Sei sulla pagina 1di 17

ISTITUTO COMPRENSIVO “AMERIGO VESPUCCI” - VIBO MARINA

SCUOLA PRIMARIA

PROGETTAZIONE ANNUALE
PER COMPETENZE
di

ITALIANO
CLASSE PRIMA

ANNO SCOLASTICO 2017/2018

I.C. “A.Vespucci” - Vibo Marina - Scuola Primaria - Progettazione curricolare di Italiano CLASSE PRIMA

1
ITALIANO
CLASSE PRIMA

COMPETENZE SPECIFICHE DI ITALIANO


(dalla COMPETENZA-CHIAVE EUROPEA: LA COMUNICAZIONE NELLA MADRELINGUA)
La comunicazione nella madrelingua è la capacità di esprimere e interpretare concetti, pensieri, sentimenti, fatti e opinioni in forma sia orale
sia scritta (comprensione orale, espressione orale, comprensione scritta ed espressione scritta) e di interagire adeguatamente e in modo creativo
sul piano linguistico in un’intera gamma di contesti culturali e sociali, quali istruzione e formazione, lavoro, vita domestica e tempo libero.

Nuclei tematici Indicatori di competenza

Ascolto e parlato 1) Interagire negli scambi comunicativi rispettando i turni di parola. Esprimere bisogni, pensieri ed
emozioni in forma orale. Comprendere ed eseguire semplici istruzioni, consegne ed incarichi.

Lettura 2) Leggere a voce alta brevi testi cogliendone le informazioni più importanti e il senso globale.

Scrittura 3) Scrivere, rispettando le principali convenzioni ortografiche, semplici testi legati alla propria
esperienza.

Acquisizione ed espansione del 4) Comprendere e utilizzare nuove parole conosciute attraverso l’ascolto e la lettura di testi.
lessico ricettivo e produttivo.

Elementi di grammatica esplicita e 5) Prendere coscienza delle principali convenzioni ortografiche.


riflessione sugli usi della lingua.

I.C. “A.Vespucci” - Vibo Marina - Scuola Primaria - Progettazione curricolare di Italiano CLASSE PRIMA

2
ITALIANO
CLASSE PRIMA

NUCLEO TEMATICO: Ascolto e parlato


COMPETENZE-CHIAVE EUROPEE
Comunicazione nella madre lingua: esprimere e interpretare concetti, pensieri, sentimenti, fatti e opinioni in forma orale (comprensione orale, espressione
orale) e interagire adeguatamente e in modo creativo sul piano linguistico.
Competenze sociali e civiche: partecipare in modo efficace e costruttivo alla vita sociale.

COMPETENZE DEL PROFILO DELLO STUDENTE


 Dimostra una padronanza della lingua italiana tale da consentirgli di comprendere enunciati e testi di una certa complessità, di esprimere le proprie idee,
di adottare un registro linguistico appropriato alle varie situazioni.
 Ha attenzione per le funzioni pubbliche alle quali partecipa nelle diverse forme in cui questo può avvenire: momenti educativi informali e non formali,
esposizione pubblica del proprio lavoro, occasioni rituali nelle comunità che frequenta.

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA


(dalle Indicazioni nazionali per il curricolo)
 Partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti rispettando il turno e formulando messaggi
chiari e pertinenti, in un registro il più possibile adeguato alla situazione.
 Ascolta e comprende testi orali “diretti” o “trasmessi” dai media cogliendone il senso, le informazioni principali e lo scopo.

TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER OBIETTIVI MINIMI ATTIVITÀ


COMPETENZE DECLINATI PER LA IL CURRICOLO DELLA CLASSE 1ª
CLASSE 1ª

Unità 1 – Comprensione e produzione di


un messaggio orale.
 Partecipa alle conversazioni  Prendere la parola negli scambi  Intervenire negli scambi
rispettando il turno di parola e comunicativi (dialogo, comunicativi rispettando il proprio  Conversazioni su tematiche vicine
all’esperienza dei bambini.
I.C. “A.Vespucci” - Vibo Marina - Scuola Primaria - Progettazione curricolare di Italiano CLASSE PRIMA

3
ascoltando gli interventi di conversazione, discussione a turno.
compagni e insegnanti. scuola, in famiglia, nel gruppo)  Circolo di condivisione o
rispettando i turni di parola.  Ascoltare, comprendere ed brainstorming.
 Ascolta e comprende semplici eseguire facili consegne operative.
testi orali “diretti”, cogliendone il  Comprendere l’argomento e le  Giochi di animazione, di
senso e le informazioni informazioni principali di discorsi  Comprendere e riferire in modo conoscenza reciproca, di
principali. affrontati in classe. semplice e chiaro il contenuto di cooperazione, di interazione anche
una storia ascoltata. con supporti multimediali (LIM).
 Organizza il contenuto della  Ascoltare semplici testi narrativi ed
comunicazione orale secondo il espositivi mostrando di saperne  Raccontare esperienze personali  Ascolto di testi letti dall’insegnante
criterio della successione cogliere il senso globale e riesporli rispettando l’ordine cronologico. e risposta a domande di
temporale. in modo comprensibile per chi comprensione.
ascolta.  Comprendere comandi semplici su
un gioco o un’attività proposta.  Interpretazione grafico-pittorica
 Raccontare storie personali o del contenuto di una storia
fantastiche rispettando l’ordine ascoltata.
cronologico e/o logico ed
esplicitando le informazioni  Rispetto delle regole della
necessarie perché il racconto sia conversazione.
chiaro per chi ascolta.
 Riordino di sequenze di immagini e
 Comprendere e dare semplici narrazioni di semplici storie.
istruzioni di un gioco o di
un’attività conosciuta.  Narrazione orale di brevi
esperienze personali e/o racconti
 Ricostruire verbalmente le fasi di seguendo un ordine temporale.
un’esperienza vissuta a scuola o in
altri contesti.  Descrizione orale di un’immagine.

 Mantenimento dell’attenzione sul


messaggio utilizzando contesti e
codici diversi, verbali e non verbali.

I.C. “A.Vespucci” - Vibo Marina - Scuola Primaria - Progettazione curricolare di Italiano CLASSE PRIMA

4
NUCLEO TEMATICO: Lettura
COMPETENZE-CHIAVE EUROPEE
Comunicazione nella madre lingua: esprimere e interpretare concetti, pensieri, sentimenti, fatti e opinioni in forma sia orale sia scritta (comprensione orale,
espressione orale, comprensione scritta e espressione scritta ) e interagire adeguatamente e in modo creativo sul piano linguistico in un’intera gamma di contesti
culturali e sociali.
Imparare ad imparare: organizzare il proprio apprendimento mediante la gestione efficace del tempo e delle informazioni, sia a livello individuale che in
gruppo. Perseverare nell’apprendimento, sormontare gli ostacoli.
Consapevolezza ed espressione culturale: esprimere creativamente idee, esperienze ed emozioni.

COMPETENZE DEL PROFILO DELLO STUDENTE


 Dimostra una padronanza della lingua italiana tale da consentirgli di comprendere enunciati e testi di una certa complessità, di esprimere le proprie idee, di
adottare un registro linguistico appropriato alle varie situazioni.
 Chiede aiuto quando si trova in difficoltà e sa fornire aiuto a chi lo chiede.

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA


(dalle Indicazioni nazionali per il curricolo)
 Legge e comprende testi di vario tipo, continui e non continui, ne individua il senso globale e le informazioni principali, utilizzando strategie di lettura adeguate
agli scopi.
 Legge testi di vario genere facenti parte della letteratura per l’infanzia, sia a voce alta sia in lettura silenziosa e autonoma e formula su di essi giudizi personali.
 Utilizza abilità funzionali allo studio: individua nei testi scritti informazioni utili per l’apprendimento di un argomento dato e le mette in relazione; le sintetizza,
in funzione anche dell’esposizione orale; acquisisce un primo nucleo di terminologia specifica.

TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE OBIETTIVI D’APPRENDIMENTO PER OBIETTIVI MINIMI ATTIVITÀ


COMPETENZE DECLINATI PER LA IL CURRICOLO DELLA CLASSE 1ª
CLASSE 1ª

Unità 1 – Leggere e comprendere


 Legge semplici testi e ne coglie le  Prevedere il contenuto di un  Leggere parole e semplici frasi in  Ipotesi di lettura per anticipazione
informazioni più importanti e il semplice testo in base ad alcuni stampato maiuscolo e minuscolo. legata all’immagine (percezione
senso globale. elementi come il titolo e le visiva).

I.C. “A.Vespucci” - Vibo Marina - Scuola Primaria - Progettazione curricolare di Italiano CLASSE PRIMA

5
immagini.  Leggere ad alta voce e  Discriminare parole e frasi con i
comprendere semplici frasi anche diversi caratteri grafici (dalle singole
 Padroneggiare la lettura con l’aiuto di illustrazioni. lettere, alle sillabe, alla parola, alla
strumentale di decifrazione frase).
(stampato maiuscolo, minuscolo e  Completare frasi con parole,
corsivo) sia nella modalità ad alta guidati da disegni.  Correlare immagini a parole e
voce, curandone l’espressione, sia in viceversa.
quella silenziosa.  Leggere e comprendere una breve
sequenza narrativa individuando  Leggere una storia e individuare gli
 Leggere semplici testi (narrativi, l’argomento di cui si parla. elementi essenziali riferiti a:
descrittivi, informativi) cogliendo personaggi, luoghi, azioni, relazioni
l’argomento di cui si parla e tra personaggi e azioni.
individuando le informazioni
principali e le loro relazioni.  Leggere un semplice testo e ricavare
le informazioni utili per realizzare un
 Leggere semplici e brevi testi, sia disegno e per rispondere a domande
poetici che narrativi, mostrando di
saperne cogliere il senso globale.  Leggere, comprendere e
memorizzare brevi testi di uso
 Leggere e individuare in brevi testi quotidiano e semplici poesie tratte
personaggi, luoghi e tempi. dalla letteratura per l’infanzia.

 Leggere semplici testi di


divulgazione per ricavare
informazioni utili ad ampliare le
conoscenze sui temi noti.

I.C. “A.Vespucci” - Vibo Marina - Scuola Primaria - Progettazione curricolare di Italiano CLASSE PRIMA

6
NUCLEO TEMATICO: Scrittura
COMPETENZE-CHIAVE EUROPEE
Comunicazione nella madre lingua: esprimere e interpretare concetti, pensieri, sentimenti, fatti e opinioni in forma sia orale sia scritta (comprensione orale,
espressione orale, comprensione scritta e espressione scritta).
Competenze sociali e civiche: maturare competenze personali, interpersonali e interculturali.
Senso di iniziativa e di imprenditorialità: essere capace di pianificare e gestire progetti per raggiungere obiettivi.
Consapevolezza ed espressione culturale: esprimere creativamente idee, esperienze ed emozioni.

COMPETENZE DEL PROFILO DELLO STUDENTE


 Dimostra una padronanza della lingua italiana tale da consentirgli di comprendere enunciati e testi di una certa complessità, di esprimere le proprie idee, di
adottare un registro linguistico appropriato alle varie situazioni.
 Dimostra originalità e spirito di iniziativa.
 È disposto ad analizzare se stesso.

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA


(dalle Indicazioni nazionali per il curricolo)
 Scrive testi corretti nell’ortografia, chiari e coerenti, legati all’esperienza e alle diverse occasioni di scrittura che la scuola offre; rielabora testi parafrasandoli,
completandoli, trasformandoli.

TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE OBIETTIVI D’APPRENDIMENTO PER OBIETTIVI MINIMI ATTIVITÀ


COMPETENZE DECLINATI PER LA IL CURRICOLO DELLA CLASSE 1ª
CLASSE 1ª
Unità 1 – Prerequisiti
 Scrive, rispettando le principali  Acquisire le capacità manuali,
convenzioni ortografiche, semplici percettive e cognitive necessarie per  Eseguire pregrafismi e percorsi.
testi legati alla propria esperienza. l’apprendimento della scrittura.  Eseguire tratti rettilinei continui
orizzontali, verticali e obliqui.
 Riconoscere e ripassare linee miste,
tratteggiate e non, diversamente
orientate.
 Eseguire tracciati curvilinei

I.C. “A.Vespucci” - Vibo Marina - Scuola Primaria - Progettazione curricolare di Italiano CLASSE PRIMA

7
discontinui e diversamente
orientati.
 Produrre forme e segni grafici
orientandoli correttamente nello
spazio.
 Completare sequenze ritmiche di
forme e di colori.
 Orientamento sul foglio con segni
convenzionali.
 Identificazione della linea di
partenza e linea di arrivo.
Unità 2 – Vocali e consonanti

 Padroneggiare l’abilità strumentale  Riconoscere, riprodurre e  Riconoscere e produrre le vocali.


(di decifrazione). trascrivere le vocali in stampato.  Riconoscere e produrre le
 Riconoscere, riprodurre e consonanti M,P,T,L.
trascrivere i fonemi consonantici  Riconoscere e produrre le
iniziali (stampato). consonanti F,R,D,S.
 Riconoscere la corrispondenza  Riconoscere e produrre le
fonema-grafema. consonanti N,B,Z,V.
 Riconoscere, produrre e utilizzare i
suoni e le sillabe della famiglia
fonica di ciascuna consonante.
 Riconoscere e produrre la
consonante C.
 Riconoscere e produrre la
consonante G.
 Riconoscere e scrivere la
consonante H.
 Riconoscere e scrivere la
consonante Q.
 Riconoscere e riprodurre le lettere
straniere (J, K, W, X, Y).
 Riconoscere e scrivere
correttamente suoni simili.
I.C. “A.Vespucci” - Vibo Marina - Scuola Primaria - Progettazione curricolare di Italiano CLASSE PRIMA

8
 Leggere e scrivere parole che
utilizzano lettere note.
 Scrivere parole note per
completare frasi.
Unità 3 –Stampato e corsivo

 Riconoscere ed utilizzare i diversi  Rappresentare graficamente,  Leggere e riconoscere parole


caratteri della scrittura nella vocali, consonanti, sillabe. scritte nei diversi caratteri grafici.
composizione di parole e brevi frasi.  Conoscere e usare il carattere  Copiare brevi frasi o testi in
stampato della scrittura. stampato maiuscolo e minuscolo.
 Completare e scrivere parole in  Scrivere autonomamente frasi
stampato. utilizzando il corsivo.
 Scrivere autonomamente in  Scrivere sotto dettatura semplici
stampato parole con due o più parole, frasi o brevi testi nei diversi
sillabe. caratteri grafici.

Unità 4 –Dalla frase al testo

 Produrre semplici testi funzionali,  Scrivere autonomamente parole.  Scrivere autonomamente frasi
narrativi, descrittivi legati a scopi  Scrivere parole partendo da relative al proprio vissuto, a
concreti (per utilità personale, per stimoli grafici. momenti di vita scolastica e ad
comunicare con altri, per ricordare)  Comporre frasi riordinando le esperienze significative dal punto
e connesse con situazioni quotidiane parole. di vista emotivo.
(contesto scolastico e/o familiare).  Scrivere autonomamente frasi  Organizzare il contenuto della
relative al proprio vissuto. comunicazione scritta secondo
 Completare un semplice testo a criteri di logicità e di successione
partire da immagini stimolo. temporale.
 Elaborare brevi didascalie per
immagini.
 Scrivere un semplice testo a
partire da domande stimolo.
 Produrre brevi testi pragmatici per
stabilire rapporti interpersonali
(biglietto d’auguri-biglietto
d’invito).
I.C. “A.Vespucci” - Vibo Marina - Scuola Primaria - Progettazione curricolare di Italiano CLASSE PRIMA

9
NUCLEO TEMATICO: Acquisizione ed espansione del lessico ricettivo e produttivo
COMPETENZE-CHIAVE EUROPEE
Comunicazione nella madre lingua: esprimere e interpretare concetti, pensieri, sentimenti, fatti e opinioni in forma sia orale sia scritta (comprensione orale,
espressione orale, comprensione scritta e espressione scritta) e interagire adeguatamente e in modo creativo sul piano linguistico in un’intera gamma di contesti
culturali e sociali.
Competenza digitale: utilizzare le nuove tecnologie per favorire lo sviluppo della percezione degli stimoli sonori, della capacità attentiva e di osservazione;
creare una nuova forma di sapere e una nuova organizzazione delle conoscenze acquisite.
COMPETENZE DEL PROFILO DELLO STUDENTE
 Dimostra una padronanza della lingua italiana tale da consentirgli di comprendere enunciati e testi di una certa complessità, di esprimere le proprie idee, di
adottare un registro linguistico appropriato alle varie situazioni.
TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA
(dalle Indicazioni nazionali per il curricolo)
 Capisce e utilizza nell’uso orale e scritto i vocaboli fondamentali e quelli di alto uso; capisce e utilizza i più frequenti termini specifici legati alle discipline di
studio.
 Riflette sui testi propri e altrui per cogliere regolarità morfosintattiche e caratteristiche del lessico; riconosce che le diverse scelte linguistiche sono correlate alla
varietà di situazioni comunicative.

TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE OBIETTIVI D’APPRENDIMENTO PER OBIETTIVI MINIMI ATTIVITÀ


COMPETENZE DECLINATI PER LA IL CURRICOLO DELLA CLASSE 1ª
CLASSE 1ª

Unità 1 – Lessico ricettivo e


 Comprende e utilizza parole nuove  Comprendere in brevi testi il produttivo.
significato di parole non note  Comprendere il significato di
conosciute attraverso l’ascolto e la  Ascolto di testi di vario genere per
basandosi sia sul contesto sia sulla semplici parole di uso comune.
lettura di testi. l’acquisizione di nuovi vocaboli.
conoscenza intuitiva delle famiglie  Attività di contestualizzazione delle
di parole.  Usare in modo appropriato le
parole man mano apprese.
 Utilizzare in modo adeguato le parole man mano apprese.
 Scoperta di famiglie di parole per far
nuove parole apprese nelle capire tanti nuovi significati (giochi
interazioni orali e nella produzione linguistici con l’uso di immagini).
scritta.

I.C. “A.Vespucci” - Vibo Marina - Scuola Primaria - Progettazione curricolare di Italiano CLASSE PRIMA

10
NUCLEO TEMATICO: Elementi di grammatica esplicita e riflessione sugli usi della lingua
COMPETENZE-CHIAVE EUROPEE
Comunicazione nella madre lingua: esprimere e interpretare concetti, pensieri, sentimenti, fatti e opinioni in forma sia orale sia scritta (comprensione orale,
espressione orale, comprensione scritta e espressione scritta).
Imparare ad imparare: organizzare il proprio apprendimento mediante la gestione efficace del tempo e delle informazioni, sia a livello individuale che in
gruppo. Perseverare nell’apprendimento, sormontare gli ostacoli.
COMPETENZE DEL PROFILO DELLO STUDENTE
 Dimostra una padronanza della lingua italiana tale da consentirgli di comprendere enunciati e testi di una certa complessità, di esprimere le proprie idee, di
adottare un registro linguistico appropriato alle varie situazioni.
 È capace di ricercare e di procurarsi nuove informazioni e di impegnarsi in nuovi apprendimenti anche in modo autonomo.

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA


(dalle Indicazioni nazionali per il curricolo)
 È consapevole che nella comunicazione sono usate varietà diverse di lingua e lingue differenti (plurilinguismo).
 Padroneggia e applica in situazioni diverse le conoscenze fondamentali relative all’organizzazione logico-sintattica della frase semplice, alle parti del discorso (o
categorie lessicali) e ai principali connettivi.

TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE OBIETTIVI D’APPRENDIMENTO PER IL OBIETTIVI MINIMI ATTIVITÀ


COMPETENZE DECLINATI PER LA CURRICOLO DELLA CLASSE 1ª
CLASSE 1ª

Unità 1 – Ortografia
 È consapevole dell’esistenza nel  Prestare attenzione alla grafia delle  Leggere e scrivere parole  Riconoscere e produrre i suoni
mondo di lingue diverse. parole nei testi e applicare le applicando alcune conoscenze CA/CO/CU, CE/CI, CIA/CIO/CIU.
conoscenze ortografiche nella ortografiche.  Riconoscere e produrre i suoni
propria produzione scritta. GA/GO/GU, GE/GI, GIA/GIO/GIU.
 Riconoscere i suoni dal punto di  Riconoscere e produrre i suoni CHE
 Scrivere sotto dettatura curando in vista articolatorio. CHI, GHE GHI.
modo particolare l’ortografia.  Riconoscere e produrre i gruppi
 Riconoscere digrammi, QUA/QUE/QUI/QUO.
 Mettere in relazione le lettere per trigrammi, raddoppiamenti.  Riconoscere e produrre il trigramma
I.C. “A.Vespucci” - Vibo Marina - Scuola Primaria - Progettazione curricolare di Italiano CLASSE PRIMA

11
formare le sillabe. GLI.
 Riconoscere le sillabe  Riconoscere e produrre il digramma
 Mettere in relazione le sillabe per scomponendo e ricomponendo GN e i suoni
formare le parole. parole. GNA/GNE/GNI/GNO/GNU.
 Riconoscere e produrre i suoni
 Stabilire relazioni tra suoni e lettere SCE/SCI, SCHE/SCHI.
(digrammi e trigrammi).  Riconoscere e produrre i suoni
 SCA/SCO/SCU, SCIA/SCIO/SCIU.
 Riconoscere e produrre i suoni
CQU/CU/QU.
 Riconoscere e produrre i nessi
consonantici MP/MB.
 Riconoscere e scrivere parole con il
raddoppiamento consonantico.
 Dividere le parole in sillabe.
 Conoscere e utilizzare l’accento
grafico.
 Usare correttamente l’apostrofo.
 Conoscere e usare È/E.
 Utilizzare le espressioni
C’È/CI SONO/C’ERA/C’ERANO.
 Intuire la funzione di alcune voci del
verbo avere: HO/HAI/HA/ HANNO.
 Riconoscere la funzione dei segni di
punteggiatura.
 Giochi metafonologici e fonologici.
 Allestimento di cartelloni murali.
 Scomposizione e ricomposizione di
parole.
 Giochi e attività con parole che
prevedono cambi di iniziale,
soppressione/ aggiunta di lettere.
 Ascoltare, comprendere e ripetere
filastrocche utili a ricordare
contenuti e regole.
I.C. “A.Vespucci” - Vibo Marina - Scuola Primaria - Progettazione curricolare di Italiano CLASSE PRIMA

12
Unità 2 – Morfologia e sintassi

 Riconosce gli elementi  Riconoscere la frase come un insieme  Riconoscere la frase minima.  Riordinare sintagmi.
fondamentali della frase. ordinato di parole; comprendere il  Attività di riconoscimento degli
significato di una frase letta.  Ricomporre una frase spezzata; elementi essenziali di una frase.
completare una frase.  Individuare e riconoscere i nomi
 Comprendere il concetto di frase comuni e i nomi propri delle
minima e conoscerne gli elementi persone, degli animali e delle cose.
costitutivi.  Riconoscere e usare gli articoli.
 Riconoscere e usare in modo
 Riconoscere e operare concordanze di intuitivo il genere e il numero del
genere e numero. nome.
 Intuire la funzione dell’aggettivo
qualificativo.
 Identificare il verbo come parola che
indica un’azione.
 Giochi multimediali per l’esercizio
delle abilità di base.

I.C. “A.Vespucci” - Vibo Marina - Scuola Primaria - Progettazione curricolare di Italiano CLASSE PRIMA

13
METODOLOGIE E STRATEGIE DIDATTICHE
 Lezione frontale  Osservazione diretta di fatti e fenomeni  Cooperative Learning (Apprendimento
cooperativo)
 Lezione interattiva dialogata  Esercitazioni individuali, guidate e/o graduate  Lavoro in coppie d’aiuto (Tutoring)
 Attività di ascolto e parlato, di lettura e di  Attività ed esercitazioni online  Lavoro in piccolo e grande gruppo
scrittura.
 Discussione libera e guidata  Didattica per problemi  Didattica laboratoriale
 Attività grafico/manipolative  Percorsi d’apprendimento attorno a compiti di  Flipped classroom
realtà
 Attività psicomotorie/sensoriali  Osservazioni e confronti mirati; analisi di  Misure dispensative e interventi di
proposte di soluzione e degli errori individualizzazione
 Esperimenti  Lavoro individuale nella produzione di parole  Altro……………………………………………………………
e brevi testi.

MEZZI E STRUMENTI
 Libro di testo  Schede predisposte
 Testi didattici integrativi  Computer, tablet, software didattici e multimediali, Internet
 Sussidi audio-visivi  Viaggi e visite d’istruzione
 Materiale didattico in dotazione alla Scuola  Laboratori
 Software specifici  LIM
 Esercizi online  Strumenti compensativi

RECUPERO
Saranno poste in atto operazioni didattiche volte a porre l’allievo, che si trova momentaneamente in una situazione di svantaggio, in condizione di colmare
il dislivello creatosi. Il recupero sarà un intervento ben definito, delimitato sia per quanto riguarda gli obiettivi sia per i contenuti, sia per i tempi e si
attuerà in itinere a seconda delle necessità e in maniera tempestiva.
Si prevedono i seguenti interventi:

 Lavori differenziati per fasce di livello  Adesione a progetti particolari


 Attività extracurriculari  Intervento in classe di un insegnante di supporto
 Corsi di recupero disciplinari  Intervento tempestivo durante le ore di insegnamento

I.C. “A.Vespucci” - Vibo Marina - Scuola Primaria - Progettazione curricolare di Italiano CLASSE PRIMA

14
MODALITÀ DI VERIFICA

Il controllo dell’apprendimento sarà effettuato attraverso:


 Esercizi applicativi di vario tipo, svolti sia in classe che a casa  Esposizione dei concetti acquisiti
 Prove scritte periodiche (anche in forma di test del tipo vero/falso, a  Interventi dal posto
scelta multipla e completamento)  Prove basate su compiti di realtà disciplinari e/o intertidisciplinari
 Esercizi on line utilizzando le risorse dell’ e-book  Autobiografie cognitive
 Risoluzione di problemi anche in contesti reali  Osservazioni sistematiche
 Relazioni sulle esperienze svolte  Attività pratiche
 Esercizi interattivi  Partecipazione alle attività di laboratorio e di gruppo

VALUTAZIONE
La valutazione iniziale verificherà la situazione di partenza; la valutazione in itinere evidenzierà i progressi rispetto ai livelli di partenza, il metodo di
lavoro, il livello di conoscenze e abilità. La valutazione finale verificherà i traguardi dei livelli di competenza raggiunti. Saranno oggetto di valutazione
anche le Competenze sociali e civiche, nelle quali rientrano, oltre al rispetto delle regole e il modo di relazionarsi con gli altri, le norme stabilite nel
Regolamento d’Istituto e nel Patto Educativo di Corresponsabilità.

In particolare per gli alunni con Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA) e con altri Bisogni Educativi Speciali (BES) saranno valutate in primo luogo
significative modificazioni comportamentali e successivamente il conseguimento degli obiettivi minimi di apprendimento della disciplina, definiti nel PDP
e nel PEI (per l’allievo con disabilità).

Il nostro Istituto ha deliberato di esprimere la valutazione quadrimestrale e finale degli alunni della scuola primaria mediante l’attribuzione di un livello
(iniziale, base, intermedio, avanzato) e relativa descrizione, ad ognuna delle competenze desunte dal Profilo dello studente, riconducibili alle competenze
chiave europee e messe in relazione alle discipline del curricolo.

I.C. “A.Vespucci” - Vibo Marina - Scuola Primaria - Progettazione curricolare di Italiano CLASSE PRIMA

15
RUBRICA DI VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE DISCIPLINARI
COMPETENZA nell’ ASCOLTO e Interagisce negli scambi comunicativi rispettando i turni di parola. Esprime bisogni, pensieri ed emozioni in forma orale.
nel PARLATO Comprende ed esegue semplici istruzioni, consegne ed incarichi.
Livello iniziale Livello base Livello intermedio Livello avanzato
Mantiene l’attenzione in modo Mantiene l’attenzione con costanza e Mantiene attenzione e mostra interesse. Mantiene attenzione e mostra interesse e
discontinuo e comprende messaggi interagisce in modo non sempre Ascolta e interagisce in modo corretto e coinvolgimento. Ascolta e interagisce in
molto semplici relativi all’uso pertinente. Comprende semplici attivo. Gestisce le modalità di modo pertinente e appropriato. Gestisce
quotidiano. Deve essere sollecitato a domande ed esegue le consegne. interazione verbale e non verbale. efficacemente l’interazione verbale e non
rispettare le regole essenziali della Rispetta le regole essenziali della verbale.
comunicazione. Esegue consegne su comunicazione.
imitazione.
COMPETENZA nella LETTURA Legge a voce alta brevi testi cogliendone le informazioni più importanti e il senso globale.
e nella COMPRENSIONE

Livello iniziale Livello base Livello intermedio Livello avanzato


Legge con difficoltà e in modo Legge in modo meccanico ma Legge in modo corretto e scorrevole. Legge in modo corretto, fluido ed
scorretto. Comprende globalmente comprensibile. Coglie le informazioni Coglie in modo funzionale le espressivo. Comprende in modo completo
ciò che legge se guidato con domande essenziali di un testo in situazioni informazioni di un testo. e appropriato.
e indicazioni. semplici.

COMPETENZA nella Scrive, rispettando le principali convenzioni ortografiche, semplici testi legati alla propria esperienza.
SCRITTURA

Livello iniziale Livello base Livello intermedio Livello avanzato


Scrive solo copiando. Mostra difficoltà Scrive sotto dettatura talvolta in modo Scrive sotto dettatura e/o Scrive sotto dettatura e/o
anche se guidato. poco chiaro e organizzato. Produce autonomamente in modo chiaro e autonomamente in modo sempre chiaro,
semplici frasi in parte con l’aiuto ordinato. Utilizza in modo strumentale corretto e accurato.
dell’insegnante. la scrittura.
COMPETENZA nel LESSICO Comprende e utilizza nuove parole conosciute attraverso l’ascolto e la lettura di testi.

Livello iniziale Livello base Livello intermedio Livello avanzato


Comprende il significato di alcune Comprende il significato di semplici Apprende e ricorda nuove parole dalla Comprendere il significato di parole
parole di uso comune. parole di uso comune. lettura di testi. nuove basandosi sia sul contesto sia sulla
conoscenza intuitiva delle famiglie di
parole.
I.C. “A.Vespucci” - Vibo Marina - Scuola Primaria - Progettazione curricolare di Italiano CLASSE PRIMA

16
COMPETENZA nella Prende coscienza delle principali convenzioni ortografiche.
RIFLESSIONE LINGUISTICA
Livello iniziale Livello base Livello intermedio Livello avanzato
Riconosce alcune delle più importanti Conosce parzialmente le più importanti Sa utilizzare in modo abbastanza Sa usare in modo autonomo e sicuro le più
convenzioni ortografiche. convenzioni ortografiche. corretto le più importanti convenzioni importanti convenzioni ortografiche.
ortografiche.

I.C. “A.Vespucci” - Vibo Marina - Scuola Primaria - Progettazione curricolare di Italiano CLASSE PRIMA

17