Sei sulla pagina 1di 28

1 In festa

e teatrale
dell’Arte: gener
La Commedia
l ’500
nato a metà de
ll simbolo di V
enezia: il leone
alato
C
• alato, -a:
geflügelt

I ragazzi sfilano nel corteo storico del


Palio
di Siena. Sullo sfondo si vedono le ban
diere
di una contrada. Non perdete l’oppor D
tunità
di assistere a questo spettacolo!

ma di con chiglia: la Piazza


Un luogo medievale a for
del Campo di Siena

10 dieci
Ingresso 1

• la sella: Sattel
• il drappo: Tuch

Il Palio di Siena – una cor


sa di cavalli con fantini
coraggiosi, cavalli senza
sella e una pista pericolo
Si fa di tutto per vincere sissima.
un drappo prezioso!

ni
o a fa re a C ar nevale i venezia
riescon
Assaggiate cosa cchero, uova,
bu rr o, farina, sale, zu telle!
con u n po ’ di
te le an ch e vo i, le famose frit
rova
limone e olio! P

1 2–7 E1 Maschere, cavalli, belle città …


In giro per la città si sentono tante cose.
1. Ascoltate i commenti e abbinateli alle immagini.
2. Quali di questi luoghi e spettacoli vorreste vedere? Discutetene.
❁ 3. Con l’aiuto di un dizionario bilingue create una mappa concettuale su cavalli e
teatro con le seguenti parole e aggiungetene poi delle altre.

la sella l’attore/l’attrice il fantino mettere in scena


la trama il palcoscenico improvvisare

! Am Ende dieser Lektion kannst du


• über traditionelle kulturelle Veranstaltungen in Italien sprechen.
• kritisch zu Großveranstaltungen und Massentourismus Stellung nehmen.
• wichtige Figuren und Eigenheiten der Commedia dell’Arte benennen.
• Ereignisse und Vermutungen besser versprachlichen.

Autocontrollo 1: Code 39008-01 undici 11


1A In festa

A Il Palio di Siena! Che emozione!


1 8–9 A 1 Nuovo anno – nuove facce …
Susanna: Buongiorno, ragazzi. Mi chiamo Susanna, Susanna Spanu. La vostra
professoressa mi ha detto che avete fatto tanti identikit di VIP l’anno
scorso. Se volete potete riempire un identikit con tutte le informazioni
che avrete su di me. Per il momento dico solo questo: parlo con un po’ di
5 accento sardo perché sono nata a Nuoro (sì, si dice Núoro!) in Sardegna
ventitré anni fa.
Mi sono appena laureata in lettere e filosofia all’università di Cagliari,
il capoluogo della Sardegna. Quest’anno sono qui da voi come assistente
di lingue.
10 Ho qui il programma che avete fatto l’anno scorso con la Prof. Wagner.
Quando lei me l’ha consegnato sono rimasta senza parole. Tra l’altro
avete parlato di tv, di italiani famosi, di posti belli per le vacanze e di città
importanti. Conoscete delle feste tradizionali e moderne e anche un po’ di
storia dell’arte. Infine avete pure letto dei brani di un romanzo di D’Avenia.
15 Impressionante! E poi l’eTwinning a cui avete partecipato! Complimenti!
Mentre stavo pensando a cosa fare con una classe così esperta ho notato
che non avete ancora imparato niente di una delle manifestazioni più
conosciute. Vi ho portato alcune foto. Fatele passare e ditemi che cosa
vedete.
20 Berkan: Vedo tanti cavalli nelle foto.
Evelyn: Foto di cavalli! Fatemele vedere! Vorrei guardarmele anch’io.
Susanna: Ah, vedo che anche tu vai matta per i cavalli – come me. Allora, Berkan,
fagliele vedere le foto! Tutti se le dovranno guardare per capire di quale
manifestazione parleremo nelle prossime lezioni. Avete già capito di quale
25 manifestazione si tratta?
Max: Ne ho già sentito parlare: è il Palio di Siena, vero?
Susanna: Giusto.
Susanna: Ah, la Prof. Wagner. Buongiorno!
Prof: Buongiorno! Tutto bene?
30 Susanna: Sì, tutto bene!
Prof: Che state facendo? Evelyn, perché stai in piedi? Mettiti seduta!
Susanna: Stiamo per leggere alcuni testi sul Palio di Siena.
Prof: Ah, interessante. Allora, buon divertimento, ragazzi!
Susanna: Dovete sapere che mio fratello è un fantino e quest’anno ha partecipato
35 al Palio, quindi ci sono stata anch’io. Oggi e nelle prossime lezioni daremo
un’occhiata a questa manifestazione famosa in tutto il mondo e alla fine
• la benedizione: ne sarete esperti. Saprete che cos’è la benedizione dei cavalli e perché un
Segen; Segnung ciuccio è così importante per la contrada vincente. Ecco alcuni testi e
• il ciuccio:
dépliant, ve li metto qui sul tavolo. E ci sono anche delle foto. Ho visto
Schnuller
40 quanto eravate creativi l’anno scorso. I vostri giochi e quiz per l’eTwinning
me li ha dati tutti la Prof. Wagner! E quindi non ho dubbi che vi verrà
un’idea su cosa farne. Allora prendete il materiale!

12 dodici
Il Palio di Siena! Che emozione! 1A

1 8–9 E 1 Il primo incontro nome: ■


Un anno scolastico con un’assistente di lingue! età: ■
E1, E2 1. Ascolta e poi completa l’identikit di Susanna con le regione d’origine: ■
informazioni del testo. professione: ■
particolarità: ■
2. Di quali argomenti parla Susanna? Decidi e indica la riga (r. ■).
identikit di VIP (r. …) accento sardo (r. ■) posti belli per le vacanze (r. ■)
scuole italiane (r. ■) tv italiana (r. ■) feste moderne (r. ■)
città importanti (r. ■) feste tradizionali (r. ■) differenze nord/sud (r. ■)
arte italiana (r. ■) ristoranti italiani (r. ■) eTwinning (r. ■)
romanzo di D’Avenia (r. ■) musica italiana (r. ■) contrasto vita in campagna/in
Palio (r. ■) mestieri (r. ■) città (r. ■)

3. Di quali dei temi elencati non parlano in classe? Ogni partner ne sceglie uno e
presenta agli altri quello che si ricorda.

E 2 Una visita guidata a Siena


Nel testo A1 Susanna usa i pronomi combinati: “Allora, Berkan, fagliele vedere le foto!
Tutti se le dovranno guardare per capire di quale manifestazione parleremo nelle
prossime lezioni.”
E3, E4 1. Ricordi ancora come si formano i pronomi combinati e a che cosa bisogna fare
attenzione? Guarda ancora bene i due esempi: dove vengono messi i pronomi
combinati nella frase? G 1.1

+ p. 142 2. Yannik ha scelto un dépliant di un gruppo di studenti che offre visite guidate a
Siena. Completa con i pronomi combinati. Attenzione alla loro giusta posizione
nella frase.

• Volete delle informazioni su Siena? ■ • Volete prenotare una visita tematica?


diamo■ durante una visita guidata a Allora, ■ fate■ sapere! Offriamo visite
Siena. Siamo un gruppo di studenti di tematiche per esempio sul Palio, sull’arte
Storia dell’arte e conosciamo bene la città. di Siena o sulla Siena medievale.
• Molti turisti prenotano una visita guidata • Per la prenotazione la nostra segretaria
a Siena perché vogliono conoscere la storia Anna ha bisogno di un numero di
della città. Le nostre guide la storia ■ cellulare. Potete ■ comunicar■ anche
raccontano■ tutta! tramite e-mail.
• Volete comprare un libro su Siena.
Vi raccomandiamo “Siena – il sogno
gotico”. È un ottimo libro. Su, ■
comprate■!

tredici 13
1A In festa

E 3 Il Palio!
Evelyn, che va matta per i cavalli, ha scelto il seguente testo sul Palio di Siena.

Il Palio di Siena è una manifestazione a livello internazionale: si tratta di una


corsa di cavalli di origine medievale. La parola “palio” deriva dal latino “pallium”,
che significa “bandiera” o “drappo”. È un pezzo di stoffa prezioso che viene dato
in premio al vincitore. La corsa si svolge due volte all’anno: il 2 luglio, il giorno
5 della festa della Madonna di Provenzano e il 16 agosto, il giorno dopo la festa
dell’Assunzione. Lo spettacolo ha luogo in Piazza del Campo a Siena, una piazza a
forma di conchiglia.
Tutta la città di Siena è suddivisa in contrade. Le contrade sono parti della città
• il contradaiolo: i cui abitanti – i contradaioli – si conoscono e si stimano molto. I Senesi sono
Mitglied einer 10 prima di tutto cittadini delle loro contrade, poi di Siena. In contrada ci si incontra,
der 17 Contrade
ci si aiuta, c’è un legame intenso – quasi come in famiglia. Le singole contrade
(Stadtviertel
Sienas) hanno nomi particolari: 1) Aquila, 2) Bruco, 3) Chiocciola, 4) Civetta, 5) Drago,
6) Giraffa, 7) Istrice, 8) Leocorno, 9) Lupa, 10) Nicchio, 11) Oca, 12) Onda,
13) Pantera, 14) Selva, 15) Tartuca, 16) Torre, 17) Valdimontone.
15 Purtroppo, non tutte le contrade possono partecipare al Palio. La scelta delle
contrade che hanno il diritto di partecipare è stabilita da un regolamento ben
chiaro: le sette contrade che sono state escluse l’anno precedente possono correre
di diritto, altre tre contrade vengono estratte a sorte. Prima della corsa non solo
• il fantino: i fantini, ma anche i cavalli, vengono benedetti in chiesa. È un’azione che attira
Jockey 20 innumerevoli turisti e curiosi.
La corsa dura 90 secondi, è una corsa molto pericolosa. I cavalli devono correre e
fare tre giri in Piazza del Campo con i loro cavalieri che vengono chiamati i
fantini. I fantini cavalcano senza sella; però sono forniti di una frusta per incitare
il cavallo e per colpire i loro contraenti. Per questo motivo portano un elmetto
25 metallico.
Vince la contrada il cui cavallo finisce per primo i tre giri. Basta che arrivi il
cavallo – con o senza il suo fantino, ma con la spennacchiera. La contrada il cui
cavallo arriva secondo però è considerata perdente. Se è vero che i contradaioli si
comportano tra di loro come una grande famiglia, è anche vero che c’è un’enorme
30 rivalità tra le diverse contrade.

Nella contrada vincitrice i contradaioli


organizzano una grande festa. Durante
le cene le tavolate possono arrivare
a una lunghezza di 250 metri. Il loro
35 cavallo viene decorato con i colori della
contrada. Per festeggiare la vittoria i
maschi di una contrada si mettono
• il ciuccio: un ciuccio in bocca, le femmine se lo
Schnuller tengono legato al collo.

14 quattordici
Il Palio di Siena! Che emozione! 1A

1. Dopo la lettura Evelyn riflette sul testo.

1. Il Palio di Siena è una festa 2. Le contrade sono


a. d’origine latina. a. una corsa di cavalli.
b. d’origine medievale. b. 17 e con nomi particolari.
c. d’origine italiana. c. parti periferiche della città.
3. I fantini 4. Per festeggiare la loro vittoria i
a. sono forniti di oggetti particolari. contradaioli si mettono dei ciucci
b. sono forniti di selle particolari. a. in bocca e al collo.
c. possono scegliere cosa portare con b. intorno al braccio.
sé. c. nei capelli.

2. Leggi il testo e controlla: come viene espressa l’idea che …


1. … il premio, cioè il pezzo di stoffa, ha un grande valore?
2. … Piazza del Campo fa pensare a una conchiglia?
3. … a Siena ogni contrada della città è chiamata in modo diverso?
4. … partecipare al Palio non è lasciato al caso?
• l’equipaggia- 5. … i fantini hanno un equipaggiamento preciso?
mento: 6. … tutte le contrade vogliono assolutamente vincere?
Ausrüstung
3. Evelyn scrive un’e-mail di circa 100 parole a Susanna in cui spiega perché le piacerebbe
vedere il Palio di Siena e usa le informazioni contenute nel testo per motivare la sua
opinione. La puoi aiutare?

1 10–12 E 4 Il Palio nella letteratura


Nella seguente lezione, Susanna porta un audio book.
Ascoltate la registrazione e trovate poi le risposte alle domande.
1. Primo ascolto
Decidete se le affermazioni sono vere o false.
1. “Il Palio delle contrade morte” di Carlo Fruttero e Franco Lucentini è una
commedia.
• la grandinata: 2. Lorenzo e Valeria Maggioni sono di Roma.
Hagelschauer 3. Sono in Toscana per lavoro quando una grandinata gli rovina la macchina.
• il buio: 4. Si perdono nel buio e arrivano alla villa di Guidobaldo e Ginevra.
Dunkelheit 5. Lorenzo Maggioni fa l’avvocato e vede sfilare il corteo che precede il Palio.
• spurio/a:
unecht/falsch
6. Lorenzo pensa che il Palio sia una tradizione un po’ spuria.
• estrarre a sorte: 7. La pista intorno alla piazza è molto adatta per la corsa di cavalli.
auslosen 8. La partecipazione di tre contrade è estratta a sorte.
2. Secondo ascolto
1. Correggete le affermazioni false.
2. Come potrebbe continuare il dialogo tra Guidobaldo e Valeria? Scambiate le vostre
idee e usate le seguenti parole per sviluppare il dialogo.

drappo conchiglia contradaioli benedizione in chiesa


90 secondi sella festa della vittoria

quindici 15
1A In festa

1 13–14 A 2 L’altra faccia del Palio di Siena


Susanna è malata! Però ha spedito un’e-mail ai ragazzi.

inviare stampare allegare

Cari ragazzi,
oggi purtroppo non possiamo fare lezione insieme. Sono malata. Non avrei mai
pensato che facesse tanto freddo qui.
Potete comunque continuare la lezione con la supplente – che vi lascerà
5 sicuramente lavorare anche in gruppi, se siete tranquilli!
Leggete il seguente articolo, rispondete alle domande e poi scambiate le vostre
risposte.
1. Fanno correre i cavalli sulla pista stretta e pericolosa. Che cosa ne pensate?
2. Che cosa hanno fatto gli animalisti? Spiegate perché (non) avreste fatto la
10 stessa cosa.
3. Quali problemi hanno dovuto affrontare le forze dell’ordine?
4. Chi ha cantato canzoni tradizionali e perché? L’avreste fatto anche voi?
5. Con tutte le informazioni che vi dà l’articolo, vi sareste divertiti al Palio?
6. Chi di voi ci avrebbe rinunciato e sarebbe invece rimasto in albergo?
15 Buon lavoro! La vostra Susanna

OGGI POMERIGGIO 16 AGOSTO


SIENA, ANIMALISTI CONTRO IL PALIO: IN CORTEO UN CENTINAIO DI
PERSONE
SIENA – “Basta con il Palio”. Con questo slogan circa un centinaio di animalisti
manifestano a Siena, oggi 16 agosto, al parco dell’Acquacalda, a circa 6 chilometri
da piazza del Campo.
• Palio Come è noto il Palio dell’Assunta di stasera è stato rinviato per il maltempo, ma
dell’Assunta:
5 non il corteo dei suoi avversari, promosso dal Partito animalista europeo. Gli
il Palio del 16
agosto in onore animalisti chiedono l’abolizione della carriera e di tutte le manifestazioni dove
della Madonna sono impegnati gli animali. Oggi fortunatamente non ci sono più i brutti incidenti
dell’Assunta di una volta dopo i quali il cavallo doveva essere ucciso sul posto, tuttavia è una
situazione troppo stressante per gli animali e la stretta curva di San Martino resta
10 un punto pericolosissimo.
• lo striscione: Non mancano striscioni e slogan contro i contradaioli. Una rappresentanza di
Spruchband
quest’ultimi, circa 200, sta occupando invece una zona vicina alla manifestazione
• la
rappresentanza: degli animalisti, tenuti a distanza dalle forze dell’ordine, intonando canti della
Abordnung tradizione senese. Presente anche il segretario del Partito animalista europeo
15 Enrico Rizzi: “Siamo per la prima volta a Siena – ha detto –. Lo riteniamo un
successo. Il Palio non è più intoccabile.”
http://www.firenzepost.it/2015/08/16/siena-animalisti-contro-il-palio-in-corteo-un-centinaio-di-persone/
16.08.2015; 17:01

16 sedici
Il Palio di Siena! Che emozione! 1A

E 5 C’è da discutere
E5 Le informazioni presentate
fanno vedere un’altra faccia
del Palio. Leggi l’articolo e
scrivi nel quaderno le risposte
alle domande di Susanna. Poi
presenta le risposte e la tua
opinione alla classe: che cosa
pensi delle informazioni che
ti dà l’articolo? Motiva i tuoi
argomenti e discutetene in
classe. (➙ Strategia 1)

E 6 Il condizionale passato
Susanna scrive “Non avrei mai pensato …” e “Vi sareste divertiti …?”.
E6 1. Secondo il contesto, che cosa esprimono queste forme?
2. Trova altri esempi nell’e-mail di Susanna e decidi: come si forma il condizionale
passato? Pensa anche ad altre lingue che conosci (per esempio il francese)!
Controlla i tuoi risultati con l’aiuto della grammatica. G 1.2

E 7 Che cosa avrebbero fatto i ragazzi italiani?


+ p. 142 Max ha mandato l’articolo di Susanna ai ragazzi italiani. Adesso si stanno scambiando
le idee. Usa il condizionale passato e le seguenti espressioni per completare le loro
❁ E7 bis p. 155
opinioni.

Siena colpa cavalli corsa fantino Palio albergo

Tiziana Max
No, guarda, io ■ (non andare) a Davvero?? ■ (rimanere) in ■?
vedere la ■. 15:04 Ma tu ami i cavalli! 15:05

Tiziana Max
Sì, amo i ■, ma i cavalli si fanno Ma il ■ è un mio sogno! ■ (andarci)
male. ■ (io/sentirmi) in ■. 15:08 e anche Giuliano ■ (venire) con me,
vero? 15:10

Giuliano
Beh, non lo so. Forse ■ (noi/fare) Said
qualcos’altro insieme … 15:13 Nel giorno del Palio! Io ■ (rimanere)
a ■ per vedere il Palio e dopo
■ (parlare) con i fantini. Così ■
(sapere) come si diventa ■. 15:17

diciassette 17
1A In festa

E 8 Il Palio – Quante cose da organizzare!


E7 Nell’e-mail Susanna scrive ai ragazzi: “La supplente … vi lascerà … lavorare anche in
gruppi” e “Fanno correre i cavalli sulla pista molto stretta e pericolosa.”
1. In queste frasi Susanna usa due modi diversi per esprimere il tedesco “lassen”.
Uno esprime “fare in modo che un altro faccia qualcosa”, l’altro invece esprime
“permettere ad un altro di fare qualcosa”. Guarda gli esempi e decidi: che cosa
esprime lasciare + infinito? E che cosa esprime fare + infinito? Abbina le parafrasi
e gli esempi alle costruzioni.
2. Inserisci la forma giusta di “lasciare” o “fare” per completare il testo.
Il Palio è una festa antica e coloratissima! I costumi però non sono solo belli ma
anche un po’ difficili da mettere. Perciò i partecipanti al corteo storico si ■ aiutare
a mettere i costumi dagli altri contradaioli. Il Palio ha delle regole precise e tutti
sanno cosa fare. Gli organizzatori del Palio ■ partecipare anche i turisti al grande
spettacolo, ma naturalmente gli ■ rispettare le regole. Per esempio non gli ■
portare sedie o cani in Piazza del Campo. Di grande aiuto sono i Carabinieri che
non ■ entrare la gente in Piazza del Campo dopo le ore 18:20. Il Barbaresco della
contrada è responsabile per la sicurezza del cavallo. Lui ■ stare zitti i ragazzini
della contrada in modo che non disturbino il cavallo. È severamente proibito dare
da mangiare ai cavalli! Il fantino della contrada non ■ mangiare al cavallo zucchero o
biscotti, ma gli ■ mangiare cose sane come le carote.

E 9 Il Drago – anche in Baviera!


Max si è ricordato che il fratello di Susanna ha vinto il Palio per la contrada del Drago.
Sa che in Baviera c’è un festival molto particolare in cui un drago gioca un ruolo
importante. Lo vuole raccontare a Susanna scrivendole un’e-mail.
1. Leggi l’articolo e prendi appunti per preparare l’e-mail, seguendo la seguente traccia:
• Dove e quando si svolge?
Ecco alcuni vocaboli utili:
• Chi partecipa?
Drachenstich = l’uccisione del Drago
• Che cos’è il Drago?
Volksschauspiel = la rappresentazione popolare
• Che cosa si può vedere?
historischer Festzug = il corteo storico
• Com’è nato il festival?
Schreitroboter = il robot ambulante

Il Drago di Furth im Wald

18 diciotto
Il Palio di Siena! Che emozione! 1A

Drachenstich-Festspiele in Furth im Wald


Deutschlands ältestes Volksschauspiel – die Drachenstich-Festspiele
In der bayerischen Grenzstadt Furth im Wald, halbwegs zwischen
Regensburg und Prag gelegen, findet alljährlich im August das größte Fest
des Bayerischen Waldes, die historischen Drachenstich-Festspiele, statt.
5 Mehr als 1.500 Kostümierte, über 200 Pferde und viele Musikgruppen
beteiligen sich am großen historischen Festzug; bei den Aufführungen der
Drachenstich-Festspiele, speziell beim Drachenkampf, zeigt sich die ganze
Dramatik des ewigen Kampfes gegen das Böse.
Eine der ältesten Legenden der Menschheit wird Wirklichkeit: Ein
10 leibhaftiger Drache baut sich gigantisch hoch vor den Zuschauern auf! Er
kämpft gegen einen Ritter, der ihn mit Schwerthieben und Lanzenstößen
töten will.
Der Further Drache ist der größte vierbeinige Schreitroboter der Welt.
Mit den gewaltigen Ausmaßen von 5 m Höhe und 16 m Länge wälzt
15 sich das Monster in die Drachenstich-Arena. Es verfügt über natürliche
Bewegungsabläufe, eine ausgefeilte Gesichtsmimik und schleudert
meterlange Feuerstöße aus seinem Rachen. Ein wahres High-Tech-Monster.

Der Further Drache – ein Wunderwerk der Technik


Hollywood-Spezialisten, Raumfahrt-Forschung und führende deutsche
20 Roboter-Hersteller haben in einmaliger Zusammenarbeit den Further
Drachen ins Leben gesetzt: eine weltweit einmalige Sensation!

Ein unvergessliches Erlebnis für jedes Alter


Ritter im Schwertkampf, rasante Reiterszenen, eine spannende
Festspiel-Aufführung mit über 200 Darstellern – so beeindruckend ist
25 „Der Drachenstich“, Deutschlands ältestes Volksschauspiel mit einer
erstaunlichen Tradition von mehr als 500 Jahren.

Mittelalter und mystische Legenden


Tief ins Mittelalter, in die Zeit der letzten Kreuzzüge, entführt dieses
Festspiel. Vor dem Hintergrund der „Ketzerkriege“ erwacht eine uralte
30 Legende, so alt wie die Menschheit: der Drache steigt empor aus dem
Nebel der Vergangenheit und schlägt eine brennende Schneise entsetzlicher
Vernichtung durch das Land.
http://www.bayern.by/drachenstich-furth-im-wald-1, 19.06.2017

2. Formula l’e-mail di Max scrivendo circa 150 parole e usando i tuoi appunti.

diciannove 19
1B In festa

B La Serenissima
1 15–18 B 1 Una città in una laguna – Venezia!
Venezia è un’avventura per Tiziana! Ecco i suoi messaggi whatsapp.

1. Un caro bacione dalla stazione Termini a tutti i ragazzi tedeschi. Beh, io sto per
partire per Venezia! :-) La città dev’essere un sogno! Le gondole, i palazzi che si
affacciano sul Canal Grande, i ponti … Voglio visitare tutti i grandi monumenti
della città: Piazza San Marco, la Basilica di San Marco, il Palazzo Ducale, il Ponte di
Rialto, il Teatro La Fenice, il Caffè Florian … E poi l’isola di Murano con i laboratori
del vetro! Vado a trovare mio fratello che frequenta l’università di Venezia. Non
vedo l’ora di vedere la città – e il mio caro fratellone naturalmente :-)
Tiziana 10:15

2. Che stanchezza stamattina! Sono andata a letto troppo tardi ieri sera. Ma che
fratello carino che ho! Quando mi sono alzata, aveva già fatto il caffè!
Xxx Tizi 10:07

3. Venezia è un sogno! Peccato però che la città sia affollatissima! Ci sono migliaia
di turisti … è un incubo! Sapete che cosa mi è successo ieri? Poco dopo che ero
arrivata alla stazione di Venezia l’abbiamo lasciata per prendere il vaporetto (o
“vaporeto” come dicono in dialetto veneziano) e abbiamo visto una fila lunga un
chilometro davanti allo sportello dei biglietti. Niente da fare! Era pazzesco! Alla fine
siamo andati a piedi. Bello con lo zaino strapieno :-(
Bacione da Tiziana 13:30

4. Stessa storia stamattina! Quando siamo arrivati al Palazzo Ducale, tanti altri turisti
avevano già comprato il biglietto prima di noi … Abbiamo aspettato due ore per
vedere il palazzo! Comunque ne valeva la pena! Il palazzo è bellissimo!!! Bisogna
assolutamente vederlo! Sono addirittura andata in libreria per comprarmi una
guida di Venezia. Così sono preparatissima per proseguire la mia visita. Stasera
viene a trovarci un amico di Luca e io sto per preparare la cena.
Salutoni Tiziana 11:45

1 15–18 E 1 Le avventure di Tiziana


E1 Di quali avventure racconta Tiziana nei suoi messaggi per whatsapp? Ascolta il testo B1 e
poi completa i seguenti appunti.
Lunedì, 6 aprile
Sta aspettando il treno alla ■
Sta per partire per ■, che dev’essere un sogno!
Sogna già il Canal Grande, le ■, i palazzi, i ponti …
Vuole visitare ■ della città: Piazza San Marco, la Basilica di San Marco, il Palazzo
Ducale, il ■, il Teatro La Fenice, il Caffè Florian.

20 venti
La Serenissima 1B

Martedì, 7 aprile
Suo fratello ha fatto il ■!
Venezia è un sogno, ma ci sono tantissimi ■.
Mercoledì, 8 aprile
Ci sono ■ lunghe agli sportelli.
Per vedere il Palazzo ■ hanno dovuto aspettare ■ ore stamattina, il palazzo però è ■.

E 2 Tiziana non solo visita la città, ma …


E2 Tiziana non è la tipica turista, non vuole solo visitare la città.
1. Rileggete i messaggi per whatsapp di Tiziana e decidete. Quali sono le tre espressioni
che Tiziana usa per esprimere il tedesco “besuchen”? Quali di queste espressioni si
usano se si vuole “fare il turista in una città o un museo”? Quali invece si riferiscono a
“partecipare a un corso, studiare a scuola o all’università”? Quale espressione bisogna
usare quando vogliamo incontrare una persona?
2. Tiziana entra al caffè Florian per bere un caffè. Al banco parla con due ragazzi austriaci.
Completa le frasi con l’espressione giusta per esprimere il tedesco “besuchen”.
Tiziana: Allora, siete qui perché ■ un corso d’italiano, vero?
Ragazzo: Sì, siamo qui per imparare l’italiano, ma anche per ■ Venezia. E dopo il
corso ■ un’amica a Verona. E tu?
Tiziana: Anch’io sono qui per ■ tutti i monumenti di Venezia.
Ragazza: Ah, non sei di Venezia?
Tiziana: No, sono di Roma. ■ il liceo a Roma.
Ragazzo: Roma! Che bella! Annette spera di ■ l’università di Roma l’anno prossimo,
vero?
Annette: Sì, mi piacerebbe tanto studiare in Italia.
Tiziana: Allora, quando siete a Roma ■!

E 3 Tutti a Venezia!
+ p. 143 E3
Ciao ragazzi,
guardate la foto della nave da
crociera che ho fatto poco fa! Alta
quasi come il campanile che vedete
sullo sfondo. Dice tutto! 16:03

Ecco la foto che ha mandato Tiziana.


Descrivetela e discutete sul problema che
rappresenta per Venezia.

ventuno 21
1B In festa

E 4 Quante avventure!
Tiziana ha fatto tantissime cose! Adesso bisogna solo chiarire l’ordine delle sue azioni.
E4 1. Rileggete i messaggi per whatsapp di Tiziana e decidete: che cosa ha fatto prima?
Che cosa invece dopo? Che cosa ha fatto alla fine?
2. Quale tempo viene usato per parlare di azioni che sono successe prima di altre?
Come si forma questo passato? G 1.3

3. La sera la mamma chiama il figlio. Usa i seguenti appunti per completare il racconto
di Luca. Usa anche il trapassato prossimo.

Ieri Tiziana ha continuato la


visita della città siccome Ha fatto una foto di una nave
da crociera enorme
ha cominciato due giorni fa
è andata al Caffè Florian
che
Dopo che
Tiziana ha comprato una
cartolina di Venezia ma Quando

l’ha scritta alla nonna Siamo andati al museo


Guggenheim oggi pomeriggio

Appena mi sono svegliato stamattina


Tiziana non è mai stata al
Tiziana è già uscita museo Guggenheim

La sera siamo voluti andare a la biglietteria ha già venduto


vedere una commedia di Goldoni tutti i biglietti
a La Fenice

1 19–22 E 5 Venezia per ragazzi


La sera Tiziana sta ascoltando Radio Venezia. In onda c’è la rubrica “Venezia per ragazzi”.
Parlano di tante cose che interessano anche a Tiziana.
• la rubrica:
Rubrik 1. Ascolta e trova poi le risposte giuste alle domande.
Luoghi da visitare
Primo ascolto
Tiziana aveva già preparato un elenco di posti da Palazzo Ducale
Burano
vedere. Di quali luoghi dell’elenco hanno parlato nella
Collezione Peggy Guggenheim
trasmissione? Scegli quelli giusti. Museo Navale
Tiziana ha anche notato perché questi luoghi sono Lido di Venezia
Teatro La Fenice
famosi e interessanti. Abbina i suoi appunti ai luoghi.
Mercato di Rialto
Murano

22 ventidue
La Serenissima 1B

• la lavorazione: Un’impressionante collezione permanente e delle mostre temporanee famosissime


Verarbeitung/
Herstellung laboratorio per fare disegni e sculture visitare una fornace con forni spettacolari
• la scultura:
Skulptur, l’opportunità di mangiare buonissimi piatti di pesce lavorazione del vetro
Bildhauerei
• la fornace: artigiani che fanno vasi, sculture e lampadari prove d’orchestra Mozart
Brennofen
• il lampadario: grande scelta di tovaglie di merletto arte moderna
Kronleuchter
• il merletto: Secondo ascolto
Spitze
Quando andare? E quanto costa? Copia la tabella e completala.

Orario di Prezzo intero Prezzo ridotto


apertura dei biglietti dei biglietti
Museo del Vetro
Kids Day
Ma che musica maestro!

2. Presenta i tuoi risultati alla classe e spiega quali dei posti vorresti vedere e perché.

E 6 Curiosità veneziane
Nella libreria “Acqua Alta” Tiziana trova un libro sulle curiosità veneziane. Metti la forma
giusta dei verbi fra parentesi e parole adatte (articolo (1 x), sostantivo, aggettivo (1 x),
senza (1 x), solo (1 x), di (1 x), a (1 x), ci (1 x)) per completare il testo.
La città ■ (fondare) per sfuggire all’invasione ■ Unni di Attila che non ■ (amare)
l’acqua. Venezia è grande! Oggi Venezia ■ (avere) circa 60 000 ■. Ai tempi
■’oro della città ■ (essere) 140 000. Particolari sono i mezzi di trasporto! Dal IX
secolo al XVIII secolo la gondola ■ (essere) il mezzo di trasporto ■ dei nobili.
La gondola si usa ancora, ma ■ (vietare) girare in bici e non serve la patente, perché
non ■ sono macchine. A Venezia le vie ■ (chiamarsi) “calli” e le piazze “campi”.
L’unica piazza ■ (essere) Piazza San Marco. Particolare anche la pronuncia “alla
veneziana”: nel dialetto veneziano non ■ (pronunciare) le consonanti doppie –
quindi “vaporetto” si ■ “vaporeto”.
Che cosa sarebbe l’Italia ■ Venezia? Basta dare un’occhiata ■ bevande: dopo che i
• la bottega: commercianti veneziani ■ (importare) il primo caffè, ■ (nascere) tante “botteghe del
Werkstatt caffè” in Italia. E ■ Spritz – l’aperitivo ormai ■ in tutto il mondo – ■  (inventare) … a
Venezia!

Info Cresce il fenomeno dell’acqua alta a Venezia. Colpevoli sono


l’abbassamento (3–3,5 mm l’anno) del sottosuolo e l’innalzamento marino
(circa 30 cm negli ultimi 100 anni). La città assiste così all’erosione della
sua laguna. Responsabili sono gli stessi veneziani con il cambiamento
dell’ecosistema del suo fondale che causa una grande perdita di sedimenti.
Anche la navigazione delle grandi navi o l’alta velocità contribuiscono alla
riduzione lagunare passata da 158 a 47 km2 negli ultimi 100 anni.

ventitré 23
1B In festa

1 23–28 B 2 Benvenuti al Carnevale di Venezia!


Susanna vuole andare a Venezia durante il periodo di Carnevale dell’anno prossimo.
In classe ha sentito parlare delle avventure di Tiziana e così coglie l’occasione e
presenta ai ragazzi questo poster dell’APT (Azienda di Promozione Turistica) di
Venezia.

Benvenuti al Carnevale di Venezia!


A

B
F

24 ventiquattro
La Serenissima 1B

1. Gran Ballo in Maschera di Carnevale


Il Gran Ballo in Maschera di Carnevale si svolgerà in un affascinante palazzo veneziano che
si affaccia sul bellissimo Canal Grande. Appena sarete entrati al primo piano del palazzo,
i camerieri vi accompagneranno al vostro tavolo dove potrete godervi l’ambiente in stile
veneziano. Quando avrete finito la cena, la festa continuerà al piano terra con musica per
tutti i gusti!
http://www.carnevale.venezia.it/feste/gran-ballo-in-maschera-di-carnevale/(modificato)

2. La festa delle Marie


La “Festa delle Marie” rappresenta la cerimonia di apertura del Carnevale di Venezia.
Il Gran Teatro di Piazza San Marco – il cuore del Carnevale di Venezia dove si tengono
i più importanti spettacoli del programma ufficiale – accoglierà il corteo delle giovani
Marie, dodici ragazze veneziane in costumi medievali e rinascimentali. Dopo che le
Marie avranno sfilato, la più bella ragazza riceverà il titolo di “Maria dell’anno”.
http://www.carnevale-venezia.com/it/eventi/festa-delle-marie-e-concorso-della-maschera-più-bella
(modificato)

• il Doge: der Doge 3. Il Volo dell’Angelo


(mittelalterlicher Il Volo dell’Angelo è il momento più emozionante del Carnevale di Venezia.
Titel des
Una ragazza vola dalla cima del Campanile di San Marco fino al centro della
Stadtoberhauptes
von Venedig) Piazza dove il Doge (cioè un uomo in costume storico che rappresenta il
Doge, Capo della Repubblica di Venezia) l’abbraccia.
http://www.carnevale-venezia.com/it/eventi/volo-dellangelo-e-rievocazioni-storiche
(modificato)

4. Le maschere
“Buongiorno Siora Maschera” – durante il periodo di Carnevale era
• il tabarro: questo il saluto: l’identità personale, il sesso, la classe sociale non
(hier:) esistevano più.
taditioneller
schwarzer
Umhang La Bauta è una delle maschere più famose e si riconosce subito: è
• il tricorno: composta da un manto nero chiamato tabarro, un tricorno nero sul
Dreispitz capo e una maschera bianca. Le donne portano un altro modello di
• il velluto: Samt maschera, chiamata Moretta. È una maschera ovale di velluto nero.
http://www.carnevalevenezia.com/maschere.htm (modificato)

5. Lo Svolo del Leon


Lo “Svolo del Leon” rappresenta simbolicamente la fine del
Carnevale. Un grande drappo – un grande pezzo di stoffa
con lo stemma della città, il Leone alato di San Marco, risale
dal Gran Teatro verso il Campanile di San Marco.
http://www.carnevale-venezia.com/it/eventi/premiazione-della-maria-
del-carnevale-e-svolo-del-leon (modificato)

venticinque 25
1B In festa

E 7 Che bello il Carnevale di Venezia!


Il poster piace a tutti!
E5, E6 1. Ma che cosa fa vedere il poster? Abbinate i testi alle sue immagini.
+ p. 143 2. Susanna fa tante domande sul Carnevale di Venezia. Lavora con un partner: partner A
formula una domanda e partner B risponde. Poi scambiate i ruoli.

l’inizio del Carnevale? il volo dell’angelo? ballo in maschera?


l’ultimo giorno? maschere famose?

E 8 Il futuro anteriore
“Appena sarete entrati al primo piano …”, “Quando avrete finito la cena …”: Nel testo
B1 hai incontrato alcune forme del futuro anteriore. Elencale. Partendo da altre lingue
che conosci, sai dire come si formano? E che cosa esprimono? Formula la regola e poi
controlla con l’aiuto della grammatica. G 1.4

E 9 Progetti per la visita


E7 1. Ecco l’agenda di Susanna con gli appuntamenti per la sua visita a Venezia. Vuole fare
tante cose. Che cosa fa prima e dopo? Formula delle frasi con il futuro anteriore e il
❁ E9 bis p. 156
futuro semplice.

Venerdì 5 Sabato 6 Domenica 7 Lunedì 8 Martedì 9


febbraio febbraio febbraio febbraio febbraio
mattina: fare colazione vedere il Volo Stefania andare andare a
comprare i al bar (con dell’Angelo in ufficio vedere lo Svolo
biglietti Stefania) andare al ballo visita guidata del Leon (con
prendere il vedere la Festa in maschera della città (solo Stefania)
treno per delle Marie (serata con io) cena d’addio
Venezia amici)
pomeriggio:
arrivare a V.
Stefania venire
a prendermi
alla stazione

2. E voi? Parlate dei vostri progetti per le prossime vacanze e usate il futuro anteriore.
Che cosa farete dopo che avrete visto …? Che cosa farete invece dopo che sarete stati/
state …?

E 10 Una commedia delle maschere


Sul poster che ha portato Susanna, i ragazzi hanno visto due maschere veneziane: la
Bauta e la Moretta. In tutta l’Italia esistono però delle maschere che giocano un ruolo
importante nella storia del teatro italiano.

26 ventisei
La Serenissima 1B

LA COMMEDIA DELL’ARTE
Nel 1500 nasce in Italia la Commedia dell’Arte, una forma di teatro presto amata
anche in altre parti d’Europa; veniva chiamata anche Commedia delle Maschere
perché gli attori si presentavano al pubblico con una maschera. Gli attori non
avevano un testo da imparare a memoria, ma seguivano il “canovaccio” e
improvvisavano battute e scherzi.
I personaggi della Commedia erano le maschere e rappresentavano difetti e virtù
della gente di quel tempo. Ogni attore sceglieva una maschera e poi si specializzava
in quel ruolo, cioè interpretava sempre lo stesso personaggio per tutta la vita.
C’erano tipi fissi di maschere: servi furbi, come Arlecchino, Brighella, Pulcinella.
C’erano innamorate e innamorati, come Rosaura e Florindo. C’erano servette,
come Colombina e Corallina, vecchi padroni ricchi e avari come Pantalone.

Pantalone Colombina arleCChino


Vengo da Venezia e mi lamento Vivo nella casa di Pantalone Il mio nome deriva dal francese
sempre che ho pochi soldi e ne a Venezia. Sono la più “Harlequin”, che significa personaggio
vorrei sempre di più. Sono un conosciuta tra le servette allegro e goloso. Sono nato nel 1500 a
ricco mercante nato a metà del e sono nata nel 1500. Bergamo, ma vivo a Venezia. Sono uno
1500. Porto un cappello rosso, Ho la gonna ampia e un degli Zanni, cioè un servo ignorante ma
maglia e pantaloni rossi, pantofole grembiule dove nascondo furbo, sempre in cerca di qualcosa da
a punta e un mantello nero. Sono i messaggi d’amore. Ho mangiare. Indosso una maschera di cuoio
brontolone, avaro e vecchio. Mi capelli riccioli neri. Sono nera. Il mio vestito è molto colorato. Alla
piacciono le donne che, però, mi innamorata di Arlecchino. cintura ho infilato un bastone corto e la
prendono sempre in giro. Ho una Sono vivace e furba, a volte borsetta per le monete. Ma purtroppo
figlia, la bella Rosaura. La voglio pettegola e un po’ civetta. la borsetta è sempre vuota. Sono ricco
dare in sposa a qualche riccone e Sono amata da tutti. di fantasia e di immaginazione; invento
non mi importa se non è giovane imbrogli e burle e la sincerità non fa
e bello. parte della mia vita. Sono pigro, non mi
piace per niente lavorare. Vengo trattato
male da Pantalone, il mio padrone.

“Le maschere nelle tradizioni regionali italiane. Ti conosco mascherina!”


http://slideplayer.it/slide/932664/ (abbreviato e modificato)

1. Chi sono? Abbinate i disegni ai personaggi. Attenzione: ci sono più immagini che
personaggi!

A B C D E

ventisette 27
1B In festa

2. Quale dei personaggi rimasti conoscete già dal libro Scambio 2?


3. Che cosa sapete di Pantalone, Colombina e Arlecchino? Create una mappa concettuale
per queste maschere.
città di nascita lavoro

Pantalone
vestiti età/aspetto fisico
carattere altri aspetti

4. Giuliano non riesce a credere che i ragazzi tedeschi abbiano parlato di un tema così
complesso. Scrive dei messaggi per whatsapp, vuole capire se per Max è tutto chiaro.
Scrivi le risposte di Max.
Giuliano: Avete parlato della Commedia Giuliano: Perché si chiamava anche la
dell’Arte? Veramente? Allora, fai vedere che Commedia delle Maschere? 16:05
sei un esperto ;-) Quando nasce la Commedia
dell’Arte? 16:03

Giuliano: Che cosa sono i “canovacci”? Giuliano: Che cosa rappresentavano le


16:11 maschere? 16:17

5. Lavorate in gruppi. Usate le informazioni sulla Commedia dell’Arte e cercatene altre in


internet per preparare una presentazione Powerpoint o un poster. (➙ Strategia 2)

E 11 Facciamo una Commedia dell’Arte Day!


E8 I ragazzi vogliono organizzare una Commedia dell’Arte Day per tutti gli studenti di lingua
italiana della scuola. Con la loro pubblicità sul sito internet della scuola vogliono fare
bella figura: vogliono usare uno stile elevato e così si servono anche della forma passiva.
Ecco il loro invito.
Venite tutti a scuola il venerdì prima delle vacanze di Carnevale per la nostra
Commedia dell’arte Day che viene organizzata dalla nostra classe!
Che cos’è “La Commedia dell’Arte”? È una forma di teatro che è stata sviluppata
in Italia nel 1500. È particolare perché nella Commedia dell’Arte non viene
dato nessun testo agli attori, solo un canovaccio. Non sapete che cosa sia un
“canovaccio”? Allora dovete venire alla Commedia dell’arte Day perché un
canovaccio della Commedia dell’Arte sarà messo in scena dalla classe.
Sarete sorpresi!
Tutte le maschere sono già state preparate.
I costumi sono stati tutti disegnati dai ragazzi della classe.
Sono invitati anche i genitori e gli amici! I biglietti verranno venduti già la
settimana prima dello spettacolo.
Non mancate! Assistete allo spettacolo e provate anche le specialità italiane che
saranno servite dopo lo spettacolo.

28 ventotto
La Serenissima 1B

1. Quali delle frasi sono alla voce passiva? Elencale e poi decidi: quali sono i verbi ausiliari
che si usano e quale differenza di significato esprimono questi verbi ausiliari? G 1.5

2. Riscrivete le frasi che avete trovato alla forma attiva.

E 12 Mettiamo in scena!

Ecco due canovacci della Commedia dell’Arte. Sceglietene uno, inventate un dialogo e
mettetelo in scena. (➙ Competenze 1, p. 50/51)
Canovaccio 1: Arlecchino ha fame
Come sempre Arlecchino ha fame. Si lamenta perché il suo padrone, Pantalone,
non gli dà mai abbastanza da mangiare. Siccome Arlecchino pensa che Pantalone
sia uscito, entra nella dispensa e comincia a mangiare salsicce, formaggi, pane e
vino … In quel momento però entra Pantalone, vede Arlecchino e si arrabbia.
Bastona il servo ladro e lo caccia di casa.
Canovaccio 2: Una cena “romantica”
Arlecchino ha promesso a Colombina di invitarla a cena in un bel ristorante. Come
sempre non ha soldi, ma Colombina continua a ordinare: antipasti, primo, secondo,
dolce, vino …

Autocontrollo 1: Code 39008-01 ventinove 29


Vocabolario V

Vocabolario
Im folgenden Vokabelverzeichnis findet ihr die Die Wörter, die dort mit einem Ausrufezeichen
neuen Wörter jeder Lektion aufgeführt, die den gekennzeichnet sind, sind zwar sprachgeschichtlich
Lernwortschatz bilden. mit dem entsprechenden italienischen Wort ver­
wandt, haben aber eine andere Bedeutung als im
In der ersten Spalte steht das neue italienische Italienischen.
Wort oder der neue italienische Ausdruck, die
deutsche Entsprechung dazu in der zweiten Am Ende des Buchs befindet sich ein Register
Spalte. In der dritten Spalte schließlich stehen mit einer alphabetischen Auflistung des gesamten
Beispielsätze, in welche ihr das neue Wort in eine Wortschatzes von Scambio 1, 2 und 3. Hinter
mit ■ bezeichnete Lücke einsetzt. Muss das neue jedem fett gedruckten Eintrag wird auf die
Wort angeglichen werden, so ist das Kästchen mit Lektion (in Band 3) verwiesen, in der das Wort/
einer Fußnote bezeichnet. Die Lösung findet sich der Ausdruck erstmals vorkommt.
am Ende der Seite. Außerdem finden sich in der
dritten Spalte Lerntipps und Verweise auf andere Im Anschluss folgt eine Übersicht über die gram­
Sprachen, also alles, was euch dabei hilft, die matischen Begriffe und ihre Abkürzungen, die in
neuen Wörter leichter zu behalten. Lektions­ und Vokabelteil verwendet werden.

Per parlare della lingua


la (prima, seconda, ...) persona die (erste, zweite, ...) Person
l’abbreviazione f die Abkürzung
l’accento der Akzent
l’aggettivo agg. das Adjektiv Adj.
analogo analog, ähnlich
l’articolo der Artikel
l’ausiliare m das Hilfsverb
l’avverbio avv. das Adverb Adv.
la comparazione der Vergleich
il complemento (di tempo) Objekt (der Zeit)
il condizionale (presente/passato) das Konditional (der Gegenwart/
Vergangenheit)
il congiuntivo (presente/passato) der Konjunktiv (Präsens/Perfekt)
la congiunzione die Konjunktion
la coniugazione; coniugare die Konjugation; konjugieren
la desinenza die Endung
il discorso diretto/indiretto die direkte/indirekte Rede
l’espressione di luogo/quantità/tempo die Orts­, Mengen­, Zeitangabe
femminile f. feminin; weiblich f.
la forma (verbale/del verbo, die Form (des Verbs, der Präposition, ...)
della preposizione, ...)
la forma di cortesia die Höflichkeitsform
la frase (principale/subordinata) der (Haupt­/untergeordneter Neben­)Satz

centottantatré 183
V Vocabolario

il futuro (semplice); il futuro fut. das Futur (I), das Futur II


anteriore
il gerundio das Gerund
l’imperativo imp. der Imperativ, die Befehlsform
l’imperfetto impf. das Imperfekt
(in)definito (un)bestimmt
l’indicativo ind. der Indikativ
l’infinito inf. der Infinitiv Inf.
irregolare unregelmäßig
maschile m. maskulin; männlich m.
la messa in rilievo die Hervorhebung
monosillabo einsilbig
la negazione die Verneinung
l’oggetto das Objekt
l’ordine della frase die Satzstellung
l’ortografia die Rechtschreibung
la particella (pronominale) die (Pronominal­)Partikel
il participio (presente/passato) part. (pres./pass.) das Partizip (Präsens/Perfekt)
partitivo Teilungs­
il passato (prossimo) pass. pross. das Perfekt
il passivo das Passiv
il periodo ipotetico der Bedingungssatz
il plurale pl. der Plural Pl.
il prefisso das Präfix, die Vorsilbe
la preposizione (temporale/locale) prep. die Präposition (der Zeit/des Orts)
il presente pres. das Präsens
il pronome (personale, possessivo, pron. (pers., poss., das (Personal­, Possessiv­, Relativ­,
relativo, indefinito) rel., indef.) Indefinit­)Pronomen
qualcosa qc. etwas etw.
qualcuno/a qualcuno qn./a qn. jemanden (Akkusativ)/jemandem jdn./
(Dativ) jdm.
regolare regelmäßig
il raddoppiamento die Verdoppelung
la sillaba die Silbe
il singolare sg. der Singular Sg.
il soggetto das Subjekt
il sostantivo sost. das Substantiv
il suffisso das Suffix, die Endsilbe
il superlativo (relativo/assoluto) sup. der (relative/absolute) Superlativ
il trapassato prossimo das Plusquamperfekt
l’uso der Gebrauch
il verbo (ausiliare/modale) vb. das (Hilfs­/Modal­)Verb V.

184 centottantaquattro
Lezione 1 Ingresso Vocabolario V

Lezione 1
Ingresso
la commedia die Komödie F la comédie E comedy
la metà die Hälfte ❯ Dividiamo il pane in due parti uguali, la
prima ■ è per te e la seconda per me.
il leone der Löwe L leo F lion E lion ❯ Il simbolo di
Venezia è il ■ di San Marco.
sfilare vorüberziehen, defilieren ❯ ■ è il sogno di molte ragazze, ma solo
pochissime riescono a partecipare alla
sfilata di moda di Milano.
il corteo der (festliche) Umzug F cortège ❯ Ho visto un ■ di studenti
in piazza che protestavano contro il
razzismo.
sullo sfondo im Hintergrund ❯ ■ si vedono il Canal Grande e la Punta
della Dogana.
la bandiera die Fahne ❯ La ■ italiana ha tre colori, perciò si
chiama Tricolore.
la contrada das Stadtviertel (v.a. auf Siena ❯ Siena è divisa in 17 ■1.
bezogen)
medievale agg. mittelalterlich L cfr. medium aevum F médiéval, ­e
E medieval
l’opportunità die Gelegenheit F opportunité E opportunity
sin. occasione
la corsa (di cavalli/di das (Pferde­/Rad­)Rennen; L cfr. currere F course
biciclette) der (Wett­)Lauf
assistere a qc. einer Sache beiwohnen, L ad + sistere F assister à qc ❯ Verrà
an etw. teilnehmen anche il preside ad ■ al nostro concerto.
il fantino der Jockey
la pista die Lauf­, Rennbahn
il burro die Butter F beurre ❯ Per la prima colazione
mi servono solo latte, pane, ■ e
marmellata.
la farina das Mehl F farine ❯ Per fare il pane ci vogliono la ■
e il lievito.
l’uovo pl. le uova das Ei L ovum F œuf m.
il limone die Zitrone E lemon ❯ La frase di Goethe “Conosci tu
il paese dove fioriscono i ■2?” è molto
famosa.
l’olio das Öl L oleum F huile E oil
bilingue zweisprachig L cfr. bi + lingua F bilingue ❯ Molti
svizzeri sono cresciuti in un ambiente
■, cioè con due lingue.
il palcoscenico die Bühne L scaena

1
contrade; 2 limoni

centottantacinque 185
V Vocabolario Lezione 1 A

improvvisare improvisieren F improviser E improvise ❯ Lucia è


un’ottima attrice, è bravissima anche a
■ sul palcoscenico.
A1 riempire (aus)füllen L re + implere F remplir
l’assistente (di lingue) der/die (Sprach­)Assistent/in F assistant, ­e E assistant ❯ L’■ ha
preparato un questionario che gli
studenti devono riempire.
laurearsi (in lettere) einen Hochschulabschluss L cfr. laurea ❯ Dopo essersi ■1 Francesca
(in italienischer Sprache und ha subito trovato un lavoro ben pagato.
Literatur) erwerben Beata lei!
il capoluogo die (Regional­)Hauptstadt ❯ Roma è il ■ del Lazio e la capitale
dell’Italia.
l’esperto der Fachmann, Experte L cfr. experiri F/E expert
il dépliant das Prospekt, Faltblatt F dépliant ❯ Questo ■ ti dà alcune
informazioni su tutti i monumenti della
città.
E1 il contrasto der Gegensatz, Kontrast L cfr. contra F contraste E contrast
E3 fornire, -sc- (di) liefern; ausstatten (mit) F fournir ❯ Dobbiamo ■2 del necessario
per il concorso.
sé pron. rifl. sich L se
il collo der Hals L collum F cou ❯ Le giraffe hanno il ■
lungo.
E4 la registrazione die Aufnahme F enregistrement ❯ Tu non sei venuta
al nostro concerto, ma se vuoi puoi
ascoltarne la ■.
l’avvocato der/die (Rechts­)Anwalt/ L advocatus F avocat ❯ Per le questioni
Anwältin legali ho bisogno di un ■.
fiorentino, -a agg.; florentinisch, aus Florenz; ❯ Filippo Brunelleschi è un architetto ■
il fiorentino/la der/die Florentiner/in famosissimo, ha progettato la cupola del
fiorentina sost. Duomo di Firenze.
E5 adattare bearbeiten, anpassen ❯ La storia di “Faust” è stata ri■3 da vari
autori.
A2 il/la supplente der/die Vertretungslehrer/in ❯ Dopo che la nostra insegnante si era
ammalata, abbiamo avuto una ■ per
due mesi.
affrontare qc. etw. angehen, in Angriff L cfr. ad frontem ❯ Dobbiamo ■ ancora
nehmen tanti problemi che vanno risolti entro
venerdì.
rinunciare a verzichten auf F renoncer à qc. ❯ Avendo pochi soldi,
Luigi ■4 al suo viaggio ai Caraibi
quest’anno.
protestare intr./tr. protestieren; beteuern, bezeugen L cfr. testis F protester E protest
l’animalista m./f. der/die Tierschützer/in L/E animal ❯ Non protestano solo gli ■5
contro l’allevamento intensivo.

1
laureata; 2 fornirci; 3 riadattata; 4 rinuncia; 5 animalisti

186 centottantasei
Lezione 1 A/B Vocabolario V

manifestare intr./tr. demonstrieren; bekunden F manifester ❯ Gli animalisti hanno ■1


contro la violenza sui cavalli.
stressante stressig, aufreibend ❯ Il Palio di Siena è divertente per gli
spettatori, ma molto ■ per i cavalli.
la curva die Kurve ❯ Le ■2 strette sono particolarmente
pericolose per i cavalli.
lo slogan der Slogan, Werbespruch ❯ Cerchiamo uno ■ pubblicitario per
il nostro progetto, così molti ci
parteciperanno.
occupare besetzen L occupare F occuper E occupy
senese aus Siena ❯ Il Palio è la tradizione ■ più conosciuta.
le forze dell’ordine die Polizei; die Ordnungskräfte sin. polizia ❯ Le ■ hanno evacuato tutto il
palazzo.
ritenere halten für; glauben sin. pensare ❯ ritengo, ritieni, ritiene,
riteniamo, ritenete, ritengono
❯ Lorenzo mi aiuta sempre, lo ■3 un
grande amico.
intoccabile unantastbar
E6 il contesto der Textzusammenhang, F contexte ❯ Spesso basta leggere il ■ per
Kontext capire il significato di una parola.
E8 la parafrasi f. inv. die Paraphrase, Umschreibung F paraphrase ❯ Chi può fare una ■ della
poesia in modo che tutti ne capiscano il
senso?
colorato, -a bunt L cfr. color F multicolore E coloured
l’organizzatore/ der/die Organisator/in E organizer
l’organizzatrice
la sicurezza die Sicherheit F sécurité E security ❯ Le forze dell’ordine
sono responsabili per la ■ della
manifestazione.
E9 il drago der Drache L drago F dragon E dragon
svolgersi stattfinden ❯ A Siena ■4 il Palio più conosciuto.
B la laguna die Lagune L lacus
sereno, -a heiter, gelassen L serenus F serein ❯ Venezia è stupenda
soprattutto quando splende il sole e il
cielo è ■.
B1 la gondola die Gondel ❯ Un giro in ■ a Venezia deve essere molto
romantico.
affacciarsi gegenüberliegen ❯ Il Palazzo Ducale ■5 sul Canal Grande.
il ponte die Brücke L pons F pont ❯ Venezia è chiamata la
città sull’acqua, perciò ci sono tanti ■6
che ne collegano le varie parti.
l’isola die Insel L insula F île E island
il laboratorio das Laboratorium; die Werkstatt L cfr. laborare F laboratoire E laboratory
il vetro das Glas F verre ❯ Murano è un’isola famosa dove
ti fanno vedere la lavorazione del ■.

1
manifestato; 2 curve; 3 ritengo; 4 si svolge; 5 si affaccia; 6 ponti

centottantasette 187
V Vocabolario Lezione 1 B

non vedere l’ora es nicht mehr abwarten können, ❯ Non ■1 di fare un giro in gondola. Deve
di fare qc. etw. zu tun essere molto bello.
la stanchezza die Müdigkeit ❯ Non riesco più a fare un altro giro per la
■. Vado subito all’hotel per dormire.
affollato, -a voll, überfüllt sin. pieno, ­a (di persone)
un migliaio/migliaia di (etwa) eintausend/Tausende F des milliers de ❯ Prima di Natale le
strade del centro sono affollatissime, ci
sono ■ di persone che comprano regali.
l’incubo der Albtraum ❯ Ho sognato il mio prof di latino. Che ■!
il vaporetto kleines Motorschiff L vapor E vapour
il dialetto der Dialekt F dialecte E dialect ❯ La pronuncia del ■
bavarese è difficile per chi non è nato
nel sud della Baviera.
veneziano, -a venezianisch, aus Venedig ❯ La maschere del Carnevale ■ sono
famose in tutto il mondo.
lo sportello der Schalter ❯ Per comprare un semplice biglietto ho
dovuto aspettare tre ore davanti allo ■.
È stato un incubo!
stamattina heute Morgen F ce matin
la libreria die Buchhandlung, L liber F librairie ❯ In questa ■ vendono
der Buchladen sicuramente il libro che cerchi.
proseguire intr./tr. weitergehen; fortsetzen L prosequi sin. continuare ❯ Hanno
interrotto i lavori per qualche giorno,
ma ■2 lunedì prossimo.
E3 la nave da crociera; la das Kreuzfahrtschiff; F croisière ❯ Le ■3 che navigano nel Canal
crociera die Kreuzfahrt Grande danneggiano la laguna.
E4 chiarire, -sc- klären L cfr. clarus
E5 la collezione die Kollektion, L cfr. colligere F collection
(permanente) (Dauer­)Ausstellung
temporaneo, -a vorübergehend, zeitlich befristet L cfr. tempus E temporary ant.
permanente
la prova; mettersi alla die Probe; sich auf die Probe L cfr. probare F épreuve
prova stellen
l’orchestra das Orchester F orchestre ❯ La prova d’■ inizia alle 18:00
e il concerto comincia alle 21:00.
il forno der Ofen F four ❯ Molti usano il ■ a microonde per
riscaldare il cibo.
l’artigiano der Handwerker L ars F/E artisan
il vaso die Vase L vas F vase
la tovaglia die Tischdecke ❯ Quando i nonni vengono a cena da
noi, mia madre mette sempre una ■
speciale.
l’orario di apertura die Öffnungszeiten F horaire ❯ Vediamo l’■ del museo del
vetro per sapere a che ora apre.
intero, -a vollständig, Voll­, Gesamt­ F entier ❯ L’■4 classe vuol dire che tutti gli
studenti fanno parte della classe.
1
vedo l’ora; 2 proseguiranno; 3 navi da crociera; 4 intera

188 centottantotto
Lezione 1 B Vocabolario V

ridotto, -a ermäßigt, reduziert L cfr. reducere F réduit ❯ Ragazzi, in


alcuni cinema potete entrare a prezzo ■,
cioè dovete pagare meno.
E6 sfuggire entkommen L fugere F s’enfuire sin. scappare
l’invasione f. die Invasion, das Eindringen L cfr. invadere F invasion E invasion
la patente der Führerschein ❯ Non puoi guidare una macchina se non
hai ancora la ■.
la pronuncia die Aussprache F prononciation E pronunciation
doppio, -a doppelt F doubel E double ❯ Fate attenzione alla
pronuncia corretta delle (consonanti) ■1
per distinguere p. es. sette da sete.
il commerciante der Händler L merx, mercis F commerçant
importare einführen ❯ Il caffè non è nato in Italia, ma è stato ■2
da alcuni commercianti veneziani.
B2 cogliere, ergreifen; pflücken ❯ colgo, cogli, coglie, cogliamo, cogliete,
part. pass. colto colgono
l’ambiente m. die Umwelt; das Ambiente ❯ Il Papa ha colto l’occasione per ricordarci
quanto sia importante proteggere l’■.
la terra; il piano terra die Erde; das Erdgeschoss F terre ❯ Lorenzo abita al ■3, così non
deve fare le scale.
la cerimonia die Zeremonie, die Feier F cérémonie E cerimony
accogliere, empfangen; aufnehmen F accueillir cfr. cogliere ❯ La famiglia di
part. pass. accolto Giuliano ■4 Max con molto entusiasmo
e l’ha ospitato per quasi un anno.
il titolo der Titel; die Überschrift F titre E title ❯ Quando non ho molto
tempo leggo solo i ■5 dei giornali.
il volo der Flug L cfr. volare F vol
emozionante aufregend L cfr. movere ❯ Una notte sotto il cielo
stellato può essere un’esperienza ■.
abbracciare umarmen, umfassen F embrasser ❯ Alla stazione prima l’ha
salutata e poi l’■6 a lungo.
il sesso das Geschlecht; der Sex L sexus F sexe E sex
il manto der Mantel, Umhang F manteau
ovale oval L cfr. ovum F ovale E oval
simbolico, -a symbolisch F symbolique ❯ Questo armadio non
vale molto, ma per me ha un valore ■
perché mi ricorda la mia infanzia.
lo stemma das Wappen ❯ Sullo ■ di Venezia si trova il leone di San
Marco.
risalire; risalire a (wieder) aufsteigen; cfr. salire ❯ Quella chiesetta è antica, ■7 al
zurückgehen auf dodicesimo secolo.
E8 avvenire, sich ereignen, passieren L advenire sin. accadere, succedere
part. pass. avvenuto cfr. venire
E9 l’agenda das Notizbuch; die L agendum ❯ Non so se posso venire.
Tagesordnung, Agenda Devo prima controllare l’■.

1
doppie; 2 importato; 3 piano terra; 4 ha accolto; 5 titoli; 6 ha abbracciata; 7 risale

centottantanove 189
V Vocabolario Lezione 1 B / 2 Ingresso

l’addio der Abschied, das Lebewohl L cfr. ad deum ❯ È meglio dirmi


“arrivederci” che “■1” perché voglio
assolutamente rivederti.
E 10 il difetto der Fehler, Mangel L cfr. deficere
la virtù die Tugend L virtus F vertu E virtue ❯ Nessuno è
perfetto, noi tutti abbiamo i nostri
difetti, ma anche le nostre ■.
furbo, -a schlau; raffiniert ❯ Lorenzo cerca di essere ■ inventando
sempre scuse per non dover fare i
compiti.
il padrone/la padrona der/die Herr/in; Eigentümer/in L patronus F patron ❯ Questa casa non
è mia, quindi devo chiedere al ■ se ci
possono stare anche altre persone.
la sincerità die Ehrlichkeit F sincérité E sincerity ❯ Parlami con ■ e
non nascondermi niente!
fisico, -a physisch, körperlich E physical
E 11 elevato, -a gehoben F élevé ❯ Lo stile degli autori classici è
molto ■.

Lezione 2
Ingresso
l’individualista m./f. der/die Individualist/in L cfr. in + dividere E individualist
❯ Sergio non vuole mai unirsi al gruppo,
è troppo ■.
virtuale agg. virtuell E virtual ❯ Se vivi troppo nel mondo ■,
dimenticherai quello reale.
l’abbigliamento die Kleidung ❯ In questo negozio di ■ troverai
sicuramente la gonna che cerchi.
coraggioso, -a mutig L cfr. cor F courageux E courageous
cfr. coraggio
la disciplina die Disziplin F/E discipline ❯ Il paraciclismo è una ■
dei Giochi Paraolimpici dal 1996.
ritirarsi; ritirare (sich) zurückziehen F se retirer E retire (!)
il successo der Erfolg L cfr. succedere F succès E success
❯ Quest’anno hai avuto buoni risultati,
quindi hai lavorato con ■.
gestire, -sc- betreiben, führen L gerere F gérer ❯ Giovanni ■2 un bar,
lavora dalla mattina alla sera.
adulto, -a erwachsen F adulte E adult ❯ Una persona sotto i 18
anni non è ancora ■3.
impedire, -sc- (ver)hindern L impedire ❯ Il lavoro mi ha ■4 di venire
alla tua festa, mi dispiace.
la catastrofe die Katastrophe F catastrophe E catastrophy

1
addio; 2 gestisce; 3 adulta; 4 impedito

190 centonovanta

Potrebbero piacerti anche