Sei sulla pagina 1di 2

Corso di laurea in Scienze azienda (canale A-D) - STATISTICA CORSO BASE

Prof. F.M. Sanna A.a. 2019-20 - I semestre CFU 9

Obiettivi del corso:


Fornire agli studenti le conoscenze di base della Statistica descrittiva ed una introduzione alla Statistica
inferenziale.
Programma del corso:
1. Definizione e cenni storici.
2. Nozioni introduttive: collettivo statistico, unità statistica, caratteri e modalità. Distribuzione unitaria e di
frequenze. Frequenze cumulate. Distribuzioni in classi.
3. Rappresentazioni grafiche. Funzione di ripartizione empirica e sua rappresentazione grafica.
4. Introduzione al concetto di media: medie analitiche e medie lasche. La media aritmetica e sue proprietà.
Media aritmetica per distribuzioni di frequenze e in classi. Moda, mediana e quantili. Calcolo della
moda, della mediana e dei quantili per le distribuzioni di frequenza e in classi. Criteri di scelta tra medie
e generalizzazione del concetto di media.
5. Indici di variabilità: scostamenti semplici medi, deviazione standard e varianza. Scomposizione della
devianza. Calcolo della varianza per distribuzioni di frequenza e in classi. Coefficiente di variazione.
Campo di variazione. Differenza interquartile. Il box plot. La concentrazione e sue misure: curva di
Lorenz e indice di Gini per dati unitari. Eterogeneità.
6. La simmetria e misure di asimmetria.
7. Numeri indici semplici e complessi.
8. Distribuzioni doppie. Indipendenza assoluta, dipendenza perfetta e misure della dipendenza.
Indipendenza in media e misura del grado di dipendenza in media. Indipendenza lineare e misura del
grado di associazione lineare.
9. Introduzione alla regressione. Il metodo dei minimi quadrati. Determinazione dei coefficienti della retta
di regressione. Bontà di adattamento della retta ai dati e indice di determinazione lineare.
10. Introduzione alla probabilità. Eventi casuali e spazio degli eventi. Definizioni di probabilità.
Assegnazione delle probabilità agli eventi. Principali teoremi sulle probabilità. Probabilità condizionata
e indipendenza. Il teorema di Bayes.
11. Introduzione alle variabili aleatorie. Variabili aleatorie discrete e continue e funzione di ripartizione.
Valore atteso e varianza di variabili aleatorie.
12. Alcuni modelli probabilistici discreti: la distribuzione di Bernoulli e la distribuzione binomiale. Cenni
alla distribuzione di Poisson e alla distribuzione ipergeometrica.
13. La distribuzione normale e l’uso delle tavole. Altre variabili aleatorie continue (cenni).
14. La legge dei grandi numeri e il teorema del limite centrale.
15. Popolazione e campione. Introduzione alle distribuzioni campionarie.
16. La distribuzione della media campionaria. Cenni di teoria della stima e proprietà degli stimatori.
17. Introduzione agli intervalli di confidenza. Intervalli di confidenza per la media di una popolazione
normale con varianza nota o incognita. Intervalli di confidenza per la media di una popolazione
qualsiasi nel caso di grandi campioni. Intervalli di confidenza per una proporzione nel caso di grandi
campioni.
18. Introduzione alla verifica di ipotesi e tipologie di errore. Verifica di ipotesi per la media di una
popolazione normale con varianza nota o incognita. Verifica delle ipotesi per la media di una
popolazione qualsiasi e per una proporzione nel caso di grandi campioni.
19. Il chi-quadro come test di indipendenza.

Testo consigliato:
S. Borra e A. Di Ciaccio, Statistica, McGraw-Hill, 3a ed. (2014), capitoli da 1 a 17, con le seguenti
esclusioni ed integrazioni:
- esclusioni: § 3.4, teorema di Markov nel § 4.4, indice nel § 6.6, § 6.7, cap. 7, § 9.7.1, § 9.8.1, § 9.8.5,
tutte le parti del § 9.9 che riguardano le v.c. doppie continue, § 11.9, § 12.6, § 13.8, § 14.4, § 14.5, cap. 15,
§ 16.6,. Inoltre, nel cap. 9, delle v.c. χ2 (§ 9.8.3) e t (§ 9.8.4) deve essere conosciuto solo l’utilizzo; del cap.
17 devono essere studiati solo i §§ 17.5 e 17.6.
- integrazioni: il testo va integrato con i materiali disponibili on line sulle medie, sui numeri indici dei prezzi
al consumo nella pratica ISTAT e sulla v.c. ipergeometrica.
Trattandosi di corso istituzionale, lo studente potrà peraltro fare riferimento a qualunque manuale
universitario di Statistica che tratti i temi previsti nel programma.
Per esercitarsi, sono disponibili on line sulla pagina web del docente numerosi testi di esercizi d’esame,
proposti nel corso degli anni.
Orario delle lezioni:
Lunedì ore 16-18, martedì ore 16-18, mercoldì ore 14 – 16. Le lezioni si tengono in aula II, a partire dal 23
settembre 2019.
Orario di ricevimento:
Durante il periodo delle lezioni, il prof. Sanna riceve gli studenti il lunedì e il martedì dopo la lezione, dalle
18 alle 19; dopo il termine delle lezioni, l’orario di ricevimento sarà il lunedì dalle 11 alle 13.
Il ricevimento è sospeso nei giorni di esame di Statistica, nei giorni di chiusura della Facoltà, durante le
vacanze natalizie e pasquali e dal 20 luglio al 31 agosto 2020.
Calendario degli esami per l’anno solare 2020:
I periodo degli esami: 8 gennaio 4 febbraio
II periodo degli esami: 9 giugno 3 luglio
III periodo degli esami: 9 settembre.
I periodo straordinario (appello riservato agli studenti fuori corso e alle altre categorie speciali previste dalla
Facoltà): 16 aprile
II periodo straordinario (appello riservato agli studenti fuori corso, ai laureandi e alle altre categorie speciali
previste dalla Facoltà): 22 ottobre
Tutte le date degli appelli ordinari si riferiscono alla prova scritta. La prova orale si svolge, di norma, circa 7
giorni dopo la prova scritta. Non sono previsti esoneri in corso d’anno.
Negli appelli ordinari, l'esame si articola in una prova scritta ed una orale. La prova scritta verte su tutti gli
argomenti del programma effettivamente svolto ed è divisa in due parti: la prima comprende domande
teoriche e/o quesiti, la seconda esercizi. Il mancato raggiungimento della sufficienza nella prima parte
(quella di teoria) preclude la possibilità di superare l’esame. Durante la prova scritta gli studenti possono
avvalersi esclusivamente di strumenti di calcolo (esclusi i PC) e di tavole statistiche. E’ ESCLUSA LA
POSSIBILITA’ DI CONSULTARE LIBRI E/O APPUNTI/FORMULARI PERSONALI. Alla prova
orale sono ammessi gli studenti che, nella prova scritta, abbiano riportato almeno la sufficienza nella parte
teorica e un punteggio complessivo non inferiore a 16/30; la prova orale è facoltativa per gli studenti che,
nella prova scritta, abbiano riportato un punteggio non inferiore a 18/30. In ogni caso, la prova orale potrà
comportare un incremento/decremento del voto riportato nella prova scritta non superiore a 4 punti.
Negli appelli straordinari, le modalità di accertamento del profitto potranno essere differenti da quelle
previste per gli appelli ordinari e riportate nel presente programma. Delle eventuali differenti modalità di
svolgimento dell’appello verrà data tempestiva comunicazione agli studenti.
Per sostenere l’esame occorre prenotarsi, tramite la procedura Infostud; le prenotazioni per gli appelli
ordinari si chiudono improrogabilmente quattro giorni prima della data fissata per la prova scritta, quelle per
gli appelli straordinari si chiudono invece dieci giorni prima della data fissata per l’inizio dell’appello (al fine
di poter comunicare tempestivamente agli studenti l’eventuale differente forma di accertamento del profitto).