Sei sulla pagina 1di 8

“Nessuno è perfetto neanche io” (L’imperfetto)

Tempo IMPERFETTO
Modo INDICATIVO

Si tratta di un tempo ereditato direttamente dal


latino, in cui si chiamava imperfectum,
1] Esempio di imperfetto latino per il verbo cantare:
cantabam, cantabas, cantabat, cantabamus,
cantabatis, cantabant.

Il cambiamento di /b/ a /v/ che caratterizza il


passaggio dal latino all'italiano è la lenizione della -b-
latina compresa tra due vocali.
A CHE SERVE? QUANDO LO USO?

L’imperfetto è un tempo verbale molto usato


dagli italiani, è quindi importante capire
bene quando si usa e come si coniuga.
Descrive un’azione del passato in modo
generico.SI ENFATIZZA L’AZIONE, MA NON IL
MOMENTO preciso in cui si svolge.
E’ tipicamente utilizzato per l'aspetto
descrittivo della frase. Indica anche
situazioni irreali, di sogno, di gioco,
temporalmente non definite (ho sognato che
andavamo in Africa)
Il tempo imperfetto si usa per:
1: esprimere, raccontare un’azione che si
ripeteva abitualmente nel passato: l’anno
scorso andavo in piscina tre volte alla
settimana.
2:descrivere condizioni o stati (atmosferici,
fisici, emotivi) e raccontare situazioni nel
passato: la giornata era bella, splendeva il
sole, ma faceva freddo; quando ero piccola
avevo lunghi capelli biondi.
3: esprimere nel passato azioni in corso,
interrotte da altre in un momento preciso:
leggevo un libro, quando è arrivata Maria;
mentre venivo a scuola, ho incontrato tuo
fratello. IMPERFETTO CON PASSATO
PROSSIMO.
Come si forma?
Il morfema grammaticale caratterizzante
dell’imperfetto è
av (are)- ev (ere)- iv(ire)

CONIUGAZIONE DELL’INDICATIVO IMPERFETTO Verbi regolari

Vediamo prima di tutto come si coniuga, osserva la tabella:

giocare temere sentire


io giocavo io temevo io sentivo
tu giocavi tu temevi tu sentivi
Egli lui-lei giocava Egli lui-lei temeva Egli lui-lei sentiva
noi giocavamo noi temevamo noi sentivamo
voi giocavate voi temevate voi sentivate
loro giocavano loro temevano loro sentivano
Imperfetto vs passato Prossimo
Imperfetto: non descrive in maniera perfetta,
puntuale ma generica
Contiene un solo messaggio:
Descrive l’azione al passato: Ieri sera
guardavo la televisione
Un’azione al passato non completa e definita

Il passato prossimo
Contiene 2 messaggi:
L’azione è passata
L’azione è completa
Es: ieri sera ho guardato la televisione per
due ore.
1)Esprime nel passato azioni in corso, interrotte
da altre in un momento preciso espresse al
passato prossimo. Es: Mentre Carlo leggeva,
Maria ha suonato alla porta

2) Il verbo all’imperfetto indica una situazione


mentre il passato prossimo indica un’azione
compiuta. Es. Giulia ha spento l’aria condizionata
perché aveva freddo.

3)Il verbo al passato prossimo indica un’azione


compiuta mentre il verbo all’imperfetto indica
un’azione in corso. Es: Quando il professore è
entrato in classe, gli studenti scrivevano al
computer
Immagini . Due quadri di Manet