Sei sulla pagina 1di 8

map.geo.admin.

ch
Impiego di materiale cartografico digitale nell'insegnamento scolastico
Unità didattica 2: Differenze tra città e campagna

Dove abitiamo? Dove facciamo le nostre spese? Da dove viene l’acqua che beviamo, da dove
vengono i beni che troviamo in vendita nei negozi del nostro luogo di residenza? E a quale scopo
ci rechiamo in città, come ci arriviamo e dove trascorriamo il nostro tempo libero? Il visualizzatore
di carte map.geo.admin.ch è un'eccellente fonte di informazioni quando si tratta di dare una
risposta a queste domande. Questa unità didattica esamina le diverse situazioni abitative e di vita
delle persone in città e in campagna, le caratteristiche particolari dei diversi spazi e le relazioni
che intercorrono tra di essi. Il punto di partenza è costituito dalle esperienze territoriali fatte dagli
allievi nella propria regione di residenza e da quelle fatte in città o nelle località di vacanze.

Indice:

4. Dal piano
3. I tre moduli
1. Commento didattico 2. Obiettivo d'insegnamento
didattici
21

In collaborazione con:

Istituto di perfezionamento e consulenza


Organo di consulenza per i media digitali nelle scuole e nell'insegnamento - imedias
1 Commento didattico
1.1 Introduzione e analisi con tutta la classe
Il visualizzatore di carte map.geo.admin.ch è uno strumento complesso. Con l'aiuto dei seguenti
moduli didattici gli allievi acquisiscono tra l'altro la competenza per comprendere e utilizzare un
visualizzatore digitale di carte. L'insegnante dovrebbe prevedere tempo a sufficienza sia
nell’assegnazione di compiti che nella rappresentazione dei relativi risultati, per consentire agli
alunni di seguire le singole fasi di lavoro sul proiettore. Solo quando gli alunni avranno acquisito
una certa dimestichezza nell'utilizzo del visualizzatore di carte sarà possibile ridurre questo
lavoro di preparazione comune.

1.2 Livello scolastico


Le esperienze tratte dagli esperimenti pratici dimostrano che è possibile lavorare con il
geoportale della Confederazione a partire dalla quarta classe di scuola elementare, a
condizione però che l'insegnante dedichi molto tempo all'introduzione comune e svolga diversi
esempi insieme agli alunni. Anche ai fini dell'analisi occorre pianificare decisamente più tempo
di quanto descritto nei moduli didattici a questo livello scolastico.

1.3 Creare dei riferimenti personali


Per gli alunni le carte e i diversi livelli sono modelli astratti e di difficile comprensione. È dunque
opportuno spiegare le funzioni del visualizzatore di carte sulla base di una località conosciuta ai
bambini. La comprensione della carta risulterà loro tanto più facile se nel caso delle località
discusse si tratta del loro luogo di residenza o del tragitto casa - scuola. Idealmente, gli alunni
riescono a orientarsi al meglio sulla base di un'immagine satellitare. Così risulta loro infatti più
semplice identificare edifici o piazze conosciuti.

2 Obiettivo
Gli alunni imparano

a lavorare in modo ad analizzare,


autonomo e a sistematizzare e
riflettere collegare tra loro
criticamente su nonché a pensare
cose e situazioni. per modelli.

ad operare
confronti e a
ad orientarsi nello
riconoscere sviluppi
spazio.
quali miglioramenti
e regressioni.

Pagina 2/8
3 Moduli didattici: città e campagna
Sintesi dei moduli didattici dedicati al tema delle differenze tra città e campagna

Modulo didattico Livello Tempo


scolastico previsto

1 Vivere in città – vivere in campagna 5. / 6. 1 ora

Gli allievi hanno il compito di riflettere sul loro attuale luogo


di residenza. Si tratta di riconoscere che esistono
differenza tra una città, un'agglomerazione e una zona di
campagna.

2 Sviluppo urbano e rurale - confronto storico 5. / 6. 1 ora

Gli allievi confrontano il materiale cartografico storico con


le carte attuali e scoprono i diversi sviluppi intervenuti nel
loro luogo di residenza e nella città a loro più vicina.

Pagina 3/8
1 Vivere in città – vivere in 5./6. 1 ora
campagna

Gli allievi hanno il compito di riflettere sul loro attuale luogo di residenza.
Esercizio
Si tratta di riconoscere che esistono differenze tra una città,
un'agglomerazione e una zona di campagna. Queste considerazioni
possono essere quindi visualizzate con map.geo.admin.ch. Vengono
così tematizzate le differenze in termini di insediamento, impatto fonico,
tempo di percorrenza o densità dell’occupazione. Gli allievi discutono le
principali differenze esistenti tra città e campagna, i vantaggi e svantaggi
delle due forme di vita nonché le reciproche interrelazioni.

Competenze Gli allievi:


 conoscono le differenze tra città e campagna, i rispettivi ambiti di
competenze e le differenti modalità di funzionamento.
 sanno indicare oggettivamente vantaggi e svantaggi e operare
confronti senza assegnare giudizi di valore.
 comprendono che Internet può servire da fonte di informazione,
senza tuttavia sostituire altri mezzi di informazione analoghi.

1. Attivare le conoscenze preliminari – eventualmente a titolo di


Svolgimento
preparazione a casa
a. Gli allievi riflettono sulla loro attuale situazione abitativa e
sul loro rapporto con la città e/o con la campagna. Vivono
in una città o piuttosto in campagna?
b. Interviste a persone che vivono in campagna o in città.

2. L'insegnante utilizza il visualizzatore di carte per visualizzare le


differenze tra città e campagna nell'ambito di un modulo tematico.

3. Gli allievi riflettono sui vantaggi e gli svantaggi che una vita in
città o in campagna può offrire. Perché alcune persone
preferiscono vivere in città ed altre in campagna?

4. I risultati così ottenuti vengono raccolti e possono essere quindi


visualizzati ed interpretati con l'ausilio del visualizzatore di carte.

5. A questo scopo l'insegnante distribuisce agli allievi un modello di


carta, disponibile al seguente indirizzo:
http://s.geo.admin.ch/39953bc8f o sotto forma di QR Code1.

6. La carta contiene i layer seguenti (tratti dal blocco tematico ARE)


e può essere adeguata a seconda dell'utilizzo desiderato2:
a. tipologia di Comune: classificazione dei comuni in
funzione di diverse tipologie di paesaggio
b. densità della popolazione
c. densità dell’occupazione
d. tempo di percorrenza verso i centri con i mezzi pubblici
e. traffico viaggiatori: traffico annuale sulle reti stradali
f. altre carte interessanti (p.es. rumori stradali) sono
disponibili al seguente link:
http://s.geo.admin.ch/95a76f89e

1 cfr. il documento ausiliario al capitolo 6


2 cfr. il documento ausiliario al capitolo 3

Pagina 4/8
7. Gli allievi iniziano ad analizzare le differenze tra città e
campagna, dapprima senza impiego dei layer. In questo contesto
essi utilizzano anche immagini aeree (cfr. anche l'unità didattica
1: "Conoscere map.geo.admin.ch"). I risultati vengono registrati
per iscritto (alla lavagna, sul quaderno per appunti o su un foglio
di lavoro).

8. I layer possono essere ora utilizzati dagli allievi per confermare o


confutare le loro considerazioni relative alle differenze tra città e
campagna.
 Computer o tablet con accesso a Internet
Materiali
 Proiettore
ev. app di scansione dei codici QR

Buono a sapersi  La piattaforma didattica di Zeit-Online offre una vasta selezione di


materiale didattico sull'argomento. È disponibile al seguente link:
http://blog.zeit.de/schueler/2011/09/12/stadt-land-
siedlungsstruktur/

 Le sottili differenze tra città e campagna rappresentate in forma


grafica: www.doka.ch/BeobachterNaturStadtLandDoka.pdf

 Sul sito Internet dell'Ufficio federale di statistica è disponibile


dell'altro materiale cartografico che fornisce geoinformazioni
supplementari per la rappresentazione delle differenze tra città e
campagna. Il materiale è disponibile al seguente link:
http://www.bfs.admin.ch/bfs/portal/de/index/regionen/thematische
_karten/maps.html

 Differenze tra città e campagna nella politica:


http://www.swissinfo.ch/ger/politik_schweiz/Stadt-
Land,_der_Graben,_der_die_Schweiz_entzweit.html?
cid=33717334
 L'insegnante può assegnare ad un gruppo il compito di fingersi
Altre idee
abitanti di una città e ad un altro quello di fingersi residenti in
campagna. Entrambi i gruppi devono raccogliere degli argomenti
per avvalorare l'importanza della propria regione di residenza ed
esporre le proprie idee all'altro gruppo nell’ambito di un dibattito.

 Rappresentanti delle città e della campagna (metodo


dell'acquario)

Pagina 5/8
2 Sviluppo urbano e rurale - 5./6. 1 ora
confronto storico

Gli allievi confrontano carte attuali con del materiale cartografico storico
Esercizio
e scoprono così i diversi sviluppi avvenuti nel loro luogo di residenza o
nella città a loro più vicina (p.es. nell'ambito di un'escursione). Cercano
spiegazioni basate sul tema d'insegnamento del momento, ad esempio
l'industrializzazione. Essi esaminano inoltre la nascita graduale della città
o del paese sulla base di foto o testi storici e sono in grado di
catalogarla/o geograficamente con l'aiuto del visualizzatore di carte.
Riflettono sull'ulteriore andamento di questo sviluppo e sul modo in cui
esso potrebbe ripercuotersi sul rapporto tra città e campagna.

Competenze Gli allievi:


 sono in grado di illustrare i processi di cambiamento storici nelle
regioni di residenza e nei paesaggi;
 sono in grado di spiegare perché questi sviluppi hanno luogo in
modo diverso nelle città e nelle regioni di campagna;
 conoscono la genesi del proprio paese e sono in grado di
descriverla con l'aiuto di diversi media;
 sono in grado di confrontare tra loro carte di diverso tipo.

1. L'insegnante tratta la storia del paese, del comune o della città da


Svolgimento
cui provengono gli allievi (ad esempio attraverso un viaggio nel
tempo nel villaggio o un’intervista ai nonni) durante le lezioni.

2. Con l'aiuto del visualizzatore di carte e della funzione di


confronto1, gli allievi hanno la possibilità di ripercorrere questo
sviluppo. Informazioni sulla funzione:
http://s.geo.admin.ch/cfd72077d

3. Sul lato sinistro della carta si trova la carta Dufour, sul lato destro
la carta attuale in bianco e nero.

4. Gli allievi acquistano prima di tutto dimestichezza con il cursore.


Cercano l'edificio della loro scuola e da lì partono alla scoperta
delle due carte, osservando le differenze.

5. L'insegnante ha la possibilità di stampare preliminarmente le


vecchie carte2. Gli allievi hanno il compito di completare queste
vecchie carte con elementi tratti dalla nuova carta (p.es.
tracciando i confini della città di ieri e di oggi).

6. Gli allievi cercano di motivare insieme all'insegnante le scoperte


fatte. Chiedono informazioni sull'epoca in cui è nata la carta
Dufour.

7. L'insegnante porta agli allievi fotografie di ieri e di oggi della città


o del paese trattato. Gli allievi cercano i luoghi fotografati sulla
carta.

1 cfr. il documento ausiliario al capitolo 4.2


2 cfr. il documento ausiliario al capitolo 7

Pagina 6/8
 Computer o tablet con accesso a Internet
Materiali
 Proiettore

Buono a sapersi  Maggiori informazioni sulla carta Dufour:


http://www.swisstopo.admin.ch/internet/swisstopo/de/home/topics
/geodata/historic_geodata/ma_col/duf_map.html

 La piattaforma didattica di Zeit-Online offre una vasta selezione di


materiale didattico sull'argomento. È disponibile su:
http://blog.zeit.de/schueler/2011/09/12/stadt-land-
siedlungsstruktur/

Altre idee  Estendere le differenze alla carta Siegfried.

 swisstopo offre inoltre un'opera cartografica utilizzabile per un


viaggio nel tempo.
Grazie ad essa è possibile osservare al rallentatore del materiale
cartografico storico. In tal modo è possibile ripercorrere in modo
particolarmente incisivo i cambiamenti intervenuti nel paesaggio.
Disponibile su: http://map.swisstopo.admin.ch
o Esempio 1: Piana di Magadino: da paesaggio paludoso a
zona industriale. Confronto della carta Dufour del 1858 e
della Carta nazionale 1:100'000: influenza della
correzione del fiume. http://s.geo.admin.ch/ff622f531
o Esempio 2: L'Isola di San Pietro, una penisola? Nel corso
della prima correzione delle acque del Giura (1868-1891)
il livello del lago si è abbassato e l'isola si è trasformata in
una penisola. La costruzione del canale di Hagneck
diventa ben visibile. http://s.geo.admin.ch/609382c04

Pagina 7/8
4 Dal piano d'insegnamento 21
I primi Cantoni intendono basare l’attività di insegnamento sul nuovo piano d'insegnamento 21
(LP21) a partire dal 2015. L'obiettivo del piano d'insegnamento è l'armonizzazione delle scuole.
Per illustrare l'attualità e la rilevanza dei moduli didattici descritti sopra, sono stati evidenziati di
seguito alcuni punti tratti dal piano d'insegnamento 21, considerati rilevanti ai fini della tematica.

Gli allievi:

sono in grado di fornire informazioni, con


sono in grado di esplorare e
l'aiuto di immagini, testi e carte, in merito
documentare, nell'ambiente
alle forme di sfruttamento di diversi
più ristretto e in quello più
paesaggi da parte delle persone e di
esteso, in quanti modi diversi
formulare ipotesi sul perché gli spazi
abitano, lavorano e viaggiano
vengono sfruttati e configurati in modi
le persone nonché di operare
tanto diversi (p.es. città - agglomerazione -
confronti a questo riguardo
campagna, regioni pianeggianti - regioni di
(p.es. tra città e campagna).
montagna).

sono in grado di operare


confronti sul modo di spostarsi
e sul traffico di ieri e di oggi, di
descrivere i cambiamenti
intervenuti e di valutare le
conseguenze per la natura e la
qualità della vita delle persone.

Pagina 8/8