Sei sulla pagina 1di 8

ANTEFATTO

Milano è stata da sempre una delle capitali di dominio del Sabbat nel territorio Europeo…questo
fino al 1995. L’Ex Arcivescovo Giangaleazzo Visconti ha tradito la setta, bruciando ogni vampiro
sabbatico di Milano ed autoproclamandosi Princeps in Mediolanum Camarillae.

Gli ultimi forti domini Sabbatici in Europa rimangono le capitali di Barcellona e Berlino.
Con l’avvento delle notti moderne e lo spettro della Ghenna in avvicinamento, sempre più giovani
Vampiri rimangono vittima di una masquerade imposta con brutale violenza mentre la Jyhad non ha
mai fine.

Un gruppo di Branchi Nomadi capitanati dall’esiliato Priscus Annamaria Sforza ha cercato invano
nel 2003 di riconquistare Milano, generando un focolaio di rivolte che ha devastato il nord-italia
ottenendo la creazione di forti principati camarillici a Bologna e Genova

Nel 2007 l’arcivescovo Lasombra di Napoli, Donato Tommasi “Il Cherubino”, ed il concilio di
Vescovi Malkavian di Roma, grazie all’appoggio di un asse Assamita di Tunisi, ha fatto partire una
sacra crociata per la riconquista del territorio italiano.
Il dominio sabbatico si è espanso fino all’Umbria, terra di frontiera contro gli invasori Camarillici
del Nord Italia, con la propria capitale di potere a Perugia.

La setta si deve Organizzare, creare nuovi controlli sul territorio umbro, i tempi moderni hanno
fatto si che l’esistenza dei Vampiri sia messa a dura prova. La tecnologia permette ad ogni uomo
ormai ad avere videoriprese e fotografie, i Cacciatori di Vampiri conoscono sempre più dettagli
della vita dei Notturni.
UMBRIA
Prima della riconquista Sabbatica, il territorio Umbro era un in mano alla Camarilla, per quanto il
controllo della torre d’Avorio sulla zona era molto lieve. Per la maggior parte, Terni e Perugia erano
soggiogate al dominio Tremere. Venivano tollerati anche altri clan, ma il potere notturno era stretto
maggiormente tra le grinfie dei maghi del sangue.

La caduta del dominio Tremere ha inizio nel 2010, con la dipartita e scomparsa improvvisa (si dice
a seguito di qualche rituale) del principe Probitas. Durante questo periodo, sfruttando il momento di
confusione, la crociata Sabbatica ha riconquistato Terni, facendone un solido punto passaggio per
Roma.
Con Terni in mano al Sabbat e la chantry Tremere in confusione, i vampiri appartenenti ad altri
Clan iniziarono a muoversi verso nord, ricercando la difesa di Bologna.
Nel 2014 alcune notizie infondate portarono alla luce l’operato di alcuni Cacciatori di Vampiri
appartenenti al santissimo ordine Icarus. Secondo le spie del Sabbat, alcuni vampiri di Perugia
avevano iniziato a comportarsi in maniera irrazionale e pericolosa, minando più e più volte la
Masquerade. Comportamenti probabilmente causati dagli stessi Manufatti arcani collezionati nella
loro chantry.

Approfittando di questa ulteriore debolezza sono iniziati movimenti di sabotaggio, rappresaglie e


scaramucce che hanno portato, nel tempo, il dominio camarillico a cadere.
Perugia è un territorio nuovo, e benché i possedimenti ed i confini siano stati rinforzati, si ha la
certezza che la presenza camarillica nel territorio Umbro non sia del tutto scongiurata.

I Tremere sono riusciti ad andarsene portando via gran parte dei propri segreti, molti però
rimangono nascosti nel territorio di perugia, alcuni di questi potrebbero anche celare un pericolo.

Il primo incontro….
Nelle notti di Giugno, alcuni vampiri liberi e Branchi fedeli al Sabbat di Perugia, si sono ritrovati
per organizzare la Città.
L’incontro è stato supervisionato dal Priscus Argenti del clan Assamita, dall’Arcivescovo
Desdemona del clan Tzimisce e dal Primo Templare del clan Malkavian.
Durante la notte si sono discussi avvenimenti riguardanti la conquista di Perugia e la
riorganizzazione del dominio Sabbatico, mettendo alla luce il suo fragile e debole ecosistema. Sono
stati formati branchi, eletti nuovi Templari, ma quella notte stesa la serpe sibilava in seno alla spada
di caino.
Qualcuno era riuscito ad avvelenare la coppa dell’Esbat organizzato dall’arcivescovo Desdemona
portando quasi alla morte uno dei templari appena eletti.

La notte si è sciolta sotto lo sguardo attento ed indagatore del Priscus Argenti. Poche domande,
mirate, dirette a valutare la verità o la colpevolezza di ogni singolo Cainita. I vampiri si sono poi
allontanati, nuovi branchi, nuove missioni, ognuno con il proprio incarico da portare a termine per
garantire la salvaguardia del Dominio ed il proprio interesse personale.
SOCIETA’
La società di Perugia è giovane, irrequieta ma legata da un forte sentimento di intraprendenza e
ribalta.
Il dominio di Perugia come zona di controllo sabbatico si estende in un’aria delimitata da Magione,
Casa del Diavolo, Foligno, Marsciano, Solomeo.
Per quanto tutta l’umbria, fino a Terni, si consideri essere totalmente Sabbatica, essendo pochi i
Vampiri che militano nella società di Caino, il reale controllo sul territorio viene ridotto ai principali
centri di snodo della regione.

Le due principali città di controllo sono Terni e Perugia. Di seguito indicheremo unicamente la
struttura sociale che interessa direttamente Perugia, come territorio di confine e ultimo baluardo per
la riconquista ialiana del Sabbat.

Priscus Argenti del clan Assamita


Un uomo deciso, privo di umanità e determinato a seguire la Spada di Caino con devozione e lealtà.
Si dice che sia poco incline al perdono, preferendo eliminare un minaccia prima che questa possa
anche solo rivelarsi tale.
Meglio perdere un alleato, che scoprire in lui la certezza di un rinnovato nemico.
Il suo potere si accentra principalmente nel territorio di Perugia, per quanto a volte si allontani per
raggiungere Terni e dintorni.

Desdemona, Arcivescovo del clan Tzimisce


Demone in forma di carne, spietata e priva di alcun sentimento umano, l’arcivescovo Desdemona
regna sul territorio Ternano. Ha deposto il proprio potere su Perugia in favore di un conclio di
Vescovi che dovranno controllare la zona direttamente. Questa manovra mostra la sua ambizione
nel creare un forte dominio e raggiungere la carica di Cardinale.

Osiris, Vescovo del clan Serpenti di Luce


Un cainita originario di roma che è riuscito a distinguersi per la Fede nella causa della Spada di
Caino, ed il proprio fervore. Alcuni sostengono anche vi sia qualche debito o favore che gli ha
permesso di acquisire la carica. Appartenente al branco del Pantheon

Anatema, Vescovo del clan Toreador


Giunto da poco a Perugia, il vescovo Anatema nutre un profondo piacere e ricerca verso qualunque
forma artistica che porti l’uomo ad abbandonare i propri canoni etici e morali. Relativamente
giovane si è guadagnato il titolo mostrandosi guida spirituale di sostegno ai branchi durante la
conquista di perugia.

Diana, Templare del clan Gangrel


Soprannominata come “Bombetta”, Cacciatrice del sabbat, alcuni dicono che abbia un trascorso con
la Mano Nera, che giustificherebbe la sua carica come Templare nonostante giunta da fuori per
aiutare la causa di Perugia. Facente parte di un branco nomade che pattuglia il territorio esterno tra
Perugia e Terni, ha una predisposizione per tutto ciò che esplode o fa rumore.

Primo Templare del clan Malkavian


Indomito ed instabile, Primo è il braccio destro del priscus Argenti. “Diverso” come ogni membro
del clan Malkavian, Primo è un Cainita che apparentemente mostra una quiete innaturale. Dotato di
una grande sete di potere e di fedeltà alla causa.

Delila Silenti, Templare del clan Ventrue


Una giovane cainita che è riuscita a ricevere l’approvazione da parte dei vampiri incontratisi, al
punto da riuscire a meritare la notte stessa la carica di Templare

BRANCHI STABILI DI PERUGIA


La Spira
Branco guidato da un Ductus ed un Sacerdote del clan Lasombra che si sono fatti onore per la loro
conoscenza della Jyhad e della causa del Sabbat. Il branco è diventato un punto di riferimento come
guida spirituale e conoscitiva soprattutto per coloro che hanno da poco scoperto la non-vita e la
Jyhad.

Pantheon
Particolare e folcloristico gruppo romano legato alla mitologia Pagana, si mostra come branco semi-
nomade, stanziando tra Perugia e dintorni. Vantano una notevole conoscenza innata dell’occulto,
dedicandosi assieme alla collaborazione di altri Cainiti alla comprensione dei segreti che si
nascondono nella parte occulta di Perugia

La Luce Nera
Branco legato da una particolare visione religiosa personale legata alla Luce Nera su ciò che si cela
dietro la reale maschera di Caino, si è distinto per la propria capacità di controllare e saper muovere
le risorse mortali ed economiche durante la conquista di Perugia.
Nella società di Perugia posseggono una buona conoscenza di ciò che riguarda il mercato nero della
città.

I Cani Randagi
Branco estremamente giovane, formato perlopiù da ciò che la società considera gli “esclusi”, i Cani
randagi si sono distinti per fare ciò che occorre senza porsi troppe domande. I soldati per eccellenza
del Sabbat, diventando inevitabilmente una risorsa necessaria per la società stessa.
Si sono guadagnati il controllo della zona di Cenerente, assicurando il controllo del territorio da ciò
che si muove a Nord dell’umbria.

Le Viverne
Giovane branco che si è distinto per la propria intraprendenza e la conoscenza dell’occulto,
incaricato di tenere sotto controllo ciò che l’ex-clan Tremere ha lasciato all’interno del territorio di
Perugia. Un membro del branco ha già ottenuto la carica di Templare, per quanto molti guardino
con sospetto la presenza di ben tre Serpenti di Luce nello stesso branco.
Creazione del personaggio
Eccoci dunque alla creazione del proprio personaggio. Di seguito indicheremo unicamente la parte
Regolistica della creazione, lasciando al giocatore tutto ciò che riguarda l’inventiva e la
caratterizzazione di queste magnifiche creature notturne.

1. BACKGROUND E GENERALITA’
La prima scelta da fare è stabilire chi sia in vita, e nella non vita, il proprio personaggio. Come
sia stato abbracciato, come vede la società sabbatica, ed immagina che questa possa essere
servita o sfruttata.
Tenete conto che i vampiri del Sabbat solitamente vengono abbracciati o da Branchi,
prendendoli sotto la propria ala finché non sono liberi di agire da soli, o in abbracci di massa
durante movimenti militari.

2. CLAN E NATURA
Stabilito a grandi linee il proprio personaggio, occorre scegliere una Natura Bestiale. Questa
rappresenta l’indole ferale che guida le azioni del vampiro, segnando quando questa prende il
sopravvento.
Per quanto possibile, la Natura deve essere in linea con il Background ed il modo di agire del
personaggio, oltre che ovviamente divertirvi a voi giocarla.

Stabilita la propria natura bestiale, occorre scegliere il Clan di Appartenenza. Ogni Clan ha il
proprio difetto che lo rende unico, oltre che discipline specifiche.

3. PUNTEGGI
Il primo punteggio da scegliere è impostare l’ordine di importanza degli Attributi. Occorre
decidere quale sia l’attributo Primario, il Secondario ed il Terziario tra gli attributi Fisici,
Mentali, Sociali.

Successivamente occorre dare un valore a Potere, Difesa, Forza di Volontà.


Si hanno in totale 17 punti che devono essere spesi tra queste tre caratteristiche, con le seguenti
limitazioni
FDV: Massimo 6
Potere: Massimo 10
Difesa: Massimo 10
Ulteriori punti possono essere distribuiti con i Punti Liberi finali

4. ABILITA’
Ogni personaggio viene creato scegliendo 3 abilità di livello Base ed 1 abilità di livello
Avanzato.
Queste abilità dovrebbero essere in linea con il background e ciò che si vuole intraprendere
come gioco.
Ulteriori abiltà possono essere acquisite con i Punti Liberi finali.
5. BACKGROUND
I Background sono una delle risorse più importanti del Personaggio, con cui affronta e
interagisce con il mondo dei mortali.
Un personaggio inizia con 3 Background di livello Base ed 1 Background di livello Avanzato
Ulteriori Background possono essere acquisite con i Punti Liberi finali.

6. DISCIPLINE
Ogni vampiro ha un totale di tre discipline iniziali (a meno di pregi particolari), chiamate
Discipline di Clan. Ogni vampiro inizia il gioco apprendendo
- Tre discipline di clan al 1° livello (solitamente questo comprende tutte le discipline di
clan)
- Un potere di 2° livello a scelta tra quelli disponibili per la disciplina
- Un potere di 3° livello a scelta tra quelli disponibili per la disciplina

Ovviamente non è possibile acquisire un potere di 3° livello se prima non si possiede almeno un
potere di 2° livello della stessa disciplina. Stesso discorso è valido per i poteri di 2° livello che
richiedono almeno il 1° livello di potere per essere appresi

7. RITOCCHI FINALI
Ultimo step per la creazione della scheda del nostro personaggio sono i Punti Liberi.
Rappresentano un totale di punteggi che possono essere spesi liberamente su ogni parte della
scheda per personalizzare le ultime scelte e rendere il proprio vampiro Unico ed Imprevedibile
rispetto ad ogni altro.
Si dispone di 8 Punti Liberi. I punti possono essere aumentati prendendo dei Difetti.
I punti possono essere spesi seguendo questo schema
-2: Acquisire un’Abilità o un Background di livello Base
-4: Acquisire un’Abilità o un Background di livello Avanzato

-2: Acquistare un potere di 1° livello di una disciplina di Clan


-4: Acquistare un potere di 2° livello di una disciplina di Clan
-10: Acquistare un potere di 3° livello di una disciplina di Clan

-3: Acquistare un potere di 1° livello di una disciplina Non di Clan


-6: Acquistare un potere di 2° livello di una disciplina Non di Clan
-12: Acquistare un potere di 3° livello di una disciplina Non di Clan

-2: Aumentare di un punto un valore a scelta tra Potere, Difesa, FDV, fino al suo massimale

-X: Acquisire un qualsiasi numero di Pregi per un totale di costo X


+X: Acquistare un qualsiasi numero di Difetti, il valore totale non può essere superiore a 6
8. AFFILIAZIONE
Il personaggio che si inizia a giocare può essere parte di un branco, oppure esserne privo. Nel
primo caso, consigliamo di mettersi in contatto con uno dei branchi giocanti di Perugia e
muoversi con loro, così da avere un gioco legato ai Personaggi e non ai PNG
In alternativa si può giocare senza un branco, magari perché si vuole scoprire e conoscerli
direttamente on-game nei Live.

Si consiglia sempre di affiliarsi, per quanto possibile, ai branchi formati e guidati da personaggi
giocanti, o di crearne di nuovi. A Perugia sono presenti anche altri branchi formati da PNG,
magari nomadi o prettamente formati sulla guerra e l’infiltrazione che li porterebbe fuori dalla
città più volte nella notte.

Per coloro che hanno partecipato al live Antefatto, è possibile riprendere i propri vecchi
personaggi. Ovviamente per quell’occasione erano stati creati seguendo uno schema
preimpostato. Questi personaggi possono essere personalizzati, cambiati (se magari si vuole
continuare a giocare con il branco che si era creato inizialmente) e rivisti.
Nel caso in cui non si voglia continuare a giocare il personaggio presente nell’Antefatto, quel
personaggio verrà preso in gestione dallo staff come PNG