Sei sulla pagina 1di 5

Fabio Rocco (gruppo Rocco , Sorvillo , Occhi)

pKa del BLU DI BROMOTIMOLO


Lo scopo dell’ esperienza è determinare il pKa del indicatore blu di bromotimolo per via spettrofotometrica.
Teoria
Un indicatore è costituito da un acido debole che ha la caratteristica di avere la forma protonata e la forma
deprotonata di diverso colore , pertanto una soluzione di indicatore cambia colore a seconda del pH della
soluzione.
L’ equilibrio di dissociazione in acqua di un indicatore può essere così rappresentato

𝐻𝐼𝑛 + 𝐻2 𝑂 ⇌ 𝐻3 𝑂+ + 𝐼𝑛 −

Dove 𝐻𝐼𝑛 rappresenta la forma indissociata dell’ acido e 𝐼𝑛− la forma dissociata.
A seconda del valore del pH della soluzione nella quale è stata aggiunto l’ indicatore , prevale la forma
dissociata o la forma indissociata.
Se si parte da una soluzione a pH elevato , la forma prevalente è la forma prevalente dissociata.
Per pH progressivamente più acido per aggiunta di un acido forte , l’ equilibrio sarà sempre più spostato
verso la forma protonata.
Mediante spettrofotometria visibile è possibile determinare dopo ogni singola aggiunta di una aliquota di
acido la concentrazione di entrambe le specie , HIn e In- del blu di bromotimolo in quanto assorbono nella
porzione visibile dello spettro elettromagnetico.
L’ entità dell’ assorbimento (assorbanza) da parte di una specie chimica è direttamente proporzionale alla
sua concentrazione in soluzione. Più precisamente , si considera l’ assorbanza efficace , la quale si ottiene
sottraendo al massimo nello spettro di assorbimento della specie chimica il valore di assorbanza della linea
di base.
Nel caso del blu di bromotimolo ,lo spettro di assorbimento di In- presenta il massimo di assorbanza a 618
nm mentre quello di HIn in corrispondenza di 434 nm.
Preparando più soluzioni di blu di bromotimolo a diverso pH ma con uguale concentrazione formale di
bromotimolo (ossia si preparano aggiungendo volumi diversi di una soluzione di un acido a campioni di una
stessa soluzione madre di blu di bromo timolo , in modo da ottenere un ampio range di pH) e
determinando per ciascuna di esse l’ assorbanza efficace delle singole specie HIn e In- e riportando in
grafico le assorbanze efficaci delle due specie in funzione del pH , si determina la posizione del punto
isosbestico , ossia il valore di pH per cui [HIn] = [In-] ; dall’ equazione di Henderson- Hasselbalch si ricava che
nel punto isosbestico , pKa = pH.
Dunque leggendo sul grafico il valore del pH in corrispondenza del punto isosbestico , si determina il pKa
del blu di bromotimolo.

MATERIALI E STRUMENTI
- spettrofotometro UV-visibile
- 7 becher da 50 mL
- matraccio 500 mL
- pipetta Pasteur
- agitatore magnetico
- pH metro
- pipetta graduata da 1 mL
- buretta

Sostanze
- blu di bromotimolo
- acido acido solforico 1N
- soluzione tampone fosfato pH 8.8
PROCEDIMENTO
1) Prelevare con la pipetta graduata 0.5 mL di blu di bromotimolo , versare in un matraccio da 500 mL
e portare accuratamente a volume con la soluzione tampone.
2) Avvinare la buretta con la soluzione appena preparata. Utilizzando la buretta versare in ciascuno
dei 7 becher 40 mL di soluzione.
3) Acidificare, addizionando a piccole gocce (con la pipetta Pasteur) acido solforico 1N alle soluzioni
contenute nei becher in modo da ottenere 7 soluzioni ai seguenti valori di pH : 8.8 , 8 , 7 , 6 , 5 , 4 ,
3.5 .
Procedura : Prendere il becher , agitare su agitatore magnetico , aggiungere una piccola goccia di
acido , rimuovere il becher dall’ agitatore , immergere gli elettrodi del pHmetro nella soluzione e
avviare la misura del pH : se il pH misurato dista meno di 0.2 unità di pH dal valore desiderato ,
annotare sul quaderno di laboratorio il valore misurato altrimenti continuare con le aggiunte ma
sempre goccia a goccia e controllando di volta in volta il pH.
4) Riempire una cuvetta di quarzo con acqua distillata e inserirla nello spettrofotometro (cella del
solvente). La cuvetta deve rimanere la stessa per tutte le misure. Maneggiare le cuvette solo dai lati
opachi ed evitare la formazione di bolle d’ aria nel liquido.
5) Avvinare e riempire la seconda cuvetta di quarzo con una delle soluzioni preparate e posizionarla
nello spettrofotometro. Evitare la formazione di bolle d’ aria nel liquido.
6) Eseguire l’ analisi con lo spettrofotometro.
Sul display compare il grafico assorbanza vs. lunghezza d’ onda in nm : annotare sul quaderno di
laboratorio i valori di assorbanza per le lunghezze d’ onda 434 nm , 618 nm e 800 nm.
7) Eseguire la procedure descritte nei punti (5) e (6) per ciascuna delle 6 soluzioni rimanenti , avendo
cura di non lasciare traccia della precedente soluzione ad ogni avvinamento della cuvetta.
8) Tracciare i grafici

DATI RACCOLTI E CALCOLI

pH assorbanza ( λ = 434 nm) assorbanza ( λ = 618 nm) assorbanza ( λ = 800 nm)


8.86 0.02639 0.26006 0.00237
7.88 0.04399 0.20504 0.00255
7.14 0.07951 0.10700 0.00197
6.14 0.10955 0.02252 0.00212
5.18 0.11735 0.00321 0.00178
3.43 0.11787 0.00131 0.00175
3.07 0.11653 -0.0005 -0.00057

A partire da questi dati di assorbanze (i valori negativi si considerano uguali a zero) , si calcolano le
assorbanze efficaci per λ = 434 nm e λ = 618 nm :
Assorbanza efficace a 434 nm = Assorbanza ( λ = 434 nm) – Assorbanza ( λ = 800 nm)
Assorbanza efficace a 618 nm = Assorbanza ( λ = 618 nm) – Assorbanza ( λ = 800 nm)

Assorbanza efficace a 434 nm vs. pH


pH Assorbanza efficace a 434 nm
8.86 0.02402
7.88 0.04144
7.14 0.07754
6.14 0.10743
5.18 0.11557
3.43 0.11612
3.07 0.11653

Plottando i dati raccolti in tabella in un grafico

Assorbanza efficace 434 nm vs. pH


0,14

0,12

0,1
Assorbanza efficace

0,08

0,06

0,04

0,02

0
0 0,5 1 1,5 2 2,5 3 3,5 4 4,5 5 5,5 6 6,5 7 7,5 8 8,5 9 9,5
pH

Si noti come l’ assorbanza diminuisca all’ aumentare del pH , in quanto è legata alla concentrazione in
soluzione della specie Hin , l’ acido indissociato (forma protonata) , come prevedibile.
Osservando il grafico si nota che il punto di flesso cade per valori di pH compresi tra 7 e 7,5 , più
precisamente circa 7,25.
Pertanto , essendo pKa = pH in corrispondenza del punto equivalente , pKa = pH = 7,25.

Assorbanza efficace a 618 nm


pH Assorbanza efficace a 618 nm
8.86 0.25769
7.88 0.20249
7.14 0.10503
6.14 0.02040
5.18 0.00143
3.43 0
3.07 0

Si noti l’ andamento dell’ assorbanza efficace in funzione del pH : cresce all’ aumentare del pH in perfetto
accordo con il fatto che man mano che la soluzione diventa più basica , aumenta la frazione di molecole di
acido dissociate (l’ equilibrio di sposta verso destra).
Assorbanza efficace 618 nm vs. pH
0,3

0,25
Assorbanza efficace

0,2

0,15

0,1

0,05

0
0 0,5 1 1,5 2 2,5 3 3,5 4 4,5 5 5,5 6 6,5 7 7,5 8 8,5 9 9,5
pH

Osservando il grafico , che il punto di flesso cade per valori di pH compresi tra 7 e 7,5.
Riportando in unico grafico , risulta evidente la posizione del punto isosbestico , indicato dell’ intersezione
delle due curve :
0,3

0,25

0,2
Assorbanza

0,15
Assorbanza efficace HIn
0,1 Assorbanza efficace In

0,05

0
0 0,5 1 1,5 2 2,5 3 3,5 4 4,5 5 5,5 6 6,5 7 7,5 8 8,5 9 9,5
-0,05
pH

In corrspondenza del punto isosbestico (a pH = 7.0) , si ha che pKa = pH , si può concludere che il pKa del
blu di bromotimolo è circa 7,0.

CONCLUSIONI E OSSERVAZIONI
l’ obiettivo preposto è stato raggiunto.
Il valore di pKa del blù di bromotimolo ottenuto (7,0) è molto vicino a quello riportato sui testi , 7,1 .

Potrebbero piacerti anche