Sei sulla pagina 1di 2

L'uomo della sesta razza – parte 1

« Vi parleremo, questa sera, dell'uomo di domani, quello della sesta razza.

L'uomo della quinta razza che finisce con la fine di questo ciclo era un uomo che vive la dualità. L'uomo della sesta
razza sarà un uomo che avrà ritrovato l'unità, un uomo che avrà capito quale è il proprio ruolo su questo mondo, un
uomo che avrà anche acquisito le possibilità di navigare su più differenti piani di coscienza, su più piani di coscienza
esteriori che non sono i suoi o in più dimensioni dei piani dell'invisibile.

Che cosa è l'invisibile ai vostri occhi oggi ? Sono le cose che non potete ancora percepire per causa del vostro tasso
vibratorio, perché tutto è presente, ma i veli non vi sono stati ancora tolti. E' una fortuna che avete questi veli, perché
senza essi non potreste vivere le vostre esperienze.

L'uomo di domani avrà acquisito la saggezza. Nel momento in cui l'uomo comincia ad acquisire questa saggezza, i
veli cadono automaticamente perché la sua realtà non gli è più nascosta, le sue facoltà non hanno più bisogno di
essere occultate. L'uomo della quinta razza userebbe ancora male le facoltà di telepatia, di telekinesi, e ancora molte
altre cose di cui non avete coscienza, perché risiede ancora nel potere e nella paura. La paura fa commettere
moltissimi errori e costituisce un velo molto spesso. L'uomo della sesta razza non sarà più nella paura, avrà perduto
l'animalità, dunque avrà compreso l'essenziale: l'UNITA'.

E' per questa ragione che prima di accedere alla sesta razza che sarà la razza dell'era dell'Acquario, l'uomo avrà
ancora, per qualche tempo, molte esperienze difficili a vivere, perché bisogna che tronchi essenzialmente con tutti i
suoi antichi schemi di funzionamento con la paura, la paura di se stessi come la paura degli altri. Bisogna che l'uomo
comprenda che è lui stesso il suo più grande nemico, che tutti gli esseri umani che vivono su questa terra sono fratelli
nello spirito, nell'Energia Divina che si trova in ciascuno degli esseri umani, in ciascuno degli esseri viventi in questo
mondo.

Per il momento, l'uomo non può realmente capirlo perché è ancora sottomesso ad alcune leggi umane, ad alcune
istituzioni, ad alcune programmazioni. Quando sarà riuscito a liberarsene, sboccerà in una nuova coscienza. Voi siete
l'uomo di domani! Questo uomo potrà nascere tra poco se voi lo desiderate.

Prima di potere accedere alla coscienza dell'uomo della sesta razza, bisognerà assolutamente che voi sradicate la
paura e le nozioni di potere, di potenza, di dominio ; bisognerà guardare tutti gli esseri viventi come facente parte
della stessa famiglia, quella degli abitanti di questo mondo che diventerà un paradiso.

Per il momento, se voi foste proiettati in questo paradiso, che cosa ne fareste ? Non siete ancora pronti per accedere a
questa nuova coscienza!

Ognuno di voi chiede la pace nel suo cuore, chiede di vivere felice, e tuttavia ognuno di voi è tormentato per il suo
non abbandonare a livello delle esperienze della vita, perché non capisce tutto quello che gli accadde.

Dopo avere vissuto alcune esperienze difficili, l'uomo di domani comprenderà che le difficoltà delle esperienze fanno
saltare le chiusure che aprono verso una nuova coscienza.

Qualunque cosa possiate vivere oggi, domani sarà una vita completamente differente. Le istituzioni che sono le vostre
oggi non esisteranno più. Non siamo qui per farvi propaganda di denigrazione sulle vostre istituzioni, sarete voi stessi
che non ne vorrete più!

Il regno dei vostri dirigenti finisce, (coloro che hanno ancora la mano messa sulla coscienza umana), perché non
avranno più il loro posto nel nuovo mondo. Non parliamo esclusivamente dei dirigenti temporali che conoscete,
parliamo di quelli che sono nell'ombra e che dirigono realmente.

E' evidente che coloro che non hanno coscienza del considerevole mondo che esisterà, di questa trasformazione
importante che sarà la vostra di domani, non possono capire. Le vostre istituzioni sono ancora necessarie, ma a poco a
poco capirete che non corrispondono più al vostro desiderio profondo.
Poco a poco nascerà in voi un altro modo di concepire la vita. Questo nuovo modo comincia a svegliarsi nell'anima
umana, gli uomini cominciano a porsi delle domande, a rifiutare nell'essere considerati come uomini che non sanno,
che non sono capaci di pensare. Gli uomini non vogliono essere numerati, perché le energie di trasformazione sono
così importanti che nessuno può opporsi alla trasformazione che si attua grazie alle medesime presso gli esseri umani.

Certamente, alcuni potranno dire : « tutto questo, è cinema, tutto questo non esiste ! Sappiamo quello che esiste,
conosciamo le nostre leggi, conosciamo le nostre istituzioni e finalmente le amiamo.”

Tuttavia vi fate lusingare, e da voi stessi, e da coloro che hanno messo in piedi le vostre istituzioni così sacre ai vostri
occhi.

Per potere accedere all'uomo della nuova razza, della sesta razza, bisognerà inoltre che accettiate di cambiare tutto
questo in voi, bisognerà che accettiate di non considerare più tutte le vostre antiche istituzioni affinché le nuove si
mettano in moto.

Le nuove istituzioni che si metteranno in moto su questo mondo andranno solo nel senso della condivisione,
dell'apertura, dell'UNITA', dell'AMORE, e non, come è il caso delle istituzioni di oggi, nel senso del profitto e della
dominio.

Da parecchi anni, proviamo a farvi prendere coscienza della libertà che deve essere la vostra. Proviamo a farvi capire
che siete degli esseri perfetti, che non avete bisogno di nessuno per riconoscere questa perfezione. L'ignorate per il
gran numero di veli che vi sono stati messi da vita in vita. Coloro che hanno detenuto e che detengono ancora il
potere vi hanno anche nascosto e vi nascondono ancora tante cose perché pensano che gli uomini hanno paura, che
non si può dire loro nulla perché rischierebbero di impazzire!

L'umanità, qualunque cosa le si dice, adesso non perderà più la testa, perché gli esseri umani sono cresciuti. Anche se
c'è ancora una piccola parte di uomini che sono nella paura e nel panico, nell'incomprensione su quello che accadde,
così come nel rigetto, non è grave, perché una grande maggioranza si trasformerà.

I grandi fratelli che aiuteranno i piccoli fratelli, e anche se costoro non vogliono accettare l'aiuto dato da coloro che si
sono svegliati, da coloro che hanno capito, non è grave perché la vita si farà carico di fare capire loro ciò che non
hanno voluto accettare da se stessi.

Vorremmo darvi una grande speranza sul vostro divenire. Vorremmo anche darvi un incoraggiamento, perché ognuno
di voi operi per un solo obiettivo, la Luce. Per raggiungere questa Luce, bisognano molti raggi, molte strade, e
ognuno deve percorrere il cammino che è suo. Alcuni percorreranno il cammino della conoscenza intellettuale, altri si
incammineranno sull'apertura del cuore.

Potete riprodurre questo testo e darne copie secondo le seguenti condizioni :

 che non sia tagliato,


 che non subisca nessuna modifica di contenuto,
 che fate riferimento al nostro sito  https://ducielalaterre.org
 che menzionate il nome di Monique Mathieu.