Sei sulla pagina 1di 6

2

Giovani e merito: le
ultime novità in Legge
di Bilancio

3
n°2 - FEBBRAIO 2019
Boehringer Ingelheim
Italia: “Innovazione e

Formazione 4.0: cosa cambia dialogo sono la formula


vincente del nostro
per il 2019 welfare aziendale”

La proroga del credito d’imposta, prevista nell’ultima Legge


di Bilancio, conferma l’importanza degli investimenti nel
5
Microimprese italiane:
capitale umano e li favorisce proprio nelle PMI 10 milioni di euro
dall’UE

6
Nasce MADE, l’hub che
sostiene la digital
transformation
delle Piccole Medie
Imprese

sarà più unica, uguale per tutte le impre-


se, ma sarà differenziata in favore delle
La Legge di Bilancio 2019 conferma la possibilità per le impre- imprese più piccole. La manovra sostiene e incoraggia le Pmi
se di usufruire delle agevolazioni fiscali, erogate sotto forma che scelgono di investire nella formazione digitale dei propri di-
di credito d’imposta, per le spese di formazione del personale pendenti. La formazione del personale è un fattore chiave non
dipendente nel settore delle tecnologie abilitanti del Piano nazio- solo per creare un ambiente di lavoro stimolante, ma ne ha bi-
nale Impresa 4.0. La misura è stata prorogata per un altro anno. sogno l’azienda per affrontare le sfide imposte dall’innovazione
L’agevolazione si applica così anche alle spese di formazione tecnologica e dai repentini cambiamenti del mercato del lavoro.
sostenute nel periodo dall’1 gennaio al 31 dicembre 2019. Restano ammissibili al credito d’imposta solo le attività di for-
Possono fruire dell’agevolazione tutte le imprese residenti in Ita- mazione svolte per acquisire o consolidare le conoscenze delle
lia, indipendentemente dall’attività economica esercitata, com- tecnologie abilitanti previste dal Piano nazionale, ad esempio
prese la produzione primaria di prodotti agricoli, la pesca e l’ac- big data e analisi dei dati, cloud e fog computing, cyber securi-
quacoltura, dalla natura giuridica, dal sistema di determinazione ty, sistemi cyber-fisici, prototipazione rapida, sistemi di visualiz-
del reddito ai fini fiscali, dal regime contabile e dalla dimensione. zazione e realtà aumentata, robotica avanzata e collaborativa,
Sono esclusi i professionisti. interfaccia uomo macchina, manifattura additiva, internet del-
Quali sono le ultime novità introdotte? Cambiano la misura del le cose e delle macchine e integrazione digitale dei processi
beneficio e l’importo massimo fruibile da ciascuna impresa. aziendali.
Il credito è attribuito alle piccole imprese nella misura del 50% Non si considerano attività ammissibili la formazione ordinaria o
(anziché del 40%) e resta ferma la misura del 40% per le medie periodica organizzata dall’impresa per conformarsi alla norma-
imprese, entro un limite massimo di spesa annuale di 300 mila tiva vigente in materia di salute e sicurezza sul luogo di lavoro,
euro. Mentre viene ridotta al 30% per le grandi imprese, nel limi- di protezione dell’ambiente e a ogni altra normativa obbligatoria
te massimo annuale di 200 mila euro. L’agevolazione quindi non in materia di formazione.

1
L’agevolazione può
essere richiesta anche
per i contratti che
si trasformano da
tempo determinato a
indeterminato, sempre
nel periodo che va dal
1° gennaio 2019 al 31
dicembre 2019

Giovani e merito: le ultime novità in Legge di


Bilancio
Nuova agevolazione contributiva per le imprese che assumono i laureati e i dottori di
ricerca “eccellenti”. I datori di lavoro possono beneficiare dell’esonero dal versamento
dei contributi previdenziali dovuti, ad esclusione di premi e contributi INAIL
tasso di occupazione del 58,8%, livello più alto da aprile 2008,
quando era pari al 58,9%.
Ma a chi è rivolto l’incentivo per i “giovani eccellenti”? Ai da-
tori di lavoro che assumono le nuove generazioni di laureati e
ai dottori di ricerca, i quali possono beneficiare dell’esonero dal
versamento dei contributi previdenziali dovuti, ad esclusione di
premi e contributi INAIL.
Nello specifico, l’incentivo riguarda le seguenti categorie di gio-
vani:
• quelli in possesso della laurea magistrale, ottenuta nel periodo
compreso dal 1° gennaio 2018 al 30 giugno 2019 con una vota-
zione pari a 110 e lode entro la durata legale del corso di studi,
prima del compimento del trentesimo anno di età, in università
statali e non statali legalmente riconosciute, italiane o estere
se riconosciute equipollenti in base alla legislazione vigente in
materia;
Arriva per il 2019 un incentivo che vuole favorire l’assunzione • quelli con un dottorato di ricerca, conseguito nel periodo tra il
stabile di ragazzi che hanno da poco concluso il loro percorso 1° gennaio 2018 e il 30 giugno 2019, prima del compimento del
accademico. L’obiettivo è premiare il merito con un esonero trentaquattresimo anno di età, in università statali e non statali
contributivo per i datori di lavoro che credono nei giovani talenti. legalmente riconosciute italiane o estere se riconosciute equi-
Tra le tante novità della Legge di Bilancio (Legge n.145/2018), pollenti in base alla legislazione vigente in materia.
l’incentivo 2019 per i “giovani eccellenti” è tra i cambiamenti tan- L’esonero, valido per tutto il 2019, è rivolto alle assunzioni a
to attesi soprattutto perché si pone l’obiettivo di incentivare l’as- tempo indeterminato anche a tempo parziale - caso in cui l’im-
sunzione stabile di ragazzi che hanno terminato con successo il porto sarà ridotto - ed è possibile usufruirne per 12 mesi, entro il
loro percorso universitario. limite di 8mila euro. L’agevolazione può essere richiesta anche
Insieme all’incentivo rivolto agli under35 (valido anche per gli per i contratti che si trasformano da tempo determinato a inde-
anni 2019 e 2020) e ai Bonus per le assunzioni nel Mezzogiorno terminato, sempre nel periodo che va dal 1° gennaio 2019 al 31
e dei NEET (Not in education, employment or training) iscritti dicembre 2019.
al Programma Garanzia Giovani, questa misura risulta essere Ci sono però delle limitazioni: sono esclusi i rapporti di lavoro
un’altra grande opportunità per il nostro Paese e più in generale domestici e i datori di lavoro privati che abbiano proceduto a
per l’importante obiettivo della stabilizzazione di numerosi posti licenziamenti individuali per giustificato motivo oggettivo o a li-
di lavoro. La strada da percorrere è ancora lunga, ma i recenti cenziamenti collettivi nell’unità produttiva dove viene assunto il
dati Istat hanno già confermato un aumento dell’occupazione giovane, nei dodici mesi precedenti. Non sono, inoltre, conside-
dello 0,9% - pari a 202mila unità in più - a dicembre 2018, ri- rati validi ai fini del beneficio, i titoli conseguiti presso le univer-
spetto allo stesso mese dello scorso anno, registrando così un sità telematiche.

2
Puntiamo alla
responsabilizzazione del
singolo e alla diffusione di
una leadership partecipativa
(intesa come capacità di
coinvolgere tutti i lavoratori),
per questo il nostro welfare
nasce dal dialogo

Boehringer Ingelheim Italia: “Innovazione e


dialogo sono la formula vincente del nostro
welfare aziendale”
Dai servizi “salva tempo” fino allo smart working. La multinazionale farmaceutica offre
diversi benefit e strumenti di sostegno. Quali sono e come nascono lo spiega Antonio Barge
di azioni tra loro coerenti: dalla semplificazione – in-
tesa come riduzione delle procedure formalizzate -
alle iniziative di welfare aziendale e di promozione
della diversità.
Proprio in tema di welfare quanto è innovativo il
vostro approccio?
Puntiamo alla responsabilizzazione del singolo e alla
diffusione di una leadership partecipativa (intesa co-
me capacità di coinvolgere tutti i lavoratori), per que-
sto il nostro welfare non è calato dall’alto ma nasce
dal dialogo. Un dialogo che avviene sia con le RSU
delle diverse sedi che con il personale. Un’iniziativa
realizzata proprio grazie a un progetto di leadership
partecipativa è quello dei servizi “salva tempo” che
vuole sgravare i nostri collaboratori dalle piccole in-
Con 50mila collaboratori e un fatturato netto di oltre 18 miliar- combenze quotidiane, come pagare una bolletta o portare i ve-
di di euro nel 2017, la multinazionale farmaceutica Boehringer stiti in lavanderia. Inoltre, nel corso degli anni, abbiamo ricevuto
Ingelheim si colloca tra le prime venti aziende nel suo settore. diversi input da workshop e da focus group appositamente co-
In Italia, il Gruppo conta 890 collaboratori, tre sedi: Milano, For- stituiti per fornire altri spunti sulle misure che potevano arricchi-
novo San Giovanni (BG) e Noventa Padovana (PD). E anche re il nostro sistema di welfare.
qui la mission è quella di creare valore attraverso l’innovazione, Ponete molta attenzione alla conciliazione dei tempi di vita
ponendo sempre al centro la persona. Ciò prende forma in mol- e lavoro. Quali sono i progetti dedicati ai neogenitori?
teplici azioni rivolte ai loro collaboratori che hanno portato l’a- Già dal 2006 abbiamo deciso di realizzare un’iniziativa pioneri-
zienda ad essere certificata tra le “Top Employer Europe 2019” stica che potesse favorire il rientro in ufficio dopo un congedo di
e “Top Employer Italia 2019”. Ne abbiamo parlato con Antonio maternità o paternità. Si tratta del progetto “Genitori al Lavoro”
Barge, Head of HR. che offre un sostegno psicologico non solo ai dipendenti che
“Valore attraverso l’innovazione” è il claim che spiega la devono affrontare questa nuova fase della loro vita, ma altresì
vostra missione. Come si traduce nell’HR management? ai loro capi. Questi ultimi sono aiutati a comprendere le nuove
Vogliamo essere un’azienda che lavora per la salute investendo esigenze del loro collaboratore, tarando così le loro richieste.
in una ricerca e sviluppo che migliori la loro qualità di vita. Pen- Raggiungere un equilibrio per un neogenitore non è semplice,
siamo che per raggiungere questo obiettivo sia fondamentale come non lo è per un manager dover fare a meno di una risorsa
adottare lo stesso approccio anche per gestire i collaboratori e per lungo tempo. Cerchiamo di aiutare entrambe le parti tramite
proprio su questo abbiamo sviluppato il nostro sistema di ge- il dialogo.
stione delle risorse umane. Il concetto di “persona al centro” si Abbiamo, poi, attivo un asilo nido aziendale che si caratterizza
declina in molteplici sfaccettature che compongono un insieme per essere aperto anche alla cittadinanza. Tale approccio ha

3
Nel mese di settembre
prima della riapertura delle
scuole, i dipendenti possono
portare in ufficio i loro
bambini che sono affidati a
un’agenzia specializzata che
si occupa di loro negli spazi
appositamente attrezzati

permesso di diminuire le rette e mantenere al contempo un’alta quantitativi al suo utilizzo e interessa tutti i livelli della gerarchia
qualità del servizio. Tra l’altro, l’idea nasce proprio da un’esigen- aziendale, ad eccezione di chi lavora su turni o su impianti; po-
za dei dipendenti che avevano fatto presente quanto fosse im- niamo, ad esempio, gli analisti di laboratorio che hanno bisogno
portante contemperare l’aspetto economico con quello qualitati- di microscopi e strumenti tecnici avanzati non trasportabili.
vo. Non da ultimo, nel mese di settembre prima della riapertura Lo smart working stravolge il modo di rivedere l’organizzazione.
delle scuole, i dipendenti possono portare in ufficio i loro bam- Il lavoro per obiettivi non è però una novità per la nostra azien-
bini che sono affidati a un’agenzia specializzata che si occupa da, abituata a un approccio responsabilizzante.
di loro. I ragazzi giocano, si divertono e imparano negli spazi Avete ricevuto feedback positivi in termini di produttività e
appositamente attrezzati per ospitarli in quei giorni. L’azienda si benessere aziendale?
colora e ne beneficia il clima generale. Il nostro personale è molto soddisfatto perché è più semplice,
Avete in cantiere altre iniziative simili per i caregiver fami- in questo modo, armonizzare i propri impegni personali con il
liari? lavoro. I prossimi passi saranno rivolti alla diffusione di una cul-
Abbiamo riconosciuto, nell’ultimo piano di welfare, 24 ore di per- tura aziendale che favorisca questo nuovo approccio al lavoro.
messo annuali supplementari proprio a coloro che hanno tali Dobbiamo proseguire il lavoro soprattutto con il middle mana-
necessità. È, inoltre, attivo il servizio “Ausilia” che permette di gement, migliorando le loro capacità di delegare, pianificare e
entrare in contatto con degli assistenti sociali. Viene offerto, ad aprirsi al cambiamento.
esempio, un supporto nel disbrigo di aspetti burocratici come la Innovazione sì ma anche sostenibilità. Cos’è il mobility ma-
richiesta dei permessi previsti dalla Legge 104/90. Sicuramente, nagement che avete messo in pratica nella vostra azienda?
offrire ancora qualcosa di più è uno degli obiettivi che abbiamo La sostenibilità è uno dei nostri valori e cerchiamo di fornire so-
in cantiere. luzioni per disincentivare l’utilizzo dell’auto propria. È attivo un
Come viene declinata la flessibilità? In particolare, quando servizio di navetta che collega la nostra sede milanese con la
e come è iniziata la vostra esperienza di smart working? fermata metro più vicina. Sono previsti, poi, sconti e forme di ra-
Orari flessibili e telelavoro sono parte della nostra organizza- teizzazione sull’acquisto degli abbonamenti per i mezzi pubblici
zione già da tempo. Ad esempio, l’adozione del telelavoro è av- (urbani e non). Da ultimo in ordine di tempo, abbiamo pensato
venuta diciotto anni fa. Sono, poi, quattro anni che abbiano at- di fornire un rimborso a coloro che utilizzano il servizio di bike
tivo lo smart working che è stato introdotto, prima della legge sharing comunale.
sul tema (ndr Legge 81/2017), come un’iniziativa manageriale. E per il futuro?
All’inizio, era stato previsto un “portafoglio di ore” legato all’in- Abbiamo in mente une nuove iniziative che punteranno a dare
quadramento. C’eravamo preoccupati, inoltre, di garantire una un valore aggiunto al tempo libero dei nostri collaboratori. Non
particolare copertura assicurativa. Dopo l’entrata in vigore della posso dire di più ma siamo certi che sarà una piacevole sorpre-
norma, è stato siglato un accordo sindacale che non pone limiti sa per loro.

4
Le realtà aziendali coinvolte
beneficeranno di un
finanziamento a tasso di
interesse ridotto rispetto
alla normalità e non
dovranno fornire particolari
garanzie reali

Microimprese italiane: 10 milioni di euro dall’UE


La Comunità Europea promuove sempre più i valori dell’inclusione sociale, con
l’obiettivo di creare nuova occupazione in tutto il Continente. Priorità nell’erogazione
dei prestiti a donne, giovani e startup
questa misura ovvero sostenere tutte quelle im-
prese che spesso riscontrano numerose difficoltà
nell’accesso al credito bancario.
Le risorse a disposizione potranno essere investi-
te per avviare o espandere la propria attività, in-
centivando così anche la realizzazione e lo svilup-
po delle proprie idee imprenditoriali, attraverso un
percorso virtuoso di autoimprenditorialità locale.
Con questa operazione inoltre, la Comunità Euro-
pea intende promuovere sempre più i valori dell’in-
clusione sociale, con l’obiettivo di creare nuova oc-
cupazione in tutto il Continente.
Anche per questo, la priorità nell’erogazione dei
prestiti verrà data a donne, giovani e startup (so-
prattutto se innovative). Non a caso, la Commis-
sione sta rafforzando proprio in questi mesi la “so-
“Costruire un’Unione Europea più inclusiva ed equa” è il motto cialità” degli investimenti dei Paesi membri dell’Ue, a favore sia
che riassume nel migliore dei modi lo spirito dell’operazione che della microfinanza, che dell’imprenditoria sociale.
ha portato recentemente all’arrivo di nuovi incentivi europei per Globalmente l’importo totale del sostegno a questi settori do-
le microimprese del nostro Paese. vrebbe passare prossimamente dai 193 milioni di euro previsti
Nello specifico, il Fondo europeo per gli investimenti (FEI) e la nel quadro del programma, a circa 1 miliardo di euro, mobilitan-
Banca Popolare Sant’Angelo (BPSA) hanno difatti firmato un do circa 3 miliardi di euro di investimenti supplementari.
accordo di garanzia per la microfinanza in Italia, nell’ambito del Per accedere al finanziamento previsto, i requisiti fondamentali
più ampio programma dell’Unione Europea per l’occupazione per le aziende sono: avere meno di dieci dipendenti e registrare
e l’innovazione sociale, il cosiddetto Piano Juncker, che solo a a bilancio un fatturato annuo attivo inferiore ai 2 milioni di euro.
novembre scorso aveva già mobilitato circa 360 miliardi di euro Nel dettaglio, l’opportunità creditizia metterà a disposizione dei
di investimenti in tutta Europa e che si prefigge da sempre gli richiedenti prestiti per un massimo di 25mila euro, per una du-
ambiziosi obiettivi di rimuovere gli ostacoli allo sviluppo impren- rata non superiore ai 60 mesi, con un tasso variabile inferiore a
ditoriale, aumentare la visibilità dei progetti d’investimento e fare quello praticato per il credito ordinario.
un uso più intelligente delle risorse finanziarie esistenti e nuove. Gli ambiti ammessi al finanziamento sono quelli legati ai setto-
Il neo accordo siglato fra le parti permette così di erogare fino ri agricoltura, agroalimentare, turismo, artigianato e nuove tec-
a 10 milioni di euro di prestiti, andando a supportare potenzial- nologie. Sono escluse, in quanto in contrasto con lo spirito eti-
mente 650 microimprenditori italiani (o aspiranti tali), nei pros- co dell’iniziativa, le attività economiche illegali, la produzione e
simi cinque anni. vendita di tabacchi e distillati, la produzione e commercio di ar-
Le realtà aziendali coinvolte beneficeranno di un finanziamento mi, i casinò e tutte le attività di ricerca, sviluppo e applicazioni
a tasso di interesse ridotto rispetto alla “normalità” e non sarà tecnologiche in queste aree d’interesse.
necessario da parte loro fornire particolari garanzie reali. In que- Per informarsi al meglio sull’accesso a questa linea di credito
sto modo verrà raggiunto con successo l’obiettivo principale di europea visita il sito della Commissione Europea.

5
Le finalità del distretto sono
ambiziose, così come sono
consistenti gli investimenti
messi in campo: 22 milioni di
euro di finanziamento triennale,
di cui 14 milioni destinati alle
attrezzature e alle assunzioni di
personale

Nasce MADE, l’hub che sostiene la digital


transformation delle Piccole Medie Imprese
Guidato dal Politecnico di Milano il Competence Center fornirà servizi di orientamento e
formazione a partire dal prossimo settembre 2019. 39 i partner tecnologici
ziamento triennale complessivo (11 milioni dal Ministero dello
Sviluppo Economico e 11 da privati); di questi, 14 milioni sono
destinati all’acquisto di attrezzature e alle assunzioni di perso-
nale e 8 per progetti di ricerca applicata e trasferimento tecno-
logico.
Il progetto verrà la luce anche grazie al prezioso sostegno di 39
partner tecnologici: Adecco, Aizoon Consulting, Alleantia, Altair,
Alumotion, Beckhoff automation, BIP, Bosch, Brembo, Cefriel,
Comau, Consoft, CSMT, Ecole, Enginsoft, Fincons, FPT Indu-
strial, GI Group, Hitachi Rail, Hyperlean, IBM, Italtel, Kilometro
Si chiamerà MADE e nascerà sotto l’illustre guida del Politecnico rosso, Kuka, MBDA, Parametric Technology, Prima industrie,
di Milano il nuovo Competence Center focalizzato non solo su Reply, RF Celada, Rockwell Automation, SAP, SEI Consulting,
ricerca e innovazione in chiave Industria 4.0 ma anche su servizi SEW Eurodrive, Siemens, STMicroelectronics, Techedge, Te-
di orientamento e formazione. sar, Trust4value, Whirlpool.
La struttura si ripromette di diventare il fiore all’occhiello dei cen- Una volta che le attività del Competence Center saranno entrate
tri di competenza ad alta specializzazione del nostro Paese, veri nel vivo, si prevede di raggiungere in tre anni più di 10mila per-
e propri hub di eccellenza tecnologica che sostengono le azien- sone tramite attività di informazione e divulgazione, di erogare
de nel processo di trasformazione digitale, traendo più vantaggi più di 86mila ore-uomo di formazione e di sviluppare più di 390
possibili da quella che è ormai considerata l’era della quarta ri- progetti e 200 assessment digitali con il coinvolgimento di circa
voluzione industriale. 15mila aziende italiane, di cui l’80% rappresentato da PMI.
La presa di coscienza che la digital transformation sia un pro-
cesso inevitabile porterà gli imprenditori a utilizzare in modo
sempre più intensivo macchine intelligenti, interconnesse e col- • N E W S L E T T E R •

legate alla rete Internet. Ecco perché è fondamentale l’esistenza


di distretti tecnologici come il MADE che guidino le aziende in
questo percorso.
La struttura avrà una superfice pari a 2mila metri quadri, verrà
n°2 - FEBBRAIO 2019
dislocata nel Campus Bovisa - Durando del Politecnico e sarà
attiva a partire dal prossimo settembre 2019. COLOPHON
Gli utenti del nuovo Competence Center avranno a disposizione Redazione Cliclavoro
gli strumenti digitali più avanzati per l’industria manifatturiera,
organizzati in isole multi-funzionali destinate alla formazione dei Direzione Generale dei Sistemi
lavoratori o alla realizzazione di progetti di trasferimento tecno- Informativi, Innovazione
logico (grazie, ad esempio, alla realtà aumentata e alla robotica Tecnologica, Monitoraggio dati
collaborativa applicate nella creazione e manutenzione degli im- e Comunicazione
pianti o nelle procedure di assemblaggio). Via Fornovo, 8 - 00192 Roma
Le finalità del distretto sono ambiziose, così come sono consi-
stenti gli investimenti messi in campo: 22 milioni di euro di finan-
redazionecliclavoro@lavoro.gov.it
www.cliclavoro.gov.it