Sei sulla pagina 1di 5

13/10/2020 Pagina: Dizionario di musica e musicisti vol 2.

djvu / 590 - Wikisource, la libreria online gratuita

Pagina: Dizionario di musica e musicisti


vol 2.djvu / 590
Questa pagina è stata revisionata , ma deve essere
convalidata .
578 ORGANO.

La 'lingua' di ogni diapositiva era contrassegnata da


una lettera per indicare a quale nota apparteneva,
un'usanza che continuò in uso per secoli dopo
(come ad esempio nell'organo di Halberstadt
terminato nel 1361; e nel vecchio organo nella
chiesa di St . Ægidien, a Brunswick, costruito
nell'ultima parte del XV secolo e illustrato più
avanti); che un foro è stato praticato attraverso lo
scivolo sotto ogni tubo di circa un pollice e mezzo di
diametro, per il passaggio del vento; che tutti i tubi
di una nota suonassero insieme; che una nota
veniva suonata dal cursore che veniva spinto
dentro, e messa a tacere quando veniva tirata in
avanti; e che nella parte anteriore di ogni
diapositiva, immediatamente dietro il manico o la
lingua, veniva praticato uno stretto foro lungo circa
due pollici, in cui era fissato un chiodo con testa di
rame, che regolava il movimento del carrello e ne
impediva anche l'estrazione lontano.

L'illustrazione seguente, dedotta dalla descrizione


di Teofilo, mostra la diapositiva e tre passaggi per
il vento ad altrettanti tubi sopra. Lo scivolo
intercetta il vento, ma gli permetterà di passare
spostandosi in modo che le sue aperture,
evidenziate dalle parti non ombreggiate,
corrispondano a quelle sotto e sopra.

F . 7.

Thesaurus Diptychorum di Gori, 1759, vol. ii.


contiene un'incisione molto interessante, copiata da
un antico manoscritto, che si dice sia vecchia

https://en.wikisource.org/wiki/Page:A_Dictionary_of_Music_and_Musicians_vol_2.djvu/590 1/5
13/10/2020 Pagina: Dizionario di musica e musicisti vol 2.djvu / 590 - Wikisource, la libreria online gratuita

quanto il tempo di Carlo Magno, che mostra una


persona che suona uno strumento del tipo Teofilo.

F . 8.

Ma di tutte le informazioni fornite da Teofilo, la più


importante, perché prima sconosciuta e
insospettata, è quella relativa alla rifinitura delle
canne in modo da produrre diverse qualità di tono.
Erano fatti del miglior rame; e completata la
formazione di una pipa, Teofilo procede così: «Egli
(il fabbricante) può portarla (la pipa) alla bocca e
soffiare dapprima leggermente, poi di più, e poi con
forza; e, secondo ciò che discerne ascoltando, può
disporre il suono, in modo che se lo desidera forte
l'apertura è più ampia; ma se più leggero, è reso
più stretto. In questo ordine vengono realizzati
tutti i tubi. Qui vediamo che i mezzi per produrre
un tono più pieno con una bocca larga o alta, e un
suono più delicato con una più stretta o più bassa,
erano ben noti nell'XI secolo; e che il modo di
testare il ' discorso "soffiando la pipa con la bocca in
vari modi, è proprio quello spesso impiegato dal"
voicer "dei nostri giorni, quando" regola "o"
termina "uno stop. È degno di osservazione che
sebbene Teofilo riconosca incidentalmente
un'aggiunta al numero di canne di una nota come
un mezzo per aumentare l'utilità dell'organo, ne
indica distintamente l'estensione o la bussola
semplicemente come sette o otto note. Sarebbe
stato di grande importanza se avesse menzionato i
nomi dei suoni che formavano una scala sufficiente
per l'accompagnamento dei canti dei suoi giorni. Il
suo primato, come prete e monaco, oltre che come
organista, sarebbe stato molto prezioso. regolare
"o" finire "un arresto. È degno di osservazione che
sebbene Teofilo riconosca incidentalmente
un'aggiunta al numero di canne di una nota come
un mezzo per aumentare l'utilità dell'organo, ne
https://en.wikisource.org/wiki/Page:A_Dictionary_of_Music_and_Musicians_vol_2.djvu/590 2/5
13/10/2020 Pagina: Dizionario di musica e musicisti vol 2.djvu / 590 - Wikisource, la libreria online gratuita

indica distintamente l'estensione o la bussola


semplicemente come sette o otto note. Sarebbe
stato di grande importanza se avesse menzionato i
nomi dei suoni che formavano una scala sufficiente
per l'accompagnamento dei canti dei suoi giorni. Il
suo primato, come prete e monaco, oltre che come
organista, sarebbe stato molto prezioso. regolare
"o" finire "un arresto. È degno di osservazione che
sebbene Teofilo riconosca incidentalmente
un'aggiunta al numero di canne di una nota come
un mezzo per aumentare l'utilità dell'organo, ne
indica distintamente l'estensione o la bussola
semplicemente come sette o otto note. Sarebbe
stato di grande importanza se avesse menzionato i
nomi dei suoni che formavano una scala sufficiente
per l'accompagnamento dei canti dei suoi giorni. Il
suo primato, come prete e monaco, oltre che come
organista, sarebbe stato molto prezioso. Sarebbe
stato di grande importanza se avesse menzionato i
nomi dei suoni che formavano una scala sufficiente
per l'accompagnamento dei canti dei suoi giorni. Il
suo primato, come prete e monaco, oltre che come
organista, sarebbe stato molto prezioso. Sarebbe
stato di grande importanza se avesse menzionato i
nomi dei suoni che formavano una scala sufficiente
per l'accompagnamento dei canti dei suoi giorni. Il
suo primato, come prete e monaco, oltre che come
organista, sarebbe stato molto prezioso.

Abbiamo intenzionalmente introdotto il racconto di


Teofilo un po 'prima del suo posto cronologico
dovuto, poiché aiuta materialmente a chiarire la
descrizione del notevole organo eretto nella
cattedrale di Winchester nel X secolo per ordine
del vescovo Elphege (morto nel 951) e descritto in
una poesia da un monaco di nome Wulstan che
morì nel 963. È di ulteriore utilità in questo luogo,
poiché la descrizione di Wulstan è stata fino a
questo momento un grande enigma per la maggior
parte degli scrittori sulla storia dell'organo.

Quella che segue è una traduzione della parte del


poema latino di cui ci occupiamo, fornita dal signor
Wackerbarth nel suo " Music and the Anglo-
Saxons ", pp. 12-15.

Gli organi che hai costruito non si


vedono da nessuna parte, fabbricati
su un doppio terreno. Due volte sei
soffietti sopra sono disposti in fila e
quattordici giacciono sotto. Questi, a
raffiche alternate, forniscono
un'immensa quantità di vento, e
sono lavorati da settanta uomini
forti, che lavorano con le braccia,
https://en.wikisource.org/wiki/Page:A_Dictionary_of_Music_and_Musicians_vol_2.djvu/590 3/5
13/10/2020 Pagina: Dizionario di musica e musicisti vol 2.djvu / 590 - Wikisource, la libreria online gratuita

coperti di sudore, ciascuno incitando


i suoi compagni a spingere il vento
con tutte le sue forze, che la scatola
a petto pieno può parlare con le sue
quattrocento canne che la mano
dell'organista governa. Alcuni
quando sono chiusi si aprono, altri
quando aperti si chiudono, come
richiede la natura individuale del
suono vario. Due fratelli (religiosi) di
spirito concordante siedono allo
strumento e ciascuno gestisce il
proprio alfabeto. Ci sono, inoltre,
buchi nascosti nelle quaranta lingue,
e ciascuna ha dieci (tubi) nell'ordine
dovuto. Alcuni sono condotti qui,
altri là, ciascuno conservando il
punto (o la situazione) appropriato
per la propria nota. Colpiscono le
sette differenze di suoni gioiosi,
aggiungendo la musica del semitono
lirico. Come il tuono, i toni del ferro
battono l'orecchio, in modo che non
possa ricevere alcun suono se non
quello. Risuona a tal punto,
echeggiando in ogni direzione, che
ognuno ferma con la mano le
orecchie spalancate, non potendo in
alcun modo avvicinarsi e sopportare
il suono che producono così tante
combinazioni. La musica si sente in
tutta la città e la sua fama di volo si
è diffusa in tutto il paese. che
ognuno ferma con la mano le
orecchie spalancate, non potendo in
alcun modo avvicinarsi e sopportare
il suono che producono tante
combinazioni. La musica si sente in
tutta la città e la sua fama di volo si
è diffusa in tutto il paese. che
ognuno ferma con la mano le
orecchie spalancate, non potendo in
alcun modo avvicinarsi e sopportare
il suono che producono tante
combinazioni. La musica si sente in
tutta la città e la sua fama di volo si
è diffusa in tutto il paese.

Da ciò apprendiamo che l'organo è stato costruito


in due fasi, come la maggior parte di quelle
odierne, ma di cui non si incontra alcun esempio
precedente; il dipartimento principale,
corrispondente al Grande organo del dopo-tempo e
alimentato da quattordici mantici, essendo al di

https://en.wikisource.org/wiki/Page:A_Dictionary_of_Music_and_Musicians_vol_2.djvu/590 4/5
13/10/2020 Pagina: Dizionario di musica e musicisti vol 2.djvu / 590 - Wikisource, la libreria online gratuita

sotto, ei due dipartimenti più piccoli, rispondendo


agli organi del coro e dell'eco dei tempi successivi e
ciascuno fornito da sei

Estratto da " https://en.wikisource.org/w/index.php?


title=Page:A_Dictionary_of_Music_and_Musicians_vol_2.djvu/590&oldid=7829919 "

Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 11 agosto 2018 alle 13:53.

Il testo è disponibile sotto la licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike ; potrebbero essere applicati termini
aggiuntivi. Utilizzando questo sito, accetti i Termini di utilizzo e l' Informativa sulla privacy.

https://en.wikisource.org/wiki/Page:A_Dictionary_of_Music_and_Musicians_vol_2.djvu/590 5/5