Sei sulla pagina 1di 4

PERCORSO FORMATIVO DOCENTI (D.M.

616/17)

INSEGNAMENTO: PSICOLOGIA DELL’EDUCAZIONE

CFU: 6

NOME DOCENTE: LETIZIA DELLA ZOPPA

indirizzo e-mail:
SI RICORDA AGLI STUDENTI CHE IN BASE ALLA COMUNICAZIONE DI SEGRETERIA
DEL 12/12/2013, I DOCENTI SONO CONTATTABILI ATTRAVERSO IL SISTEMA DI
MESSAGGISTICA DELLA PIATTAFORMA.

orario ricevimento on line:


Ufficio virtuale – il mercoledì dalle 17.00 alle 19.00

OBIETTIVI FORMATIVI DEL CORSO

Obiettivo Formativo Generale

Il corso ha come obiettivo generale la trasmissione delle conoscenze necessarie


alla comprensione del funzionamento psicologico e dei processi di sviluppo e di
adattamento delle studentesse e degli studenti. Nello specifico viene data importanza
all’analisi dei processi cognitivi ed socio-affettivi coinvolti nell’apprendimento e nel
contesto scolastico in termini di educazione, benessere scolastico, promozione della
partecipazione e riconoscimento delle differenze individuali al fine di favorire la
programmazione individualizzata/personalizzata e l’orientamento scolastico.

Inoltre i quattro nuclei teorici di cui si compone il corso hanno obiettivi specifici.
Relativamente al primo nucleo teorico – Prospettive Teoriche: L’obiettivo di
questo breve nucleo introduttivo è rendere lo studente consapevole di quali
caratteristiche essenziali differenziano l’approccio della psicologia scientifica
dall’approccio della psicologia ingenua mettendo in evidenza gli automatismi, i
pregiudizi e gli stereotipi nonché i rischi di giudizio derivanti da valutazioni fatte
seguendo solo il senso comune o il buon senso.
Relativamente al secondo nucleo teorico – I Processi Cognitivi: L’obiettivo
fondamentale del nucleo è formare lo studente relativamente ai processi cognitivi di
ragionamento e problem solving che intervengono nello sviluppo e nell’adattamento
durante la crescita. Un ulteriore obiettivo è legato ala comprensione delle differenze tra
le cognizioni infanti, adolescenziali ed adulte in un’ottica evolutiva.
Relativamente al terzo nucleo teorico – I Processi Psicoaffettivi: L’obiettivo
fondamentale del nucleo è rendere lo studente consapevole dell’importanza dei processi
emotivi, affettivi e sociali sia come organizzatori dell’attività psichica sia come
determinanti fondamentali nello sviluppo relazionale, sociale ed identitario
dell’individuo. Verranno approfonditi i processi di costruzione dell’identità e di sviluppo
delle competenze sociali.
Relativamente al quarto nucleo teorico – Apprendimento e Contesto Scolastico:
Un obiettivo fondamentale del nucleo teorico è trasmettere allo studente le nozioni
fondamentali del funzionamento dei processi di apprendimento e delle differenze
individuali al suo interno (stili cognitivi, profili motivazionali, emozioni, etc.) al fine di
comprendere la necessità di una programmazione individualizzata/personalizzata.
L’obiettivo della seconda parte del nucleo è restituire un’istantanea del contesto
scolastico, delle sue relazioni (relazione insegnate-alunno, relazioni tra insegnanti,
relazioni scuola-famiglia, relazioni multiculturali e relazioni tra pari), problematiche
peculiarità e possibili interventi. Vengono trattati in proposito i fenomeni del burnout
relativamente al benessere degli insegnanti e a tutela della relazione insegnante-
studente e il fenomeno del bullismo e del cyberbullismo in riferimento alle relazioni tra i
pari.

1. Con riferimento alla conoscenza e capacità di comprensione:


a. Conoscenze relative agli aspetti principali dei processi cognitivi coinvolti
nello sviluppo, nell’apprendimento e nel benessere scolastico.
b. Conoscenze relative ai processi psicoaffettivi legati alla sviluppo, alle
dinamiche relazionali, di costruzione dell’identità e di apprendimento.
c. Conoscenze delle principali caratteristiche legate all’apprendimento, alla
memoria, agli stili cognitivi e alla motivazione in riferimento alla psicologia
dell’educazione.
d. Conoscenze delle caratteristiche di gruppi, comunità e partecipazione in
relazione al contesto scolastico e le sue peculiarità.
e. Conoscenze relative al burnout e al benessere degli insegnanti.
f. Conoscenze relative ai fenomeni relazionali legati ai comportamenti
prosociali, ai comportamenti aggressivi e al bullismo.

2. Con riferimento alla conoscenza e capacità di comprensione applicate:


a. Riconoscimento dei processi cognitivi e psicoaffettivi che possono facilitare
od ostacolare l’apprendimento e il benessere scolastico.
b. Riconoscimento delle dinamiche relazionali che possono incidere sullo
sviluppo dell’identità in adolescenza.
c. Riconoscimento delle differenze individuali nei processi di apprendimento e
dei risvolti pratici per la progettazione e la programmazione didattica.
d. Riconoscimento dell’importanza della costruzione dell’identità e definizione
di sé in termini affettivi, relazionali e scolastici/professionali.
e. Riconoscimento delle dinamiche di gruppo, dei processi di assunzione di
ruolo e di leadership nell’ottica di gestione del gruppo e dei conflitti.
f. Riconoscimento dei principali fattori di rischio e di protezione nel burnout e
nel bullismo.

3. Con riferimento alle abilità comunicativa:


a. Acquisizione di una terminologia adeguata e di un lessico specifico per la
trattazione delle tematiche psicologiche.
b. Capacità di argomentare e creare collegamenti tra diversi aspetti del
corso.
c. Capacità di costruire un discorso unitario relativamente alle aree di
indagini principali della psicologia dell’educazione.

CONTENUTI DEL CORSO:

Nella primo nucleo teorico del corso vengono messe in evidenza le differenze tra
psicologia scientifica e psicologia ingenua presentando il funzionamento del processo di
attribuzione di causalità. Sono presentati i più comuni errori di attribuzione
nell’osservazione adulto-bambino/adolescente e i rischi in termini di valutazioni e giudizi
errati basati su pregiudizi, stereotipi e automatismi.
Il secondo nucleo teorico tratta riguarda i processi cognitivi e vengono presentati
i contributi relativi al pensiero di tre dei maggiori studiosi dello sviluppo cognitivo:
Piaget, Vygotskij e Bruner. Attraverso la presentazione del pensiero di questi tre autori
vengono analizzati i concetti di stadio di sviluppo, adattamento, influenze ambientali e
relazionali nell’apprendimento. Viene indagato lo sviluppo e le modifiche nel
ragionamento e nel processo di problem solving dall’infanzia all’adolescenza/età adulta.
Il terzo nucleo teorico si occupa dei processi psicoaffettivi e parte dalla
spiegazione dell’importanza rivestita dell’acquisizione della teoria della mente dell’altro
per lo sviluppo di adeguate competenze sociali e relazionali. Si passa poi a definire le
emozioni presentando i principali approcci allo sviluppo affettivo con un affondo sulla
teoria dell’attaccamento di Bowlby e la sua importanza relativamente allo sviluppo
identitario e socio-relazionale dell’individuo. Il nucleo teorico verrà chiuso con la
presentazione dei processi di costruzione dell’identità lungo il ciclo di vita.
L’ultimo nucleo teorico si occupa di indagare i processi di apprendimento con
particolare attenzione sia agli aspetti di funzionamento cognitivo (ragionamento,
problem solving, strategie, etc.) sia alle componenti dell’apprendimento legate agli
aspetti emotivi e alle componenti motivazionali. Nella seconda parte del nucleo teorico
viene indagato il contesto scolastico in termini di relazioni e dinamiche intra e inter
gruppi: relazioni scuola-famiglia, interne al corpo docente, interculturali e tra i pari. Le
lezioni finali sono riservate alla trattazione del benessere scolastico e delle principali
problematiche in termini di burnout per l’insegnante e di bullismo per le relazioni tra i
pari.
MODALITA’ DI SVOLGIMENTO ESAME:

esame scritto

METODI DI ACCERTAMENTO DEI RISULTATI DI APPRENDIMENTO E MODALITA’ DI


VALUTAZIONE:

L’esame scritto ha l’intento di valutare le conoscenze apprese relativamente al


funzionamento psicologico e ai processi di sviluppo, di apprendimento e di adattamento.
Vengono valutate le conoscenze relative ai processi cognitivi ed socio-affettivi coinvolti
nell’apprendimento e ai loro cambiamenti. Vengono valutate le conoscenze riferibili alle
differenze individuali nello sviluppo e nell’apprendimento. Ulteriore elemento di
valutazione sono le conoscenze relative al funzionamento del gruppo e delle relazioni
interne al contesto scolastico.

BIBLIOGRAFIA:

Le slide dei quattro nuclei teorici compongono la bibliografia obbligatoria del


corso.

ATTIVITA’ DIDATTICA EROGATIVA E INTERATTIVA:

I contenuti del diversi nuclei teorici sono introdotti da video lezioni che anticipano
e sintetizzano i contenuti generali dando una struttura di riferimento per organizzare lo
studio (DE). Inoltre al termine di ogni argomento trattato viene data la possibilità allo
studente di procedere con un quiz di valutazione su quanto appena studiato (DI).