Sei sulla pagina 1di 5

ADDITIVI PER MALTE

ADDITIVI PER CALCESTRUZZI


ADDITIVI PER CEMENTO
PRODOTTI AUSILIARI PER L’EDILIZIA

14. Calcestruzzo terra-umida


Il calcestruzzo a consistenza terra umida, è un particolare tipo di calcestruzzo caratterizzato da un rapporto
a/c bassissimo e da una consistenza troppo bassa per una sua valutazione attraverso le usuali prove: slump
test, indice di compattabilità, prova Vébé.
Questo tipo di calcestruzzo viene utilizzato sia per la produzione di piccoli manufatti prefabbricati
vibrocompressi sia per la produzione di manufatti estrusi.

Usi tipici
- masselli autobloccanti per pavimentazioni;
- piastre;
- tubi;
- cordoli;
- vasi, contenitori per floricoltura;
- solai;
- ecc.
Caratteristiche peculiari del calcestruzzo terra-umida sono la sformatura immediata e la stabilità
dimensionale dopo compattazione. Il processo di produzione di questo calcestruzzo offre vantaggi quali l’alta
produttività e la possibilità di rapidi cambi nelle forme degli stampi. L’utilizzo più comune del calcestruzzo
terra umida è quello dei masselli per pavimentazione. Questi sono sovente composti da uno strato portante
e da uno strato superiore di spessore assai più ridotto con sola valenza estetica (colore, tessitura, ecc.).

Aggregati
- Dmax = 8 -12 mm;
- fondamentale la rilevazione dell’umidità per un preciso calcolo dell’acqua d’impasto;
- distribuzione granulometrica secondo Fuller.

Cemento
3
- contenuto minimo 100 kg/m ;
-cemento di classe 42,5 R o 52,5 R, raramente 32,5 R.
Aggiunte
Cenere volante e filler calcareo per migliorare la resa estetica.

Rapporto a/c
3
- molto basso da 0,25 a 0,35 con un quantitativo medio di acqua efficace al m di 100 litri;
-molto suscettibile alle variazioni d’acqua.
Queste caratteristiche composizionali conferiscono all’impasto di calcestruzzo un aspetto granulare.

Produzione
La qualità dei manufatti in terra-umida dipende fortemente da fattori tecnologici (mix-design) e dal processo
produttivo.
ADDITIVI PER MALTE
ADDITIVI PER CALCESTRUZZI
ADDITIVI PER CEMENTO
PRODOTTI AUSILIARI PER L’EDILIZIA

Fattori tecnologici
- tipo, quantità e distribuzione granulometrica degli aggregati;
- tipo, quantità e finezza del cemento;
- quantità d’acqua;
- quantità e tipo di aggiunta;
- tipo e quantità di additivo.

Fattori produttivi
- condizioni degli stampi;
- modalità di riempimento;
- intensità e tempo di compattazione;
- condizioni climatiche di stoccaggio del calcestruzzo fresco;
- condizioni climatiche e durata di stoccaggio.

Per una produzione di qualità è necessario che, una volta individuate le migliori condizioni operative, i
suddetti fattori rimangano costanti.

La compattazione
In genere aumenta:
- aumentando l’energia di compattazione (durata, frequenza, ecc.);
- aumentando l’acqua d’impasto;
- aumentando il contenuto di legante;
- aumentando il dosaggio di additivo plastificante;

Al termine del processo nel calcestruzzo terra-umida rimane dal 3,5 al 5% di vuoti.

Resistenze alle brevissime e resa estetica


Nei masselli per pavimentazione, l’applicazione senz’altro più diffusa, le resistenze meccaniche a trazione
indiretta richieste alle brevissime vanno da 0,5 a 1,5 MPa. La coesione apparente dell’impasto alla
sformatura, data dalla presso-vibrazione, è funzione del grado di compattazione finale raggiunto. Tanto
maggiore è la compattazione, tanto migliore saranno le prestazioni del manufatto sia in termini estetici che
meccanici.
La matrice cementizia varia considerevolmente al variare del rapporto a/c. Un cambiamento anche piccolo di
± 0,02 è chiaramente visibile a occhio nudo.
a/c 0,30 a/c 0,35 a/c 0,40

Figura 1 – Variazione di colore del manufatto conseguente a diversità nel contenuto d’acqua d’impasto

Resistenze a compressione
I masselli per pavimentazione, una volta prodotti, subiscono una maturazione all’interno di apposite camere
per circa 24 ore.
ADDITIVI PER MALTE
ADDITIVI PER CALCESTRUZZI
ADDITIVI PER CEMENTO
PRODOTTI AUSILIARI PER L’EDILIZIA

Figura 2 - Camera di maturazione

Al termine vengono spesso stoccati uno sull’altro. Ne consegue che la resistenza alle brevi stagionature è un
punto cruciale.
In generale, così come la coesione iniziale, le resistenze sono funzione della densità. Tanto maggiore è la
densità, tanto maggiore sarà la resistenza a tutte le stagionature.
Nel caso in cui però si sia ecceduto con l’acqua d’impasto, nonostante un aumento della densità dei provini,
si ha una caduta delle resistenze. Questo fenomeno è più facile che si realizzi, quando vengono impiegate
aggiunte in sostituzione del cemento.

Efflorescenze
Si tratta di depositi salini di colore biancastro che, sottoforma di macchie di varia intensità, rovinano l’estetica
dei manufatti. Esse compaiono generalmente nei campioni impilati nei magazzini di stoccaggio allorquando
si verificano determinate condizioni.

Figura 3 – Esempio di efflorescenze in masselli


Cause
L’idrossido di calcio Ca(OH)2 libero (prodotto della reazione di idratazione del cemento) trasportato in
superficie reagisce con la CO2 nell’aria producendo CaCO3; tale reazione è agevolata dai seguenti fattori:

- porosità capillare satura d’acqua (veicolo per la Ca(OH)2);


- acqua stagnante sulla superficie del calcestruzzo;
- ambiente caratterizzato da bassa evaporazione superficiale (bancali coperti da fogli di politene);
- idratazione incompleta.

Per quanto esistano dei modi per ridurre notevolmente la probabilità di comparsa di efflorescenze, non
esiste, al momento, alcuna metodica economicamente vantaggiosa per garantire la loro totale eliminazione.
ADDITIVI PER MALTE
ADDITIVI PER CALCESTRUZZI
ADDITIVI PER CEMENTO
PRODOTTI AUSILIARI PER L’EDILIZIA

Precauzioni
- stoccaggio in ambienti ventilati;
- uso di cementi tipo III;
- alto grado di compattazione;
- protezione della pioggia e dalla condensa;
- uso di additivi con funzione idrorepellente, “impermeabilizzanti/idrofughi”.

Gli additivi
Per la produzione di questo tipo di calcestruzzo è, più che in altri casi, indispensabile l’utilizzo degli additivi.
La principale azione che deve svolgere l’additivo e quella di lubrificare l’impasto in modo da rendere più
efficiente la compattazione e più facile la sformatura. La produttività, così come la durabilità e la resa
estetica, aumenta.
Accanto a questa azione definita “plastificante”, gli additivi possono essere:
- “impermeabilizzanti” quando, limitando l’azione assorbente ed il trasporto dell’acqua, inibiscono la
formazione delle efflorescenze;
- acceleranti quando aumentano la velocità di sviluppo della resistenza “verde”;
- incrementatori delle resistenze meccaniche a medio lungo termine.

Alcune di queste funzioni possono essere inglobate in un solo prodotto.

L’utilizzo degli additivi innovativi della serie Dryment consente di ridurre le variazioni prestazionali. Gli
impasti diventano più robusti, l’ottenimento delle specifiche richieste è reso più agevole anche a fronte di
variazioni, altrimenti critiche, nel mix e nelle condizioni ambientali.
Anche la resa estica è notevolmente migliorata dall’utilizzo degli specifici additivi Dryment che facilitando la
formazione di boiacca durante le vibrazioni e consentono l’ottenimento di superfici più compatte in tempi
minori.

Serie Dryment
Caratteristiche peculiari
Dryment 100 Incrementa le resistenze a medio-lungo termine
Dryment 101 Incrementa notevolmente la densità e accelera lo sviluppo iniziale delle resistenze
Incrementa le resistenze e riduce il rischio di efflorescenze grazie all’elevato potere
Dryment 102
idrofugo
Dryment Color Migliora la resa visiva di calcestruzzi colorati

Normativa
UNI EN 1338 – Masselli di calcestruzzo per pavimentazione
EN 1440 – Cordoli in Calcestruzzo
ADDITIVI PER MALTE
ADDITIVI PER CALCESTRUZZI
ADDITIVI PER CEMENTO
PRODOTTI AUSILIARI PER L’EDILIZIA

Prodotti Addiment per il calcestruzzo terra-umida


Nome del prodotto Tipologia Uso
Permettono grazie all’azione lubrificante di ottenere una
Serie Dryment maggiore e più efficace compattazione, con un miglioramento
Plastificante
Serie Addiment BV della produttività, delle proprietà meccaniche e della
durabilità
Riducono l’assorbimento capillare ed il trasporto d’acqua
all’interno del calcestruzzo che viene quindi protetto dalle
Serie Addiment DM Impermeabilizzante
acque risalenti e di infiltrazione. Riducono la formazione delle
efflorescenze
Riducono la comparsa di fessure da ritiro in manufatti ad alto
Fibre Crackstop Fibre sintetiche
rapporto superficie/volume: piastre per esterno

VENDITA ED ASSISTENZA

ADDIMENT ITALIA S.R.L.


Via Roma 65 – 24030 MEDOLAGO (BG) - Italia
Tel. 035/4948558 r.a. Fax 035/4948149
http://www.addimentitalia.it - E-mail:info-vendite@addimentitalia.it