Sei sulla pagina 1di 10

Università degli studi di Bologna

D.I.E.M.
Dipartimento di Ingegneria delle Costruzioni Meccaniche,
Nucleari, Aeronautiche e di Metallurgia

07c Scambiatori di calore


dimensionamento

rev. Ottobre 2008

Scambiatori di calore architettura

(controcorrente)

Scambiatori di calore a piastra tubiera 2

1
Scambio termico su parete piana 1
convezione fluido caldo-parete (1 = c)

Q = α c S (Tc − Tp1 ) ⇒ Tc − T p1 =
Q
αc S

conduzione attraverso la parete piana di spessore s’

Q s′


Q = λ S (Tp1 − Tp 2 )/ s′ ⇒ Tp1 − Tp 2 =


λS

convezione parete-fluido freddo (2 = f)

Q = α f S (Tp 2 − T f ) ⇒ Tp 2 − T f =


Q
αf S

Scambio termico su parete piana 2


Sommando membro a membro i termini precedenti
e raccogliendo a fattore comune si ottiene:

 1 s′ 1 
 

Q  Q
Tc − T f = + + ⇒ Tc − T f =
α 
S  c λ αf  K S

Q = K S (Tc − T f )
ossia:


avendo introdotto il:


COEFFICIENTE GLOBALE DI SCAMBIO TERMICO K

dato dalla: 1 1 s′ 1
= + +
K αc λ α f
4

2
Scambiatori di calore (Layout):

Diagrammi di scambio
TS
(temperatura
superficie di scambio)

controcorrente equicorrente

Diagrammi di scambio
TQ
(temperatura - calore)

Scambiatori - bilancio termico


potenza termica ceduta dal fluido caldo “c” disposizione
Q = m c (T − T ) = C (T − T ) controcorrente


c c c1 c2 c c1 c2

1,2 = sezioni dello scambiatore


mc = portata massica fluido caldo kg/s


cc = calore specifico del fluido caldo J/(kg K)


Cc = capacità termica della corrente calda W/K
potenza termica ricevuta dal fluido freddo “f” Sezione 2

Q = m f c f (T f 1 − T f 2 ) = C f (T f 1 − T f 2 )


m f = portata massica fluido freddo kg/s




cf = calore specifico del fluido freddo J/(kg K)


Cf = capacità termica della corrente fredda W/K
Sezione 1 6

3
Scambiatori di calore progetto

Scambiatori progetto – (1)


τ

PROBLEMA DI PROGETTO
• Dati: temperature di ingresso, uscita e portate dei fluidi
• calcolo della superficie di scambio dello scambiatore

Disposizione in controcorrente

potenza termica elementare scambiata dQ


dQ = K dS τ ⇒ = K dS

attraverso l’elemento di superficie dS : τ


potenza termica elementare dQ


dQ = − mc cc dt c = − Cc dtc ⇒ dtc = −

ceduta dal fluido caldo “c” : Cc


potenza termica elementare dQ


dQ = − m f c f dt f = − C f dt f ⇒ dt f = −

ricevuta dal fluido freddo “f”: Cf

dalle precedenti,  1 1 
dtc − dt f = d (tc − t f ) = dτ = − dQ  −

(posto τ = tc - tf), si ottiene: C C 


 c f 

4
Scambiatori progetto – (2)
dalle espressioni della potenza termica rispettivamente ceduta e assorbita si ottiene:
 1  (t − t ) − (t f 1 − t f 2 ) (tc1 − t f 1 ) − (tc 2 − t f 2 ) (τ 1 − τ 2 )
 − 1  = c1 c 2 = =
C C 

 c f 
Q Q Q

che sostituita nella precedente, (τ 1 − τ 2 ) dτ K


unitamente alla espressione dτ = − K dS τ ⇒ =− (τ 1 − τ 2 )dS
τ
 

della potenza elementare, fornisce: Q Q

τ  K τ  K
ln 2  = − (τ 1 − τ 2 ) S ⇒ ln 1  = (τ 1 − τ 2 ) S
 τ1  τ 2  Q
 

che integrata dà: Q

(τ 1 − τ 2 )
Q=K S = K Sτ m


Nota:
ln (τ 1 / τ 2 )
Ovvero:
considerando uno

(τ 1 − τ 2 ) scambiatore in

τm =
avendo introdotto il salto equicorrente si

ln(τ 1 / τ 2 )
di temperatura medio perviene allo
logaritmico definito dalla:
stesso risultato
9

Scambiatori di calore verifica


EC - disposizione in equicorrente
CC - disposizione in controcorrente

10

5
Scambiatori di calore verifica (EC1)
PROBLEMA DI VERIFICA
• Dati: temperature di ingresso e portate dei fluidi, superficie di scambio
• Calcolo delle temperature di uscita dei fluidi T2, t2

dτ < 0 dτ < 0

dt < 0

?
?
dt > 0

11

scambiatori verifica (EC2)  

dQ dQ
dQ = Cmin dt = C max dT ⇒ dt = ; dT =


Cmin Cmax
Dall’espressione della potenza elementare scambiata si ha:
 C   C 
dτ = dt + dT = dt 1 + min  = dT 1 + max 
 Cmax   Cmin 
dτ §
dt = ± Il segno + vale nel caso di figura
 Cmin 
1 + 
dQ = Kτ dA = Cmin dt
in cui il fluido con Cmin si


 Cmax  raffredda (dt e dτ concordi)

dτ Cmin
dQ = Kτ dA = −Cmin


1+
 Cmin  ovvero: dτ Cmax
1 +  − =K dA
 Cmax  τ Cmin

τ  K A  Cmin  τ 2  K A  C min  
ln 2  = − 1 +  ⇒ = exp − 1 +  
τ1 −τ 2
τ
 1 C min  C max  τ 1  C min  Cmax   (t1 − t 2 ) = ±
 Cmin 
τ 2 τ1 −τ 2  K A  Cmin  Dall’integrale 1 + 
1− = = 1 − exp − 1 +   Cmax 
τ1 τ1  Cmin  Cmax  della § si ha: 12

6
scambiatori verifica (EC3)
EFFICIENZA DI SCAMBIO TERMICO:


Q Q ∆t t1 − t 2 1 τ1 −τ 2
ε= = = = =


Q∞ Qmax τ 1 τ1  Cmin  τ 1
1 + 
 Cmax 
 K A  Cmin    C 
1 − exp − 1 +  1 − exp − NTU 1 + min 
 C min  C max     Cmax 
ε= = τ 1 = t1 − T1
 Cmin   Cmin 
1 +  1 + 
 Cmax   Cmax 
Dal valore di ε determinato dalla eq. precedente
si può calcolare ∆t ed infine t2

K A
avendo posto:
NTU =
Cmin
Number of Transfer Units 13

Scambiatori di calore verifica (EC4)

14

7
Scambiatori di calore verifica (CC1)
PROBLEMA DI VERIFICA
• Dati: temperature di ingresso e portate dei fluidi, superficie di scambio
• Calcolo delle temperature di uscita dei fluidi

dτ < 0 dτ < 0

dt < 0
?

?
dt > 0

15

scambiatori verifica (CC2)  

dQ dQ
dQ = − Cmin dt = − Cmax dT ⇒ dt = − ; dT = −


Cmin Cmax
Dall’espressione della potenza termica elementare
scambiata si ottiene:
τ = t − T ; dQ = −Cmin dt = −Cmax dT


C C
dT = dt min ; dt = dT max
Cmax Cmin
 C   C 
dτ = dt − dT = dt 1 − min  = dT 1 − max 
 Cmax   Cmin 

dt = Sostituendo il valore di
dQ = Kτ dA = −Cmin dt


 Cmin  si ha:
1 −  dt trovato nella
 C max  espressione seguente:

dτ Cmin
dQ = Kτ dA = −Cmin 1−


 Cmin 
Che dτ Cmax
1 −  fornisce: − =K dA
τ Cmin
 Cmax  16

8
scambiatori verifica (CC3)
Cmin integrando si
1−
dτ Cmax trova:
− =K dA
τ C min
τ  K A  Cmin  τ 2  K A  Cmin 
ln 2  = − 1 −  ⇒ = exp − 1 − 
τ
 1 C min  C max  τ 1  Cmin  Cmax 

τ 2 τ1 −τ 2  K A  Cmin 
1− = = 1 − exp − 1 − 
τ1 τ1  Cmin  Cmax 
integrando la: si ottiene:
dτ τ1 −τ 2
dt = ∆t = (t1 − t 2 ) =
 Cmin   Cmin 
1 −  1 − 
 Cmax   Cmax 

17

scambiatori verifica (CC4)


Per valutare la quantità di calore recuperato in uno scambiatore (con riferimento alla f igura che segue) si introduce la

EFFICIENZA DI SCAMBIO TERMICO:


q Cmin (t1 − t 2 ) (t1 − t2 ) ∆t Cmin


ε= = = = τ 1 = (t1 − T1 ) − ∆T = τ ∞ − ∆t
q∞ Cmin (t1 − T1 ) τ∞ τ∞


Cmax
τ1 −τ 2
∆t =   K A  Cmin  
 Cmin  τ 1 − τ 2 = τ 1 1 − exp − 1 −  
1 −  î  Cmin  Cmax  
 Cmax 
Diagramma di scambio per uno scambiatore di calore in “controcorrente”

∆t = t1 − t 2
∆T = T2 − T1
τ
Cmin

τ∞

18

9
Cmin
Efficienza CC5 τ 1 = (t1 − T1 ) − ∆T = τ ∞ − ∆t
Cmax

 C   K A  Cmin  
τ 1 − τ 2 = τ ∞ − min ∆t 1 − exp − 1 −  
 Cmax î  Cmin  Cmax  

 C   C   K A  Cmin  
∆t 1 − min  = τ ∞ − min ∆t 1 − exp − 1 −  
 Cmax   Cmax î  C min  C max  

 C  C   K A  Cmin     K A  Cmin  
∆t 1 − min  + min ∆t 1 − exp − 1 −   = τ ∞ 1 − exp − 1 −  
 Cmax  Cmax î  Cmin  Cmax   î  Cmin  Cmax  
 C C C  K A  Cmin     K A  Cmin  
∆t 1 − min + min − min exp − 1 −   = τ ∞ 1 − exp − 1 −  
î Cmax Cmax Cmax  Cmin  Cmax   î  Cmin  Cmax  
 K A  Cmin    C 
1 − exp − 1 −  1 − exp − NTU 1 − min 
∆t  Cmin  Cmax    Cmax 
ε= = ε=
τ∞ C  K A  Cmin  C   C 
1 − min exp − 1 −  1 − min exp − NTU 1 − min 
Cmax  Cmin  Cmax  Cmax   Cmax 
19

Efficienza CC2

20

10