Sei sulla pagina 1di 31

Economia Aziendale 

A.A. 2009 – 2010 

Eserciziario di Ragioneria metodologica 
EA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE
DEPARTMENT OF BUSINESS ADMNISTRATION
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO
UNIVERSITY OF TURIN

OPERAZIONI DI GESTIONE
Esercitazione n°1 - Le informazioni finanziarie ed economiche ................................................ 3
Esercitazione n°2 - Il metodo della partita doppia ...................................................................... 4
Esercitazione n°3 - Gli acquisti nel mercato nazionale ............................................................... 5
Esercitazione n°4 - Acquisto di beni e servizi nei mercati esteri ................................................ 6
Esercitazione n°6 - Acquisto di Immobilizzazioni .................................................................... 10
Esercitazione n°7 - Vendite di prodotti e servizi nel mercato nazionale e relative rettifiche ... 12
Esercitazione n°8 - Vendite estere, acconti da clienti, resi su vendite ...................................... 14
Esercitazione n°9 - Incassi e pagamenti nel mercato nazionale ed estero ................................ 16
Esercitazione n°10 - Calcolo e versamento dell’IVA .................................................................. 17
Esercitazione n°11 - Le retribuzioni ai dipendenti ...................................................................... 19
Esercitazione n°12 - Operazioni di finanziamento a breve termine ............................................ 21
Esercitazione n°13 - I finanziamenti: operazioni a m/l termine .................................................. 22

OPERAZIONI DI CHIUSURA
Esercitazione n°14 - Il primo bilancio di verifica ....................................................................... 26
Esercitazione n°15 - Dal I al II bilancio di verifica: le operazioni di chiusura ........................... 28
Esercitazione n°16 - Le rimanenze di magazzino ....................................................................... 29
Esercitazione n°17 - Il bilancio d’esercizio................................................................................. 30

2
EA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE
DEPARTMENT OF BUSINESS ADMNISTRATION
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO
UNIVERSITY OF TURIN

Esercitazione n° 1
Le informazioni finanziarie ed economiche
Obiettivo:

Individuazione delle informazioni economico-finanziarie di alcuni fatti amministravi.

Riferimento al libro di testo “Contabilità e Bilancio d’esercizio”:

Gli argomenti sono trattati da pag. 19 a pag. 24.

Contenuto:

L’impresa Valentaine produce capi di abbigliamento per il mercato italiano. In


particolare, per svolgere la propria attività ha effettuato le seguenti operazioni:
1) acquisto di tessuti per Euro 100.000. Il pagamento è immediato;
2) vendita di capi di abbigliamento per Euro 50.000. L’incasso è immediato;
3) acquisto di bottoni per Euro 10.000. Il pagamento è immediato;
4) vendita di capi di abbigliamento per Euro 90.000. L’incasso è immediato;
5) si sostengono spese di consulenza per 3.000 Euro. Il pagamento è immediato.

Si analizzino, sotto il profilo finanziario ed economico, le singole operazioni.

3
EA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE
DEPARTMENT OF BUSINESS ADMNISTRATION
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO
UNIVERSITY OF TURIN

Esercitazione n° 2
Il metodo della partita doppia
Obiettivo:

Rilevazione di alcuni fatti amministrativi d’impresa attraverso l’applicazione del metodo


della partita doppia.

Riferimento al libro di testo “Contabilità e Bilancio d’esercizio”:

Gli argomenti sono trattati da pag. 21 a pag. 33

Contenuto:

CASO 1
Un’impresa industriale effettua le seguenti operazioni:
‰ 13 settembre: vendita di merci per 60.000 euro, incasso immediato;
‰ 13 settembre: acquisto di merci per 50.000 euro, pagamento immediato;
‰ 14 settembre: vendita di prodotti finiti per 40.000 euro, incasso a 30 giorni;
‰ 15 settembre: acquisto di materie prime per 30.000 euro, pagamento a 30 giorni;
‰ 14 ottobre: incasso relativo alla vendita effettuata il 14/09;
‰ 15 ottobre: pagamento relativo all’acquisto effettuato in data 15/09.

A) Si analizzino, sotto il profilo finanziario ed economico, le singole operazioni.


B) Si rilevino, a libro mastro ed a libro giornale, le singole operazioni.

CASO N. 2
La FadWel S.p.A. ha iniziato l’attività il 1° gennaio dell’anno 1. L’attività principale riguarda
la commercializzazione di prodotti di abbigliamento, su tutto il territorio nazionale.
Durante i primi mesi di attività sono state effettuale le seguenti operazioni di esercizio:
‰ 3 aprile: acquisto di cancelleria per un importo di 1.200 euro, il pagamento è
dilazionato;
‰ 16 aprile: acquisto di merci (abbigliamento di vario genere) per 40.000 euro, la
dilazione di pagamento è di 30 giorni;
‰ 24 aprile: vendita di merci per complessivi 45.000 euro ad un centro commerciale, la
dilazione di pagamento è di 150 giorni;
‰ 24 aprile: acquisto di merci per 24.000 euro, la dilazione di pagamento è di 30 giorni;
‰ 16 maggio: pagamento delle merci acquistate il 16 aprile attraverso un bonifico
bancario;
‰ 24 maggio: pagamento delle merci acquistate il 24 aprile tramite bonifico bancario;
‰ 24 settembre: incasso, tramite ricevimento del bonifico bancario, della vendita
effettuata il 24 aprile; viene concesso uno sconto del 5%;
‰ 21 ottobre: vendita di merci per 20.000 euro con incasso a 60 giorni;
‰ 21 ottobre: acquisto di merci per 12.000 euro, la dilazione di pagamento è di 60
giorni;
‰ 29 ottobre: vendita di merci per 18.000 euro, la dilazione concessa è di 90 giorni.
Al 31 dicembre non risultano merci in magazzino.
A) Si analizzino, sotto il profilo finanziario ed economico, le singole operazioni.
B) Si rilevino, a libro mastro ed a libro giornale, le singole operazioni.

4
EA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE
DEPARTMENT OF BUSINESS ADMNISTRATION
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO
UNIVERSITY OF TURIN

Esercitazione n° 3
Gli acquisti nel mercato nazionale
Obiettivo:

L’esercitazione si propone di verificare l’apprendimento delle problematiche collegate


alle operazione di acquisto di beni nel mercato nazionale.

Riferimento al libro di testo “Contabilità e Bilancio d’esercizio”:

Gli argomenti sono trattati da pag. 81 a pag. 90

Contenuto:

1) Lo studente dopo aver individuato il fatto amministrativo che ha generato la


seguente scrittura contabile, inserisca i relativi codici del conto e determini le
possibili operazioni ad essa collegate.

…. Diversi a Debito vs. fornitori 8.400


… Fornitori c/anticipi 7.000
su materie prime
… Iva a credito 1.400

2) Si indichi la natura dei conti rilevati nella seguente tabella:

CONTO NUMERARIO/FINANZIARIO ECONOMICO DI


REDDITO
DEBITI VERSO FORNITORI
MATERIE PRIME C/ACQUISTI
IVA A CREDITO
BANCA C/C
FORNITORI C/ANTICIPI SU MATERIE PRIME

3) Alla data del 15/11, l’impresa ALFA, operante nel settore degli articoli sportivi,
presenta alcuni conti movimentati, tra i quali quelli indicati di seguito:

Merci c/acquisti Debiti v/fornitori

40.000 48.000

Successivamente l'impresa effettua le seguenti operazioni contabili:


a) acquisto di articoli sportivi del valore di €. 30.000 (+ IVA 20%);
b) versamento di un anticipo a fornitori per €. 6.000 (+ IVA 20%) per l’acquisto di
palloni da calcio e contestuale ricevimento della relativa fattura.
Qual è il saldo dei conti Debiti verso Fornitori e Merci c/acquisti dopo aver rilevato
le operazioni sopra riportate?
5
EA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE
DEPARTMENT OF BUSINESS ADMNISTRATION
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO
UNIVERSITY OF TURIN

Esercitazione n°4
Acquisto di beni e servizi nei mercati esteri
Obiettivo:

L’esercitazione si propone di approfondire la tematica degli acquisti nei mercati esteri.


Si affrontano, inoltre, gli acquisti di servizi nel mercato nazionale ed estero.

Riferimento al libro di testo “Contabilità e Bilancio d’esercizio”:


Gli argomenti sono trattati da pag. 91 a pag. 101

Contenuto:
A) Si illustrino i fatti amministrativi che hanno generato le seguenti movimentazioni a Libro
mastro, indicando, laddove assenti, il nome e l’importo di movimentazione degli ulteriori
mastrini.

1.__________________________________________________________________________________________________________ 
 
. __________________________________________________________________________________________________________ 

Merci c/acquisti Debiti v/fornitore francese

1.200

Iva a credito

240

2.__________________________________________________________________________________________________________ 
 
 .__________________________________________________________________________________________________________ 
 
Deb. v/fornit. USA

5.000

6
EA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE
DEPARTMENT OF BUSINESS ADMNISTRATION
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO
UNIVERSITY OF TURIN

3.________________________________________________________________________________________________________ 
 
 .__________________________________________________________________________________________________________ 

Spese di consulenza

2.000

4._________________________________________________________________________________________________________ 
 
. __________________________________________________________________________________________________________ 

Dazi doganali Deb. v/ spediz.

50

Spese di trasporto

100

N.b. La fattura dello spedizioniere si riferisce all’importazione di merci soggette ad IVA del 20% del
valore di 5.500 $ (cambio €/$ 1,42)
7
EA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE
DEPARTMENT OF BUSINESS ADMNISTRATION
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO
UNIVERSITY OF TURIN

Esercitazione n° 5
Acquisti di servizi nel mercato nazionale ed
estero
Obiettivo:

L’esercitazione si propone di verificare l'apprendimento delle rilevazioni contabili relative


all’acquisto di servizi.

Riferimento al libro di testo “Contabilità e Bilancio d’esercizio”:

Gli argomenti sono trattati da pag. 101 a pag. 105.

Contenuto:

L’azienda BETA SPA ha effettuato la seguente rilevazione contabile:

4 2 Costi per servizi a Fornitori 1.200

A) Lo studente segnali quali dei seguenti fatti amministrativi possono essere alla base della
rilevazione sopra riportata:
1. Acquisto di servizi da un fornitore estero che non è riconosciuto dal Fisco italiano
per 1.200 Euro;
2. Acquisto di servizi non imponibili IVA da un fornitore italiano per 1.200 Euro;
3. Acquisto di servizi imponibili IVA da un fornitore estero con stabile organizzazione in
Italia per 1.200 Euro;
4. Acquisto di servizi esenti IVA da un fornitore italiano per 1.200 Euro;
5. Acquisto di servizi per 1.000 Euro + IVA 20%;
6. Acquisto di servizi non inerenti l’attività di impresa per 1.000 Euro + IVA 20%.

Successivamente l’azienda riceve la fattura riportata nell'ALLEGATO 1.


B) Lo studente effettui le rilevazioni contabili riferite a:
a) liquidazione della fattura;

b) pagamento del fornitore.

8
EA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE
DEPARTMENT OF BUSINESS ADMNISTRATION
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO
UNIVERSITY OF TURIN

Allegato n.1

Originale per il Cliente

Un it ed S h ippin g ITALIA S .p.a.


Tipo di documento FATTURA
N° 136669/ASdel 12/05/2007

Cliente Riferimenti
Denominazione BETA SPA
Numero Ordine516745
Indirizzo Via Unione Sovietica 218bis Data Ordine 07/5/2007
Località Torino Prov. TO CAP 10134
Codice Fiscale - Part99199170010

Cod. P. Unit TOTALE


Cod. Articolo Descrizione Q.tà
IVA Eur Eur

Shipping A01 Trasporto n.234556 (route Torino-Milano) Ord 2 3.000,00 6.000,00


Shipping EU01 Trasporto n.234557 (route Chiasso-Lubeck) Ni 1 2.500,00 2.500,00

TOTALE 8.500,00

IVA 1.200,00
TOTALE FATTURA 9.700,00
Modalità di pagamento : Bonifico bancario Distinta IVA
30 gg DF Cod. IVA Imponibile Importo IVA
Ord 6.000,00 1.200,00
Ni 2.500,00 -

Contributo CONAI
Cod. IVA Descrizione
Ord IVA 20%
Ni Non imponibile IVA - art. 8, 8-bis DPR n. 633, 23 ottobre 1972

Note : Pagina 1 di 1

United Shipping ITALIA SpA - 10144 Torino - Via Orte, 24 - tel.+39.011.12345 - fax +39.011.1234544
Cap.Soc. € 120.000,00 i.v. - R.E.A. n.268993 C.C.I.A.A. - Registro delle imprese Torino e P.IVA 99883311003

9
EA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE
DEPARTMENT OF BUSINESS ADMNISTRATION
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO
UNIVERSITY OF TURIN

Esercitazione n°6
Acquisto di Immobilizzazioni
Obiettivo:

L’esercitazione si propone verificare l'apprendimento relativo alla contabilizzazione degli


acquisti di immobilizzazioni.

Riferimento al libro di testo “Contabilità e Bilancio d’esercizio”:

Gli argomenti sono trattati da pag. 106 a pag. 109.

Contenuto:

A) Completare la rilevazione contabile dei seguenti fatti amministrativi avendo cura di


indicare i codici dei conti movimentati.

1) Si acquista un tornio del costo di euro 120.000 + Iva 20%. Il fornitore richiede il
versamento di un anticipo di euro 10.000 + Iva 20% ed emette regolare fattura
relativa all’anticipo. Alla ricezione della fattura:

Diversi a 12.000

2) Si versa l’anticipo al fornitore tramite bonifico bancario.

……….

3) Il fornitore consegna il tornio ed emette fattura. Alla ricezione della fattura di


anticipo:

Diversi a Diversi 142.000


120.000

10
EA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE
DEPARTMENT OF BUSINESS ADMNISTRATION
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO
UNIVERSITY OF TURIN

4) Il fornitore effettua lavori di installazione e collaudo del tornio ed emette fattura per
euro 2.000 + Iva 20%. Alla ricezione della fattura:

Diversi a

.
Iva a ……….. 400

5) Si salda il debito verso il fornitore mediante bonifico bancario.

Debiti v/fornitori a

11
EA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE
DEPARTMENT OF BUSINESS ADMNISTRATION
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO
UNIVERSITY OF TURIN

Esercitazione n° 7
Vendite di prodotti e servizi nel mercato
nazionale e relative rettifiche
Obiettivo:

L’esercitazione si propone di trattare le problematiche legate alle vendite nel mercato


nazionale e alle relative rettifiche.

Riferimento al libro di testo “Contabilità e Bilancio d’esercizio”:

Gli argomenti sono trattati da pag. 111 a pag. 114

Contenuto:

Esercizio 1
Data la seguente vendita, si commentino adeguatamente i conti che sono stati
movimentati:

Crediti verso clienti Ricavi di vendita

24.000 18.000

Rimborso spese di trasporto

2.000

Iva a debito

4.000

…………………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………………
………………………………………………………………………………………………………………..
…………………………………………………………………………………………………………………
………………………………………………………………………………………………………………..

12
EA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE
DEPARTMENT OF BUSINESS ADMNISTRATION
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO
UNIVERSITY OF TURIN

Esercizio 2
La società GSN S.p.A. che si occupa della produzione e commercializzazione di salumi,
presenta, tra gli altri, i seguenti conti:

Crediti verso Clienti Ricavi di vendita

120.000 100.000

Iva a debito

20.000

Considerando le operazioni sotto riportate compiute dall’impresa, si indichi il saldo dei


conti movimentati, avendo cura di rilevare per ciascuna operazione anche le relative
scritture contabili:
1) L’impresa vende salumi al cliente A per 10.000 Euro, soggetti ad Iva al 20%;
2) L’impresa vende salumi al cliente Z per 7.000 Euro, soggetti ad Iva al 20%;
3) L’impresa vende salumi ad un esportatore abituale, per 4.000 Euro;

Esercizio 3
Sulla base del seguente documento emesso dalla società IDES ITALIA S.p.A., si determini il
fatto amministrativo e si rilevi la scrittura contabile corrispondente.

IDES ITALIA S.p.A.


Via Crispi 10 – 11124 Milano
P.Iva 12678778901

Spett. K.R. S.r.l.


Corso Vinzaglio, 21
10134 TORINO

Fattura n. 100 del 25/10/anno 1


Pagamento: 30 giorni data fattura, mediante bonifico su c/c n. 123456 (Banca
di Credito del Piemonte)
P.Iva Cliente 12342278888
QUANTITA’ DESCRIZIONE PREZZO VALORE
UNITARIO COMPLESSIVO
1000 Q. Bulloni modello K Euro 1,00 Euro 1.000,00

IVA 20% Euro 200,00

TOTALE Euro 1.200,00

13
EA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE
DEPARTMENT OF BUSINESS ADMNISTRATION
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO
UNIVERSITY OF TURIN

Esercitazione n° 8
Vendite estere e acconti da clienti
Obiettivo:

L’esercitazione si propone di verificare l’apprendimento delle problematiche collegate


alle operazione di vendita di beni e servizi nel mercato estero e agli acconti ricevuti da
clienti.

Riferimento al libro di testo “Contabilità e Bilancio d’esercizio”:

Gli argomenti sono trattati da pag. 120 a pag. 124 e da pag. 128 a pag. 130

Contenuto:
1) Si indichi la natura dei conti indicati nella tabella di seguito riportata:

CONTO NUMERARIO/FINANZIARIO ECONOMICO DI


REDDITO
CREDITI VERSO CLIENTI
RICAVI DI VENDITA
IVA A DEBITO
RIMBORSO SPESE DI TRASPORTO
CLIENTI C/ANTICIPI SU MERCI

2) Alla data del 30/10, l’impresa ALFA, operante nel settore degli articoli da
giardinaggio, presenta, tra gli altri, i seguenti saldi dei conti movimentati:

CONTO DARE AVERE


BANCA C/C 12.000
COSTI PER ACQUISTO ARTICOLI DA 40.000
GIARDINAGGIO
CREDITI VERSO CLIENTI 36.000
DEBITI VERSO FORNITORI 24.000
IVA A CREDITO 8.000
IVA A DEBITO 12.000
RICAVI DI VENDITA 60.000
Totale …. ….

Si rilevino a libro giornale i fatti amministrativi che hanno generato la situazione


contabile sopra riportata.

14
EA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE
DEPARTMENT OF BUSINESS ADMNISTRATION
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO
UNIVERSITY OF TURIN

3) Si rilevino contabilmente e si commentino adeguatamente i seguenti fatti


amministrativi:

• Emissione della fattura relativa all’acconto ricevuto da un cliente tedesco per


un importo di 25.000 Euro.

• Vendita di prodotti finiti di cui al punto precedente. Il valore dei prodotti finiti è
di Euro 250.000.

15
EA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE
DEPARTMENT OF BUSINESS ADMNISTRATION
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO
UNIVERSITY OF TURIN

Esercitazione n° 9
Incassi e pagamenti nel mercato nazionale
ed estero
Obiettivo:

L’esercitazione si propone di affrontare le tipiche problematiche che emergono in sede di


contabilizzazione degli incassi e pagamenti sia nel mercato nazionale sia nel mercato
estero.

Riferimento al libro di testo “Contabilità e Bilancio d’esercizio”:

Gli argomenti sono trattati da pagina 130 a pagina 138.

Contenuto:

1) INCASSI DA CLIENTI E PAGAMENTI A FORNITORI NEL MERCATO ESTERO IN PAESI


DELL’UEM:
1 a) Incasso da cliente:
• incasso di un credito di 12.000 euro da cliente spagnolo.
1 b) Pagamento a fornitore:
• pagamento di un debito di 1.800 euro a un fornitore portoghese.

2) INCASSI DA CLIENTI E PAGAMENTI A FORNITORI NEL MERCATO ESTERO IN PAESI NON


ADERENTI ALL’UEM:
2 a) Incasso da cliente:
• incasso di un credito estero di dollari USA 2.000 al cambio euro/$ 1,34: il credito era
stato iscritto al cambio EUR/USD 1,39;
• incasso di un credito estero di sterline (GBP) 14.000 al cambio euro/GBP 0,90: il
credito era stato iscritto al cambio EUR/GBP 0,85.
2 b) Pagamento a fornitore:
• pagamento di un debito estero di franchi svizzeri (CHF) 23.000 al cambio euro/CHF
1,51: il debito era stato iscritto al cambio EUR/CHF 1,45;
• pagamento di un debito estero di dollari USA 17.500 al cambio euro/$ 1,36: il
debito era stato iscritto al cambio EUR/USD 1,42.

Si rilevino a libro mastro e a libro giornale le operazioni contabili sopra riportate.

16
EA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE
DEPARTMENT OF BUSINESS ADMNISTRATION
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO
UNIVERSITY OF TURIN

Esercitazione n° 10
Calcolo e versamento dell’IVA
Obiettivo:

L’esercitazione si propone di testare la conoscenza riguardante la modalità di


liquidazione e versamento dell’IVA. A supporto di ciò viene allegato il modello F24 che le
imprese utilizzano per effettuare il versamento all'Erario.

Riferimento al libro di testo “Contabilità e Bilancio d’esercizio”:

Gli argomenti sono trattati da pag. 148 a pag.150

Contenuto:

Nella pagina successiva si presenta il modello F24 utilizzato in data 16 aprile dall’impresa
ALFA SRL per il versamento IVA del mese di marzo.
Sapendo che l’IVA a credito di marzo è 76.753,00 Euro e la liquidazione IVA del mese
precedente faceva emergere un credito IVA per 4.500, lo studente effettui le rilevazioni
contabili riferite a:
a) liquidazione IVA di marzo;
b) versamento effettuato con il modello F24 in data 16 aprile (vedi allegato).

17
EA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE
DEPARTMENT OF BUSINESS ADMNISTRATION
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO
UNIVERSITY OF TURIN

18
EA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE
DEPARTMENT OF BUSINESS ADMNISTRATION
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO
UNIVERSITY OF TURIN

Esercitazione n° 11
Le retribuzioni ai dipendenti
Obiettivo

L’esercitazione si propone di trattare le problematiche legate alla modalità di rilevazione


del costo del personale attraverso l’utilizzo di alcuni esercizi specifici.

Riferimento al libro di testo “Contabilità e Bilancio d’esercizio”

Gli argomenti sono trattati da pag. 185 a pag. 188

Contenuto:

Esercizio 1
Si determinino i fatti amministrativi e si rilevino le scritture contabili che hanno generato le
movimentazioni rappresentate nei seguenti conti:

Erario c/ritenute su
Dipendenti
Retribuzioni INPS reddito da lavoro
c/retribuzioni
dipendente
120.000 120.000 10.800 32.400
10.800 39.600
32.400

Oneri sociali
39.600

Esercizio 2
La società Alfa S.p.A. al 4 febbraio 2009, presenta, tra gli altri, i seguenti conti:

Erario c/ritenute su
Dipendenti
Banca c/c INPS reddito da lavoro
c/retribuzioni
dipendente
50.000 114.000 10.200 30.700
10.200 37.600
30.700

Oneri sociali
37.600

19
EA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE
DEPARTMENT OF BUSINESS ADMNISTRATION
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO
UNIVERSITY OF TURIN

Considerando le operazioni sotto riportate compiute dall’azienda, si indichi il saldo dei


conti movimentati, avendo cura di rilevare per ciascuna operazione anche le relative
scritture contabili (a libro giornale e a libro mastro):

5 febbraio 2009: l’impresa paga, tramite c/c, le retribuzioni ai dipendenti;


16 febbraio 2009: l’impresa paga, mediante banca, gli oneri fiscali e gli oneri
previdenziali ed assistenziali;
28 febbraio 2009: l’impresa liquida retribuzioni per un importo di 162.500 Euro. Le
ritenute previdenziali ed assistenziali a carico dei dipendenti
ammontano a 14.600 Euro, mentre le ritenute I.R.Pe.F ammontano a
43.900 Euro.
28 febbraio 2009: L’impresa liquida gli oneri previdenziali ed assistenziali a suo carico
per un importo di 53.600 Euro.

Esercizio 3
Sulla base del seguente documento emesso dalla società PA & CO S.p.A., si individui il
fatto amministrativo e si rilevino le scritture contabili corrispondenti.

Matricola INPS Filiale Reparto N. dipendenti C. Contabile Azienda


AMMIN. 30 PA & CO S.p.A
Codice Fiscale Matricola Cognome e nome Sesso Luogo di nascita

Luogo di Prov.
residenza Data nascita Lavoro Qualifica Livello Telefono
Impiegati
Data
Data assunzione Scatti Data scadenza contratto licenziamento
Decorrenza Prossimo

Giorni Ore
Ore lavorate lavorati lavorabili Settimane Mensilità
4800 ore 690 5520 ore 4 Novembre anno 1
Valore
Descrizione Tempo Competenze Trattenute
unitario
Retribuzioni ordinarie 4.800,00 11,35 54.480,00

Ritenute previdenziali ed assistenziali 4.932,00


Ritenute fiscali 14.709,6

Totale Totale
54.480,00 19.641,60
Netto pagato 34.838,40

Oneri sociali a carico della PA & CO S.p.A 17.978,00

20
EA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE
DEPARTMENT OF BUSINESS ADMNISTRATION
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO
UNIVERSITY OF TURIN

Esercitazione n°12
Operazioni di finanziamento a breve termine
Obiettivo:

L’esercitazione si propone di analizzare le differenti operazioni di finanziamento a breve


termine, con particolare riferimento:
a) all'utilizzo del conto corrente;
b) alle ricevute bancarie Salvo Buon fine.

Riferimento al libro di testo “Contabilità e Bilancio d’esercizio”:

Gli argomenti sono trattati da pag. 153 a 157 e da pag. 245 a pag. 246.

Contenuto:

1. Utilizzo del conto corrente


a) Ricevimento dell’estratto conto trimestrale da parte della banca. I dati riportati
sono i seguenti:
• Commissioni bancarie 20,00 Euro
• Interessi passivi su conto corrente 1.200,00 Euro
• Saldo finale su conto corrente -11.000,00 Euro
b) Ricevimento dell’estratto conto trimestrale da parte della banca. I dati riportati
sono i seguenti:
• Commissioni bancarie 18,00 Euro
• Interessi attivi su conto corrente 200,00 Euro
• Ritenuta fiscale (27%) 54,00 Euro
• Saldo finale su conto corrente 55.000,00 Euro

2. Ricevute bancarie
Emissione di una fattura di vendita per 6.700 Euro (+ IVA 20%). Successivamente si rilascia
la ricevuta bancaria che viene trasferita alla banca: accredito “salvo buon fine”,
commissioni di incasso pari a 95 Euro.
Quale delle seguenti scritture a libro giornale rappresenta il mancato incasso della
ricevuta bancaria precedentemente accreditata “salvo buon fine”?

a
2 1 Banca c/RiBa a Crediti v/clienti 8.040,00

b
1 2 Banca c/c a Banca c/RiBa 8.040,00

c
2 1 Banca c/RiBa a Banca c/c 8.040,00

21
EA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE
DEPARTMENT OF BUSINESS ADMNISTRATION
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO
UNIVERSITY OF TURIN

Esercitazione n°13
I finanziamenti: operazioni a m/l termine
Obiettivo:

L’esercitazione si propone di trattare le problematiche legate alle operazioni di


finanziamento a medio/lungo termine, in particolare mutui, leasing e aumenti di capitale
sociale a pagamento.

Riferimento al libro di testo “Contabilità e Bilancio d’esercizio”:

Gli argomenti sono trattati da pag. 232 a pag. 235 e da pag. 258 a pag. 260.

Contenuto:

Esercizio 1

a) Si indichi il fatto amministrativo che ha generato la seguente movimentazione,


indicando la natura dei conti:

1 2 Banca c/c a Mutui passivi 50.000

b) Ipotesi: ottenimento del mutuo stipulato in data 7 novembre dell’anno 1, pari a €


24.000; il rimborso del capitale avviene attraverso il pagamento di 10 quote annuali (a
partire dall’anno 2) costanti. Il tasso d’interesse applicato è pari a 3,5% annuo.
1. si effettui la scrittura contabile con riferimento al pagamento della prima rata del
mutuo;
2. si determini il valore del debito residuo e le movimentazioni del conto “mutui
passivi" fino al 1° gennaio dell’anno 4.

Mutui passivi

22
EA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE
DEPARTMENT OF BUSINESS ADMNISTRATION
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO
UNIVERSITY OF TURIN

Esercizio 2
Un’impresa stipula un contratto di leasing su un macchinario del valore di 200.000,00 euro
(+ IVA 20%) della durata di 5 anni.
Il contratto prevede il pagamento di 10 canoni periodici semestrali pari a 24.000,00 euro
ed un valore di riscatto di 4.000,00 euro (+ IVA 20%) come riportato nella tabella seguente.
La decorrenza del contratto di leasing è dal 1° gennaio dell’anno 1.

DEBITO VS. SOCIETA'
CANONE  DATA SCADENZA  IMPORTO 
DI LEASING 
1  01‐ANNO1  24.000,00 220.000,00 
2  06‐ANNO 1  24.000,00 196.000,00 
3  01‐ANNO 2  24.000,00 172.000,00 
4  06‐ANNO 2  24.000,00 148.000,00 
5  01‐ANNO 3  24.000,00 124.000,00 
6  06 ‐ANNO 3  24.000,00 100.000,00 
7  01‐ANNO 4  24.000,00 76.000,00 
8  06‐ANNO 4  24.000,00 52.000,00 
9  01‐ANNO 5  24.000,00 28.000,00 
10  06‐ANNO 5  24.000,00 4.000,00 
RISCATTO    4.000,00 0 
TOTALE    244.000,00  

1. Al momento della stipulazione del contratto di leasing occorre rilevare la fattura di


acquisto del macchinario in quanto trattasi di fattore produttivo pluriennale
(Immobilizzazione)? Motivare la risposta, illustrando la corretta rilevazione contabile.

2. Si rilevino a libro giornale le scritture relative al canone n. 5.

23
EA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE
DEPARTMENT OF BUSINESS ADMNISTRATION
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO
UNIVERSITY OF TURIN

3. Al termine del contratto di leasing la società opta per il riscatto del bene. Si effettui
le relative scritture contabili a libro giornale.

4. Quale scrittura contabile occorrerebbe fare se l’impresa decidesse di non


riscattare il bene?

Esercizio 3
Si indichi, nell'apposito spazio sotto riportato, il fatto amministrativo che origina la
seguente scrittura contabile:

Azionisti Capitale sociale


c/sottoscrizione
75.000 70.000

Banca c/c Riserva sovrapprezzo


emissione azioni
25.000 30.000

…………………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………………
……………………………………………………………………………………………………………….

24
EA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE
DEPARTMENT OF BUSINESS ADMNISTRATION
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO
UNIVERSITY OF TURIN

Esercizio 4
Sulla base delle informazioni contenute nell'estratto del verbale della società T.P.G. S.p.a,
si indichi il fatto amministrativo in oggetto e si rilevi la scrittura contabile corrispondente
negli spazi sotto riportati.

Estratto dal Verbale dell’assemblea straordinaria dei soci della T.P.G. S.p.a. del 30 giugno anno 1

E’ stata deliberata l’operazione di aumento di capitale a sostegno del processo di consolidamento delle
varie aree di business sulle quali la T.P.G. S.p.A. e le società da essa controllate si sono impegnate nel
corso del 2008.
Nel complesso è stato deliberata l’emissione di 50.000 nuove azioni del valore nominale di 1,00 Euro con
godimento 1° gennaio 2009, al prezzo di € 1,20 per un controvalore complessivo di 60.000 Euro.

Nota: Il capitale sociale pre-aumento ammonta a € 120.000 suddiviso in n. 120.000 azioni ordinarie del
valore nominale di € 1 ciascuna.

…………………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………………
………………………………………………………………………………………………………………

…………………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………………
……………………………………………………………………………………………………………….

25
EA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE
DEPARTMENT OF BUSINESS ADMNISTRATION
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO
UNIVERSITY OF TURIN

Esercitazione n°14
Il primo bilancio di verifica
Obiettivo:

L’esercitazione si propone come obiettivo quello di procedere alla costruzione di un I


bilancio di verifica partendo dalla rilevazione contabile di alcuni fatti amministrativi.

Riferimento al libro di testo “Contabilità e Bilancio d’esercizio”:

Gli argomenti sono trattati da pag. 269 a pag. 271.

Contenuto:

Si commentino adeguatamente e si rilevino contabilmente a libro giornale ed a libro


mastro le seguenti operazioni d’esercizio.
- Costituzione di una società con un capitale sociale di 60.000 Euro.
Successivamente, i soci versano, sul conto corrente aziendale, l’intero ammontare
del capitale sociale sottoscritto.
- Ricevimento di una fattura di acquisto di merci per Euro 80.000 + IVA 20%. Il
pagamento è immediato per il 50% del debito e differito per la restante parte.
- Emissione di fattura relativa ad una vendita di prodotti finiti per 120.000 Euro + IVA
20%. L’incasso è differito.
- Liquidazione e pagamento di retribuzioni per 30.000 Euro. Le ritenute IRPEF
ammontano a Euro 7.000 e le ritenute INPS a 3.000 Euro.
- L’azienda ottiene un mutuo da una banca per l’importo di Euro 100.000.
- L’impresa effettua la liquidazione dell’IVA.
Si proceda, inoltre, a redigere il primo bilancio di verifica tenendo conto delle sole
operazioni sopra riportate, compilando la tabella di seguito riportata.

I BILANCIO DI VERIFICA
DENOMINAZIONE CONTI DARE AVERE

26
EA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE
DEPARTMENT OF BUSINESS ADMNISTRATION
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO
UNIVERSITY OF TURIN

Esercitazione n°15
Dal I al II bilancio di verifica: le operazioni di
chiusura
Obiettivo:

L’esercitazione si propone come obiettivo la comprensione delle diversità esistenti tra il


primo ed il secondo bilancio di verifica.
Tale obiettivo viene perseguito attraverso un’esercitazione conclusiva che, partendo
dalla rilevazione contabile di operazioni di esercizio, passando attraverso la redazione del
I bilancio di verifica e alla rilevazione di alcune operazioni di assestamento, si conclude
con la redazione del II bilancio di verifica.

Riferimento al libro di testo “Contabilità e Bilancio d’esercizio”:

Gli argomenti sono trattati nella parte terza, capitolo 7.

Contenuto:

A) Lo studente rilevi a libro giornale e a libro mastro (effettuando anche il commento) i


seguenti fatti amministrativi riguardanti la società EKI Spa:
1) In data 1/08/anno n costituzione della società attraverso la sottoscrizione e
versamento del capitale sociale da parte dei soci per 120.000 euro.
2) In data 2/09/anno n acquisto di un macchinario per 50.000 euro (+ IVA 20%).
3) In data 1/10/anno n, acquisto di materie prime per 5.000 euro (+ IVA 20%).
4) In data 10/11/anno n, vendita di prodotti finiti per 20.000 euro (+ IVA 20%).
5) In data 20/11/anno n, incasso tramite il conto corrente bancario del 50% del
credito legato alla vendita di cui al punto precedente.
6) In data 1/11/anno n pagamento di un canone di affitto trimestrale anticipato per
3.000 euro.
7) In data 1/12/anno n ottenimento di un mutuo bancario per 100.000 euro.

B) Con riferimento alle sole operazioni riportate al punto A) precedente, lo studente


predisponga il I bilancio di verifica al 31/12/anno n della EKI Spa (si utilizzi parte dello
schema sottostante).

C) Si rilevino a libro giornale le rettifiche legate alle seguenti operazioni, avendo cura di
commentarle e indicare i relativi fondamenti economici:
1) In data 1/11/anno n è stato pagato un canone di affitto trimestrale anticipato
per 3.000 euro.
2) In data 1/3/anno n+1 sarà pagata una rata trimestrale del mutuo bancario, la
rate è composta da interessi posticipati pari al 4% annuale e da una quota
capitale pari a 5.000 euro.
3) L’ammortamento del macchinario di competenza dell’anno n è pari al 10%.
4) Le rimanenze di materie prime ammontano a 1.000 Euro.

27
EA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE
DEPARTMENT OF BUSINESS ADMNISTRATION
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO
UNIVERSITY OF TURIN

D) Relativamente alle sole operazioni di rettifica di cui al punto C), lo studente integri il I
bilancio di verifica al 31/12/anno n al fine di predisporre il II bilancio di verifica al
31/12/anno n della EKI Spa (si compili lo schema sottostante).

I BILANCIO DI II BILANCIO DI
DENOMINAZIONE DEI
VERIFICA RETTIFICHE VERIFICA
CONTI
DARE AVERE DARE AVERE DARE AVERE

28
EA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE
DEPARTMENT OF BUSINESS ADMNISTRATION
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO
UNIVERSITY OF TURIN

Esercitazione n°16
Le rimanenze di magazzino
Obiettivo:

L’esercitazione si propone di fare ragionare gli studenti sulle problematiche connesse alla
rilevazione delle rimanenze di magazzino. In particolare attraverso un esercizio di
ragionamento si vuole sensibilizzare lo studente sul significato di “variazione rimanenze” e
sul collegamento esistente tra le variazioni iniziali e le variazioni finali di magazzino.

Riferimento al libro di testo “Contabilità e Bilancio d’esercizio”:

Gli argomenti sono trattati da pag. 312 a pag. 314.

Contenuto:

L’azienda Alfa S.r.l. presenta i seguenti dati per l’esercizio N:


• Rimanenze iniziali di prodotti finiti € 12.000
• Rimanenze finali di prodotti finiti € 30.000
• Rimanenze iniziali di materie prime € 10.000
• Rimanenze finali di materie prime € 1.000
Lo studente rappresenti tali dati e le collegate rettifiche nel prospetto di primo e secondo
bilancio di verifica al 31/12/anno n e successivamente classifichi i relativi valori nei
prospetti di stato patrimoniale e conto economico al 31/12/anno n, movimentando le
sole voci interessate.

Ipotizzando che nel corso dell’anno n l’impresa abbia acquistato materie prime per un
importo di 40.000 Euro, a quanto ammonta il consumo annuo delle stesse?

29
EA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE
DEPARTMENT OF BUSINESS ADMNISTRATION
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO
UNIVERSITY OF TURIN

Esercitazione n°17
Il bilancio d’esercizio
Obiettivo:
L’esercitazione si propone di sensibilizzare lo studente sul collegamento esistente tra la
contabilità ed il bilancio.

Riferimento al libro di testo “Contabilità e Bilancio d’esercizio”:

Gli argomenti sono trattati da pag. 321 a pag. 338.

Contenuto:

Con riferimento al secondo bilancio di verifica sottostante, si indichi, per ciascun conto, il
prospetto di bilancio e la macrovoce che lo accoglie.

Prospetto
Saldi di Macroclasse e
Denominazione dei conti Saldi dare
avere bilancio classe (1)
(SP/CE)
Conto Costi della
Economico produzione
(gestione
Acquisti di materie prime 2.700 operativa)
Ammortamento automezzi 150
Ammortamento brevetti 80
Ammortamento fabbricati 50
Ammortamento impianti e macchinari 200
Ammortamento marchi 100
Ammortamento mobili e macchine
d'ufficio 80
Stato Immobilizzazioni
patrimoniale materiali
Automezzi 800 Attivo
Banca c/c attivo 60
Beni di terzi in leasing 600
Brevetti 600
Canoni passivi di leasing 100
Capitale sociale 4.500
Cassa 12,85
Clienti 2.197
Clienti c/anticipi 300
Costi per prestazione di servizi 1.700
Debiti tributari 150
Enti previdenziali e assistenziali 70
Erario c/ritenute su redditi da lavoro
dipendenti 30

(1) La classe deve essere indicata solo per i conti appartenenti all’attivo dello Stato patrimoniale
30
EA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE
DEPARTMENT OF BUSINESS ADMNISTRATION
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO
UNIVERSITY OF TURIN

Erario c/ritenute subite 22


F. do amm. brevetti 180
F.do amm. costi marchi 200
F.do amm.to automezzi 360
F.do amm.to fabbricati 750
F.do amm.to impianti e macchinari 1.200
F.do amm.to mobili e macchine ufficio 350
Fabbricati 4.500
Fornitori 1.370
Impianti e macchinari 3.000
Imposte indirette e tasse dell'esercizio 50
Imposte sul reddito 400
Interessi attivi su c/c bancario 50
Interessi passivi su mutui 90
IVA c/Erario 100
Marchi 600
Mobili e macchine ufficio 1100
Mutui passivi 400
Oneri sociali 700
Rimanenze materie prime 350
Rimanenze prodotti finiti 600
Rimanenze semilavorati 400
Risconti attivi su canoni di leasing 25
Riserva di rivalutazione 600
Riserva facoltativa 580
Riserva legale 200
Riserva sovrapprezzo emissione azioni 400
Salari e stipendi 2.200
Società di leasing c/beni in leasing 600
Trattamento di fine rapporto 100
Variaz. rimanenze materie prime 140
Variaz. rimanenze prodotti finiti 80
Variaz. rimanenze semilavorati 90
Vendite 11.007
Totale 23.637 23.637

31