Sei sulla pagina 1di 4

Macabro Quiz 

 
 
 

 
 
Titolo: ​Macabro quiz
Autore:​ Agatha Christie
Anno di pubblicazione:​ 1959
Casa editrice:​ Mondadori
Genere:​ Giallo

Luogo della vicenda:​La vicenda si svolge a Meadowbank, un famoso collegio


femminile in Inghilterra. I luoghi sono descritti in modo verosimile e mettendo in
evidenza i particolari.
Epoca:​ 1960
Personaggi principali:​ Julia Upjohn e Hercule Poirot

Trama:​ A Ramat, il principe Alì Yusuf aveva affidato al suo pilota Bob Rawlison delle
gemme che doveva fare arrivare all’estero prima dell’inizio della rivoluzione. Bob le
nascose nella racchetta da tennis di sua nipote, Jennifer, ma non si accorse che
attraverso una serie di riflessi una ballerina spagnola lo vide. Più tardi il principe partì
di nascosto con Bob per fuggire, ma l’aereo si schiantò contro una montagna​.​ Allora
il colonnello Pikeaway affidò a un ragazzo l’incarico di andare come giardiniere di
nome Adam Goodman al collegio di Meadowbank per controllare la cugina di primo
grado del principe Alì, Shaista. In quel collegio, si iscrisse Jennifer Sutcliffe e Julia
Upjohn. Jennifer e Julia si scambiarono le racchette da tennis. Nel mese successivo,
nel padiglione degli sport avvennero due omicidi. Un giorno, una signora consegnò
una racchetta nuova a Jennifer in cambio della sua. Intanto Shaista venne rapita.
Julia, insospettitasi da quella misteriosa donna e dalle uccisioni nel padiglione, dove
erano custodite le racchette; prese la sua (ovvero quella di Jennifer), si chiuse in
camera e aprì il manico. Dentro ci trovò le pietre preziose e il giorno seguente, di
nascosto, andò da Hercule Poirot, il quale le depositò in banca. Nel mentre la
signorina Blanche ricattava qualcuno dicendo di svelare l’identità dell’assassino e a
sua volta venne assassinata. Alla fine Poirot spiegò a tutti cos’era successo: la
signorina Springer vide delle luci nel padiglione, andò a vedere, e l’assassino, la
uccise sparandole, ma non fece in tempo a prendere la racchetta perché tutte le
collegiali e il personale stava andando a vedere cosa fosse accaduto.
Il secondo omicidio avvenne così: la signorina Chadwick andò a vedere e trovò la
signorina Vansittart che rovistava nell’armadietto di Shaista, così, le si avvicinò e la
colpì sulla nuca. Invece, nel terzo caso, la signorina Blanche stava ricattando
qualcuno minacciando di svelare ciò che sapeva sugli omicidi, ma l’assassino, in
camera sua, la colpì anch’essa alla nuca.

Poirot, disse che l’assassina era Ann Shapland, la segretaria della preside. Lei
aveva visto le gemme nascoste da Bob a Ramat e aveva seguito Jennifer e sua
madre fino a Meadowbank, dove cercò di scambiare la racchetta di Jennifer con una
nuova. Infine la principessa Shaista che era andata al collegio non era quella vera; in
realtà era un’attrice al suo posto, perché la vera principessa era stata rapita in
precedenza.

Giudizio personale:​ Il libro, mi è piaciuto molto perchè è pieno di colpi di


scena,appena credi che il mistero sia risolto succede qualcosa che rimette in
discussione tutto.
Il personaggio che mi è piaciuto di più oltre a Poirot, che è presente in quasi tutti i
romanzi della Christie, è Julia Upjohn, che ha dimostrato un grande coraggio nello
scappare dal collegio per andare a chiamare Poirot.
Consiglio questo libro a chi ama il genere giallo e i colpi di scena.