Sei sulla pagina 1di 2

Mercurio è il pianeta più vicino al Sole ma, forse sorprendentemente, non ha le

temperature più elevate. È il secondo pianeta più denso del Sistema Solare , ma
anche il pianeta più piccolo. La struttura di Mercurio lo rende il pianeta più
simile alla Terra .

Poiché Mercurio può essere visto senza la necessità di un telescopio, molte antiche
civiltà hanno visto il pianeta, e come tale è impossibile determinare chi lo abbia
scoperto per primo. Tuttavia, fu osservato per la prima volta con l'aiuto di un
telescopio all'inizio del XVII secolo, da Galileo Galilei.
Il grezzo telescopio di Galileo non riuscì a catturare le fasi di Mercurio, questo
sarebbe stato osservato in seguito dall'astronomo Giovanni Zupi nel 1639, e così
scoprì che il pianeta aveva fasi simili come Venere e la Luna.
Nei tempi antichi, Mercurio veniva insegnato come se fosse due oggetti diversi nel
cielo: la stella del lutto e la stella della sera. Nel caso di Venere, si credeva
anche erroneamente che fossero due cose diverse.
Venere trascorre la maggior parte del suo tempo lontano dalla Terra. Questo
paradossalmente rende Mercurio il pianeta più vicino alla Terra, una pluralità di
volte.
Mercurio prende il nome dal dio messaggero romano, a causa dei suoi rapidi
movimenti intorno al Sole.
Mercurio è il pianeta più vicino al Sole a una distanza di 57,91 milioni di
chilometri / 35,98 miglia o 0,4 UA di distanza. La luce solare impiega 3,2 minuti
per viaggiare dal Sole a Mercurio.
Nonostante la sua vicinanza al Sole, non è il pianeta più caldo, quel titolo
appartiene a Venere ma Mercurio è il pianeta più veloce, completando un viaggio
intorno al Sole in 88 giorni terrestri. Questo rende anche un anno su Mercurio
l'equivalente di 88 giorni terrestri, l'anno più corto di qualsiasi pianeta.
Orbita attorno al Sole con una velocità di circa 29 miglia o 47 chilometri al
secondo.
Nonostante sia il più piccolo pianeta terrestre del Sistema Solare, e di fatto il
più piccolo di tutti i pianeti, è il secondo pianeta più denso del Sistema Solare,
con una densità di 5,43 g / cm³.
Per fare un confronto, le dimensioni di Mercurio sono circa un terzo della Terra e
la Terra ha una densità di 5,51 g / cm³.
Mercurio ha un raggio di 2.439 km o 1516 mi e un diametro di 4.879 km o 3.032 mi.
L'asse di Mercurio ha la più piccola inclinazione di uno dei pianeti del sistema
solare a circa 1 / 30 gradi, mentre la sua eccentricità orbitale è il più grande
di tutti i pianeti conosciuti del sistema solare.
La distanza di Mercurio dal Sole è solo circa due terzi o il 66%, della sua
distanza all'afelio, al suo afelio è di 0,44 UA dal Sole.
Alla sua distanza o perielio più vicina, è a 0,30 UA dal sole.
Mercurio ruota lentamente sul suo asse e completa una rotazione ogni 59 giorni
terrestri. Un giorno solare di Mercurio o un ciclo completo giorno-notte, equivale
a 176 giorni terrestri, poco più di due anni su Mercurio. (Promemoria, un anno su
Mercurio equivale a 88 giorni terrestri)
Mercury non ha satelliti o sistemi ad anello noti.
La sua superficie è molto simile alla Luna terrestre, il che implica che il pianeta
non è stato geologicamente attivo da molti anni.
Invece di un'atmosfera, Mercurio possiede una sottile esosfera composta da atomi
espulsi dalla superficie dal vento solare e da meteoriti. L'esosfera di Mercurio è
composta principalmente da ossigeno, sodio, idrogeno, elio e potassio.
Le temperature sulla superficie di Mercurio sono sia calde che fredde. Durante il
giorno, le temperature in superficie possono raggiungere gli 800 gradi Fahrenheit /
430 gradi Celsius. Poiché il pianeta non ha atmosfera per trattenere quel calore,
le temperature notturne sulla superficie possono scendere fino a -290 gradi
Fahrenheit / -180 gradi Celsius. Questi cambiamenti di temperatura sono i più
drastici dell'intero Sistema Solare.
Il campo magnetico di Mercurio è compensato rispetto all'equatore del pianeta.
Sebbene il campo magnetico in superficie abbia solo l'1,1% della forza della Terra,
interagisce con il campo magnetico del vento solare per creare a volte intensi
tornado magnetici che incanalano il plasma del vento solare veloce e caldo sulla
superficie del pianeta.
Mercurio ruota in un modo unico nel Sistema Solare. È saldamente bloccato con il
Sole in una risonanza di orbita di rotazione 3: 2.
Mercurio e Venere orbitano attorno al Sole all'interno dell'orbita terrestre,
questo li rende pianeti inferiori.