Sei sulla pagina 1di 2

Relazione di memorie di adriano

Autore: Margherite Yourcenar

Titolo: Memorie di Adriano

Editore: Einaudi

Anno di pubblicazione: 1951

Genere: Romanzo storico

Luogo e tempo della storia: Impero Romano, epoca romana

Questo romanzo ci presenta la vita dell’ imperatore romano Adriano, narrata attraverso delle sue
lettere, in cui racconta numerosi fatti, eventi e pensieri al suo successore Marco Aurelio.

Trama
Nella prima lettera, la Animula “Vagula Blandula”, narra della sua condizione fisica, da qui
scopriamo che sta per morire, e del significato che ha per lui l’ amore. Nella seconda, la “Varius
Multiplex Multiformis”, Adriano parla della sua vita e della cultura. Nella “Tellus Stabilita”,
racconta di Roma e del suo ruolo di città guida del mondo; Nella quarta lettera, la “Saeculum
Aureum”, l’imperatore narra dei suoi viaggi in Asia, dove incontra Antinoo, Grecia e Sicilia. Nella
“Disciplina Augusta” Adriano parla del suo ultimo viaggio nell’impero d’oriente, delle sue riforme
per migliorare la condizione degli schiavi e degli ultimi anni della sua vita quando sceglie come suo
successore Lucio, che però muore ancora giovane e cosi il successore di Adriano diventa Antonino.
Nella sua ultima lettera, la “Patientia”, Adriano fa delle meditazioni su di sé e delle sue debolezze e
parla della sua rassegnazione rispetto all’ormai imminente morte, esprime preoccupazione per le
sorti dell’impero e infine ringrazia tutte le persone che gli sono state vicine e che non lo
abbandonano neanche in questa tragica situazione.

Descrizione personaggio principale


Adriano: è una persona ormai in fin di vita poiché afflitto da una malattia incurabile che però lo
lascia lucido fino al momento della morte, a cui piace molto molto meditare e riflettere, molto
colto e amante degli scrittori classici.
Descrizione dei luoghi principali
L’ambientazione è nell’Impero Romano

Roma: Importante città ha molti edifici di recente costruzione Ha un clima afoso con piogge
frequenti. I cittadini anziché sentirsi schiavi, si sentono partecipi alla vita della città ; infatti per i
cittadini è la migliore epoca.
Italica: Posto in cui è nato Adriano , luogo arido ma comunque fertile.
Pirenei: aspra regione della Spagna Citeriore

Analisi
Nel corso del libro Adriano , sul letto di morte, viaggia nella linea del tempo andando indietro con
gli anni e rivivendo le sue riflessioni e le sue azioni passate.

Il narratore in questo testo è interno: infatti è Adriano a descrivere i propri sentimenti e le proprie
azioni. Perciò il testo è scritto in prima persona. L'autrice utilizza questo metodo di scrittura per
coinvolgere di più il lettore, per fare instaurare un legame tra Adriano e la persona che legge il
libro. La focalizzazione è fissa, cioè rimane la stessa per tutto il racconto, e interna, visto che è
Adriano a descrivere la sua vita.