Sei sulla pagina 1di 12

L’equazione della dispersione

• L’EQUAZIONE DI BILANCIO DI MASSA DELL’INQUINANTE


Per la valutazione della dispersione in forma euleriana si integra l’equazione di bilancio
della massa di inquinante scritta in un riferimento fisso rispetto alla terra. L’equazione
di bilancio della massa di inquinante si ottiene eguagliando la derivata sostanziale
della massa di inquinante contenuta in un volume V al flusso molecolare attraverso la
superficie che contiene il volume V.
Definiamo come concentrazione il limite:

S F Mi
Mi C = lim
V v→0 V

DM D
Dt
= ∫ q.n ds ⇒ Dt
∫ C dV = ∫ q.n ds
S V S
• Il flusso q può essere considerato proporzionale al gradiente di
concentrazione mediante un coefficiente detto coefficiente di diffusività
molecolare D [L2/T]:

q = −D∇C

• D è localmente isotropo ed è una caratteristica del soluto e del solvente.

Utilizzando il teorema del trasporto di Reynolds ed il teorema della


divergenza:

!! DC $ $
∫ #"#" Dt &% + C (∇u)&%dV = ∫ ∇ ( D∇C ) dV
V V

E con fluido incompressibile


!! DC $$
∫ #"#" Dt &%&%dV = ∫ ∇ ( D∇C ) dV
V V

Che dovendo essere valida per qualsiasi volume porta all’espressione in termini
differenziali

DC
= D∇ 2C
Termine convettivo Dt
∂C ∂C ∂ 2C
+ uj =D 2
∂t ∂xj ∂xj

Termine diffusivo
• Nella pratica i moti dei fluidi che si studiano sono in maggior parte
turbolenti, quindi l’integrazione della (7) risulta molto difficile essendo le
variabili locali ed istantanee; si passa quindi ad effettuare la
decomposizione di Reynolds in una componente media ed una componente
fluttuante a media nulla; si ha cioè per la generica grandezza a:

a = a '+ a
(
∂ C +C' ) + u + u' ∂ (C + C ') = ∂ !# D ∂ (C + C ') $&
∂t
( ) ∂x j ∂x # ∂x &
j j " j %

∂ C ∂C ' ∂C ∂C ∂C ' ∂C ' ∂2C ∂ 2C '


+ + uj + uj ' + uj + uj ' =D 2 +D 2
∂t ∂t ∂xj ∂xj ∂xj ∂xj ∂xj ∂xj
• L’equazione finale dopo le semplificazioni diventa:

∂C ∂ C ∂ C 'u j ' ∂2C


+ uj + =D 2
∂t ∂xj ∂xj ∂xj
Il termine prodotto delle fluttuazioni della velocità con quello delle
concentrazioni non è detto che sia nullo. Ci troviamo quindi un’equazione in
due incognite ( C e C’) ed il sistema non è risolvibile. Inutile anche cercare di
scrivere ulteriori equazioni per la parte fluttuante che, come nel caso delle
equazioni di Navier Stokes, conducono ad un’equazione in cui è presente un
tensore del 3° ordine. La soluzione comunemente impiegata è quella di
ricorrere ad una chiusura del 1° ordine, mediante l’analogia con il flusso a
livello molecolare: si relazionano cioè i termini fluttuanti ai gradienti della
concentrazione media mediante un coefficiente K detto di diffusività
turbolenta (chiusura di Boussinesque).
∂C
−u j 'C ' = K ij
∂xj
• Quindi ∂C ∂C ∂ ∂C ∂2C
+ uj = K ij +D 2
∂t ∂ x j ∂ xi ∂ x j ∂xj

Coefficiente di
Coefficiente di
dispersione
diffusione
turbolenta

È possibile nella maggioranza dei casi di applicazione in campo


ambientale trascurare il termine legato alla diffusione molecolare
Il significato fisico dei termini dell’e.b.m.i.

Convezione
I soluti si muovono
con l acqua di falda

Diffusione
movimento da più alte
a più basse concentrazioni

Dispersione
Agisce diluendo i soluti; spreading
ES: Trasporto di soluto conservativo (advection-
dispersion) - impulso

IMPULSO

D=0.05
D=0.1
D=0.3
IMPULSO D=0.7
C(t)

C = C(t)
tempo
ES: Trasporto di soluto conservativo (advection-
dispersion) - step
C

Co

t=0 t

D=0.05
D=0.1
C(t)
D=0.3
D=0.7

C = C(t)

tempo
MODELLI MATEMATICI PER IL CALCOLO DELLA DISPERSIONE DI
INQUINANTI IN ATMOSFERA

Equazione di bilancio della massa


¶c ¶c ¶c ¶c é¶ ¶ ¶ ù
+u +v +w = - ê (u ¢c¢) + (v¢c¢) + (w ¢c¢)ú
¶t ¶x ¶y ¶z ë ¶x ¶y ¶z û

Equazione della diffusione

¶c ¶c ¶c ¶c ¶ æ ¶c ö ¶ æ ¶c ö ¶ æ ¶c ö
+u +v +w = çç K x ÷ + çKy ÷ + çKz ÷
¶t ¶x ¶y ¶z ¶x è ¶x ÷ø ¶y çè ¶y ÷ø ¶z çè ¶z ÷ø
Equazione della diffusione
formulazione dal punto di vista matematico
Come noto l'equazione di bilancio della massa di un inquinante immesso in
un flusso turbolento, espressa in un sistema di riferimento (x,y,z) fisso nello
spazio, assume la forma:

¶c ¶c ¶c ¶c é¶ ¶ ¶ ù
+u +v +w = - ê (u¢c¢) + (v¢c¢) + ((1)
w¢c¢)ú + S - W
¶t ¶x ¶y ¶z ë ¶x ¶y ¶z û

Variazione
temporale Advezione Dispersione Sorgenti-
turbolenta pozzi

nella quale u , v e w rappresentano le 3 componenti, rispetto ad (x,y,z), del


vettore velocità media del fluido. Nel caso generale a tre dimensioni
compaiono 4 incognite: la concentrazione media c e le tre componenti del
flusso turbolento u ¢i c.¢