Sei sulla pagina 1di 2

Allineamento: NM

Capitale: nessuna (Nuova Cananna)


Insediamenti degni di nota: -
Regnante: -
Governo: -
Linguaggi ufficiali: -
Religioni Ufficiali: nessuna (Sannai,
Vermilinguo)
Penisola desertica dell’estremo oriente faraqano.

Sorgeva un tempo qui Cananna, capitale della Nazione Gnomica, prima di Santa Berenice, prima dell’anno
1000 u.C.
Devoti ad Elhoim, erano un popolo pacifico intento a costruire quello che ritenevano sarebbe dovuto essere
un paradiso in terra.
E nulla, nelle loro azioni o nei loro pensieri, poteva prevedere quel che sarebbe invece accaduto.
Quando, molto lontano da qui, Berenice della Guerra ascese al cielo (tra l’800 e il 900 u.C) e fu ammessa fra
i Nove, fu Elhoim a perdere il Seggio Astrale, sicché, all’oscuro di tutto, la Nazione Gnomica si trovò da un
giorno all’altro ad adorare un dio perduto.
La vita, per loro, continuò normalmente per qualche giorno, poi, d’improvviso, si accorsero che Elhoim non
rispondeva più alle loro preghiere, e quello stesso giorno un’armata di Osservatori scese dal cielo.
Tutta la regione fu incenerita, non ci furono battaglie, e i rarissimi Gnomi sfuggiti all’eccidio, coloro che non
furono trucidati dalle Razze Selvagge ad Est, raccontarono (soprattutto in quel di Diamanda), di un diluvio di
fuoco, dell’ira di Elhoim per qualche loro (sconosciuto) peccato, e dei Seraphi scesi dal cielo a testimoniarne
la punizione.
Nulla di vivo vaga più tra le montagne di sabbia color ebano che da allora sono le Dune Morte, e nessun
popolo o reame ha da allora reclamato questo territorio.

Le Dune Morte costeggiano il Mar Romulano orientale e confinano a Sud, per un piccolo tratto, con il
Reame Deserto dei Giganti, del quale per alcuni fa parte. Ancora più a Sud sono bagnate dal Mare
Purpureo, mentre a Nord confinano con la Cintura Selvaggia dei Goblin e, ad Est ed ad Ovest, con territori
ancora non rivendicati, e brulicanti anch’essi di Razze Selvagge (soprattutto Goblin ma non solo).

L’unico insediamento, e di formazione recentissima, è Nuova Cananna, formata dai devoti di Sannai in
attesa della discesa su Tesuav del loro Signore.

Le Dune Morte sono esattamente questo, una distesa di colline di sabbia nera, sulle quali non cresce nulla e
nulla vive.

Oltre ai Santi di Nuova Cananna, solo i Vermi delle Sabbie hanno continuato saltuariamente a passare per le
Dune Morte, ma quelli che lo fanno ne vengono orribilmente trasformati, in qualcosa di addirittura
peggiore.
E il loro “pastore” Paolo l’Errante, che molti credono una leggenda, l’unico sopravvissuto del genocidio
della Nazione Gnomica.
Questi (Gnomo Ramingo, Druido (Druido del Deserto) 16°, NM), trasfigurato nel corpo e nell’anima, vaga da
allora (avrebbe più di 1000 anni) tra le dune nere cercando vendetta, e trovandola in chiunque sia tanto
sfortunato da incontrarlo.
Il suo prossimo obiettivo è Nuova Cananna, dove i blasfemi, oltre ad adorare un dio che non è Elhoim,
hanno osato chiamare la loro baraccopoli come la capitale del regno del vero Signore.