Sei sulla pagina 1di 76

Outline

• Cenni su PM (Project Management)


• Modellazione dei Processi
• Presentation ‘TIPS’
Cenni sul Project Management
Ice breaker video 🤣
Argomenti
• Il progetto
• Introduzione al Project Management
• Pianificazione e controllo del progetto
• Project Time management
• Project Cost management
• Consuntivo
Esempi di progetto
• Sviluppo di un nuovo prodotto;
• Cambiamento della struttura, degli individui, o dello stile di
un’organizzazione;
• Progetto di un nuovo mezzo di trasporto;
• Sviluppo o acquisizione di un nuovo o differente sistema informativo;
• Costruzione di un edificio;
• Implementazione di un nuovo business;
........
• Sviluppo di una campagna elettorale;
........
• Partecipazione alla Maratona di New York;
...........
Cos’è quindi un progetto?
• Il progetto possiamo definirlo come quell'attività che, seguendo le
linee guida date dal processo, porta alla realizzazione del prodotto
Definizione
• Sforzo temporaneo sostenuto per creare un prodotto o un servizio unico.
Temporaneo significa che ogni progetto ha un determinato inizio e una fine
definita. Unico significa che il prodotto o il servizio è differente in qualche
maniera da tutti gli altri prodotti e servizi simili.
Project Management Institute (PMI)

• Intrapresa complessa, singola (cioè non di serie), limitata nel tempo,


indirizzata al raggiungimento di un obiettivo, che richiede l'impegno
programmato e coordinato di varie capacità e risorse: denaro, uomini,
mezzi, materiali e tempo.
Grandi
Dimensioni chiave del progetto
Dimensioni
• Tempo - Conclusione entro i tempi prestabilitichiave di progetto
Tempo - Conclusione entro i tempi prestabiliti
• Costo - Con le risorse previste Costo - Con le risorse previste
• Performance - Con soddisfazione del
Performance - Con soddisfazione del committente
committente
Categorie di progetti
• Fornitura di prodotti o di servizi
• Ricerca, sviluppo e ingegnerizzazione
• Costruzione di impianti e di attrezzature
• Implementazione di sistemi informativi
• Iniziative di management
• Manutenzione di sistemi complessi (nelle industrie di processo, nei
servizi, ecc.)
• ….
Caratteristiche del progetto
• I progetti sono degli sforzi complessi che hanno inizio e
fine, e non sono ripetitivi.
• Un progetto è il processo di creazione di determinati
risultati.
• Il progetto ha una vita finita.
• Il carattere del progetto cambia ad ogni fase.
• L’incertezza per i tempi e i costi complessivi diminuisce
man mano che il progetto procede.
• Molti progetti non sopravvivono alla fase di concezione, o
(definizione).
• Il costo d’accelerazione di un progetto aumenta
esponenzialmente man mano che si avvicina al
completamento.
Costo di accelerazione
• Costi d’accelerazione del progetto
• sono i costi da sostenere per recuperare un ritardo di progetto;
• I costi d’accelerazione non sono costanti durante la vita del progetto
• hanno una crescita esponenziale nel tempo;
• Implicazioni gestionali:
• Imprevisti e ritardi nelle fasi finali del progetto devono essere assolutamente
prevenute;
La funzione C d accele a i e
Costruzione di Ingegneria
Costo

160

100

60

20

Tempo (fasi del progetto)

1 2 3 4

Andamen o della f n ione Cos o d accelera ione per n ri ardo


di due settimane (Grandi A. 1985)
Progetti: classificazione
• Classificazione tecnologico-funzionale:
• Comparto civile
• Comparto industriale
• Progetti sistemici
• Classificazione dimensionale:
• Progetti tradizionali
• Progetti di grandi dimensioni
• Progetti con elevata presenza di servizi
• Progetti “globali”
• Classificazione in funzione della differenziazione tecnica e dei servizi
Classificazione in funzione della differenziazione tecnica e dei servizi (non tecnici)
(non tecnici)
annessi:annessi:
Matrice Tipologica dei progetti

B Ampiezza Tecnica A

B I II
Progetti Progetti di
tradizionali grandi dimensioni

Ampiezza
gamma
servizi
III IV

Progetti con alta Progetti


presenza di servizi gl bali

A
Ciclo di vita del progetto 28/11/2016

• Termine mutuato dalle scienze biologiche (gli ingegneri ancora


una volta ….. 😱):Il Ciclo di vita del progetto
analisi di un fenomeno attraverso
Termine mutuato lo studio
dalle scienze delle separate fasi in cui si
biologiche:
articola e dei modi
analisiin
di cui queste sono
un fenomeno tra loro
attraverso collegate
lo studio e si succedono
delle separate
fasi in cui si articola e dei modi in cui queste sono tra loro
collegate e si succedono
• Nell’approccioNell
all’analisi del progetto
approccio all analisi del progetto

Funzione descrittiva Prerequisito analitico alla


del fenomeno definizione
dell ga i a i e del
progetto
Ciclo di vita del progetto
• Ideazione: l’idea del progetto nasce dall’osservazione
dei bisogni insoddisfatti e di opportunità da cogliere.
Ideazione
Dell’idea si studia la fattibilità tecnico-economica,
anche valutando obiettivi e alternative.
• Studio di fattibilità: le valutazioni dell’idea assumono
una forma strutturata, mediante l’ausilio di tecniche
specifiche. Fornisce una quantificazione delle risorse
Studio di fattibilità
necessarie allo sviluppo del progetto, con gradi di
attendibilità e precisione che devono essere sufficienti
per decidere se procedere alla realizzazione del
progetto.
Ciclo di vita del progetto

• Progettazione e organizzazione (delle risorse necessarie:


Progettazione e
finanziarie, umane, competenze, mezzi, materiali, ecc.). Si
organizzazione
precisano le valutazioni degli studi di fattibilità con un
grado di dettaglio e di specificità quali-quantitativa
maggiore, giungendo alla configurazione definitiva
dell’outcome del progetto. Si avviano i contatti con tutti i
soggetti, interni ed esterni all’organizzazione, che
parteciperanno al progetto.
Esecuzione • Esecuzione: mobilitazione delle risorse per la realizzazione
del progetto
Ciclo diIlvita del
Ciclo di progetto
vita del progetto
avviamento: comprende le operazioni di
chiusura del progetto con la messa a regime
• Avviamento: comprende le operazioni di chiusura del
dell opera/sistema, l e ent ale passaggio
Avviamento Avviamento/
progetto con la messa
delle consegne
a regimedall
dell’opera/sistema
organi a ione
(outcome), l’eventuale passaggio delle consegne
realizzatrice a chi dovrà condurla nella fase
dall’organizzazione
operativa, il realizzatrice
trasferimento aad
chialtri
dovrà condurla nella
progetti
fase operativa, il trasferimento
delle risorse impiegate, loadsmembramento
altri progetti delle
risorsedelle
impiegate, lo smembramento
organizzazioni e dei mezzidelle organizzazioni
produttivi
e dei mezzi produttivi
impiantati per impiantati per la delle
la conduzione conduzione
fasi delle
fasi precedenti
precedenti.– manutenzione (new project??) vs.
dismissione.
In sintesi
Studio di Progettazione e
Ideazione Esecuzione Avviamento
fattibilità organizzazione

Concezione Implementazione Operatività


Analisi di progetto
Analisi - Costo
di progetto totale
- Costo totalecumulato
cumulato

Costo totale del progetto


100%

Ideazione eProgettazione e
fattibilità organizzazione
Esecuzione Avviamento
Comparazione tra progetti

Opera di Ingegneria Civile

Costo totale del progetto


100%

Costo totale del progetto


100%
Ideazione e Progettazione e
Esecuzione Avviamento
fattibilità organizzazione

Sviluppo software
Ideazione e Progettazione e
Esecuzione Avviamento
fattibilità organizzazione
Implicazioni
• Gestione del progetto in base al ciclo di vita
• Uguale attenzione al prodotto e al processo
• Le decisioni prese nelle fasi iniziali di un
progetto pesano di più, sui tempi e sui costi
complessivi, di quelle assunte nelle fasi
finali.
Il project management
(gestione di progetto)
I fattori di successo di un progetto
Un fattore chiave è la Competenza nella gestione del
progetto
• Conoscenze (strumenti, tecniche, teorie, normative .....)
• Esperienza, motivazioni, stili, comportamenti, .....
• Il Project Management: è un corpo di studi che aiuta nel
raggiungimento di un obiettivo in modo efficace ed
efficiente, attraverso la gestione integrata delle principali
variabili di progetto: TEMPO, COSTO, QUALITA’
(PERFORMANCE).
I fattori di successo di un progetto
• Gli strumenti e le tecniche del PM rendono più facile la
previsione, e tendono a ridurne il rischio associato; sono di
fondamentale utilità sia in fase di programmazione che di
controllo dell’attività di realizzazione di un’opera.
• I concetti e le tecniche del PM sono validi e applicabili a
tutti le tipologie di progetto
Conoscenze di project management
Project management
Il project management è un approccio alla gestione del progetto volto a
garantire il suo completamento nel rispetto dei tempi, dei costi e delle
prestazioni tecnico-qualitative definite dal committente (performance).

Nel conseguire il suo scopo, fa leva su alcuni concetti chiave:


• Avere un unico centro di responsabilità di tutte le funzioni coinvolte
nel progetto
• Integrare tutte le attività di gestione del progetto in un’unica figura,
quella del project manager
• Apportare revisioni durante l’esecuzione
Elementi di Imprevedibilità dei progetti
La realizzazione di un progetto risente di tutte le
variabilità ed imprevedibilità tipiche di ogni
ambiente produttivo
• affidabilità dei mezzi produttivi e delle tecnologie
• disponibilità ed affidabilità delle risorse umane
• affidabilità degli approvvigionamenti
• affidabilità delle imprese subappaltatrici (if any)
Modelli di project management
PMBOK (Project Management Institute, 1996)
• Suddivisione del progetto in fasi
• Ogni fase è segnata da una consegna o deliverable
• Raggiungimento di un obiettivo attraverso
processi gestionali interrelati
• Processi: simultanei e sequenziali
PMBOK: aree di conoscenza
del PM
• Project Integration Management
• Project Scope Management
• Project Time Management
• Project Cost Management
• Project Quality Management
• Project Human Resources Management
• Project Communications Management
• Project Risk Management
• Project Procurement Management

• Ciascuna di queste aree necessita di uno o


più processi
Fase di Progetto

Inizio Pianificazione

Controllo Esecuzione

Chiusura
PMBOK: Sovrapposizione dei gruppi di
processo in una
PMBOK: fase
Sovrapposizione dei gruppi di
processo in una fase

Processi di
esecuzione
Livello
Processi di
di
pianificazione
attività

Processi di
Processi conclusione
di inizio Processi di controllo

Inizio Tempo Fine


fase fase
Fase di Progetto

Inizio Inizio Pianificazione

Controllo Esecuzione

• E’ lo studio approfondito dell'opera (prodotto o


servizio) da realizzare e del processo produttivo Chiusura

finalizzato alla messa a punto dell'organizzazione e


all’analisi dettagliata del progetto, in tutte le sue
caratteristiche, specificità e componenti
• Oggetti di studio
• contratti e documenti di progetto, specifiche del cliente
• diversi aspetti della progettazione
• forme di collaborazione specialistica da parte di consulenti
e fornitori, possibilità di fornitura di materiali, disponibilità
di manodopera
• Eventuale opera pre-esistente (reverse engineering) ***IMPORTANTE in DAKAR***
Fase di Progetto

Pianificazione Inizio Pianificazione

Controllo Esecuzione

• Consiste nella programmazione dettagliata della


realizzazione dell'opera Chiusura
• Si sviluppano a partire dai documenti analitici preparati
nella precedente fase (in cui l'intera opera è decomposta
in tutte le sue parti elementari) le operazioni necessarie
alla loro realizzazione e nei costi associati
• La programmazione del progetto è quindi eseguita a livello
di dettaglio negli aspetti sia economici di budget che
temporali di schedulazione
• Per la schedulazione si ricorre spesso ad una descrizione
del progetto attraverso l'individuazione delle attività
elementari, che devono essere eseguite per il suo
completamento, unitamente alle unità organizzative
responsabili della loro realizzazione.
Fase di Progetto

Esecuzione e controllo Inizio Pianificazione

Controllo Esecuzione

• Realizzazione del opera/prodotto/servizio ed il


controllo del processo produttivo Chiusura

• Si controllano le modalità di impiego delle risorse, il


coordinamento tra le consulenze/imprese
specialistiche coinvolte (e.g., la qualità dei materiali
utilizzati, il rispetto delle norme …)
• L'azione di controllo deve essere tempestiva al
manifestarsi degli inevitabili scostamenti
dell'andamento reale dell'avanzamento da quello
programmato
Fase di Progetto

Chiusura Inizio Pianificazione

Controllo Esecuzione

• Si analizza ex-post la realizzazione dell'opera, i


problemi insorti e gli errori commessi (si analizza Chiusura

eventualmente la redditività e/o soddisfazione)


• La revisione critica del progetto e della sua
realizzazione consente infatti di ridurre la probabilità
di commettere errori nelle successive realizzazioni
nonché suggerisce quei cambiamenti organizzativi e
gestionali
Tipologie di team (1)
• Democratico De-centralizzato
• Assenza di un leader permanente
• Consenso di gruppo sulle soluzioni e sulla
organizzazione del lavoro
• Comunicazione orizzontale
• Vantaggi
• Attitudine positiva a ricercare presto gli errori
• Funziona bene per problemi “difficili” (ad esempio per
la ricerca)
• Svantaggi
• È difficile da imporre…
• Non è scalabile...
Tipologie di team (2)
• Controllato De-centralizzato
• Un leader riconosciuto, che coordina il lavoro
• La risoluzione dei problemi è di gruppo, ma l’implementazione delle soluzioni
è assegnata a sottogruppi da parte del leader
• Comunicazione orizzontale nei sottogruppi e verticale con il leader
Tipologie di team (3)
• Controllato Centralizzato
• Il team leader decide sulle soluzioni e sull’organizzazione
• Comunicazione verticale tra team leader e gli altri membri
Le attività del project manager
• Stesura della proposta di progetto
• Stima del costo del progetto
• Pianificazione (planning) e tempificazione (scheduling)
• Monitoraggio e revisioni del progetto
• Selezione e valutazione del personale
• Stesura di rapporti e presentazioni
•…
• And more
Pianificazione del lavoro
f1:Function
p:Project
f2:Function

a1:Activity a2:Activity a3:Activity

a2.1:Activity a2.2:Activity a2.3:Activity

t1:Task t2:Task t3:Task t4:Task


Funzioni
•Attività o insiemi di
attività che coprono tutta
la durata del progetto
• Project management
• Documentation
• Quality Control (V&V)
• Training
Organizzazione delle attività
• In un progetto le attività devono essere organizzate
in modo da produrre risultati valutabili dal
management
• Milestones sono i punti finali di ogni singola attività
di processo
• Deliverables sono i risultati che sono forniti al
committente
Tasks e work-package
• Unità di lavoro “atomiche”
• Hanno durata stimabile, necessitano di certe risorse, producono risultati
tangibili (documentazione, codice, ...)
• Specifica di un task:
• Nome e descrizione del lavoro che deve essere fatto
• Precondizioni per poter avviare il lavoro, durata, risorse necessarie
• Risultato atteso del lavoro e criteri di accettabilità
• Rischi
• I task sono raggruppati in work-package
• Deve esserci una relazione
• Work Breakdown Structure (WBS)
Attività

f1:Function
p:Project
f2:Function

a1:Activity a2:Activity Unità principali di


lavoro, con date di
consegna precise
a2.1:Activity a2.2:Activity Scomponibili in una
serie di tasks
t1:Task t2:Task t3:Task
Culminano in una
milestone
Scheduling di progetto
• Divide il progetto in attività e mansioni (tasks) e stima il
tempo e le risorse necessarie per completare ogni singola
mansione
• Organizza le mansioni in modo concorrente, per ottimizzare la
forza lavoro
• Minimizza la dipendenza tra le singole mansioni per
evitare ritardi dovuti all’attesa del
completamento di un’altra mansione
• Sono necessari intuito ed esperienza …
insomma un buon project manager 😬
Processo di scheduling del progetto

Identify Identify activity Estimate resources Allocate people Create project


activities dependencies for activities to activities charts

Software Activity charts


requirements and bar charts
Problemi nello scheduling
• E’ difficile stimare la difficoltà dei problemi ed il costo di sviluppo di
una soluzione
• La produttività non è proporzionale al numero di persone che
lavorano su una singola mansione
• Aggiungere personale in un progetto in ritardo può aumentare ancora
di più il ritardo
• Imprevisti succedono sempre...
La
Lafunzione
funzioneCosto d’accelerazione
Costo d’accelerazione (un richiamo)
Costruzione di Ingegneria
Costo

160

100

60

20

Tempo (fasi del progetto)

1 2 3 4

Andamento della funzione “Costo d’accelerazione” per un ritardo


di due settimane (Grandi A. 1985)
Notazioni di Project Management
Notazioni di Project Management
Dimensioni di progetto

Tempo Costo

Inizio (Studio e analisi) WBS WBS

Pianificazione Diagr. Gantt Costo Progetto e Pbbs

CPM/PERT Baseline (Bcws)


Diagramma di carico

(Matrice Attiv./Resp.)

Controllo Diagr. Gantt Bcwp, Acwp

CPM/PERT Cv e Sv

Conclusione Diagr. Ishikawa Diagr. Ishikawa


(Consuntivo)
Pareto Analysis Pareto Analysis
Grafo delle attività (PERT),
Diagramma di Gantt (o grafico a barre)
• Diversi tipi di rappresentazione grafica dello scheduling del progetto
• Mostrano la suddivisione del lavoro in mansioni/tasks (una settimana
o due di lavoro)
• Il grafo delle attività (PERT) evidenzia le dipendenze e il cammino
critico
• Il diagramma di Gantt mostra lo scheduling come calendario lavori ed
esprime la tempificazione delle attività/task
Diagramma di PERT (Program Evaluation and
Review Technique )
• ES: earliest start time:
• il minimo giorno di inizio dell’attività/attività, a partire dal minimo tempo
necessario per le attività che precedono
• EF: earliest finish time:
• dato ES e la durata dell’attività, il minimo giorno in cui l’attività può terminare
• LF: latest finish time:
• qual è il giorno massimo in cui quella attività deve finire senza che si crei
ritardo per le attività che dipendono da lei
• LS: latest start time:
• dato LF e la durata dell’attività, qual è il giorno massimo in cui quell’ attività
deve iniziare senza provocare ritardo per le attività che dipendono da lei
Cammino critico
T-2 T-3 T-5
2 days 1 days 5 days
5 7 7 8 12 17
9 11 11 12 12 17
T-1 T-7
5 days 3 days
0 5 17 20
0 5 17 20
T-4 T-6
7 days 2 days
5 12 12 14
5 12 15 17
Mansioni: durata e dipendenze
Mansioni Durata (giorni) Dipendenze
T1 8
T2 15
T3 15 T1
T4 10
T5 10 T2, T4
T6 5 T1, T2
T7 20 T1
T8 25 T4
T9 15 T3, T6
T10 15 T5, T7
T11 7 T9
T12 10 T11
Network delle attività
14/7/94 15 days
15 days
M1 T3
8 days T9
T1 5 days 4/8/94 25/8/94
25/7/94
T6 M4 M6
4/7/94 M3
start 20 days 7 days
15 days
T7 T11
T2

25/7/94 10 days 11/8/94 5/9/94


10 days
M2 M7 M8
T4 T5 15 days
T10 10 days
18/7/94
T12
M5
25 days
T8 Finish
19/9/94
Diagramma di Gantt (or Bar Chart)

4/7 11/7 18/7 25/7 1/8 8/8 15/8 22/8 29/8 5/9 12/9 19/9
Start
T4
T1
T2
M1
T7
T3
M5
T8
M3
M2
T6
T5
M4
T9
M7
T10
M6
T11
M8
T12
Finish
Allocazione della forza lavoro
4/7 11/7 18/7 25/ 1/8 8/8 15/8 22/8 29/8 5/9 12/9 19/9

Fred T4
T8 T11
T12
Jane T1
T3
T9
Anne T2
T6 T10

Jim T7

Mary T5
ESERCIZIO
• Disegnare il network delle attività e il diagramma di Gantt relativo alle
attività mostrate con le relative durate e dipendenze
Mansioni Durata (giorni) Dipendenze
T1 10
T2 15 T1
T3 10 T1,T2
T4 20
T5 10
T6 15 T3, T4
T7 20 T3
T8 35 T7
T9 15 T3, T6
T10 5 T5, T9
T11 10 T9
T12 20 T10
T13 35 T3,T4
T14 10 T8,T9
T15 20 T9,T14
T16 10 T15
Risk management
• Si occupa di identificare i rischi e delineare piani per
minimizzare i loro effetti su un progetto
• Un rischio è una probabilità che alcune circostanze
avverse possano verificarsi
• Project risks: ha effetto sullo schedule o risorse (es. perdita di
un progettista esperto)
• Product risks: ha effetto sulla qualità e le performance del
sistema che si sta sviluppando (es. una componente software
che non funziona come previsto)
• Business risks: ha effetto su organisation, developing o
procuring the software (e.g., nascita di un software simile a
quello che si sta producendo)
Risk analysis
• Valuta la probabilità e l’effetto di ogni rischio
• La probabilità potrebbe essere molto bassa (<10%), bassa (10-25%),
moderata (25-50%), (50-75%) alta o molto alta (>75%)
• Gli effetti del rischio potrebbero essere catastrofici, seri, tollerabili o
insignificanti

• L’analisi del rischio dovrebbe essere ripetuta ad ogni ciclo del processo del progetto
The risk management process

Risk Risk analysis Risk planning Risk


identification monitoring

List of potential Risk avoidance Risk


Prioritised risk and contingency
risks list assessment
plans
Pianificazione dei rischi
• Considera ogni rischio e sviluppa una strategia per gestirlo
• Avoidance strategies
• La probabilità che il rischio si verifichi è ridotta
• Minimisation strategies
• L’impatto del rischio su un progetto o prodotto sarà ridotto
• Contingency plans
• Se il rischio si verifica, effettua un piano che si occupi di tale rischio
Risk monitoring
• Valuta ogni rischio identificato con regolarità per decidere se questo è
più o meno probabile
• Valuta anche se gli effetti del rischio son cambiati
• Ogni key risk dovrebbe essere discusso durante i management
progress meetings
Responsability Assignment Matrix
Activity Diagram: Modeling Decisions
Activity Diagrams: Modeling Concurrency
• Synchronization of multiple activities
• Splitting the flow of control into multiple threads
Splitting Synchronization
Activity Diagrams: Swimlanes
• Actions may be grouped into swimlanes to denote the object or
subsystem that implements the actions.

Allocate Dispatcher
Resources

Open Coordinate Archive


Incident Resources Incident

FieldOfficer
Document
Incident
Work breakdown structure (WBS)
Presentation ‘tips’
Slide addizionali
Struttura del piano di progetto
• 1. Introduzione
• 2. Organizzazione del Progetto
• 3. Descrizione dei Processi Gestionali
• 4. Descrizione dei Processi Tecnici
• 5. Pianificazione del lavoro, delle risorse umane e del budget.
1. Introduzione
• 1.1 Overview del Progetto
• Descrizione di massima del progetto e del prodotto.
• 1.2 Deliverables del Progetto
• Tutti gli items che saranno consegnati, con data e luogo di consegna
• 1.3 Evoluzione del Progetto
• Piani per cambiamenti ipotizzabili e non
• 1.4 Materiale di riferimento
• Lista dei documenti cui ci si riferisce nel Piano di Progetto
• 1.5 Definizioni e Abbreviazioni
2. Organizzazione del progetto
• 2.1 Modello del Processo
• Relazioni tra le varie fasi del processo
• 2.2 Struttura Organizzativa
• Gestione interna, carta dell’organizzazione
• 2.3 Interfacce Organizzative
• Relazioni con altre entità
• 2.4 Responsabilità di Progetto
• Principali funzioni e attività;
• Di che natura sono?
• Chi ne è il responsabile ?
3. Processi gestionali
• 3.1 Obiettivi e Priorità
• 3.2 Assunzioni, Dipendenze, Vincoli
• Fattori esterni
• 3.3 Gestione dei rischi
• Identificazione, Valutazione, Monitoraggio dei rischi
• 3.4 Meccanismi di monitoraggio e di controllo
• Meccanismi di reporting, format, flussi di informazione, revisioni
• 3.5 Pianificazione dello staff
• Skill necessari (cosa?, quanto?, quando?)
4. Processi tecnici
• 4.1 Metodi, Strumenti e Tecniche
• Sistemi di calcolo, metodi di sviluppo, struttura del team, ecc.
• Standards, linee guida, politiche.
• 4.2 Documentazione
• Piano di documentazione, che deve includere milestones, e revisioni
• 4.3 Funzionalità di supporto al progetto
• Pianificazione della qualità
• Pianificazione della gestione delle configurazioni
5. Pianificazione del lavoro, delle risorse
umane e del budget.
• 5.1 Work Packages
• Il progetto è scomposto in tasks; definizione di ciascun task
• 5.2 Dipendenze
• Relazioni di precedenza tra funzioni, attività e task
• 5.3 Risorse Necessarie
• Stima delle risorse necessarie, in termini di personale, di tempo di computazione, di
hardware, di software ecc.
• 5.4 Allocazione del Budget e delle Risorse
• Associa ad ogni funzione, attività o task il costo relativo
• 5.5 Pianificazione
• Deadlines e Milestones