Sei sulla pagina 1di 9

Punkreas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.


Jump to navigationJump to search
Questa voce o sezione sull'argomento gruppi musicali italiani non
cita le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti.
Commento: inoltre toni da rendere più neutrali e trattare la voce da un punto
di vista più oggettivo

Puoi migliorare questa voce aggiungendo citazioni da fonti attendibili secondo


le linee guida sull'uso delle fonti. Segui i suggerimenti del progetto di
riferimento.

Punkreas

i Punkreas in concerto nel 2007

Paese d'origine Italia

Genere Ska punk


Punk rock
Hardcore punk

Periodo di 1989 – in attività


attività musicale

Album pubblicati 15

Studio 12

Live 2

Raccolte 1
Sito ufficiale

Modifica dati su Wikidata · Manuale

I Punkreas sono un gruppo musicale punk italiano, nato a San Lorenzo di Parabiago,
in provincia di Milano, nel 1989. Al 2019 ha all'attivo undici album studio, una raccolta ed
un live.

Indice

• 1Storia
o 1.1Gli esordi
o 1.2Il successo e le critiche
o 1.3Il presente
• 2Formazione
• 3Discografia
o 3.1Album di studio
o 3.2Album live
o 3.3Raccolte
o 3.4EP
o 3.5Demo
o 3.6Singoli
o 3.7Collaborazioni
• 4Note
• 5Altri progetti
• 6Collegamenti esterni

Storia[modifica | modifica wikitesto]


Gli esordi[modifica | modifica wikitesto]

I Punkreas a Torino nel 2008.

Nel dicembre 1990 i Punkreas realizzano il demo autoprodotto intitolato Isterico che si
distinse subito nell'underground italiano grazie alla canzone Il vicino che divenne
rapidamente un classico della band. Successivamente, dopo le esibizioni live di rito, venne
pubblicato nel 1992 il disco d'esordio intitolato United Rumor of Punkreas il quale permise
alla band di diffondere ulteriormente il proprio nome arrivando, a tre anni di distanza, a
pubblicare quello che è forse il loro disco più amato dai fan, ovvero Paranoia e potere.
Questo disco sdogana definitivamente il gruppo, ponendolo tra i più noti nel
panorama punk italiano: le sonorità fruscianti e a bassa definizione (date da una
registrazione in analogico) resero l'opera più omogenea ed aggressiva e ciò contribuì non
poco alla resa sonora delle canzoni dell'album di cui certe si riveleranno un gran successo
come Aca toro, La canzone del bosco e Tutti in pista.
Il 1997 fu un anno pieno per il gruppo: l'interesse sempre maggiore verso la band, dovuto
al gran numero di concerti di gran successo, portò alla ristampa dei primi due
lavori Isterico e United Rumor of Punkreas su un unico disco intitolato Punkreas 90-93 -i
demo ormai erano introvabili già da tempo- e, in seconda battuta, arrivò la pubblicazione
di Elettrodomestico, disco molto ben accolto da critica e pubblico. Questo album venne
prodotto dalla nuova L'Atomo Dischi, nata lo stesso anno come etichetta dei Punkreas. Il
successo del gruppo si confermò con le esibizioni ai Festival del Teste Vuote Ossa Rotte –
che diventerà poi Indipendent Days Festival – e al Vans Warped Tour, estendendosi poi in
tutta Italia.
Il successo e le critiche[modifica | modifica wikitesto]
Nel 2000 il gruppo pubblicò Pelle sempre su L'Atomo Dischi ma con
distribuzione Universal: grazie alla distribuzione da parte di una major l'album entrò nei
principali canali di distribuzione permettendo al gruppo di accrescere notevolmente il
proprio seguito ma attirandogli addosso parecchie critiche: sostanzialmente il gruppo
venne accusato di essersi venduto al sistema che contestava. L'album, comunque,
vendette bene, tanto che ne vengono prodotti anche tre videoclip: il primo fu quello
di Sosta, il secondo fu quello di Terzo mondo e il terzo quello di Voglio armarmi;
quest'ultimo venne interamente realizzato a cartoni animati dal noto disegnatore e
cantante dei Tre Allegri Ragazzi Morti Davide Toffolo.
Dopo tanti anni di onorata carriera, nel 2002 il batterista Mastino lasciò la band e, dopo
una collaborazione con i Vallanzaska e qualche saltuaria data insieme i Crummy Stuff, si
unisce agli n2Rage venendo sostituito da Gagno. Quell'anno uscì Falso, un album che
presentò più del solito sperimentazioni di vario genere, principalmente dovute a
commistioni tra reggae, ska e rock. Dal lavoro venne estratto il singolo Canapa, il cui video
venne inizialmente rifiutato dalle televisioni per poi esser trasmesso solo in versione
censurata in quanto mostra il gruppo piantare e far crescere una pianta di canapa.
Vennero anche girati i video delle canzoni Dividi e comanda e Toda la noche, al cui testo
ha contribuito il cantante degli spagnoli Ska-P con cui i Punkreas hanno condiviso il palco
più volte.

I Punkreas

Il disco successivo si intitolò Quello che sei e venne pubblicato nel 2005; prodotto sempre
con L'Atomo Dischi, il disco venne diffuso con un DVD extra contenente il videoclip
di Canapa e un documentario intitolato La Grande Truffa della Marijuana riproducente un
intervento di Flaco al Circolone di Legnano su un suo studio storico sull'effettivo
proibizionismo nei confronti della marijuana attuato nel secolo scorso. Il disco venne poi
ulteriormente supportato con la realizzazione di altri due videoclip: il primo fu quello
di American Dream, realizzato con la collaborazione del comico Max Pisu mentre il
secondo era quello della canzone L'uomo con le branchie, inizialmente scaricabile
gratuitamente dal sito ufficiale del gruppo.
L'album inoltre avrebbe dovuto contenere una dodicesima traccia: Ma che bel mondo è,
cover in italiano di What a Wonderful World di Louis Armstrong ma i detentori dei diritti del
pezzo originale ne vietarono la pubblicazione.
Nell'ottobre dello stesso anno uscì GE-2001, compilation pubblicata in allegato al
quotidiano Il manifesto per raccogliere fondi per i processi seguiti ai Fatti del G8 di
Genova; tra i vari artisti che parteciparono all'iniziativa ci furono anche i Punkreas figuranti
con il brano Wto.
Il presente[modifica | modifica wikitesto]
Nel maggio del 2006 la band pubblicò il primo disco dal vivo, intitolato
semplicemente Live, che il gruppo supportò con un tour estivo di 30 date che li vide
protagonisti in tutta la penisola. L'anno seguente, invece, le esibizioni live furono poche,
poiché il gruppo si stava dedicando alla composizione dei brani dell'ultimo album; nel
frattempo, però, effettuarono una collaborazione con il premio Nobel Dario Fo che
"assunse" i Punkreas come propria band nel suo intervento alla manifestazione No dal
Molin del febbraio 2007 contro la base USA a Vicenza, manifestazione chiusa poi dal
concerto degli stessi Punkreas.
Dopo un cambio di etichetta (da L'Atomo Dischi a Canapa Dischi) e un cambio di
distributore (dalla Universal alla Venus), il 4 aprile 2008 i Punkreas immettono sul mercato
la loro ultima fatica: Futuro imperfetto. Nel primo singolo Tyson Rock collaborano con la
cantante rock HeLLeR che partecipa ai cori e al videoclip per la regia di Stefano Poletti.
Verso la fine di ottobre 2008 la band ha registrato una particolare versione di Cuore
Nero (brano di Futuro Imperfetto) con l'uso di violini arrangiati da Daniele Persoglio. Viene
girato anche un video con la regia sempre di Stefano Poletti.
Il 2 dicembre 2009, durante la puntata del programma televisivo "Database" in onda
su Rock TV, Paletta e Noyse dichiarano i Falsi e Preoccupati la loro cover-Band ufficiale.
Il 4 dicembre 2009 al Fucina CONTROVENTO di Marghera parte il nuovo tour Paranoia
Domestica, nel quale il gruppo ripropone i brani dei primi tre album (Paranoia e Potere, 90-
93 ed Elettrodomestico). In occasione della prima data del "Paranoia Domestica Tour" i
Punkreas furono sostenuti da tre gruppi spalla: Gli Amanti Di Camilla, gruppo punk/ska
di Spinea (VE), Why Not Loser, gruppo punk rock di Treviso e Yokoano, gruppo rock hc
della zona milanese (il nuovo gruppo di Dani delle Porno Riviste).
Il 1º luglio 2011 i Punkreas hanno denunciato con un comunicato[1] l'aggressione con gas
lacrimogeno subita da parte di un gruppo di Carabinieri in servizio per ordine pubblico
presso l'hotel Eurostar di Nichelino (TO) dove la band alloggiava dopo un concerto. È
disponibile una videointervista a Gabriele aka Paletta, bassista del gruppo, che
ricostruisce l'episodio.
Il 31 gennaio 2012 esce l'ottavo album in studio, Noblesse oblige, che vanta molte
partecipazioni tra cui 'O Zulù delle 99 Posse.
Hanno inoltre collaborato alla realizzazione del brano "Santa Madonna", contenuto nel
disco Sig. Brainwash del giovane rapper Fedez, da sempre fan della band.
Il 12 ottobre 2014 il chitarrista Flaco annuncia il suo addio alla band con un post su
facebook.[2]
Il 16 gennaio, alla vigilia della prima data del tour al Leoncavallo di Milano, l'ex chitarrista
Flaco chiarisce la sua posizione in merito all'abbandono della band con un post su
facebook[3], in cui dichiara di essere stato estromesso dagli altri componenti per
incompatibilità caratteriale e svela l'inaspettato ingresso dello storico fonico della band,
Andrea Botti, in qualità di nuovo chitarrista. Flaco fonda a metà dello stesso anno
i flacopunx.
Per celebrare i 25 anni di attività, i Punkreas annunciano il XXV Paranoia Domestica
Tour e la ristampa dei primi quattro dischi in un cofanetto speciale[4].
Il 18 marzo 2016 il gruppo ha annunciato l'uscita, il 22 aprile, del loro decimo album in
studio intitolato Il lato ruvido (pubblicato per Rude Records, con la collaborazione de Lo
Stato Sociale, Modena City Ramblers e Shiva; proprio la scelta delle collaborazioni, ha
portato non poche critiche al gruppo da parte di parecchi fan ma, nonostante ciò, come
emerso dalle prime recensioni di altri artisti e critici e, soprattutto dai sempre fedeli fan ai
concerti, non hanno influito sul successo e sullo spirito del gruppo. Del nuovo lavoro fanno
parte dodici brani, di cui cinque sono stati accompagnati da video, disponibili sul canale
YouTube della band. Si tratta di In fuga, 800588605, Il lato ruvido, Picchia più duro,
Salta. Quest'ultimo singolo è stato pubblicato in esclusiva anche su Fanpage.it[5].
Nel 2018 il gruppo ha pubblicato due EP: Inequilibrio e Instabile, che sono poi confluiti
(con l'aggiunta di altre tre canzoni) nel loro undicesimo album, Inequilibrio Instabile, uscito
il 25 gennaio 2019.
Sempre nel 2019 collaborano con il cantante Auroro Borealo nel suo disco Adoro
Borealo interpretando insieme a lui la canzone Avrò sbagliato qualcosa.[6]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]


Attuale

• Angelo "Cippa" - voce (1989-presente)


• Paolo "Noyse" - chitarra (1989-presente)
• Andrea "Endriù" - chitarra (2014-presente)
• Gabriele "Paletta" - basso (1989-presente)
• Paolo "Gagno" - batteria (2002-presente)
Ex componenti

• Claudio "Mastino" Castelli - batteria (1989-2002)


• Fabrizio "Flaco" Castelli - chitarra (1989-2014)
Discografia[modifica | modifica wikitesto]
Album di studio[modifica | modifica wikitesto]
• 1992 - United Rumors of Punkreas
• 1995 - Paranoia e potere
• 1997 - Elettrodomestico
• 2000 - Pelle
• 2002 - Falso
• 2005 - Quello che sei
• 2008 - Futuro imperfetto
• 2012 - Noblesse oblige
• 2014 - Radio Punkreas
• 2016 - Il lato ruvido
• 2019 - Inequilibrio instabile
Album live[modifica | modifica wikitesto]
• 2006 - Punkreas Live
• 2010 - Paranoia Domestica Live
Raccolte[modifica | modifica wikitesto]
• 1997 - Punkreas 90-93
• 2019 - XXX – 1989-2019: The Best
EP[modifica | modifica wikitesto]
• 2018 - Inequilibrio
• 2018 - Instabile
Demo[modifica | modifica wikitesto]
• 1990 - Isterico
Singoli[modifica | modifica wikitesto]
• 1997 - La canzone del bosco
• 2000 - Sosta
• 2000 - Voglio armarmi
• 2000 - Terzo mondo
• 2002 - Canapa
• 2003 - Dividi e comanda
• 2003 - Toda la noche
• 2005 - American Dream
• 2005 - L'uomo con le branchie
• 2006 - La canzone del bosco (live)
• 2008 - Tyson Rock
• 2008 - Cuore nero
• 2012 - Polenta e Kebab
• 2012 - Ali di pietra
• 2019 - Sono Vivo
Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]
• 2019 - Adoro Borealo di Auroro Borealo [cantano Avrò
sbagliato qualcosa][7]

Note[modifica | modifica wikitesto]


1. ^ comunicato
2. ^ Flaco, Flaco lascia i Punkreas, su facebook.com.
3. ^ Punkreas: Flaco: sono stato messo alla porta „Punkreas: l'ex
chitarrista Flaco: «Non ho lasciato il gruppo, sono stato fatto
fuori»“, su legnano.milanotoday.it.
4. ^ 25 anni di attività per i Punkreas: tour e disco celebrativo in
vista, su sentireascoltare.com.
5. ^ Il video Salta dei Punkreas in esclusiva su Fanpage.it
6. ^ Auroro Borealo - Adoro Borealo, su Rockit.it. URL consultato l'11
maggio 2020.
7. ^ Il ritorno di Auroro Borealo non è come te lo aspetti, su Orrore
a 33 Giri, 4 aprile 2019. URL consultato l'11 maggio 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]


• Wikiquote contiene citazioni di o su Punkreas
• Wikimedia Commons contiene immagini o altri file
su Punkreas

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


• (EN) Punkreas, su Discogs, Zink Media.
• (EN) Punkreas, su MusicBrainz, MetaBrainz
Foundation.
• Il sito ufficiale del gruppo, su punkreas.net.
• Il Myspace ufficiale del gruppo, su myspace.com.

Portale Altomilanese
Categorie:
• Gruppi musicali italiani
• Gruppi musicali ska punk
• Gruppi musicali punk rock
• Gruppi musicali hardcore punk
• Gruppi musicali costituitisi nel 1989
• Gruppi musicali in attività
• Gruppi e musicisti della Lombardia
[altre]
Menu di navigazione
• Accesso non effettuato
• discussioni
• contributi
• registrati
• entra
• Voce
• Discussione
• Leggi
• Modifica
• Modifica wikitesto
• Cronologia
Ricerca
Ricerca Vai

• Pagina principale
• Ultime modifiche
• Una voce a caso
• Nelle vicinanze
• Vetrina
• Aiuto
• Sportello informazioni
Comunità
• Portale Comunità
• Bar
• Il Wikipediano
• Fai una donazione
• Contatti
Strumenti
• Puntano qui
• Modifiche correlate
• Carica su Commons
• Pagine speciali
• Link permanente
• Informazioni pagina
• Cita questa voce
• Elemento Wikidata
Stampa/esporta
• Crea un libro
• Scarica come PDF
• Versione stampabile
In altri progetti
• Wikimedia Commons
• Wikiquote
In altre lingue
• English
• Español
• Euskara
Modifica collegamenti
• Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 19 ott 2020 alle 17:56.
• Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo; possono applicarsi
condizioni ulteriori. Vedi le condizioni d'uso per i dettagli.
• Informativa sulla privacy

• Informazioni su Wikipedia

• Avvertenze

• Versione mobile

• Sviluppatori

• Statistiche

• Dichiarazione sui cookie