Sei sulla pagina 1di 1

Il popolo dei delfini – parte 1

Sono con il popolo dei delfini. Mi dicono:

« Perché agite così  ? Perché non ci considerate esseri intelligenti come voi ? Perché distruggete completamente il
nostro giardino, la nostra vita ?

Siamo venuti prima di voi su questo mondo. Veniamo da un mondo dove non c'era nient'altro che acqua e questo
tanto tempo fa. Eravamo un pochino diversi da come siamo oggi. Avevamo la possibilità di vivere diversamente,
potevamo spostarci nello spazio poi abbiamo fallito su questo mondo e ce ne siamo andati, almeno una parte della
nostra razza, della nostra specie.

Abbiamo vissuto felici durante un lungo periodo, dopo il ciclo attuale della civiltà ha cambiato tutto. Moriamo come
molti nostri fratelli per causa della vostra incomprensione sulla nostra esistenza. Moriamo di fame a momenti perché
ci prendete tutto quello che ci permette di vivere. Ci avvelenate con tutto quello che scaricate nel nostro oceano ben
amato. Avete completamente falsato la vita del vostro mare, del nostro mare.

Presso voi umani, quando vi distruggete, lo chiamate dei suicidi ; noi i delfini abbiamo la stessa capacità di voi di
distruggerci ma lo facciamo con un'altra coscienza, con la coscienza di ritrovare la Sorgente.

Siamo un popolo intelligente che potrebbe molto facilmente corrispondere con la telepatia con gli uomini della Terra.
Potremmo insegnarvi così tante cose su quello che siamo, potremmo insegnarvi tante cose su quello che siete perché
abbiamo una memoria ancestrale! Quello che non vi è stato dato ci è dato! Tutto è registrato in noi fin dall'inizio del
nostro arrivo su questo mondo, tutto è memorizzato in noi.

La vostra incoscienza provocherà ancora e ancora quello che chiamate dei suicidi o degli incidenti presso il nostro
popolo.

Quando saremmo completamente scomparsi da questo pianeta, ci seguirete da molto vicino in questa scomparsa,
allora proteggete il nostro ambiente, proteggete il nostro oceano benamato! Se non lo fate, il nostro oceano benamato
distruggerà una grande fetta di umanità, perché il nostro oceano è vivo come ogni cosa che vive sulla vostra terra
ferma. Il nostro oceano reagisce con le tempeste, con grandi onde.

Il nostro oceano sa sorridere, il nostro oceano sa mettersi in collera, il nostro oceano sa anche affascinare, il nostro
oceano benamato è vivo, protegge la vita e ha anche la sua propria vita.

Sappiamo che alcuni esseri umani sono stati molto afflitti dalla nostra morte. Ci piacerebbe dirvi che non bisogna
farlo perché è nostra la decisione. Quando non possiamo più vivere in armonia in un ambiente che si distrugge ogni
giorno sempre più, preferiamo raggiungere la Sorgente di ogni vita, la Sorgente dove gli esseri di ogni mondo si
ritrovano un giorno.”

Potete riprodurre questo testo e darne copie secondo le seguenti condizioni :

 che non sia tagliato,


 che non subisca nessuna modifica di contenuto,
 che fate riferimento al nostro sito  https://ducielalaterre.org
 che menzionate il nome di Monique Mathieu.