Sei sulla pagina 1di 26

- 1903:

Il Novecento

Canti di Castelvecchio (Pascoli) Alcyone (D’Annunzio)

- 1904:

Il fu Mattia Pascal (Pirandello)

- Due volti del 900 La poetica degli oggetti La sensualità della parola

-
-

Crepuscolarismo:

tra realismo e simbolismo

- Protesta contro la mercificazione dell’arte e la marginalità della poesia in una società pienamente borghese

la

tradizione con opere e dichiarazioni di

- Le avanguardie:

rompere

con

poetica

- Dadaismo (1916)

- Cubismo (1908)

- Espressionismo (1905) (“La Voce”, 1908-1916)

- Futurismo (1909)

- In Italia domina la poesia lirica

-
-

Benedetto Croce: Estetica (1902) - Differenza tra poesia e non poesia

Antonio Fogazzaro: tra spiritualismo e passionalità, narrativa di tipo psicologicolirica - Benedetto Croce: Estetica (1902) - Differenza tra poesia e non poesia - Letteratura per

-
-

Letteratura per il grande pubblico

- A parte: Pirandello, Il fu Mattia Pascal

Riflessione sull’IO e la crisi dell’individuo- A parte: Pirandello, Il fu Mattia Pascal in quanto “istituzione” borghese Fino alla prima guerra

in quanto “istituzione” borghese

Fino alla prima guerra mondiale: crisi delle avanguardiePirandello, Il fu Mattia Pascal Riflessione sull’IO e la crisi dell’individuo in quanto “istituzione” borghese

- Giuseppe Ungaretti:

- Allegria di naufragi (1919)

-
-

Parola

assoluta,

disgregazione

della

metrica e della sintassi

 
-
-

Rappresentazione realtà contemporanea

in

frantumi

della

- Teatro: Sei personaggi in cerca d’autore (1921), Pirandello

-
-

Riflessione metateatrale

 
-
-

Rapporto

tra

vita

(energia)

e

forma

(società, convenzioni)

-
-

La coscienza di Zeno (1923), Italo Svevo

Rottura tra individuo e società: solitudine, interiorità, psicanalisi, ironia

Edward Munch L’urlo (1893)

Rottura tra individuo e società: solitudine, interiorità, psicanalisi, ironia Edward Munch L’urlo (1893)

- Primo 900: contro il positivismo

-
-

La

scienza

non

conosce

l’essenza

dei

fenomeni ma solo le relazioni tra di loro

-
-
-
-

Vita, volontà, azione, intuizione [?]

Henri Bergson: L’evoluzione creatrice

(1907)

- L’evoluzione è il prodotto di un principio spirituale: lo “slancio vitale” che può essere compreso solo dall’intuizione

Scienzevitale” che può essere compreso solo dall’intuizione umane: psicologia, sociologia, antropologia, linguistica

umane:

psicologia,

sociologia,

antropologia, linguistica

Psicanalisi (Sigmund Freud): teoria della personalitàvitale” che può essere compreso solo dall’intuizione Scienze umane: psicologia, sociologia, antropologia, linguistica

- L’inconscio è una parte della psiche che sfugge alla consapevolezza

Molteè una parte della psiche che sfugge alla consapevolezza scelte determinate in ideali o realtà pratiche

scelte

determinate

in

ideali

o

realtà

pratiche

dagli

sono

oscuri

meccanismi dell’inconscio

La società esige una sempre maggiore regolamentazione degli impulsi istintivialla consapevolezza Molte scelte determinate in ideali o realtà pratiche dagli sono oscuri meccanismi dell’inconscio

- L’inconscio si manifesta in diversi modi (lapsus, sogni), anche con l’arte

Surrealismo (1924) André Bretonin diversi modi (lapsus, sogni), anche con l’arte Il primo romanzo “psicanalitico” è La coscienza di

Il primo romanzo “psicanalitico” è La coscienza di Zeno La coscienza di Zeno

- Il narratore non

è

più

l’artefice di un

mondo completo e significativo

-
-

Non

è

più

padrone

assoluto

della

vicenda e dei personaggi

 
-
-

Il

romanzo

non

rappresenta

più

una

realtà definita

- Marcel Proust, Alla ricerca del tempo

perduto

(1913-1927),

7

memoria [Zeno]

romanzi

della

La realtà è un fenomeno mentale deltempo perduto (1913-1927), 7 memoria [Zeno] romanzi della protagonista e IO narrante Ulisse (1922), James Joyce,

protagonista e IO narrante

Ulisse (1922), James Joyce, monologo interiore: realtà e fantasia sullo stesso piano (1922), James Joyce, monologo interiore: realtà e fantasia sullo stesso piano

- Il tempo come dimensione soggettiva

-
-

Crisi del personaggio: coerenza e destino individuale

Insieme di momenti (Zeno che cerca di capire se stesso)- Crisi del personaggio: coerenza e destino individuale - Si perde nelle maschere che ambiente e

-
-

Si perde nelle maschere che ambiente e situazioni gli impongono (Pirandello)

- Narrare non è più selezionare gli avvenimenti importanti per la vicenda

Ogni evento può diventare il centro dellapiù selezionare gli avvenimenti importanti per la vicenda narrazione, tutto può avere lo stesso valore (Virginia

narrazione,

tutto

può

avere

lo

stesso

valore (Virginia Woolf, Gita al faro , 1927)

Nuovo rapporto tra autore e narrazionepuò diventare il centro della narrazione, tutto può avere lo stesso valore (Virginia Woolf, Gita al

- Poesia: verso l’oggettività - Pascoli, Ungaretti, Montale

-
-

Antinovecento: Umberto Saba, (1921) il Canzoniere

-
-

Negli anni Venti ritorno al classicismo

 
-
-

Negli

anni

Trenta:

ermetismo

(da

simbolismo e surrealismo)

- Carducci, Pascoli, D’Annunzio - Fiducia nel ruolo dello scrittore - Vate, consolatore, superuomo

Qual è il posto del letterato nella società borghese e industriale?nel ruolo dello scrittore - Vate, consolatore, superuomo I crepuscolari, i futuristi e i vociani: letteratura

posto del letterato nella società borghese e industriale? I crepuscolari, i futuristi e i vociani: letteratura

I

crepuscolari,

i

futuristi

e

i

vociani:

letteratura come valore in sé

- Fino alla prima guerra mondiale:

- Avanguardie - La “Voce”, Giuseppe Prezzolini, 1908

Scrittori vociani: poetica del frammento lirico: poche frasi libere da contesti- Avanguardie - La “Voce”, Giuseppe Prezzolini, 1908 Poetica moralista: letteratura come ricerca di verità

Poeticapoetica del frammento lirico: poche frasi libere da contesti moralista: letteratura come ricerca di verità interiore

moralista:

letteratura

come

ricerca di verità interiore

- Giovanni Boine

- Clemente Rebora

- Camillo Sbarbaro

- Scipio Slataper

- Dino Campana ( Canti orfici, 1913)

Tra le due guerre: ritorno all’ordine: stile e tradizione- Camillo Sbarbaro - Scipio Slataper - Dino Campana ( Canti orfici , 1913) “La ronda”

“La ronda” (Vincenzo Cardarelli, 1919)- Scipio Slataper - Dino Campana ( Canti orfici , 1913) Tra le due guerre: ritorno

- Prosa

d’arte:

giornalismo

colto

come

professione per il letterato (Emilio Cecchi)

Tornacolto come professione per il letterato (Emilio Cecchi) il romanzo storico: Riccardo Bacchelli, Il mulino del

il

romanzo

storico:

Riccardo

Bacchelli, Il mulino del Po , 1938/1940

“Solaria” (1926/36):storico: Riccardo Bacchelli, Il mulino del Po , 1938/1940 - Antifascista, europeista - Narrativa psicologica

- Antifascista, europeista

- Narrativa psicologica

memoriale,

soggettiva,

- Realismo magico:

- Temi legati al mondo fantastico

- Surrealismo e ironia

-
-

Massimo Bontempelli

- Alberto Savinio

- Tommaso Landolfi

- Dino

esistenziale, Kafka)

Buzzati

(l’assurdo

come

simbolo

- Federigo Tozzi: personaggi inetti che si

lasciano trasportare dagli eventi, Con gli

occhi chiusi (1919), espressionismo

-
-

Realismo:

- Giuseppe Antonio Borgese: Rubé (1921)

- Corrado Alvaro: Gente di Aspromonte

(1930)

- Ignazio Silone: Fontamara (1930)

- Alberto Moravia: Gli indifferenti (1929)

- Stile antiletterario

- Esistenzialismo (Sartre, Camus)

- Ritmo teatrale

- Visione critica della borghesia

Camus) - Ritmo teatrale - Visione critica della borghesia - Vitaliano Brancati: critica alla borghesia e

- Vitaliano Brancati: critica alla borghesia e al fascismo

- Narrativa di consumo:

- Il romanzo giallo (poliziesco)

- Il romanzo rosa

Memorialistica: esperienze della prima guerra mondialeconsumo: - Il romanzo giallo (poliziesco) - Il romanzo rosa Ermetismo (libri ermetici: scienze occulte e

Ermetismorosa Memorialistica: esperienze della prima guerra mondiale (libri ermetici: scienze occulte e magiche dell’antichità)

(libri

ermetici:

scienze

occulte e magiche dell’antichità)

- Magia della parola poetica

-
-

Analogie difficili da interpretare

-
-

Poesia assoluta (Mallarmé, simbolismo)

-
-

Salvatore Quasimodo