riscaldamento

Per mantenere costante la temperatura Ta di un ambiente si utilizza un


sistema costituito da una caldaia (con relativo bruciatore) che riscalda
dell'acqua e la fa circolare mediante una pompa P attraverso dei radiatori R
(caloriferi).

Sistema: variabili da controllare


Il processo da controllare fornisce, mediante dei sensori, i seguenti segnali:

 Ta: temperatura dell'ambiente che si vuole riscaldare, che può superare,


oppure no, una soglia prefissata. Se supera la soglia, Ta vale 1
altrimenti vale 0.

 Tc: temperatura dell'acqua contenuta nella caldaia che non deve


superare i 60°C. Se la temperatura è minore di 60 °C Tc vale 0
altrimenti vale 1.

 Tp: temperatura dell'acqua oltre la quale la pompa di circolazione P deve


entrare in funzione, in questo caso 30°C. Se la temperatura dell'acqua è
minore di 30 °C Tp vale 0 altrimenti vale 1.

 Sp: allarme emesso dal manometro di sicurezza M se la pressione supera


una data soglia di sicurezza. Se la pressione supera la soglia di sicurezza
Sp vale 1 altrimenti vale 0.
Le informazioni elencate precedentemente sono fornite in ingresso ad un
circuito digitale che genererà dei segnali di uscita per comandare le seguenti
azioni:

 Accensione del bruciatore (Cb = 1);

 Accensione della pompa (Cp = 1);

 Segnale di allarme (A = 1) che spegne tutto l'impianto e accende una


spia.

Funzionamento
 Inizialmente l'ambiente che si vuol riscaldare è freddo, l'acqua nella
caldaia è fredda e la pompa che la spinge in circolazione è ferma.

 Dopo l'accensione del bruciatore la pompa entra in funzione non appena


l'acqua supera i 30°C di temperatura e si spegne solo in caso di allarme
o se la temperatura scende nuovamente sotto i 30°C.

 Il bruciatore si accende se l'ambiente è freddo e l'acqua nella caldaia è al


di sotto di 60°C. Si spegne, invece, quando l'ambiente ha raggiunto la
temperatura voluta o quando l'acqua sale al di sopra di 60°C.

 Nel caso di allarme, che si ha se la pressione supera un determinato


valore, il manometro M emette un segnale (Sp), che deve spegnere tutto
l'impianto ed accendere una lampada spia.
Si richiede:
1. Completare la seguente Tabella di Verità (TdV) del sistema prevedendo
tutte le possibili combinazioni logiche degli ingressi e aggiungendo le
relative note:

Ta Tc Tp Sp Cb Cp A Note
0 0 0 0 1 0 0 Inizio funzionamento
0 0 0 1 0 0 1 Processo in allarme
0 0 1 0 1 1 0 Temperatura acqua > 30°C
0 0 1 1 0 0 1 Processo in allarme
0 1 0 0 0 0 0 Temperatura acqua > 60°C. Impossibile
0 1 0 1 0 0 1 Processo allarme
0 1 1 0 0 1 0 Bruciatore off, pompa on
0 1 1 1 0 0 1 Attivazione allarme
1 0 0 0 0 0 0 Ambiente caldo. Bruciatore e pompa off
1 0 0 1 0 0 1 Processo in allarme
1 0 1 0 0 1 0 Ambiente caldo e pompa on
1 0 1 1 0 0 1 Attivazione allarme
1 1 0 0 0 0 0 Ambiente caldo. Temperatura acqua >
60 C. Bruciatore e pompa off
1 1 0 1 0 0 1 Attivazione allarme
1 1 1 0 0 1 0 Ambiente caldo. Temperatura acqua> 60
C. Bruciatore off e pompa on

1 1 1 1 0 0 1 Attivazione allarme

2. Convertire la TdV in funzioni logiche SP canoniche:


Cb = Ta/*Tc/*Tp/*Sp/+Ta/*Tc/*Tp*Sp/
Cp= Ta/*Tc/*Tp*Sp/+Ta/*Tc*Tp*Sp/+Ta*Tc/
A =
Ta/*Tc/*Tp/*Sp+Ta/*Tc/*Tp*Sp+Ta/*Tc*Tp/+Ta*Tc/*Tp/*Sp+Ta
*Tc/*Tp*Sp+Ta*Tc*Tp/
3. Con ISIS realizzare il circuito equivalente e stimarne il costo di
realizzazione in €

Comando Pompa

Comando Bruciatore
Comando Allarme

4. Mediante le mappe di Karnaugh ottenere le funzioni a costo minimo


5. Con ISIS realizzare il circuito equivalente e stimarne il costo di
realizzazione in €