Sei sulla pagina 1di 6

il Sostenibile 26

Tecnologie per il raffrescamento e


solare degl edifici

Giuseppe Oliveti L'energia solare, da tempo ormai utilizzata nel/'ambito del riscaldamento
Natale Arcurì
Marilena De Simone
di acqua per uso sanitario, può essere impiegata oggigiorno in modo
Roberto Bruno molto proficuo anche come fonte primaria per il raffrescamento degli edifici.
Università della Calabria,
Dipartimento di Ingegneria
Meccanica

Nonostante l'attiv ità normativa classificazione delle tecnologie assorbitore, evaporatore, genera­ opportunamente rico ndensati
della Comunità Europea, rivolta al disponibili sul mercato, in base al tore e condensatore. Lo schema di prima dell'invio all'evaporatore:
contenimento dei consumi ener­ ciclo termodinamico di riferimen­ funzionamento è riportato in figu­ questa trasformazione, data la
getici degli edifici, si assiste ad un to e al tipo di sostanza impiegata" ra 2. L'assorbitore e l'eva poratore bassa so lubilità dell'acqua nel Li Br,
costante incremento dei fabbi so­ Gli impianti solar cooling possono sono direttamente collegati, così avviene nel condensatore median°
gni di energia termica, soprattutto essere a ciclo chiuso oppure aper­ come il generatore e il condensa­ te l'impiego di una portata di
per effetto della crescente richie­ to: nel primo caso si utilizza una tore; nell'assorbitore è presente la acqua di raffreddamento. Tale por­
sta di energia per la climatizzazio­ sostanza refrigerante che subisce miscela, ad esempio LiBr-H 20, e tata è anche impiegata per smalti­
ne estiva'. Nella maggior parte dei una serie ciclica di trasformazioni, nell'evaporato re la sola sostanza re il calore all'assorbitore e può
casi il raffrescamento estivo, nel secondo caso la portata di aria refrigerante (il soluto, in questo essere fornita da una torre di raf­
soprattutto nel settore terzi ario, è di processo, dopo essere stata sot­ caso H20) entrambi mantenuti ad freddamento. Il passaggio dalla
ottenuto con macchine elettriche toposta ad una serie di trasform a­ un livello di pre ss ione molto pressione più alta a quella più
a compressione di vapo re. In que­ zioni termo-igrometriche, è espul­ basso. Nella soluzione l'acqua è bassa avviene mediante una val­
sti ultimi anni si assiste al costante sa nell'ambiente esterno. presente con una tensione di vola di laminazione.11 coefficiente
sviluppo di nuove tecnologie che vapore più bassa rispetto all'acqua di prestazione della macchina, tra­
impiegano l'energia solare come pura nell'evaporatore, pertanto si scurando il lavoro della pompa e
Sistemi solar cooling
fonte energetica primaria'. Tale ha il passaggio spontaneo del nel caso di trasformazioni ideali, è
a ciclo chiuso: refrigeratori
tecnologia, nota come solar coO­ refrige rante dall'evaporatore esprimibile in funzione delle tem­
ad assorbimento a semplice
ling, apre interessanti prospettive all'assorbitore con un proces so perature al generatore Tg, al con­
e doppio effetto
sia per gli elevati livelli prestazio­ evaporativo endotermico e conse­ densatore e all'assorbitore Tò ' e
nali che per i risparmi energetici La tipologia di impianto dominan­ guente assorbimento di calore dal alla sorgente fredda To con la rela­
conseguibili'. Negli impianti di te è il refrigeratore ad assorbimen­ circuito di raffreddamento. zione:
solar cooling, infatti, è possibile to, il cui principio di funzionamen ­ Nell'assorbitore il vapore conden ­
osservare una favorevole applica­ to si basa sull'utilizzo di un ciclo sa cedendo nuovamente calore, il
zione dell'energia solare, stante la termodinamico chiuso percorso quale deve essere opportunamen­
corrispondenza tra il carico frigori­ da una soluzione bromuro di litio­ te sma ltito, diluendo la soluzione Il termine nella prima parentesi al
fero richiesto e i livelli di irraggia­ acqua oppure acqua-ammoniaca. LiBr-H 20 che perde le sue capacità secondo membro è il coefficiente
mento sola re. Tale tecnologia con ­ Nel primo caso l'acqua è il soluto, assorbenti. Per rendere continuo il di prestazione della macchina di
sente, inoltre, di realizzare la clima­ nel secondo è il solvente. In ciclo, la soluzione deve essere Carnot operante tra le sorgenti To
tizzazione estiva ed invernale entrambi i casi il principio di fun­ nuovamente riconcentrata, e ciò è e Ta.11 COP cre sce all'aumentare di
degli edifici attraverso un unico zionamento utilizza il cambiamen­ realizzato nel generatore il quale Tg e tende al COP di Carnot perTg
impianto'. Una limitazione riguar­ to di fase di una sostanza da liqui­ riceve energia termica ad un livel­ tendente all'infinito. Per questa
da la taglia delle macchine da do a vapore che richiede la forni­ lo di temperatura di circa 75-95 0c. tipologia di macchina, definita a
impiegare: ad oggi non sono tura di energia termica dall'ester­ Tale energia può essere resa semplice effetto, il COP assume
anco ra disponibili sul mercato no, con ottenimento di un effetto disponibile da un campo di collet­ valori prossimi a circa 0,6, pertanto
impianti solar cooling di limitata frigorifero, se la trasformazione tori solari. Il passaggio della solu­ per l'ottenimento di l kWh frigori ­
potenza per il condizionamento avviene in un adeguato campo di zione dall'assorbitore al generato­ fero è necessario fornire 1,67 kWh
solare di piccole utenze, ma sono temperature. Il ciclo termodinami­ re è effettuato tramite una pompa termi ci' . Le proprietà termodina­
largamente disponibili macchine co utilizza lo scambio termi co con che innalza la pressione ad un miche del refrigerante determina­
per la clim atizzazione centralizzata tre sorgenti a differente tempera­ livello più elevato. I vapori di refri ­ no la massima temperatura otteni­
di uno o più edifici. Lo schema tura e la macchina occorrente è gerante che si formano all'interno bile: con l'acqua come refrigerante
riportato in figura l mostra una realizzata con 4 distinti dispositivi: del generatore devono essere si può avere una temperatura
massima di +5 °C alla pre ssione di e del solvente, così che dalla solu­ nelle cosiddette macchine a dop­ essere impiegata per il riscalda­
1DJ Pa ed è pertanto indicata in zione si svi luppa vapore d'acqua pio effetto. In questi dispositivi, mento degli ambienti e la produ­
macchine di piccola taglia (che puro. Invece, nelle macchine che generalmente alimentati a gas, il zione di acqua calda sanitaria.
devono lavorare sottovuoto) men­ impiegano miscele H20- NH 3, la principio di funzionamento è
tre con l'ammoniaca alla pressione differenza tra le temperatu re di identico, salvo il fatto che il refri­
Sistemi solar cooling a ciclo
di 10' Pa si raggiungono valori di ebol lizione dei fluidi è ridotta: nel­ gerante viene espulso a tempera­
ch iuso: refrigeratori
temperatura di -33°C e pertanto l'evaporazione spesso si separa ture più alte, tipicamente 160°C,
ad adsorbimento
sono indicate anche in applicazio­ anche vapore d'acqua e diviene difficili da ottenere con impianti
ni industriali. necessaria la presenza di un orga­ solari convenzionali. In tal caso si Nelle macchine ad adsorbimento
Nelle macchine che impiegano la no di rettificazione. D'altro canto, sfrutta il calore di condensazione operanti a ciclo chiuso, il refrige­
soluzione LiBr-H20 , la concentra­ utilizzando l'ammoniaca è possibi­ per un'ulteriore fase di rigenera­ rante non è assorbito in un sol­
zione di acqua nella soluzione non le effettuare il raffreddamento con zione a temperatura e pressione vente bensì all'interno di materiali
deve ridursi eccessivamente, per aria, ma i lavori di pompaggio inferiori, realizzando due cic li a solidi porosi, quali la silica-gel, la
evitare fenomeni di cristallizzazio­ richiesti sono più elevati rispetto singolo effetto in cascata, con zeolite oppure i carboni attivi; in
ne del solvente. Un vantaggio alla miscela LiBr-H 20.11 migliora­ valori di COP di circa 1,3. 1gruppi quest'ultimo caso il refrigerante è
offerto dalle macchine che opera­ mento delle prestazioni, come ad assorbimento a doppio effetto ammoniaca anziché acqua. In tali
no con la soluzione LiBr-H 20 è visto in precedenza, può esse re a fiamma diretta sono in grado di dispositivi, il materiale adsorben te
l'el evata differenza tra la tempera ­ ottenuto innalzando la temperatu­ erogare, oltre all 'energia frigorife­ deve essere alternativamente raf­
tura di ebollizione del refrigerante ra al generatore, e ciò è realizzato ra, anche energia termica che può freddato e riscaldato per garantire

Processi di Ira~ ro rrna z i o ll e


de ll 'energia terilli ca

C icli con adso rbim ento


(ac4un-sili ca gel)

Cicli con
.Is so rbi mentO a secco
(am moniaca - sali) Cicli termodinamici
e sostanze utilizzate
negli impianti solar cooling.
figura 2. Sc hema di funzion amento
di una macchina ad assorbimento
a ciclo chiuso.

Figura 3. Schema di fun% ionamento


d i una macchi na ad adsorbimento
a cicl o chiuso.

i processi di adsorbimento e - il vapore nell'evaporatore è ad/assorbente deve essere raffred­ za adassorbente' .ln queste appli­
desorbimento. Con riferimento adsorbito nel materiale poroso data dopo la fase di rigenerazione cazioni possono essere utilizzate
alla figura 3, le fasi del ciclo termo­ posto nella sezione sinistra che affinché possa fungere da adsorbi ­ sia sostanze liquide che solide, e
dinamico sono le seguenti: funge da adsorbitore. Per il com­ tore. I COP ottenibili raggiungono generalmente viene impiegata la
- nella sezione destra del materiale pletamento del ciclo, il calore di un valore prossimo a 0,5. tecnica del raffreddamento evapo­
adsorbente, l'energia termica forni­ condensazione è rimosso con una rativo per il controllo della tempe­
ta produce l'evaporazione del refri­ portata fredda . ratura dell'a ria di processo. Questi
Sistemi salar cooling a ciclo
gerante, fungendo da generatore; Quando la sezione destra è com­ sistemi sono noti anche con l'acro­
aperto
- il va pore della sostanza refrige­ pletamente caricata di refrigerante nimo DEC (Desiccant Evaporative
rante viene condensato nella e quella di sinistra completamente I sistemi a ciclo aperto operano su Systems).
parte alta (condensatore) rigenerata (assenza di refrigeran­ una portata di aria esterna che
media nte una portata più fredda. te) il generatore opera da adsorbi­ subisce una serie di trasformazioni Sistemi a ciclo chiuso
Successivamente, un processo di tore e l'adsorbito re diventa gene­ termoigrometriche prima di esse­ con essiccanti solidi
laminazione riduce la pressione ratore. Questa inversione delle re immessa negli ambienti da con­ La figura 4 mostra lo schema di un
del refrigerante che subi sce un funzioni avviene in circa 7 minuti. dizionare. Tali sistemi, rispetto a sistema DEC con ruota deumidifi­
ulteriore cambiamento di fase Le prestazioni ottenibili dalle mac­ quelli chiusi, operano sui carichi cante, che impiega come sostanza
sottraendo calore ad una portata chine ad adsorbimento sono limi­ sia sensibili che latenti, e sono adsorbente la silica-gel oppure
d'acqua refrigerata (effetto frigo­ tate per effetto delle perdite di caratterizzati dal contatto diretto zeoliti. La ruota deumidificante è
rifero); calore sensibile; infatti, la sostanza dell 'aria di processo con la sostan­ uno scambiatore entalpico poiché

GENERATOR E CONDENSATORE
CONDENSATORE Acqua di
Vapori raffredd amento
Refrigerante
Energ ia Termic a

Refrigerante liquido

Soluzione

diluita
Energia termica

Vapori

ASSORBITORE Refrigerante EVAPORATORE


Acqua
refri gerata
EVAPORATORE
Acqua di raffreddamento Acqua refrigera ta

2 3
FIgura 4. Schema d i funzionamento
di un impianto con ruota essiccante
a ciclo aperto.

al suo interno avviene il contem­ tura e umidità specifica vantag­ captazione solare; l'uso delle zeoli­ rigenerazione della ruota dà luogo
poraneo trasferimento di vapor giose, raffreddata mediante un ti richiede temperature più eleva­ all'espulsione di aria a temperatu­
d'acqua e di calore. La ruota è processo di saturazione per umidi­ te. Semplificazioni impiantistiche ra superiore ai 50 DCII sistema
caratterizzata da due sezioni: nella ficazione. L'aria in uscita dal recu­ sono ottenibili ricorrendo a collet­ considerato può essere utilizzato
prima (inferiore) avviene l'adsorbi­ peratore di calore è riscaldata, tori solari ad aria' . Prima dell'im­ anche per il condizionamento
mento del vapor d'acqua, nella mediante una portata proveniente missione in ambiente, la portata di invernale degli ambienti , in tal
seconda (superiore) la rigenerazio­ da un campo di collettori solari, e aria di processo può subire una caso occorre bypassare alcuni
ne della sostanza adsorbente. La utilizzata per rigenerare la sostan­ regolazione più accurata delle sue dispositi vi dell'impianto e utilizza­
deumidificazione ad entalpia za adsorbente nella ruota deumi­ condizioni termoigrometriche re la ruota essiccante come ulte­
costante dell'aria di processo con­ dificante. Se la temperatura ester­ mediante trasformazioni di satura ­ riore recuperatore di calore, nel
duce ad un aumento della sua na è idonea, si utilizza direttamen ­ zione adiabatica e riscaldamento caso in cui non sia prevista deumi ­
temperatura, il cui livello è succes­ te una portata di aria esterna per il ad umidità specifica costante, dificazione'. Questi impianti, in
sivamente ridotto mediante il pas­ processo di rigenerazione, in tal impiegando la stessa sorgente di genere molto ingombranti, sono
saggio all'interno di un recupera­ caso l'aria espulsa bypassa la ruota calore utilizzata per la rigenerazio­ indicati per la climatizzazione di
tore di calore. essiccante. Le temperature di rige­ ne. Le prestazioni fornite da questi grandi utenze.
nerazione della silica-gel sono impianti dipendono dalle condi­
Il recuperatore impiega come flui ­ generalmente variabili tra 90 e 95 zioni termoigrometriche dell'aria Sistemi a ciclo chiuso
do refrigerante la portata di aria 0c, compatibili con i livelli di tem­ esterna·, i valori di (OP ottenibili con essiccanti liquidi
espulsa dagli ambienti, a tempera­ peratura ottenibili in sistemi di variano tra 0,45 e 0,55 poiché la Questi sistemi cominciano ad

calore
calore

10

Aria espulsa

7
Aria esterna Aria in mandata

4 L - '- - - - - '
5 6
Ruota
Recu perato re
deumidificante
di calore

4
essere proposti sul mercato e In questi impianti (fig. 5), la portata riconcentrazione della soluzione soda caustica, non impiegabile per
appaiono molto promettenti dal d'aria di processo è posta in con ­ diluita mediante una portata di ovvie ragioni) rendono il processo
un punto di vista del risparmio tatto diretto con la soluzione con­ aria esterna riscaldata in uno di deumidificazione molto
energetico poiché le temperature centrata, assorbendo vapor scambiatore di calore, alimentato efficace" .11 cloruro di litio è inerte,
di rigenerazione richieste dalla acqueo e riscaldandosi. La soluzio­ da un campo di collettori solari. La per cui non genera danni ai dispo­
sostanza assorbente sono più van­ ne così diluita è convogliata in un portata d'aria impiegata per la sitivi dell'impianto e non provoca
taggiose ". La sostanza assorbente apposito accumulatore. L'aria di rigenerazione è preriscaldata problemi se inavvertitamente si
maggiormente impiegata è il clo­ processo è raffreddata in uno sfruttando l'entalpia residua della diffonde all'interno dell'ambiente
ruro di litio, in soluzione con scambiatore di calore che impiega portata d'aria in uscita. Il maggior climatizzato.
acqua, la cui rigenerazione, a pari­ la portata d'aria di espulsione problema in questo tipo di Le vantaggiose temperature di
tà di potere deumidificante, richie­ come fluido freddo, ulteriormente impianto è rappresentato dall'as­ rigenerazione rendono questi
de temperature dell'ordine dei 60 raffreddata mediante saturazione sorbitore, il quale richiede superfi ­ impianti più efficienti rispetto ai
0c. Un ulteriore vantaggio è rap­ adiabatica. Un umidificatore posto ci di scambio tali da garantire il sistemi DEe adsorbenti.
presentato dalla possibilità di sul percorso dell'aria di processo è contatto tra le elevate portate di Anche in questo caso l'impiego
immagazzinare energia frigorifera impiegato per ottenere una rego­ aria di processo (anche migliaia di diretto di portate d'aria rigene­
sotto forma di soluzione concen­ lazione più accurata della tempe­ kg/h) e le limitate portate della ranti, fornite da un campo di col­
trata, in tal modo si eliminano le ratura e dell'umidità specifica soluzione concentrata. Le ottime lettori solari termici ad aria, offre
perdite di calore nei serbatoi di prima dell'immissione in ambien­ caratteristiche igroscopiche del una notevole semplificazione
accumulo sensibile o latente. te. Un generatore provvede alla cloruro di litio (seconde solo alla impiantistica.

Umidif. ---I~...,..,...

Rigen.
~~~_ Recup.
diluted. -.;:--t-4-+-7 d i ca lo re
Sol.
Deumidif.

t
Aria di rigenerazione Aria di processo Aria espulsa
Schema
di impianto di un ciclo
ad assorbimento operante con liCI.
5
:l~..:;~

Considerazioni impiantistiche energ ia frigo rifera prodotta in 2004. Mila no. Marzo 2004.
solar collectors'; in Atti del Congresso

eccesso oppure in assenza di cari­ 3 - Henning H.. Erpenbeck T.. Hinden burg c..
Internazionale 5AC 2005 (Solar Air-condi tio­

Santama ri a I., "The pote ntial of solar energy


ning Confe rence). Kloster Banz (Ge rm ania),

Gli impianti di so la r cooling sono co richiesto dall'ambiente da refri­


use in desiccant cooling cycles'; in
Ottobre 2005 .

preva lentemente indica ti per gerare. L'energia immagazzinata


IMernational Journal Of Refrigeration, 2001. 13 - Oliveti G.. .'Ircuri N.• Bruno R.. De Simone

grosse utenze, quali centri com­ può essere successivamente utiliz­ 4 - Oliveti G.• Arcuri N .• Bruno R.. .. Energy per­ M.," Ene rgy performance of solar COIl~(lOr S

merciali, strutture ospedaliere, zata quando non si rea lizzano le form ances o f a p ian t using an adsorption tha t supply a simp le effec t absorpti on chiller

grandi edifici civili. A causa della condizioni per l'avviamento del desicca nt w heel and a fi eld o f solar collec­ w ith cold storag e made in PCM'; in Atti del

chiller ad asso rbimento. La presen­ tors for the winter and summer air- condi­ Congresso Internaziollale SAC 2009 (Solar Air­

loro difficoltà di regolaz ione, sono


tioning of a building'; in Atti del Congresso Conditioning Conferencel, Palermo. Ottobre

dimensionati in modo da soddi­ za dell'accumulo freddo dà luogo


Internazionale SAC 2007 (Solar air-conditio­ 2009.

sfare parzialmente i carich i termici ad un miglioramento di t utti gli


ning conference). Ta rragona (Spag na). 14 - Jeckel T. B, Mitchell J. VV.• Klein S. A .

richiesti, demandando la copertu­ indici prestaziona li a ca usa di un Ottobre 2007. lvIodeling of ice-storage and PCIvI tanks.

ra dei picc hi a sistem i di tipo trad i­ mig lior impiego dell'energia sola­ 5 - Eicker U., Solar Technolog ies for ASHRAE Trans.• 99(1 l. 1993.

zionale che operano in cascata'. re captata I2"l.lnoltre, la presenza Buildings. Wiley. Chichester, 2003 .
6 - Oliveti G.• Arcuri N.• Bruno R.• Mazzuca
Ol tre alla difficoltà di regolazione, dell'accumulo freddo rende le pre­
A.• "Energy performances of an absorption
occorre evidenziare anche i limiti stazion i poco variabili con le
chiller supplied by solar collectors in medi­
operativi di funzionamento: essen­ dimensioni dell 'accumulo ca ldo,
terranean area'; in Atti del Congresso
do macchine di grossa taglia non che può assumere qu indi dimen­ Internazionale ISES 2005, Orlando (USA).
sono in grado di erogare potenze sion i ridotte con evidenti benefici Agosto 2005.

termiche ridotte'. economici ". La presenza dell'accu­ 7 - Oliveti G.• Arcuri N" Bruno R.... Energy per­
formances of a adsorption open cycle using
mulo ca ldo nel sistema di capta­
a desiccan t w heel for buildings air conditio ­
Per le macchine a cic lo chiuso ad zione solare è necessario per
ning in m editerranean area'; in Atti della
assorbimento, le prestazioni sono garantire stabilità al sistema di
Sezione Internazionale del Congresso ATI
notevolmente infl uen zate dalla controllo dei co lletto ri', Gli incon­ 2006, Perugia, Settembre 2006 .
temperatura dell'acqua al conden­ venienti legati alla presenza di ele­ 8 - Eicker U.• Huber M .•• "Desiccant cooling

sa tore e all'assorbitore, fornita vati volumi di accumulo freddo technology powered by solar thermal air
collector sys tems'; ISES. 2003.
dalle torri di raffreddamento, le cui possono essere su perati con siste­
9 - Oliveti G., Arcuri N., Bruno R.... Study of a
prestazioni sono influenzate dalle mi di accumu lo che utilizza no
Suitable Control Strategy and Energy
condizione termoigrometriche materiali PC M, in gene rale miscele Performance in an Open Adsorption Cycle
dell 'aria est erna". Se l'energia ter­ di sali idrati", che con sentono with Desiccant Wheel for the Summer
mica fornita dai collettori solari è anche di ridurre le dispersioni t er­ Conditioning of a Shopping Cen tre". in Atti

insufficiente, è conveniente in t er­ miche a parità di energia frigorife­ del Congresso Internazionale SU 2006 (Solar
Energy Technologies). Vicenza, Agosto 2006.
mini di energia primaria l'impiego ra immagazzinata.
10 - Gommed K.• Grossman G,,"Experimental
di una pompa di calore elettrica
stu dy of a liquid desicca nt system for solar
che forn isce la frazione integrati­ cooling and dehumidification'; in Atti del
va, anziché un generat ore di ca lo­ Bibliografia Congresso lneemazionale EUROSUN 2004.
re che assic ura la temperatura 1 - Direttiva 20 10!3 1/ UE del 19/ 05/20 10 del Fri burgo (Germania), Giugno 2004.

richiesta al generatore ". Consiglio del Parlamento Europeo, su 11 - Kess li ng w.. Laevemann E., Peltzer M .•
Gazzetta Ufficiale W 153 del18 Giugno "Energy storag e in open cycle liquid desic­
I limiti ope rativi delle macchine ad
2010. che sostituisce la Direttiva 2002/91 /CE cant cooling system'; in Intemational Journal
assorbimento a ciclo chiuso pos­
del 12 Dicembre 2002. Of Refrigeration. 1998.
sono essere in parte superati ricor­ 2 - Henning H.. Wiemken E.• "Solar assisted 12 - Oliveti G., Arcuri N., Bruno R.. De Simone
rendo ad un accumulo freddo": in air-conditioning of bui lding - an overview'; M., "Absorption chill er and cold storage for
tal caso è possibile accumulare Atti del Congresso Internazio nale AICARR summer cooling of a building supplied by