Sei sulla pagina 1di 46

Dolore acuto

Tecniche ipnotiche per la gestione

Ipnosi e dolore
• La maggior parte dei dolori comuni di
solito è acuita da stress e tensione.

• Se il paziente è agitato, il SNC


ipereccitato e confuso da molti stimoli
(tattili, termici, chimici, dolorosi)
immediatamente classifica lo stimolo nel
suo complesso come dolore (per cui ci
troviamo ad affrontare una iperalgesia)

Ipnosi e dolore
- Questa è la situazione che si verifica quando
“l’anestesia locale non funziona/non prende”

- Solo se opportunamente guidato, il paziente


potrà riconoscere correttamente i vari
stimoli.

Ipnosi e dolore
Nell’ambito del dolore acuto, le principali indicazioni cliniche all’uso
dell’ipnosi riguardano:

a) il dolore post-operatorio
b) il dolore da travaglio di parto ;
c) il dolore odontoiatrico;
d) il dolore nei grandi ustionati (generalmente molto suscettibili
all’ipnosi) ;
e) il dolore « procedurale », ovvero quello conseguente a procedure
diagnostico-terapeutiche invasive e dolorose (es. puntato sternale,
medicazioni dolorose, venipuntura , ecc.).

Ipnosi e dolore
Ipnosi e dolore
Ipnosi e dolore
PAINAID – per pazienti anziani e/o con demenza

Ipnosi e dolore
Il trattamento ipnotico è generalmente “sintomatico”, ovvero finalizzato
a modulare l’esperienza del dolore acuto (generalmente con suggestioni
“dirette”)

Ipnosi e dolore
Spesso, quando abbiamo un
Attraverso l’ipnosi si riesce
dolore forte (per esempio ai
a individuare l’origine del
denti), non riusciamo a
dolore e, circoscrivendolo, a
distinguere da dove esso
far diminuire la sua intensità e lo
provenga: la percezione è
stato ansioso che il dolore
confusa e il campo del dolore è
costante genera
allargato.

Ipnosi e dolore
La gestione
dell’ANSIA, già da sola,
modula la percezione
del dolore.

Ipnosi e dolore
- Ratifico i segni (sintomi)
- Cerco e mantengo il contatto visivo e fisico
- Non banalizzo
- Guido appena ho agganciato (mi guarda, reagisce, risponde…)

- Rassicuro (so come ti senti,


è normale, conosco i sintomi, so cosa fare)
- Modifico respiro
- Parlo più lentamente

Ipnosi e dolore
• Ricalcare anche
fisicamente

• Parlare mentre il
soggetto espira

• Utilizzare il ritmo del


respiro dell’altro

Ipnosi e dolore
Portare quindi progressivamente
a rendersi conto di sensazioni interne
come

• il battito del proprio cuore


• l’aria che passa attraverso le narici,
• altre sensazioni connesse col corpo

Ipnosi e dolore
A questo punto
è possibile
iniziare a
guidare

Ipnosi e dolore
CREARE ANALGESIA
Aiutare a realizzare un’immagine mentale
(freddo, dismorfismo, anestesia)
con suggestioni efficaci, per ottenere:

• un blocco anestetico della zona


• inattenzione rispetto alla sede
• dissociazione dalla sede della procedura o della
lesione

Ipnosi e dolore
TECNICHE DI DISTRAZIONE

Contare è un’attività
Il semplice contare che richiede
all’indietro da 100 a attenzione: le aree
1 a gruppi di 7 riduce deputate al dolore
i livelli d’intensità del sono in
dolore in modo competizione
significativo. con quelle
dell’attenzione…

Ipnosi e dolore
Numeri

Tecnica sorprendentemente efficace.


Per prima cosa bisogna che il soggetto assegni al dolore che prova un numero da uno a
dieci

Si utilizzerà questo numero come punto di partenza, facendolo immaginare


rappresentato su una scala, ad esempio un manometro o lo strumento più adeguato al
paziente.

Successivamente si chiede al soggetto di visualizzare la scala, si aumenta di 1 il valore


iniziale, e si chiede al soggetto cosa sta sperimentando.

Il dolore deve aumentare leggermente.

Ipnosi e dolore
Successivamente si diminuisce il dolore di 2 unità, e si chiede di rappresentarlo sulla
scala.

Si prosegue in questo modo andando avanti e indietro sulla scala e verificando ogni
volta che ci siano variazioni nel dolore percepito.

Ci si ferma quando il valore del dolore sulla scala è 1 o 2, in modo da lasciare una certa
soglia di dolore residuo, che non da fastidio, ma che costituisce comunque un
avvertimento sulla sua presenza.

Ipnosi e dolore
Non si può dissociare la nocicezione (la trasmissione e
l’elaborazione degli stimoli ad opera del sistema nervoso) dalla
sensazione psicologica di disagio dovuto allo stimolo
nocicettivo

Ipnosi e dolore
• improvvisa perdita dei riferimenti e delle
certezze abituali
• ignorare come le cose evolveranno:
quanto durerà la situazione e
con quali esiti
DISAGIO • paura di perdere qualcosa
• paura di avere dolore / iperalgesia
• paura di morire
• regressione

Ipnosi e dolore
Evidenze cliniche dimostrano che il
trattamento del dolore con l’ipnosi
ottiene due effetti molto significativi:

Ipnosi e dolore
1)

Le procedure ipnotiche comportano sostanziale riduzione


nell’intensità del dolore. Diversi studi testimoniano che molti
soggetti trattati con l’ipnosi hanno mantenuto l’abitudine
di utilizzare con regolarità le procedure autoipnotiche oltre il
termine del trattamento, principalmente allo scopo di trovare
sollievo temporaneo dal dolore.
Ipnosi e dolore
2)

Il trattamento con ipnosi produce nei pazienti un potenziamento


dell’energia e maggiore sensazione di rilassamento, oltre che la
percezione di poter intervenire attivamente sulla propria
esperienza di dolore, governandola

Ipnosi e dolore
Li-4

Ipnosi e dolore
digitopressione

Ipnosi e dolore
palm therapy

Ipnosi e dolore
auricoloterapia

Ipnosi e dolore
feng fu point

Ipnosi e dolore
Dolore e bambini

Tecniche ipnotiche per la gestione

Ipnosi e dolore
Ipnosi e dolore
Ipnosi e dolore
Ipnosi e dolore
1 gettone è un pezzo di dolore e
4 sono il più grosso dolore possibile.
Il bambino deve scegliere il numero di gettoni corrispondenti al suo
dolore

Ipnosi e dolore
Ipnosi e dolore
La ricerca conferma l’efficacia delle Tecniche Non Farmacologiche (TNF) per
il trattamento del dolore pediatrico-neonatale, di origine sia organica che
funzionale.
La riduzione dell’ansia e della paura associate al dolore, l’utilizzo di
strumenti adeguati per affrontare la condizione dolorosa, il coinvolgimento
delle figure genitoriali nella gestione del sintomo risultano elementi
essenziali di cura e vanno sempre integrati all’utilizzo del farmaco.

Ipnosi e dolore
Diversi i meccanismi d’azione attraverso cui le TNF espletano l’azione
antalgica: per lo più attivano le strutture nervose centrali e/o
periferiche che inibiscono la nocicezione (liberazione di encefaline ed
endorfine endogene con potenziamento del sistema di modulazione
antinocicettivo discendente).

Ipnosi e dolore
- il bambino è maggiormente predisposto ad apprendere e usare le TNF;
- nel bambino, l’efficacia è maggiore rispetto alle età successive
(maggiore plasticità del sistema nervoso);
- non sono costose e sono facilmente attuabili.

Ipnosi e dolore
Una analisi degli studi recenti in materia (Kuttner, 2012) ha mostrato che
bambini supportati con l’ipnosi che dovevano sottoporsi ad interventi
chirurgici provavano meno dolore ed ansia rispetto ai soggetti di controllo.

I bambini dei campioni descritti hanno beneficiato di una riduzione dei


livelli di ansia e di dolore percepito, prima, durante e dopo le operazioni.

Un altro effetto interessante riguardava la durata dei ricoveri, più breve per
i soggetti preparati con l’ipnosi

Ipnosi e dolore
Risultati analoghi sono stati ottenuti in studi in cui sono stati
reclutati bambini affetti da dolore cronico.

Più specificamente gli autori citano uno studio (Kohen & Zajac, 2007) condotto
con 144 soggetti tra bambini ed adolescenti affetti da emicranie ricorrenti.

In seguito ad un training in autoipnosi, i partecipanti non soltanto hanno visto


abbassarsi la frequenza e l’intensità dei mal di testa, ma hanno anche riportato
una maggiore fiducia in se stessi nell’affrontare certe situazioni stressanti.

Ipnosi e dolore
ETA’ METODI

Contatto fisico con il bambino: toccare, accarezzare, cullare.


0-2 anni Ascoltare musica, giocattoli sopra la culla

Giocare con pupazzi, raccontare storie, leggere libri, respirazione


2-4 anni e bolle di sapone, guanto magico, musica

Respirazione, racconto di storie, gioco con pupazzi, parlare dei


luoghi preferiti, guardare la televisione, immaginare di guardare
4-6 anni la televisione, guanto magico, visualizzazione, coinvolgimento,
musica

Musica, respirazione, contare, parlare dei luoghi preferiti,


6-11 anni guardare la TV, immaginare di guardare la TV, visualizzazione,
gioco dell’interruttore

11-13 anni Musica, respirazione, visualizzazione, gioco dell’interruttore

Ipnosi e dolore
Dopo aver assunto una posizione comoda si fa immaginare di contrarre e decontrarre
alcuni o tutti i vari distretti del corpo, si può anche far eseguire una lieve contrazione
muscolare, sempre che la stessa non provochi dolore. La sola immaginazione, nel bambino
è molto efficace.
Ogni singola fase può essere ripetuta da una a più volte:

Mettiti più comodo possibile .


Sistemati sulla tua sedia o nel tuo letto fino a che non ti senti a tuo agio.

Ipnosi e dolore
Chiudi gli occhi quando sei pronto.
Fai un respiro profondo con il naso …
e buttalo fuori lentamente… soffiando fuori la tua paura
Prendi ancora aria e buttala fuori lentamente… Cominci a sentirti rilassato…
Mano a mano che passa il tempo… il tuo corpo comincia a diventare sempre più
piacevolmente rilassato… Bene…
Adesso comincia a immaginare di contrarre lentamente i muscoli delle gambe…

Lentamente ma sempre più intensamente…


Senti la tensione…
Ora lascia andare… Non fare nulla…
E non facendo nulla senti la differenza…

Ipnosi e dolore
Ipnosi e dolore
Ipnosi e dolore
Ipnosi e dolore